Cerca

Sopravvivere agli aggiornamenti dell’algoritmo di Google: Una guida pratica in 4 passaggi

Il sito web Niche Pursuits ha subito molti, molti aggiornamenti dell’algoritmo di Google da quando Spencer lo ha avviato nel 2011. 

Fortunatamente, in termini di traffico e altre metriche chiave, Niche Pursuits sta andando meglio che mai. Ma la strada per il successo online può essere rocciosa e ci sono sempre dei rischi nella costruzione di un sito di nicchia .

Anche se non hai mai affrontato un brusco calo del traffico dopo un aggiornamento di Google, la minaccia è reale – e probabilmente ci pensi più spesso di quanto ti piacerebbe ammettere. 

In Niche Pursuits, la maggior parte dei contenuti è orientata ad aiutarti a crescere e monetizzare il tuo traffico organico. Ma solo una volta, cosa succederebbe se capovolgessimo le cose e parlassimo di come difenderci dal disastro dell ‘”atto di Dio” che è un aggiornamento dell’algoritmo di Google?

Ci sono cose che puoi fare per aiutare i tuoi siti di contenuti a superare la tempesta di Google?

Bene, sì, ci sono! Allacciati mentre esploriamo come i tuoi siti web possono sopravvivere – e prosperare – di fronte ai futuri aggiornamenti dell’algoritmo di Google.

SOPRAVVIVERE AGLI AGGIORNAMENTI DELL’ALGORITMO DI GOOGLE

Ci sono molti pericoli che puoi incontrare come proprietario di un sito Web di contenuti, come essere citati in giudizio per diffamazione, avere il tuo sito cancellato dalla mappa senza un backup o ottenere il tuo account Google AdSense nella lista nera .

Ma per la maggior parte di noi, la possibilità più spaventosa DI FAR è stata messa fuori corso da un importante aggiornamento dell’algoritmo di Google.

Questi aggiornamenti sono rapidi, inaspettati e praticamente impossibili da preparare, come un drago che piomba dal cielo per far piovere fuoco sui tuoi raccolti in una sorta di analogia medievale sull’agricoltura fantasy. (Mi manca chiaramente Game of Thrones.)

Aggiornamento dell'algoritmo di GoogleEsiste un intero settore nel prevedere ciò che Google farà dopo, non diversamente dal modo in cui le persone si aggrappano a ogni parola del presidente della Federal Reserve per ottenere un vantaggio commerciale nel mercato azionario.

Tuttavia, potresti perdere un sacco di tempo sul Land dei motori di ricerca e sul diario dei motori di ricerca cercando di superare le aspettative di Google.

Penso che sia meglio mettere le tue energie nella creazione di contenuti di valore e nel marketing del tuo sito, con appena un orecchio a terra per rilevare eventuali cambiamenti sismici nel modo in cui Google classifica i contenuti.

GLI EFFETTI DANNOSI DI UN AGGIORNAMENTO DI GOOGLE

Ti senti preoccupato per Google?

Non dovresti lasciare che ciò ti impedisca di perseguire gli obiettivi del tuo sito di nicchia, ma ALCUNI dubbi sugli aggiornamenti di Google sono ragionevoli, dato il danno catastrofico che possono infliggere alle aziende con una presenza online.

(Tieni presente che, se stai facendo le cose giuste, in genere starai bene. Condividerò quali sono quelle “cose ​​giuste” in questo post.)

Quanto può essere grave un aggiornamento di Google? Bene, c’è stato quel tempo in cui l’aggiornamento di Google ha decimato un INTERO modello di business: mass farm di contenuti focalizzate sulla SEO che hanno cercato di classificarsi per tutto ciò che si trova dietro i contenuti generati dagli utenti. 

Sto parlando dei contenuti associati, eHows, Heliums e Demand Studios che hanno prosperato con l’algoritmo di Google della metà degli anni 2000. 

È stata un’idea piuttosto geniale, onestamente – piuttosto che uscire e assumere scrittori e preoccuparsi di cose fastidiose come gli standard editoriali, questi siti promettevano un piccolo pagamento anticipato e minuscole royalties in corso per convincere gli scrittori di diversi livelli di abilità a LORO. Ho anche scritto per alcuni di loro da solo all’inizio.

L’idea alla base dei siti della Content Farm era quella di coprire il Web con una quantità folle di contenuti per i quali potevano essere classificati, senza pagare praticamente nulla. Anche se gran parte dei contenuti minori sarebbero finiti sepolti, sono stati in grado di ospitare un tale volume di contenuti che hanno classificato MOLTO su Google!

