Cerca

Video Marketing: La guida definitiva

Tempo di lettura: 15 minuti

Il marketing basato sui contenuti è diventato lo standard di riferimento per aumentare la consapevolezza del marchio, raggiungere i clienti, guidare il traffico web e aumentare i profitti. Ma c’è ancora un’area del content marketing che è ancora agli inizi: il video marketing.

L’interesse per il marketing dei contenuti video è cresciuto mentre le preferenze delle persone si spostano verso questo mezzo dinamico. Le aziende hanno naturalmente risposto assegnando una parte maggiore dei loro budget di marketing all’esplorazione e allo sfruttamento dei video, utilizzandoli sui social media, nelle pubblicità e sui siti Web aziendali.

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci via Email: info.ibdi.it@gmail.com
video content marketing

In questa guida vengono illustrati alcuni concetti di marketing dei contenuti video, tra cui la definizione del termine e la condivisione dei vantaggi che ci si può aspettare dal marketing video. Imparerai anche i tipi di video che puoi produrre e anche i passaggi che puoi intraprendere per creare una tua strategia di marketing video.

Sinossi del capitolo

  • Capitolo 1 introduzione.
  • Capitolo 2: Cos’è il video marketing? Iniziamo coprendo le basi del video marketing, compresa la sua importanza e il modo in cui viene utilizzato nella pratica. Forniamo anche alcuni suggerimenti utili sulla creazione di video che potrebbero aiutarti a diventare virale.
  • Capitolo 3: Vantaggi del marketing video. Quali cose positive puoi aspettarti dall’avvio del marketing video nella tua azienda? I risultati variano, ma molte aziende che percorrono questa strada sperimentano una maggiore consapevolezza del marchio e numerosi altri vantaggi.
  • Capitolo 4: Tipi di video. I video sono media dinamici e offrono molta flessibilità creativa, motivo per cui è possibile produrre diversi tipi di video. In questo capitolo vengono illustrati sei dei più comuni che le aziende utilizzano oggi.
  • Capitolo 5: Come creare una strategia di marketing video. Metti ciò che hai imparato nei capitoli precedenti per lavorare con la guida di esperti sulla creazione di una tua strategia di marketing video. Ti allontanerai con passi concreti che possono aiutare la tua azienda a distinguersi dalla massa.

Ricorda di aggiungere questa guida ai segnalibri per riferimento futuro. Non sai mai quando potresti dover rispolverare alcuni suggerimenti o provare nuovi tipi di video che non hai ancora esplorato.

Che cos’è il video marketing?

“Dicono che un’immagine vale più di mille parole. Ma il video ti permette di dire molto di più “, afferma Randall Harp, creatore capo di Chapel Hill Media . Questa idea cattura il sentimento dietro il video marketing. Per essere più concreti al riguardo, il video marketing è una moderna tattica di content marketing che le aziende usano per generare interesse per i loro prodotti e servizi.

Il marketing video ti consente di comunicare molte più informazioni a potenziali clienti e clienti in meno tempo rispetto ai contenuti scritti e aiuta il pubblico a connettersi con il tuo marchio in un modo più coinvolgente. Di seguito rispondiamo ad alcune domande per aiutare a consolidare il concetto di video marketing.

video marketing

3 domande frequenti sul marketing video

Perché video marketing?

Harp indica due ragioni principali per cui il marketing video è diventato una tattica così popolare per i professionisti del marketing:

  • Cambiamento di cultura. Le persone tendono ad essere visive, quindi non sorprende che più persone scelgano di guardare invece di leggere poiché i video sono più comuni oggi. Gli studi dimostrano che le persone ricevono e ricordano meglio le informazioni quando sono visive. “Inoltre, viviamo in una cultura frenetica in cui siamo molto consapevoli del tempo e la lettura ne prende di più. Ecco perché il video è un ottimo modo per raggiungere le persone piuttosto che aspettarsi che si siedano e consumino pagine di testo “, spiega.
  • Tecnologia. La capacità di produrre e consumare video è diventata molto più semplice grazie a strumenti creatori, smartphone e social media più facili da usare. “Mentre i video di alta qualità e ben scritti sono più facili da realizzare, non tutti i video devono essere una produzione hollywoodiana. Puoi utilizzare il tuo smartphone per registrare, quindi caricarlo rapidamente e facilmente su qualsiasi piattaforma social “, afferma.

