Cerca

Ricerca delle Parole Chiave (Keyword Research) per il SEO

L’unica guida di cui avrai bisogno per trovare le migliori parole chiave nel 2020

Capitolo 1

Nozioni di base sulla ricerca di parole chiave

Prima di approfondire le specifiche, diamo un’occhiata ai termini e alle nozioni di base collegati alla ricerca di parole chiave per SEO.

Cosa sono le parole chiave?

Le parole chiave (a volte denominate “parole chiave SEO”) sono tutte le parole o le frasi che un utente digita nel motore di ricerca per trovare determinate informazioni su Internet. La parola chiave è un gateway che conduce le persone ai risultati di ricerca organici e, in definitiva, al sito Web dove trovano ciò che stanno cercando.

Ecco perché trovare le parole chiave giuste è così importante nell’ottimizzazione dei motori di ricerca. Ti aiuta a scoprire le frasi che le persone usano quando cercano le informazioni in modo da poter ottimizzare il tuo sito Web affinché appaia nei risultati di ricerca per le parole chiave giuste.

Che cos’è la ricerca per parole chiave?

La ricerca di parole chiave è una pratica SEO per trovare, analizzare e utilizzare le frasi che le persone usano per cercare informazioni su Internet.

In altre parole, si tratta di conoscere la lingua dei tuoi potenziali visitatori e di utilizzare questa conoscenza per ottimizzare i tuoi contenuti.

PERCHÉ fare la ricerca per parole chiave?

Perché è una delle attività SEO più importanti e un ottimo modo per raggiungere più persone con i tuoi contenuti.

QUANDO eseguire la ricerca per parole chiave?

La ricerca di parole chiave è di solito il primo passo per l’ottimizzazione dei motori di ricerca di qualsiasi sito Web.

Molto spesso, è necessario quando sei:

  • alla ricerca di una nuova nicchia
  • alla ricerca di nuove idee per i contenuti
  • ottimizzazione dei contenuti esistenti

Una breve storia di ricerca di parole chiave

Il modo in cui le persone eseguono la ricerca per parole chiave si è evoluto nel tempo.

Negli anni 2000, l’intero processo è stato spesso ridotto a visitare Google Keyword Planner, trovando parole chiave con il volume di ricerca più elevato e inserendole nel testo del sito web.

Poiché molte persone lo hanno abusato, Google ha risposto con diversi aggiornamenti dell’algoritmo nel corso degli anni. L’obiettivo di questi aggiornamenti era capire cosa volevano gli utenti e servirli con i migliori risultati possibili.

Gli aggiornamenti dell’algoritmo più importanti che hanno influenzato il modo in cui effettuiamo la ricerca di parole chiave:

  • Panda : ha penalizzato contenuti di bassa qualità e testo duplicato
  • Penguin – ha penalizzato l’uso innaturale di parole chiave
  • Colibrì – ha migliorato la ricerca semantica e si è concentrato sull’intento di ricerca
evoluzione della ricerca per parole chiave

Oggi è molto più che trovare le parole chiave “giuste” e metterle in posti “giusti”.

Google sta diventando sempre più bravo a capire cosa cercano le persone. Il suo obiettivo principale è offrire i contenuti che soddisfino al meglio le loro esigenze.

RankBrain di Google

RankBrain è un componente dell’algoritmo di Google basato sull’intelligenza artificiale.

Era in circolazione da un paio d’anni, ma ci è voluto del tempo prima che fosse completamente implementato. Nel 2015 Google ha annunciato che RankBrain è il terzo segnale di classifica più importante .

Grazie a RankBrain, Google comprende 2 cose:

  1. In che modo gli utenti interagiscono con i risultati di ricerca organici
  2. Qual è l’intento di ricerca dietro la query

In altre parole, la ricerca di parole chiave sta diventando sempre più attuale. Non si tratta più di trovare una parola chiave ideale. Si tratta di comprendere il pubblico e di trattare l’argomento in modo complesso.

Per dirla semplicemente: se l’argomento è ben trattato, puoi classificare le parole chiave che non hai nemmeno usato nel testo! Non mi credi? Scopriti!

Ciò non significa che la ricerca di parole chiave non sia più importante, al contrario. Sembra solo un po ‘diverso rispetto al passato.

Fasi della ricerca per parole chiave

Ai fini di questa guida, ho suddiviso l’intero processo in 3 passaggi principali:

  1. Trovare le parole chiave
  2. Analizzare le parole chiave
  3. Usando le parole chiave
3 passaggi della ricerca per parole chiave

Immergiamoci nei dettagli di ogni passaggio.

capitolo 2

Come trovare le parole chiave

Al fine di scrivere contenuti interessanti che coprano le esigenze delle persone interessate alla tua nicchia, devi sapere cosa stanno cercando.

Il mio primo consiglio è: conosci la tua nicchia!

Ti consente di avere una comprensione più profonda degli argomenti secondari e dei temi ricorrenti nella tua nicchia.

In questo capitolo tratterò i seguenti strumenti e piattaforme in cui è possibile trovare parole chiave:

Google Keyword Planner | Strumenti per le parole chiave | Suggerimenti di Google | AnswerThePublic | YouTube | Google Search Console | Reddit | Quora | Forum | Amazon | Feedly

(fai clic per passare alla parte specifica)

Diciamo che hai un blog sull’escursionismo. Non è necessario essere un genio per sapere che una delle parole chiave per cui si desidera classificare è “escursionismo” o “sentieri escursionistici” .

Il problema con queste parole chiave (a volte chiamate parole chiave testa grassa ) è che hanno naturalmente una concorrenza molto elevata.

Ma se scavi più a fondo nella nicchia, noterai che le persone interessate all’escursionismo possono anche utilizzare parole chiave come:

  • ” Orologio GPS con cardiofrequenzimetro”
  • “ Migliore app Android per geocaching”
  • “Quanto tempo ci vuole per percorrere il sentiero degli Appalachi”
  • “Quante calorie brucia l’escursionismo”

Tutte queste sono le cosiddette parole chiave a coda lunga . Una tipica parola chiave a coda lunga ha queste proprietà:

  • È composto da 4 o più parole
  • Ha un volume di ricerca più basso ma di solito anche una concorrenza inferiore
  • È più specifico = ha tassi di conversione e di coinvolgimento più elevati
grafico parole chiave coda lunga

Come puoi vedere nell’immagine, i visitatori che arrivano attraverso parole chiave a coda lunga possono rappresentare una quota significativa di tutto il traffico di ricerca che ricevi.

