Cerca

Search Engine Marketing (SEM): la guida definitiva

Tuttavia, prima di concentrare tempo e budget su SEM, assicurati che il tuo sito Web sia di alta qualità. Altrimenti, gli sforzi di SEM non saranno in quanto non importa quanto sia alto il tuo sito e quanto traffico ottiene se il sito web non riesce a fungere da strumento di vendita per convertire i visitatori. Ottieni un sito appositamente costruito da Hibu a un prezzo accessibile e trasforma il tuo sito in una macchina di vendita.

SEM vs SEO

SEO è un componente di SEM, anche se SEM non è lo stesso di SEO. Mentre entrambi condividono l’obiettivo di aumentare la visibilità della ricerca di siti Web, la SEO è una strategia a lungo termine per la creazione di un sito Web che i motori di ricerca come Google ritengano un buon risultato di ricerca e quindi lo classifichino in modo elevato nei risultati di ricerca. D’altra parte, SEM è una strategia di marketing sia a breve che a lungo termine per migliorare il ranking della ricerca utilizzando sia la pubblicità SEO che PPC. Ulteriori informazioni sul SEO .

SEM vs PPC

Mentre PPC, o pubblicità pay-per-click, fa parte di SEM, SEM e PPC sono due diverse forme di marketing. La pubblicità PPC è una strategia a breve termine per essere trovati nei risultati di ricerca che prevede la creazione di annunci digitali attivati ​​principalmente dalle parole chiave. SEM è il processo di ricerca per aumentare la visibilità del sito e il posizionamento delle pagine utilizzando insieme le strategie PPC e SEO. Ulteriori informazioni sulla pubblicità PPC e su come creare campagne PPC .

4 elementi di SEM

SEM comprende quattro elementi principali: ottimizzazione dei motori di ricerca, ricerca a pagamento o pubblicità PPC e ottimizzazione di siti Web e landing page. Collettivamente, questi quattro elementi lavorano per creare una strategia sostenibile per essere trovati nella ricerca rapidamente e nel lungo periodo in modo conveniente.

Ecco i quattro elementi principali di SEM:

  • SEO: l’ ottimizzazione dei motori di ricerca è il processo di costruzione strategica di un sito Web in modo che i motori di ricerca possano leggerli o sottoporli a scansione e riconoscerli come un buon risultato di ricerca per parole chiave o termini di ricerca specifici. La SEO è un processo che richiede tempo, rendendolo una buona strategia a lungo termine per costruire la visibilità del sito nella ricerca.
  • PPC: la pubblicità pay-per-click è il processo di creazione di annunci a pagamento che vengono visualizzati insieme ai migliori risultati di ricerca basati su parole chiave. Offre alle aziende un modo per classificare rapidamente i risultati della ricerca in base a parole chiave per le quali il loro sito non è attualmente classificato, rendendolo una buona strategia a breve termine per creare consapevolezza del marchio.
  • Pagine di destinazione: una pagina di destinazione è una pagina Web unica progettata specificamente per una campagna pubblicitaria a pagamento. In parole povere, gli utenti che fanno clic su un annuncio verranno indirizzati a “atterrare” sulla pagina di destinazione corrispondente, che funge da strumento di vendita per aiutare a rafforzare il messaggio dell’annuncio e favorire le conversioni.
  • Ottimizzazione del sito Web: non è sufficiente creare un sito. Le aziende hanno bisogno di lavorare continuamente per migliorare o ottimizzare il proprio sito Web in modo che sia più alto nei risultati dei motori di ricerca. Anche quelli con pagine di alto livello devono ancora lavorare per mantenere il loro grado.

Le aziende utilizzano questi quattro elementi di SEM insieme per costruire una strategia a tutto tondo per aumentare le classifiche dei siti Web. In questo modo, le aziende sono in grado di generare esposizione e sito Web in modo rapido e sostenibile, creando un’efficace strategia a lungo termine. Ricorda che utilizzare SEM in modo efficace significa anche avere un sito Web di alta qualità. Altrimenti, non importa quanto traffico ottiene il tuo sito, non genererà lead o vendite.

