Cerca

Scrittura di contenuti SEO: Crea contenuti che ottengano risultati

scrittura di contenuti seo

Scrivere contenuti utili è un’abilità necessaria se vuoi attirare potenziali clienti sul tuo blog.

Non basta semplicemente scrivere bene o scrivere frequentemente e aspettare che le persone trovino il tuo sito Web: scrivere contenuti ottimizzati per SEO richiede strategia e pianificazione.

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci via Email: info.ibdi.it@gmail.com

Ma sono sicuro che lo sai già. 

Se hai scritto e pubblicato per mesi e stai ancora aspettando che paghi, non preoccuparti. Siamo stati tutti lì! E sì, vedere i risultati del SEO richiede tempo.

E sei nel posto giusto per iniziare a ottenere risultati migliori dal tuo duro lavoro.

Avvertenza: non è facile ricercare, pianificare e scrivere eccellenti contenuti SEO. Ma se segui il nostro processo, funzionerà.

La maggior parte dei blog e dei siti Web non riceve traffico significativo – o come ci piace chiamarlo – un flusso costante di clienti verso il tuo sito Web. Se sei disposto a dedicare tempo e fatica, è un investimento di cui non ti pentirai. 

Ora entriamo in un approccio graduale alla scrittura di contenuti SEO.

Che cos’è il contenuto SEO?

La SEO è un argomento importante da affrontare, con un panorama in continua evoluzione. A meno che tu non voglia diventare uno specialista SEO, non devi sapere tutto al riguardo.

Ma per capire cosa classifica il contenuto , devi capire a cosa guardano i motori di ricerca – non solo nei post del blog, ma nel tuo sito web nel suo insieme.

I motori di ricerca utilizzano una varietà di fattori di classificazione per determinare se il tuo sito Web è degno di essere collocato al di sopra degli altri nei risultati di ricerca. Ad esempio, l’algoritmo di Google utilizza 200 fattori di classificazione.

C’è molto da pensare. Quindi, come fai a sapere su quali lavorare per primi?

È più facile se si considerano questi 200 fattori come tre categorie:

  1. Tecnico : hosting, velocità del sito, plugin, ecc.
  2. Esperienza utente : il design e la struttura del tuo sito Web
  3. Contenuto : la qualità e la quantità dei tuoi contenuti

Prima di poter avere successo con il n. 3, è necessario disporre di n. 1 e n. 2.

Problemi come la velocità di caricamento della pagina lenta, la mancanza di compatibilità con i dispositivi mobili e tutto ciò che blocca la capacità di Google di eseguire la scansione del tuo sito devono essere affrontati prima di ogni altra cosa. 

Hai bisogno di un veloce hosting di siti web (vedi la nostra recensione sull’hosting di SiteGround ) e un tema WordPress ottimizzato per la SEO (vedi la nostra recensione sui temi di StudioPress ). 

Inizia con questo audit del sito per persone non tecniche e mettiti al lavoro per risolvere eventuali problemi importanti.

Ora che abbiamo rimosso questo, passiamo al problema in questione.

Definizione del contenuto SEO

Dal momento che sono qui per parlare di contenuti, ecco cosa intendo:

Il contenuto SEO è ricercato, strutturato e scritto con l’obiettivo di classificare bene un determinato termine di ricerca.

contenuto SEO scrivendo screenshot di ricerca di Google

Questa è la differenza fondamentale tra contenuto ottimizzato per la ricerca e qualsiasi altro tipo di contenuto. L’obiettivo è quello di attirare traffico di ricerca e potenziali clienti.

Potresti avere pagine sul tuo sito Web, persino post di blog, con altri obiettivi primari. Ad esempio, alcune persone blog per intrattenere il proprio pubblico esistente o includono pagine mirate alle conversioni, non alla ricerca.

