ibdi.it

Ubersuggest cos’é: La guida definitiva a Ubersuggest

Cos’è Ubersuggest?

Ubersuggest è uno strumento SEO gratuito specializzato nella generazione di nuove idee per le parole chiave. Originariamente fondato come strumento che raschiava i termini di Google Suggest, Ubersuggest è stato recentemente acquisito dall’imprenditore Neil Patel, che da allora ha ampliato in modo significativo il set di funzionalità.

Caratteristiche principali

Idee per le parole chiave

“Idee per le parole chiave” è la funzione che ha inserito il suggerimento originale di Ubers sulla mappa. E funziona ancora alla GRANDE.

Per utilizzarlo, digita una parola chiave:

E Ubersuggest si metterà al lavoro per trovare versioni a coda lunga del termine che hai digitato.

Ottieni anche dati chiave in ogni parola chiave, tra cui volume di ricerca mensile, CPC medio, concorrenza PPC e concorrenza SEO.

Prima di scegliere una parola chiave, devi assolutamente approfondire quel termine, analizzare le SERP ecc.

(Ti mostrerò come farlo con Ubersuggest tra un minuto)

Ma è utile avere una panoramica delle statistiche di alto livello che puoi scansionare rapidamente.

Una caratteristica interessante all’interno di Idee per le parole chiave che non vedo usare in molti sono i diversi tipi di parole chiave.

Per impostazione predefinita, Ubersuggest ti mostra un elenco di suggerimenti di parole chiave:

Questi suggerimenti sono ottimi se sei già sicuro di voler trattare un determinato argomento. Ma non è eccezionale per il brainstorming di parole chiave e idee di contenuto completamente nuove. Questo perché queste parole chiave si basano strettamente sulla parola chiave seed inserita nella schermata iniziale di Ubersuggest.

Ma la cosa interessante dello strumento per le parole chiave di Ubersuggest è che puoi usarlo per generare diversi tipi di parole chiave, tra cui:

  • Correlati: si tratta di parole chiave correlate alla tua parola chiave seed, ma non necessariamente sullo stesso argomento esatto. Ad esempio, quando ho digitato “dieta cheto”, uno dei suggerimenti correlati era: “i migliori ristoranti per la dieta cheto”.

    Questa è una di quelle parole chiave correlate che probabilmente non troverai in molti altri strumenti di ricerca di parole chiave .

  • Domande: parole chiave che hanno la forma di una domanda. Ad esempio, se si cerca ” marketing tramite posta elettronica “, una delle parole chiave della domanda viene emessa dallo strumento: “l’email marketing funziona”.

  • Preposizioni: le parole chiave preposizioni sono termini che hanno due concetti correlati in uno. Ad esempio, una parola chiave preposizione per ” strumenti SEO ” è “strumenti SEO per Excel”. Ho anche trovato molti altri termini interessanti “Strumenti SEO per X”.

  • Confronti: questa potrebbe essere la mia funzione preferita in tutto Ubersuggest. Questa funzione genera un elenco di termini “vs”, “or” o “and”. Fondamentalmente: parole chiave in cui qualcuno sta confrontando due cose.

    Nella mia esperienza le parole chiave di confronto sono di solito alcune delle migliori parole chiave in una nicchia. Questo perché chiunque cerchi una parola chiave di confronto tende ad essere molto informato sullo spazio. Il che significa che sono abbastanza avanti nel ciclo di acquisto.

    Ad esempio, di recente ho creato un contenuto ottimizzato attorno alla parola chiave di confronto ” Ahrefs vs. SEMrush “.

     

    Questa parola chiave non ottiene molto volume di ricerca.

    Ma con un CPC di $ 16,60, questo termine ha un intento commerciale altissimo .

    Inoltre, la parola chiave non era super competitiva. Ecco perché sono riuscito a classificarmi nella prima pagina di Google entro due mesi.

     

Panoramica delle parole chiave

Questo strumento ti fornisce dati importanti su una parola chiave che inserisci in essa.

Quindi, invece di elencare un mucchio di idee, è come usare una lente d’ingrandimento su un singolo termine.

Di seguito è riportata un’analisi delle informazioni ottenute dal rapporto Panoramica parole chiave.

