Tutti vogliono vincere gli snippet in primo piano di Google. Giusto?

ISCRIVITI ALLE NOSTRE MAILING LIST PER IMPARARE TRUCCHI MAI VISTI SUL MARKETING, SEO E GUADAGNO ONLINE!

Almeno, era così. Vincere lo snippet in primo piano in genere significava traffico extra, in parte perché Google ha mostrato il tuo URL due volte: una volta nello snippet in primo piano e di nuovo nei risultati di ricerca regolari. Per gli editori, questo era noto come ” doppio tuffo “.

Tutto è cambiato a gennaio quando Google ha annunciato che avrebbero duplicato i risultati della ricerca per mostrare l’URL dello snippet in primo piano solo una volta sulla prima pagina dei risultati. Non più doppi salti.

Gli editori sono preoccupati perché studi precedenti hanno suggerito di vincere frammenti in primo piano che hanno generato meno traffico effettivo rispetto al risultato “naturale” della classifica. Con la nuova modifica, vincere lo snippet in primo piano potrebbe effettivamente portare a meno traffico, non di più.

Ciò ha portato molti SEO a speculare: dovresti rinunciare del tutto ai frammenti in primo piano? Gli snippet in primo piano fanno sì che i publisher perdano più traffico di quello che potenzialmente guadagnano? 

Ecco come abbiamo trovato la risposta.

L’esperimento

In collaborazione con il team di SearchPilot , abbiamo ideato un esperimento di split test A / B per rimuovere i post del blog Moz dai frammenti di Google e misurare l’impatto sul traffico.

Utilizzando il tag nosnippet di Google , abbiamo identificato le pagine del blog con snippet in primo piano vincenti e applicato il tag al contenuto principale della pagina.

La nostra ipotesi di lavoro era che queste pagine avrebbero perso i loro snippet in primo piano e sarebbero tornati ai risultati di ricerca “regolari” di seguito. La maggior parte di noi si aspettava anche di vedere un impatto negativo sul traffico, ma voleva misurare esattamente quanto e identificare se gli snippet presenti sarebbero tornati dopo aver rimosso il tag. 

In questo esempio, Moz ha perso lo snippet in primo piano quasi immediatamente. Lo snippet è stato invece assegnato a ContentKing e Moz è tornato alla prima posizione “naturale”.

Esperimento di frammenti in primo piano

Ecco un altro esempio di ciò che è accaduto nei risultati di ricerca. Dopo aver avviato il test, lo snippet in primo piano è stato assegnato a Backlinko e siamo tornati in cima ai risultati naturali.

Esempi di esperimenti di snippet in primo piano

Una cosa importante da tenere a mente è che, mentre queste parole chiave hanno attivato uno snippet in primo piano, le pagine possono essere classificate per centinaia o migliaia di parole chiave diverse in posizioni diverse. Pertanto, l’impatto della perdita di un singolo snippet in primo piano può essere leggermente attenuato quando l’URL si classifica per molte parole chiave diverse, alcune delle quali guadagnano snippet in primo piano e altre no.

I risultati

Dopo aver aggiunto il tag nosnippet di dati, i nostri URL varianti hanno perso rapidamente i loro snippet in primo piano .

In che modo ha influito sul traffico? Invece di guadagnare traffico disattivando gli snippet in primo piano, abbiamo scoperto di aver effettivamente perso una notevole quantità di traffico abbastanza rapidamente.

Nel complesso, abbiamo misurato un calo stimato del 12% nel traffico per tutte le pagine interessate dopo aver perso frammenti in primo piano (livello di confidenza al 95%).

Risultati dell'esperimento degli snippet in primo piano
Questo grafico rappresenta l’impatto cumulativo del test sul traffico organico. La linea blu centrale è la migliore stima di come le pagine delle varianti, con la modifica applicata, sono state eseguite rispetto a come ci saremmo aspettati senza alcuna modifica applicata. La regione ombreggiata in blu rappresenta il nostro intervallo di confidenza al 95%: esiste una probabilità del 95% che il risultato effettivo si trovi da qualche parte in questa regione. Se questa regione è interamente sopra o sotto l’asse orizzontale, ciò rappresenta un test statisticamente significativo.

Che cosa abbiamo imparato?

Con l’aggiunta dell’attributo “data-nosnippet”, il test ha avuto un impatto significativamente negativo sul traffico organico. In questo esperimento, possedere lo snippet in primo piano e non classificarli nei risultati migliori fornisce più valore a queste pagine in termini di clic rispetto al non possedere lo snippet in primo piano e classificarli nei risultati migliori.

Aggiungendo l’attributo “data-nosnippet”, non solo siamo stati in grado di impedire a Google di estrarre i dati in quella sezione della pagina HTML da utilizzare come snippet, ma siamo anche stati in grado di confermare che ci saremmo classificati nuovamente nella SERP, indipendentemente dal fatto che si collochi nella posizione 1 o inferiore.

Come strumento aggiuntivo, abbiamo anche monitorato le parole chiave utilizzando STAT Search Analytics . Siamo stati in grado di monitorare le modifiche nella classifica per le pagine che presentavano frammenti e abbiamo notato che ci sono voluti circa sette giorni o più dal momento del lancio del test per Google per memorizzare nella cache le modifiche che abbiamo fatto e che gli snippet in evidenza sarebbero stati superati da un altro pagina di classifica, se a un’altra pagina è stato assegnato un posto di snippet in primo piano. L’inversione di tendenza è stata più rapida dopo che abbiamo terminato il test, poiché alcuni di questi frammenti presenti sono tornati rapidamente il giorno successivo.

Tuttavia, un aspetto negativo dell’esecuzione di questo test è che, sebbene alcune pagine siano state sottoposte a scansione e indicizzate con le modifiche più recenti, lo snippet in primo piano non è tornato e ora è stato ufficialmente assegnato a pagine concorrenti o non è mai tornato affatto.

Per riassumere i risultati significativi di questo test:

  1. I tag nosnippet di Google possono effettivamente escludere i publisher dai frammenti in primo piano .
  2. In questo test, abbiamo misurato un calo stimato del 12% del traffico  dopo aver perso frammenti in primo piano.
  3. Dopo aver terminato il test, non siamo riusciti a riconquistare una parte degli snippet in primo piano per cui ci siamo classificati in precedenza.

Per la stragrande maggioranza degli editori che  vincono lo snippet in primo piano rimane probabilmente la strategia intelligente . Esistono indubbiamente eccezioni, ma come “best practice” generale se una parola chiave attiva uno snippet in primo piano, in genere è nel tuo interesse classificarlo.

Quali sono le tue esperienze con i frammenti in primo piano vincenti? Fateci sapere nei commenti qui sotto.