Cerca

Vendere su Etsy: 7 passaggi per aprire il tuo negozio Etsy nel 2021

Dal suo lancio nel 2005, Etsy è diventato uno dei più grandi mercati online del mondo. Ci sono 54 milioni di membri su Etsy , con 81,9 milioni di acquirenti attivi con 4,1 milioni di venditori Etsy. Inoltre, ci sono più di 50 milioni di articoli unici in vendita su Etsy.com.

Imparare a vendere su Etsy è un grande affare.

Se vuoi avviare un’attività su Etsy e guadagnare vendendo articoli a questa vasta collezione di potenziali acquirenti, continua a leggere.

Cos’è Etsy?

Etsy è la piattaforma di e-commerce specializzata nell’acquisto e nella vendita di beni artistici, forniture artigianali e articoli vintage difficili da trovare in un tradizionale negozio online.

Gli acquirenti su Etsy navigano nel loro marketplace per trovare prodotti artigianali piuttosto che prodotti di massa.

È anche un punto vendita per i proprietari di piccole imprese a tempo pieno o parziale come negozi d’arte e artigiani con abilità artistiche per mostrare i loro prodotti e vendere a un pubblico più ampio senza bisogno del proprio sito Web come con Shopify.

È un’azienda ibrida che combina l’emozione di una fiera d’arte con un mercato come eBay.

Le persone che cercano prodotti su Etsy troveranno articoli vintage e fatti a mano, opere d’arte su ordinazione, vestiti stampati a mano, giocattoli per bambini su misura e altro ancora.

C’è una categoria importante di prodotti vintage in vendita su Etsy. Affinché gli articoli possano essere considerati vintage, devono avere almeno 20 anni.

C’è un’ampia varietà di oggetti da collezione che puoi ottenere a un prezzo ragionevole. La piattaforma utilizza una particolare vetrina in cui i venditori Etsy elencano i loro prodotti a pagamento.

La nicchia unica che occupa Etsy la rende la piattaforma numero uno al mondo per oggetti d’arte e oggetti da collezione.

È essenziale sottolineare che Etsy non realizza i prodotti. Invece, agisce come un intermediario che collega sia l’acquirente che il venditore, portandoli in un unico mercato. Etsy ha una sede centrale a Brooklyn, ed è qui che svolge le operazioni quotidiane.

L’azienda ha anche un corso di crafting noto come Etsy Labs, un corso in cui le persone imparano e migliorano le proprie capacità artistiche.

Se Etsy non sembra proprio la soluzione per te, dai un’occhiata alle mie recensioni delle migliori piattaforme di e -commerce e alla mia recensione di Shopify per vedere se c’è una soluzione migliore per te.

Quanto costa vendere su Etsy?

Costa $ 0,20 per creare un account Etsy e mettere in vendita un articolo sul mercato. Secondo il manuale del venditore, un’inserzione rimarrà attiva per quattro mesi o fino alla vendita dell’oggetto. Una volta che un articolo viene venduto, viene applicata una commissione di transazione del 5% sul prezzo di vendita.

Molte persone fanno le valigie dopo un solo mese a causa di poche o nessuna vendita. E la parte peggiore è che continui a gestire le spese in base alle tue inserzioni. Pertanto, è fondamentale considerare il rapporto ricavi/costi a lungo termine.

Questo è particolarmente vero quando hai molti prodotti da vendere. Quindi quanto costa vendere i tuoi prodotti su Etsy?

Scopriamolo.

1. Costo del negozio Etsy.

Un vantaggio di Etsy è che aprire un negozio non costa nulla a un venditore. Sì, aprire il tuo negozio su Etsy è gratuito. Ma è qui che finiscono le cose gratis, almeno per ora. Questo perché Etsy ha una tariffa di inserzione standard di $ 0,20 per articolo. Questa quota di quotazione è per quattro mesi. Ma parliamo della quotazione.

Etsy ha un elenco diverso da altri giganti del mercato online. Per questo mercato online, un elenco e un prodotto non sono la stessa cosa. Questo perché un’inserzione può contenere più prodotti.

Ad esempio, se un venditore vende un cappello e il cappello ha diverse combinazioni di colori, il venditore è obbligato a creare solo “un elenco” per coprire la diversa varietà di colori, dando agli acquirenti la possibilità di selezionare un cappello con uno qualsiasi dei colori .

Quindi, se il venditore ha 100 articoli di quel cappello e sono disponibili in diversi colori, il venditore crea un solo elenco per coprirli tutti, aggiornando la quantità man mano che arrivano le vendite.

