Cerca

Tutto ciò che hai sempre avuto bisogno di sapere sull’Email Marketing

marketing via email

Il nome del gioco con l’email marketing è quello di fornire e-mail che inducono le persone ad agire.

A volte quell’azione è aprire l’e-mail e leggere cosa c’è dentro. Altre volte è fare in modo che il lettore faccia clic su un collegamento che li porta a una pagina di pagamento per un prodotto a 4 cifre.

Indipendentemente da come stai cercando di utilizzare la posta elettronica, è praticamente essenziale farlo. L’email marketing ha il massimo impatto sulle conversioni praticamente per ogni team di marketing. Quasi sempre si traduce in profitti e crescita.

Prende il suo peso (e poi alcuni) e da solo ha creato oltre 8 cifre delle entrate per DigitalMarketer.

Adoriamo l’email marketing. Non solo perché ci aiuta a raggiungere i nostri obiettivi finanziari, ma perché diffonde la parola su chi siamo, cosa facciamo e come possiamo aiutare le persone a far crescere il loro business.

È un argomento super eccitante per noi e c’è molto da affrontare quando si tratta delle possibilità dell’email marketing. 

Per cominciare, l’email marketing può essere utilizzato per:

  • Branding
  • Traffico
  • Fidanzamento
  • Vendite dirette
  • Marketing di riferimento
  • Riattivazione
  • Fidelizzazione dei clienti
  • Acquisizione

Dalla prima volta in cui l’avatar del cliente interagisce con la tua attività commerciale fino al giorno in cui raggiunge l’ultima fase del percorso del valore del cliente, è coinvolto l’email marketing.

Cominciamo con una calda introduzione all’email marketing in modo da poter creare una base stabile su cui basarci.

Che cos’è l’email marketing?

L’email marketing è l’uso strategico dell’email per promuovere la tua attività o i tuoi prodotti. Qualcuno si iscrive attraverso un modulo sul tuo sito Web per ricevere e-mail da te. Quindi, invii loro e-mail pertinenti. Il tuo obiettivo con ogni email dipende da dove si trova il tuo lettore nel percorso del valore del cliente.

Non sei sicuro che l’e-mail sia adatta a te? Facciamo parlare i dati qui:

L’obiettivo della tua e-mail può variare dal convincere le persone a raccontarti di più su se stessi per portare a 6 cifre (o più) nelle vendite dei prodotti.

A seconda del tuo obiettivo, perfezionerai la riga dell’oggetto, il testo del corpo e l’invito all’azione per raggiungere tale obiettivo.

Mentre i profitti e la crescita sono certamente obiettivi della tua strategia di email marketing , non dovrebbero mai essere il tuo unico obiettivo. Se ti concentri solo sul risultato finale, finirai per provare a convertire i potenziali clienti troppo presto, spaventandoli lontano dalla tua attività e motivandoli a premere il pulsante di annullamento dell’iscrizione.

Ecco perché la tua strategia di email marketing deve adattarsi al percorso del valore del cliente in modo da raggiungere il tuo avatar dove sono nel loro rapporto con la tua attività …

… e poi automatizzandolo su larga scala.

Il ruolo dell’email marketing nel CVJ

Il percorso del valore del cliente è una parte cruciale di qualsiasi strategia di marketing perché ti dice in quale fase si trova la tua relazione con il cliente.

Senza queste informazioni, puoi inviare migliaia di e-mail, ma non otterrai la conversione che stai cercando. Devi sapere a chi stai vendendo e dove è la tua relazione con loro per sapere come massimizzare la tua esperienza con l’avatar del tuo cliente .

Questo non è diverso dal fare nuove amicizie. Conosci quella persona che hai incontrato a quell’evento che non smetterà di inviarti messaggi e di chiederti di ritrovarti? All’inizio erano fantastici, ma ora, in un certo senso, vuoi che se ne vadano, davvero molto lontano …

La tua strategia di email marketing può facilmente rischiare di diventare quella persona se stai chiedendo ai tuoi abbonati di acquistare un prodotto da $ 1,000 + la prima volta che ricevono un’email da te.

Rallenta. Questa è una relazione, come qualsiasi altra relazione da uomo a uomo. Deve essere costruito sulla base di conoscerti, fidarti di te e amarti.

Vuoi essere il nuovo amico che invia un messaggio chiedendo di prendere un caffè e ottenere un “inferno sì!” in cambio.

Per essere quella persona, devi costruire la relazione, che è esattamente ciò che fa il viaggio del valore del cliente. 

Il foglio di lavoro Value Value per i clienti di DigitalMarketer

In ciascuna delle 7 fasi del percorso del valore del cliente, oltre alla fase di sensibilizzazione, invierai e-mail strategiche che costruiscono questa relazione.

