Cerca

Questa Millenial Entrepreneur sta aprendo la sua strada verso il successo

jenny lei - imprenditore millenario

Millennials, eh? Quei giovani giovani amanti dell’avocado, che influenzano Instagram, che prendono selfie. Sono sempre troppo impegnati a sconvolgere le industrie per arrivare al business per farsi una carriera adeguata.

Stavo solo scherzando. Qui sei al sicuro sapendo che anch’io sono piantato saldamente nella fascia d’età che mi definisce un Millenario. E personalmente, penso che siamo grandi.

E per quanto riguarda le carriere tradizionali, chi ne ha bisogno?

Oggi, sempre più Millennial stanno rifiutando i percorsi di carriera tradizionali e uscendo da soli, e l’imprenditorialità è sempre stata un’alternativa allettante. Secondo uno studio della Kaufmann Foundation , il 54% dei Millennial vuole avviare un’attività in proprio o ne ha già avviata una. Con la promessa di fissare le proprie ore, di non dover chiamare nessuno capo e la soddisfazione di guardare qualcosa crescere da zero, è facile capire perché i Millennial siano attratti dall’idea di avviare un’attività in proprio.

Jenny Lei è la prova che, nonostante la loro età, gli imprenditori del Millennio sono pronti a giocare nelle grandi leghe. Senza una formazione aziendale formale e un singolo stage sul suo curriculum, questa imprenditrice autodidatta ha trasformato la sua attività di e-commerce in un successo invidiabile. La sua attività, che vende borse e accessori , ha recentemente superato i $ 600.000 di ricavi nonostante sia stata lanciata meno di un anno fa.

L’ho chiamata nel suo appartamento / ufficio / deposito temporaneo a New York City per parlarle di come trovare i suoi piedi come imprenditrice, i suoi più grandi errori e i piccoli dettagli che hanno fatto la differenza per il suo successo.  

jenny lei - storia di successo di oberlo - imprenditore millenario

I primi passi come imprenditore millenario

Jenny Lei ha 22 anni ed è piena di energia ed entusiasmo. È un’ottimista autodescritta, una caratteristica che ritiene cruciale per il suo successo come imprenditrice.

“Sono una persona molto positiva, penso che aiuti. Devi essere ottimista quando lo fai, perché molte cose andranno male “, dice.

Quindi, dopo essersi laureata all’inizio di dicembre 2017, si è trovata nel mondo reale con la prospettiva di tutta la sua carriera che si estende davanti a lei.

“L’anno scorso stavo cercando di capire cosa volessi fare della mia vita e come farò soldi, quindi ho intervistato molto.” lei dice. “Ma mi sono reso conto che i lavori per i quali stavo intervistando non mi interessavano molto.”

Insoddisfatta dell’idea di cadere in un lavoro d’ufficio, iniziò a cercare progetti che potesse raccogliere per fare soldi per sostenersi.

Quindi, nell’aprile 2018, tra interviste e domande di lavoro, ha iniziato a dilettarsi nelle sue attività di e-commerce.

Aveva già provato a gestire un’attività di e -commerce al college, vendendo affettatrici di avocado ai suoi follower su Instagram. I suoi seguaci (tutti 800.000) facevano parte di una sana pagina di ricette che aveva trascorso gran parte dei suoi anni di liceo a costruire. “Stavo pensando, ho una ricetta per Instagram e la gente adora gli avocado! Facciamolo “, dice.

Alla fine il negozio fece alcune vendite, ma non decollò come aveva sperato.

Ma questa volta ha optato per un approccio diverso.

Prima arrivò il negozio di abbigliamento. Quindi la gioielleria. Quindi il negozio di bangle. Quindi le valigie.

“Il mio obiettivo originale era quello di aprire un negozio al mese”, afferma.

Anche se ha avuto un certo successo, la maggior parte delle aziende non è stata molto.

“Non ricordo come mi sono imbattuto nell’idea di vendere borse”, dice. “Ma mi è piaciuto, colleziono borse, quindi ho pensato che sarebbe stata una buona idea.”