GOOGLE PANDA CHIUDE LE FATTORIE DEI CONTENUTI 

Nel 2011, Google ha lanciato Panda, un aggiornamento dell’algoritmo progettato per enfatizzare le fonti autorevoli in risposta a una query dell’utente.

Poiché i siti della content farm erano focalizzati sulla quantità, piuttosto che sulla qualità , l’aggiornamento li ha colpiti duramente. Demand Media (la società dietro Demand Studios ed eHow) era il gigante in questo spazio e il suo traffico è stato cancellato dopo questo aggiornamento.

Lo stock di Demand Media diminuisce dopo Google Panda
Fonte: Wall Street Journal

Tra i rottami della fattoria dei contenuti, solo wikiHow è emerso come sito praticabile. WikiHow è stato avviato dall’ex proprietario di eHow e ha fatto perno per sfruttare il metodo “wiki” per la creazione di contenuti in collaborazione.

Quindi, perché wikiHow è sopravvissuto dove altri hanno fallito?

Perché è tornato alle origini: lavorare con collaboratori esperti e redattori per il suo contenuto! 

La morale della storia è duplice:

  1. Concentrati sulla qualità e sull’autorevolezza dei tuoi contenuti, non solo sulla quantità.
  2. Non mettere mai in gioco il successo della tua attività su nessun canale, nemmeno Google.

UNA BREVE STORIA DEGLI AGGIORNAMENTI DI GOOGLE

Facciamo un respiro profondo. So che può essere intenso sedersi attorno al falò virtuale e raccontare storie horror dei motori di ricerca …

La buona notizia è che è possibile imparare dagli errori di altre persone e possiamo estrapolare come giocare bene con Google guardando indietro alla cronologia degli aggiornamenti dell’algoritmo di Google.

Da quando Google ha rilasciato oltre 3.200 aggiornamenti nel solo 2018, ho deciso di offrire una cronologia più concisa con gli aggiornamenti dell’algoritmo Google più importanti dell’ultimo decennio e cosa hanno significato per il traffico di ricerca organico.

C’è anche una cronologia definitiva degli aggiornamenti di Google su Moz.com , se sei interessato a scoprirli in modo più dettagliato.

PANDA

Lancio : febbraio 2011

A cosa si rivolge: contenuti duplicati o thin, spam generato dagli utenti e riempimento di parole chiave

Rilasciato nello stesso periodo in cui Niche Pursuits ha iniziato, Panda è stato utilizzato per risolvere un vero problema con Google: la prevalenza del posizionamento scadente dei contenuti nelle SERP da siti come Demand Media e Answers.com.

Il vero problema era che le persone erano in grado di cavarsela facendo un “minimo indispensabile” per posizionarsi su Google: il contenuto non era tecnicamente spam, ma non era neanche particolarmente buono. Questo è un problema quando vuoi essere un motore di ricerca che fornisce i migliori risultati alle query di ricerca delle persone.

Fondamentalmente, l’aggiornamento Panda di Google è stato in grado di assegnare un “punteggio di qualità” proprietario alle pagine Web in base al fatto che il contenuto sia originale, pertinente e utile, allontanandosi da fattori minori come la densità delle parole chiave. Panda ha provocato rapidamente la caduta di molti siti di contenuti agricoli.

In questo post di Niche Pursuits sull’aggiornamento Panda , Spencer ha sottolineato come alcuni dei suoi siti abbiano perso una notevole quantità di traffico, ma altri hanno fatto bene.

Il punto più importante? L’enfasi di Google sulla qualità è cresciuta solo dalla prima diffusione di Panda.

PINGUINO

Lancio : aprile 2012

A cosa si rivolge link di spam e link con testo di ancoraggio ottimizzato

Penguin era incentrato su attività di costruzione di collegamenti che sembravano manipolare l’algoritmo. Il problema di base che Google ha affrontato con Penguin erano le persone che acquistavano link o li facevano tramite reti di link, in altre parole, link spam.

Ha anche represso l’utilizzo di parole chiave favorevoli nel testo di ancoraggio che non avevano nulla a che fare con il sito a portata di mano. 

COLIBRÌ

Lancio : agosto 2013

A cosa si rivolge: riempimento di parole chiave e contenuti di bassa qualità

L’aggiornamento di Hummingbird ha aiutato Google a iniziare ad abbandonare la dipendenza da singole parole chiave, interpretando invece le query in base alle intenzioni dei ricercatori. Potresti aver sentito parlare di “indicizzazione semantica latente” o LSI: questo aggiornamento di Google è il punto di partenza di LSI e del sistema RankBrain.

