ibdi.it

[Top 5] Strategie SEO per il 2020

Strategie SEO
Search Engine Optimization (SEO), la pratica che si evolve ogni anno, è la strategia utilizzata per classificare i siti Web sui motori di ricerca come Google, Bing e Yahoo. SEO comporta strategie sia sul tuo sito web che fuori di esso.
La combinazione di contenuti, aggiornamenti costanti, tag e link strategici , parole chiave e social media ha dimostrato di aiutare le aziende ad apparire più alte in più ricerche e ad avere più clienti. 
  • Tag HTML di Jason Valasek
  • Posizionamento delle parole chiave di Gabi Zander
  • Il potere del contenuto di Shirin Ahmadpour
  • Ottimizzazione dell’immagine di Baylie Depp
  • Social Media by Charlotte Oliva
  • Previsioni SEO accurate al 100% per il 2020
  • Guida alle strategie SEO efficaci per migliorare il posizionamento nel 2020
  • Tendenze SEO per il 2020 che devi conoscere
Il 2020 ci ha portato un anno di apprendimento, test e crescita nel mondo della SEO.
 
Ecco le nostre 5 migliori strategie SEO per il 2020:

1. Tag HTML di Jason Valasek

 

– In che modo i metatag di Google influiscono sul SEO e sul tuo sito Web?

Se il tuo obiettivo è raggiungere la pagina 1 di Google e altri motori di ricerca, è necessario scrivere tag per il tuo sito Web. I meta tag aiutano Google a identificare il tuo sito web.
Rendi facile per Google trovare il tuo sito web scrivendo fantastici meta tag. Quando esegui una ricerca su Google, la prima cosa che vedi sono le meta parole chiave, dopo aver fatto clic su Invio viene visualizzata una pagina di elenchi. Google mostra elenchi basati su meta tag e meta parole chiave utilizzate in tutto il tuo sito Web. 
Esistono diversi tipi di tag che devi conoscere. I 3 tipi più popolari di tag utilizzati sono i tag titolo, i meta tag e la descrizione meta. 

– Meta tag parole chiave

I tag delle parole chiave meta indicano ai motori di ricerca di cosa tratta la tua pagina web. Ci sono sentimenti contrastanti sulla scelta di tag meta-parole chiave. Molti esperti SEO ritengono che i tag meta-parole chiave siano inutili. 
Alcuni articoli affermano addirittura che Google ignora completamente i tag meta-parole chiave. Nel passato troppi sviluppatori web abusavano delle meta-parole chiave e riempivano le loro pagine web di loro per ingannare i motori di ricerca. Da allora Google ha sviluppato nuovi algoritmi per impedire agli imbroglioni di beneficiare di questa strategia. 
Gli esperti SEO si riferiscono a questo come riempimento di parole chiave. Mi piace usare le meta parole chiave per tenermi concentrato sulla scrittura dei migliori contenuti per la pagina. Scegliere le migliori meta parole chiave mi aiuta a sviluppare uno sforzo mirato durante la scrittura di contenuti.

– Tag del titolo

I tag del titolo sono la prima cosa che vedi quando guardi una pagina di elenchi generata da Google. A prima vista vedrai una pagina di annunci relativi ai tuoi termini di ricerca. Quello che stai guardando sono le descrizioni dei titoli, il nome di dominio collegato agli elenchi visualizzati e le meta descrizioni. 
Le migliori etichette del titolo sono di solito circa 6-7 parole. I tag del titolo troppo corti non vengono cliccati tanto. I tag del titolo troppo lunghi non vengono letti correttamente. L’uso di una buona grammatica con aggettivi è un ottimo titolo. 

– Meta Description

Sotto il tag del titolo è la meta descrizione. Le descrizioni meta sono di solito circa 140 caratteri. Anche in questo caso scrivere con la grammatica corretta e usare gli aggettivi rendono grandi meta descrizioni. 
Scrivere meta descrizioni troppo a lungo verrà spesso tagliato. Va bene se lo fa. Tuttavia, mantieni le meta descrizioni vicine a 140 caratteri per il miglior impatto visivo. La creazione del miglior impatto visivo per i ricercatori consentirà di ottenere più clic e traffico sul tuo sito web. 
Siti web come Moz e Yoast sono ottime risorse per scrivere tag titolo e meta descrizioni efficaci basati su SEO.