Internet è un luogo per fornire informazioni, rispondere alle domande e risolvere i problemi.

La tua strategia di contenuto dovrebbe mirare a rispondere a tutte le domande che uno può avere sulla tua nicchia. Le parole chiave a coda lunga sono un ottimo modo per trovarle.

Suggerimento professionale: le parole chiave a coda lunga rappresentano argomenti secondari specifici all’interno della tua nicchia. Ciò non significa che i tuoi contenuti debbano sempre seguire lo schema 1 parola chiave a coda lunga = 1 post sul blog.

C’è un numero quasi infinito di possibili combinazioni di coda lunga per un argomento. Sarebbe impossibile creare un post per ognuno di essi.

Invece, puoi creare un contenuto di lunga durata che coprirà l’intero argomento e classifichi naturalmente le parole chiave a coda lunga.

Ulteriori informazioni sul corretto utilizzo delle parole chiave nel Capitolo 4 .

Diamo un’occhiata ad alcuni luoghi che possono aiutarti a scoprire le parole chiave che le persone usano naturalmente quando discutono degli argomenti correlati.

Google Keyword Planner

Google Keyword Planner (GKP) è stato a lungo uno strumento di parole chiave gratuito per molte persone.

Nel tempo, la ricerca di parole chiave è diventata più complessa. Oggi la maggior parte dei SEO ha sostituito GKP con strumenti più avanzati.

Per utilizzare lo strumento, devi creare un account Google Ads (ti occorreranno un paio di secondi se hai già un account Google).

Dopo l’iscrizione, vai su Strumenti – Pianificatore di parole chiave.

inizio del planner parole chiave google

Seleziona Trova nuove parole chiave e inserisci le parole chiave seed per ottenere i suggerimenti.

Ricerca per parole chiave KGP

Successivamente, vedrai un elenco di parole chiave ordinate in base alla pertinenza della parola chiave seed.

concorso per la pianificazione di parole chiave

GKP è un ottimo strumento che offre molti dati preziosi per le campagne PPC (puoi consultare la nostra guida per principianti in SEOpedia).

Per la SEO, fornisce centinaia di idee per le parole chiave ma non sostituisce completamente uno strumento professionale.

Può ancora essere uno strumento utile, purché ricordi due cose:

  1. I volumi di ricerca sono spesso raggruppati in base alle parole chiave con varianti simili. Inoltre, vedrai solo intervalli di volumi di ricerca (ad esempio 1K – 10K) a meno che tu non spenda abbastanza soldi in Google Ads.
  2. GKP fa parte di Google Ads (precedentemente Google AdWords). La colonna relativa alla concorrenza non riflette la difficoltà organica , ma solo la concorrenza nelle campagne PPC.
ULTERIORI LETTURE

Nuovo programmatore di parole chiave di Google: che cosa c’è in SEO e PPC?

Strumenti di ricerca per parole chiave

Il modo più comune per trovare molte idee è utilizzare uno strumento di ricerca per parole chiave. Ci sono molti strumenti sul mercato: KWFinder, KeywordTool, Long Tail Pro, per citarne alcuni …

Potresti chiedere: dovrei pagare per uno strumento di ricerca per parole chiave?

Certo, la risposta dipende da molte cose, ma la mia raccomandazione è questa:

“Se il tuo sito Web o blog ti porta denaro in qualche modo, lo strumento di ricerca per parole chiave
(o un set di strumenti SEO in generale) è un ottimo investimento che restituirà valore.”

I principali vantaggi dell’utilizzo di uno strumento di ricerca di parole chiave professionale:

  • Ti fa risparmiare un sacco di tempo (ottieni centinaia di idee per le parole chiave letteralmente in un clic)
  • Offre dati che non potresti trovare altrove (come difficoltà delle parole chiave, volume di ricerca, dati SERP)
  • Ti dà un vantaggio competitivo (contro coloro che non usano nessuno strumento)

Ho detto che ogni ricerca di parole chiave di solito consiste in tre fasi principali: TROVARE, ANALIZZARE e USARE le parole chiave. Con un buon strumento, coprirai sia il primo che il secondo passaggio.

Esistono due metodi di base per avvicinarsi alla ricerca:

  1. Ricerca basata su una parola chiave seed
  2. Ricerca basata sulla concorrenza

1. Ricerca basata su una parola chiave seed

Come suggerito nel nome, questo metodo inizia con una parola chiave seed. Questa può essere qualsiasi frase che descriva l’argomento.

Se desideri creare contenuti sulle macchine da caffè, inserisci il termine  macchine da caffè nello strumento.

Nota: quando parlo di strumenti per la ricerca di parole chiave, sto usando KWFinder come strumento di esempio in questa guida. Supporta sia la ricerca di parole chiave seed sia la ricerca di parole chiave della concorrenza.

I suggerimenti si basano sulla pertinenza topica e sulla funzione di completamento automatico – termini contenenti la parola chiave seed + altre parole.

Oltre ai suggerimenti, uno strumento di qualità offre metriche SEO che ti aiuteranno ad analizzare e scegliere i termini giusti.

cerca per parola chiave seme

Ricerca basata su una parola chiave seed in KWFinder

È possibile controllare rapidamente l’esatto volume di ricerca , la  difficoltà e la pagina dei risultati di ricerca (SERP).

Parleremo del significato di queste metriche e dei modi per esaminarle nel prossimo capitolo .

2. Ricerca per parole chiave basata sulla concorrenza

La ricerca di parole chiave della concorrenza è una delle caratteristiche più preziose degli strumenti a pagamento.

Perché? Perché  trovare ciò che i tuoi concorrenti classificano manualmente  è un lavoro noioso. Dovresti letteralmente andare pagina per pagina e indovinare le frasi su cui si concentrano i tuoi concorrenti.

Ma si tratta di pochi clic con uno strumento adeguato.

