Cerca

Tutorial per il Remarketing di Google Ads: Come configurarlo e farlo funzionare

Google-Ads-Remarketing-Tutorial-How-to-Set-it-up - & - Make-it-Work

Il remarketing si rivolge a clienti potenziali ed esistenti che potrebbero essere interessati alla tua offerta perché conoscono già il tuo marchio attraverso siti Web, e-mail, offline, social media e telefono con gli annunci giusti. Il remarketing è una strategia che ogni azienda deve utilizzare. Questo è il motivo per cui il 68% delle agenzie e il 49% dei marchi stanno riallocando i loro budget al retargeting. 

Esistono diverse piattaforme di remarketing online. Uno di questi è Google Ads Remarketing.

Google Ads Remarketing funziona perché:

In questa guida imparerai come impostare il remarketing di Google Ads e farlo funzionare per la tua attività.

Che cos’è il remarketing di Google Ads?

Il remarketing di Google Ads noto anche come il remarketing della Rete Display di Google consente alle aziende di mostrare annunci specifici ai clienti e ai potenziali clienti che sono stati sul loro sito Web, app mobili, mentre navigano in Internet, guardano video di YouTube e leggono notizie online. Lo strumento consente inoltre alle aziende online e offline di effettuare il retargeting dei database dei propri clienti. La Rete Display di Google raggiunge circa il 90% delle persone su Internet e le aziende possono raggiungere il 9 su 10 dei clienti che effettuano il retargeting utilizzando Google Remarketing.

Remarketing degli annunci Google

Come funziona il remarketing di Google Ads

Google Ads Remarketing funziona in due modi: tramite un pixel (su un sito Web) o un elenco per il remarketing.  

Pixel Remarketing

Google fornisce alle aziende un pezzo di codice noto come pixel da aggiungere ai loro siti Web. Man mano che i visitatori accedono al sito Web, vengono automaticamente aggiunti al pubblico di remarketing tramite i cookie del browser. Quando il visitatore lascia il sito Web per navigare su un altro sito Web, il cookie informa Google Ads di mostrare annunci pertinenti in base a ciò che l’utente naviga sul sito Web. Quando il visitatore fa clic sugli annunci, li riporta al sito Web.

Elenco per il remarketing

Il secondo modo per indirizzare gli utenti a una campagna di remarketing è utilizzare l’elenco per il remarketing. È un elenco delle e-mail dei clienti esistenti o potenziali. È utile per tutte le aziende, in particolare le aziende che non possono sfruttare il pixel perché non vendono offline.

Come impostare il remarketing di Google Ads

Il primo passo per impostare il remarketing di Google Ads è determinare gli obiettivi. Che cosa intende ottenere l’azienda con la campagna di remarketing? Gli obiettivi possono essere:

  •  Scegli come target i visitatori del sito Web che non hanno intrapreso alcuna azione mentre si trovano su una pagina
  •  Prendi di mira le persone che hanno abbandonato il carrello
  •  Mostra una pagina di contenuti specifica ai visitatori
  •  Clienti e potenziali clienti i cui dati sono archiviati nel database aziendale.

Conoscere gli obiettivi della campagna aiuterà a determinare quanto segue:

  •  Le pagine per posizionare i tag di remarketing 
  •  Gli annunci specifici da creare per indirizzare il pubblico  
  •  Le pagine di contenuti specifici che il pubblico può visualizzare

Dopo aver creato un obiettivo specifico per la campagna di remarketing di Google Ads, il passaggio successivo è scegliere il metodo che si desidera utilizzare per creare la campagna: il pixel o l’elenco di remarketing. Iniziamo con l’elenco per il remarketing.

Come impostare il remarketing di Google Ads tramite un elenco per il remarketing

Un elenco per il remarketing è l’elenco delle persone che vedranno gli annunci. Possono essere visitatori del sito Web, abbonati YouTube o utenti di app. 