– Quali sono le buone abitudini per migliorare il tuo posizionamento SEO?

Buone abitudini per migliorare il tuo posizionamento SEO utilizzando i tag titolo e le meta descrizioni. Rivedere i tag dei titoli e le meta descrizioni ogni 30 giorni è una buona abitudine per migliorare continuamente le tue probabilità di arrivare alla pagina 1 di Google e di altri motori di ricerca. 
Google ti premia per aver svolto il lavoro. L’obiettivo numero 1 di Google è di fornire alle sue ricerche le migliori informazioni possibili. Se il tuo sito web ha davvero i migliori contenuti, il miglioramento continuo dei tag del titolo e delle meta descrizioni aiuta Google a identificare il tuo sito web. Google risponde all’attività del ricercatore. 
Se ai ricercatori di Google piacciono i tag dei titoli e le meta descrizioni, è più probabile che facciano clic sul tuo sito Web.

2. Posizionamento delle parole chiave di Gabi Zander

Il primo passo per impostare il contenuto del tuo sito Web è selezionare le parole chiave SEO. Se sei un imprenditore, è probabile che tu stia già utilizzando SEO per costruire la tua attività online. In tal caso, probabilmente ti è stato chiesto ad un certo punto delle parole chiave SEO che volevi utilizzare. 
Uno dei primi e più importanti passi per un SEO di successo è scegliere le giuste parole chiave SEO per i contenuti del tuo sito web.

– Quindi, quali sono le parole chiave SEO?

Ogni volta che qualcuno cerca qualcosa su Google, utilizza parole chiave. Le parole chiave sono termini o frasi di ricerca utilizzati dagli utenti per trovare prodotti e servizi. 
La gestione dei dati delle parole chiave a coda corta e coda lunga a volte può essere molto impegnativa. Usando uno strumento come Linkio manterrai organizzate le tue varie parole chiave, i suggerimenti e le percentuali del testo di ancoraggio giusto ti aiuteranno ad andare oltre i tuoi concorrenti in un tempo veloce.
Google vuole fornire i risultati più utili visualizzando il sito Web più pertinente per soddisfare qualunque cosa qualcuno stesse cercando. Lo fa eseguendo la scansione del contenuto di un sito Web e abbinandolo alle parole chiave SEO che sono state cercate.

– Le parole chiave SEO devono essere nei miei contenuti?

 
Sì, non ci sarebbe altro modo per Google di sapere se il tuo sito Web è quello giusto per un utente se non stai visualizzando chiaramente le parole chiave SEO nei tuoi contenuti. 
Quindi, se stai cercando di classificare il tuo sito Web per qualcosa che NON è menzionato nei tuoi contenuti, sarai sfortunato!
Il contenuto del tuo sito Web è qualsiasi testo, immagine, video o qualsiasi altra cosa che aggiunga all’esperienza dell’utente. Ci sono molti posti nelle tue pagine web dove puoi aggiungere parole chiave SEO. La tua azienda SEO probabilmente sta gestendo l’aggiornamento dei tag sul back-end del tuo sito Web, quindi concentriamoci sui paragrafi del corpo.
Ogni pagina del tuo sito web dovrebbe concentrarsi su qualcosa di specifico e dovrebbe anche concentrarsi su una sola parola chiave SEO. Quando decidi cosa vuoi che le tue pagine web diano, tieni a mente le tue parole chiave SEO. 
È una buona idea scrivere una buona quantità di contenuti in modo da poter menzionare più volte le parole chiave SEO senza sembrare innaturale. Google può segnalare il tuo sito Web se ritieni che tu sia “imbottitura di parole chiave”, che si sta aggiungendo parole chiave solo per ingannare gli algoritmi SEO di Google.

Quanto contenuto è sufficiente?