Sebbene non sia sempre il caso, Hummingbird rende effettivamente possibile classificare le pagine per parole chiave che non compaiono nemmeno sulla pagina, grazie a sinonimi e concetti correlati.

Puoi utilizzare Ricerca correlata di Google, Completamento automatico di Google e strumenti di ricerca per parole chiave come Long Tail Pro per aiutarti a capire queste relazioni e ad abbinare meglio i tuoi contenuti alle intenzioni degli utenti.

PICCIONE

Lancio : luglio 2014

A cosa si rivolge: SEO locale

L’aggiornamento di Pigeon ha reso la posizione di un utente più importante nel determinare i risultati della ricerca. Google ha sia un algoritmo core che un algoritmo locale e Pigeon ha avvicinato i due in modo che i tradizionali fattori SEO influiscano ora sui risultati di ricerca locali.

Una grande conseguenza di Pigeon è la necessità di ottimizzare la tua SEO off-page e locale, come far elencare la tua attività locale nelle directory aziendali. Dovresti anche considerare la creazione di contenuti altamente localizzati relativi al tuo quartiere o alla tua città.

MOBILE

Lancio : aprile 2015

A cosa si rivolge: scarsa esperienza utente sui dispositivi mobili

L’aggiornamento mobile (amorevolmente soprannominato Mobilegeddon ) ha privilegiato le pagine ottimizzate per i dispositivi mobili e lo ha trattato come uno stato binario: sei ottimizzato per i dispositivi mobili o non lo sei, nessuna area grigia.

Se disponi di un sito Web reattivo che si presenta e funziona bene sui dispositivi mobili, stai bene, ma le pagine non ottimizzate per i dispositivi mobili vengono filtrate completamente o sottoposte a un grave declassamento.

In questi giorni, quasi tutti i temi decenti di WordPress – come Thrive Themes – saranno reattivi. Tuttavia, dovresti sempre assicurarti che i contenuti che produci vengano visualizzati correttamente sui dispositivi mobili, inclusi eventuali plugin o immagini che utilizzi. 

Questo test ottimizzato per dispositivi mobili di Google può aiutarti a convalidare rapidamente se il tuo sito è ottimizzato per i dispositivi mobili.

Mobilegeddon

RANKBRAIN

Lancio : ottobre 2015

A cosa si rivolge: mancanza di pertinenza per le query di ricerca e contenuti superficiali

Relativo all’aggiornamento di Hummingbird di Google, RankBrain utilizza l’apprendimento automatico per fornire risultati di query di ricerca pertinenti, tenendo conto della posizione dell’utente, dei fattori di personalizzazione e delle parole chiave per identificare l’ intento .

Questo potrebbe non avere un impatto diretto su tutto ciò che fai per l’ottimizzazione dei motori di ricerca, ma cambia alcune cose. Ciò che RankBrain fa è sottolineare l’importanza di servire l’intento dei ricercatori valutando i fattori in modo diverso in base al contesto.

Ad esempio, se qualcuno inserisce una frase vaga come “l’elezione”, RankBrain non ti invierà solo al risultato che ha il maggior numero di collegamenti o è stato il più lungo, ma sa cercare un nuovo risultato basato sulla tua posizione e i tempi della tua richiesta.

Quando ho cercato “le elezioni” nel 2019 negli Stati Uniti, ecco cosa ho visto su Google … (ignorando il risultato del film e la striscia video che appare in alto)

Una conseguenza di ciò è che a volte i contenuti freschi saranno favoriti rispetto ai contenuti più vecchi e più autorevoli. Ecco perché vediamo così tanto valore nell’aggiornamento dei post più vecchi: dice a Google che i tuoi contenuti continuano ad essere pertinenti. 

FRED

Lancio : marzo 2017

A cosa si  rivolge: contenuti sottili, affiliati e incentrati sulla pubblicità

Hai mai scritto un breve articolo con tonnellate di link di affiliazione? Se l’hai fatto dopo Fred, hai notato che a Google non piace classificare le pagine che sono fondamentalmente solo annunci pubblicitari, e in particolare qualsiasi cosa con annunci above the fold.

Se hai intenzione di includere una dozzina o più di link di affiliazione in un articolo, devi scrivere un post di alta qualità pieno di informazioni pertinenti per accompagnarli. Fred vuole che tu rispetti le linee guida sulla qualità della ricerca di Google !

MEDICO

Lancio : agosto 2018

A cosa si rivolge:  contenuto non autorevole

Questo aggiornamento fondamentale dell’algoritmo di Google è stato soprannominato “Medic” dopo che è diventato chiaro che i siti sanitari erano l’obiettivo principale.