Esistono due modi di base per farlo:

a) Controlla il dominio del tuo concorrente per ottenere nuove idee per gli argomenti

Controllando i termini per i quali il tuo concorrente si classifica, puoi scoprire nuove idee interessanti che puoi trattare con il tuo sito web.

Nell’esempio seguente, sono entrato nel dominio di un blog popolare sul caffè homegrounds.co . Lo strumento mostra un elenco di centinaia di parole chiave classificate per questo sito Web.

Così semplice.

ricerca per parole chiave per dominio

b) Controlla l’URL specifico per ottenere idee per le parole chiave per un argomento specifico

Questa tecnica viene generalmente utilizzata se si ha già in mente un argomento. Supponiamo che tu voglia scrivere un articolo su “pour over coffee” per il tuo blog sul caffè.

Basta inserire il termine nella barra di ricerca e vedere chi lo classifica. Se non sei tu, è il tuo concorrente 🙂

cofee SERP

Una volta trovato il concorrente, basta inserire l’URL del suo articolo e puoi vedere altre frasi per cui si classifica l’articolo. Tutti sono strettamente collegati al tuo argomento principale.

ricerca per parole chiave per URL

Nello screenshot, puoi vedere che un articolo su “pour over coffee” si classifica per altri termini correlati come:

  • “Versare oltre la temperatura del caffè”
  • “Per filtro eccessivo”
  • “Per le istruzioni sul caffè”
  • “Cosa viene versato”

Puoi usarli tutti nel tuo contenuto.

Abbastanza bello, vero?

Suggerimenti di Google

Google offre molti suggerimenti direttamente nella ricerca per aiutare le persone a ottenere i risultati più pertinenti.

Diamo un’occhiata alle 3 funzionalità che puoi sfruttare per scoprire nuove idee per le parole chiave:

Completamento automatico

Probabilmente hai notato che il motore di ricerca tenta di suggerire query di ricerca correlate direttamente nel modulo di ricerca. Poiché si basano su ricerche reali effettuate da persone, possono essere fonte di ispirazione per te.

Completamento automatico di Google

Inizia digitando il termine seed nella barra di ricerca e aggiungi lettere (o numeri) per visualizzare i suggerimenti.

Suggerimenti per il completamento automatico di Google

Possiamo provare varie combinazioni:

  • Email marketing a, b, c …
  • Email marketing ab, ac, ad …
  • Email marketing 0, 1, 2 …
  • La migliore email marketing …

Le persone chiedono anche

Una delle funzionalità che vedrai nei risultati di ricerca è il cosiddetto snippet “anche le persone chiedono” . Appare principalmente per domande e suggerisce altre domande correlate.

Le persone chiedono anche

Questi possono servire come fonte d’ispirazione per termini di tipo interrogativo a coda lunga.

Suggerimento professionale: se fai clic su una delle domande, verranno visualizzate altre domande correlate. In questo modo, puoi caricare il numero “infinito” di domande.

Le persone fanno anche altre domande

Ricerche correlate a …

Questa funzione è molto simile al completamento automatico, ma i suggerimenti si trovano nella parte inferiore della pagina dei risultati.

ricerche relative a

Consiglio del professionista: oltre a Google, quasi tutti gli altri motori di ricerca offrono suggerimenti e termini correlati. Potresti non ottenere molti termini che non troverai in Google, ma vale la pena. Puoi provare Bing, Yahoo o DuckDuckGo.

AnswerThePublic

Un modo ancora più semplice per estrarre i suggerimenti di completamento automatico è farlo automaticamente. Uno degli strumenti che lo fanno gratuitamente è AnswerThePublic .

Basta inserire la parola chiave seed e genera i suggerimenti di completamento automatico di Google e Bing per ogni lettera dell’alfabeto.

AnswerThePublic

La funzione che mi piace di più sta generando suggerimenti basati su:

  • Parole di domanda (quando, come, dove, cosa, possibile, sarà …)
  • Preposizioni (per, senza, a, con, …)
  • Parole di confronto (come, contro, e, o, …)
AnswerThePublic 2

Suggerimenti per “purificatore d’aria” sulla base di parole di confronto (clicca per ingrandire).

Suggerimento professionale: se non sei un grande fan delle visualizzazioni predefinite della cerchia, puoi anche scaricare i dati come elenco.

AnswerThePublic 3

Suggerimenti di YouTube

YouTube è il secondo motore di ricerca più grande del mondo.

Ci sono migliaia di ricerche dietro gli argomenti più popolari. È molto probabile che i termini di ricerca più diffusi di YouTube abbiano anche elevati volumi di ricerca in generale.

Facciamo un esempio.

Se cerchiamo “filtro per l’ acqua” su YouTube, troveremo un’ovvia idea per la parola chiave nel titolo di uno dei risultati del video: “filtro per l’acqua fai da te” .

Youtube KWFinder

Un rapido controllo del volume di ricerca ci dice che la frase è molto popolare anche nella ricerca di Google.

Un altro modo è utilizzare la funzione di completamento automatico di YouTube. Quando cercano video su YouTube, le persone di solito usano query di ricerca più orientate “praticamente”.

Se confronti i suggerimenti di completamento automatico di Google e YouTube, puoi vedere che sono diversi.

Completamento automatico di Google e completamento automatico di YouTube

Esistono alcuni strumenti utili come lo Strumento per le parole chiave di YouTube che raschia automaticamente i risultati del completamento automatico.

Suggerimento professionale: puoi importare le parole chiave di YouTube in uno strumento per visualizzare i volumi di ricerca e i valori di KD.

YouTube KWFinder

Google Search Console

Un ottimo modo per trovare termini altamente pertinenti è controllare ciò che già classifica in Search Console.

Ecco 2 modi per identificare le parole chiave con il miglior potenziale:

1. Controlla le parole chiave con impressioni elevate ma un numero basso di clic

Parole chiave con un elevato numero di impressioni e un numero molto basso di clic possono indicare che esiste un grande potenziale di traffico ma non sei sufficientemente alto (o sei stato in classifica per un breve periodo di tempo e non più).