La risposta è quanto puoi produrre. 
Quindi, perché devo conoscere le parole chiave SEO? A meno che tu non stia pagando un sacco di soldi per avere qualcun altro a creare i tuoi contenuti per il tuo sito Web, è probabile che TU sei tu a scrivere tutto. Scrivere i tuoi contenuti è un ottimo modo per personalizzare la tua attività. 
Per non parlare, chi altro sa di più sulla tua attività di te? Quindi, se passerai tutto il tempo a scrivere contenuti per classificare il tuo sito Web, vorrai che funzioni, giusto?
E anche se hai alcuni contenuti sul tuo sito web ora, il tuo SEO trarrà sempre beneficio da più . Se sei assolutamente soddisfatto di ciò che viene visualizzato sulle tue pagine web e non vuoi aggiungere più contenuti, puoi scegliere di aggiungere un blog al tuo sito Web e pubblicare regolarmente. 
I blog sono un ottimo modo per mantenere aggiornato il tuo sito Web con articoli di blog ricchi di parole chiave SEO. Google eseguirà la scansione dei post del tuo blog alla ricerca di parole chiave proprio come avviene sulle tue pagine web. I contenuti recenti, pertinenti e aggiornati saranno sempre favoriti da Google su tutto il resto e se riesci a far interagire gli utenti con i blog, è ancora meglio!

Facile vero?

 
Ok, quindi ora sei pronto a scrivere contenuti incentrati sulle parole chiave SEO, giusto?
Giusto!
Tuttavia, non arrabbiarti con te stesso se non sei perfetto subito. Proprio come qualsiasi altra cosa ci vuole pratica per scrivere un articolo dal suono naturale assicurandosi di utilizzare le parole chiave SEO. Sviluppare questa abilità può richiedere del tempo, ma potrebbe essere ciò che distingue il tuo sito Web e il tuo business da tutto il resto.
 

 

3. Il potere dei contenuti di Shirin Ahmadpour

Quale modo migliore per dimostrare che la tua azienda è l’esperta nel tuo settore se non la creazione di un’abbondanza di contenuti? Ma sapevi che il contenuto ha un valore immenso nel SEO ? I contenuti sia sul tuo sito Web che distribuiti online aiutano i motori di ricerca a riconoscere il tuo sito Web, a determinarne la pertinenza e a classificare il tuo sito Web in alto nelle ricerche. 
Ciò significa che un numero maggiore di potenziali clienti troverà la tua attività durante la ricerca del tuo prodotto o servizio, argomenti relativi a ciò che fornisci e risposte alle loro domande correlate.
Ecco diversi tipi di contenuti utilizzati in SEO:
  • Articoli di lunga durata pubblicati sui blog (1500-2000 parole)
  • Articoli in forma breve pubblicati sui blog (300-500 parole)
  • video
  • Infografica, immagini e GIF
  • Contenuto scritto sulle pagine del sito Web
  • Contenuto dei social media
La creazione di contenuti mantiene aggiornati il ​​sito Web, gli elenchi, i profili dei social media e la reputazione online della tua attività con un flusso costante di nuovi contenuti. I motori di ricerca premiano i siti Web attivi, affidabili e ottimizzati per SEO e dispositivi mobili. 
Articoli di blog SEO di lunga durata lunghi almeno 2.000 parole hanno dimostrato di essere il modo migliore per costruire trazione online. Questi articoli offrono ai crawler dei motori di ricerca l’opportunità di vedere che il tuo articolo e sito Web sono una corrispondenza attendibile per una ricerca degli utenti. La scrittura di articoli di lunga durata aiuta anche a mostrare il tuo livello di competenza nel tuo settore. Quando diventerai un leader di pensiero online, non solo crescerà la tua presenza online, ma anche la tua attività.
Il bello di avere i tuoi articoli pubblicati online è che puoi modificarli costantemente e aggiungervi. Supponiamo che tu abbia scritto 2000 parole sul tuo settore e, qualche mese dopo, hai aggiunto più contesto, un video e qualche altra foto. Questo aggiornamento consentirà ai motori di ricerca di eseguire un’altra ricerca per indicizzazione sulla tua pagina e di corrispondere meglio agli utenti. Contenuti di qualità ricchi di informazioni utili, parole chiave SEO e multimedia sono il modo migliore per ottenere più velocemente il posizionamento del tuo sito Web nei motori di ricerca.
Rilasciare nuovi contenuti ogni settimana è un ottimo punto di partenza. Nel tempo, avrai una libreria completa di contenuti che possono essere ridistribuiti e riutilizzati. Aggiungi una pagina blog al tuo sito Web e includi una variante di articoli blog lunghi e brevi che includono parole chiave e frasi di parole chiave. 
Assicurati di includere immagini e / o video e aggiungi collegamenti nel tuo blog. 
Scrivere contenuti di qualità è importante e non devi nemmeno essere uno scrittore professionista per farlo. Dare ai visitatori del tuo sito Web qualcosa di utile da leggere o guardare sul tuo sito Web aumenterà il tempo che le persone trascorrono sul tuo sito Web e aumenterà il tuo SEO. 
Quando scrivi contenuti, pensa agli argomenti che i tuoi clienti vorrebbero o avrebbero bisogno di sapere. A quali domande rispondi in continuazione riguardo ai tuoi servizi? Scrivi le tue pratiche commerciali, le caratteristiche e i vantaggi che offri e condividi storie di successo.
Ecco alcuni dei posti migliori per condividere i tuoi contenuti diversi da quelli direttamente sul tuo sito Web:
  • Piattaforme di social media (FaceBook, YouTube, Instagram, ecc.)
  • Forum e piattaforme blog (Medium, Tumblr, StumbleUpon)
  • Liste di distribuzione online 
Il contenuto è davvero il re non solo per il marchio, ma per il SEO. Più contenuti, portano a un maggiore coinvolgimento, il che porta a livelli più alti su Google. E quando crei contenuti, assicurati di condividerli su ogni supporto a cui puoi pensare e di collegarli al tuo sito web. 
L’obiettivo è quello di creare così tanti contenuti di qualità che i potenziali clienti possano trovare la tua attività online più velocemente, riconoscerla come fonte affidabile di informazioni e creare una maggiore consapevolezza del marchio.

