Cerca

Swing Trading: Cosa devi sapere nel 2020

Swing Trading: cosa devi sapere nel 2020

Lo swing trading è diventato molto popolare di recente, anche se è in circolazione da molto tempo.
Nonostante la considerevole età del metodo di trading, il suo uso attivo tra i trader è iniziato diversi decenni fa, quindi alcuni trader considerano lo swing trading una nuova tendenza nel trading online. Quindi oggi vedremo cos’è lo swing trading, discuteremo alcune strategie di swing trading e i principali vantaggi di questo approccio. 

Cos’è lo swing trading?

Prima di parlare dello swing trading e dei suoi principi principali, affrontiamo le nozioni swing high e swing low level. Il prezzo di qualsiasi attività non può aumentare o diminuire costantemente. La natura del movimento dei prezzi è progressiva e si sposta da un punto a un altro intoppo. Dopo la crescita, c’è una leggera diminuzione. Se le aree in cui il tasso sta aumentando più delle aree in cui sta diminuendo, il mercato è in una tendenza al rialzo. Se il prezzo diminuisce più di quanto aumenti dopo, la tendenza al ribasso domina.

ISCRIVITI ALLE NOSTRE MAILING LIST PER IMPARARE TRUCCHI MAI VISTI SUL MARKETING, SEO E GUADAGNO ONLINE!

Estremi locali del prezzo, i suoi punti estremi sul grafico non sono altro che livelli altalena e altalena bassa.

Lo swing trading implica fare soldi sulla ciclicità dei movimenti del mercato. I livelli bassi di altalena supportano il prezzo e i livelli alti di altalena sono la resistenza. Il principio generale del trading swing è quello di determinare i livelli e l’apertura delle posizioni lunghe dal punto più basso dello swing e il cortocircuito dal livello alto dello swing. A prima vista, sembra che la strategia di trading sia molto semplice, sebbene non lo sia in realtà.

Il trading in stile swing è di solito effettuato su base giornaliera e meno spesso su intervalli di 4 ore. Le posizioni si svolgono da diversi giorni a diverse settimane. Un trader deve solo valutare la situazione del mercato una volta al giorno per decidere se entrare nel mercato con una nuova posizione o chiudere quella attuale. Questa tecnica salva i partecipanti dal trading eccessivo, che è particolarmente comune per i principianti. Usando il metodo del trading swing, non è necessario sedersi al monitor per ore e cercare segnali, come fanno gli scalper.
Il trading swing è trading sulle fluttuazioni dei prezzi. Questa tecnica può includere il trading all’interno dei canali o il trading sul rimbalzo dalle linee di tendenza, che sono formate da estremi locali.
Il principio generale dello swing trading è che tutti gli estremi dei prezzi locali non sono formati per caso. Questi sono i luoghi in cui il prezzo non è stato in grado di superare ulteriormente, quindi è ovvio che hanno un potere speciale. Di solito, quando il prezzo si avvicina al livello di supporto (oscillazione bassa in passato), il trader si aspetta che il prezzo rimbalzi di nuovo da esso e aumenti. Lo stesso accade con i livelli di resistenza.

Le disposizioni, i principi e gli obiettivi del swing trading sono incorporati in ciascuna delle sue fasi. In generale, l’algoritmo include:

  • Fase 1 – Analisi di mercato. Per swing trading classico si intende la definizione di Active Trader Zone (AZT), che ci consente di effettuare una valutazione preliminare del comportamento dei prezzi e di considerare la probabilità di opzioni per un ulteriore sviluppo della situazione. Un esempio di costruzione AZT è una combinazione tradizionale di medie mobili per lo swing trading, esponenziale con il periodo 20 (lento) e semplice con il periodo 10 (veloce). Trovare il prezzo nell’area tra loro è considerata la profondità ottimale di ritracciamento con l’ulteriore ricerca di un segnale per entrare, al di fuori dell’EMA (30) indica una profondità significativa di correzione e la probabilità di cambiamento di tendenza (o almeno transizione alla fase di consolidamento).
  • Fase 2 : identificazione della fase di mercato. Nello swing trading, viene spesso utilizzata la teoria delle quattro fasi che compongono il ciclo di mercato. I primi 2 sono – consolidamento (intervallo) dopo un movimento verso l’alto o verso il basso, 2 – tendenze: “rialzista” (aumento dei prezzi) e “ribassista” (riduzione dei prezzi). Durante l’appartamento, il giocatore è fuori dal mercato, in modalità standby, dopo l’inizio delle aree di tendenza – in cerca di conferma, swing e un buon momento per aprire una posizione.
  • Passaggio 3 : ricezione della conferma dell’inversione. Il passaggio dalla fase della gamma al movimento diretto o alla definizione dell’inversione del punto di tendenza richiede un’identificazione accurata. Altrimenti, esiste il rischio di aprire una posizione di controtendenza con un’alta probabilità di perdita. In pratica, vengono utilizzate diverse varianti, ad esempio il modello di inversione in 3 fasi proposto da B. Sperando (sfondare l’attuale linea di tendenza – formazione di un nuovo picco con successiva verifica del livello formato – sfondare l’estremità precedente nel direzione opposta), la formazione di forti schemi di inversione del candeliere, ottenendo segnali di oscillatore.
  • Fase 4 : ottenere segnali di trading e loro conferma, ad esempio, per volumi. Varie tattiche sono utilizzate nel trading swing, come il trading per livelli, l’analisi della volatilità, l’uso dei segnali degli oscillatori, ecc. Tutte le strategie di trading generano segnali per entrare nel mercato e chiudere posizioni. L’autenticità dei segnali è confermata anche da diversi metodi, tra i quali uno dei migliori è la conferma per volumi. Questi dati facilitano l’identificazione della fase, dimostrano l’attuale livello di liquidità, consentono di ottenere un’interpretazione accurata delle situazioni, ad esempio in caso di divergenze, guasti, ecc.

Che cos’è un trader swing?

Che cos'è un trader swing?

Fondamentalmente, i trader swing sono quelli che sono in grado di seguire le fluttuazioni dei prezzi di mercato in modo tale da rendere il trading piuttosto redditizio. Come abbiamo già detto, le posizioni vengono posizionate per alcune ore o giorni. Semplifica l’intero processo dal punto di vista di un pedaggio emotivo che ti rende meno nervoso rispetto allo scalping e al trading intraday. Possono anche combinare metodi di analisi fondamentali e tecnici per identificare i punti di entrata e di uscita del mercato. Di solito, i trader swing preferiscono le coppie di valute classiche e lo swap deve essere positivo quando le posizioni vengono rinnovate al giorno successivo.