Come funziona SEM

Il marketing sui motori di ricerca funziona utilizzando collettivamente diversi canali di marketing digitale per ottenere visibilità sulla ricerca e aumentare il traffico del sito Web. Implica sia l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), che è una strategia a crescita lenta e a lungo termine, sia la pubblicità pay-per-click, che è una strategia a crescita rapida, ma ad alto costo, con atterraggio in corso ottimizzazioni di pagina. Se utilizzate insieme, le aziende raggiungono i propri obiettivi SEM in modo rapido e sostenibile.

Le aziende iniziano il processo SEO creando un sito Web che può essere sottoposto a scansione e considerato un buon risultato di ricerca nei risultati di ricerca organici. Per fare ciò, le aziende conducono ricerche di parole chiave per trovare le migliori parole chiave da utilizzare. Questi vengono quindi integrati nella copia del sito in modo che i motori di ricerca leggano il sito e lo identifichino come un risultato pertinente e di alta qualità. Le aziende lavoreranno anche per costruire autorità di dominio, collegamenti di qualità, reputazione online e ridurre la frequenza di rimbalzo.

La SEO è un processo che richiede tempo per ottenere risultati. Quindi, per classificare nei risultati di ricerca prima che inizino gli sforzi SEO, le aziende utilizzano la pubblicità PPC per raggiungere la parte superiore dei risultati di ricerca. Le piattaforme di annunci PPC come Google Ads o Microsoft Ads sono piattaforme self-service in cui le aziende possono creare i propri account e sviluppare le proprie campagne di annunci PPC. Mentre la pubblicità PPC è considerata conveniente, può diventare costosa, quindi viene utilizzata come metodo a breve termine per ottenere esposizione.

Motivi per utilizzare SEM

SEM è una strategia di marketing intelligente che offre molti vantaggi. In definitiva, ciò che SEM fa, se usato in modo efficace, è consentire al tuo sito Web aziendale di diventare un utile strumento di marketing che genera lead, vendite e conversioni. Nel processo per raggiungere questo obiettivo, SEM aiuta i siti a posizionarsi in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP), in cambio, sensibilizzando il marchio, migliorando la concorrenza e aumentando il traffico del sito.

Ecco i cinque motivi principali per utilizzare SEM:

  • Classifica molto nei risultati di ricerca
  • Aumenta la consapevolezza del marchio
  • Competi contro i migliori concorrenti
  • Aumenta il traffico del sito web
  • Genera vendite

Esistono diversi motivi per utilizzare SEM come parte della tua strategia di marketing generale. Tuttavia, non importa quanto siano efficaci i tuoi sforzi SEM se il tuo sito non è di alta qualità. Coloro che trascurano la qualità del loro sito potrebbero scoprire che SEM porterà a classifiche di ricerca più elevate e ad un aumento del traffico del sito senza un aumento dei lead o delle vendite. Detto questo, le aziende dovrebbero analizzare il proprio sito e cercare di renderlo il miglior strumento di vendita possibile prima di concentrarsi sul SEM.

Come utilizzare il marketing sui motori di ricerca in 7 passaggi

Per utilizzare il marketing sui motori di ricerca o SEM, inizia conducendo la ricerca di parole chiave e trovando le migliori parole chiave per la tua attività e il tuo mercato. Usalo per guidare la tua strategia SEM e determinare la quantità del tuo budget di marketing da allocare a SEO vs PPC. Quindi, ottimizza il tuo sito Web per essere trovato nella ricerca, creare profili aziendali, ottenere recensioni, creare campagne di annunci di ricerca a pagamento e, infine, monitorare e ottimizzare il tuo sito, le pagine di destinazione e gli annunci nel tempo.