Nella fase di coinvolgimento, molto probabilmente la tua e-mail ha un prodotto (come un magnete principale) che ha motivato il visitatore del tuo sito Web a compilare il modulo di contatto e accettare di ricevere e-mail da te. Questa email:

  • Riconosce e ringrazia il lettore per aver aderito
  • Fornisce (o ri-consegna) qualunque cosa abbiano optato per (es. Magnete al piombo)
  • Prende in giro la tua serie di e-mail di benvenuto

Questa email dovrebbe essere strutturata e intenzionale. Suddividi questa email in 3 sezioni:

  1. Una sequenza si interrompe con un pulsante di invito all’azione che spezza il testo (il pulsante di invito all’azione avrà la stessa copia dell’oggetto)
  2. Ciò che il lettore imparerà dal risultato finale
  3. Una firma con un PS che dice ai lettori cosa aspettarsi dalle e-mail che invierai in futuro

La fase di iscrizione attiva la tua serie di e-mail di benvenuto ufficiale. Questa serie di email: 

  • Accoglie con favore gli abbonati dicendo loro chi sei, in cosa credi e cosa puoi fare per loro
  • Dì loro esattamente cosa aspettarsi dall’essere nella tua mailing list
  • Evidenzia alcuni dei tuoi migliori contenuti
  • Parla degli altri tuoi canali (Facebook, Instagram, Twitter, ecc.)

La nostra serie di e-mail è strutturata in 3 e-mail separate consegnate nei 3 giorni successivi alla sottoscrizione di un utente:

Email n. 1: accoglie gli abbonati e dice loro chi è DigitalMarketer, in cosa crediamo e come possiamo aiutarli

Email n. 2: informa l’abbonato degli altri canali su cui ci può trovare (Facebook, Instagram, YouTube, ecc.)

Email n. 3: evidenzia i nostri migliori contenuti

Le e-mail inviate a Convert Stage ed Excite Stage seguono entrambe la stessa strategia:

Fai convertire l’abbonato in un cliente.

DigitalMarketer lo fa offrendo un prodotto a basso prezzo o una prova gratuita di Lab ELITE. Inviamo ovunque da 3-10 e-mail in 3-15 giorni. 

Una nota importante: queste e-mail hanno solo 1 invito all’azione e non più di 3 dello stesso link per e-mail. Ciò garantisce la consegna alla posta in arrivo dei nostri abbonati e assicura che i provider di servizi Internet (come Gmail, Yahoo, ecc.) Non pensino che siamo spam.

Una volta che un abbonato si è trasformato in un cliente, vogliamo che salgano dal nostro prodotto di basso livello ai nostri prodotti di livello superiore. Questa è la fase di ascensione e le nostre e-mail si concentreranno sull’aumento del valore di questo cliente . Lo facciamo attraverso la nostra serie di Ascensione o Attivazione.

Questo è quando colmiamo il divario tra ciò che qualcuno già conosce della nostra linea di prodotti e ciò che otterranno dal fare il passo successivo. Invieremo 3-5 e-mail in 3-7 giorni e faremo in modo di fare riferimento al fatto che hanno acquistato un prodotto o hanno già effettuato una prova.

E, una volta che abbiamo dimostrato a un cliente il valore nell’acquisto di uno dei nostri prodotti di livello superiore, vogliamo che inizino a sostenere il modo in cui quel prodotto ha funzionato per loro. Siamo fortunati ad avere prodotti che raddoppiano le attività dei nostri clienti, spostandoli facilmente nella fase di supporto e nella fase di promozione del percorso di valore del cliente. 

In queste fasi, offrirai ai tuoi clienti:

  • Offerte di affiliazione
  • Offerte di joint-venture
  • Programmi di riferimento
  • Programmi fedeltà 

Ora sai quali email inviare ai clienti nelle diverse fasi del loro viaggio con la tua attività. Costruiamo una strategia di email marketing intorno a questo.

I 3 tipi di email

Esistono 3 tipi di e-mail che possiamo usare per classificare quasi tutte le e-mail che invierai.

Il primo è un messaggio di posta elettronica transazionale. In genere vengono inviati dal team del servizio clienti e coprono:

  • Fatture
  • ricevute
  • Credenziali di accesso
  • Notifiche di fatturazione
  • Richieste di cancellazione
  • Eccetera.

Ecco un esempio di email di transazione da Apple:

Un esempio dell'email di transazione di Apple

Mentre le e-mail transazionali sono generalmente molto secche, non c’è motivo di mantenerle in questo modo. Puoi marcare queste e-mail sulla copia della tua attività, congratulandoti con i clienti per il loro acquisto nel modo migliore che si adatta alla voce del tuo marchio.

Il secondo tipo di e-mail è un’e-mail relazionale e questi sono comunemente:

  • Newsletter settimanali
  • Email di contenuto
  • Aggiornamenti del prodotto
  • Tutto ciò che è destinato a coltivare la tua relazione con i tuoi abbonati

Le e-mail relazionali sono un ottimo modo per ricordare ai tuoi abbonati e ai tuoi clienti quanto sei fantastico offrendo valore gratuito.

Ad esempio, presso DigitalMarketer abbiamo una newsletter settimanale chiamata DM Insider che offre valore gratuito ai nostri abbonati interessati a saperne di più su ciò che accade oggi nel marketing.