4. Ottimizzazione dell’immagine di Baylie Depp

Il mondo digitale sta diventando sempre più visivo, quindi il valore dell’ottimizzazione delle immagini non può essere trascurato. È probabile che tu abbia almeno un’immagine su ogni pagina del tuo sito web. Senza la corretta ottimizzazione, stai negando un prezioso asset SEO. 
L’ottimizzazione delle immagini può creare una migliore esperienza utente, tempi di caricamento della pagina più rapidi e può migliorare il tuo SEO all’interno dei risultati di ricerca tradizionali e di immagini. Mentre la tecnologia di ricerca visiva ha apportato notevoli miglioramenti, i robot dei motori di ricerca non sono ancora in grado di identificare il contenuto di un’immagine. Invece, si basano sul testo associato all’immagine per capirlo e leggerlo. 

I migliori consigli per ottimizzare le tue immagini per il SEO nel 2020:

– Usa immagini JPEG e PNG. 

 
Un’immagine JPEG manterrà la sua qualità migliore di qualsiasi altro formato quando viene compressa o ridimensionata. JPEG è il tipo di foto più popolare nello spazio digitale ed è perfetto per formare immagini di qualità in file di piccole dimensioni. 
Le immagini PNG sono utili per la gestione della trasparenza. Sono spesso usati per i loghi, poiché l’immagine appare piccola, ma la risoluzione è di altissima qualità. 
 

– Utilizzare le dimensioni ottimali del file senza perdere la qualità. 

 
Le immagini di grandi dimensioni sono la causa principale dei tempi di caricamento più lenti, che possono danneggiare la tua SEO e l’esperienza utente. Ridurre i file di immagine del tuo sito tramite ridimensionamento e compressione può aiutare immensamente. 
Le dimensioni complessive dell’immagine non dovrebbero essere molto più grandi di quelle effettivamente necessarie (ovvero, la larghezza della pagina Web). Puoi utilizzare la funzionalità “Salva per Web” di Adobe Photoshop, strumenti come Pixlr e PicMonkey , oppure su WordPress sono disponibili numerosi plug-in di ridimensionamento.