Google ha iniziato a sottolineare i fattori di qualità EAT (competenza, autorevolezza e affidabilità), che era particolarmente dannoso per i siti web sulla salute senza credenziali formali o indicatori di autorità.

In particolare, Medic ha gravato maggiormente sugli autori di contenuti “Your money and your life” (YMYL) per dimostrare la loro autorevolezza. Ulteriori informazioni sulle parole chiave EAT e YMYL più avanti in questo post.

AGGIORNAMENTI DI BASE 2019

Lancio : marzo, giugno e settembre 2019

A cosa si rivolgono: contenuti non autorevoli

Gran parte degli aggiornamenti degli algoritmi di base nel 2019 continuano a perfezionare il modo in cui Google classifica i siti Web per EAT, in particolare i contenuti YMYL. In particolare, i siti sanitari e monetari rimangono gli obiettivi principali. 

È diventato chiaro che Google vuole vedere più autorità e fiducia dietro il contenuto che offre in cima alle SERP, il che significa che dovresti porre una maggiore enfasi sul tuo marchio, le tue credenziali e i link di qualità nel tuo profilo di backlink.

A Google piacciono i grandi marchi e non può mentire.

PROTEZIONE DAGLI AGGIORNAMENTI DELL’ALGORITMO DI GOOGLE

Questa semplice storia degli aggiornamenti di Google dimostra qualcosa di confortante:

Lo scopo e la traiettoria degli aggiornamenti dell’algoritmo di Google sono abbastanza prevedibili.

Non possiamo sapere ESATTAMENTE come cambierà in futuro, ma il motore di ricerca ha rafforzato la maggior parte degli stessi fattori di qualità nei suoi ultimi aggiornamenti. Nella ricerca incessante di fornire un’esperienza utente eccezionale, Google si concentrerà sempre sulla qualità e si acciglierà su tutto ciò che è indicativo di basso valore.

In poche parole, vuoi allontanarti da:

  • Contenuto scarso o scritto male
  • Backlink di bassa qualità
  • Pagine troppo ottimizzate
  • Siti a caricamento lento e gonfiati

Volete anche evitare di usare trucchi che sono chiaramente pensati per giocare al sistema.

Non è complicato: se utilizzi un hack o una tattica SEO “black hat” che Google non vorrebbe, puoi contare su un aggiornamento successivo per schiacciare la posizione del tuo sito nelle SERP alla fine.

Poiché Vogliamo creare un sito Web che duri, dobbiamo creare un’esperienza utente che Google preferirà sempre, anche con aggiornamenti futuri che non possiamo prevedere.

Ecco come è fatto!

PASSAGGIO 1: OFFRIRE UN’ESPERIENZA PREZIOSA AGLI ESSERI UMANI

Lo scopo fondamentale di Google è aiutare le persone reali a trovare esattamente quello che stanno cercando online.

Google guadagna molto dai suoi annunci pubblicitari a pagamento, quindi desidera fornire i migliori risultati di ricerca per garantire che MOLTE persone utilizzino Google quando effettuano ricerche su Internet. Se aiuti Google nella sua ricerca di risultati che la gente desidera, Google ti aiuterà!

VUOI CREARE COLLEGAMENTI INTERNI INTELLIGENTI E PERTINENTI … RAPIDAMENTE?

NichePursuits Rating

Link Whisper è uno strumento rivoluzionario che rende il collegamento interno molto più veloce, più semplice ed efficace. Semplifica il potenziamento dell’autorità del tuo sito agli occhi di Google. Puoi utilizzare Link Whisper per:

  • Mostra i tuoi contenuti orfani che non sono in classifica
  • Crea collegamenti interni intelligenti , pertinenti e veloci
  • Rapporti sui collegamenti interni semplici ma efficaci: che cosa ha molti collegamenti e quali pagine richiedono più collegamenti? 

Fai clic qui per rivoluzionare il modo in cui il tuo sito esegue collegamenti interni

CREA COLLEGAMENTI INTERNI MIGLIORI CON LINK WHISPER

Ciò significa che devi fornire l’ esperienza utente più preziosa nella tua nicchia. Google può dire che l’hai fatto in diversi modi, ma voglio concentrarmi sui quattro principali: qualità dei contenuti, coinvolgimento degli utenti, profilo di backlink e velocità del sito.

QUALITÀ DEI CONTENUTI

Se hai scelto parole chiave pertinenti a bassa concorrenza, il tuo prossimo passo è garantire che i tuoi contenuti siano della massima qualità possibile. Ora, “qualità” è un termine piuttosto soggettivo, ma ci sono modi pratici per valutarlo.