Contenuto SEO significa considerare l’obiettivo fin dall’inizio, ogni volta. Dalla scelta di un argomento alla scrittura dei sottotitoli alla taggatura delle immagini, ogni decisione sul tuo post sul blog deve essere presa tenendo conto dei fattori di posizionamento SEO.

Il contenuto SEO inizia con la ricerca

i dati hanno un'idea migliore delle luci al neon sotto il panorama della città

L’errore numero uno che vedo nelle persone che vengono da noi per un aiuto SEO non è la cattiva scrittura, lo scarso impegno o la mancanza di creatività. È la completa assenza di una strategia di contenuto supportata dai dati.

La scrittura è uno sforzo creativo. Il risultato finale è un articolo che le persone troveranno prezioso, utile e piacevole da leggere.

La SEO, tuttavia, si basa su ricerche e dati.

I due possono coesistere? 

Assolutamente, la chiamiamo creatività del vincolo . Scrivendo in un framework supportato da dati, uno scrittore può entrare in uno stato di flusso senza preoccuparsi di SEO o parole chiave.

Sfruttare la potenza dei dati garantisce semplicemente che il tuo duro lavoro ripaghi.

Il contenuto SEO inizia con la ricerca di parole chiave, quindi incorpora la scrittura, la modifica e la pubblicazione delle migliori pratiche.

Come scrivere per SEO: 6 passaggi per un post di blog ottimizzato

Stai per ricevere una risposta a tutte le tue domande, tra cui:

  • Quante volte devo includere la parola chiave? 
  • Qual è la durata migliore per un post sul blog?
  • È meglio scrivere un elenco o una guida definitiva?

Sfortunatamente, non ci sono risposte semplici per tutti. Tuttavia, questo processo ti assicura di non indovinare. Inizierai con tutti i dati necessari per prendere quelle decisioni, prima di iniziare a scrivere.

Eccola: una strategia comprovata per la scrittura di contenuti SEO.

Passaggio 1: scegli un argomento (e ricerca per parole chiave)

La creazione di contenuti per i motori di ricerca inizia con la scelta di una parola chiave o frase da scegliere come target.

Esistono due approcci principali per stabilire l’argomento del tuo articolo – e sì, entrambi richiedono ricerca!

Inizia con un’idea tematica.

Se sai già di cosa vorresti scrivere, devi trovare la migliore parola chiave possibile come target.

Ogni parola chiave ha molte varianti e termini correlati: il tuo compito è ordinare queste opzioni e scegliere quella migliore per il tuo argomento.

SEMRush

Consiglio di utilizzare uno strumento come SEMRush

Qualunque strumento tu decida di utilizzare per la ricerca di parole chiave, i principali pezzi di dati che vuoi esaminare in questo passaggio sono:

1. Volume di ricerca mensile

Cerca i termini che le persone cercano in numeri significativi.

Quando inizi, sarà difficile classificare termini competitivi ad alto volume. Ma se ci sono solo 50 persone al mese che cercano (o nessuna), trova un altro argomento.

Potresti essere sorpreso di apprendere che le persone usano termini per il tuo argomento a cui non avevi pensato. Questa è la tua occasione per scavare e trovare termini popolari.

Ad esempio, voglio scrivere una guida su come trattare un gatto puzzolente. Usando lo Strumento magico parole chiave di SEMRush, ho inserito alcuni termini che potrei usare se avessi bisogno di lavare un gatto.

Dai un’occhiata a questi risultati per la frase “come lavare un gatto”:

cerca volume screencap come lavare un gatto

E questi risultati per la frase chiave “come fare il bagno a un gatto”:

screenshot del volume di ricerca come fare il bagno a un gatto

Con questa ricerca, ho scoperto che molte più persone cercano “come fare il bagno” e “come lavare” un gatto. Vorrei concentrare il mio articolo su “come fare il bagno a un gatto”.

E un bonus laterale:

Ho scoperto alcune varianti e parole chiave correlate da incorporare nel mio articolo. Alcuni potrebbero persino diventare articoli futuri: lavare i gatti senza shampoo e senza graffiarsi.