Ha rapidamente lanciato il suo negozio con Shopify e ha utilizzato Oberlo per procurarsi i fornitori di prodotti e aiutare a evadere gli ordini. Ha scelto di abbandonare i prodotti dal suo fornitore in Cina in modo da non dover acquistare l’inventario in anticipo. Quindi, una volta che un cliente avesse effettuato un ordine dal suo negozio, il suo fornitore si sarebbe occupato della consegna degli articoli direttamente ai suoi clienti.

Nel maggio 2018, ha lanciato il suo negozio di borse. E il suo successo è stato rapido. Dopo aver pubblicizzato un paio di borse sulla sua pagina Instagram, ha segnato le sue prime vendite. E una volta che hanno iniziato, si sono allagati – ha fatto $ 1.000 in vendite nelle prime 24 ore.

jenny lei - storia di successo di oberlo - entrate

“All’epoca ero con il mio ragazzo ed era tipo ‘Woah, cosa stai facendo?'” Dice. “Lavora in finanza e lavora ore davvero lunghe. Era tipo ‘Sono seduto accanto a te e non hai fatto niente e stai facendo soldi!’ ”

“A quel punto gli ho detto che il mio obiettivo finale era arrivare a $ 200.000 al mese, perché è quello che vedo fare tutti gli YouTuber. Era tipo ‘È impossibile!’ ”Dice. “Beh, ci sono arrivato a novembre!”  

Il viaggio da $ 0 a $ 200.000 al mese

Quando si trattava di commercializzare le sue borse, ha iniziato con l’area che conosceva meglio. “Ho iniziato con gli influenzatori di Instagram perché è quello che stavo facendo al liceo, quindi conoscevo quello spazio”, afferma.

Ha pagato influencer nello spazio della moda per promuovere i suoi prodotti inviando loro campioni con cui posare in foto. Quindi, ha offerto loro un codice di affiliazione per incentivarli a promuovere ancora di più il marchio.  

“Mi sono dilettato nella pubblicità di Facebook anche all’inizio. Ma nella prima settimana l’ho fatto, avrei detto “Oh, ho speso $ 10 e nessuno ha comprato nulla! Sto per fermare questo annuncio, sto perdendo soldi! ‘”Ride.

Alla fine si stancò di coordinare costantemente le promozioni con gli influencer e stava cercando un modo per gestire il marketing che potesse essere automatizzato per continuare a vendere 24 ore al giorno.

Ripensò a qualche consiglio paterno. “Come dice mio padre, ‘Devi perdere soldi per fare soldi’, quindi ho pensato che avrei dato $ 200 per provare correttamente gli annunci di Facebook.”

jenny lei - storia di successo di oberlo - annunci su facebook(Fare clic per espandere)

All’inizio ha lottato per trovare una formula che funzionasse. “All’inizio stavo sbagliando le mie pubblicità, sembravano davvero male”, dice. “In pratica stavo usando la descrizione del prodotto come copia dell’annuncio. Poi stavo scorrendo Instagram ed ero tipo ‘Ehi! Nessun altro lo farà, smetterò di farlo. “”

Alla fine, dopo prove su prove su prove, ha trovato il suo formato vincente. Una pubblicità a carosello che mostra una collezione delle sue borse più vendute, con una semplice copia ispirata alle pubblicità del rivenditore di moda Revolve.

“La gente dice che il video marketing è la cosa migliore, ma per me personalmente, il mio annuncio migliore è stato un post carosello di prodotti diversi. Il mio annuncio con il miglior rendimento è il più semplice “, afferma.

Quindi tutto ha iniziato a fare clic.

“Il mio primo giorno da $ 1.000 è stato alla fine di agosto, accaduto il giorno del compleanno di mio padre. Quindi il primo giorno da $ 2.000 è stato una settimana dopo! E poi i primi $ 10.000 sono stati il ​​giorno prima del Black Friday di novembre. Queste piccole pietre miliari ti fanno andare avanti “, dice.

Anche se il Black Friday si è trasformato nel più grande fine settimana nella storia del suo negozio, Jenny afferma che il fine settimana è stato “in realtà un po ‘calmo”.