– Aggiungi didascalie descrittive. 

 
Questa è una best practice SEO. La didascalia è il testo che appare proprio sotto l’immagine, che spiega ciò che vedi nell’immagine. La descrizione fornisce più contesto ai motori di ricerca per comprendere la tua immagine (a parte il testo alternativo). Ricorda solo di non forzare la didascalia quando non è necessaria.
 

– Dai un nome alle tue immagini per SEO.

 
La creazione di nomi di file descrittivi e ricchi di parole chiave è fondamentale quando si tratta di SEO. In genere, le tue immagini avranno nomi di file come “IMG_120917” o qualcosa di simile. Questo non aiuta i motori di ricerca a capire la tua immagine. Se vendi prodotti per la cura della pelle organici, dai un nome alla tua immagine “lozione per il corpo alla vaniglia”. 

– Scrivi testo Alt SEO-friendly. 

 
I tag alt sono l’alternativa testuale alle immagini quando un browser non riesce a leggerle correttamente. Simile al titolo, il tag alt viene utilizzato per descrivere il contenuto di un file di immagine. Il testo alternativo è richiesto anche dall’American Disabilities Act , in quanto viene utilizzato per le persone che non sono in grado di visualizzare le immagini stesse.

5. Social Media by Charlotte Oliva

Quali sono i vantaggi SEO dei social media? I social media sono una zona grigia quando si tratta di SEO. Non c’è stata una risposta definitiva se abbia o meno un effetto sulle classifiche di Google. Nel 2014 Matt Cutts ha indicato la relazione come una correlazione ma non necessariamente una causalità. 
Se scavi su Google per cercare una risposta, ti troverai di fronte a spiegazioni ambigue, pieno di forse e di se. 
La relazione potrebbe essere sfocata, ma ciò non significa che dovresti ignorarla. Se prendiamo in parola Matt Cutts per questo (lo farei sicuramente), i social media devono dare una mano alla tua strategia SEO principale. 
Quando usi i social media per la tua strategia SEO 2020:

Crea valore, non fare rumore:

Crea contenuti attorno ad argomenti che interessano davvero alle persone. Se stai creando contenuti per riempire lo spazio del tuo blog, allora stai perdendo tempo. Se non sei investito nel fornire valore reale ai tuoi lettori, perché dovrebbero investire il tempo di leggere il tuo blog? 
Non dare per scontato ciò che il tuo pubblico ama leggere, fai le tue ricerche. Ci sono una manciata di strumenti come ahrefs e Buzzsumo che valutano gli argomenti di tendenza, le prime pagine di classifica per quegli argomenti e i segnali sociali per le pagine. 

Scrivi contenuti che le persone vorranno condividere:

Utilizzando gli strumenti di marketing sopra menzionati, trova i 5 principali argomenti di tendenza e scegline uno da riscrivere, ma assicurati di aggiungere il tuo tocco personale. Aggiungi un pensiero personale, fai una domanda o fai una previsione, qualsiasi cosa possa indurre i lettori a impegnarsi in una conversazione. 
Quando promuovi contenuti di tendenza sui social media, fai una piccola ricerca su come gli altri parlano dell’argomento. Quali hashtag stanno usando? Chi stanno taggando? Le persone fanno domande o affermano la propria opinione? 
Questo ti aiuterà a capire quale lingua usare e quali strategie adottare per quel particolare argomento di tendenza. 

Partecipa alle conversazioni online:

Non ricreare la ruota. C’è un’alta probabilità che il tuo settore preferito abbia una manciata di fantastiche piattaforme social e / o forum online in cui si stanno già svolgendo preziose conversazioni. 
Scopri dove il tuo pubblico è online e scava un po ‘più a fondo per trovare conversazioni relative all’argomento scelto. Unisciti alla conversazione, commenta quando necessario, rispondi alle domande e diventa un leader del pensiero nello spazio. 
Non essere timido per ricollegarti al tuo sito Web o blog, ma usa il tuo onesto giudizio e chiediti “è un backlink naturale?”. 
Forbes approfondisce il modo in cui costruire e alimentare un pubblico di social media con strategie di ascolto sociale . Vale la pena leggere. 
Monitora i segnali social : sono le misurazioni dell’attività dei social media di una pagina Web come condivisioni, Mi piace, coinvolgimento e copertura. Questi potrebbero essere presi in considerazione quando un motore di ricerca pesa il valore di un articolo. 
Ad esempio: se un articolo che hai scritto ha raccolto molte interazioni sui social media, mostra Google: 
  • Hai aumentato il traffico del sito web dai tuoi post sui social media. 
  • L’articolo fornisce valore ai lettori. 
Questo dice a Google che i tuoi contenuti sono una risorsa preziosa. La pertinenza e i contenuti a valore aggiunto sono fortemente ponderati con le classifiche di Google. Devono ancora ammettere che i segnali sociali hanno un effetto, ma con tutte queste informazioni presentate davanti a noi, è chiaro che se non vengono utilizzate ora, verranno utilizzate in un futuro molto prossimo.
In conclusione, la SEO sta cambiando il modo in cui le aziende si collegano con i clienti e il modo in cui i consumatori trovano attività. 
Le aziende devono essere più di un semplice prodotto o servizio, devono essere una fonte di informazioni se vogliono salire in cima a Google, essere pensate leader nel loro settore e superare i concorrenti. 
Ci piacerebbe rispondere alle tue domande SEO e aiutarti ad andare avanti con il tuo piano di marketing 2020.

Previsioni SEO accurate al 100% per il 2020

La SEO è difficile da prevedere perché l’algoritmo di Google cambia a seconda del problema prevalente. Quello che potresti pensare come un problema di categoria 1 potrebbe rivelarsi un problema di categoria 5 il prossimo mese. Questa modifica comporterà sicuramente maggiori problemi nella classifica del tuo sito web.
Se non sai dove sta andando la SEO, la strategia e la pianificazione diventano molto difficili. Fortunatamente per te, ti abbiamo reso facile. Di seguito sono elencate le previsioni SEO per il 2020 che gli esperti condividono.

Concentrati sulla velocità

La velocità è tutto per SE0 nel 2020 e non stiamo parlando solo della velocità del sito. I recenti progressi tecnologici hanno permesso alle persone di connettersi ovunque vadano. Ciò ha permesso alle persone di adottare uno stile di vita frenetico, che siano in transito o meno.
In altre parole, il tuo sito verrà ignorato se i tuoi contenuti non saranno immediatamente accessibili.  Oltre alla velocità del sito, anche i tuoi contenuti dovrebbero essere pertinenti e offrire valore ai lettori. Il modo in cui lo presenti è la sfida. Devi fornire all’utente il contenuto esatto che stanno cercando nel più breve tempo possibile.
Se i tuoi contenuti sono accessibili tramite ricerca organica o link interni , è necessario accedervi immediatamente. Altrimenti, gli utenti passeranno semplicemente a un altro sito che offre loro la velocità di cui hanno bisogno.
Molti utenti non riescono a lasciare una pagina quando si carica per più di due secondi. Una volta che sono sulla pagina, hanno la stessa mentalità frenetica quando cercano il contenuto che desiderano. Oltre a sapere cosa vogliono imparare gli utenti, prova a capire il loro metodo e il motivo dell’accesso.

Mobile-First Index

Search Console potrebbe averti informato sull’indice mobile-first. Dal 2020, Google ha iniziato il processo di trasferimento di siti Web nell’indice mobile-first. Ciò significa che Google indicizza e classifica la tua pagina in base alla sua versione mobile.
Tieni presente che questo indice non significa solo dispositivi mobili. C’è un indice che valuta sia la versione desktop che quella mobile. Tuttavia, una volta eseguita la migrazione del sito Web, Google utilizzerà le versioni mobili per il posizionamento .
Ora che la versione mobile è il fattore principale per il posizionamento, non dovresti aspettare di rendere il tuo sito web ottimizzato per i dispositivi mobili. Per essere ottimizzato per i dispositivi mobili, ovviamente, devi creare una versione mobile del tuo sito Web, quindi eseguirne la scansione con un bot mobile e verificare la velocità di caricamento.

