ibdi.it

SEO per siti di e-commerce (principiante e intermedio)

Le attività di e-commerce sono gestite quasi interamente, se non esclusivamente, online e ottenere traffico verso i loro siti è fondamentale per il successo. Non puoi effettuare vendite se i tuoi clienti non riescono nemmeno a trovarti su Internet.

La maggior parte delle aziende di e-commerce ha familiarità con le basi delle migliori pratiche di ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) come l’aggiunta di meta descrizioni alle pagine o la selezione di parole chiave pertinenti.

Tuttavia, alcuni negozi online non hanno familiarità con il SEO o ci hanno solo fatto un tuffo. Ma se vuoi vedere un traffico online migliore e aumentare le vendite, devi assolutamente implementare SEO nella tua azienda di e-commerce.

E se vuoi far crescere il tuo business, devi davvero andare oltre il minimo indispensabile con il tuo lavoro SEO per superare la concorrenza. La maggior parte dei negozi di e-tail stanno facendo le cose basilari, quindi dovrai sfruttare le migliori pratiche più avanzate per aumentare la tua posizione nelle SERP, attirare più clienti e superare i tuoi concorrenti.

Diamo un’occhiata ai sei tipi specifici di lavoro SEO che tutte le aziende di e-commerce dovrebbero assolutamente fare per aumentare il loro potenziale di classifica.

1) Ottimizza per traffico organico locale

Non tutte le aziende di e-commerce sono focalizzate sul traffico locale poiché potrebbero non avere negozi fisici, ma tieni presente che l’ottimizzazione per il traffico locale può darti un vantaggio, in particolare nelle ricerche locali. E come bonus, le spese di spedizione locali potrebbero essere inferiori alla spedizione delle merci a metà del paese.

Detto questo, se vuoi incentivare la raccolta locale o enfatizzare l’attività della tua attività nella tua comunità locale, l’ottimizzazione per il traffico di ricerca organico locale può essere molto utile.

Puoi farlo seguendo i seguenti passi:

Imposta un profilo Google My Business

Google My Business svolge un ruolo importante nel dettare il traffico di ricerca locale. Ogni mese, ci sono oltre:

  • 5 miliardi di ricerche su Google per ristoranti
  • 3 miliardi di ricerche di hotel
  • 1 miliardo di ricerche per negozi di abbigliamento
  • 600 milioni di ricerche per capelli e saloni di bellezza
  • 5 milioni di ricerche di caffetterie

Alcune di queste persone potrebbero essere i tuoi clienti!

vantaggi di avere un account GMB includono:

  • Avrai più di una semplice scheda di attività commerciale. Il tuo profilo aziendale gratuito ti consente di connetterti facilmente con i clienti su Ricerca Google e Maps.
  • Puoi pubblicare foto e offerte sul tuo profilo per mostrare ciò che rende unica la tua attività e fornire ai clienti motivi per sceglierti ogni volta.
  • È possibile visualizzare l’orario di lavoro e le informazioni di contatto, con un collegamento al sito Web:

  • Puoi mostrare il maggior numero di recensioni possibile, con la valutazione a stelle complessiva :

Avere un profilo Google My Business ti offre il potenziale per ottenere buoni risultati nelle ricerche locali, offrendoti un forte vantaggio competitivo. Quando i tuoi potenziali clienti sono già online, alla ricerca di un’attività commerciale in Ricerca Google o Google Maps, ciò significa che sono pronti per connettersi e con più modi di effettuare transazioni, puoi fare più affari.

Dive Deeper: il tuo grafico delle vendite di e-commerce per un 2020 redditizio

Ottimizza per le parole chiave basate sulla posizione

Molte aziende di e-commerce cercano di ottimizzare in modo specifico per parole chiave di ampio respiro. Pensa: “fiori di seta” e “marketing dei contenuti”.

Le parole chiave basate sulla posizione, invece, sono esattamente come sembrano: parole chiave basate su una posizione specifica. Un altro termine per questo è il targeting geografico , che è definito come “una tattica di marketing che utilizza posizioni geografiche derivate dall’indirizzo IP di un utente per servire contenuti o annunci pubblicitari specifici per città o quartiere”.

Quindi, continuando con gli esempi precedenti di parole chiave a corrispondenza generica, avresti: “creatori di fiori di seta a Orlando” e “marketing dei contenuti SEO Los Angeles”.

Le parole chiave basate sulla posizione non saranno tanto popolari quanto l’appeal generale, ma ti aiuteranno a raggiungere un pubblico più di nicchia. E nulla ti impedisce di colpire anche quelle parole chiave di maggior richiamo. Lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google semplifica le cose:

Ottimizza i tuoi metadati per la ricerca locale

Hai la possibilità di aggiungere metadati e schemi strutturati al tuo sito al fine di fornire a Google ulteriore contesto sul tuo sito.