Nota: questo vale per le frasi classificate su una SERP 2a o inferiore. Se sei al primo posto nella SERP, ma i clic sono molto bassi, si tratta di un problema con una bassa percentuale di clic.

Vai alla Search Console e seleziona Risultati della ricerca nella sezione Prestazioni.

Puoi controllare tutte le parole chiave classificate per il dominio (impostazione Query predefinita).

In alternativa, puoi andare su Pages, selezionare un URL specifico e quindi fare clic di nuovo su Query per visualizzare le parole chiave per le quali ti classifica con quell’URL specifico.

Search Console

Quindi, ordina i risultati in base al numero di impressioni. Dovresti cercare termini che potrebbero essere rilevanti per i tuoi contenuti ma con un numero basso di clic.

Nell’esempio seguente, puoi vedere i risultati della nostra guida SEO per principianti .

Possiamo vedere termini come:

  • “Basi seo”
  • “Come seo”
  • “Come fare seo”
  • “Guida definitiva a seo”

Sono tutti pertinenti ma il post chiaramente non si posiziona bene per loro: hanno un  numero elevato di impressioni ma un numero basso di clic.

Impressioni di Search Console contro clic

Cosa possiamo fare?

Analizza le parole chiave per vedere se valgono lo sforzo (soprattutto in termini di volume di ricerca e difficoltà – vedi il terzo capitolo ).

In tal caso, possiamo migliorare l’ottimizzazione dell’articolo per questi termini.

2. Controlla per cosa ti classifichi sulla 2a o 3a SERP

Controllando la posizione media per le query, puoi vedere che sei al 2 ° o 3 ° SERP per le parole chiave che non erano l’obiettivo principale dell’articolo e che tuttavia ti danno impressioni e clic.

Tutto quello che devi fare è selezionare la posizione Media nella sezione Performance (non è visualizzata per impostazione predefinita). Quindi ordinare le query in base a questa dimensione.

Posizione della console di ricerca

Sebbene non sia affatto il modo più accurato per vedere le tue classifiche, ti aiuterà a trovare un frutto basso tra le parole chiave per le quali già classifica.

Diciamo che hai scritto un articolo su diversi tipi di macchine da caffè.

In Search Console, vedrai il termine  “caffettiera da 4 tazze” con una posizione media intorno alla 2a o 3a SERP.

Poiché la parola chiave è pertinente e ha un volume di ricerca solido, potrebbe essere un’ottima fonte di traffico di ricerca per il tuo blog.

Volume di ricerca di KWFinder

Ci sono due cose che puoi fare:

  1. Puoi migliorare l’articolo corrente per dare maggiore enfasi alla parola chiave. (Tuttavia, probabilmente non vorrai coprire un argomento secondario così specifico in un articolo generale.)
  2. Puoi scrivere un nuovo post incentrato sulle “migliori 4 macchine da caffè” e collegarlo dall’articolo principale.

Con un articolo di qualità dedicato all’argomento, hai un’alta probabilità di posizionarti in una posizione migliore rispetto al post generale.

Suggerimento: se non conosci GSC, consulta la nostra semplice guida di Google Search Console e scopri tutte le nozioni di base.

Reddit

Reddit è una delle più grandi community online che coprono quasi tutti gli argomenti che puoi immaginare. Come tale, può essere un ottimo posto per incontrare persone interessate alla tua nicchia e scoprire gli argomenti di cui discutono.

Diciamo che la tua nicchia è l’ acquascaping (ho scoperto questa nicchia quando ho scritto questa guida e penso di aver trovato il mio hobby per la pensione).

Innanzitutto, cerca i subreddit correlati alla tua nicchia. Come puoi vedere, anche una nicchia specifica come l’acquascaping ha migliaia di follower in vari subreddit.

Ricerca per parola chiave Reddit

Puoi selezionare un subreddit specifico e guardare i post più popolari. In alternativa, puoi cercare post di tipo domanda all’interno del subreddit.

I termini di ricerca che puoi usare:

  • “domanda”
  • “come posso”
  • “come”
  • “suggerimenti”
  • “suggerimenti”

Troverai varie domande relative alla nicchia. Possono essere d’ispirazione per il tuo prossimo contenuto in base a ciò che le persone discutono online.

idee per parole chiave reddit

Nella schermata sopra, puoi vedere possibili idee per gli argomenti per la nicchia di aquascaping.

Suggerimento professionale: puoi utilizzare uno strumento gratuito chiamato Keyworddit per estrarre le frasi usate di frequente da un subreddit di tuo interesse.

Strumento per le parole chiave Reddit

Veloce e pratico, giusto?

quora

Quora è un’altra piattaforma popolare focalizzata su domande di qualsiasi tipo. Come ho detto prima, ogni domanda frequente può essere trattata come una parola chiave a coda lunga.

Ecco come trovare le domande più popolari per una nicchia specifica:

Supponiamo che la tua nicchia sia l’ email marketing . Innanzitutto, devi trovare la pagina dell’argomento su Quora. Basta digitare la frase chiave principale e selezionare il risultato appropriato.

Argomenti di Quora

Arriverete alla pagina dell’argomento: oltre 750.000 follower, abbastanza buono. Nel pannello di destra, vedrai un elenco di argomenti correlati, che potrebbero essere utili per esplorare ulteriormente la nicchia.

Sebbene non sia possibile classificare le domande in base alla popolarità su Quora, è possibile fare clic su tre punti e selezionare “Tutte le domande”.

Quora tutte le domande

Apparirà un elenco di tutte le domande all’interno dell’argomento. Ora puoi sfogliarli e cercare quelli con il maggior numero di follower / risposte.

Nell’esempio seguente, vediamo che la domanda “Quali sono le migliori pratiche per l’invio di e-mail fredde?” ha 246 seguaci. Hai appena trovato un argomento abbastanza popolare nella tua nicchia.

Le migliori domande di Quora

Naturalmente, non devi concentrarti solo sulle domande più seguite.

“Che cos’è l’imbuto di marketing?” è un ottimo esempio di query che funge contemporaneamente da domanda e parola chiave.

Ci sono centinaia di domande come questa.

Tuffati in Quora e inizia a scoprirli.

