ibdi.it

Sei tanto buono solo quanto come il tuo ultimo scambio di trading

La lezione di oggi ti aiuterà a eliminare uno dei più grandi handicap psicologici che ostacola il tuo successo nel trading. Innanzitutto, identificheremo il problema e poi ti aiuteremo a risolverlo e ad evitare che si ripresenti. In sostanza, ti “vaccineremo” contro una delle peggiori “malattie” del trading che “uccide” molti trader ogni anno…

Questa “malattia” del trading è qualcosa che si sviluppa spesso dopo la tua ultima operazione. Poiché i risultati dell’ultima operazione permeano il tuo cervello, a seconda che tu stia operando correttamente e (o) sia mentalmente preparato ad affrontare i risultati dell’ultima operazione, potresti essere seriamente a rischio di essere colpito da questa “malattia” del trading. Continua a leggere per sapere cos’è e come vaccinarti da esso…

Perché il tuo ultimo scambio è così importante, o lo fa?

Il tuo ultimo trade mi parlerà molto di te come trader e come persona. Ad esempio, la tua ultima operazione sembra coerente con le altre operazioni recenti? Se è stato un perdente e vedo che è stato 5 volte più grande della tua perdita precedente, stai facendo qualcosa di gravemente sbagliato; tutti i tuoi perdenti dovrebbero essere molto vicini allo stesso importo e alcuni forse in pareggio. Le operazioni vincenti varieranno naturalmente un po’ di più (alcune 1r, 2r, 3r o più), ma se vedo molti piccoli vincitori inferiori a 1R (1 volte il rischio) e alcuni super grandi, probabilmente non sei sulla strada giusta.

Il tuo ultimo trade può influenzare negativamente la tua mentalità e quindi il tuo prossimo trade. Idealmente, il tuo ultimo trade non avrà alcun effetto sul tuo prossimo trade, ma troppo spesso per la maggior parte dei trader ha un effetto enorme.

Il tuo ultimo trade è importante solo se stai facendo trading in modo sbagliato e quindi permetti a quell’ultimo trade di assumere troppa importanza. Il fatto è che la tua ultima operazione dovrebbe essere totalmente irrilevante nel grande schema delle cose, e quindi dovrebbe avere un impatto ZERO sulla tua mentalità e sulla tua decisione di intraprendere o meno la tua prossima operazione.

  • Se hai appena perso, non ha alcuna incidenza sul fatto che il tuo prossimo trade potrebbe essere vincente.
  • Se hai appena vinto, non ha alcuna incidenza sul fatto che il tuo prossimo trade potrebbe essere un perdente.

Se sei rimasto fedele al tuo piano, che fosse una vittoria o una sconfitta, sei sulla strada giusta. Rileggi di nuovo l’ultima frase.

polarizzazione ecency spiegata nel contesto di negoziazione

Come discuto nel mio articolo sul tema della distorsione da recency nel trading , un trader ha una distorsione da recency quando si concentra troppo sulle sue decisioni/operazioni di trading più recenti e perde la prospettiva sul quadro più ampio. In altre parole, quando un commerciante ha pregiudizi di recency, non può vedere la foresta per gli alberi, per così dire.

“È tendenza umana stimare le probabilità non sulla base dell’esperienza a lungo termine, ma piuttosto su una manciata degli ultimi risultati”. – I tuoi soldi e il tuo Brian, Jason Zweig

Un trader può avere sia un bias di recency di serie vincenti che di bias di recency di serie perdenti.