DigitalMarketer Insider email

Il terzo tipo di email è un’e-mail promozionale:

  • Promuovi vendite immediate e lead qualificati al team di vendita
  • Spesso scritto con la voce di chiunque sia la tua polena

Ad esempio, le nostre e-mail promozionali sono scritte con la voce di Ryan Deiss e persino inviate da lui, anche se i nostri copywriter eseguono la scrittura effettiva (è un uomo seriamente impegnato).

Ecco un esempio di e-mail promozionale da Southwest, dove stanno promuovendo i loro voli più economici:

Email promozionale di Southwest per voli da $ 49

Quindi le e-mail transazionali, relazionali e promozionali saranno la categoria in cui rientrano tutte le tue e-mail. Da qui, a seconda che invii manualmente un’e-mail o automatizzi l’invio di un’e-mail, li classificherai come e-mail di trasmissione e e-mail di follow-up:

Email di trasmissione:

  • Inviato manualmente
  • La maggior parte delle e-mail promozionali e relazionali
  • Comunemente inviato al tuo “Elenco principale” di abbonati e-mail
  • Inviato a chiunque NON partecipi a una campagna di follow-up automatizzata
  • Tutto ciò che è particolarmente sensibile al tempo

Email di follow-up

  • Non inviato manualmente
  • Ogni email di transazione, serie di benvenuto, serie consegnabili, serie di onboarding, serie di igiene dell’elenco, ecc.
  • Tutto ciò che non ha senso inviare regolarmente manualmente
  • Sicuro di inviare 3-5 e-mail consecutive
  • Misura l’abbandono del coinvolgimento dalle campagne per sapere quante e-mail è meglio inviare all’elenco e ai segmenti
    • Nota: se il tuo provider di servizi di posta elettronica lo consente, imposta una serie di benvenuto di 3,5 e 7 giorni per vedere quale serie crea il maggior coinvolgimento e abbonati

Woot woot! Ora puoi classificare ogni e-mail che arriva nella tua casella di posta e iniziare a vedere come altre aziende stanno curando le loro serie di benvenuto, marchiando le loro e-mail di transazione e inviando e-mail di trasmissione durante il lancio del prodotto.

Non guarderai mai più la tua casella di posta allo stesso modo.

Costruire una strategia di email marketing

Finora ti abbiamo spiegato perché il marketing via e-mail è importante, quali e-mail inviare i clienti in diverse fasi del percorso di valutazione del cliente e ogni tipo di e-mail che invierai mai.

Ora è il momento di legarlo insieme a un bel nastro rosso e rendere questa strategia di email marketing simile a un’opera d’arte (che sembra davvero ciò che il marketing è in realtà … una tela bianca da riempire con la tua immaginazione con bellissime scene di pascoli, cavalli , cieli blu, conversioni … intendiamo nuvole … ehm, scusa per la logistica).

Esistono 5 tipi di campagne di email marketing:

  1. Email di benvenuto: accoglie i tuoi iscritti e gestisce le loro aspettative per future email da te
  2. Email di coinvolgimento: guida le vendite e le prove del team di marketing e / o dei lead per il team di vendita
  3. Email di ascensione : promuovi upsell logici e / o incentiva l’attivazione anticipata dell’abbonamento
  4. Email di segmentazione: guida le mani alzate affinché tu possa inviare offerte specializzate tramite email di coinvolgimento
  5. Email di reimpegno: coinvolge nuovamente gli abbonati che non hanno mai interagito con le tue email o che non si sono impegnati negli ultimi 30-90 giorni

Abbiamo parlato di e-mail di benvenuto, e-mail di coinvolgimento / conversione ed e-mail di ascensione, ma non abbiamo ancora spiegato e-mail di segmentazione.

Perché è necessario segmentare la tua lista e-mail

Avrai un elenco di tutti gli abbonati e-mail che hanno aderito per ricevere e-mail da te. Questo si chiama Master List ed è fantastico.

Ciò che è ancora più straordinario è che puoi suddividere questo Elenco Master in diversi segmenti di clienti interessati a prodotti specifici, promozioni, contenuti, ecc.

Ad esempio, ecco 3 degli avatar dei clienti di DigitalMarketer:

  1. marketers
  2. Responsabili del team di vendita e marketing
  3. agenzie
  4. Imprenditori e solopreneurs

Gli abbonati che sono operatori di marketing non si preoccupano della nostra Guida all’assunzione di inserzionisti digitali o della nostra Guida all’assunzione di marcatori di social media . Inviare loro un’e-mail di trasmissione con una promozione per acquistare una di queste guide non ci darà molto del ROI.

Gli abbonati che guidano un team di vendita e marketing o possiedono un’agenzia, si preoccupano di queste guide. Questi sono ottimi prodotti per loro e la creazione di una promozione televisiva per queste guide potrebbe avere un grande ROI.

Per evitare di inviare ai nostri abbonati di marketing una promozione come questa non pertinente, abbiamo segmentato la nostra lista principale. 