Ecco come utilizzare SEM e farti trovare online in sette passaggi:

1. Effettuare ricerche di parole chiave

Il primo passo per utilizzare SEM è la ricerca di parole chiave, che in altre parole sono i termini di ricerca che le persone usano nei motori di ricerca. In questo modo, sarai in grado di determinare quali parole chiave sono le migliori per la tua attività e quali desideri scegliere come target, quanto è difficile classificare tali parole chiave nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca organici o SERP e il loro costo per clic medio nella ricerca a pagamento. Queste informazioni porranno le basi per la tua strategia SEM e la destinazione del budget.

Ottieni volume di ricerca e difficoltà delle parole chiave

Le parole chiave sono un fattore chiave nel modo in cui i motori di ricerca come Google determinano se il tuo sito è un buon risultato di ricerca per determinati termini di ricerca. Inizia pensando ai termini di ricerca che le persone utilizzerebbero per trovare la tua attività nella ricerca. Crea un elenco di queste parole chiave e utilizza uno strumento di ricerca per parole chiave come Ubersuggest  per ottenere informazioni come il volume di ricerca e il grado di difficoltà. Idealmente, vuoi parole chiave con volume elevato e bassa difficoltà, ma senza sacrificare la pertinenza.

Ad esempio, recentemente un nuovo studio dentistico a Chicago sta cercando di utilizzare SEM per sensibilizzare e ottenere più pazienti. Ricerca parole chiave come “dentisti a Chicago”, “dentisti pediatrici vicino a me” e “sbiancamento professionale dei denti a Chicago”.

Ubersuggest Dashboard Interface

Interfaccia Ubersuggest

Ottieni preventivi CPC annunci Google

Con le parole chiave selezionate, il passaggio successivo è trovare le stime del costo per clic. Mentre gli strumenti di ricerca per parole chiave come Ubersuggest forniscono stime CPC, Google Ads fornirà dati CPC più accurati. Utilizza lo Strumento di pianificazione delle parole chiave gratuito di Google per avere un’idea più chiara di quanto dovrai spendere per essere trovato utilizzando la ricerca a pagamento. Queste informazioni possono guidare il modo in cui scegli di allocare il tuo budget di marketing tra SEO e PPC in seguito.

Seguendo lo stesso esempio, lo studio dentistico utilizza lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google per trovare i dati CPC stimati nella sua area. Per ottenere dati CPC per località target, vai su “Località” e seleziona le aree in cui desideri visualizzare i tuoi annunci, che si tratti di una città specifica, una manciata di stati o di tutti gli Stati Uniti.

Google Keyword Planner Interface

Google Keyword Planner Interface

2. Sviluppare una strategia SEM

Dopo aver condotto la ricerca di parole chiave, il passo successivo è sviluppare una strategia SEM. Ciò include la ricerca e l’identificazione delle parole chiave per le quali si desidera classificare il sito nella ricerca, nonché i canali che si desidera perseguire in base ai propri obiettivi, budget e pubblico. Considera il tuo budget e quanto vuoi destinare a SEO vs PPC. Inoltre, considera quali piattaforme pubblicitarie PPC si adattano meglio al tuo pubblico di destinazione.

Mentre molte aziende che provano SEM per la prima volta dividono il proprio budget equamente tra SEO e PPC, dovresti considerare quanto sia difficile classificare organicamente le tue parole chiave, quanto attualmente il tuo sito si classifica per tali parole chiave, il CPC medio per le tue parole chiave nella ricerca a pagamento, e se preferiresti costruire la tua classifica più rapidamente nel breve termine o più sostenibile nel lungo termine.

Ad esempio, lo studio dentistico ha un budget SEM di $ 2.000. Deve iniziare a ricevere nuovi pazienti e ha un CPC stimato inferiore alla media a soli $ 2,12 per la sua parola chiave principale “dentisti a Chicago”, quindi decide di allocare il 70% del suo budget a PPC e il restante 30% a SEO per crescere la sua classifica a lungo termine.