2. Difficoltà delle parole chiave

In generale, maggiore è la difficoltà, più difficile è classificare per quel termine. Significa che ci sono molte pagine concorrenti di alta qualità per quella parola chiave.

Più basso è il punteggio di difficoltà, maggiori sono le possibilità di superare la concorrenza.

Negli esempi sopra, puoi vedere che il punteggio di difficoltà della parola chiave (KD%) aumenta quando il volume di ricerca mensile aumenta. In genere funziona così.

Targeting per volume più basso, parole chiave meno difficili è una buona strategia per ottenere risultati più velocemente.

Oppure – Inizia con la ricerca competitiva

Puoi trovare argomenti esaminando alcuni siti Web concorrenti per vedere cosa funziona per loro.

Ancora una volta, utilizzare uno strumento come SEMRush. Può mostrarti esattamente quali pagine stanno ottenendo il traffico di ricerca più organico su qualsiasi sito Web e esattamente per quali parole chiave classifica ogni pagina.

Cerca opportunità di parole chiave con minore difficoltà e volume di ricerca sufficiente per far valere il tuo tempo.

Indipendentemente dall’approccio scelto, alla fine di questo passaggio dovresti avere:

  • Una parola chiave principale che corrisponde all’argomento di cui scriverai.
  • Un elenco di varianti e termini correlati da incorporare nella tua scrittura.

Passaggio 2: scegli un formato

Prima di iniziare a scrivere, devi decidere quale tipo di articolo scrivere.

Ci sono alcune formule di base che un post sul blog può seguire e quella che scegli dipende quasi interamente dall’intento di ricerca.

L’intento di ricerca è un termine SEO sofisticato per il motivo per cui le persone digitano una query nella barra di ricerca. È uno dei fattori di classifica più importanti. I motori di ricerca mirano soprattutto a fornire agli utenti i risultati più utili.

Che tipo di pagina sperano di trovare le persone quando digitano la tua parola chiave in Google?

Ad esempio, stanno cercando un prodotto, una guida utile o un elenco di risorse? 

Con una ricerca informativa, come il nostro esempio di balneazione dei gatti, potresti trovare risultati come questi:

  • List-Post 27 Suggerimenti per fare il bagno a un gatto
  • Guida dettagliata 6 passaggi per un gatto pulito
  • Come fare il bagno a un gatto
  • Guida definitiva Tutto ciò che devi sapere prima di fare il bagno al tuo gatto

Il modo migliore per scoprire cosa vogliono le persone è anche il più semplice: fai una ricerca su Google!

Google conosce già l’intento di ricerca per la tua parola chiave, utilizzando i dati dei miliardi di ricerche giornaliere in corso e promuove le migliori corrispondenze alla prima pagina dei risultati.

Modella il tuo articolo dopo quello che vedi in questi risultati. Se riesci a farlo, mentre fai in modo che il tuo articolo si distingua meglio degli altri, sei sulla buona strada.

come fare il bagno a un gatto SERPS dimostrando contenuti seo scrivendo titoli e meta descrizioni

Ad esempio, “come fare il bagno a un gatto” fa apparire un mix di formati:

Ci sono alcuni post di suggerimenti e alcune guide pratiche nelle prime posizioni.

Ricorda : l’obiettivo è sempre quello di creare qualcosa di meglio della concorrenza.

Se non è ovvio quale sia il formato più popolare per il tuo argomento, scegli quello che ritieni possa funzionare meglio: il formato in cui puoi fare il miglior lavoro per iscritto.

Ora creiamo un fantastico contenuto.

Passaggio 3: scrivere una struttura

Ora che hai fatto le tue ricerche, potresti essere tentato di saltare direttamente alla scrittura.

Non commettere questo errore!

Prenditi il ​​tempo per pianificare il tuo post sul blog con una struttura logica. Questo rende il processo di scrittura e modifica più fluido. Ma soprattutto, è buono per il SEO.