  • vantaggi

Il numero crescente di aderenti al trading swing è spiegato dai vantaggi che caratterizzano questo stile di trading. Consideriamo i principali.  
Entrare nel mercato in una direzione con grandi attori consente di massimizzare i profitti e ridurre al minimo le perdite
Non è un segreto che il prezzo sia guidato dai partecipanti al mercato con grandi capitali, non da una folla di piccoli speculatori. Ecco perché i commercianti privati, come i piccoli “pesciolini”, dovrebbero seguire le “balene”.
Come sappiamo dai postulati di Charles Dow, i prezzi seguono le tendenze che si creano sui tempi più alti grazie alle posizioni di “squali” e “balene” del mercato.
È possibile seguire la direzione del movimento dei partecipanti al mercato con un grande capitale, conoscendo l’analisi fondamentale. È possibile capire in quale direzione si trova la maggioranza dei partecipanti al mercato valutario, analizzando i rapporti della commissione CFTC, i livelli di opzione, la direzione delle politiche monetarie delle banche centrali.
Puoi trovare il punto di ingresso per l’apertura di uno scambio in questa direzione con l’aiuto di complesse analisi tecniche, monitorando il trend principale, a partire dal periodo mensile, proseguendo con settimanali e giornalieri.
In questo caso, la regola principale per un trader swing sarà il buon vecchio “trend is your friend”, una voce nella direzione del trend prevalente. Sarà rilevante applicare strategie di trading di canali di tendenza e di prezzo.
Lo swing trading ti consente di guadagnare di più spendendo meno tempo
Analisi di mercato su intervalli di tempo più elevati e il termine della posizione, che è di 2-5 giorni, ti consente di non analizzare il grafico ogni ora ed elimina la necessità di una presenza costante sul tuo computer.
Di norma, i movimenti di prezzo in periodi di tempo elevati sono piuttosto inerti e l’analisi effettuata all’inizio della settimana sarà pertinente fino a venerdì.
Questo stile di trading genera un piccolo numero di punti di ingresso, ma il potenziale di profitto in essi, a seconda della volatilità della coppia di valute, è di circa 100 punti, e talvolta anche superiore. Inoltre, le tendenze a lungo termine talvolta danno luogo a negoziazioni con un rapporto rischio / profitto superiore a 1: 3.
Per quanto riguarda il consumo di tempo, un’ora o due al giorno sono sufficienti per l’analisi del mercato, l’apertura degli scambi o l’immissione di ordini in sospeso. Allo stesso tempo, una voce protetta da Stop Loss e Take Profit rende sicura qualsiasi posizione.
Capacità di utilizzare strategie diverse
Come menzionato sopra, lo swing trading caratterizza lo stile del trading, mentre la scelta della strategia dipende da un trader. Ciò significa che è possibile applicare quei metodi di analisi di mercato e trovare punti di ingresso, che sono i più vicini e comprensibili per te.
Puoi oscillare come nei canali di tendenza, acquistando dal terzo punto della linea di tendenza in una tendenza al rialzo e vendendo in una tendenza al ribasso e utilizzando indicatori, come una media mobile con un ampio periodo come linea di tendenza fluttuante.
Si raccomanda di combinare i metodi di analisi di mercato su intervalli di tempo elevati. È obbligatorio comprendere la direzione dei grandi giocatori per comprendere l’analisi tecnica. E i modelli di azione dei prezzi, i modelli di candelabri negli intervalli di tempo più alti e le figure di analisi tecnica ti aiutano a tracciare i punti di ingresso nella stessa direzione dei grandi soldi.
Le peculiarità del set di posizioni del grande giocatore sono che non può entrare nel mercato con tutto il volume in una volta, ecco perché lo guadagna passo dopo passo, il che si traduce nella formazione di scambi sulla carta.
Se due partecipanti con un grande capitale competono per i migliori prezzi di entrata, possono raccogliere le fermate l’uno dell’altro e della folla, formando ombre di falsi guasti, che indicano un forte e forte movimento dei prezzi.
Nel frattempo, lo swing trading implica uno speciale metodo di calcolo delle gestioni. Dal momento che l’apertura delle negoziazioni avviene in tempi elevati, Stop Losses sarà maggiore.
Pertanto, il volume delle entrate commerciali dovrebbe essere ridotto. Ma il rischio nel denaro per trade può essere leggermente aumentato, perché il numero di trade nel trading swing è inferiore e l’aspettativa matematica è più alta.

  •  Rischi associati

Questo metodo di trading non è privo di rischi. 
Il primo associato allo swing trading è il trasferimento di posizioni durante la notte. Questi rischi sorgono inevitabilmente se si desidera mantenere una posizione per diversi giorni. Ciò significa che la tua posizione potrebbe essere influenzata da alcune notizie inaspettate relative alla risorsa stessa o al mercato in generale. Dovresti cercare di mitigare questo rischio scegliendo la giusta dimensione della posizione e chiudendo il trade prima di importanti notizie o alcuni dati rilasciati.
Inoltre, i trader swing sono soggetti all’imprevedibilità dei rischi durante la notte che possono comportare movimenti significativi dei prezzi. I trader swing possono controllare periodicamente le loro posizioni e agire quando vengono raggiunti punti critici.
Anche se ci sono costi di negoziazione inferiori rispetto al day trading, i trader swing sono addebitati swap (o accreditati). Nel caso in cui lo swap sia negativo e lo scambio venga aperto per una settimana, l’importo cumulativo potrebbe essere enorme (a seconda dell’asset, ovviamente).