  • Distorsioni di recency consecutive:

Il pregiudizio sulla recency della serie vincente dice che i trader che hanno una serie vincente (o che hanno appena concluso un’enorme operazione vincente) sono troppo pesantemente influenzati da quella serie vincente. Le implicazioni di ciò sono che i trader possono aumentare la dimensione del rischio sulla loro prossima operazione al di sopra di quanto si sentono a proprio agio con la perdita e (o) possono entrare in un numero crescente di operazioni che violano il loro piano di trading / margine di trading. Il principale errore psicologico in gioco qui è l’eccessiva fiducia in se stessi. Quando un trader vince, è nella natura umana percepire meno rischi nel mercato e iniziare a gonfiare il proprio senso di capacità di trading e quanto fosse responsabile di quell’ultimo vincitore, fino al punto in cui diventa dannoso. Questo di solito si conclude con una perdita massiccia o una serie di perdite che annulla rapidamente tutti i guadagni realizzati durante la serie vincente.

  • Pregiudizi di recency con serie di sconfitte:

Il bias di recency sulla serie di perdite afferma che anche i trader che sono in una serie di perdite (o che hanno appena subito una grande perdita) sono troppo fortemente influenzati da quella serie di perdite. Le implicazioni di ciò sono che i trader possono ridurre la dimensione del rischio al di sotto del loro normale importo di rischio 1R e (o) possono entrare in un numero decrescente di operazioni a causa della paura di perdere di più. Il principale errore psicologico in gioco qui è la paura. Quando un trader perde, è nella natura umana iniziare a percepire più rischi nel mercato di quanto non sia realmente lì e iniziare a preoccuparsi eccessivamente delle perdite e questo funziona per sgonfiare il proprio senso di capacità di trading e fiducia. Questo di solito finisce in opportunità mancate e può tradursi in un ciclo perpetuo di paura e perdita fino a quando il trader alla fine non rinuncia del tutto al trading, sentendosi stanco e persino “truffato” dal mercato.

  • Come curare il bias di recency nel trading:

Vorrei che ci fosse una pillola magica da inviarti per posta che potrebbe curare la tua suscettibilità al pregiudizio di recency nel trading, ma purtroppo non c’è. Quindi, dovrai ascoltare attentamente e fare ciò che dico se vuoi evitare questa piaga del trading mentale.

Evitare pregiudizi di recency nel trading inizia con la conoscenza, con l’istruzione. Devi prima capire che è semplicemente nella natura umana essere eccessivamente influenzato dai risultati della tua ultima operazione. Una volta capito questo, inizierai a diventare più consapevole di te stesso e, si spera, ti sorprenderai nel mezzo di essere troppo influenzato dal tuo ultimo trade. Questo è il tuo spunto per prenderti una pausa, allontanarti dal mercato per un giorno, andare a leggere un libro, giocare a golf, fare qualunque cosa, e tornare domani o la prossima settimana, dopotutto, il mercato sarà lì domani . Forse non è quello che vuoi fare o sentire, ma funziona, fidati.

Successivamente, è necessario capire che un commercio semplicemente non importa . Quindi, non dare importanza! Se stai gestendo correttamente il rischio su ogni operazione e ti attieni al tuo piano di trading , non dovresti essere sorpreso o eccessivamente emozionato per i risultati della tua ultima operazione, vittoria o perdita. E, come vedremo in seguito, devi ricordare che qualsiasi operazione, considerata individualmente, è essenzialmente un evento casuale. Il tuo vantaggio commerciale che ti dà una probabilità di vincita superiore al 50%, si realizza SOLO su una serie abbastanza ampia di operazioni. Pertanto, guardare i risultati di UN commercio all’interno di una catena di, diciamo, da 20 a 40 operazioni, è completamente inutile.

L’unica cosa di cui dovresti preoccuparti riguardo al tuo ultimo scambio, è SE fosse coerente con il tuo piano di trading o meno. I risultati della tua ultima operazione non significano nulla e non dovrebbero significare nulla, altrimenti stai facendo qualcosa di sbagliato. Inserite questo nella vostra testa se volete superare permanentemente il pregiudizio di recency.

