Cerca

Strategia di Social Media Marketing in 15 fasi per i business nel 2020

Troppe aziende si dedicano al social media marketing su base ad hoc. Sanno che dovrebbero fare qualcosa sui social media, ma non capiscono davvero cosa dovrebbero fare. Alcune aziende danno accesso agli account social dell’azienda solo ad alcuni membri del personale junior, semplicemente perché sono giovani, quindi dovrebbero sapere tutto sui social media.

Tuttavia, siamo ben oltre una strategia sociale di post e speranza. Tutte le aziende devono creare una strategia di social media marketing e gestire gli account social aziendali in modo ponderato e misurato.

Se non lo fai, rischi il pericolo che i tuoi concorrenti lo faranno e, di conseguenza, guadagneranno trazione sul mercato ed esposizione su di te.

Tuttavia, le aziende non possono ignorare i social media. Secondo Ambassador , è probabile che il 71% dei consumatori che ha avuto una buona esperienza di servizio di social media con un marchio lo consigli ad altri. Tuttavia, il 96% delle persone che discutono di marchi online non segue i profili di proprietà di tali marchi .

Anche se abbracci le meraviglie dell’influencer marketing, devi comunque gestire alcuni account social da solo. Spesso l’obiettivo dell’influencer marketing è indirizzare i visitatori ai tuoi siti social. Dovresti considerare l’influencer marketing come una semplice estensione della strategia di social marketing della tua azienda.

Ecco la nostra strategia di social media marketing in 15 passaggi per le aziende nel 2020.


Strategia di marketing sui social media in 15 fasi per le imprese nel 2020:



  1. Seleziona Obiettivi di social media marketing pertinenti e realistici

Uno dei problemi più significativi affrontati da molte aziende impegnate nei social media è che non hanno mai trascorso il tempo a fissare obiettivi di social media marketing pertinenti e realistici. Sanno che devono essere sui social media, ma non hanno idea del motivo per cui sono lì.

Ovviamente, i tuoi obiettivi di social media marketing devono adattarsi alla tua pianificazione aziendale nel suo complesso. Idealmente, avrai fissato obiettivi strategici per il modo in cui desideri far progredire la tua attività. I tuoi obiettivi di social media marketing dovrebbero integrare i tuoi obiettivi aziendali generali.

Fonte: https://cmcoutperform.com/setting-smart-goals


Assicurati che i tuoi obiettivi siano intelligenti

Troppo spesso, le persone stabiliscono obiettivi aziendali poco chiari che hanno poco significato se li esamini attentamente. Ricorda, non stai creando obiettivi solo per il gusto di farlo. Li stai costruendo per aiutarti a ideare la strategia di social media più adatta alla tua attività. Pertanto, vorrai assicurarti che i tuoi obiettivi siano SMART :

  • Specifico
  • Misurabile
  • Raggiungibile
  • Pertinente
  • Limitato nel tempo

Più SMART sono i tuoi obiettivi, più è probabile che sarai in grado di raggiungerli e, cosa altrettanto importante, sappi che li stai raggiungendo.

Anche se vuoi metterti alla prova, è essenziale che tu ponga obiettivi raggiungibili e realistici. Potresti amare avere un milione di follower su Facebook, ma è improbabile che sia realizzabile entro il prossimo anno per la maggior parte delle aziende, anche quelle che ottengono risultati eccezionalmente buoni.

È qui che è prudente porre alcune limitazioni. Non tentare di avere successo su tutti i social network. Sono troppi e distribuisci le tue risorse in modo troppo scarso. Hai solo bisogno di esibirti bene sugli stessi social network in cui il tuo mercato di riferimento trascorre il loro tempo.