  •  I migliori strumenti

Inutile dire che con la vasta gamma di attività presenti nei mercati finanziari, c’è sempre qualcosa su cui fare trading. E lo swing trading non fa eccezione. Ogni strumento ha i suoi svantaggi e vantaggi, quindi la scelta di un asset dipende totalmente da un trader, a seconda della sua tolleranza al rischio, stile di trading e situazione attuale sul mercato. 
Puoi scambiare scambi su qualsiasi asset CFD. Tra i più popolari ci sono:

Valute. Qui puoi scegliere tra dozzine di coppie di valute, tra cui:

  1. EUR / USD 
  2. USD / JPY 
  3. GBP / USD 
  4. USD / CHF 

Cryptocurrencies. Queste valute virtuali relativamente nuove hanno tutti i loro pro e contro. Ma le criptovalute continuano a portare sempre più investitori e trader in tutto il mondo. Alcuni dei token più popolari includono Ripple, Bitcoin, Ethereum e Litecoin.
Le scorte. Un’altra scelta per lo swing trading è quella di scambiare azioni di singole società, ad esempio Apple, Facebook, Amazon, ecc. Il punto dietro è proprio come tutti i summenzionati: i commercianti di swing acquistano un titolo per un determinato periodo di tempo, quindi vendono quando il prezzo sale. 
Come puoi vedere, apprendi cos’è lo swing trading e il mastering che ti aiuteranno a diversificare il tuo portafoglio di trading. 

Quale periodo di tempo è il migliore?

Nessuno risponderà a questa domanda poiché non esiste una risposta corretta qui. Di solito, i trader commerciano su H4 e D1, ma qui non esiste una regola rigida in quanto qualsiasi operatore commerciale utilizza quello che si adatta meglio. Alcuni usano settimanalmente e quotidianamente, altri sono a proprio agio con i grafici H4, H1 e quindici minuti. Prova diverse opzioni e combinazioni per vedere quale funziona per te. 

Come iniziare a fare trading

Come iniziare a fare trading

Hai deciso di iniziare a fare trading e non hai idea di cosa iniziare? Sei nel posto giusto! 
Prima di tutto, apri un conto di trading dal vivo.
In secondo luogo, scarica un terminale di trading MetaTrader 4 qui.
A proposito, se sei nuovo nel trading Forex o vuoi semplicemente testare la tua strategia, puoi aprire un conto demo ed esercitarti per tutto il tempo necessario.
Non esitate a contattarci in caso di domande, saremo più che felici di aiutarvi.

Strategie Forex

La disponibilità di una strategia di trading sicura e redditizia è un fattore chiave per raggiungere il successo nei mercati finanziari senza grandi rischi per il conto di trading del trader. Lo sviluppo di una strategia di trading sicura per lo swing trading è più semplice di quanto si pensi.
L’approccio swing al trading può essere giustamente considerato uno dei migliori. Se sai come dondolare in sicurezza, non dovrai preoccuparti di guardare le tue posizioni tutto il giorno.
Prima di procedere alle strategie che possono essere utilizzate per lo swing trading di successo, diamo un’occhiata ad alcuni fondamentali di queste strategie.
L’analisi tecnica è un componente molto popolare di qualsiasi strategia di trading swing sicura. Prestando attenzione ai livelli di supporto e resistenza precedentemente formati, è possibile utilizzare l’analisi tecnica per determinare la posizione ragionevole degli ordini di Stop Loss. Qual è il posto più sicuro dove piazzare uno Stop Loss nelle attività swing?
La maggior parte dei trader preferisce piazzare ordini stop di una percentuale inferiore ai livelli di supporto più ovvi. Questo metodo ti permetterà di salvare una posizione se la risorsa torna al livello di supporto. Ma se il tuo swing trade inizia a muoversi contro di te, l’ordine di stop funzionerà, proteggendoti da grandi perdite.
Con uno stop loss del 7-8% al di sotto del punto di ingresso dell’oscillazione (e dell’1-3% al di sotto del recente livello di supporto), puoi essere certo che la tua strategia è abbastanza sicura. Se sei abbastanza disciplinato da utilizzare piccole posizioni e seguire le tue regole di Stop Loss, non perderai mai tutti i tuoi soldi in un trade fallito. Questo è ovvio.
Sicurezza fondamentale: una strategia intelligente per lo swing trading sicuro
Quando si è certi che la risorsa selezionata per lo swing trading abbia una sicurezza fondamentale in serbo, ci si può sentire a proprio agio. Questo approccio fondamentale al trading di sicurezza può servire come una buona base per l’idea che stai mettendo nella tua strategia. 