Panoramica e tendenza del volume di ricerca: questo ti fornisce tutte le informazioni di base di cui hai bisogno, insieme all’andamento del volume di ricerca di quella parola chiave negli ultimi 12 mesi.

Backlink medi e punteggio di dominio: Neil Patel ti dice approssimativamente quanti backlink devi classificare nella prima pagina per quella parola chiave.

Ti dà anche il punteggio di dominio medio del sito (questa è fondamentalmente la versione di Ubersugget di Moz Domain Authority ).

Idee di contenuto: questo ti fornisce un elenco di contenuti su quell’argomento che indirizzano molto traffico , backlink e condivisioni sui social media.

Panoramica SERP: se fai clic sulla scheda “Difficoltà SEO”, vedrai le prime 100 pagine di ranking per quel termine, insieme ai dati sui loro link, condivisioni social e traffico stimato.

Idee di contenuto

Questa è la risposta di Ubersuggest a BuzzSumo .

Sebbene non sia ricco di funzionalità come un account BuzzSumo a pagamento, è utile per capire cosa sta già funzionando in quello spazio.

Inoltre, puoi filtrare per includere / escludere parole chiave, mostrare solo contenuti con un numero minimo di condivisioni Facebook e altro ancora. Sarebbe bello avere alcuni altri social network qui (come Twitter). Ma sono sicuro che Neil ci sta lavorando!

Suggerimento professionale: fai clic sul pulsante “Parole chiave” nella sezione ” la colonna “visite” per ottenere un elenco delle parole chiave per cui si posiziona la pagina in Google.

Questa è una mini funzionalità molto utile per la ricerca di parole chiave SEO . Questo perché puoi vedere altri termini per cui si posiziona una pagina … termini a cui potresti non aver pensato da solo.

Panoramica dell’analizzatore di traffico

Ecco dove puoi ottenere un’anteprima degli sforzi SEO di un concorrente.

(Puoi anche utilizzare questo strumento per analizzare il tuo dominio).

Ecco una spiegazione di ciò che troverai in questa pagina:

Parole chiave organiche: questo è il numero totale di parole chiave per le quali questo sito si classifica su Google. Tieni presente che il posizionamento per molte parole chiave non significa sempre che un sito riceva molto traffico. Questo perché, secondo un’analisi delle statistiche di CTR di Google , i primi 3 risultati in Google ottengono circa 1/3 dei clic.

Quindi è bello classificarsi per un mucchio di parole chiave. E il più delle volte, un numero elevato di “parole chiave organiche” indica livelli elevati di traffico dei motori di ricerca. Ma è più importante posizionarsi nella parte superiore della prima pagina per una manciata di parole chiave piuttosto che classificarsi nella posizione n.10 per molti termini diversi. Fortunatamente, Ubersuggest ha una ripartizione della distribuzione del ranking, di cui parlerò più avanti.

Traffico mensile organico: stima del numero di visitatori che un sito riceve da Google su base mensile.

Punteggio del dominio: questa è una stima della quantità di autorità di collegamento di un dominio. Maggiore è il numero di backlink di alta qualità che un sito punta ad esso, maggiore sarà questo numero. In generale, è più difficile competere con siti con un punteggio di dominio elevato.

Backlink: questo è il numero totale di backlink di un sito.

Grafico dell’andamento del traffico: qui puoi vedere come è andato il traffico organico di un sito.

Di solito non c’è nulla di super utilizzabile che puoi fare con queste informazioni. Ma è interessante vedere come sono oscillate le classifiche di un concorrente.

Ranking delle parole chiave SEO: ecco una ripartizione di dove un sito tende a posizionarsi nei risultati di ricerca di Google.

Ad esempio, a settembre avevo 32.937 parole chiave classificate 51-100, 37.191 classificate 11-50, 9.536 tra 4-10 nella prima pagina e 4.540 tra le prime 3.

Pagine principali

Questo è un elenco di pagine che inviano a un sito la maggior parte del traffico del motore di ricerca.

Perché è utile?

Bene, diciamo che volevi inventare un sacco di nuove idee per parole chiave e contenuti per una campagna SEO .

Puoi utilizzare le altre funzionalità di ricerca per parole chiave di Ubersuggest (come Idee per parole chiave) per generare un elenco di parole chiave. L’unico problema con questo approccio è che è impossibile sapere se hai effettivamente la possibilità di classificarti per una di queste parole chiave.