Uno è la coerenza nel tuo argomento per un singolo post. Usa la parola chiave focus e le relative varianti in tutta la pagina. Anche con un articolo voluminoso, dovresti davvero affrontare un solo argomento. 

L’altro modo ovvio di guardare alla qualità è la lunghezza dei contenuti. Ancora una volta, se scrivi 1.000 parole utili sull’argomento e poi vai in qualcosa di cui il lettore non si preoccupa, non ti aiuterà – ma in generale, gli articoli più lunghi saranno PIÙ THOROUGH, che sia Google che i lettori umani apprezzano .

Di conseguenza, un articolo più lungo che copre ogni angolo di un argomento vincerà spesso su uno più breve.

Sebbene l’algoritmo di ricerca di Google non sia un essere umano (di cui siamo a conoscenza), ha accumulato 25 anni di esperienza “sul posto di lavoro” a questo punto. In altre parole, è molto bravo a valutare se un contenuto è di qualità o meno, anche PRIMA che influisca sul modo in cui gli utenti interagiscono con esso.

INTERAZIONE DELL’UTENTE

Oltre a queste tecniche per la valutazione della qualità dei contenuti, Google tiene conto delle metriche di interazione dell’utente.

Alcuni dei più importanti sono la percentuale di clic, le pagine medie per sessione, il tempo sulla pagina (ovvero il tempo di permanenza) e la frequenza di rimbalzo.

Ultimamente, i segnali degli utenti sono diventati PIÙ importanti nella classifica. È un ottimo promemoria che in un sito Web c’è molto di più di un buon contenuto.

Ecco alcuni degli altri fattori che possono migliorare notevolmente l’esperienza dell’utente:

  • Gerarchia visiva
  • Marchio coerente
  • Grafica accattivante
  • Tipo leggibile
  • Pagine scansionabili
  • Un sacco di spazio bianco
  • Navigazione semplice

Che ci crediate o no, l’esperienza utente complessiva può influire notevolmente sulle metriche che Google guarda, in particolare il tempo di permanenza e la frequenza di rimbalzo importantissimi.

Se vuoi vedere come sta andando il tuo sito web con le metriche di interazione dell’utente, assicurati di aver collegato il tuo sito a Google Analytics. Puoi vederlo in tutto il sito e suddividerlo anche per pagina.

PROFILO DI BACKLINK

Tutti sanno quanto siano importanti i backlink in classifica su Google! Moz descrive i backlink come un “voto di fiducia” da altri siti Web.

In particolare, quando i siti con autorità di dominio elevato si collegano ai tuoi, in particolare ai domini .edu o .gov, ottieni un forte aumento della credibilità agli occhi di Google. Ma c’è molto di più nei link di quello.

La totalità dei collegamenti al tuo sito rappresenta il “profilo di backlink” totale del tuo sito. Google pesa tutto dal numero totale di backlink all’autorità di dominio di tali link. Un link “seguito” è in genere più desiderabile, ma i link nofollow sono ancora preziosi come fonte di traffico organico e possono dare una spinta al tuo marchio.

Al contrario, molti link a bassa autorità e spam possono danneggiare l’autorità di dominio generale e il potenziale di classifica del tuo sito. 

Non è difficile scoprire dove siti concorrenti nella tua nicchia stanno ottenendo backlink. Basta usare uno strumento SEO come Ahrefs   per vedere per quali parole chiave viene classificata la concorrenza e i collegamenti che hanno guadagnato!

Qual è il prossimo? Bene, è oltre lo scopo di questo post entrare nei dettagli sulle strategie di costruzione di link, ma dai un’occhiata a questa guida di Niche Pursuits sulla costruzione di link  per avere alcune idee!

VELOCITÀ DEL SITO

La velocità del sito è sostanzialmente una misura del “tempo al primo byte” per le pagine del tuo sito web. Sebbene la velocità del sito sia un fattore di ranking diretto nella ricerca mobile, svolge anche un ruolo nel ranking perché gli utenti possono abbandonare il tuo sito se si sta caricando lentamente, influendo negativamente sulle metriche di interazione dell’utente come frequenza di rimbalzo e tempo di permanenza.

La velocità del sito è incredibilmente importante . E diventa sempre più essenziale nel tempo se vuoi che il tuo sito sia competitivo, specialmente sui dispositivi mobili.

Se stai cercando di migliorare la velocità del sito, un servizio di hosting web più veloce è spesso la soluzione migliore. L’installazione di un tema WordPress leggero come WP Astra aiuta molto, perché rappresenta il framework per l’intero sito Web.