Forum di nicchia

Sebbene i forum non siano così popolari come in passato, sono sopravvissute varie forme di forum di nicchia con orientamento ristretto.

Puoi utilizzare queste query di ricerca per trovare forum correlati al tuo argomento:

  • ” Forum di parole chiave “
  • ” Parola chiave ” + “forum”
  • ” Parola chiave ” + “forum”
come trovare un forum di nicchia

Ecco un esempio di forum attivo nella nicchia dei giochi da tavolo :

Idee per le parole chiave del forum di nicchia

Suggerimento: osserva il numero di post / commenti e le ultime date dei post per identificare se il forum è attivo o meno.

Immergendoti in una categoria specifica, scoprirai molte discussioni e idee basate sugli argomenti che le persone discutono attivamente.

Idee per le parole chiave del forum di nicchia 2

Se vedi un forum di nicchia che sembra provenire direttamente dagli anni ’90, con migliaia di discussioni e l’ultimo post di un’ora fa, hai trovato un gioiello.

Amazon

Sapevi che Amazon ha il suo motore di ricerca chiamato A9?

Analogamente a Google e YouTube, raccoglie dati sulle query di ricerca più diffuse e offre suggerimenti automatici.

Puoi cercarli manualmente o utilizzare uno dei tanti strumenti gratuiti che lo fanno automaticamente.

Completamento automatico Amazon

La pertinenza dei suggerimenti si basa sul tasso di conversione del prodotto e sul comportamento di acquisto.

Queste parole chiave potrebbero essere particolarmente utili per il contenuto con intento transazionale.

Sei un affiliato di marketing? Un proprietario di un negozio di e-commerce?

Non dimenticare di Amazon.

Wikipedia

Anche Wikipedia è un’ottima fonte di parole chiave. Grazie alla sua struttura nidificata, puoi passare da un argomento più ampio a restringere gli argomenti secondari.

Ecco un esempio della ricerca che va da un termine ampio a un argomento molto specifico attraverso sommari e sotto-capitoli:

Esercizio (argomento principale) – Fitness (argomento secondario) – Idoneità fisica (articolo) – Esercizio aerobico (articolo) – Tipi di esercizi aerobici (capitolo) – Vogatore indoor (articolo) – Tecniche di canottaggio indoor (capitolo)

Sono passato da un ampio argomento come l’ esercizio a uno specifico argomento secondario come le tecniche di canottaggio indoor in pochi minuti.

Flusso di ricerca di parole chiave di Wikipedia

Per alcuni grandi argomenti, puoi trovare una tabella completa di argomenti secondari correlati nella parte inferiore della loro pagina di Wikipedia. Questo può darti una visione approfondita della struttura e della profondità dell’argomento.

Wikipedia topic overview

Ultimo ma non meno importante, puoi utilizzare uno strumento gratuito (come  questo di Karooya) che rascherà le idee tematiche di Wikipedia per te:

Strumento per le parole chiave di Wikipedia

Piuttosto una fonte enorme, giusto?

Feedly

Un altro modo per ottenere molte idee sull’argomento è impostare un feed RSS per ottenere aggiornamenti su nuovi contenuti dai migliori blog del tuo settore.

L’intero processo non richiederà più di 5 minuti.

Basta registrare un account gratuito su Feedly, creare un nuovo feed e seguire i leader del settore e i concorrenti.

Puoi iniziare inserendo il tuo argomento e seguendo il miglior blog all’interno della nicchia:

Argomenti nutrienti

Ogni giorno vedrai un riassunto dei nuovi contenuti pubblicati sui blog che segui.

Idee di parole chiave feedly

Ogni titolo del post può servire come fonte separata per trovare idee di contenuto su cui puoi concentrarti con il tuo sito web.

Certo, ci sono molti altri posti che possono essere fonte di ispirazione. Cerca i luoghi in cui le persone della tua nicchia si riuniscono online. Potrebbe essere:

  • Discussioni su Twitter
  • Facebook groups
  • Piattaforme di content curation
  • eccetera.

Nuove idee per gli argomenti possono essere trovate ovunque. Ma non tutte le parole chiave sono state create uguali.

Come analizzarli per identificare quelli che valgono la pena di targeting?

Diamo un’occhiata al terzo capitolo.

capitolo 3

Come analizzare le parole chiave

Ora che hai decine di idee per le parole chiave, il tuo compito principale è selezionare quelle che porteranno il massimo valore a te. Non vuoi ottimizzare per centinaia di frasi, giusto?

Ci sono tre aspetti chiave da considerare: popolarità, difficoltà e rilevanza.

Mi piace pensare a questi 3 aspetti come a 3 zampe di un treppiede, quindi l’ho chiamato La regola del treppiede della ricerca di parole chiave (dovrei registrare un marchio: D)

la regola del treppiede per la ricerca di parole chiave

Perché treppiede? Perché è stabile solo se tutte e tre le gambe hanno un buon terreno.

Lo stesso vale per qualsiasi parola chiave:

  • Se ha un volume di ricerca elevato e una bassa difficoltà ma non è pertinente ai tuoi contenuti, non ti classificherai per la parola chiave.
  • Se la difficoltà è bassa e il termine è pertinente ma non c’è volume di ricerca, non otterrai traffico.
  • Se il volume di ricerca e la pertinenza sono OK, ma la difficoltà è troppo elevata, sarà difficile superare i concorrenti.

… sappiamo tutti cosa succede a un treppiede se prendi una gamba.

treppiede regola solo due gambe

Diamo un’occhiata più da vicino a queste 3 gambe:

1. Popolarità della parola chiave

La popolarità di solito indica il volume di ricerca : quante persone cercano la frase data. Di solito viene calcolato come media mensile sulla base degli ultimi 12 mesi.

Esistono due fonti di base dei dati sul volume di ricerca utilizzati negli strumenti di ricerca per parole chiave:

  • Dati di Google : ricerca dei dati del volume dal database di Google
  • Dati click-stream: dati sul volume di ricerca basati sul comportamento degli utenti di Internet (raccolti da estensioni del browser, plugin, ecc.)

Vari strumenti utilizzano fonti diverse e modi diversi di post-elaborazione dei dati. Di conseguenza, potrebbero esserci differenze nei valori del volume di ricerca.