Esempio di strategia SEM e grafico di allocazione del budget

Strategia SEM e diagramma di allocazione del budget

3. Ottimizza il tuo sito per la ricerca

L’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) è il processo di ottimizzazione del tuo sito Web per essere trovato e classificare in modo elevato nei risultati dei motori di ricerca. Con in mente le parole chiave, inizia scrivendo una copia del sito che includa le tue parole chiave attraverso le pagine del tuo sito. In questo modo, i motori di ricerca assoceranno il tuo sito a tali parole chiave. Aggiungi le tue parole chiave alle intestazioni delle pagine Web, al corpo del testo, al menu (se possibile) e alle meta descrizioni.

Il SEO non si esaurisce con le parole chiave. Vi sono anche numerosi altri aspetti. Ad esempio, se non l’hai già fatto, progetta il tuo sito per l’esperienza dell’utente. In altre parole, considera il percorso di un utente attraverso il tuo sito e controlla che il tuo sito fluisca logicamente per guidare qualcuno attraverso la tua canalizzazione di vendita. Inoltre, rendi il tuo sito reattivo e ottimizzato per i dispositivi mobili e segui le linee guida del sito di Google per ottenere un punteggio elevato.

4. Creare profili online

Quindi, creare profili su directory online. La ragione di ciò è duplice. In primo luogo, quando le persone cercano la tua attività, il tuo sito e i tuoi profili appariranno nei risultati. In caso contrario, i motori di ricerca potrebbero fornire altre attività commerciali e siti non pertinenti. Il secondo motivo è che le directory ti danno modo di essere trovato da coloro che non sono a conoscenza della tua attività e, in cambio, indirizzano il traffico verso il tuo sito. Più traffico hai, più il tuo sito viene visto come un risultato di ricerca di qualità.

Ecco le principali directory online per le aziende:

  • Google My Business (GMB): GMB è una directory di elenchi locali gratuita di Google che è la migliore per le aziende con un indirizzo fisico. Scopri come creare un account Google My Business con istruzioni dettagliate.
  • Bing Places: simile a GMB, Bing Places è la versione di Bing di una directory di elenchi locale per aziende con un indirizzo fisico.
  • Yahoo: questa è la versione di Yahoo di una directory aziendale in cui le piccole imprese possono aggiungere o rivendicare gratuitamente la propria scheda di attività commerciale.
  • LinkedIn: ogni azienda dovrebbe creare un profilo aziendale gratuito sul più grande social network professionale del mondo, LinkedIn. Oltre a creare un profilo, le aziende possono utilizzare LinkedIn per fare rete con colleghi professionisti del loro settore, che può essere uno strumento di marketing efficace.
  • Yelp: quasi ogni tipo di attività di servizi è un buon candidato per una scheda di attività di Yelp, da ristoranti e bar a idraulici e toelettatura per animali domestici. Le persone guardano a Yelp per trovare i migliori servizi per una pletora di aziende basate sui servizi vicino a loro. Ulteriori informazioni sull’uso di Yelp per le aziende .
  • Foursquare: Foursquare è una guida della città online a cui gli utenti vanno per trovare le migliori offerte locali, che si tratti dei migliori locali comici o negozi di formaggi in una città.
  • TripAdvisor: orientata a fornire consigli di viaggio e informazioni privilegiate, TripAdvisor è la migliore piattaforma per le aziende del settore turistico e dell’ospitalità.
  • Pagine gialle: una volta una rubrica stampata che era un punto fermo nelle famiglie americane, le Pagine gialle sono ora una directory aziendale online. Come la versione originale, è la soluzione migliore per le attività commerciali, dagli ospedali per animali e meccanici, ai servizi funebri e agli investigatori privati.
  • Camera di commercio: ChamberofCommerce.com dispone di una directory aziendale online in cui qualsiasi tipo di attività può creare un elenco gratuitamente.
  • Better Business Bureau (BBB): BBB è una directory aziendale pubblica su cui ogni azienda dovrebbe avere un profilo. Sebbene non sia una piattaforma che genererà lead o vendite, è una piattaforma che può avere un forte impatto sulla reputazione della tua azienda.
  • Alignable: Alignable è un sito di networking per piccole imprese. È simile a LinkedIn, ma si basa sulla posizione e serve per aiutare le aziende a fare rete con altre aziende. È un’ottima piattaforma per coloro che operano nelle industrie B2B.
  • Elenco di Angie : Elenco di Angie è un elenco di servizi domestici e sanitari. Le aziende possono creare un elenco gratuitamente e connettersi agli utenti che cercano il loro tipo di servizio.
  • HomeAdvisor: HomeAdvisor è una directory di riparazione e miglioramento della casa orientata al collegamento dei proprietari di case e quelli che offrono servizi domestici come la carpenteria o l’installazione di piscine.
  • Houzz: simile a HomeAdvisor, Houzz è un sito di design per la casa in cui le aziende di architettura, interior design, architettura paesaggistica e miglioramento generale della casa possono creare una scheda di attività commerciale e ottenere una buona esposizione a coloro che cercano le tue offerte di servizi specifici.
  • AngelList: AngelList è una directory di avvio e tecnologia. Le aziende lo elencano per connettersi con venture capitalist, fonte di persone in cerca di lavoro e aumentare la visibilità della ricerca.