Per migliorare ulteriormente la velocità del sito, ti consigliamo di ridurre al minimo la quantità di codice CSS, HTML e JavaScript personalizzato sul tuo sito. Puoi usare uno strumento come GZip per aiutare a comprimere file di grandi dimensioni e dovresti esaminare i plugin di WordPress come WP Rocket per minimizzare il tuo codice.

Non sei sicuro di quanto sia veloce il tuo sito? Dai un’occhiata a PageSpeed ​​Insights di Google per vedere come Google misura la velocità di caricamento del tuo sito. Se non sei uno sviluppatore web esperto, potrebbe valere la pena assumere qualcuno periodicamente per aiutarti a velocizzare il tuo sito.

Dovresti anche passare attraverso i tuoi plugin di WordPress e assicurarti di usarli tutti davvero: possono rallentare MOLTO il tuo sito.

Infine, assicurati che TUTTE le tue immagini siano ottimizzate. Non posso sottolineare abbastanza quanto sia grande la differenza. Cerca di rendere ogni immagine di dimensioni non superiori a 150 – 200 kb: le dimensioni ridotte sono molto migliori, purché la qualità dell’immagine non sia compromessa. Mi piace usare un rapido strumento online chiamato Squoosh per ridimensionare le immagini di grandi dimensioni e comprimerle per il web.

Se vuoi vedere più fattori di classifica, Brian Dean ha compilato questo elenco ridicolmente completo di oltre 200 fattori che Google utilizza per determinare la qualità. 

PASSAGGIO 2: GIOCA SECONDO LE REGOLE DI GOOGLE

Penso di costruire un sito web come costruire una casa. Google vuole che tu sia un costruttore “per libro” – ma ci sono alcuni subappaltatori senza scrupoli là fuori che potrebbero aiutarti a tagliare alcuni angoli per risparmiare un po ‘di soldi per la costruzione.

Questo potrebbe aiutarti a fare un po ‘meglio oggi , ma quando arriva una tempesta, la tua casa potrebbe crollare. Per completare la metafora, ecco cosa succede quando si lesina sulla base! 

Ahem …

Quindi, ti stai chiedendo se una tattica che stai considerando incorrerebbe nell’ira di Google?

Bene, in caso di dubbi, ricorda lo slogan Nike … e fai OPPOSTO.

In altre parole, non farlo , ok?

Ecco un’altra buona regola empirica: se le tattiche che stai pensando di utilizzare non hanno nulla a che fare con il fornire più valore ai lettori umani , ma sono invece di ingannare l’algoritmo di Google per posizionarti più in alto, è molto probabile che a Google non piacerà neanche.

Il fatto stesso che ti stai chiedendo è abbastanza per essere cauto!

Nel corso degli anni, hai probabilmente incontrato tecniche SEO black hat e schemi di monetizzazione come:

  • Reti blog private (PBN)
  • Collegamenti spam
  • Riempimento di parole chiave
  • Filatura dell’articolo
  • Contenuto duplicato
  • Annunci eccessivi o link di affiliazione

Ora, sto dicendo che queste tattiche non funzionano?

No.

Molti di loro funzionano, almeno per un po ‘- o perché qualcuno dovrebbe preoccuparsi di loro?

Ma il punto è che, se SAPETE che a Google non piacciono queste tattiche, e ANCORA le impiegate, ovviamente avreste paura di un aggiornamento di Google!

COME HO COSTRUITO UN SITO DI NICCHIA CHE GUADAGNA $ 2,985 AL MESE

NichePursuits Rating

Vuoi avviare un sito di nicchia che può portare $ 3.000 al mese … o più? Qui discuto:

  • Gli strumenti di cui avrai bisogno
  • Come iniziare con un budget
  • Il modo migliore per generare velocemente un reddito 

Interessato? Fai clic qui per sapere come avviare il tuo sito di nicchia che genera entrate .

INIZIA OGGI STESSO IL TUO SITO DI NICCHIA

Quando usi le tecniche del cappello nero o del cappello grigio per giocare al sistema, avrai assolutamente un obiettivo sulla tua schiena da Google.

Spero che, come nell’analogia della casa che ho condiviso abilmente in precedenza, vuoi costruire il tuo sito Web sulla base giusta ed evitare di tagliare gli angoli.

Inoltre, con la forte attenzione di Google alla qualità dei contenuti, all’esperienza dell’utente e all’autorevolezza della fonte, sta diventando sempre più difficile giocare al sistema – quindi potresti anche fare tutto questo sforzo per fornire il miglior sito nella tua nicchia!