Entrambe le fonti hanno i loro pro e contro e nessuna di esse è esatta al 100%.

Nota: non dimenticare che un contenuto ben scritto sarà probabilmente classificato per molte altre frasi e il volume di ricerca totale sarà più alto. Non diventare schiavo dei volumi di ricerca, prendili come un indizio.

Volume di ricerca di KWFinder

Dovresti anche guardare la popolarità da una prospettiva più lunga controllando un trend di interesse a lungo termine della parola chiave .

Un ottimo strumento per aiutarti in questo è Google Trends . Devi semplicemente inserire un termine o un argomento specifico e lo strumento ti mostrerà l’interesse nel tempo su una scala da 1 a 100.

Guarda questi quattro esempi di grafici di tendenza molto diversi:

Grafici di Google Trends

Il termine  televisione 3D può avere un volume di ricerca mensile solido (in realtà, è circa 2.400 ricerche al mese a livello globale). Ma se osservi la tendenza a lungo termine, vedrai che l’interesse sta calando negli ultimi due anni.

Google Trends può anche aiutarti a individuare la stagionalità della parola chiave . Le parole chiave stagionali sono termini legati a un periodo specifico dell’anno (estate / inverno, festività, eventi annuali).

Guarda la frase  giardino piscina nello screenshot sopra. Ci sono picchi naturali durante il periodo estivo e minore interesse per l’inverno. Dovresti considerare questo quando crei il piano di contenuti.

Trend di ricerca di KWFinder

Un altro esempio di un grafico di tendenza delle parole chiave stagionale di KWFinder.

Ultimo ma non meno importante, dovresti tenere conto della percentuale di clic (CTR).

Il CTR dipende ampiamente dalla posizione del tuo sito web. Ci sono altre cose che lo influenzano, in particolare i rich snippet.

Questi includono:

  • Google Ads
  • Snippet in primo piano
  • Caselle di risposta
  • Pacchetti di mappe
  • Molti altri frammenti

Ecco un grafico che rappresenta il CTR organico nelle pagine dei risultati con e senza annunci Google. Come puoi vedere, se gli annunci sono presenti, il CTR dei risultati organici è molto più basso.

Panoramica di HOTR CTR

Esistono strumenti che calcolano l’impatto di rich snippet sui risultati organici. Puoi prenderlo in considerazione durante la stima delle visite che puoi ottenere da una parola chiave.

SERPChecker SERP presenta un impatto

L’impatto delle funzionalità SERP sull’impegno calcolato in SERPChecker .

Ora concentriamoci sulla seconda tappa del nostro treppiede.

Abbastanza importante.

2. Difficoltà delle parole chiave

La difficoltà delle parole chiave (KD) è una metrica che stima quanto sia difficile classificare per un determinato termine. Più è alto il KD, più sarà difficile classificare la parola chiave con il tuo sito web.

Le metriche di difficoltà utilizzate in vari strumenti tengono conto dell’autorità dei siti Web classificati nella 1a SERP.

Autorità del sito web SERP

Ogni sito Web della SERP ha una certa autorità che può essere calcolata in vari modi.

Se ci sono molti siti Web a bassa autorità nella prima SERP, c’è un’alta probabilità di classifica per la frase.

Come viene calcolata l’autorità del sito Web? Nella maggior parte dei casi, il calcolo tiene conto di due cose:

  • Numero di backlink : quante pagine si collegano al sito Web indicato
  • Qualità dei backlink : dipende dall’autorità e dalla pertinenza delle pagine di link

Esistono varie metriche di autorità ben consolidate. I più popolari sono Domain Authority e Page Authority di Moz e Citation Flow e Trust Flow di Majestic.

Queste metriche provano a catturare l’autorità della pagina in un numero su una scala da 1 a 100. Se si considera l’autorità di tutti i siti Web classificati nella 1a SERP, è possibile stimare quanto sarà difficile classificare per la parola chiave.

metrica di difficoltà della parola chiave

Metrica della difficoltà delle parole chiave basata sull’autorità dei siti Web nella prima SERP.

Per lavorare correttamente con la metrica KD, è importante ricordare un paio di cose:

  • Non prendere la difficoltà come unico indizio. La metrica dovrebbe servire solo come linea guida, non come valore assoluto. Se i tuoi contenuti sono migliori e più pertinenti, puoi superare i siti Web con maggiore autorità.
  • Non confrontare i numeri tra strumenti diversi. Ogni strumento utilizza dati diversi per calcolare il proprio KD in modo che i valori differiscano. Invece, confronta le metriche di difficoltà tra le parole chiave.
  • Non dimenticare i fattori soggettivi. Nessuna metrica può dirti esattamente quanto sarà difficile per te classificarti per un certo termine. Ci sono molti fattori soggettivi che devi considerare, vale a dire:
    • le tue abilità SEO,
    • autorità del tuo sito web,
    • la pertinenza dei tuoi contenuti.

Modi alternativi per stimare la difficoltà della parola chiave

Sebbene la metrica di difficoltà sia probabilmente il modo più affidabile per stimare la concorrenza, ci sono altri modi:

  • Età del dominio : puoi concentrarti sull’età dei domini per trovare SERP con siti Web di classificazione relativamente giovani. Ad esempio, una parola chiave con un sito Web di 6 mesi nella prima SERP potrebbe essere facile da classificare.
  • Parola chiave Golden Ratio: questo metodo ti consente di trovare parole chiave a coda lunga per le quali dovresti essere in grado di classificare immediatamente. Maggiori informazioni nella nostra guida alle parole chiave sulla sezione aurea .

Suggerimento pro: a volte, se non ci sono contenuti pertinenti, il motore di ricerca visualizza semplicemente siti Web semi-rilevanti con alta autorità. Se controlli la metrica di difficoltà, vedresti un numero elevato.

(Ricorda? La difficoltà è calcolata in base all’autorità dei siti Web nella SERP)

Ciò non significa che non puoi superarli con un contenuto altamente focalizzato e pertinente. Dovresti sempre fare l’analisi SERP e non fare affidamento solo sulla metrica di difficoltà.