Schema è un vocabolario strutturato di dati che definisce entità, azioni e relazioni su Internet (pagine Web, e-mail, ecc.)…. Come risultato dell’aggiunta di tag dello schema al tuo sito Web, Google può integrare i risultati di ricerca del tuo sito Web con informazioni aggiuntive sotto forma di rich snippet, che hanno dimostrato di aiutare la percentuale di clic nei risultati di ricerca organici.

Tra gli altri elementi, i markup dello schema vengono spesso utilizzati per indicare le attività commerciali locali con frammenti di codice al fine di aiutare Google a capire di cosa tratta il tuo sito Web e quindi a connetterti meglio con ricerche pertinenti:

Ecco un esempio dei risultati della ricerca che includevano pagine Web con markup dello schema per eventi:

Lo  schema organizzativo è un altro schema importante che i siti di e-commerce possono utilizzare per informare i motori di ricerca su dove ti trovi:

Ecco due eccellenti risorse per ulteriori informazioni sull’implementazione del markup dello schema per il tuo sito di e-commerce (o qualsiasi altro):

2) Controlla e aggiorna il tuo SEO tecnico

Una delle migliori strategie SEO per l’e-commerce è semplicemente assicurarsi che la parte tecnica del tuo sito sia in linea con le migliori pratiche. Questa è la chiave.

Ci sono molti siti di e-commerce che trascurano completamente il lato tecnico perché sembra intimidatorio, ma gli strumenti giusti possono aiutarti a risolvere rapidamente alcuni problemi comuni .

Quando diciamo “SEO tecnico”, intendiamo cosa sta succedendo sul back-end del tuo sito. I problemi tecnici possono includere:

  • collegamenti interrotti
  • pagine di errore
  • con pagine che non possono essere (o non sono state) sottoposte a scansione o indicizzate dai bot di Google
  • bassa velocità del sito

Tutti questi fattori svolgono un ruolo importante nel posizionamento dei SERP. Se la velocità del tuo sito è lenta, ad esempio, può causare alte frequenze di rimbalzo e ridurre la classifica.

Un aumento da 1 secondo a 3 secondi del tempo di caricamento della pagina Web provocherà un aumento del 32% della frequenza di rimbalzo !

E se Google non può eseguire la scansione della tua pagina per qualsiasi motivo, non può indicizzarla, il che significa che non verrà visualizzata nelle pagine dei risultati di ricerca.

Per il lato tecnico della SEO, consiglio vivamente di utilizzare uno strumento di controllo del sito. Ciò è particolarmente importante per le aziende di e-commerce con siti di grandi dimensioni e molte pagine di prodotti, in cui si possono facilmente perdere piccoli errori e sommarli rapidamente.

Il mio preferito è lo strumento di audit dei siti di SEMrush , che è illustrato di seguito e che contrassegna tutti i problemi tecnici SEO che devono essere affrontati, spiega come stanno incidendo sul tuo attuale e offre consigli pratici su come risolverli:

Se davvero non ti senti a tuo agio con gli aspetti tecnici del SEO, usa uno strumento di controllo del sito per verificare lo stato del tuo sito e quindi assumere un esperto SEO che possa aiutarti a risolvere eventuali problemi sul tuo sito.

Dive Deeper:
Creazione di una strategia SEO vincente per le aziende di e-commerce
Come risolvere 15 problemi tecnici SEO in loco comuni
6 suggerimenti per combattere l’abbandono del carrello in un negozio di e-commerce Magento

3) Esegui una ricerca diligente sulle parole chiave

La ricerca di parole chiave è qualcosa che la maggior parte delle persone ha relativamente familiarità se conoscono le basi del SEO, ma una buona ricerca di parole chiave può essere un po ‘complessa ed è essenziale che tu la capisca bene.

L’anno scorso, ad esempio, ho aiutato un cliente che stava cercando di vendere set da tè online. Stavano ottimizzando per parole chiave come “bollitore per il tè”, anche se i loro prodotti non erano  tecnicamente bollenti e “infusori per il tè”, anche se il loro pubblico di destinazione non lo stava cercando.

Una piccola ricerca ci ha aiutato a individuare le parole chiave specifiche che il loro pubblico stava usando  – “set di teiere” e “teiera in ghisa”  – e il loro traffico rilevante ha iniziato ad aumentare in modo significativo. Questi erano i termini che il loro pubblico stava cercando.

Devi anche considerare l’ intento di ricerca quando scegli le tue parole chiave. Le parole chiave ad alto intento  – che sono in genere specifiche e indicano che un cliente è attivamente nella fase di ricerca della canalizzazione di vendita  – può essere ottimo per le pagine dei prodotti (non dimenticare che hai bisogno anche del SEO per le pagine dei prodotti!).