Obiettivi di social media adatti che la tua azienda potrebbe impostare

I tuoi obiettivi saranno personali per la tua attività e completeranno i tuoi obiettivi aziendali generali. Tuttavia, i tipi tipici di obiettivi dei social media che potresti prendere in considerazione (espressi in uno stile SMART adatto) includono:

  • Aumentare la consapevolezza del marchio
  • Raggiungere una quantità maggiore di vendite
  • Migliorare il ROI
  • Guidare le persone ad aumentare le vendite in negozio
  • Fai crescere la tua base di fan


  1. Determina le tue metriche più rilevanti

Troppe aziende creano una presenza sui social e dedicano tempo e altre risorse all’utilizzo dei loro account social, senza mai stabilire se vedono un successo o meno.

Sfortunatamente, l’analisi dei dati sociali può essere un’area grigia perché non sono le stesse per ogni azienda. Ancora una volta, le tue metriche social più rilevanti si riferiranno agli obiettivi che ti sei prefissato. L’Influencer Marketing Hub ha scritto un e-book gratuito per aiutarti qui: Come misurare il ROI dell’influencer marketing .

Non farti risucchiare da metriche di vanità facili da misurare, come il numero di follower che qualcuno ha. Abbiamo già scritto sul motivo per cui acquistare follower su Instagram è davvero una cattiva idea . L’esistenza di falsi follower su qualsiasi social network significa che i numeri dei follower hanno poco valore come metrica.

Idealmente, dovresti esaminare gli obiettivi di marketing che hai impostato sopra e determinare quali metriche ti forniranno la risposta sul fatto che stai raggiungendo tale obiettivo. Ad esempio, se hai un obiettivo che mira ad aumentare la consapevolezza del tuo marchio, Post Reach è una statistica pertinente. Ti dirà fino a che punto i tuoi contenuti si stanno diffondendo sui canali social.

Se i tuoi obiettivi sono più basati sulle vendite o se desideri spingere le persone a intraprendere un’azione particolare, dovresti prestare attenzione al numero di clic. Il monitoraggio dei clic per campagna ti darà una buona indicazione di ciò che spinge le persone a comprare o fare ciò che chiedi loro.

Spesso ti interessano maggiormente gli impegni sui tuoi post. Questo mostra come le persone interagiscono con i tuoi contenuti e se risuona con loro.



  1. Decidi chi vuoi come pubblico sui social media

Uno degli errori più comuni commessi dalle aziende sui social media è pensare che tutti i follower andranno bene per loro. C’è una buona ragione per cui gli esperti sottovalutano la metrica dei numeri dei follower e li chiamano metriche di vanità . Non ha molto senso avere qualcuno come follower a meno che non si interessi al contenuto che condividi.

Questo è probabilmente il problema più grande con l’acquisto di follower falsi. Come abbiamo scritto in  8 motivi per cui non dovresti acquistare follower su Instagram , i follower falsi non interagiscono con il tuo account. Alcuni non sono affatto persone reali, solo robot. Certamente non diventeranno clienti futuri. Queste persone, che siano conti reali o falsi, non spenderanno soldi per i tuoi prodotti. Non ti indirizzeranno le persone. Non hanno alcun valore per te.

Ripensa agli obiettivi che ti sei prefissato nel passaggio 1. Non ha senso avere follower sui social media che non possono aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi. Nella maggior parte delle situazioni, desideri che i tuoi follower sui social media siano di un tipo simile ai tuoi clienti previsti.

Ad esempio, se vendi montascale a proprietari di case che lottano per rimanere mobili nelle loro case, non ha senso cercare di attirare un pubblico giovane sui social media di persone che affittano o vivono ancora con i loro genitori. Allo stesso modo, se vendi trucchi e altri trattamenti di bellezza, non ha molto senso rivolgerti ai giocatori di calcio e ai loro fan.

Ciò è particolarmente rilevante se vendi prodotti a un mercato geograficamente distinto. In tal caso, non vorrai avere molti follower da regioni e paesi in cui le persone non possono acquistare i tuoi prodotti.