Considera quali piattaforme e directory si adattano meglio alla tua attività e ai servizi e prodotti che offre. Non è necessario creare un elenco su ogni singola opzione possibile, ma piuttosto creare una manciata di elenchi nelle directory che sono più rilevanti per la tua attività. Ciò aiuterà la tua attività non solo a generare traffico, ma a generare traffico di alta qualità che mantiene i visitatori sul tuo sito e genera conversioni. Questo aiuta i motori di ricerca a vedere il tuo sito come un buon risultato.

5. Ottieni recensioni

Uno dei vantaggi di avere profili online su siti di directory e social network è che la maggior parte di essi abilita le recensioni dei clienti. I motori di ricerca e queste piattaforme, siano esse Google o Yelp, terranno conto della valutazione media di un’azienda e del numero di recensioni che deve determinare la sua posizione. Questo perché queste piattaforme stanno cercando di fornire ai visitatori del sito i migliori risultati e quelli che hanno ottenuto un punteggio elevato da un numero di persone sono considerati i migliori.

Esistono diversi modi in cui le aziende possono iniziare a convincere i clienti a lasciare recensioni positive. Il modo in cui un’azienda fa questo dipenderà dal loro settore, da come sono in contatto con i clienti e dalle piattaforme utilizzate dai loro clienti. Ad esempio, un caffè può promuovere un omaggio e per entrare, i clienti lasciano semplicemente una recensione su Yelp, mentre un’agenzia di marketing potrebbe inviare una campagna di marketing via email chiedendo feedback e recensioni su Google.

Risultati dei motori di ricerca locali di Google

Risultati dei motori di ricerca locali di Google

6. Utilizza annunci a pagamento

Per far ripartire la tua visibilità nei risultati di ricerca, crea campagne pubblicitarie pay-per-click che visualizzano il tuo annuncio insieme alla parte superiore dei risultati di ricerca. Le aziende possono creare campagne PPC su una serie di piattaforme come Google Ads, Microsoft Ads (precedentemente Bing Ads), Yelp Advertising o persino Groupon . Ogni piattaforma PPC funzionerà in modo leggermente diverso, sebbene, come la SEO, siano basate su parole chiave che attivano la piattaforma per visualizzare il risultato.

Ad esempio, una società di sviluppo web vuole fare pubblicità su Google per essere trovata per i suoi nuovi servizi di sviluppo di app, che non classifica per organicamente. Per iniziare, crea un account Google Ads Manager e quindi fa clic sull’icona “+” per iniziare il processo di creazione della nuova campagna. Segue tutti i suggerimenti dalla selezione delle parole chiave alla scrittura della copia dell’annuncio e, infine, avvia la nuova campagna.