Come viene utilizzato il video marketing?

Mentre i consumatori tendono a creare video per ragioni non monetarie, Harp osserva che le aziende, ovviamente, usano il video marketing per favorire la propria attività. In particolare, lo usano per

  • Vendi prodotti. Molte aziende utilizzano piattaforme social popolari come Instagram, che si concentra sulla grafica, per mostrare i propri prodotti. Questi post social possono quindi aiutare a guidare le persone in un negozio di mattoni o inviarle direttamente a un sito di shopping online.
  • Aumentare la consapevolezza del marchio. Le aziende possono anche utilizzare i video per promuovere il proprio marchio o la propria identità aziendale, anche se Harp afferma che questo è in genere riservato a società più grandi con budget altrettanto elevati, ad esempio Coca-Cola e Apple.
  • Condividere informazioni. Il panorama digitale odierno ha generato una cultura della conoscenza che è disposta a pagare per l’informazione. Persone come influenzatori di Instagram e business coach spesso traggono vantaggio da questo, interagendo con gli spettatori attraverso video e streaming live per creare un seguito di persone che potrebbero eventualmente convertirsi in clienti: corsi di acquisto, piani di dieta ed esercizio fisico, formazione alle vendite e così via.
  • Promuovere la cultura aziendale. Da una prospettiva diversa, le aziende utilizzano anche il marketing video per attirare nuovi talenti. Dando ai potenziali dipendenti uno sguardo dietro le quinte, le aziende possono aprire la porta alla cultura della loro azienda e stimolare il desiderio di lavorare lì.

Suggerimenti per iniziare con il marketing video

Se stai appena iniziando il tuo viaggio di video marketing, Harp ha diversi suggerimenti di video marketing che puoi usare per iniziare nel modo giusto:

    1. Ogni video dovrebbe avere uno scopo chiaro

Per mantenere la chiarezza, fai sempre queste tre domande prima di fare un video:

      • chi è il tuo pubblico di riferimento? Individua il tuo pubblico per ogni particolare video. Essere il più specifici possibile. Ad esempio, se stai vendendo una dieta, stai parlando a persone con un particolare problema di salute: perdere peso, costruire muscoli, sviluppare addominali da sei, ecc.? Conoscere il tuo pubblico rende più facile parlare con loro e misurare l’efficacia del tuo video.
      • Cosa vuoi che provino? Le statistiche sono buone, ma la gente probabilmente non le ricorderà. Ricorderanno, tuttavia, come i tuoi video li hanno fatti sentire. Forse vuoi che si sentano pieni di speranza, pacifici, pieni di energia, ecc. Questo li spingerà alla parte successiva.
      • Cosa vuoi che facciano? Dai loro qualcosa da fare, un passo successivo. Rendilo il più semplice possibile. Ad esempio, chiedi loro di chiamare un numero o visitare un sito Web: assicurati di fornire un URL a una pagina che parla specificamente di ciò che hai coperto nel video per massimizzare l’efficacia. Inseriscili nella pipeline e avviali nel viaggio per diventare clienti.
    1. Comprendi l’importanza della qualità

“Molte persone non lo sanno, ma la qualità audio è in realtà più importante della qualità video”, consiglia Harp. Le persone subiranno una cattiva qualità visiva piuttosto che una cattiva qualità audio. Se non riescono a sentire ciò che viene detto, perdono rapidamente la pazienza. Ma se un video ha un buon audio e immagini non così grandi, le persone tendono ad essere più disposte a rimanere nella speranza che il video migliorerà.

    1. Sii coerente

Assicurati che i video che stai producendo siano coerenti l’uno rispetto all’altro e con il tuo marchio generale. Ad esempio, prova a utilizzare la stessa introduzione per ogni video: il suono e lo stile della grafica dovrebbero essere gli stessi.