Strategia 1: Trend trading

Con questa strategia lo swing trading può essere davvero redditizio. Qui facciamo soldi sul movimento dei prezzi in una tendenza. Le posizioni vengono aperte su un pullback.
Questa strategia non funziona per tutti i tipi di tendenze. Abbiamo bisogno di un profondo ritiro perché in questo caso possiamo entrare nel mercato con un rapporto rischio / profitto ottimale.
Nei mercati di tendenza, utilizziamo una media mobile. Come linea guida, abbiamo bisogno di un pullback a 50 MA. In una tendenza, il prezzo non si muove mai in linea retta ma fa un pullback al suo valore medio. Questo è dove apriremo le nostre posizioni.

Ecco i passaggi che dovresti prendere:

  • Trova una tendenza che si sta muovendo a 50 MA.
  • Apri lo scambio quando c’è un rimbalzo da 50 MA.
  • Posizionare uno Stop Loss di 1 ATR dal punto di ingresso.

La media mobile con il periodo di 50 è uno dei più comuni, ecco perché è guardato da molti commercianti nel mondo, il che alla fine porta a una profezia che si autoavvera. Se 50 MA è a un livello di supporto o resistenza, lo rende ancora più importante.
In mercati di forte tendenza, utilizzare 20 MA. Per i mercati normali, utilizzare 50 MA. Se la tendenza è troppo debole, puoi usare 100 MA.

Strategia 2: negoziazione controtendenza

La strategia di swing commerciale controtendenza prevede la seguente sequenza di azioni:

  • Determinare il livello di resistenza vicino al quale si è verificato il forte rimbalzo del prezzo.
  • Quando il prezzo si avvicina nuovamente a questo livello, ci aspettiamo che rimbalzi.
  • Effettuare un ordine di arresto.
  • Stop Loss è impostato a una distanza di 1 ATR dal punto di ingresso.
  • Take Profit si troverà al livello più vicino.

Migliorare le tue strategie

La strategia di trading è una guida completa per un trader. Lo scopo della strategia è garantire il profitto.
Di norma, viene definita una strategia di trading:

  • regole di analisi di mercato (analisi fondamentale e / o tecnica) e ricerca di opportunità favorevoli;
  • le regole per entrare in una posizione con una previsione favorevole;
  • regole per mantenere una posizione;
  • regole di uscita dalla posizione;
  • gestione del rischio.

Qualsiasi strategia di trading deve essere coerente con le qualità personali e la disciplina del professionista. Come analizza le informazioni provenienti dal mercato e ne valuta la natura, come fa una previsione basata su dati reali. Se è propenso a detenere profitti e ridurre le perdite. Una strategia di trading pronta è come un piano d’azione chiaro che si applica sia al trading manuale che automatizzato.
Una volta sviluppata la tua strategia, potresti arrivare al punto in cui pensi di migliorare la tua performance di trading. Per fare questo, è essenziale dare un’occhiata periodica alle tue strategie e vedere se c’è qualcosa che puoi fare per farle funzionare meglio. Migliorare il tuo metodo farà molta strada e potrebbe trasformare un bel ~ 2% al mese in risultati molto più belli.
Il punto fondamentale per migliorare la tua strategia di trading Forex è quello di ottenere rendimenti migliori. 
Quindi, ecco alcuni suggerimenti su come raggiungerlo:

  1. Fare niente

Per favore, non ti confondere, intendiamo sul serio. La logica alla base è chiara: molti trader hanno rovinato i loro conti alla ricerca di miglioramenti e, nella maggior parte dei casi, non dobbiamo cercare di risolvere qualcosa che già funziona perfettamente. Quindi, se stai facendo il 5% -10% mensile e stai bene, lascialo così com’è.