I motori di ricerca prestano particolare attenzione all’uso dei formati di testo nella pagina: titoli e sottotitoli sono importanti indizi sugli argomenti trattati nel tuo articolo. Indicano anche che il contenuto è ben organizzato e ne facilita la lettura.

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci via Email: info.ibdi.it@gmail.com

Nella nostra collaborazione con l’esperta di creazione di contenuti Pamela Wilson, puoi trovare un semplice modello di post di blog per assicurarti che il tuo profilo copra tutte le basi.

per scaricare il modello di blog GRATUITO

Per iniziare, ecco alcuni suggerimenti per assicurarti che la tua struttura funzioni:

1. Annota i punti principali che vuoi coprire.

2. Disporli in una sequenza logica .

3. Se una sezione ha più punti da coprire, suddividerla in sottosezioni .

4. Scrivi sottotitoli convincenti, ma chiari, per ogni sezione:

  • Tratta ognuno come un mini-titolo per attirare le persone a leggere la sezione.
  • Non essere così intelligente che i lettori non sapranno di cosa tratta la sezione.
  • Includi i termini di ricerca correlati e le varianti delle parole chiave dove ha senso.

Quando pensi che il tuo schema sia pronto per andare, leggilo dalla prospettiva del tuo potenziale lettore.

Sapresti esattamente cosa è coperto leggendo solo i sottotitoli?

In caso contrario, lavora sulla struttura fino a quando non è chiara e avvincente, anche per le persone che possono sfogliare e leggere solo le sottovoci.

Passaggio 4: scrivere la prima bozza

A questo punto, potresti pensare:

Wow, quarto passo, e solo ora stiamo iniziando a scrivere? 

Se hai seguito il processo fino ad ora, stai per scoprire la parte migliore della creazione di contenuti in questo modo.

Quando ti siedi per scrivere la tua bozza, saprai esattamente cosa scrivere. Sai quale ordine seguirà tutto e hai già dei sottotitoli per ogni sezione.

Scrivere la bozza è come riempire gli spazi vuoti.

Ma sarò onesto – non importa come ti avvicini al contenuto SEO, la tua prima bozza sarà probabilmente la parte che richiede più tempo e la più difficile per la maggior parte di noi. Assicurati di avere un periodo di tempo ininterrotto per concentrarti su come inserire parole nella pagina.

Ecco alcuni suggerimenti dal Master Content Marketing di Pamela Wilson che mi aiuta sempre a rimanere in pista:

  • Non smettere di correggere errori o cambiare nulla: il tuo unico lavoro in questo momento è quello di abbattere tutte le tue idee, in modo da poterle raffinare durante la fase di modifica.
  • Scrivi fuori servizio: quando inizi con una struttura, puoi saltare e scrivere la sezione che desideri. Se rimani bloccato, passa a un’altra sezione e continua a scrivere.

Quando hai finito di scrivere tutte le sezioni del tuo contorno, chiudi il laptop e fai una meritata pausa.

Passaggio 5: modifica di un post di blog per SEO

La modifica per SEO è come qualsiasi altro tipo di modifica. Il tuo obiettivo principale è un’esperienza di lettura di qualità.

E ci sono anche alcune cose da ottimizzare in questa fase, per garantire che i motori di ricerca possano decifrare la qualità e il contenuto del tuo articolo.

Per renderlo davvero semplice, sto condividendo la checklist di editing che uso per questo blog e i blog che aiutiamo a gestire per i clienti SEO.

Alcuni di questi elementi devono essere considerati durante la scrittura. Tuttavia, molti di noi lavorano con liberi professionisti, guest blogger e non scrittori contribuendo con esperienza ai nostri blog.

In tal caso, gli editori devono assumere un ruolo più importante per la modifica e l’ottimizzazione.