” Fiori di legno per il matrimonio”, ad esempio, è incredibilmente specifico, al contrario di “arte del legno” o “fiori non deperibili”:

Ci sono molti ottimi strumenti per le parole chiave disponibili tra cui scegliere:

  • Lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google è disponibile gratuitamente e ti mostrerà il volume delle ricerche mensili e la concorrenza di ogni parola chiave.
  • SpyFu  e SEMrush sono ottimi strumenti di ricerca della concorrenza per vedere per quali parole chiave organiche e PPC la tua concorrenza sta ottimizzando (e considera di aggiungere anche quelle al tuo elenco).

Assicurati che ogni singola pagina del tuo sito (inclusa ogni singola pagina del prodotto) sia completamente ottimizzata per la parola chiave pertinente che ti è stata assegnata. Inseriscilo nel testo nella pagina, aggiungilo ai tag immagine alt e usa i meta tag e le meta descrizioni per rafforzare ciò per cui stai ottimizzando.

Dive Deeper:
Come capire l’intento del ricercatore e utilizzarlo per migliorare le classifiche SEO
Ricerca di parole chiave SEO resa semplice nel 2020
Targeting per parole chiave di marca vs. SEO: su cosa dovresti concentrarti?

4) Creare una strategia di link building

La costruzione di link è uno dei modi più efficaci per aumentare il posizionamento SEO e contemporaneamente guidare il traffico verso il tuo sito e  stabilire il tuo marchio come risorsa affidabile nel tuo settore.

Sfortunatamente, molti siti escludono la costruzione di link perché richiede del tempo. Ma tu no!

La creazione di link è la pratica di cercare di ottenere altri siti affidabili da collegare ai tuoi (chiamati backlink).

Google esamina il tuo profilo di backlink quando sta valutando la qualità generale del tuo sito; se vedono che ti colleghi a siti fantastici e che pubblicazioni autorevoli e affidabili si collegano a te, lo considerano un potente indicatore della tua creazione di contenuti affidabili e di qualità. Ciò contribuirà notevolmente ad aumentare i tuoi straordinari di classifica.

In molti casi, una qualche forma di content marketing è la soluzione migliore per una solida strategia di link building :

Quando scrivi i tuoi contenuti educativi di alta qualità, le persone possono ricollegarli al proprio post.

Puoi anche scrivere post degli ospiti da inviare ad altri siti, comprese le pubblicazioni di settore ben note che accettano collaboratori. Il mio cliente che vende fiori in legno per bouquet da sposa, ad esempio, ha esaminato la scrittura di risorse per la pianificazione del matrimonio e ha contattato i pianificatori di matrimoni locali che avevano blog attivi.

È importante notare, tuttavia, che i collegamenti non sono tutti creati uguali. I link che ti gioveranno sono quelli che provengono da siti ad alta autorità .

A tutti i siti viene assegnato un  punteggio dell’autorità di dominio , che può essere compreso tra 1 e 100. Questo punteggio prevede il rendimento del sito nelle SERP di Google in base a fattori quali la durata del sito e il numero di backlink disponibili.

Sebbene il punteggio dell’autorità di dominio sia solo un predittore e non sia una metrica utilizzata da Google, è un buon indicatore da tenere a mente quando si considera a quali siti si desidera contribuire o targetizzare per la creazione di collegamenti.

Nota: non impegnarsi mai in schemi di link building di alcun tipo. Mentre un post sponsorizzato è ok, non vuoi comprare link da qualcuno che sta usando reti di blog private, o persino da un blogger che può promettere di farti pubblicare su una grande pubblicazione. Entrambi possono farti penalizzare da Google, e quest’ultimo potrebbe farti inserire nella blacklist da siti affidabili che potrebbero averti altrimenti aiutato.

Dive Deeper:
La guida definitiva per la creazione di link con contenuti per SEO
La guida di Marketer per la creazione di link
5 tipi di contenuti Guest-Post che supportano i tuoi sforzi di costruzione di link

5) Sfruttare il Content Marketing per aumentare il traffico organico

Il content marketing è prezioso per la creazione di link, ma funziona anche bene per indirizzare anche il traffico organico verso il tuo sito. E traffico organico = traffico gratuito, che è sempre un vantaggio.

Una buona strategia di marketing dei contenuti può essere un punto di svolta per le aziende di e-commerce anche se i tuoi diretti concorrenti non lo usano da soli. Ti dà la possibilità di educare i tuoi clienti e rispondere a tutte le loro domande. Questo non solo ti aiuta a coltivare una relazione con i membri del tuo pubblico target, ma stabilisce anche te / il tuo marchio come esperto fidato ai loro occhi.