PASSAGGIO 3: DIMOSTRARE LA TUA CREDIBILITÀ

Laddove era semplice creare un sito con contenuti decenti e classificarsi rapidamente, Google è diventato più intelligente su chi ha DIETRO le parole su una pagina.

A causa dei recenti aggiornamenti (a partire dall’aggiornamento Medic 2018), non è più sufficiente avere solo contenuti di qualità o backlink: anche la fonte ha bisogno di credibilità . Questi nuovi standard di qualità possono influenzare le classifiche dei tuoi contenuti su tutta la linea. 

Immagina Google come un gentiluomo britannico nella crosta superiore che ti guarda su e giù sospettosamente, poi continua a dire con tono altezzoso: “Chi sei TU per parlare di queste cose? Buongiorno signore!”

… Hai avuto l’idea.

Questa enfasi sulla credibilità è particolarmente diffusa in nicchie come queste:

  • Notizie / attualità
  • Governo / legge
  • Finanza
  • Salute
  • Sicurezza
  • Gruppi di persone (ad esempio per etnia, religione, nazionalità, ecc.)

In effetti, questi argomenti sono abbastanza importanti da avere un pratico soprannome: parole chiave e siti Your Money and Your Life (YMYL) . 

Onestamente, questo ha perfettamente senso … Se cerchi Google perché vuoi sapere come rimuovere una polpetta dalla trachea di tuo zio, dovresti trovare un ESPERTO che ti mostri la manovra di Heimlich, piuttosto che mettere la vita del caro zio Bill nelle mani di Joe Blow.

Sono sicuro che Joe Blow è un giovane ben intenzionato, ma Joe Blow non è nemmeno un dottore – se non siamo onesti non ha nemmeno finito la sua laurea in psicologia.

Ecco perché i principali risultati di ricerca per “Heimlich Maneuver” in Google includono Mayo Clinic, Healthline e WebMD.

Allo stesso modo, Google non vuole che i migliori risultati della tua query finanziaria siano loschi o truffatori: tutti vogliamo fidarci dei siti Web che ci forniscono questo tipo di informazioni importanti! Nei casi in cui informazioni errate potrebbero influire negativamente sulla felicità, la salute o la ricchezza di un utente, Google è molto attento a fornire loro le informazioni CORRETTE, non solo i risultati pertinenti. 

Ma anche se non sei nelle nicchie sanitarie o finanziarie, Google vuole ancora vedere che tu e il tuo sito di nicchia siete una fonte credibile e competente. Google utilizza una caratteristica di qualità abbastanza nuova chiamata EAT (competenza, autorevolezza, affidabilità) per valutare il posizionamento dei contenuti.

COMPETENZA

L’autore dell’argomento principale della tua pagina è un esperto? Google vuole vedere le prove che la persona effettivamente sa di cosa sta parlando. Puoi dimostrarlo scrivendo una pagina dettagliata di “informazioni”.

Per argomenti generali (non YMYL), ti è consentito dimostrare “competenza quotidiana”. Ad esempio, se sei proprietario di una casa che vuole scrivere una recensione di un termostato intelligente, starai bene senza qualifiche speciali – non è necessario studiare i circuiti integrati al MIT per avere un’opinione su come funziona Nest. (Almeno non ancora…)

Tuttavia, esiste uno standard totalmente diverso per i contenuti YMYL. Se offri consulenza medica, informazioni su argomenti scientifici o indicazioni su un argomento di grande interesse come la genitorialità, allora hai davvero bisogno di alcune credenziali per essere competitivo nei risultati di ricerca, altrimenti dovresti aspettarti di assumere esperti per fare il scrivendo per te.

AUTOREVOLEZZA

Qual è il tuo background? Rispetto alla competenza, che è più interna a te, l’autorevolezza è più esterna , incentrata sulla tua visibilità nel settore.

Uno dei modi migliori per dimostrare autorevolezza è con – avete indovinato – collegamenti!

In generale, maggiore è il numero di link, menzioni e condivisioni social che tu e il tuo marchio state diventando online, più autorevole apparirete a Google.

Ovviamente, a Google piace vedere che hai un certo livello di influenza, allo stesso modo dei suoi utenti – quindi se questa è un’area di debolezza, potresti passare ad alcune strategie di costruzione di link per aiutarti a far crescere la tua autorevolezza. 

ATTENDIBILITÀ

Essere affidabili include te, il tuo sito Web generale e ogni articolo che scrivi. L’affidabilità è un po ‘più sfumata rispetto alle altre due, ma riguarda principalmente la riduzione al minimo del sentimento negativo e l’accessibilità al pubblico.

Cosa voglio dire?