A proposito di pertinenza, ecco la terza tappa del treppiede per la ricerca di parole chiave:

3. Rilevanza

L’analisi SERP dovrebbe essere parte integrante di ogni ricerca di parole chiave.

In primo luogo, puoi valutare meglio la difficoltà osservando l’autorità dei siti Web di classifica.

In secondo luogo, ti aiuta a scoprire l’intento di ricerca dietro la parola chiave per vedere se il termine è pertinente ai tuoi contenuti e soddisfa le esigenze del tuo pubblico di destinazione.

Esistono 4 categorie di intenti di ricerca di base:

  • Navigazione : l’utente sta cercando un sito Web / marchio specifico
  • Informativo : l’utente sta cercando informazioni generali
  • Transazionale : l’utente desidera acquistare qualcosa online
  • Commerciale : l’utente desidera effettuare la ricerca prima dell’acquisto

Ecco alcuni esempi e tipi di contenuto per ogni intento di ricerca:

esempi di intenti di ricerca

Il modo migliore per scoprire l’intento è quello di guardare a ciò che si colloca nella prima SERP.

A volte, il termine o la frase possono essere attivamente rilevanti per la tua pagina, ma non pertinenti in termini di intento di ricerca.

Lasciate che vi faccia un esempio:

Supponiamo che tu sia il proprietario di un negozio di forniture per acquari online e desideri scegliere una parola chiave focus per la pagina del prodotto di un nuovo filtro avanzato per acquari AquaClear .

Ti viene in mente la frase  “miglior filtro per acquari” . Ha un volume di ricerca solido e sembra abbastanza facile classificarlo.

ULTERIORI LETTURE

Identificare l’intento di ricerca dai dati SERP [come guidare]

AquaClear – il miglior filtro per acquari per il tuo acquario! Un titolo piuttosto accattivante, vero?

Tuttavia, una rapida occhiata alla SERP ti mostrerà che la parola chiave scelta non è adatta al tuo contenuto.

Perché? L’intento non corrisponde.

Intento di ricerca commerciale SERP

Google comprende chiaramente il “miglior filtro per acquari ” come parola chiave commerciale: tutti i risultati sono recensioni e guide all’acquisto.

Non saresti in grado di classificarti con la tua pagina del prodotto, perché ha un carattere transazionale.

Hai due opzioni ora:

  1. Trova una parola chiave mirata con un intento adeguato (ad es. “Acquisto di filtri per acquari” , “prezzo dei filtri per acquaclear” )
  2. Crea un nuovo contenuto per abbinare l’intento di ricerca (ad esempio un confronto dei migliori filtri per acquari con collegamenti al tuo negozio online)

L’obiettivo principale qui è abbinare l’intento alla base della query con il tipo di contenuto.

Consiglio del professionista: non concentrarti solo su frasi transazionali e commerciali. Scrivi post di blog informativi e offri un valore gratuito.

Alcuni dei tuoi visitatori potrebbero non voler acquistare immediatamente, ma si ricorderanno di te come un’autorità sul campo quando saranno pronti per l’acquisto in futuro.

Abbiamo trattato i primi due passaggi: trovare e analizzare le parole chiave.

È tempo di passare al terzo passaggio.

capitolo 4

Come usare le parole chiave

Ora che hai analizzato le parole chiave, puoi iniziare a pensare a come usarle all’interno dei tuoi contenuti.

Molte guide per la ricerca di parole chiave finiscono a questo punto. Hai trovato la parola chiave. Hai scelto quelli con le migliori metriche.

La domanda è: cosa fare dopo?

In questo capitolo, impareremo alcuni principi e suggerimenti utili su come usare correttamente le parole chiave.

Sono strettamente collegati all’ottimizzazione on-page e alla strategia dei contenuti, ma sono molto rilevanti anche per la ricerca di parole chiave.

Pensa alle parole chiave come argomenti (modello di cluster di argomenti)

I cluster di argomenti rappresentano la struttura di base del contenuto del tuo sito Web. Invece di organizzare gli articoli in categorie artificiali o, peggio ancora, non avendo alcuna struttura, organizzarli per argomenti.

Ecco uno schema di un tipico modello di cluster di argomenti:

il modello di cluster di argomenti

Esistono due tipi principali di contenuto nel modello cluster:

  • Contenuto del pilastro – il post o la pagina principale che copre ampiamente l’argomento – si rivolge a termini più ampi
  • Contenuto del cluster – che supporta post di blog che spiegano in dettaglio gli argomenti secondari – che si rivolge a parole chiave più specifiche

Il contenuto del pilastro e gli articoli a grappolo di supporto sono interconnessi in un modo illustrato nello schema sopra.

Il metodo del modello di cluster di argomenti rafforza la relazione semantica tra gli articoli. Di conseguenza, può aiutare i motori di ricerca a valutare meglio la pertinenza attuale dei post.

È possibile utilizzare il modello per organizzare le parole chiave in elenchi in cui 1 elenco = 1 cluster di argomenti.

elenchi di parole chiave

Questa è la teoria, diamo un’occhiata a un esempio specifico:

Se uno dei gruppi di argomenti sul blog del caffè si concentra sui tipi di caffè , le parole chiave e i titoli dei contenuti potrebbero apparire così:

Focus parola chiave e titolo articolo pilastro:

  • tipi di caffè (La guida definitiva ai diversi tipi di caffè)

Concentrare parole chiave e titoli di possibili articoli del cluster:

  • flat white latte (Una guida per principianti al flat white)
  • come fare un espresso (come fare un espresso perfetto)
  • differenza tra latte e moka (Qual è la differenza tra latte e moka?)
  • migliori chicchi di caffè per espresso (I migliori chicchi di caffè espresso sul mercato (recensione di esperti))

Se guardi le parole chiave come argomenti di contenuto separati, ti viene in mente le relazioni naturali tra loro.

Capirai che l’intero processo non riguarda solo i volumi di ricerca e le difficoltà. Prima di tutto, dovrebbe aiutarti a capire come le persone cercano e pensano su Internet.

Questo ti aiuta a creare contenuti che trattino a fondo l’argomento e soddisfino le esigenze degli utenti.

Seleziona la parola chiave focus

Seleziona una parola chiave attiva che rappresenti l’argomento.