“Questo si presta ai fattori di vendita, fiducia e fiducia delle vendite”, afferma Harp. “Ad esempio, considera come GEICO e l’assicurazione progressiva hanno usato gli stessi portavoce per le loro aziende per anni. Spesso usano persino gli stessi colori, suoni, oggetti di scena, guardaroba e set per i loro video “.

Ora che capisci il video marketing come un concetto, entriamo nei vantaggi che puoi aspettarti di ricevere da esso.

Vantaggi del video marketing, ROI e social media

Per anni gli esperti di marketing hanno gridato: “Il contenuto è re!”

Perché?

Perché il contenuto ha aiutato molte aziende a fare più affari. E dato l’aumento del consumo di video negli ultimi anni (il 55 percento delle persone guarda i video online ogni giorno ), il video potrebbe essere il pioniere dei contenuti preferiti.

Ci sono molte più statistiche da dove provengono, ma in questo capitolo stiamo esaminando il motivo per cui tali statistiche esistono. Quindi, se sei ancora sulla soglia del video marketing, i punti seguenti ti renderanno conto dei suoi lati positivi.

Vantaggi del video marketing, ROI e social media

L’importanza del video marketing

“Il marketing video ti offre l’opportunità di fornire preziose informazioni alle aziende con cui vuoi lavorare”, afferma Ken Kerry, direttore creativo esecutivo di Script to Screen . Queste informazioni possono essere risposte a domande specifiche che il tuo pubblico di riferimento ha, consigli su sfide uniche che stanno affrontando o persino chiarimenti su miti che potrebbero trattenere potenziali clienti dal prendere decisioni.

Il marketing di contenuti video di Kerry è la prima impressione di Script to Screen per un’azienda che potrebbe prendere in considerazione i propri servizi. La sua strategia è quella di fornire contenuti che non solo mostrino le capacità della sua azienda (come ad esempio un video di sensibilizzazione), ma la capacità del suo team di affrontare sfide o esigenze simili a quelle del potenziale cliente (come nel caso di un video di case study).

“La nostra convinzione è che, presentando prima la nostra esperienza con risultati commerciali tangibili, creiamo la capacità e l’autorizzazione per esplorare come possiamo servire al meglio i nuovi clienti”, afferma Kerry.

Vantaggi del marketing video

Aaron Nix, assistente professore d’arte, produttore video e regista , ha contribuito a concettualizzare e creare molti video. Richiama numerosi vantaggi chiave del marketing video:

  • Impegno migliorato. Il video ti dà la possibilità di coinvolgere il tuo pubblico target usando più di semplici parole. Un maggiore coinvolgimento si traduce in più persone che guardano più video, estendendo la loro interazione con il tuo marchio. “Con i video, il tuo pubblico è più coinvolto. Invece di leggere o scorrere rapidamente un’immagine, catturi la loro attenzione e coinvolgi i loro sensi per un lungo periodo di tempo “, spiega.
  • Maggiore consapevolezza del marchio. “Le persone cercano sempre di interagire con le storie e gli eventi di altre persone. Fa parte della nostra cultura sociale ora “, dice. Poiché il video è facilmente accessibile nella nostra cultura saturata dai media – eventi live, streaming, social media, ecc. – le persone si aspettano video e ne sono attratte. Mentre possono scorrere oltre un’immagine, il video li mette in pausa. L’uso del video ti dà l’opportunità di condividere il tuo marchio con più persone, invece di essere ignorato.
  • Storytelling più avvincente. “Più sensi puoi coinvolgere, più interessante puoi rendere la storia”, spiega Nix. Il video è molto più dinamico del testo o delle immagini fisse, il che significa che puoi comunicare argomenti complessi in un modo più semplice e trasmettere aspetti importanti come il tono. Le persone si connettono con le storie, quindi crearne una avvincente può aiutare ad affascinare le persone del tuo marchio.
  • Maggiore fiducia. “Le persone sono sensibili al tempo, quindi chiedere loro di prendersi anche solo 30 secondi della giornata può essere una grande domanda”, dice. Se sei in grado di dare loro qualcosa che gli piace e di interagire – che sia emotivo, comico o qualcos’altro – che crea fiducia nel tuo marchio.