Questo si chiama segmentazione di alto valore ed è importante perché:

  • Volete che le vostre e-mail siano personalizzate, sia dal punto di vista della messaggistica, sia dal punto di vista dell’offerta
  • Non vuoi disturbare la tua lista principale con cose che non vogliono
  • Vuoi aumentare il valore del cliente

Segmentando l’elenco, ti aiuterà a:

  • Misura l’interesse del tuo pubblico per gli argomenti
  • Invia offerte pertinenti a lead qualificati tramite e-mail di coinvolgimento / conversione
  • Evita di inviare offerte irrilevanti a tutti gli utenti nel tuo elenco e-mail
  • Eccita parti della tua lista e-mail prima di inviare offerte

Esistono 2 modi per segmentare inizialmente l’elenco di e-mail. Il primo modo è nell’esempio che ti abbiamo mostrato sopra, in cui segmentiamo la nostra lista per marketing, vendite, team e agenzie.

Il primo modo per segmentare la tua lista e-mail si chiama Segmenti statici di alto valore:

Una volta che gli abbonati sono in questo segmento, rimangono in esso, a meno che non si cancellino dalla tua lista.

  • Esempi di segmenti:
    • agenzie
    • I gestori
    • CEO / fondatori
    • Gli acquirenti
    • Multi-acquirenti
    • Membri dell’abbonamento

Il secondo modo di segmentare la tua lista e-mail si chiama Rolling High-Value Segments: 

Segmentazione dinamica utilizzata comunemente per e-mail di trasmissione sensibili al tempo.

  • Esempi di segmenti: 
    • Membri del processo
    • Contatti altamente coinvolti
    • Acquirenti recenti
    • Partecipanti recenti al tirocinante

Ecco 3 esempi di rotolamento di segmenti di alto valore:

Segmentazione basata sugli interessi:

  • Misura gli interessi dell’elenco principale in diversi argomenti
  • Chiede alle persone di alzare la mano per le campagne di coinvolgimento

Segmentazione della frequenza di coinvolgimento

  • Segmentare gli abbonati in base al loro coinvolgimento con le tue e-mail precedenti
  • Questo dice ai provider di servizi Internet (Gmail, iCloud, Yahoo, ecc.) Che stai inviando email pertinenti
    • Maggiore è il coinvolgimento che stai ottenendo il pubblico altamente coinvolto, più è probabile che gli ISP inseriscano le tue lettere in modo favorevole
  • Ti aiuta a valutare la salute della tua lista

Segmentazione della frequenza di acquisto:

  • Ti aiuta a identificare chi è disposto a separare i propri soldi in cambio di prodotti / servizi
  • Ottimo per identificare a chi dovresti inviare campagne di fidanzamento e ascensione

Con i tuoi segmenti pronti per le e-mail specifiche per i loro interessi, ora puoi iniziare a scrivere le righe dell’oggetto e il corpo del testo delle e-mail che invierai, perfettamente curate per il lettore.

Come scrivere e-mail Copia

Il copywriting via e-mail, oltre ad essere molto importante per raggiungere i tuoi obiettivi, può anche essere davvero divertente. Ti dà la possibilità di sperimentare ciò che funziona meglio per ogni segmento del tuo elenco e del tuo elenco principale.

La copia di ciascuna delle tue e-mail spingerà su 4 pulsanti di persuasione della mente. Questi sono chiamati trigger e sono principi di persuasione che possono essere applicati ogni volta che vuoi che i tuoi abbonati intraprendano un’azione.

I 4 trigger da utilizzare nella copia e-mail sono :

  1. Guadagno
  2. Logica
  3. Paura
  4. Scarsità

Questa parte dell’email marketing sembra intimidatoria, ma rimarrai piacevolmente sorpreso di scoprire che la tua copia non è così difficile da scrivere come potresti pensare. 

Ad esempio, la serie di e-mail di benvenuto si concentrerà sul guadagno e sulla logica della lettura delle e-mail. Spiegherai chi sei, in cosa credi e cosa puoi fare per il lettore.

Le e-mail promozionali si concentreranno su questi stessi trigger e utilizzeranno anche gli ultimi due: paura e scarsità. Vediamo come scrivere una copia e-mail per le e-mail promozionali.

Per iniziare a scrivere la tua copia e-mail, poniti questa domanda.

Quale copia viene attualmente utilizzata per generare lead ed effettuare vendite?

Se hai una nuova attività che non ha lead o vendite, ti chiederai: “Quale copia utilizzano i miei concorrenti per generare lead ed effettuare vendite?”

C’è una copia che funziona per te o per i tuoi concorrenti e puoi trovarla in:

  • Notizie
  • Ganci e cavi
  • Elenchi e vantaggi
  • Prova e storie
  • Inviti all’azione

Ora, poniti queste 4 domande di copywriting via e-mail per capire perché è importante che tu lo dica ai tuoi lettori ora, perché dovrebbero interessarsene, come li influenza e come puoi provarlo.

Domanda n. 1: perché adesso?

  • È nuovo?
  • È in vendita?
  • È limitato o esclusivo?
  • È puntuale?