  1. Prenditi cura della gestione del denaro

Non importa quanto sia perfetta la tua strategia e quali attività stai negoziando, ti sbaglierai se non applichi le regole di gestione del denaro (vedremo più da vicino più avanti in questo articolo). 

  1. Back Test

Il back testing ti aiuterà molto a migliorare la tua strategia di trading Forex. Ti terrà attento alle regole. Se stai negoziando D1 e raramente hai delle voci, esegui alcuni back testing su H1. Il back testing con attenzione ti darà anche un centinaio di idee su come migliorare la tua strategia Forex. Dopo aver visto ore, giorni, mesi e anni di candele imparerai le cose senza nemmeno saperlo.

Gestione del rischio nel Forex

È un compito cruciale per qualsiasi operatore commerciale controllare i rischi. Questa è l’unica cosa di cui è capace. Il comportamento del mercato è difficile da prevedere, ma possiamo prevedere l’intervallo in cui verrà realizzata questa “prevedibilità”.
La gestione del rischio ha tre componenti: gestione del denaro, commercio e gestione delle emozioni. Per attuare tutto ciò, seguire tali raccomandazioni:
Seguire la regola principale della gestione del denaro, la cui essenza è semplice: non rischiare più del 2% da ciascuna posizione. Questa cifra può variare a seconda del grado di aggressività della tua strategia, ma più è piccola, più è sicura.
Il rapporto tra possibile profitto e rischio. Il rapporto ottimale tra rischio e potenziale rendimento è 1: 3. Se il commercio non corrisponde ad esso, è pericoloso entrare nel mercato. È molto facile gestirlo – effettuando ordini stop. Take Profit è impostato sul livello corrispondente a tre Stop Loss. Il rispetto di questa stessa regola può garantire il 30-40% delle negoziazioni redditizie. Naturalmente, maggiore è questo rapporto, migliore è per il commerciante.
Sii un po ‘un robot. Cioè, segui il piano di trading. Se il sistema di trading non fornisce questo punto di entrata o di uscita, non fare nulla.
Tieni il diario di un commerciante. Questo aiuta a gestire le emozioni in futuro. Tutte le posizioni posizionate devono essere registrate. Non importa dove: sulla carta, al telefono o al computer. Questo è lo strumento migliore per l’autoanalisi; pertanto, l’approccio dovrebbe essere appropriato. Ogni scambio che fai, pensa al perché sei entrato nel mercato qui. Quindi correggere gli errori che hai trovato.
Assicurati di impostare Stop Loss. Non puoi sempre monitorare la situazione del mercato e le emozioni possono portare al fatto che non lascerai il mercato in tempo, motivando la tua azione con l’eterno “Aspetterò di più per ottenerne di più”. Di conseguenza, perderai ancora di più.
Non scambiare l’importo più di quanto sei pronto a perdere. Qualsiasi tipo di negoziazione comporta rischi, quindi è sempre possibile ritirare completamente il deposito, indipendentemente dal livello di abilità che hai. Se scambi solo per l’importo, che “non è un dramma da perdere”, allora sei libero dai rischi associati alla psicologia. Non avrai paura e, pertanto, penserai in modo più adeguato.
Esistono due tipi di gestione del capitale: giusto e sbagliato. Nel primo caso, valutiamo il rapporto tra rischi e profitti. Se l’approccio è sbagliato, viene preso in considerazione solo uno di questi indicatori.