Per creare un elenco per il remarketing, procedi nel seguente modo:

1. Accedi all’account ” Google Ads “.

2. Fai clic sul menu ” Strumenti “.

3. Nella ” libreria condivisa ” fai clic su ” Gestore pubblico 

Remarketing degli annunci Google

4. Fare clic sull’icona + .  

Remarketing annunci Google

5. Selezionare la ” lista clienti ” dal menu a discesa. 

Remarketing annunci Google

Come visto dalla lista, ci sono:

  •  Visitatori del sito Web  : persone che hanno visitato il sito Web dell’azienda. 
  •  Utenti dell’app : utenti che hanno scaricato l’app mobile dell’azienda. 
  •  Utenti YouTube : persone che hanno interagito con il canale YouTube dell’azienda o guardato video. 
  •  Elenco clienti  – Elenco dei clienti commerciali esistenti.  
  •  Combinazione personalizzata  : l’elenco raccolto da diversi elenchi per il remarketing.  

Seleziona “Elenco clienti” e vai avanti.

6. Dai un nome al pubblico . Usa titoli specifici che riflettono l’immagine dei tuoi clienti.

Remarketing annunci Google

7. Determinare i dati da caricare. Ciò include Email, numero di telefono, indirizzo postale e ID dispositivo mobile . Utilizza il modello fornito da Google o crea un file CSV in Excel. 

Remarketing annunci GoogleEsistono due modi per caricare il file: un file di dati in testo normale o un file di dati con hash . La scelta del file di dati in chiaro significa che i dati del cliente come nome e cognome, e-mail e telefono verranno sottoposti a hash, ma i dati relativi a paese e zip non verranno sottoposti a hash. La seconda opzione: il caricamento del file di dati con hash è più rigoroso e deve soddisfare le istruzioni di formattazione di Google.

8. Selezionare il file di dati.

9. Accetta il termine di utilizzo di Google.

10. Scegli una durata dell’iscrizione . Questo è lo spazio di tempo in cui un utente è nell’elenco. Seleziona l’abbonamento illimitato per impedire agli utenti di uscire dall’elenco o scegli un limite di tempo personalizzato come 365 giorni.

11. Fai clic su Carica e crea un elenco.

12. Sono necessarie circa 48 ore per completare il caricamento e, una volta terminato, il file può essere visualizzato in ” Elenchi di audience “.

Dall’elenco dei clienti, puoi creare un pubblico di corrispondenza cliente Google . Customer Match ti consente di creare annunci PPC per indirizzare potenziali clienti e clienti su piattaforme diverse come Ricerca Google, Gmail, Shopping e YouTube utilizzando il loro indirizzo e-mail, telefono o indirizzo fisico. Questo ti dà una portata più ampia rispetto alla maggior parte delle opzioni pubblicitarie.

Google Customer Match non è aperto a tutti. È per quelli tenuti rigorosamente alle norme di Google, ha un account che ha più di 90 giorni e ha speso oltre $ 50.000 in pubblicità.

Sincronizza il tuo CRM con Google Ads tramite Leadsbridge.

Il processo di caricamento manuale degli elenchi dei clienti può essere noioso, soprattutto per le aziende e le aziende che devono gestire continuamente enormi quantità di dati. 

Tuttavia, è possibile evitare il caricamento manuale dei dati utilizzando la sincronizzazione del pubblico personalizzato di Leadsbridge 

Questo strumento sincronizza il CRM o la risposta automatica dell’azienda con Google Ads, risparmiando tempo e sforzi. Carica automaticamente le tue e-mail su Google Ads, aggiunge nuovi abbonati, elimina le cancellazioni e gli utenti non segmentati. 

Come impostare il remarketing di Google Ads tramite un pixel (tag di remarketing)

Un tag di remarketing è un pezzo di codice o snippet da aggiungere al tuo sito web. Rende facile l’acquisizione dei dettagli dei visitatori mentre visualizzano diverse pagine del sito Web.