Intento di ricerca dell’utente corrispondente

Hai provato a fare clic su un URL nei risultati di ricerca e hai scoperto che le informazioni non sono ciò di cui hai bisogno? Sono finiti i giorni in cui il focus del SEO sono i backlink e la densità delle parole chiave. Nel 2020, SEO si concentrerà sull’ottimizzazione dei contenuti che soddisfa l’intento di ricerca degli utenti. Con l’evoluzione dei motori di ricerca e della SEO, la SEO diventerà più dinamica e avvincente in futuro.
Google ha affrontato molti problemi di pogo stick negli ultimi anni in cui gli utenti rimbalzano ogni volta che fanno clic su un collegamento non pertinente. Per migliorare la sua esperienza utente, Google introdurrà molte nuove funzionalità per i motori di ricerca ogni anno. Tutte le nuove funzionalità aiuteranno gli utenti a cercare le informazioni che stanno cercando nel più breve tempo possibile.
Ora, ottenere un posto nella prima pagina non è più sufficiente. Il tuo sito Web deve essere presente nelle nuove funzionalità di Google, come frammenti e pannello delle conoscenze. In poche parole, il tuo sito Web deve essere visto ovunque.
Un’altra cosa che devi considerare è la pertinenza dei tuoi contenuti. Rispetto agli anni precedenti, Google ha una migliore comprensione delle intenzioni di ricerca degli utenti. Ecco perché vedi molti pacchetti di immagini e caroselli video nei risultati di ricerca del motore di ricerca.
Ecco un suggerimento se si desidera ottenere un posizionamento migliore su determinate query di ricerca. Google quelle determinate parole chiave e scopri quale forma di contenuto prende il primo posto nella pagina dei risultati del motore di ricerca. Se è un video, probabilmente dovresti creare un contenuto video.