Il content marketing spesso assume la forma di blog regolari, ma può anche significare creare contenuti video su YouTube, creare magneti di piombo come webinar o e-book e postare guest.

Bloggare sul tuo sito ti dà la possibilità di raggiungere i clienti interessati che sono in cima alla canalizzazione delle vendite digitali :

E solo perché qualcuno è al TOFU, ciò non significa che non siano intenzionati.

Qualcuno che sta cercando “cosa devo fare per andare in campeggio”, ad esempio, potrebbe non sapere di cercare la “buca per il fuoco portatile” che stai vendendo, ma ciò non li rende meno di alto livello pubblico; devono solo sapere cosa acquistare e perché ne hanno bisogno in modo da poter iniziare ad acquistare.

Senza avere la certezza di comprendere ciò di cui hanno bisogno e perché, scorreranno i consigli sui prodotti nei risultati di ricerca per trovare ulteriori informazioni:

Quindi assicurati che ogni singolo post sia ottimizzato per una parola chiave specifica e basa il tuo post sull’intento associato alla parola chiave in modo che sia pertinente per gli utenti che lo trovano.

Dive Deeper:
Come implementare l’intento dell’utente di costruire un pubblico per i tuoi contenuti
La guida per principianti alla creazione di una strategia di marketing dei contenuti
Come costruire una strategia di marketing dei contenuti ad alte prestazioni

6) Monitora le prestazioni con strumenti di analisi approfondita

C’è un errore comune che vediamo le aziende di e-commerce fare ripetutamente: fanno le basi del lavoro SEO ma poi non le seguono mai.

È essenziale tenere traccia delle prestazioni del tuo sito con l’analisi. Non tutte le strategie funzioneranno, quindi è importante vedere quanto bene le tue strategie stanno indirizzando il traffico verso il tuo sito, quali parole chiave sono più efficaci e quali link sembrano aiutarti ad aumentare il posizionamento delle SERP.

Google Analytics è un buon punto di partenza. È gratuito e facile da installare sul tuo sito e ti aiuterà a valutare quali piattaforme stanno indirizzando la maggior parte del traffico che è vantaggioso per te. L’identificazione di parole chiave che generano in modo più coerente vendite, ad esempio, può essere enormemente preziosa:

Esistono altri strumenti di terze parti che sono ottime alternative a Google Analytics che possono aiutare anche in questo e possono offrire un monitoraggio più avanzato:

  • SEMrush , ad esempio, offre il tracciamento automatico della posizione in modo da poter essere avvisato quando una qualsiasi delle pagine del tuo sito aumenta o diminuisce il posizionamento nelle SERP.
  • Ahrefs è un altro ottimo strumento con un’interfaccia incredibile. Hanno anche analisi che nessun altro ha, incluso il loro Rank di Ahref, che è simile all’autorità di dominio di Moz.
  • Moz ha un’incredibile suite di strumenti di analisi per aiutare a tenere traccia del posizionamento e del posizionamento del sito e hanno anche risorse eccezionali che ti aiutano ad analizzare le prestazioni della pagina e ottimizzare di conseguenza:

Dive Deeper: Google Analytics per Content Marketing: come monitorare e migliorare il ROI

Considerazioni finali: SEO è davvero così importante per l’e-commerce?

Se ti stai chiedendo perché il SEO è così importante per il successo dell’e-commerce, ricorda che i clienti non possono acquistare da te se non riescono a trovarti. Aiuta anche che qualsiasi strategia SEO per le aziende di e-commerce sia relativamente facile da implementare e produrre traffico eccezionalmente basso.

Paghi solo per qualsiasi strumento o servizio di e-commerce SEO che ti aiuti a mettere in atto la strategia, invece di pagare per ogni clic o conversione come faresti con le campagne PPC.

E se ti stai chiedendo quale piattaforma di e-commerce è la migliore per la SEO, tieni presente che qualsiasi piattaforma che ti consente di ottimizzare facilmente le parole chiave e di aggiungere la SEO tecnica (come tag immagine alt o dati strutturati) è un’ottima scelta.

Puoi optare per una piattaforma come WordPress e WooCommerce, ma Shopify e BigCommerce hanno anche ottime opzioni SEO. Tutte queste piattaforme hanno strumenti che sono essenzialmente di aiuto nell’e-commerce SEO per i principianti, permettendoti di ottimizzare facilmente il tuo sito anche se non conosci il marketing.

Che tu sia nuovo nel marketing o che abbia molta esperienza nella SEO per i siti Web di e-commerce, prenditi il ​​tempo per creare una strategia SEO intenzionale, passando attraverso le diverse tattiche discusse qui. È un grande investimento iniziale, ma ne varrà la pena!

Exit mobile version