Nuova interfaccia della campagna di Google Ads Manager

Annunci Google – Nuova interfaccia campagna

7. Monitora e ottimizza il tuo sito, i profili e le campagne

Anche dopo aver ottimizzato il tuo sito per la ricerca e aver lanciato annunci di ricerca a pagamento che vengono visualizzati insieme ai migliori risultati di ricerca, i tuoi sforzi SEM non sono finiti. Il prossimo passo è monitorare il tuo sito, i profili e la reputazione online e le campagne PPC. Monitora il tuo sito utilizzando uno strumento di analisi come Google Analytics e un analizzatore SEO . Tieni traccia della crescita del traffico del tuo sito, della frequenza di rimbalzo e dell’autorità di dominio per indicare efficaci sforzi SEO.

Al di fuori del tuo sito Web, utilizza Google Ads Manager per monitorare il rendimento della tua campagna pubblicitaria. Cerca di migliorare le aree con il maggior margine di miglioramento o le aree in cui la tua campagna è la più debole. Aggiorna i tipi di corrispondenza delle parole chiave, aggiungi parole chiave a corrispondenza inversa, modifica l’offerta in base al tipo di dispositivo, aggiungi la copia e l’offerta dell’annuncio e migliora la pagina di destinazione. Gestisci la tua reputazione online monitorando i profili e rispondendo alle recensioni.

7 migliori strumenti SEM

Il marketing dei motori di ricerca può sembrare complesso, se non complicato a volte, ma la buona notizia è che ci sono una serie di strumenti disponibili per aiutarti a semplificarti la vita e migliorare i tuoi sforzi SEM. Gli strumenti migliori sono quelli che non solo rendono SEM più efficace, ma sono quelli che sono facili da usare e convenienti (se non gratuiti). Ad esempio, alcuni degli strumenti principali includono Ubersuggest, Google Analytics, Google Trends, SpyFu, Hootsuite e Awario.

Ecco sette strumenti SEM per le piccole imprese:

  • Ubersuggest: questo strumento di Neil Patel è uno strumento di ricerca di parole chiave gratuito che fornisce dati di parole chiave come volume di ricerca, difficoltà delle parole chiave e CPC stimato per annunci a pagamento in un’interfaccia intuitiva.
  • Google Analytics: ogni sito, sia esso costruito con il CMS WordPress o un costruttore di siti come Squarespace o Wix, dovrebbe utilizzare lo strumento gratuito di analisi dei siti di Google. Fornisce dati sul traffico del sito Web come volumi di traffico, dati geografici degli utenti, frequenze di rimbalzo e altro.
  • Google Trends: Google Trends è uno strumento che fornisce dati sulle query di ricerca più diffuse. Le aziende possono utilizzarlo per scoprire nuove idee di contenuto per scopi di marketing di contenuto esaminando quali sono le persone attualmente più interessate.
  • SpyFu: questo strumento di ricerca competitivo consente alle aziende di analizzare la concorrenza, vedere quali parole chiave usano e come si classificano per loro, nonché comprendere le loro strategie PPC e SEO. Ciò consente loro di ottenere un vantaggio sulla concorrenza e di migliorarsi sul mercato non solo per battere ma distinguersi dai loro migliori concorrenti.
  • Hootsuite: Hootsuite è una gestione completa dei social media che offre alle aziende un modo centralizzato di gestire tutti i loro profili online da Google+ a LinkedIn in un unico posto.
  • Awario: Awario è uno strumento di gestione della reputazione online e monitoraggio sociale. Aiuta le aziende a rimanere in cima alle recensioni e alle menzioni social sul Web, mantenendole in contatto e in grado di rispondere rapidamente a qualsiasi recensione o menzione.
  • Leadpages: Leapages è il miglior costruttore di pagine di destinazione che viene utilizzato per aiutare le aziende a creare più facilmente pagine di destinazione progettate professionalmente che ottengono più conversioni per campagne pubblicitarie PPC.

I migliori software di marketing per i motori di ricerca sono quelli più utili alle esigenze e al budget della tua azienda. Detto questo, non tutte le aziende avranno bisogno di tutti gli strumenti e le aziende dovrebbero concentrarsi su quali strumenti forniranno loro il massimo valore. Ad esempio, mentre il builder di landing page può aumentare notevolmente le conversioni, un’azienda che utilizza Google Ads e vede un alto tasso di conversione senza un builder di landing page potrebbe non trovarne la necessità.