Ogni quattro mesi scade la validità di un annuncio. Ora spetta al venditore rinnovare l’inserzione automaticamente o manualmente allo stesso $ 0,20 per inserzione. Sebbene consentire al negozio di rinnovarsi automaticamente possa avere senso per un venditore per la prima volta che non ha ancora afferrato le basi finanziarie della gestione di un negozio online, ha ancora più senso, almeno da un punto di vista finanziario, rinnovare il negozio manualmente .

In questo modo, puoi studiare i dati per scoprire quali prodotti stanno realizzando vendite e realizzando un profitto e quali prodotti stanno subendo una perdita prima di rinnovare la tua inserzione per altri quattro mesi. Tieni presente che il costo di ogni elenco rimane di $ 0,20 per elenco.

Ciò significa che se ci sono 100 inserzioni nel tuo negozio, sei tenuto a pagare $ 20 ogni quattro mesi. Questo diventa un problema se non stai effettuando alcuna vendita perché i $ 20 continuano ad aumentare nella tua nota spese, che potrebbe includere anche il costo di realizzazione del tuo prodotto in primo luogo.

2. Il costo di $ 0,20 è tutto quello che c’è?

Molti proprietari di spettacoli si confondono su come versare la commissione di $ 0,20 quando arrivano le vendite. Dimenticano che un’inserzione è diversa da un prodotto e che l’addebito per l’inserzione e la tassa di rinnovo per il negozio dipendono dal numero di articoli in vendita. Vedi questi esempi per chiarezza:

Esempio 1:

Un venditore ha un negozio di tavoli artigianali Etsy. In quel negozio c’è un solo tavolo artigianale in vendita. Il tavolo viene venduto e il venditore sceglie di non rinnovare l’inserzione o di creare di nuovo un altro tavolo.

Il venditore paga $ 0,20 per mettere in vendita il tavolo. Poiché il tavolo è stato venduto, al venditore non viene più addebitata una commissione di quotazione (sebbene ci siano altre commissioni che spiegheremo più avanti).

Esempio 2:

Un venditore crea maglioni fatti a mano disponibili in cinque diversi colori. Quando il venditore crea un’inserzione, ci sono sei paia di maglioni in stock. Quindi, per i quattro mesi successivi, il venditore pagherà $ 0,20 per un elenco di quelle sei paia di maglioni.

Se non ci sono vendite entro quel periodo, il venditore riceve un altro addebito di $ 0,20 per il rinnovo dell’inserzione.

Ma se il venditore vende uno dei maglioni, tutto torna a zero e l’elenco si rinnoverà automaticamente per altri 4 mesi “freschi” per i restanti cinque maglioni. Se il venditore aggiunge più maglioni alla quantità disponibile, o il venditore ha nuovi colori del maglione e desidera visualizzare nuove immagini di quei colori, il venditore può modificare l’inserzione senza costi aggiuntivi.

Ogni volta che il venditore effettua una vendita, lo stock si rinnova ancora e ancora fino a quando non vengono venduti tutti i maglioni disponibili o il periodo di 4 mesi termina senza vendite.

Tuttavia, se un acquirente acquista tre paia di maglioni dal venditore in un unico ordine, il venditore riceverà un costo aggiuntivo di $ 0,40 insieme al precedente $ 0,20 per tre commissioni di inserzione.

Infine, l’elenco si rinnova automaticamente anche se tre maglioni sono stati pagati in un’unica transazione.

3. Qual è la commissione di transazione di Etsy?

Proprio come eBay e Amazon, ci sono commissioni Etsy che un venditore deve pagare per continuare a svolgere la propria attività online. Innanzitutto, un venditore pagherà ad Etsy una commissione di transazione del 5% del prezzo di vendita ogni volta che un articolo viene venduto.

4. Quanto costa promuovere su Etsy?

Gli utenti di Etsy possono anche scegliere di creare inserzioni promosse e pubblicizzare i propri prodotti. Il minimo per iniziare è $ 1 al giorno e si basa su un modello di costo per clic. Quando un utente effettua una ricerca su Etsy, ci sono inserzioni sia a pagamento che non a pagamento. L’unica differenza che gli acquirenti possono vedere nelle inserzioni promosse è il piccolo “Annuncio” bianco nell’angolo in alto a sinistra dell’immagine:

Inserzioni sponsorizzate da Etsy

Di solito è difficile per un nuovo venditore fare scalpore su Etsy, soprattutto quando lancia un nuovo prodotto. Investire negli annunci Etsy per ottenere maggiore visibilità potrebbe non essere una cattiva idea per testare la fattibilità del mercato del tuo prodotto. Una volta iniziata la promozione, avrai accesso a una dashboard in cui potrai visualizzare le tue statistiche.