Il punteggio “Difficoltà SEO” che Ubersuggest ti dà è utile. Ma è una stima davvero approssimativa basata al 100% sui backlink. Non prende in considerazione la qualità dei contenuti, il SEO on-page , Page Speed … o altri importanti fattori di ranking dei motori di ricerca .

Invece, è meglio trovare pagine che inviano già traffico di un concorrente . E poiché conosci la pagina esatta che sta classificando, hai già un progetto di ciò che funziona.

Una cosa da tenere a mente qui:

È importante che il sito che decodifichi abbia un profilo di collegamento simile al tuo. In tal caso, puoi essere certo di avere anche buone possibilità di classificarti per le stesse parole chiave che hanno.

Ad esempio, uno dei miei principali concorrenti SEO è Ahrefs . Secondo Ubersuggest, hanno un Domain Score di 90.

Anche il punteggio del mio dominio è 90. Quindi, almeno in base a questo, posso potenzialmente classificare qualsiasi parola chiave che fanno.

Suggerimento: ordina le pagine principali di un sito per paese.

Al momento, Ubersuggest supporta Stati Uniti, India, Regno Unito, Australia, Canada e Spagna. Quindi, se lavori in uno di questi paesi, puoi vedere come si comporta un concorrente lì.

Parole chiave

Questa funzione è simile a “Pagine principali”. Ma invece di vedere le pagine SEO di maggior successo dei concorrenti, vedi le parole chiave che inviano loro più traffico.

Il vantaggio principale del reverse engineering delle parole chiave di un concorrente è che puoi trovare parole chiave difficili da trovare da solo.

Ad esempio, quando guardo le prime pagine di Ahrefs, ho scoperto un sacco di parole chiave interessanti e idee per argomenti di contenuto.

“Funnel” è qualcosa che so sta crescendo in popolarità. Ma poiché non è super correlato al SEO, non ho mai pensato di coprirlo. Ma ora che lo vedo in questo elenco, prenderò in considerazione la possibilità di creare un contenuto attorno a quel termine.

Verifica del sito

Site Audit è una delle due funzionalità di “SEO Analyzer” di Ubersuggest.

Come sembra, Site Audit esegue un audit SEO del tuo sito web. E ti dà consigli su cosa c’è che non va e come migliorarlo.

Analizziamo tutti i dati che ottieni in questo rapporto.

Traffico mensile organico, parole chiave organiche, backlink: si tratta delle stesse informazioni che ottieni nel rapporto dell’analizzatore di traffico.

Punteggio SEO sulla pagina: questo strumento controlla 100 pagine del tuo sito web. E assegna a ciascuno di loro un “punteggio SEO in-page”. Questo è il punteggio complessivo del tuo sito web basato su quel campione.

Non sono sicuro al 100% di come lo strumento ridimensiona il tuo SEO on-page. Ma presumo che cerchi cose come avere una parola chiave nel titolo, avere URL SEO-friendly e usare parole chiave LSI .

Controllo dello stato: qui puoi vedere un’analisi dettagliata di come le pagine del tuo sito si sono comportate durante la verifica.

Errori critici: questi problemi che possono danneggiare la capacità di una pagina di classificarsi. O addirittura danneggiare le classifiche generali del tuo sito. Ad esempio, contenuto duplicato , pagine bloccate, più meta tag su una singola pagina e altro ancora.

Consiglio di controllare ciascuno di questi uno per uno. Inoltre, in alcuni casi, potresti scoprire che l’errore in realtà non era affatto un errore.

Ad esempio, questo rapporto dice che il mio sito ha tag title duplicati (lo stesso tag title su più pagine).

Ma quando guardo il rapporto effettivo, posso vedere che quelle pagine non sono comunque indicizzate su Google (grazie a un tag noindex ). Il che significa che sto davvero bene.

Avvertimenti: gli avvertimenti sono tutte cose che non creeranno o distruggeranno il tuo SEO. Ma vale comunque la pena aggiustarli.

Ad esempio, alcune delle mie pagine hanno “un URL formattato male per SEO”. Gli URL sono utili per la SEO on-page e il CTR organico . Ma non faranno o distruggeranno le tue classifiche.