  1. Comprendi il tuo pubblico sui social media

Non tutti i segmenti di pubblico dei social media sono uguali. Diversi tipi di persone utilizzano i social media in modi diversi. Se hai intenzione di raggiungere i tuoi obiettivi, devi utilizzare le stesse reti di social media del tuo pubblico di destinazione. Allo stesso modo, se intendi impegnarti nell’influencer marketing, devi assicurarti di coinvolgere gli influencer il cui pubblico corrisponde al tuo mercato di riferimento.

Potresti essere un dirigente di mezza età che usa Facebook. Tuttavia, se personalmente non corrispondi al mercato di riferimento della tua attività, non puoi presumere automaticamente che anche i tuoi clienti trascorreranno il loro tempo su Facebook. Certo, potrebbero esserci stati 2,27 miliardi di utenti Facebook attivi mensilmente nel terzo trimestre del 2018, ma se ti rivolgi a una fascia demografica giovane, è molto più probabile che tu li raggiunga su Snapchat o Instagram. Tuttavia, se la tua attività si rivolge a persone di età compresa tra 25 e 34 anni, rappresentano il 29,7% degli utenti di Facebook e sono la fascia demografica più comune.

Fonte: https://www.quora.com/What-are-the-most-popular-social-media-sites-in-America-do-we-have-data-to-support-it

Guarda i tuoi obiettivi di social media marketing che ti sei prefissato in precedenza. Quali canali social ti aiuteranno meglio a raggiungere questi obiettivi?

Per avere successo in questo, devi avere una solida conoscenza della tua base di clienti. Se hai mai stabilito personaggi per i tuoi clienti ideali, ora è il momento di rispolverarli. Che aspetto hanno i tuoi clienti e come trascorrono il loro tempo su Internet?

Fonte: https://www.quora.com/What-are-the-most-popular-social-media-sites-in-America-do-we-have-data-to-support-it

Più riesci a comprendere i dati demografici e psicografici del tuo mercato di riferimento, meglio sarai nel raggiungerli sui tuoi canali social.



  1. Seleziona le reti di social media giuste per il tuo pubblico

Alcune persone si preoccupano di come troveranno il tempo e l’energia per gestire gli account su ogni social network. Nella maggior parte dei casi, non è necessario. Devi semplicemente trovare i social network giusti per la tua attività. Vuoi scoprire i social network in cui il tuo pubblico previsto trascorre il proprio tempo.

Potrebbe essere necessario effettuare prima alcune ricerche per scoprire dove si trova il pubblico previsto. Questo non dovrebbe essere troppo difficile, soprattutto se conosci i tuoi clienti. Se non lo capisci già, potresti esaminarli, chiedendo loro i loro account social preferiti.

Potresti iniziare con la rete preferita dal tuo pubblico e poi ampliarla per includere altri in cui un numero sufficientemente elevato gestisce account social attivi. Tuttavia, in genere non è necessario andare oltre tre o cinque social network.

Stiamo adottando una definizione ragionevolmente ampia di social network qui. Ovviamente, includi nelle tue considerazioni quelli ben noti come Facebook, Instagram e Twitter. Potresti anche guardare piattaforme video come YouTube e TikTok se il tuo pubblico di destinazione le utilizza in gran numero. In alcuni casi, anche le app di live streaming come Twitch o Mixer potrebbero essere adatte al tuo pubblico.

Pew Research ha raccolto dati preziosi sull’uso di diverse piattaforme online da parte di gruppi demografici (per adulti statunitensi) che potrebbero essere utili per te nel decidere i migliori social media per il tuo pubblico.


Non perdere tempo sui social network che il tuo pubblico non usa

Se una percentuale sufficientemente ampia del tuo pubblico di destinazione trascorre del tempo su un social network, anche tu vuoi esserci. Se hanno poco interesse per una piattaforma, puoi lasciar perdere e non sprecare tempo e risorse lì.