Ti consiglio di impostare un costo per clic (CPC) massimo compreso tra $ 0,10 e $ 0,50 per clic per iniziare a testare i risultati.

5. Quali sono le commissioni di elaborazione dei pagamenti di Etsy?

Quando un acquirente effettua il pagamento direttamente su Etsy e utilizza il sistema di pagamento Etsy, Etsy addebita una commissione di elaborazione del pagamento del 3% + $ 0,25 per transazione.

Inoltre, a seconda dell’ubicazione del venditore, potrebbero esserci spese extra sotto forma di tasse, incluso il costo di conversione della valuta locale dove gli articoli elencati non sono in dollari USA.

6. Che dire dei costi di spedizione di Etsy?

Di solito le spese di spedizione sono a carico dell’acquirente. Il costo dipenderà dalla posizione dell’acquirente. Spesso sorgono problemi in situazioni in cui la tassa di spedizione non è calcolata correttamente e il venditore si rende conto che deve pagare per la spedizione più di quanto originariamente previsto.

Se ciò accade ripetutamente, potrebbe aumentare significativamente il costo totale dell’attività su Etsy, soprattutto quando il costo dell’assicurazione è incluso nelle spese di spedizione, il che aumenta ulteriormente il costo.

Una soluzione è fare la ricerca e scoprire esattamente quanto costerà la spedizione di articoli in diverse località. La spedizione non è mai gratuita su Etsy o su qualsiasi altro negozio online. I venditori Etsy che offrono la spedizione gratuita dovrebbero essere preparati a includere il costo della spedizione nel prezzo di vendita. In un’altra nota, i venditori possono acquistare le etichette di spedizione USPS direttamente su Etsy.

7. Considerazioni finali sui prezzi di Etsy.

Ti viene la tentazione di pensare che siano solo 20 centesimi per iniziare a vendere su Etsy e affrettarti ad aprire un negozio.

Prima di avviare un negozio Etsy, è intelligente avere una chiara comprensione delle commissioni totali richieste sia per elencare che per vendere i tuoi prodotti.

Il costo totale della creazione del negozio su Etsy include la quota di inserzione, la commissione di transazione, la commissione di elaborazione del pagamento, la tassa di spedizione e tutte le promozioni a cui partecipi.

Inoltre, ricorda che nulla di tutto ciò include il costo delle merci vendute (COGS) . Quindi, se dai un prezzo ai tuoi articoli troppo basso per attirare più acquirenti, potresti consumare il tuo margine di profitto e vendere i prodotti in perdita.

Ci sono sempre costi esterni da considerare se vuoi gestire correttamente la tua attività. Prepara un foglio di calcolo per tenere traccia dei tuoi flussi in entrata e in uscita per essere adeguatamente informato su cosa sta succedendo nella tua attività.

Cerca di non anticipare te stesso finché non vedi un buon ritorno sull’investimento (ROI). È importante ampliare gradualmente la tua attività piuttosto che diventare troppo aggressivo con i prezzi subito.

Man mano che continui a vendere su Etsy, imparerai a controllare le commissioni e adatterai la tua attività di conseguenza.

Come vendere su Etsy.

Sei pronto per creare un negozio Etsy e iniziare a guadagnare online ? Sebbene ci siano una serie di passaggi, Etsy lo rende facile.

Ecco i passaggi su come vendere su Etsy e creare il tuo negozio online.

Crea un negozio Etsy

1. Vai su Etsy.com per iniziare.

Visita la home page di Etsy, fai clic sul link Vendi su Etsy , quindi fai clic su Apri il tuo negozio Etsy .

2. Personalizza le impostazioni del tuo negozio.

Imposta le tue preferenze su come vuoi vendere i tuoi prodotti. Seleziona la lingua per descrivere i tuoi prodotti e la valuta per il commercio, includi la tua posizione, ecc.

3. Seleziona un nome negozio.

Questa è la parte in cui la tua creatività può entrare in gioco. Dovresti trovare un nome per il negozio Etsy che rifletta il tuo marchio personale . Il tuo nome dovrebbe essere sinonimo della tua offerta di prodotti e facile da ricordare per i clienti. Il nome deve essere compreso tra quattro e venti caratteri senza spazi o caratteri speciali.

4. Inizia a elencare i tuoi prodotti.

Segui questi passaggi per impostare le tue schede di prodotto:

Aggiungi foto: si consiglia ai venditori Etsy di avere un minimo di cinque foto per ogni articolo, da scattare da diverse angolazioni in modo che gli acquirenti possano avere un’idea corretta dell’aspetto del tuo prodotto. Le immagini devono essere di alta qualità e scattate con uno sfondo gradevole.