Domanda n. 2: a chi importa?

  • Chi sarebbe maggiormente colpito, positivamente o negativamente, avendo o non avere ciò che stai vendendo?

Domanda n. 3: Perché dovrebbero interessarsene?

  • Com’è la loro vita prima del tuo prodotto o servizio … e dopo?

Domanda n. 4: come puoi dimostrarlo?

  • Testimonianze
  • Casi studio
  • Nuove storie

Con questo aggregato di informazioni, puoi iniziare a scrivere le righe dell’oggetto e copiare i blocchi.

Creazione di linee tematiche:

Ci sono 4 tipi di categorie che subje linee di t rientrano in. Ecco quelle 4 categorie e 3 esempi di ciascun tipo di riga dell’oggetto:

  1. Cieco o curiosità
    1. Perché ha pagato $ 524.838,71
    2. Un po ‘strano, ma MOLTO redditizio
    3. 7 affari che raddoppiano gli “hack”
  2. Diretto o basato sui benefici
    1. [Facebook Ads] Ottieni più clic …
    2. Crea pagine opt-in che si convertono come un matto
    3. Generare traffico su richiesta
  3. Urgenza o scarsità
    1. L’85% di sconto termina a mezzanotte
    2. Niente più sconti su T&C
    3. Chiusura presto!
  4. Prova dei risultati
    1. [Case Study] $ 188,674 da un elenco morto
    2. La mamma di due “guadagna” $ 10K in 4 giorni
    3. 20X affari del proprietario del negozio di scarpe AZ inviando cosa?

Proprio come con le linee dell’oggetto, anche la tua copia del corpo utilizzerà queste categorie per generare clic.

Crafting Your Body Copy:

Guarda il copywriting via e-mail come blocchi di scrittura e transizioni. In generale, ogni e-mail avrà un’introduzione, una transizione, un corpo, una transizione, una chiusura, una transizione e un PS. 

L’introduzione, il corpo, la chiusura e il PS saranno dove spiegherai il tuo prodotto (perché adesso, chi se ne frega, ecc.) E le transizioni porteranno il lettore al tuo pulsante di invito all’azione o al testo del link.

I 4 pezzi di un’e-mail:

  1. introduzione
  2. Corpo
  3. Vicino 
  4. PS (non sempre usato)

Ricordi i nostri 4 grilletti, guadagno, logica, paura, scarsità? Utilizzerai una variante di questi nei tuoi blocchi di posta elettronica. Ad esempio, puoi usare la logica nella tua introduzione, guadagnare nel tuo corpo e paura nella tua stretta. Potresti anche aggiungere un PS con un altro punto logico per eseguire l’azione che stai chiedendo nella tua e-mail.

L’ultima parte della creazione di un’e-mail perfetta è ottenere le transizioni per il tuo invito all’azione giusto. Ricorda, questo è il testo che porta al pulsante di invito all’azione o al testo del link, che ti stuzzica per rendere il tono.

Creare un chiaro invito all’azione

Questa è la copia di transizione tra i blocchi di copia in cui si mette in coda il clic.

# 1: pubblica una domanda basata sui vantaggi

  • Esempio: come funzionano i nostri modelli di e-mail ad alta conversione? Clicca qui per scoprirlo

# 2: collega la prova al prodotto

  • Esempio: la macchina aumenta i tassi di conversione del 34% da domani! Guarda come funziona qui

# 3: conducili a “sì”!

  • Esempio: vuoi generare più vendite via e-mail? Usa questo link.

# 4: mostra loro il “dopo”

  • Esempio: una volta che hai i miei modelli, non dovrai mai più scrivere un’altra e-mail … L’ho già fatto per te. Basta copiare, incollare, inviare. Ottieni qui i miei modelli

# 5: mostra loro che sei umano

  • Esempio: questa è l’unica volta che ho mai pianto da adulto. Scopri perché qui.

Ora, vuoi mettere insieme le linee del soggetto, i pezzi del corpo, le transizioni e il richiamo alle azioni, legarlo con un nastro rosso e premere invio.

Diamo un’occhiata a un’email che DigitalMarketer invia promuovendo il nostro foglio di lavoro Avatar cliente .

La riga dell’oggetto dell’e-mail è:

Esempio della riga dell'oggetto di DigitalMarketer

Questa è una riga dell’oggetto basata sui vantaggi che indica all’abbonato che all’interno dell’e-mail si accede al foglio di lavoro Avatar cliente.

Ecco la nostra copia del corpo:

Copia e-mail di DigitalMarketer

Notate come la nostra introduzione fornisce la logica di ottenere il foglio di lavoro per avatar dei nostri clienti? Stiamo chiarendo esattamente cosa otterrà l’abbonato se scarica il foglio di lavoro, “determina chi è il tuo cliente ideale, dove si trova e cosa sta cercando …”

Quindi, il nostro corpo si tuffa più a fondo in questo foglio di lavoro, mostrando esattamente cosa guadagnare scaricando nei nostri tre punti elenco.