C’è un altro fattore che dovresti considerare per semplificarti la vita. Molte aziende trovano più facile utilizzare una qualche forma di piattaforma di social media marketing per aiutarle a pianificare i post in un unico posto in blocco. Pertanto potresti preferire allineare i social network che utilizzi a quelli gestiti dalla tua piattaforma di social media marketing preferita. Questo è forse meno rilevante per le piattaforme di condivisione video, come YouTube, che non utilizzano feed di contenuti e lavorano di più sui canali di contenuti, e piattaforme di live streaming come Twitch, dove gestisci efficacemente un canale live.

Potresti anche considerare se desideri un singolo account a livello aziendale su un social network o se desideri più account, ciascuno destinato a un pubblico di nicchia. Ad esempio, potresti avere diversi account Twitter, ciascuno con un chiaro obiettivo. Se disponi di molte risorse, potresti anche creare diversi canali YouTube, ciascuno con il proprio pubblico di nicchia.



  1. Indaga su come i tuoi concorrenti si avvicinano ai social media

La maggior parte delle aziende non opera in isolamento. Di solito avrai concorrenti che gestiranno anche una strategia sociale. Avrai sicuramente bisogno di sapere cosa stanno facendo. Qual è il loro obiettivo? A chi si rivolgono? Quali frasi chiave stanno cercando di dominare?

Puoi condurre rapidamente un’analisi della concorrenza per aiutarti a comprendere meglio i loro punti di forza e di debolezza. Questo dovrebbe darti una migliore comprensione di ciò che i potenziali clienti si aspettano dalle aziende del tuo settore.

Potresti individuare le aree sociali deboli dei tuoi concorrenti ed essere in grado di sfruttare le lacune. Ad esempio, uno dei tuoi concorrenti potrebbe essere influente su Twitter, ma ha una debole presenza su Facebook, nonostante il tuo mercato di riferimento utilizzi quella rete. In tal caso, potrebbe essere utile investire più risorse su Facebook piuttosto che competere testa a testa su Twitter.

Puoi usare uno strumento come Buzzsumo per spiare i tuoi concorrenti e scoprire i loro contenuti social di maggior successo. Una volta che sai quali tipi di contenuti risuonano per loro su quali social network, puoi produrre e condividere materiale simile, ma migliore.

Fonte: https://buzzsumo.com/



  1. Pianifica i tipi di contenuti che intendi condividere

Ovviamente, per avere successo sui social media, avrai bisogno di contenuti di alta qualità da condividere. Uno dei più grandi errori che le aziende commettono è condividere materiale promozionale eccessivo. Ricorda, i social network sono progettati per essere social: non sono mai stati concepiti per essere un mercato in cui vendere i tuoi prodotti.

Pertanto, è necessario bilanciare il contenuto che condividi socialmente, per essere una miscela di elementi informativi e divertenti, con una piccola percentuale di materiale promozionale aggiunto. Dovrai anche mettere mi piace e condividere i contenuti di altre persone.

Questa è probabilmente la ragione più significativa per cui la maggior parte degli influencer ottiene questo status. Conoscono bene il loro pubblico e creano il contenuto perfetto per interessare i loro follower. Come marchio, devi fare lo stesso.

Se in precedenza hai determinato i tuoi obiettivi e hai scoperto cosa funziona (e cosa no) per la concorrenza, dovresti avere un’idea ragionevole del tipo di contenuto che risuonerà con il tuo pubblico di destinazione. Non ha senso creare contenuti per altri tipi di persone che non ti aiuteranno mai a raggiungere i tuoi obiettivi.


Sii realistico riguardo a ciò che puoi produrre

È necessario comprendere le limitazioni che potresti incontrare durante la creazione di contenuti. Ad esempio, potresti voler gestire un ottimo canale YouTube, ma se non hai l’attrezzatura, le persone, le conoscenze e il tempo per creare video di alta qualità, è inutile seguire quella traccia. Non vuoi un canale YouTube con solo uno o due video mal filmati di teste parlanti.

Allo stesso modo, ha poco valore nella pianificazione di realizzare flussi video dal vivo se non si ha nessuno che si senta a proprio agio a presentare davanti alla telecamera in una trasmissione dal vivo.