Se stai modificando il lavoro di qualcun altro, fai il primo passaggio per familiarizzare con l’articolo. Se è la tua scrittura, entra e controlla l’elenco.

Elenco di controllo per la modifica dei contenuti SEO

  • Titolo
    • È chiaro e avvincente?
    • Si distinguerà in qualche modo dalla massima concorrenza?
    • Se possibile, dovrebbe includere la parola chiave principale.
  • Schema
    • I sottotitoli sono formattati in una struttura logica, con testo H2, H3, H4?
    • Includono parole chiave e varianti correlate?
    • Sono chiari e avvincenti?
    • Ci sono lunghe sezioni di testo che dovrebbero essere suddivise in sottosezioni?
  • introduzione
    • La frase di apertura deve coinvolgere le persone in modo che rimangano sulla pagina e inizino a leggere – dedica del tempo extra per renderlo davvero buono.
    • Includi la parola chiave principale nel paragrafo iniziale.
    • Tienilo abbastanza corto. In 5-10 frasi, fai sapere ai lettori che sono nel posto giusto.
  • Corpo principale del testo
    • Correzione di errori.
    • Spezza frasi lunghe e semplifica per migliorare la leggibilità.
    • Includi uno o due collegamenti a riferimenti o fonti di alta qualità (se lo scrittore non lo ha già fatto).
    • Aggiungi diversi collegamenti interni, in tutto il testo, ai contenuti pertinenti sul tuo sito web. 
    • La parola chiave principale, alcune varianti e le parole chiave di supporto correlate dovrebbero essere incluse naturalmente nel testo e nei sottotitoli. 
  • Sezione di chiusura
    • Completa l’articolo con un invito all’azione. Ricorda, questo è marketing dei contenuti. Dì ai lettori cosa vuoi che facciano dopo per interagire con la tua attività.

Al termine della modifica, dovresti avere una bozza di articolo che è raffinata, facile da leggere e pronta per essere impostata sul tuo blog.

Passaggio 6: SEO sulla pagina

Questo passaggio illustra alcune best practice per l’ottimizzazione di un nuovo articolo o post di blog nel tuo sito Web.

Supponendo che tu abbia copiato il testo, inclusa la formattazione dei sottotitoli e dei collegamenti, ti restano solo alcune cose da fare:

  • URL: la lumaca dell’URL deve essere la più corta possibile e includere la parola chiave principale. Se la tua frase chiave è troppo lunga, semplifica le parole principali o usa solo una parte di essa.

    Ad esempio, guarda l’URL di questo articolo: https://hacktheentrepreneur.com/seo-content-writing/ 

  • Immagini : includi le immagini per spezzare il testo e aggiungi interesse visivo. 
    • Usa i nomi dei file relativi all’argomento dell’articolo.
    • Comprimi le immagini in dimensioni di file ridotte (
    • Includi “testo alternativo” con le parole chiave correlate dove ha senso.
  • Analisi SEO con Yoast :
    • Se non usi già il plugin Yoast, scaricalo! È uno strumento gratuito e molto utile.
    • Immettere la frase chiave Focus e salvare la bozza per completare l’analisi.
    • Esamina i consigli e incorporane il maggior numero possibile per migliorare il punteggio SEO. Ad esempio, Yoast ti dirà quante volte menzionare la parola chiave focus , in base al conteggio delle parole. Raccomanderà di aggiungerne altri o di rimuoverne alcuni per evitare il riempimento delle parole chiave.
  • Titolo SEO e descrizione meta:
    • Entrambi dovrebbero essere ottimizzati per la lunghezza (anche Yoast ti aiuterà in questo) e includere la parola chiave principale.
    • Questi compongono gli snippet elencati nei risultati di ricerca. Dedica qualche attenzione in più qui per renderli avvincenti e cliccabili!

      Disclaimer: Yoast stesso non posizionerà il tuo articolo nei motori di ricerca, ma è un ottimo strumento per assicurarti di non perdere nulla di essenziale durante la pubblicazione.

