Cerca

Vuoi incrementare le vendite? 5 metriche di Google Analytics che devi monitorare

Google Analytics è uno strumento che quasi tutti coloro che possiedono un sito web utilizza in tandem con altri software di analisi. Puoi facilmente passare ore a scorrere i punti dati con una vasta gamma di metriche disponibili tramite Google Analytics.

Ma scorrere senza pensare non ti porterà da nessuna parte. Devi capire le metriche che stai guardando e metterle a frutto.

Analizzeremo alcuni degli approfondimenti più importanti che devi monitorare nel tuo account Google Analytics e in che modo questi fattori possono aumentare le tue vendite e aiutarti a creare un ottimo business.

 

Frequenza di rimbalzo

La definizione di Google di una frequenza di rimbalzo è “una sessione a pagina singola per il tuo sito”. Mentre la definizione effettiva è leggermente più sfumata e ci sono molte cose che puoi fare per cambiare la frequenza di rimbalzo, ad esempio fare un utente interazione “non attuabile” in modo che non contenga o non contenga la frequenza di rimbalzo.

Indipendentemente da ciò, la frequenza di rimbalzo è una statistica fondamentale che devi tenere d’occhio quando traccia il monitoraggio di Google Analytics. La percentuale ti dirà in sostanza quante persone lasciano il tuo sito web rapidamente, o senza fare clic sulla pagina sulla quale sono atterrato.

Cos’è una frequenza di rimbalzo “buona”?

Fondamentalmente, tutto dal 41% al 70% è considerato nella media. Se riesci a ottenere un tasso di rimbalzo inferiore al 41%, stai gestendo un sito Web che tiene le persone in giro e questo è eccellente per incrementare le vendite. Se la frequenza di rimbalzo supera il 70 percento, potrebbe essere giunto il momento di visitare il tuo sito web come utente e vedere se soffri di lunghi tempi di caricamento o errori.

 

Demografia utente

Quando i visitatori visitano il tuo sito web, c’è una buona probabilità che siano collegati al loro account Google. Di conseguenza, Google Analytics è in grado di catturare i dati demografici delle persone che visitano il tuo sito.

Puoi raggiungere i dati demografici degli utenti andando alla scheda Pubblico e quindi ai dati demografici. Vedrai dati come età e sesso, elencati di seguito.

(Esempio di dati demografici di Google: https://www.intechnic.com/blog/google-analytics-audience-analysis-and-demographics-reports/)

Perché questi dati sono importanti?

In poche parole, se conosci la tua demografia, puoi facilmente creare contenuti e fare pubblicità a questa base di utenti. Ad esempio, supponiamo che tu voglia avviare una campagna pubblicitaria su Facebook. Controlla i tuoi dati demografici e scopri che il tuo pubblico principale è come nell’esempio sopra, i maschi tra 25-34. Puoi prendere quei dati e pubblicare annunci indirizzati a questo pubblico, che può aumentare le tue vendite nel tempo.

 

Visualizzazioni di pagina

Un’altra importante metrica analitica da tenere in considerazione è la tua visualizzazione di pagina. C’è una grande differenza tra le sessioni utente e le visualizzazioni di pagina che dovresti sapere.

Le sessioni utente includono l’intera durata della sessione online per utente. In altre parole, una persona, una sessione. Le visualizzazioni di pagina, d’altra parte, rappresentano le singole pagine e il numero di volte in cui sono state visualizzate. In questo senso, un utente può generare più visualizzazioni di pagina a seconda di quanto a lungo rimangono nel tuo sito.

Diamo un’occhiata a un esempio qui sotto.

(Esempio di visualizzazione di pagina di Google Analytics: https://webmasters.stackexchange.com/questions/78660/how-can-i-see-pageviews-per-post-google-analytics-wordpress)

Come puoi vedere, il post del 31 marzo ha ottenuto la maggior parte delle visualizzazioni di pagina. Puoi utilizzare questi dati per regolare il tuo Adsense di Google e il posizionamento pubblicitario. Questo ti darà anche informazioni sul tipo di contenuto che i tuoi spettatori vogliono leggere. È possibile utilizzare questi dati per contribuire a creare contenuti migliori.

 

Pagine di destinazione

Una pagina di destinazione è, come suggerisce il nome, la pagina su cui il tuo pubblico atterra quando arriva sul tuo sito web. Questa è una metrica importante perché ti aiuta a capire come le persone stanno trovando il tuo sito web e su quale pagina stanno atterrando.

Questi dati possono aiutarti a gestire il tuo SEO. Se guardi la tua analisi e vedi che ci sono molte persone che trovano la tua pagina con una parola chiave, mentre altre riescono a malapena a ricevere traffico, forse è il momento di lavorare sul marketing SEO e modificare la formula della parola chiave.

Conoscere i dati della tua pagina di destinazione è importante anche per altri motivi. Può aiutarti a capire come distribuire gli annunci e dove inserire gli annunci più remunerativi. Ad esempio, non inserirai il tuo annuncio più redditizio nella pagina di destinazione meno vista, giusto?

 

Visitatori nuovi e di ritorno

Infine, dovresti tenere regolarmente traccia delle tue nuove statistiche sui visitatori di ritorno. Quando inizi a costruire il tuo brand, crescerai naturalmente un pubblico di fan coerenti che continuano a tornare per vedere cosa pubblichi.

Puoi creare profili basati sui tuoi visitatori di ritorno e vedere chi sono, se sono stati convertiti e cosa puoi fare per coinvolgere più persone come loro.

È anche utile verificare questa metrica per assicurarci che le persone stiano ancora imparando attivamente sul tuo prodotto o marchio. Questo è importante per garantire che il tuo piano di marketing funzioni e tu stia espandendo la tua copertura a un pubblico più vasto.

Queste cinque metriche ti aiuteranno a sfruttare al meglio la tua esperienza con Google Analytics. Se unisci tutti questi fattori insieme, puoi creare un piano aziendale efficace basato su dati rigidi. Non esiste un modo migliore per far crescere la tua attività se non utilizzando fatti e dati che puoi tracciare nel tempo.

Quando raccogli più dati sulla tua analisi, scoprirai cosa funziona, cosa no e come puoi ottenere più visitatori, più conversioni e profitti più alti.

Open

info@ibdi.it

Close