Segui i passaggi seguenti per impostare il tag di remarketing di Google

1. Accedi all’account ” Google Ads “.

2.   Fare clic sull’icona ” Strumenti “.

3. Fai clic su ” Gestore pubblico” sotto la ” Libreria condivisa”

Remarketing degli annunci Google

4. Fai clic su ” Fonti del pubblico ” e ” imposta tag 

Remarketing annunci Google

5. Scegli il ” tipo di informazioni ” che il tag raccoglierà. Successivamente, fai clic su ” Salva e continua”.

Remarketing annunci Google

6. Installa il tag sul sito Web tramite un tag manager o invialo tramite email al webmaster. Il tag deve trovarsi su ogni pagina del sito Web.

Remarketing annunci Google

Se vuoi installarlo, fai clic su ” installa tu stesso il tag” . Google fornisce uno snippet e istruzioni su come installare.

Remarketing annunci Google

7.   Fare clic su ” continua ” e fare clic su ” Fine” .

Il prossimo passo è creare la campagna.

Come creare la campagna di remarketing per annunci

L’ultima parte di questa esercitazione sul remarketing di Google Ads consiste nell’impostare una campagna di remarketing di annunci.  

Seguire i passaggi seguenti per farlo.

1. Vai su ” menu pagina ” e fai clic su ” campagne 

Remarketing annunci Google2.   Fai clic su + nuova campagna

3.   Seleziona il ” risultato desiderato dalla sezione obiettivo “. Poiché stai creando una campagna di remarketing per il traffico del sito Web, fai clic su ” Traffico del sito Web” .

Remarketing annunci Google4.   Scegli ” Visualizza ” sotto il tipo di campagna in modo che gli annunci possano essere pubblicati su tutta la Rete Display di Google.

5.   Scegli un ” sottotipo di campagna ” , “campagna display standard”

6.   Seleziona i ” modi in cui desideri raggiungere il tuo obiettivo” (digita l’URL del sito Web della pagina in cui hai inserito il tag di remarketing) e fai clic su ” continua “.

Annunci Google 18

7.   Inserisci i dettagli. Inizia selezionando la località , la lingua , le offerte e il budget .

8.   Crea il ” gruppo di annunci”

Remarketing annunci Google

9.   Seleziona la ” lista del pubblico ” creata all’inizio

10. Seleziona i dati demografici (ad es. Sesso, età, stato e reddito familiare)

Remarketing annunci Google

11. Scegli le ” opzioni di targeting per contenuto”. Esistono tre opzioni come mostrato di seguito. Scegli quello appropriato per la campagna.

Remarketing annunci Google

12. Al termine, fai clic su ” Crea campagne “. La prossima cosa è creare annunci per lanciare la campagna. Quindi fai clic su Crea annunci e segui le istruzioni.

Remarketing annunci Google

Come migliorare il targeting con Google Ads Audience Insights

Lo strumento Audience Insights è stato creato per aiutarti a scoprire nuovi segmenti di pubblico fornendo informazioni essenziali sui visitatori come dati demografici, dispositivi, posizioni, interessi negli elenchi per il remarketing. Ciò ti aiuterà a prendere le giuste decisioni su come indirizzare gli annunci al pubblico giusto e impostare le offerte correttamente.

Lo strumento Audience Insight è diviso in due sezioni: la distribuzione del pubblico e il pubblico pertinente. Sotto il pubblico pertinente, esistono segmenti di pubblico in-market e segmenti di pubblico di affinità. 

Pubblico nel mercato

Questi sono pubblici che stanno cercando prodotti e stanno valutando di acquistare un prodotto simile come il tuo. Sono sul mercato e cercano attivamente. Questi segmenti di pubblico ti aiuteranno a concentrarti sulle persone pronte per effettuare acquisti. 