Non abusare. La migliore pratica è usare la dicitura con corrispondenza esatta in:

  • Il titolo (sia H1 che tag del titolo)
  • Meta Description
  • Uno dei primi paragrafi del testo
  • Almeno una sottovoce
  • Un paio di volte nel testo (naturalmente)

Questo è tutto.

Tutti sanno che il riempimento di parole chiave è una tecnica obsoleta.

Non provare a inserire la frase esatta nel post per soddisfare una certa densità di parole chiave (non esiste un numero ideale e non lo è mai stato).

Suggerimento: alcuni plugin SEO (come Yoast SEO) suggeriscono la densità ottimale. Prendilo come un indizio, ma non dimenticare mai l’esperienza dell’utente.

Se la tua parola chiave focus è “pianificazione dei social media per le agenzie” , sembrerebbe innaturale usarlo 5 volte in un articolo di 1000 parole. Considera sempre anche la lunghezza.

Che dire delle parole chiave LSI?

L’indicizzazione semantica latente è un termine che si riferisce a uno specifico metodo di elaborazione in linguaggio naturale. Viene utilizzato dai motori di ricerca per identificare quali parole chiave sono semanticamente correlate.

Il problema è che molti “esperti SEO” sostengono che dovresti “usare le parole chiave LSI” senza nemmeno sapere cosa siano realmente.

Bill Slawski descrive le parole chiave LSI come uno dei più grandi miti SEO:

“Ho sentito alcune persone suggerire che ciò che intendono per” Parole chiave LSI “è solo questione di aggiungere sinonimi o parole semanticamente correlate a una pagina. Questo non significa affatto. LSI è un processo che utilizza la struttura sottostante (o latente) di una pagina per comprendere la semantica di come le parole potrebbero essere correlate tra loro. “

Quindi non esistono “parole chiave LSI” quando si tratta di ottimizzazione dei contenuti. 

E quando si tratta di sinonimi o frasi semanticamente correlate, fai attenzione e usali solo se si adatta al testo in modo naturale. Cercare di ottimizzare per ogni variazione di una frase può essere dannoso allo stesso modo del riempimento di parole chiave.

Suggerimento professionale:

Secondo questo studio di Ahrefs, la pagina di ranking n. 1 media si classificherà anche per circa 1000 altri termini pertinenti:

si classifica anche il numero medio di parole chiave nella pagina nella 1a SERP

Dopo un certo tempo, utilizza la tecnica di Search Console per trovare parole chiave a coda lunga per le quali hai iniziato a classificare. Pensa ai modi per modificare i tuoi contenuti per migliorare le posizioni.

C’è una vecchia battuta SEO che va così:

Scherzo SEO

Sebbene esagerato per chiarire il punto, mostra che l’uso artificiale delle parole chiave LSI (o di qualsiasi frase) non è la strada giusta da seguire. Può essere facilmente identificato e danneggia la leggibilità.

Scrivi contenuti di lunga durata

Varie ricerche hanno dimostrato che, in media, un contenuto di lunga durata (oltre 1500 parole) si colloca meglio degli articoli brevi.

I vantaggi del contenuto di lunga durata:

  • In un testo lungo, le varianti delle parole chiave vengono utilizzate in modo naturale, il che aumenta la pertinenza topica
  • I contenuti di forma estesa di solito hanno un coinvolgimento maggiore poiché rispondono alla domanda dell’utente (o risolvono il problema) in modo completo
  • Attrae naturalmente più collegamenti di articoli brevi e mediocri
  • Migliora l’immagine del tuo marchio come autorità nel settore

La domanda è: come utilizzare le parole chiave in un contenuto di lunga durata?

Come ho accennato nel punto precedente, non è necessario utilizzare ogni singola parola chiave correlata. Puoi effettivamente classificare le frasi che non hai nemmeno usato nel testo.

Guarda questo esempio:

Se cerchi  “come fare un caffè forte” , il primo risultato è la guida definitiva di un blog sul caffè Enjoy Java.

SERP del caffè

Un rapido sguardo all’articolo rivelerà che si tratta di un post ben scritto e completo con un sacco di informazioni utili, consigli e video.

Con il conteggio delle parole di 2780 parole, è un tipico articolo di lunga durata che tratta l’argomento dalla A alla Z.

L'esempio guida definitivo

Se eseguiamo il post tramite uno strumento di ricerca per parole chiave, vedremo che oltre al termine originale che abbiamo cercato ( “come fare un caffè forte” ), si colloca nella prima SERP per altre 18 parole chiave negli Stati Uniti.

Ricerca URL KWFinder

Ora, cerchiamo l’aspetto di questi termini nell’articolo. Ho cercato la corrispondenza esatta nell’articolo.

Tutto sommato, le 14 parole chiave su 19 per le quali l’articolo si classifica nella prima SERP non sono nemmeno menzionate nella forma esatta in tutto il testo!

controllo esatto della corrispondenza

Ho controllato il codice sorgente – neanche le parole chiave sono presenti nei tag meta o alt.

L’autore della guida potrebbe scrivere 3 articoli separati con queste parole chiave focalizzate (ma sarebbe una cosa stupida da fare):

  • caffè preparato forte
  • quale caffè è più forte
  • chicchi di caffè forti

Invece, ha scritto una guida definitiva che copre l’intero argomento del “caffè forte” e si classifica per tutte queste parole chiave (e molte altre) naturalmente.

Cosa significa?

Se i tuoi contenuti sono di prim’ordine e pertinenti, puoi classificare per termini che non hai ottimizzato affatto.

TLDR; Come utilizzare le parole chiave nella strategia dei contenuti

Cosa fare:

  • pensa alle principali parole chiave come argomenti
  • seleziona una parola chiave focus che rappresenterà l’argomento e segui le migliori pratiche
  • scrivere articoli lunghi e approfonditi che coprano a fondo l’intero argomento

Cosa non fare:

  • non seguire il modello 1 parola chiave a coda lunga = 1 articolo
  • non pensare troppo al numero e al posizionamento delle parole chiave
  • non seguire i consigli sulla densità delle parole chiave
  • non inserire le parole chiave nel testo in modo innaturale
Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close