Guida alle strategie SEO efficaci per migliorare il posizionamento nel 2020

Migliorare la tua classifica richiede tempo e fatica. Ma ci sono alcune strategie SEO là fuori che sono semplici da fare e forniranno buoni risultati. Ecco alcune delle migliori strategie SEO per il 2020.
# 1 Usa video
Si prevede che la maggior parte del traffico Internet verrà speso per il video. Ecco perché è importante realizzare un video per ottimizzare i tuoi contenuti . Prova a incorporarlo nella pagina di destinazione e osserva come sono aumentati i tassi di conversione e il tasso di rimbalzo. Più bassa è la frequenza di rimbalzo, più alta sarà la posizione in classifica di Google.
# 2 Crea contenuti di alta qualità
Una delle strategie SEO più efficaci è quella di creare contenuti di alta qualità . Il tuo sito web dovrebbe avere video e un blog. Abbiamo già spiegato l’importanza dei video sopra e un blog è altrettanto importante.
Per migliorare il tuo posizionamento, sii davvero istruttivo e imposti te stesso come esperto nel tuo settore. Pubblica tendenze, notizie e tutto ciò che riguarda il tuo pubblico. Trova un modo per collegare il tuo blog alla tua nicchia e includi i collegamenti ad altri tuoi lavori.
# 3 Traccia il tuo sito
Il monitoraggio è davvero importante perché può aiutarti a determinare i problemi con il tuo sito web. Scopri quali pagine hanno una frequenza di rimbalzo elevata e migliorale prima. Google Search Console e Google Analytics sono tra i migliori strumenti per controllare il tuo traffico e i problemi con le tue pagine. L’installazione è semplice purché si abbia accesso al server.
# 4 Proteggi un certificato SSL
Dal 2014, SSL è un fattore per classificare i siti Web. Ciò è particolarmente importante per i siti Web di e-commerce in cui la sicurezza è importante. Il crimine informatico è in aumento e le persone vogliono sicurezza quando condividono informazioni riservate sul web.
# 5 Crea il tuo annuncio
Un’altra grande tecnica SEO per il 2020 è la lista delle mappe. Questo è qualcosa che offrirà valore al tuo sito web. Utilizza Google MyBusiness per pubblicare il tuo sito più volte su Google.
La cosa buona di Google MyBusiness è che si collegherà al tuo sito e lo renderà più visibile su Internet. Quando fai la tua inserzione, assicurati di fornire tutte le informazioni necessarie. Prova ad aggiungere alcune buone foto della tua posizione, squadra e prodotti per aiutarti a creare fiducia con i tuoi clienti.
Mentre il nuovo anno si svolge, i proprietari di siti Web sono alla ricerca di modi per migliorare le proprie classifiche. Come esperti SEO in Arizona , abbiamo elencato le tendenze SEO che devi tenere d’occhio per quest’anno. Per i principianti, i seguenti sono i tre trend SEO che dovresti dare priorità per classifiche migliori:
I siti Web protetti sono un must
Una cosa importante che cambierà il campo di classificazione è la sicurezza dei siti Web. Tieni presente che Google sta considerando la sicurezza del sito Web come un importante fattore di ranking. I siti Web con un certificato SSL supereranno quelli senza un certificato SSL in Google, tutto il resto è uguale.
Tieni presente che la sicurezza del sito Web è fondamentale per i negozi di e-commerce che raccolgono informazioni sui pagamenti dai propri clienti. Questo è il motivo per cui ci sono il GDPR e altre leggi che impongono sanzioni ai proprietari di siti Web che non daranno la priorità alla sicurezza e alla privacy dei loro visitatori.
Inoltre, dovresti sapere che gli hacker si stanno avvicinando alle PMI a causa della loro vulnerabilità. Oltre a classificare meglio, la sicurezza del sito Web può anche prevenire una violazione dei dati che comprometterà le informazioni dei tuoi clienti.
Oltre a installare livelli di sicurezza, dovresti anche usare password complesse ed evitare di dare accesso al sito Web a persone di cui non ti fidi completamente.
Se vuoi migliorare la tua sicurezza web, puoi assumere servizi SEO in Arizona per aiutarti. 
I siti Web ottimizzano per la ricerca vocale
La ricerca vocale è qui per restare! Secondo le statistiche compilate da Backlinko, circa il 40% di tutti gli utenti Internet adulti utilizzerà la ricerca vocale ogni giorno. Inoltre, circa la metà di tutti gli utenti di Internet utilizzerà la ricerca vocale per cercare un prodotto online. Infine, il traffico di ricerca vocale è aumentato di 35 volte tra il 2008 e il 2016.
Con questi numeri, è ovvio che l’ottimizzazione per la ricerca vocale è la prossima grande novità. Quindi come puoi farlo? I pacchetti mensili SEO in Arizona possono essere d’aiuto. 
Saranno utili parole chiave conversazionali anziché stringhe di query instabili. Questo imita il modo in cui una persona normale parlerebbe a Siri, Alexa, Cortana e altre tecnologie di ricerca vocale . In effetti, gli esperti prevedono che entro il 2020, il 50% di tutte le ricerche su Internet proverrà da dispositivi vocali intelligenti.
Oltre alla corretta selezione delle parole chiave, dovresti concentrarti sul contenuto informativo, di navigazione e transazionale. Al giorno d’oggi questi tipi di contenuti comprendono una grande porzione di traffico vocale.
Il CTR e il tempo di permanenza sono destinati a diventare fattori critici di classificazione
Ultimo ma non meno importante, devi migliorare le tue percentuali di clic e per quanto tempo un visitatore rimane all’interno del tuo sito web. I motori di ricerca prendono alte frequenze di rimbalzo in segno di scarso contenuto, quindi classificano tali siti in basso.
Se si desidera aumentare il tempo di permanenza, è necessario mantenere le pagine interessanti, sia in termini di contenuto che di design. Per coloro che trovano questi compiti tecnici, i pacchetti SEO per piccole imprese in Arizona saranno un grande investimento.
Inoltre, un breve periodo di permanenza significa che il visitatore non è contento del tuo contenuto. È anche possibile che le informazioni fornite non siano molto utili o relative alla loro query di ricerca.
Parole finali 
La SEO è una componente vitale del marketing online in Arizona. Quindi per quest’anno, devi aggiungere nuovi trucchi sotto le maniche. In questo modo, puoi superare i tuoi concorrenti e aumentare i tuoi profitti.
Exit mobile version