Infine, mostriamo quanto meglio si sentirà questo abbonato in merito alla sua strategia di marketing se sapesse a chi stava effettivamente commercializzando. Questo è lo stato di cui parliamo nell’ottimizzazione del valore del cliente .

Ecco alcune best practice per il copywriting via e-mail da tenere in tasca:

  • Prova, prova, prova la tua copia
  • Trova la tua voce
  • Paga la riga dell’oggetto inserendo ciò che hai promesso nel corpo dell’e-mail
  • Includi un massimo di 3 inviti ad azioni allo stesso link nella tua e-mail
  • Chiama le azioni verso lo stesso posto, ma affronta un diverso punto di dolore o obiezione
  • Usa le immagini intenzionalmente
  • Non aver paura di mettere i timer nelle tue e-mail quando necessario
  • Personalizza le tue e-mail il più possibile
  • Ricorda che il tuo compito è vendere il clic sulla pagina

Misura queste metriche

C’è molto gergo nell’email marketing. Se vuoi immergerti in ciò che significa tutto, puoi leggere il nostro articolo sui termini dell’email marketing qui . Vedrai molte diverse metriche trattate in quell’articolo, ma non tutte queste metriche sono necessarie per ogni email o azienda.

Le metriche più utilizzabili da misurare sono:

Tariffe aperte: il numero di aperture uniche ottenute in una campagna di posta elettronica

Perché i tassi di apertura sono importanti?

  • Misurano l’interesse della tua lista per le tue e-mail
  • Diagnosticano la qualità del piombo e aiutano a determinare se stai sprecando soldi per l’acquisizione
  • Mostrano se le linee tematiche stanno suscitando l’interesse dei lead
  • Evidenziano altri problemi con la posta in arrivo e la consegna

Queste sono le tariffe aperte che vorresti colpire per le tue campagne e-mail:

  • I tassi di apertura delle email transazionali dovrebbero essere almeno del 70%
  • Le tariffe di apertura della posta elettronica trasmesse manualmente dovrebbero essere almeno del 15%
  • Le percentuali di apertura automatizzata dei follow-up dovrebbero essere almeno del 25%

Percentuale di clic: il numero di clic univoci su un collegamento nella tua e-mail, rispetto al numero di e-mail uniche inviate nella campagna e-mail

Perché sono importanti le percentuali di clic ?

  • Ti dicono se i lettori sono interessati a questo invito all’azione
  • Ti mostrano quanto bene sta facendo la tua copia del corpo e di transizione per preparare il tuo invito all’azione
  • Ti mostrano quanto successo ha avuto una campagna e-mail nella conversione dei lettori

Ti consigliamo di ottenere queste percentuali di clic sulle tue campagne:

  • Le percentuali di clic e-mail transazionali dovrebbero essere almeno del 10%
  • Le percentuali di clic sulle email promozionali dovrebbero essere almeno del 2%
  • Le percentuali di clic delle email relazionali dovrebbero essere almeno del 3%

Percentuale di clic per aprire: il numero di clic univoci su un collegamento nella tua e-mail, rispetto al numero di aperture univoche della campagna

Perché i clic per aprire le tariffe sono importanti?

  • Misurano la qualità della copia dell’email
  • Diagnosticano la qualità del piombo 
  • Informano la creatività e-mail

Ecco a cosa miri dal tuo clic per aprire i tassi:

  • Le percentuali di clic e-mail transazionali dovrebbero essere almeno del 25%
  • Le percentuali di clic sulle e-mail promozionali dovrebbero essere almeno del 20%
  • Le percentuali di clic delle email relazionali dovrebbero essere almeno del 20%

Tasso di annullamento dell’iscrizione: il numero di annullamenti dell’iscrizione ricevuti dall’e-mail, in relazione al numero di messaggi di posta elettronica univoci inviati nella campagna

  • Misura la qualità della copia dell’email
  • Diagnostica la qualità del piombo
  • Mostra altri problemi come la posta in arrivo e la consegna
  • Ti aiuta a evitare di essere inserito nella lista nera degli ISP

La tua percentuale di annullamento dell’iscrizione non deve essere superiore allo 0,5% del numero totale di e-mail inviate in una determinata campagna.

Percentuale di spam: il numero di contrassegni di spam ricevuti dalla tua e-mail, in relazione al numero di e-mail univoche inviate nella campagna

Le percentuali di spam non devono essere superiori allo 0,1% del numero totale di e-mail inviate in una determinata campagna.

Best practice moderne per l’email marketing

Ci sono alcune best practice da seguire durante la creazione della tua strategia di email marketing. Esse vanno dai migliori tempi di invio, al numero di e-mail da inviare alla volta, a qualcosa chiamato igiene delle liste.

Immergiamoci.