Devi bilanciare i tipi di contenuti che piacciono di più al tuo pubblico di destinazione, con il materiale che ritieni più attrezzato e più a tuo agio nel realizzare.


Non mischiare i tuoi gusti personali con quelli del tuo pubblico di destinazione

È probabile che tu, o la persona che gestisce il tuo account social aziendale, gestisca anche account social personali. È necessario distinguere tra i due tipi di account. Solo perché ti piace creare un particolare tipo di post sui tuoi account, non significa che quei post funzioneranno sugli account aziendali.

Presumibilmente pubblichi cose che ti interessano. Tuttavia, quando gestisci l’account aziendale, devi pensare esclusivamente ai gusti del tuo pubblico di destinazione. Vuoi creare post che li interessino, li divertano e li istruiscono.

Probabilmente dovresti scrivere i tuoi argomenti di nicchia. Ciò è particolarmente importante quando si cura il contenuto. Ad esempio, dovresti anche limitare i tweet che ritweet a quelli che riguardano i tuoi argomenti di nicchia.



  1. Imposta correttamente i tuoi account prima di creare e promuovere contenuti

È fondamentale impostare correttamente i tuoi account. Avrai bisogno di un aspetto visivo coerente su tutti i tuoi canali social. Utilizzare i colori, i loghi e la grafica simili corretti su ciascuna rete.

Non sprecare il tuo patrimonio sociale. Prenditi il ​​tempo per compilare completamente il tuo bios ei tuoi profili. Assicurati di collegarti a luoghi pertinenti, magari crea anche pagine di destinazione specifiche sul tuo sito web per le persone che fanno clic dai tuoi account social.

Vale la pena dedicare del tempo per assicurarsi di aver caricato tutte le immagini sul proprio bios e profili con la migliore risoluzione per il social network. Includiamo queste dimensioni ottimali nel nostro post, Best Image Sizes for Social Media – The Ultimate Guide for Marketers .

Tieni a mente il tuo pubblico di destinazione mentre imposti ogni account. Chiediti se la tua pagina interesserà queste persone, in base a ciò che mostri nella tua biografia o profilo.



  1. Stabilisci gli orari migliori per pubblicare e imposta un calendario dei contenuti

Sebbene tu possa creare manualmente tutti i tuoi post sui social, ciò è inefficiente e potrebbe non portare ai migliori risultati. La maggior parte dei social network ora utilizza una qualche forma di algoritmo per filtrare i risultati che danno alle persone. Ciò significa che se pubblichi in un momento diverso da quando il tuo pubblico di destinazione è online, potrebbero non vedere mai i tuoi contenuti.

Idealmente, vorrai utilizzare uno degli strumenti di pianificazione sociale in modo da poter impostare e organizzare più post contemporaneamente. Abbiamo esaminato molte piattaforme di social media marketing . Di sicuro scoprirai che almeno uno di questi ti semplificherà la vita.

Fonte: https://sproutsocial.com/insights/social-media-scheduling-tools/

Ci sono opinioni diverse sul numero di post da pubblicare ogni giorno su ciascuna rete e sui tempi migliori per pubblicarli. In precedenza abbiamo scritto post che indicano i tempi migliori per pubblicare su Instagram , Facebook e TikTok .



  1. Crea contenuti adatti da condividere con i tuoi follower

Ci sono quattro domande da porsi durante la creazione di contenuti:

    • Qual è il numero di caratteri ottimale per canale di social media?
    • Qual è il numero di hashtag per i messaggi su ogni canale social?
    • Dovrei usare emoji nei miei messaggi sui social media?
    • Qual è il miglior tipo di contenuto per ogni canale?

Non dimenticare l’importanza di immagini e video. Il contenuto visivo ha una probabilità 40 volte maggiore di essere condiviso sui social media rispetto ad altri tipi di contenuto. Instagram è cresciuta rapidamente di importanza negli ultimi anni e ha un notevole focus visivo. I migliori marchi su Instagram riportano un tasso di coinvolgimento per follower del 4,21% . È 58 volte superiore a Facebook e 120 volte superiore a Twitter.

