Cerca

Valuta digitale ispirata a Bitcoin per alimentare l’app di risparmio mobile

Un’organizzazione no profit sperimenta l’utilizzo della valuta digitale per offrire agli adolescenti poveri la loro prima esperienza di servizi finanziari.

I sostenitori della valuta digitale Bitcoin hanno spesso sostenuto che il denaro ricavato dal codice del computer potrebbe aiutare le persone povere ad accedere ai servizi finanziari. Ma finora le applicazioni per la tecnologia sono state quasi esclusivamente rivolte a persone con accesso a Internet e smartphone. Ora una non profit sudafricana si prepara a dare all’idea il suo primo vero banco di prova.

Nei prossimi mesi ad alcune ragazze adolescenti delle zone povere del Sudafrica verrà offerta la possibilità di provare una sorta di conto di risparmio digitale gestito tramite sms. Sarà offerto come una nuova funzionalità su un servizio di social network mobile che le ragazze già utilizzano. La funzione di risparmio consentirà alle persone di guadagnare e risparmiare credito per il tempo di trasmissione mobile, che in alcuni paesi viene utilizzato in aggiunta al denaro sostenuto dal governo come valuta.

Dietro le quinte, il nuovo servizio è alimentato da una valuta digitale chiamata Stellar , che è stata ispirata da Bitcoin. Tutti i saldi di risparmio e i trasferimenti saranno rappresentati utilizzando le stelle, come sono note le unità di valuta.

Stellar, come Bitcoin, si basa su un sistema che utilizza software crittografico per creare token digitali che non possono essere contraffatti. Ma Stellar differisce da Bitcoin in quanto è progettato per fungere da intermediario tra valute e attività convenzionali, per accelerare i trasferimenti tra di loro e non come mezzo di pagamento a sé stante. Lo sviluppo di Stellar è intrapreso da un’organizzazione no-profit, la Stellar Development Foundation, sostenuta da 3 milioni di dollari dalla società di pagamenti Stripe (vedere ” Aumento del PIL di Internet “).

La Praekelt Foundation sviluppa un software gratuito chiamato Vumi che alimenta servizi interattivi che possono essere eseguiti su messaggi di testo su telefoni senza piani dati. Le organizzazioni umanitarie tra cui UNICEF, USAID e la Fondazione Gates utilizzano Vumi per fornire programmi sanitari ed educativi in ​​Africa e altrove.

La nuova funzione di risparmio sarà offerta come una caratteristica di partecipazione dei servizi di social networking esistenti costruiti su Vumi e rivolti alle ragazze adolescenti che vivono in povertà, afferma Gustav Praekelt, il capo della fondazione. Per la maggior parte delle ragazze sarà la prima opportunità di avere un conto di risparmio, dice, qualcosa che spera porterà a decisioni migliori sul denaro.

Sono previsti test del servizio di risparmio per diversi paesi. Oltre al Sud Africa, l’Indonesia sarà probabilmente un mercato di prova nei prossimi mesi, afferma Praekelt.

La funzione di risparmio funziona premiando gli adolescenti con piccole quantità di tempo di trasmissione in cambio dell’invio di messaggi, della lettura di cose e di altre attività sul servizio sociale.

Poiché il software che alimenta Stellar è progettato per rendere facile per le aziende e le organizzazioni trasferire denaro in modo rapido e sicuro avanti e indietro, Praekelt afferma che alla fine potrebbe diventare una struttura per servizi finanziari più sofisticati. Ad esempio, i governi o le agenzie umanitarie potrebbero utilizzare Stellar per fornire pagamenti alle persone, forse per premiare la partecipazione a specifici programmi educativi o sanitari.

Per ora, la fondazione è l’unica organizzazione di qualsiasi dimensione nota pubblicamente che utilizza Stellar. Praekelt spera che cambierà dopo che le società e altre organizzazioni non profit vedranno il servizio di conto di risparmio in azione.

Tuttavia, le valute digitali devono ancora vedere molto assorbimento da parte delle istituzioni finanziarie convenzionali o delle società in tutto il mondo. Kentaro Toyama , professore associato presso l’Università del Michigan che studia tecnologia e sviluppo, afferma che anche se Stellar renderà più facile la creazione di nuovi servizi finanziari per i poveri, dovrà comunque ottenere l’approvazione dei regolatori.

Le regole finanziarie della maggior parte dei paesi rendono difficile per le aziende che non sono banche trasferire e immagazzinare denaro, spesso per una buona ragione, afferma Toyama. Questo può essere un problema per le organizzazioni che cercano qualcosa di nuovo, come offrire risparmi o servizi di trasferimento su dispositivi mobili. Il successo del sistema di pagamento mobile M-Pesa del Kenya, un manifesto dell’innovazione nel denaro mobile, illustra il punto. È stato reso possibile solo dopo che il vettore wireless Safaricom ha ottenuto un’approvazione speciale dalle autorità di regolamentazione, afferma Toyama.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close