Quando hai superato queste ottimizzazioni, sei pronto per pubblicare.

bambino che celebra

Puoi festeggiare per un minuto, ma non dimenticare di tornare per il passaggio finale!

Passaggio 7: promuovi il tuo post ottimizzato

Dopo aver pubblicato sul tuo nuovo post di blog ottimizzato, potresti essere tentato di sederti e riposare.

Questo è un grosso errore. 

Ora è il momento di promuovere il tuo post e fare tutto il possibile per ottenere alcune attività iniziali sulla pagina. Anche se non provengono dalla ricerca, qualsiasi clic sulla tua pagina ti aiuterà in questa fase.

Brian Dean di Backlinko chiama questa “fase del bulbo oculare” ed è parte della sua strategia classificarsi sulla prima pagina di Google:

1. Condividi sui tuoi account di social media.

Imposta un post semplice da condividere su tutti gli account di social media in cui sei attivo.

2. Invia un’email al tuo elenco.

Scrivi un breve messaggio nel tuo elenco, facendogli sapere che hai un nuovo fantastico contenuto da controllare.

Non hai una mailing list? Dai un’occhiata a questa guida definitiva all’email marketing e inizia.

3. Inizia a cercare backlink.

Altri siti Web collegati ai tuoi contenuti sono uno dei fattori di classificazione più importanti su cui puoi lavorare. Fai parte della tua strategia di promozione in corso.

Strumenti per la scrittura di contenuti per SEO

Ci sono molte risorse disponibili, sia gratuite che a pagamento, che possono aiutarti a produrre contenuti SEO in modo più efficiente e efficace.

Questi sono i tre che raccomando e uso personalmente su base giornaliera:

1. SEMRush

Questo è l’unico strumento che farà la differenza nella tua strategia di marketing dei contenuti. È un insieme di strumenti che forniscono dati e informazioni di grande valore, in termini di ricerche di mercato e analisi dei concorrenti.

Dai un’occhiata a questa approfondita recensione di SEMRush per scoprire come il nostro team lo utilizza per la strategia dei contenuti.

2. Editor di Hemingway

Hemingway Editor è uno strumento online gratuito che può migliorare drasticamente la tua scrittura. La funzione principale è migliorare la leggibilità, rendendo la tua scrittura più chiara e audace.

Hemingway Editor evidenzia frasi lunghe e complicate e sezioni difficili da leggere nel tuo testo, così puoi lavorare per semplificarle.

C’è anche un’app desktop che puoi scaricare e utilizzare offline per scrivere, modificare e pubblicare.

3. Grammatica

Molti di noi che gestiscono attività online devono indossare molti cappelli, incluso essere sia scrittore che editore.

Grammarly è di grande aiuto per il noioso lavoro di correzione di bozze del tuo lavoro o di quello di un altro scrittore. È particolarmente utile se non sei uno scrittore fiducioso o un esperto di grammatica.

La versione premium ha funzionalità ancora migliori: offre suggerimenti sul vocabolario per evitare parole abusate e verifica il plagio. Fondamentalmente, ti aiuta a sembrare migliore e più intelligente!

Pronto a far crescere il tuo traffico?

Ora che hai un solido processo per scrivere contenuti SEO, è tempo di iniziare a usarlo. Obiettivo per ottenere un post ottimizzato nella prossima settimana e attenersi ad esso.

Presto godrai dei vantaggi di un’efficace strategia di contenuti: molte persone leggono, apprezzano e condividono i tuoi post sul blog. Alla fine, creerai un pubblico impegnato delle persone esatte che vuoi aiutare con la tua attività.

Questo è il content marketing.

Se non sei sicuro di qualsiasi parte di questo processo, vogliamo aiutarti! Scopri le nostre comprovate soluzioni di traffico organico per iniziare a far crescere il tuo business online oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Hai bisogno d'aiuto?!  Contattaci qui

Close