Ogni anno, anche i contenuti video sembrano aumentare in popolarità. Secondo YouTube, il consumo di video mobile cresce del 100% ogni anno. Il 64% dei clienti afferma di avere maggiori probabilità di acquistare un prodotto online dopo aver visto un video a riguardo.


Personalizza i tuoi contenuti per ogni social network

È importante ricordare che non tutti i canali social sono identici. Idealmente, dovresti personalizzare i tuoi contenuti per ciascuna rete.

Twitter

Twitter ha una limitazione autoimposta: non puoi scrivere più di 280 caratteri in un tweet. Quindi il tuo messaggio deve essere breve e pertinente. Puoi includere link nei tweet e negli hashtag (ma non più di 1 o 2). I tweet con immagini funzionano molto meglio di quelli senza.

Facebook

I post di Facebook possono essere più lunghi dei tweet, ma non renderli eccessivamente tali. Le persone possono essere facilmente disattivate da un muro di testo. È sempre una buona idea includere alcuni commenti personali, anche se stai semplicemente condividendo contenuti curati. I brevi video funzionano bene su Facebook. Aggiungi un’immagine o un video con ogni post di Facebook, ma collegali al tuo testo. I post con link spesso funzionano bene su Facebook

Instagram

Instagram è un social network basato su immagini, quindi è necessario condividere foto interessanti e pertinenti e brevi video. Puoi combinarli per raccontare una storia, che ha il vantaggio di stare in cima ai feed delle persone, piuttosto che perdersi nei post normali.

Pinterest

Pinterest è anche molto focalizzato sull’immagine. In effetti, le persone appuntano le immagini su schede a tema. Quindi devi concentrare i tuoi contenuti Pinterest attorno a un’immagine appuntabile. Pinterest può essere perfetto per mostrare i prodotti in modo creativo, in particolare se hai un pubblico target prevalentemente femminile.

LinkedIn

LinkedIn è una rete professionale, quindi devi assicurarti che tutti i post che condividi siano adatti a un tale pubblico. Le persone spesso leggono i post su LinkedIn sperando di istruirsi, in particolare tutto ciò che può aiutare la loro carriera.



  1. Promuovi i tuoi canali social

Sebbene un buon contenuto alla fine venderà i tuoi canali social, devi comunque ottenere il tuo seguito iniziale. Le persone devono trovare i tuoi canali prima di poter scegliere di seguirti.

Puoi promuovere i tuoi canali in vari modi, alcuni molto visibili, altri in modo più sottile.

Dovresti posizionare i pulsanti per tutti i tuoi account Audial in vari punti del tuo sito Web: nella tua home page, nel piè di pagina, nelle pagine Informazioni e Comunicazioni, ad esempio. Se hai una mailing list, dovresti includere un riferimento ai tuoi canali social in tutte le email e newsletter che invii. Puoi facilmente aggiungere pulsanti ai tuoi canali social nel piè di pagina di ogni email.

Ovviamente puoi promuovere i tuoi canali social anche offline. Includili nella segnaletica del tuo negozio e nelle pubblicità della vecchia scuola.

Molte aziende promuovono in modo incrociato i loro canali social. Ad esempio, puoi creare tweet promuovendo il tuo canale YouTube. Potresti notare che la maggior parte dei canali YouTube elenca gli altri account social del proprietario del canale sulla propria pagina del profilo.

Puoi persino pubblicare annunci sui tuoi canali social, con un pubblico altamente mirato, per costruire il riconoscimento del marchio e aumentare i tuoi follower sui social.



  1. Interagisci con il tuo pubblico

Le persone non si limitano a visitare i social network per leggere, guardare o guardare i contenuti. Vanno online per interagire con altre persone e socializzare. Le aziende di successo non si limitano a trasmettere al loro pubblico sociale. Si impegnano anche con loro.