I migliori tempi di invio

Storicamente, il giorno migliore per inviare un’e-mail è stato martedì. Oltre questo, c’è sempre stato un dibattito su come si esibiscono lunedì, mercoledì e giovedì. Alla fine della giornata, ecco 3 buone regole generali da seguire:

  • Invia e-mail al tuo elenco quando ha più senso, a seconda del fuso orario e delle ore lavorative
  • (Generalmente) non inviare e-mail da cui CONTINUI sull’impegno durante i fine settimana
  • Lascia che le tue metriche ti diano il momento migliore per inviare un’e-mail in base ai tassi di apertura più alti passati

Quante email dovresti inviare?

La frequenza con cui stai colpendo l’invio sulle tue e-mail dipenderà dal tuo pubblico e dalla campagna che vengono inviate. 

Ad esempio, durante una campagna di benvenuto, possono ricevere 3-5 e-mail entro una settimana. Durante una campagna promozionale, possono ottenere 5. Per una newsletter, riceveranno 1-5 a settimana, a seconda della frequenza della newsletter.

Quando si decide quante e-mail inviare, è possibile cercare quante e-mail si trovano generalmente nel tipo di campagna che si intende eseguire e quindi utilizzarle come base di riferimento quando si inizia la strategia di e-mail marketing.

Pulizia dell’elenco

L’igiene dell’elenco è quando ripulisci i tuoi abbonati e-mail senza impegno. Anche se questo può sembrare una cattiva idea perché significa che stai riducendo la quantità di iscritti nella tua lista principale, in realtà avrà un effetto positivo sulla tua lista e-mail.

Guardate in questo modo,

L’igiene degli elenchi mantiene alta la consegna delle e-mail e riduce i punteggi di spam, il che significa → I tuoi provider di servizi Internet (Gmail, iCloud, Yahoo! Ecc.) Sono contenti che significa → I clienti ricevono e-mail che significa → I clienti sanno cosa stai offrendo che significa → Puoi ottenere più vendite, il che significa → Hai un sistema di email marketing di successo!

Ecco una rapida occhiata alle fasi dell’igiene delle liste:

  • Identificare i cavi non impegnati (fase di attivazione)
    • Crea segmenti di contatti che si sono impegnati negli ultimi 30 giorni, 60 giorni, 90 giorni e 120 giorni e cerca il punto del maggior calo nell’impegno
  • La serie di e-mail di reimpegno
  • La serie di email di ritorno
  • Strategia igienica elenco post

Grandi esempi di email

Accidenti! Hai quasi attraversato l’intero articolo sulla padronanza dell’email marketing. Ti abbiamo fornito tutte le informazioni di cui hai bisogno per essere un ottimo marketer e-mail, ma ora vogliamo mostrarti esempi di tutto ciò di cui abbiamo appena parlato al lavoro.

Ad esempio, controlla l’E-mail n. 1 della Welcome Email Series di Klaviyo . Qual è la prima cosa che noti che stanno facendo in questa e-mail di benvenuto?

La serie di e-mail di benvenuto di Klaviyo che segmenta gli abbonati

E la risposta è: segmentare l’abbonato! Stanno chiedendo al sottoscrittore di dire loro ciò di cui hanno bisogno da Klaviyo in modo che Klaviyo possa inserirli nel segmento giusto e inviare i contenuti più pertinenti e utili in futuro.

Morning Brew ha solo un elenco di e-mail per la newsletter Morning Brew 6x a settimana. Non hanno bisogno di porre agli abbonati una domanda che possa aiutare Morning Brew a segmentarli, vogliono assicurarsi che il loro prodotto (la loro newsletter) sia visto dal nuovo abbonato e non finisca nella cartella Junk.

Email di benvenuto di Morning Brew

Hai notato anche come hanno detto all’abbonato cosa aspettarsi da loro? “… garantito per fornirti le notizie commerciali più aggiornate 6 giorni alla settimana”, e “The Brew dovrebbe colpire la tua casella di posta ogni mattina dal lunedì al sabato.” 

Una volta che un abbonato ha superato le serie di e-mail di benvenuto, inizierà a inviare regolarmente e-mail di promozione e relazione. Canva invia e-mail promozionali che raccontano agli abbonati le loro nuove funzionalità.

Email promozionale di Canva per una nuova funzionalità

Questa e-mail di promozione della trasmissione motiva un abbonato a fare clic su “Prova qui” e vedere quanto è facile utilizzare questa funzionalità tanto attesa.

Bulletproof invia una carrellata settimanale dei loro nuovi articoli e dei loro attuali sconti sui prodotti ai loro abbonati in questa relazione email:

E-mail relazionale di Bulletproof con i migliori post di blog della settimana

Questo aiuta a indirizzare il traffico verso il loro sito Web, aumenta le vendite dei loro prodotti e indica loro quali abbonati sono interessati a contenuti e prodotti specifici. Aggiungi la possibilità di effettuare il retarget di qualsiasi utente che fa clic su una pagina del sito Web e ora puoi capire perché questa è una strategia di email marketing così eccezionale.

E poi abbiamo le e-mail automatiche di follow-up, che richiedono solo una volta e poi automatizzare a chi viene inviata l’e-mail. Skyzone Trampoline Park invia questo follow-up automatico:

Monitoraggio automatico via e-mail di Skyzone

L’aggiunta di un sondaggio o feedback dei clienti alle tue e-mail di follow-up, in particolare quelle dopo una transazione, sono un ottimo modo per vedere quanto sono felici i tuoi clienti e se puoi aspettarti di vederli di nuovo.