Aveva programmato di fare una crociera con il suo ragazzo durante il fine settimana del Black Friday, quindi iniziò a pianificare in anticipo per assicurarsi che tutto fosse a posto per il fine settimana. A settembre ha assunto due assistenti virtuali per aiutare con il servizio clienti e l’evasione degli ordini, in modo da poter concentrarsi sul marketing.

“Non ho fatto troppi preparativi per il Black Friday , ma avevo tre diversi annunci impostati per essere pubblicati il ​​giorno prima del Black Friday. Quindi abbiamo mantenuto il migliore in esecuzione e lo abbiamo ridimensionato per la settimana successiva. ”

Il giorno del Black Friday mentre viaggiava alle Bahamas, teneva d’occhio l’app Shopify sul suo telefono mentre gli ordini si inondavano. A metà del fine settimana, si rese conto che gli ordini stavano arrivando più velocemente di quanto si aspettasse e rapidamente assunto un altro assistente virtuale per aiutare con il carico di lavoro.

Alla fine, la giornata è stata un enorme successo.

“Ho fatto $ 18.000 il Black Friday, quindi è stato il nostro giorno migliore”, afferma.

Le vendite del Black Friday hanno contribuito a ribaltare le sue entrate oltre il limite di $ 200.000 per il mese – l’importo che le è stato detto era impossibile.

“Penso che tutto sia possibile ora dopo gli ultimi mesi. Perché il mio ragazzo ha detto che non avrei mai potuto arrivare a $ 200.000 e ci sono arrivato mentre eravamo in crociera! ” dice sorridendo.

Cosa rende successo il suo negozio?

Cosa distingue questo negozio da tutti i negozi?

Per Jenny, la risposta è nella sua dedizione ai dettagli.

Sapeva fin dall’inizio che voleva che il suo negozio si sentisse premium, quindi è andata alla ricerca di ispirazione da alcuni dei migliori marchi di stilisti del mondo.

“ Sono andato sul sito Web di Celine e ho deciso che volevo che il mio sito Web fosse così. Quindi alla fine non sembra così, ma è stata una buona fonte d’ispirazione ”, afferma.

Determinata a rendere il suo sito Web e i suoi prodotti altrettanto coerenti dei marchi dei designer, ha trascorso ore a fotografare tutte le immagini dei suoi prodotti per farli combaciare perfettamente.

“Se vendi un prodotto fisico, devi avere immagini di prodotti davvero buone . Ancora meglio se sono coerenti. Devi rendere tutte le immagini della stessa dimensione e posizionare tutte le borse nello stesso punto. Quindi, quando scorri verso il basso tutti gli elementi, puoi vedere che è coerente. Sai quando fai clic su di esso che sarà la parte anteriore, laterale, posteriore, qualcuno che lo indossa. È qualcosa che penso sia molto importante. Se andassi su un sito Web e tutte le immagini fossero diverse, non comprerei. I siti Web che utilizzo personalmente sono molto facili da usare, facili da navigare, le immagini dei prodotti sono bellissime. Questo è un segno di fiducia per me. “

 

Il livello di dedizione alla coesione non solo crea fiducia nel suo negozio, ma aumenta la sensazione del marchio, permettendole di caricare prezzi più alti e di ottenere un sano margine di vendita. Le borse nel suo negozio costano in media $ 80, con un margine di vendita del 66% grazie all’immagine del marchio premium che ha costruito.

“ All’inizio ci è voluto molto tempo per scrivere le descrizioni dei prodotti , ma ora ho una buona idea di come scriverle. Scrivo un po ‘di ciò che è la borsa e come usarla. Poi scrivo di cosa è fatto, dimensioni e suggerimenti su cosa puoi inserirvi. “

Ma a differenza dei marchi di stilisti che possono apparire freddi e clinici nel modo in cui descrivono i loro prodotti, voleva che i suoi si sentissero più disponibili.

“Ci sono alcuni marchi come Warby Parker, in cui puoi immaginare qualcuno che ti legge la descrizione del prodotto e puoi immaginare come si adatta alla tua vita. Questa è la direzione che sto andando “, dice.