Regola le miniature: le miniature sono le prime immagini che un acquirente incontra quando cerca o si imbatte nel tuo prodotto. Questi determinano l’aspetto del tuo negozio, quindi assicurati che siano coerenti e corrispondano al tuo marchio.

Completa le informazioni della tua inserzione: la descrizione del tuo prodotto dovrebbe avere un titolo e una descrizione che descrivano ciò che è in dettaglio.

Inoltre, utilizza i 13 “tag” disponibili per ciascun prodotto. Gli acquirenti cercano prodotti su Etsy in base a parole chiave, quindi assicurati che queste parole chiave corrispondano a ciò che è contenuto nei tuoi tag.

Inserisci la quantità di inventario e il prezzo: aggiungi il prezzo per ogni articolo e assicurati di includere tutti i costi nel prezzo di vendita. Includi la quantità in magazzino e anche se ci sono varianti di prodotto come taglia, colore e materiale.

Imposta le spese di spedizione: qui includi le spese di spedizione, il paese di origine, il tempo di elaborazione, il peso e le dimensioni. Puoi sempre aggiornare queste informazioni in seguito, se necessario.

Visualizza l’anteprima delle tue inserzioni Etsy: guarda il negozio per vedere se ci sono modifiche da apportare. È importante sentirsi bene con l’aspetto del tuo negozio dal punto di vista del cliente prima di pubblicare per la prima volta. Fai clic su Fine e hai finito di aggiungere il tuo primo prodotto.

5. Seleziona il tuo metodo di pagamento.

Ci sono molti tipi di pagamenti elettronici disponibili su Etsy. Potresti offrire PayPal o Etsy Payments, che è quello utilizzato dalla maggior parte dei venditori. Etsy Payments consente ai venditori di ricevere i propri soldi tramite diverse opzioni come carte di credito e di debito (oltre al credito del negozio) e carte regalo Etsy.

6. Includere le informazioni di fatturazione.

Questo dipenderà dal tuo paese di origine. Etsy potrebbe richiedere una carta di credito per l’autorizzazione e l’identificazione. Fornirai anche una carta su cui Etsy può addebitarti commissioni e commissioni.

Questo è tutto. Tutto è pronto ed è ora di iniziare a ottimizzare e promuovere i tuoi prodotti.

7. Ottimizza il tuo negozio.

Ecco alcuni modi per ottimizzare il tuo negozio Etsy e attirare più vendite.

Aggiungi il tuo profilo utente: includerà una breve biografia su di te con una foto. Ciò consentirà ai visitatori di sapere chi sei e aumenterà la tua credibilità come venditore. Puoi utilizzare questa opportunità per creare una connessione personale con i tuoi clienti e fornire maggiori informazioni sul tuo prodotto.

Norme per Aggiungi il tuo negozio: questa sezione include le domande frequenti che i clienti potrebbero chiedere sul prodotto. Puoi anche aggiungere tempi di elaborazione e spedizione in modo che i clienti possano avere un’idea di quanto tempo ci vorrà per ottenere il loro prodotto. Anche le politiche di restituzione (se presenti) rientrano in questa sezione.

Aggiungi una biografia del negozio: questa è la sezione che ti permette di parlare di più del tuo negozio di e-commerce e di chi sei. Ai venditori Etsy vengono dati 5.000 caratteri per scrivere la tua biografia. Ricorda di scrivere con passione e di creare una connessione con i tuoi potenziali clienti.

Le persone apprezzano la trasparenza, quindi cerca di essere aperto sui tuoi valori. Puoi anche mostrare loro come crei i tuoi prodotti inserendo foto o video del tuo spazio di lavoro. Puoi condividere anche i link ai social media del tuo negozio qui.

Usa gli strumenti di marketing di Etsy: questo ti consente di raggiungere una base di clienti più ampia attraverso i social media. Etsy ha reso tutto ciò facile con un nuovo strumento di marketing per consentire ai venditori di condividere i propri prodotti su piattaforme social come Pinterest, Facebook, Instagram e Twitter.

Altri suggerimenti per vendere su Etsy.

Ora che hai configurato e ottimizzato il tuo negozio Etsy, come guidi le vendite nel tempo? Quali sono alcuni modi per aumentare il tuo “Seo Etsy” e ottenere più visibilità come nuovo proprietario di un negozio?

Ecco sei suggerimenti finali per vendere su Etsy.