Social media e video marketing

La persona media spende 144 minuti al giorno sui social media – quasi due ore e mezza – e quel numero è in crescita ogni anno. C’è da meravigliarsi che molti esperti raccomandino di includere i social media come parte dei tuoi sforzi di marketing video?

“Gli occhi delle persone sono costantemente sui loro feed, ma c’è una quantità enorme di rumore che le persone devono superare ogni giorno”, spiega Nix. Inoltre, l’intelligenza digitale dell’utente medio è aumentata man mano che le persone diventano più esperte di social media. Si aspettano di più dai video, quindi per attirare l’attenzione del pubblico di riferimento è necessario un video social media ben prodotto ed estremamente rilevante con cui connettersi.

Raggiungimento del ROI con il video marketing

Il ROI video è disponibile in molte forme: dipende davvero dal tipo di attività che gestisci. Nix condivide alcuni obiettivi di esempio:

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci via Email: info.ibdi.it@gmail.com
  • Reclutare persone. Sia che tu stia cercando di attirare studenti, atleti o dipendenti, la consapevolezza è una parte importante di questo obiettivo e non ha sempre metriche chiaramente tracciabili. I proxy utili sono le metriche dei social media, come un seguito crescente. Puoi anche utilizzare mezzi più diretti come la condivisione di un video sui social che si collega a una landing page e il monitoraggio delle prestazioni. “In particolare, il coinvolgimento dei video è in genere superiore a qualsiasi altro tipo di post sulle nostre pagine di social media”, afferma Nix del college in cui lavora.
  • Generazione di donazioni. Le donazioni sono un vantaggio significativo per le organizzazioni non profit e le università. Anche una combo video / landing page è utile qui, poiché puoi condividere video che parlano delle cause che interessano i donatori. Nix afferma che il suo college potrebbe condividere un video rivolto agli ex studenti per ottenere il loro sostegno. “In genere abbiamo una campagna specifica, ad esempio per la giornata annuale della donazione, in cui monitoriamo le prestazioni per un anno di lezione specifico per vedere quante risposte hanno versato”.

Ora sai come trarre vantaggio dal marketing video. Successivamente, esaminiamo i principali tipi di video di marketing che puoi realizzare.

Tipi di video

Abbiamo discusso molti concetti sul video marketing, ma ora passiamo alla parte davvero interessante – vale a dire, i principali tipi di video che puoi creare. Ognuno ha attributi unici di cui dovresti essere consapevole per massimizzare la loro efficacia.

6 tipi di contenuti video

    1. educativo

I video didattici forniscono al tuo pubblico – in genere persone che sono già i tuoi clienti – informazioni sui tuoi prodotti, come dettagli tecnici o il modo migliore per usarli in diverse situazioni. Questi tipi di video vengono spesso utilizzati dalle società SaaS (software-as-a-service) per istruire gli utenti su come navigare attraverso il prodotto per raggiungere un obiettivo specifico.

education video marketing

Lance Cummins, presidente di Anyvoo , spiega che tali video tutorial sono più efficaci quando lo fanno

      • Conversazione audio. Le persone vanno bene guidate, ma non vogliono necessariamente essere istruite. I tutorial dovrebbero far sentire agli utenti come se qualcuno li stesse aiutando a realizzare qualcosa, non come se stessero imparando una lezione. “Un tono colloquiale aiuta a rendere l’esperienza reale e genuina”, spiega Cummins.
      • Utilizza la condivisione dello schermo. Quando riesci a tenere in mano un prodotto, è molto più facile fare riferimento a parti specifiche di esso in un manuale di istruzioni. Tuttavia, i prodotti SaaS tendono ad avere molti schermi che sembrano quasi identici all’utente medio, quindi è importante che gli utenti siano in grado di seguire – schermo per schermo – con una guida. Cummins sottolinea che il mouse dovrebbe essere visibile e gli schermi dovrebbero essere caricati in tempo reale, invece di tagliare queste transizioni. “Desideri che l’utente abbia un’esperienza reale, come se fosse saltato su una condivisione dello schermo con qualcuno della tua azienda che lo sta guidando attraverso l’attività.”
    1. Annuncio

Quando la tua azienda ha grandi novità da condividere, ad esempio una fusione o acquisizione imminente, è necessario un video di annuncio . Tuttavia, Cummins mette in guardia dal concentrarsi sul proprio business come parte della presentazione. “Sono un grande sostenitore di inquadrare qualsiasi annuncio per concentrarsi sulla persona che ascolta il messaggio – i tuoi potenziali clienti, clienti e così via.”