Questo è il motivo per cui non dovresti cercare di coprire tutti i social network a meno che tu non abbia un mercato di riferimento molto diversificato e un esercito di personale dedicato a questo compito. Concentrando la tua attenzione sui social network frequentati dal tuo mercato di riferimento, puoi utilizzare le tue risorse in modo efficiente.

Alcune aziende hanno trovato molto utile creare hashtag personalizzati. Non solo possono incoraggiare discussioni e condivisioni, ma semplificano anche la ricerca di post che fanno riferimento alla tua attività.

Idealmente, dovresti rispondere a tutte le menzioni sociali della tua attività e dimostrare che l’assistenza clienti è una priorità per te.



  1. Considera la promozione a pagamento per aumentare il tuo pubblico

La maggior parte dei social network ti consente di acquistare qualche forma di pubblicità a pagamento. La maggior parte ti consentirà di indirizzare in modo demografico i tuoi annunci, rendendoli visibili solo al tuo pubblico di destinazione preferito.

Le promozioni a pagamento ti consentono di raggiungere segmenti di pubblico pertinenti a cui al momento non sei connesso. Puoi utilizzare gli annunci pubblicitari per costruire il riconoscimento del marchio, promuovere post / video particolari o anche per vendere prodotti.



  1. Considera l’idea di collaborare con gli influencer per ampliare la tua portata

Ovviamente comprendiamo i vantaggi di lavorare con influencer e impegnarci nell’influencer marketing. Se selezioni gli influencer giusti, hai la possibilità di raggiungere un pubblico completamente nuovo, che si spera possa interessarsi alla tua attività e ai suoi prodotti.

Gli influencer hanno già imparato l’arte del social media marketing: questa è la loro forza. Hanno costruito una solida reputazione online e hanno un gran numero di seguaci appassionati e interessati.

Potresti considerare di lavorare con influencer, chiedendo loro di indirizzare i loro follower ai tuoi siti social. Tuttavia, dovrai ovviamente creare contenuti che li interesseranno quando arriveranno alle tue pagine.

Se selezioni influencer i cui follower corrispondono al tuo pubblico di destinazione e fornisci contenuti di qualità alle persone che gli influencer indirizzano verso di te, hai la possibilità che queste persone diventino anche i tuoi follower sui social.



  1. Tieni traccia dei tuoi risultati e adattati

Ovviamente, non importa quanto pianifichi i tuoi sforzi sociali, non c’è alcuna garanzia che le cose funzioneranno come ti aspettavi. Se non monitori i tuoi risultati, tuttavia, non conoscerai mai il successo delle tue campagne social.

Hai iniziato il processo impostando gli obiettivi e quindi determinato le metriche più rilevanti. Pertanto, ti consigliamo di tenere costantemente d’occhio l’andamento di queste metriche. Le tue campagne social hanno gli effetti desiderati su queste metriche?

In precedenza abbiamo esaminato 15 strumenti di analisi di Instagram per influencer . Alcuni di questi forniscono anche metriche per altre piattaforme social. Molti social network offrono i propri strumenti di analisi che forniranno la maggior parte dei dati necessari. Ad esempio, troverai una sezione Insights per la tua pagina Facebook e le sezioni Analytics su Twitter e YouTube.

Usa questi strumenti per monitorare il tuo successo. Se mostrano che stai producendo contenuti popolari e ben condivisi, creane altri di quel tipo. Se i tuoi contenuti non funzionano così bene, prendi nota di ciò che funziona e adatta la tua condivisione sui social per concentrarti sul tipo di materiale preferito dai tuoi follower.

Potresti anche considerare di esaminare il tuo pubblico social per scoprire cosa pensano della tua strategia sociale. I tuoi follower potrebbero avere idee preziose a cui non avevi pensato.

Non aver paura di apportare modifiche se hai la possibilità di migliorare ulteriormente il tuo successo sociale.