Come altro esempio,

Detto questo: anche se questi avvisi non sono problemi critici, risolverli può migliorare il tuo SEO . Quindi vale la pena dedicarci un po ‘di tempo.

Raccomandazioni: le raccomandazioni sono piccoli passaggi bonus che possono aiutare leggermente con il tuo SEO.

Ad esempio, se sono presenti reindirizzamenti temporanei (302) invece di reindirizzamenti 301, questo non è l’ideale. Ed è qualcosa di cui ti parlerà lo strumento.

Ma secondo Google , usare un reindirizzamento 302 quando dovresti usare un 301 non è un grosso problema dal punto di vista SEO.

Velocità del sito: qui puoi vedere la velocità di caricamento delle pagine del tuo sito (in base al campione di 100 pagine utilizzato da Ubersuggest), sia su desktop che su dispositivo mobile.

Quello che mi piace di questo rapporto è che non ottieni solo un punteggio che ti lascia a chiederti cosa migliorare. Invece, ottieni una “Analisi avanzata” che mostra il motivo per cui il tuo sito potrebbe non caricarsi rapidamente.

Principali problemi SEO: questo estrae tutti i dati dal rapporto Site Audit e mostra su cosa lavorare per primo in base al potenziale impatto SEO della risoluzione del problema.

Ad esempio, nel mio caso, mi consigliano di craccare su 3 pagine con un conteggio di parole basso.

Backlink

I backlink sono l’altra funzione “SEO Analyzer” di Ubersuggest.

Consentitemi di spiegare rapidamente come utilizzare i dati di questo rapporto.

Panoramica: qui puoi vedere il punteggio del dominio di un sito, i backlink totali e i domini di riferimento. Mostra anche il traffico mensile organico stimato di un sito. Ma non funzionava per me quando l’ho provato.

Puoi anche vedere quanti domini .gov e .edu ha un sito web qui.

Secondo Google, i link .edu non sono niente di speciale per il SEO . Ma molti esperti di SEO non sono d’accordo. Quindi puoi prendere questo numero con le pinze.

Elenco a ritroso: questo è un elenco di collegamenti a ritroso che puntano a un sito Web che Ubersuggest ha nel suo indice.

Ogni collegamento è suddiviso in punteggio del dominio, tipo di collegamento, testo di ancoraggio e la prima e l’ultima volta che Ubersuggest ha trovato quel collegamento attivo sulla pagina.

Filtri: lo strumento Backlink di Ubersuggest è dotato di una manciata di filtri utili.

Ad esempio, puoi filtrare per vedere solo i link seguiti o nofollow .

Oppure puoi utilizzare un filtro avanzato per concentrarti su un certo tipo di collegamento (ad esempio, collegamenti provenienti o meno da un determinato dominio).

Tutto sommato, questo è un ottimo modo per vedere i tuoi backlink … o scoprire chi si sta già collegando a un sito concorrente.

Questa funzione non è alla pari con uno strumento di analisi dei collegamenti a pagamento come Moz Pro Moz Pro. Ma è comunque super utile.

Pannello di controllo

Questa è una nuova funzionalità che puoi utilizzare per monitorare il tuo traffico organico, impostare il monitoraggio del ranking, monitorare i tuoi collegamenti e altro ancora.

Se gestisci più siti Web, puoi persino creare progetti diversi per ciascuno. E usalo come dashboard per vedere come stanno andando tutti in un unico posto.

Per utilizzare questa funzione dovrai creare un account Ubersuggest gratuito. E permettigli di estrarre i dati della tua Google Search Console .

Il rapporto “Parole chiave monitorate” è particolarmente solido.

In esso, puoi vedere la tua posizione media in classifica, distribuzione e cambiamenti nella visibilità del tuo motore di ricerca.

Puoi anche controllare le tue classifiche su desktop e dispositivi mobili.

E se vuoi inviarlo ai tuoi clienti SEO, puoi creare una versione PDF di questo rapporto.

Molto dolce!

Per saperne di più

The Definitive Guide to Link Building : ora che hai accesso ai link di un concorrente, cosa c’è dopo? Questa guida ti aiuterà a trasformare questi dati in più link.

25 fantastici strumenti SEO gratuiti : Ubersuggest non è l’unico strumento SEO gratuito utile sul mercato. Ecco un elenco di altri software SEO gratuiti da provare.

Exit mobile version