Per le aziende locali, pensa a ottenere recensioni positive su Google My Business, Yelp e Better Business Bureau. Questi segnali indicano che le persone hanno lavorato con te e si fidano di te.

E se non hai un’attività locale?

Bene, per i siti di contenuti e le aziende che si basano online, puoi ancora migliorare la tua affidabilità con cose come:

  • Un modulo di contatto o informazioni di contatto sul tuo sito
  • Un indirizzo o una posizione fisica elencati
  • Un certificato SSL (HTTPS è essenziale in questi giorni)
  • Informativa sulla privacy e pagine di termini e condizioni
  • Una pagina di informazioni
  • Collegamenti a siti e fonti esterni

Desideri ulteriori informazioni su EAT e YMYL? Questo articolo di SEMRush o questo articolo di Moz offrono molti altri contesti per te! 

PASSAGGIO 4: TENERE D’OCCHIO LE TENDENZE FUTURE

La più grande sfida con Google e il Web è che le cose cambiano costantemente. Ecco da dove viene la paura di un micidiale aggiornamento dell’algoritmo, in primo luogo, giusto?

Ma non è TUTTO il destino e l’oscurità!

Ricorda che l’obiettivo di Google è SEMPRE fornire la migliore esperienza di ricerca all’utente finale. Dipende totalmente da Google come farlo accadere e alcuni fattori di classifica continueranno ad evolversi, ma è improbabile che questo principio fondamentale cambi nel prossimo futuro.

Detto questo, è una buona idea testare e convalidare le strategie di contenuto e dovresti essere pronto a sfruttare le nuove tattiche e funzionalità sia all’interno di Google che da altre parti del Web.

Ad esempio, se sei salito a bordo di siti social come Facebook all’inizio, eri ben posizionato quando i segnali social hanno iniziato a svolgere un ruolo nell’algoritmo di Google. Quando i dispositivi mobili sono decollati, rendere rapidamente reattivo il tuo sito ti ha aiutato a sopravvivere a Mobilegeddon. E quando gli snippet in primo piano sono entrati in scena, è stata una grande opportunità per imparare l’ottimizzazione degli snippet per i tuoi contenuti pratici e ottenere quella posizione “zero” sulle SERP.

Il punto è che, se rimani informato, saprai in quale direzione soffia il vento di Google. Consiglio di ascoltare podcast, guardare video, tenere d’occhio le nuove funzionalità degli strumenti dei motori di ricerca come SEMRush e leggere siti Web informativi come Niche Pursuits (spina spudorata!) Per essere al passo con le tendenze future del SEO.

GOOGLE RIMARRÀ PERTINENTE?

C’è un’altra grande preoccupazione che alcune persone hanno, ovvero che investiranno tutto ciò che hanno nella creazione di un sito Web ottimizzato per la ricerca di Google, e poi arriverà un’altra tecnologia pazza che cambierà completamente il modo in cui le persone trovano le informazioni: forse la realtà virtuale, o Assistenti di intelligenza artificiale o persino robot.

Ecco cosa dico a questo:

  1. Non sarebbe DOLCE se tutti avessimo i nostri robot che sapevano tanto quanto Google ?!
  2. A chi importa se un giorno arriverà una nuova tecnologia che è meglio di Google?

La realtà è che nessuno può prevedere il futuro, tranne Biff in Ritorno al futuro. (Hai fatto un casino, Marty.)

Per il resto di noi, dobbiamo tutti fare le cose un passo alla volta. Personalmente, credo che ci siano MOLTE più opportunità di trovare siti Web di nicchia, anche se alcune nuove innovazioni innalzano questo modello di business in un decennio o due.

Dovrai decidere cosa fare da solo, ma tieni presente che Google esiste da un quarto di secolo – ed è più importante che mai!

CONCLUSIONE

Ogni volta che ti sorprendi con gli aggiornamenti di Google, è probabile che esistessero segnali di avvertimento che non hai completamente interiorizzato. Google di solito telegrafia nella direzione in cui è diretto il suo algoritmo, anche se non si può sapere con certezza fino a quando DOPO un nuovo aggiornamento è stato lanciato.

Presta attenzione a questi segnali. Tieni d’occhio la direzione della SEO e del settore di nicchia. L’unica costante nel marketing online è il cambiamento, ma ogni cambiamento porta nuove opportunità – ecco perché è un momento così emozionante fare quello che facciamo! 

Hai riscontrato fluttuazioni sul tuo sito di contenuti da un aggiornamento di Google? Hai domande specifiche sulle modifiche dell’algoritmo di Google?

Si prega di lasciare un commento qui sotto per iniziare la conversazione! 

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close