Remarketing annunci Google

Google qualifica questi utenti come segmenti di pubblico in-market considerando la cronologia delle ricerche, i clic su annunci simili, i modelli di consumo dei contenuti e gli eventi di conversione. Il pubblico in-market ti dà la possibilità di indirizzare gli utenti giusti con le giuste offerte e al momento giusto perché sono alla ricerca di prodotti simili. L’aggiunta di segmenti di pubblico in-market al remarketing aiuta ad aumentare la qualità dei lead e delle vendite.

Segmenti di pubblico di affinità

Il pubblico di affinità si basa sugli interessi, gli stili di vita e le abitudini di acquisto delle persone. Google determina il pubblico in questa categoria raccogliendo informazioni basate sugli interessi trovate sui dispositivi mobili dell’utente, la cronologia di navigazione e l’attività delle app.

Remarketing annunci Google

Il pubblico di affinità può aiutarti a espandere la tua campagna pubblicitaria TV offline a una campagna online. Ciò produce risultati migliori perché il pubblico si sta già impegnando con argomenti simili su prodotti e servizi correlati.

GDPR e Google Ads

Il GDPR (General Data Protection Regulation) è un nuovo regolamento sulla privacy dei dati dell’Unione Europea. Il regolamento è stato creato per proteggere i dettagli personali dei cittadini dell’UE. Il GDPR controlla il modo in cui puoi raccogliere le informazioni personali dei cittadini dell’Unione Europea quando interagiscono con le tue campagne di marketing. Ai sensi del presente regolamento, non è consentito raccogliere i dati personali dei visitatori del sito Web dell’UE senza il loro previo consenso. 

In che modo il GDPR influenza le tue campagne di annunci Google?

Il GDPR non riguarda solo le imprese situate nell’UE, ma colpisce anche le imprese che hanno cittadini dell’UE come parte del pubblico delle loro campagne. Se non stai prendendo di mira il pubblico dell’UE con la campagna Google Ads, sei libero da problemi di GDPR. Tutto ciò che serve è escludere i paesi dell’UE dalla tua pubblicità. Se stai prendendo di mira un pubblico dell’UE nella campagna, utilizza il targeting geografico. Quindi crea campagne per ciascuno dei paesi dell’UE che desideri scegliere come target. Evita di colpire sia i paesi dell’UE che i paesi non GDPR con la stessa campagna.

Non tutte le campagne sono interessate dal GDPR. Ad esempio, gli annunci di ricerca non sono interessati perché hanno come target parole chiave e non utenti. La campagna pubblicitaria interessata dal GDPR include il remarketing, il monitoraggio delle conversioni, gli elenchi per il remarketing per gli annunci della rete di ricerca, la corrispondenza dei clienti e lo shopping nel negozio. Qualsiasi campagna impostata per raccogliere l’indirizzo e-mail degli utenti è richiesta per far loro sapere cosa succede ai loro dati dopo la registrazione. Un modo per farlo è quello di collegarsi a una pagina di politica sulla privacy al modulo di iscrizione. In questo modo, gli utenti verranno successivamente informati su ciò che si intende fare con i propri dati.

Conclusione

Il remarketing di Google Ads può essere effettuato in due modi: tramite pixel o remarketing di siti Web e un elenco per il remarketing. Il remarketing del sito Web è particolarmente utile per i negozi online, mentre gli elenchi per il remarketing sono utili per i negozi fisici. 

Leadsbridge può automatizzare gli elenchi per il remarketing, in modo sicuro e conforme al GDPR . Il nostro strumento di sincronizzazione personalizzato aiuta a sincronizzare il CRM o la risposta automatica della tua azienda con Google Ads, risparmiando tempo e sforzi. Le tue credenziali sono protette con crittografia a livello di banca. Tutte le trasmissioni a Leadsbridge sono anche crittografate a 256 bit e inviate tramite TLS 1.2, che è conforme allo standard di certificazione FIPS 140-2. Inoltre, tutti i servizi vengono eseguiti nel cloud. 

 Se desideri ulteriori informazioni sull’integrazione di LeadsBridge per il remarketing di Google Ads, fai clic qui e richiedi una demo con il nostro team .

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close