Devi allenare il tuo cervello a “comportarsi” correttamente dopo il tuo ultimo scambio

Come ho accennato sopra, siamo tutti fondamentalmente pre-cablati in modo tale da consentire al nostro cervello di dare naturalmente troppo significato e di essere eccessivamente influenzato dai risultati della nostra ultima operazione. Per la maggior parte dei trader, la loro ultima operazione ha un impatto eccessivo sulla prossima decisione di trading e gli alti e bassi emotivi che ne derivano possono portare alla distruzione dell’account di trading molto rapidamente.

Nota: non sto dicendo che dovresti scontare totalmente quando ti senti sicuro delle tue capacità di trading o anche quando hai paura. In effetti, questi sentimenti possono essere sani e normali nelle giuste quantità e fanno parte dell’istinto di un trader esperto per il mercato . Ma diventano pericolosi quando sono troppo frequenti o intensi e questo è ciò che dobbiamo evitare che accada.

Ecco alcuni suggerimenti su come allenare il cervello a funzionare correttamente dopo l’ultima operazione in modo da non essere influenzato negativamente dall’esito di tale operazione:

  • Inganna il tuo cervello per non sentire alcun dolore. Utilizzando il potere del pensiero positivo e usando affermazioni commerciali positive e meditazione, puoi sostanzialmente distrarre il tuo cervello dall’ossessione per i pensieri negativi (come un commercio perdente, per esempio) e persino il dolore fisico come discusso nell’articolo ingannare il tuo cervello in non sentire alcun dolore .
  • Avere una strategia per bloccare i pensieri negativi e per affrontarli quando si presentano ti aiuterà anche a eliminare il pregiudizio di recency di cui abbiamo discusso in precedenza.
  • Assicurati di rispettare il tuo rischio predefinito su ogni operazione. Se non lo fai, diventerai rapidamente eccessivamente emotiva indipendentemente dal fatto che lo scambio vinca o perda. Se vince sarai influenzato dal pregiudizio di recency vincente e se perde sarai influenzato dal pregiudizio di recency perdente come discusso sopra.
  • Assicurati di non fare trading eccessivo attenendosi ai criteri del tuo piano di trading in modo coerente, qualunque cosa accada. Se fai un over-trading, diventerai dipendente dalla sensazione di fare trading, come ho discusso nel mio recente articolo sui piani di trading anticipati . L’over-trading deriva dal dare troppo peso alla tua ultima operazione.
  • Ricorda che i risultati di qualsiasi operazione sono semplicemente un’istanza del tuo vantaggio in una grande serie, vedi la sezione successiva per ulteriori informazioni su questo!

Edge vs. Emozione

Il tuo margine di trading è fondamentalmente l’innesco di ingresso che, giocato su una serie di operazioni, ti offre una possibilità migliore di quella casuale di fare soldi. Il vantaggio deve comunque giocare indisturbato, indipendentemente dalle tue emozioni. Tuttavia, le tue emozioni possono influire sulla tua capacità di scambiare il vantaggio, quindi questo è il paradosso del trading di bordi contro le emozioni.

Pertanto, la tua ultima operazione deve essere irrilevante per te, in modo che tu possa davvero lasciare che il tuo vantaggio di trading si manifesti sulla serie di operazioni di cui ha bisogno per FARTI SOLDI.

Come insegna il defunto grande Mark Douglas , c’è una distribuzione casuale di vittorie e perdite per ogni dato margine di trading, e questa è TUA ragione per cui la tua ultima operazione è e DOVREBBE ESSERE irrilevante. Devi ricordare continuamente a te stesso la distribuzione casuale tra vittorie e perdite in modo da ricordare perché la tua ultima operazione non dovrebbe avere importanza e in modo da non lasciare che influenzi negativamente la tua prossima operazione.

Ciò che ritieni sia irrilevante al 100% in quanto si riferisce a ciò che il mercato farà dopo. Sì, puoi usare il tuo istinto come uno strumento, ma c’è una linea molto sottile tra la sensazione di buon istinto di trading e il suo uso eccessivo.