1. Assumi un fotografo professionista.

Le persone sono visive: vogliamo vedere, toccare e sentire i prodotti prima di acquistarli. E c’è una psicologia dietro una grande fotografia di prodotto.

I principali tipi di scatti fotografici di prodotto includono scatti di eroi e scatti di lifestyle.

Innanzitutto, gli scatti degli eroi sono primi piani dei tuoi prodotti con un semplice sfondo bianco. Questi sono ottimi per le tue foto principali e dovrebbero essere in alta risoluzione in modo che gli utenti possano ingrandire e vedere il prodotto da solo.

Successivamente, gli scatti di lifestyle mostrano il prodotto utilizzato da una persona o con più contesto di fondo. Ad esempio, l’immagine di un maglione da donna può essere indossata da una donna sorridente in un parco.

Un ultimo consiglio è quello di utilizzare una combinazione di entrambi questi stili, così come gli scatti intermedi. Ad esempio, un’immagine di un set di forniture artigianali potrebbe essere smontata per mostrare tutte le parti e disposte in un bellissimo motivo.

Etsy consente un massimo di 10 foto, quindi le usa tutte. Le foto di alta qualità nel tuo negozio Etsy ti aiuteranno a incrementare le vendite dei tuoi prodotti.

2. Organizza il tuo negozio.

Dovresti mettere ogni articolo nella tua lista nell’ordine che hai specificato. Avere prodotti ovunque in ordine casuale non ispira fiducia nella qualità dei tuoi prodotti.

Devi creare una buona prima impressione in modo che gli acquirenti che entrano nel tuo negozio Etsy vedano un layout professionale.

3. Impara la SEO di Etsy.

La SEO, o ottimizzazione per i motori di ricerca, ti consente di aumentare la visibilità online su piattaforme come Google. Ma la SEO di Etsy è la chiave anche per aumentare le vendite.

Le tecniche SEO dipendono dalla piattaforma. eBay, Amazon e Google hanno tutte diverse tecniche SEO, così come Etsy. Tuttavia, le basi sono le stesse e tutto si riduce alle parole chiave.

Quali sono gli articoli che le persone cercano su Etsy? Cerca di comprendere le principali categorie di prodotti in cui ti trovi e utilizza parole chiave uniche per distinguerti. Utilizza quante più parole chiave preziose possibile in modo che la ricerca degli utenti possa corrispondere ai tuoi prodotti e far emergere la tua attività nei risultati di ricerca.

Se trovi difficile pensare alle parole chiave per il tuo prodotto e la tua attività, usa uno strumento come erank.com per comprendere e ottimizzare le tue parole chiave Etsy.

4. Ottimizza i tuoi prezzi.

Il prezzo ha un impatto diretto su quanto vendi su Etsy. Di solito è difficile ottenere il prezzo giusto per il tuo prodotto perché ridurre la concorrenza può portare a una guerra dei prezzi, mentre vendere troppo in alto può portare a vendite zero.

Trova modi per ridurre i costi di produzione in modo che il tuo margine di profitto sia più alto. Prova, prova, prova. Puoi aggiornare regolarmente i tuoi prezzi per riflettere fattori economici come il costo delle materie prime e la concorrenza.

5. Mantieni una buona documentazione finanziaria.

Una corretta contabilità può aiutarti a capire la direzione in cui stanno andando il tuo negozio Etsy e la tua attività. Può anche aiutarti a fissare obiettivi e sapere se stai realizzando un profitto o stai andando in perdita. Migliore è la tua comprensione dei numeri esatti, più informate saranno le tue decisioni.

6. Studiare i dati.

Utilizza strumenti analitici per aiutarti a tenere traccia della tua attività su Etsy. Alcuni prodotti potrebbero vendere più di altri e potrebbe essere necessario eliminare i prodotti non performanti e aumentare le quantità di quelli performanti.

Riassumendo

Ricorda, i proprietari di negozi di maggior successo su Etsy hanno iniziato in piccolo e sono cresciuti con il tempo. Il più grande ostacolo alla vendita su Etsy è solitamente la riluttanza a iniziare. Non hai bisogno di un team enorme: il 79% delle attività commerciali su Etsy è gestito da singoli individui, con il 97% gestito da casa.

Con milioni di potenziali acquirenti e la possibilità di condividere i tuoi prodotti unici con il mondo, perché non seguire questo consiglio su come vendere su Etsy e iniziare oggi?

Ulteriori letture su AdamEnfroy.com: controlla le mie recensioni delle migliori piattaforme di e -commerce e la mia recensione di Shopify per vedere se c’è una soluzione migliore per te.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close