Quando scrivi la sceneggiatura per il tuo annuncio, Cummins ti suggerisce di chiedertelo

      • Cosa faranno queste notizie per il mio pubblico?
      • Perché se ne preoccuperanno?
      • In che modo questo li aiuta?

“Se non riesci a rispondere a queste domande, allora dovresti ripensare a fare il video in primo luogo”, afferma Cummins.

    1. Lancio del prodotto

I video di lancio di prodotti possono essere considerati un tipo di video di annunci in quanto annunciano quando hai creato o riprogettato un nuovo prodotto, sia esso tangibile, come un nuovo modello di auto o immateriale, come il software. In ogni caso, il tuo obiettivo è generare interesse per il tuo prodotto. “Puoi farlo aiutando il tuo pubblico ad immaginarsi mentre utilizza o sperimenta ciò che hai creato”, afferma Cummins.

Raccomanda di produrre una serie di video di lancio del prodotto, anziché solo uno. Più video aiutano le persone a vedere un prodotto da diverse prospettive, oltre a esporli costantemente al tuo prodotto. 

“Evita di elencare solo le caratteristiche che ritieni possano piacere, ad esempio, il fatto che una nuova linea di occhiali sia realizzata in titanio. Invece, concentrati sull’evocare le emozioni del tuo pubblico, ad esempio, potrebbero voler sentirsi intelligenti. Crea una chiara connessione tra quelle emozioni e il tuo prodotto “, afferma Cummins.

    1. Cultura aziendale

I video di cultura aziendale vengono generalmente utilizzati per dare uno sguardo all’interno della tua attività: come funziona l’azienda, cosa pensano i dipendenti di lavorare lì, ecc. Questi video possono anche essere utilizzati per coinvolgere i dipendenti attuali negli eventi sul posto di lavoro. “Se stai mettendo in mostra la cultura della tua azienda in occasione di una riunione annuale, vantati di te stesso e condividi barzellette.”

Al contrario, Cummins osserva che dovresti adottare un approccio diverso se il video sulla cultura della tua azienda è pensato per aiutare a reclutare nuovi dipendenti: “Come per i video di annunci, il tuo video sulla cultura dovrebbe concentrarsi su come la cultura della tua azienda andrebbe a beneficio di un nuovo arrivato nell’organizzazione. E assicurati che, quando le persone parlano, sono conversazionali. Non vuoi che nessuno suoni come se stesse leggendo da un teleprompter – sembra rigido. “

    1. Q & A

I video di domande e risposte ti danno l’opportunità di rispondere a domande degli utenti o potenziali clienti. Ad esempio, potresti ricevere molte domande dai clienti sulle modalità di utilizzo del tuo prodotto. Puoi raccogliere e tenere traccia rapidamente di queste domande dei clienti con JotForm , un form builder di facile utilizzo.

Cummins consiglia di impostare lo stile delle interviste con i video di domande e risposte, con una persona che fa domande e l’altra che risponde. Per rendere il video più dinamico, puoi posizionare il testo su entrambi i lati della scena. 

“Ciò contribuirà a sottolineare la domanda posta”, afferma Cummins. “Aiuterà anche gli spettatori che guardano il video per una domanda specifica a trovare facilmente quello che stanno cercando.”

    1. Argomento di studio

I video di case study ti consentono di mostrare come la tua organizzazione ha aiutato i clienti del passato a superare una sfida particolare. Ad esempio, questo video di case study illustra come un client JotForm utilizza la piattaforma per semplificare il suo flusso di lavoro, dalla raccolta dei moduli di consenso alla raccolta dei pagamenti dei clienti.