Gestione del denaro

Bene, la maggior parte delle regole di gestione del denaro sono state date sopra. Quello che possiamo aggiungere è essere sicuri di scambiare con una piccola quantità di denaro, poiché dovrebbe esserci una riserva che può fungere da airbag.
È anche importante diversificare i fondi. La quota totale dei fondi investiti in un mercato non deve superare il 10-15%. Il principio di diversificazione è coerente con la saggezza popolare di “non mettere tutte le uova nello stesso paniere”.

I migliori consigli per il trading swing Forex

  1. Pensa alla tua strategia commerciale swing sin dall’inizio. Abbiamo menzionato un paio di strategie di trading swing e c’è molto di più. Possono variare da incroci a pullback, a breakout e profili di mercato. Provali, testali e crea una strategia con regole e linee guida essenziali per la gestione del denaro, la gestione del commercio e le strategie di uscita. 
  2. Scegli un punto di ingresso secondo la tua strategia di trading swing. Per fare ciò, è necessario monitorare e decidere in quale fase si trova il mercato. Valutare la fase è come determinare quando entrare. Basandoti sulla tua strategia, puoi unirti durante la prima fase e goderti il ​​passaggio durante la seconda fase. In qualsiasi momento durante questa fase, puoi chiudere la posizione e realizzare un profitto. Oppure potresti aspettare fino a quando il mercato non avrà già raggiunto un certo punto nella fase due e comunque entrare con successo.
  3. Prenditi cura del tuo investimento lungo tutto il percorso. Nonostante il tempo in cui entri nel mercato, proteggi il tuo capitale da tuffi imprevisti. Assicurati di impostare prima le soste di protezione.
  4. Utilizza il grafico a 4 ore. La maggior parte dei trader lo considera il miglior grafico per lo swing trading. 

 La scelta di un broker

Per iniziare a fare trading e rendere questa esperienza comoda e sicura, devi scegliere il broker con estrema cautela

Ecco alcuni suggerimenti per la scelta di un broker:

  1. Quando si sceglie un broker, un problema evidente è il prezzo. Con una concorrenza spietata tra i migliori broker di tutto il mondo, la maggior parte dei trader ha ora accesso a costi di negoziazione estremamente ridotti, a partire da 0,4 pip.
  2. I mercati Forex sono volatili e la scelta di un broker con esecuzione ad alta velocità e slittamento minimo è fondamentale per il successo (o il fallimento) di qualsiasi strategia tu abbia scelto. Lo slippage si riferisce alla differenza tra il prezzo previsto quando viene aperta una posizione e il prezzo corrente a cui viene eseguita la negoziazione. Per ridurre la possibilità di slippage ricorrenti, gli operatori dovrebbero scegliere broker con esecuzione rapida.
  3. Contattare il proprio broker dovrebbe essere semplice e veloce. Oltre ai metodi di contatto, è importante annotare le ore di funzionamento. Per lo più, il team di supporto è raggiungibile tramite e-mail, telefono, chat dal vivo e Skype.
  4. Ottieni referral. È sempre prudente lavorare con qualcuno di cui hai sentito parlare bene. Chiedi in giro e scopri con quali broker altre persone commerciano e perché hanno scelto una determinata azienda.
  5. Scopri in anticipo tutte le commissioni e le commissioni aggiuntive che dovrai pagare, quindi non ci saranno sorprese.
  6. Ultimo ma non meno importante è la reputazione del broker. Controlla da quanto tempo l’azienda è in attività ed evita meglio quelli aperti un anno fa.

Conclusione

Sulla base di tutto quanto sopra, possiamo concludere che questo stile di trading non è l’opzione migliore per tutti. Eppure, per chi è in grado di comprendere cos’è lo swing trading, le sue specificità e analizzare il mercato, pronto per il costo dello sforzo e del tempo per migliorare le proprie conoscenze e abilità, nonché per coloro che hanno intuito nel campo della finanza, questo stile di trading, può portare profitti significativi e successo in uno o un altro mercato.

Lascia il tuo prezioso commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

[email protected]

Close