Provider di marketing per motori di ricerca

Molte aziende non hanno il tempo, le risorse e le competenze per utilizzare efficacemente il marketing sui motori di ricerca. Per questo motivo, considera di lasciare il tuo SEM nelle mani di professionisti. I migliori fornitori di SEM per le piccole imprese includono Lyfe Marketing per coloro che cercano un esperto SEO e gestione dei social media, Hibu per coloro che desiderano una gestione di marketing end-to-end economica e professionale, o persino Fiverr per la ricerca di liberi professionisti per progetti a basso costo compiti di marketing.

5 migliori provider di marketing per i motori di ricerca

Fornitore SEM
Ideale per
Esternalizzare i tuoi sforzi SEO e di social media marketing agli esperti
Gestione del marketing digitale completamente gestita e completa
Approvvigionamento di un libero professionista di marketing da assumere su base contrattuale o oraria
Gestire il marketing internamente con l’assistenza di un account manager
Attività di marketing sui motori di ricerca basate su progetti come l’ottimizzazione delle pagine di destinazione o la creazione di una campagna pubblicitaria

Ogni fornitore SEM offre la propria gamma di servizi e un valore unico. Ottieni maggiori informazioni sulle migliori agenzie di marketing di ricerca per le piccole imprese, tra cui informazioni su prezzi e contratti, servizi e per chi sono le migliori.

Domande frequenti (FAQ)

Qual è la differenza tra ricerca a pagamento e social a pagamento?

Quando si considera la ricerca a pagamento rispetto ai social a pagamento, la differenza più grande è l’intenzione dell’utente. Con la ricerca a pagamento, gli utenti sono attivamente alla ricerca di un determinato prodotto o servizio, tuttavia gli inserzionisti hanno un targeting per pubblico limitato poiché gli annunci sono innescati principalmente dalle parole chiave. Con i social a pagamento, gli utenti non cercano attivamente il tuo prodotto o servizio, ma hanno un solido targeting per pubblico in modo che gli inserzionisti possano scegliere a chi visualizzare i loro annunci. Ulteriori informazioni su Facebook Ads vs Google Ads .

Che cos’è il marketing di ricerca a pagamento?

Il marketing di ricerca a pagamento è un altro termine per pubblicità pay-per-click o PPC su piattaforme di ricerca come Google e Bing. Gli inserzionisti creano annunci da visualizzare in base ai termini di ricerca o alle parole chiave ricercate dagli utenti. È generalmente considerato conveniente, e il vantaggio è che offre alle aziende un modo per raggiungere la cima dei risultati di ricerca su parole chiave per le quali il loro sito non si classifica organicamente.

Qual è un altro nome per il marketing sui motori di ricerca?

Il marketing sui motori di ricerca può essere indicato in diversi modi. I nomi più comuni per il marketing sui motori di ricerca includono il suo acronimo “SEM” e, in parole povere, “marketing per la ricerca”. Utilizza una combinazione di strategie SEO e PPC per massimizzare un budget di marketing per la visibilità della ricerca sia a breve che a lungo termine.

Bottom Line – Che cos’è il marketing sui motori di ricerca?

Il marketing sui motori di ricerca, o SEM, è il culmine di strategie di marketing come l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) e la pubblicità di ricerca a pagamento con l’obiettivo condiviso di promuovere un sito Web per aumentare la visibilità e il traffico della ricerca. Le aziende utilizzano SEM, anziché SEO o PPC, per creare una strategia di marketing che raggiunga i suoi obiettivi in ​​modo rapido e sostenibile.

Un problema che molte aziende devono affrontare con SEM è che, sebbene raggiungano il loro obiettivo di posizionamento in SERP e aumento del traffico del sito, non riescono comunque a generare lead o conversioni. Questo accade quando una strategia SEM è efficace, ma il sito Web non lo è. Ottieni un sito Web di qualità e un SEM esperto da Hibu per generare non solo traffico ma lead e vendite. Inizia oggi .

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close