Se stai facendo trading con disciplina e gestisci correttamente il tuo rischio su ogni operazione, oltre a non fare operazioni stupide , questo farà molto per eliminare gran parte dei sentimenti negativi che i trader provano dopo una vittoria o una perdita. Dopotutto, se sai di essere rimasto fedele al tuo piano, anche se l’operazione è stata una perdita, non hai nulla di cui vergognarti o arrabbiarti, lo attribuisci semplicemente a un evento perdente del tuo vantaggio (uno in una grande serie di operazioni ) E vai avanti; lascia che il tempo passi e attieniti al tuo piano. Una volta che inizi a fare trading come se ogni operazione fosse indipendente dalla successiva (perché lo è), inizierai naturalmente a interagire con il mercato in un modo che porta al successo del trading.

Fai trading come un hedge fund…

gestori di hedge fund più performanti sanno che per fare soldi per i loro clienti devono essere calmi, raccolti e calcolatori. Semplicemente non possono permettersi di saltare costantemente dentro e fuori dal mercato, inseguendo ogni piccola cosa che pensano possa essere un’opportunità. Sanno che se lo facessero, avrebbero rapidamente molti investitori molto arrabbiati dietro di loro. Allo stesso modo, non puoi permetterti di saltare costantemente dentro e fuori dal mercato, i costi di transazione ti divorano a parte, il trading come un day trader semplicemente non è favorevole alla corretta mentalità di trading .

Se vuoi fare trading come se stessi gestendo un hedge fund con le migliori prestazioni, è meglio che ti prepari a fare molto più studio e osservazione e molto meno trading effettivo. Se avessi $ 1 milione sotto la tua gestione, sentiresti il ​​bisogno di “Fare soldi velocemente”? No! Perché sai che solo UNA buona operazione al mese o anche ogni tre mesi può farti ottenere un enorme guadagno, e sai che il modo migliore per massimizzare i tuoi guadagni a lungo termine è semplicemente evitare operazioni stupide (trading eccessivo).

I gestori di hedge fund sanno che meno scambi = risultati migliori, questa è una statistica comprovata in effetti. Quando scambi di meno è un’esistenza più pacifica e ti fornisce una capacità di gran lunga migliore di ottenere lo stato mentale neutrale nei confronti del mercato di cui hai bisogno per avere successo (con questo intendo, non lasciare che il tuo ultimo commercio contenga, in sostanza). Se fai sempre trading, senti molto di più gli alti e i bassi di quegli scambi, o ad est è molto più probabile che tu lo faccia. Più spesso ti metti in mezzo alla tentazione di essere eccessivamente influenzato dai risultati della tua ultima operazione, più è probabile che tu ne sia influenzato. Simile a mangiare sano in quanto il modo più semplice per farlo è semplicemente non rifornire la casa di cibo malsano,

Conclusione

Il tuo ultimo trade è un microcosmo della tua performance di trading complessiva e del tuo stato mentale di trading. Se un trader ha successo a lungo termine, potrei guardare il suo ultimo trade in qualsiasi momento dell’anno e avrebbe senso con il suo piano di trading e rifletterebbe un approccio disciplinato e coerente, vittoria o perdita. Questo perché i trader professionisti sanno che le stesse cose che portano a un trading di successo come la coerenza, la disciplina e la pazienza sono le stesse cose che aiutano a “vaccinarli” contro la “piaga” dei risultati della loro ultima operazione che infettano le loro menti per influenzare il loro prossima decisione commerciale.

Se guardo un’istantanea dei tuoi ultimi due o tre scambi, potrei dire lo stesso? Posso dire che riflette qualcuno che non è stato influenzato dal suo ultimo mestiere? O sarebbe lampante per me che STAI lasciando che sia l’ultimo trade a dettare la tua prossima mossa sul mercato? Per arrivare al punto di essere un trader professionista calmo, raccolto e totalmente indifferente ai risultati del suo ultimo trade, devi iniziare ad apprendere le tecniche e le strategie corrette discusse sia in questo articolo che ampliate nel mio corso di trading professionale .

Exit mobile version