Scegli la tua piattaforma di email marketing

Ci sono molte (molte, molte, molte) diverse piattaforme di email marketing tra cui scegliere. In base alle dimensioni della tua attività e alla profondità con cui prevedi di adottare la tua strategia di email marketing, puoi scegliere diverse piattaforme per le tue esigenze.

La parte più importante della scelta di una piattaforma è chiedersi quali sono i tuoi obiettivi a lungo termine. Ad esempio, se sei un piccolo imprenditore e il tuo obiettivo a lungo termine è quello di ottenere 100 abbonati dedicati che vogliono riunirsi come comunità per parlare di piante grasse, non avrai mai bisogno di una piattaforma incredibilmente complessa.

D’altra parte, se sei un fondatore di startup che cerca di ridimensionare la tua attività a migliaia di clienti, avrai bisogno di una piattaforma solida in grado di contenere tale elenco, segmentarli, attivare flussi basati su azioni precedenti e A / B variazioni del test.

C’è sempre la possibilità di esportare la tua lista da una piattaforma di email marketing a un’altra. Il vantaggio è che sei flessibile per testare nuove piattaforme. Il rovescio della medaglia di questo è che imparare ad usare nuove piattaforme richiede tempo e fa spazio a errori che potrebbero abbassare il tasso di apertura, i tassi di clic o persino il tasso di spam.

Di seguito verranno descritte alcune delle piattaforme di email marketing disponibili.

substack

Substack è una piattaforma di email marketing che ti consentirà di fare una cosa e ti consentirà di farlo bene. Puoi inviare articoli di tipo newsletter al tuo elenco. Questa è un’ottima piattaforma per scrittori, creativi o qualsiasi piccolo imprenditore che desidera creare un pubblico ma non si preoccupa di segmentare, canalizzare o eseguire campagne diverse. Questa è probabilmente una delle piattaforme più semplici disponibili.

Wix , Squarespace e Weebly

Queste piattaforme di email marketing hanno tutte una cosa in comune: sono in realtà piattaforme di hosting di siti Web che hanno aggiunto l’email marketing al loro elenco di funzionalità. Mentre avere la tua piattaforma di hosting integrata con la tua piattaforma di email marketing è incredibilmente conveniente, assicurati di aver offerto tutte le funzionalità di cui hai bisogno. Una piccola impresa può scoprire che questa è una soluzione di marketing e-mail totalmente praticabile per loro, ma un’azienda che si sta costruendo per scalare molto probabilmente non lo farà.

Mailchimp

Mailchimp è una piattaforma specifica per l’email marketing. Offrono molte funzioni più approfondite, come segmentazione, campagne e modelli. Puoi considerarli il primo passo nel mondo più complesso dell’email marketing, rispetto agli esempi sopra.

Mailchimp può sicuramente portare a termine il lavoro ed è un buon modo per bagnare i piedi nel mondo del marketing, ma ancora una volta: tutto dipende dalle caratteristiche di cui hai bisogno dopo aver letto questo articolo.

Klaviyo , Hubspot

Queste sono due diverse piattaforme di email marketing ma sono entrambe molto robuste nelle loro capacità di marketing. Entrambe le piattaforme ti forniranno metriche approfondite, canalizzazioni basate su trigger, campagne con i migliori tempi di invio, segmenti, variazioni, ecc.

Queste sono le piattaforme per le aziende che stanno cercando di ridimensionarsi e vogliono essere in grado di lanciare campagne e-mail che forniranno loro metriche dettagliate sul loro successo.

C’è una ragione per cui ci sono così tante piattaforme di email marketing disponibili. Le aziende hanno esigenze totalmente diverse e, a seconda di tale esigenza, potresti voler qualcosa di semplice come Substack o complesso come Klaviyo.

La domanda più importante da porsi quando si sceglie, è dove voglio andare la mia attività?

E questo è tutto!

Hai superato quasi 6000 parole di best practice, linee guida, copie, esempi e piattaforme di email marketing.

Sono molte informazioni e capiamo se ti senti un po ‘sbalordito in questo momento. La buona notizia è che questo articolo non sta andando da nessuna parte. Sarà qui quando ti chiederai se hai incluso tutto ciò di cui avevi bisogno nella tua serie di benvenuto o se stai colpendo i giusti pulsanti di persuasione nella tua copia.

O se hai solo bisogno di ispirazione da uno dei nostri esempi.

Hai tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare la tua strategia di email marketing e, se hai bisogno di più aiuto, abbiamo molti seminari in grado di darti consigli, migliori pratiche ed esempi su parti specifiche dell’email marketing.

Ora continua e scrivi quella prima email!

La tua strategia di marketing non sarà mai più la stessa.

E se vuoi saperne di più sull’e-mail marketing, non esitare a dare un’occhiata a questi post sul blog! 

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close