“Con i video di case study, vuoi sicuramente che il cliente ne faccia parte”, consiglia Cummins, anche se ciò può significare che rinunci a un certo grado di controllo. Tuttavia, il valore di avere un cliente che parla alle capacità della tua organizzazione farà molto.

Inoltre, i video di casi studio possono essere un vantaggio per l’email marketing video. Se si utilizza l’e-mail come tattica di marketing (divulgazione a freddo, automazioni, ecc.) Che incorpora un video di un caso di studio può aiutare a ottenere una risposta.

Con i diversi tipi di video trattati, discuteremo della creazione di una strategia di marketing video.

Come creare una strategia di marketing video

Lo sviluppo di una strategia di marketing video non è molto diverso dallo sviluppo di altre strategie di marketing, ma il supporto sottostante crea naturalmente alcune distinzioni – dopo tutto, il video richiede più tempo e denaro per produrre di testo o immagini. Discuteremo queste distinzioni di seguito, insieme ai passaggi che puoi adottare per sviluppare una tua strategia di marketing video.

i passaggi che puoi prendere per sviluppare una strategia di marketing video

5 passaggi per la creazione di una strategia di marketing video

    1. Definisci il tuo obiettivo aziendale

“Quando inizi a pensare al video, smetti di pensare al video. Invece, pensa a cosa stai facendo come azienda ”, afferma Robert Weiss, presidente di MultiVision Digital . Stai lanciando un nuovo prodotto? Stai entrando in una nuova linea di attività? I tuoi obiettivi video dovrebbero supportare queste iniziative.

Ad esempio, non vorrai concentrarti sulla panoramica aziendale o sui video di cultura se stai annunciando un nuovo prodotto: la tua spesa dovrebbe andare ai video di lancio del prodotto. “Il video funziona meglio quando è integrato in un piano ponderato. E quel piano può certamente evolversi nel tempo man mano che i tuoi obiettivi cambiano ”, osserva Weiss.

    1. Comprendi il tuo pubblico di destinazione

Come per qualsiasi sforzo incentrato sul marketing, sapere con chi stai parlando è fondamentale. Senza dubbio hai già definito il tuo pubblico di riferimento, ma assicurati di avere una comprensione approfondita di chi sono e cosa vogliono.

Secondo Weiss, conoscere il tuo pubblico dentro e fuori è importante per i tuoi sforzi di produzione e i costi ad essi associati. “Si tratta di maggiore efficienza”, afferma. “Puoi produrre più video che parlano a segmenti di pubblico diversi utilizzando gli stessi componenti video di base. Apporta solo alcune modifiche e avrai un video completamente nuovo, senza programmare una ripresa completamente nuova. “

Ad esempio, si consideri una compagnia assicurativa che vuole produrre video con esperti che parlano di assicurazione. Le informazioni saranno sostanzialmente le stesse, ma i diversi clienti cercano specifici prodotti assicurativi o copertura.

“La società può condividere le stesse conoscenze assicurative, ma modifica i punti di discussione e gli aspetti visivi per concentrarsi sugli aspetti di cui gli sposi o i pensionati tengono di più”, spiega Weiss.

    1. Identificare i canali di distribuzione

Il punto in cui la tua strategia di marketing video è un altro componente importante. Devi decidere il modo migliore per raggiungere il tuo pubblico di destinazione con i tuoi video. “L’esatto mix di distribuzione differirà a seconda della tua attività e dei tipi di video che realizzi”, spiega Weiss.

Ecco alcuni canali che potresti decidere di utilizzare:

      • Piattaforme di streaming (Netflix, Hulu, ecc.)
      • Social media (Facebook, Instagram, YouTube, etc.)
      • Reti di annunci Google
      • Il tuo sito web
    1. Sviluppa un budget di produzione video

“Consiglio di iniziare in piccolo. Puoi testare un budget mensile di circa $ 1.000 fino a quando non sei soddisfatto dei risultati “, afferma Morten Storgaard, creatore di AuthoritySiteGeek . Quindi costruisci da lì. Un buon budget di video marketing è quello che dà un ritorno promettente. Man mano che aggiungi altro al tuo budget e continui i test, puoi perfezionare ulteriormente l’idea di un ROI buono e accettabile .

Per quanto riguarda ciò che dovresti considerare, Weiss chiama alcuni elementi chiave:

      • Tempo e talento per scrivere la sceneggiatura
      • Telecamere e altre attrezzature
      • Tempi di produzione e modifica
      • Grafica animata e correzione del colore
      • Lavoro ed esperienza dell’equipaggio
    1. Crea i tuoi video

Il video branding è essenziale per affermarti con il tuo pubblico. Assicurati di includere elementi come il logo, lo slogan e i colori del marchio nei primi 5-10 secondi di ciascun video, soprattutto se il video è un annuncio.

Ricorda che gli utenti possono in genere saltare gli annunci video dopo pochi secondi o scorrere sui social. “A differenza dei tradizionali annunci video per TV e piattaforme di streaming, non puoi permetterti di raccontare prima la storia e poi aspettarti che lo spettatore guardi fino alla fine per scoprire chi sei”, spiega Storgaard.

Considera anche l’ottimizzazione SEO dei video per assicurarti che i tuoi contenuti siano classificati e visualizzati. Weiss afferma che un video probabilmente non lo taglierà – ne avrai bisogno diversi, proprio come con i post sul blog nel content marketing tradizionale. E parlando di content marketing, Weiss osserva che l’adozione di una strategia di video in primo luogo può aiutare a ottenere una maggiore ottimizzazione dei video: “Questa strategia riguarda la creazione di contenuti per i video, quindi la trasformazione di contenuti in post di blog, immagini di social media, e-mail e così via “.

La creazione di una propria strategia di marketing video può sembrare una grande sfida, ma le indicazioni di cui sopra dovrebbero darti un’ottima base per iniziare.

Incontra le tue guide di marketing video

Aaron Nix

Aaron Nix attualmente lavora come assistente professore di arte e produttore video presso la Concordia University, Nebraska a Seward, dove tiene corsi di produzione cinematografica, critica cinematografica, media digitali e fotografia. Attraverso il suo lavoro freelance , Nix ha scritto e diretto film pluripremiati e prodotto campagne pubblicitarie di successo per i clienti a livello nazionale.

Conosci Kerry

Ken Kerry è il direttore creativo esecutivo di Script to Screen . Ken ha fondato la compagnia nel 1986, insieme a sua moglie Barbara. Insieme, hanno costruito Script to Screen in una delle principali società televisive a risposta diretta della nazione, producendo più di 600 spot pubblicitari e spot DRTV, generando oltre 6 miliardi di dollari di vendite per i clienti e vincendo numerosi premi per l’eccellenza.

Lance Cummins

Lance Cummins è il presidente di Anyvoo , un avventato produttore di startup che aiuta i lavoratori remoti a rivoluzionare il modo in cui il lavoro remoto viene visto realizzando artigianalmente semplici fondali di videochiamate. È anche il presidente di Nectafy, un’agenzia per la crescita dei contenuti che aiuta i clienti ad attrarre nuovi clienti.

Morten Storgaard

Morten Storgaard è un veterano del marketing online, cofondatore di TechPenny e creatore di AuthoritySiteGeek . Ha un background nel commercio elettronico e ha lavorato con marchi grandi e piccoli per creare consapevolezza e guidare le vendite online.

Randall Harp

Randall Harp è il creatore capo di Chapel Hill Media . Ha un background diversificato in belle arti, punteggio cinematografico e sviluppo software per una varietà di settori. Con la sua esperienza, Harp racconta in modo creativo le storie delle imprese attraverso i video, guidando la produzione di risorse video strategiche, tra cui script, storyboard, voice over, musica e grafica animata.

Robert Weiss

Robert Weiss è il presidente di MultiVision Digital , una società di marketing di contenuti video. Ha iniziato la produzione e il marketing di video quasi un decennio fa e ha prodotto oltre 800 video per una vasta gamma di obiettivi aziendali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1275 shares
Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close