Per rendere i suoi prodotti personali, ha fatto un ulteriore passo avanti nelle descrizioni. “Ho dato tutti i nomi delle mie borse, quindi sarà qualcosa come” Annie tote “o” Lauren bag “. Non ero solito farlo, era come “Round Circle Bag” “, dice.

“Penso che anche questo abbia fatto una grande differenza, perché la gente dirà: ‘Mi piace Annie!’ o “Sai quando Annie tornerà in stock?” Penso che sia qualcosa che vale la pena considerare di fare, ho notato una differenza dopo averlo fatto. “

jenny lei - storia di successo di oberlo - imprenditore millenario

Ignora i consigli di tutti, segui il tuo istinto

Certo, il successo di Jenny sembra eccezionale, ma so per esperienza che non è mai facile navigare fino a questo punto. “Allora, quali sono stati alcuni dei tuoi errori più grandi?” Le chiedo.

“Oh, fammi contare i modi!” lei risponde ridendo. Quindi estrae il telefono, dove ha compilato un elenco effettivo degli errori che ha commesso.

Ha imparato a fondo che ci sono buoni fornitori e cattivi fornitori e che sceglierne uno buono è fondamentale per rendere la tua azienda un successo (e ridurre la quantità di maniaci causati dallo stress che si verificano).

“Ho imparato che su AliExpress molti fornitori trasportano gli stessi articoli, ma non sono necessariamente della stessa qualità. Il primo lotto di borse che ho avuto, alcune persone hanno detto che avevano un cattivo odore e che le cerniere si sono rotte molto. Così ho ordinato la stessa borsa da cinque diversi fornitori a casa mia per confrontare, e poi ho scelto quello che pensavo fosse la migliore qualità. In realtà c’era una differenza visibile tra le borse. “

Alla fine, la situazione è diventata positiva. Con campioni di ordinazione dei prodotti è stata in grado di determinare il miglior fornitore in termini di qualità e servizio di consegna. “Dopo di che ho instaurato un rapporto con questo fornitore e ora lui procura tutte le mie borse per me”, dice.

È migliorata anche nel fidarsi del proprio istinto. All’inizio, era allettante seguire i consigli dei guru e degli esperti del commercio elettronico, ma ha scoperto che i loro suggerimenti spesso non erano adatti alla sua attività. Quindi li ignorò e se ne andò per la sua strada.

“Non ascoltare tutto ciò che la gente ti dice”, inizia. “Fai le tue ricerche e segui il tuo istinto. Non farlo a meno che tu non senta che sia la cosa giusta da fare nel tuo cuore. “

Perché Dropshipping funziona così bene per gli imprenditori del Millennio

Poiché le aziende di e-commerce costruite con il modello dropshipping sono così leggere, sono abbastanza flessibili da consentirti di iniziare, interrompere o cambiare rotta se la direzione dell’azienda non corrisponde a ciò di cui hai bisogno.

E per un imprenditore del Millennio che sta ancora cercando di capire sia la vita professionale sia quella degli adulti, è un po ‘perfetto.

Jenny è la prima ad ammettere che se c’è una cosa certa nella sua vita, è l’incertezza. E lei sta bene con quello.

“L’idea di avere un percorso di carriera prefissato mi fa paura”, afferma. “Ma qualcuno come il mio ragazzo, ha un ottimo lavoro, ed è un lavoro che voleva da quando aveva cinque anni. Non sono mai stato così. Non compro i biglietti aerei con mesi di anticipo, compro i biglietti aerei una settimana prima quando sono sicuro di voler andare. Poi comprerò un biglietto di sola andata lì, perché forse vorrò rimanere qualche giorno in più. Sono quel tipo di persona. Non so cosa farò la prossima settimana, figuriamoci tra cinque anni. “

Quindi mantiene aperte le sue opzioni. Quest’anno, si dirige alla scuola di specializzazione per studiare scienze dell’informazione e continuerà a gestire i suoi affari dalla parte. Grazie all’aiuto del suo team di assistenti virtuali, è stata in grado di ridimensionare il suo lavoro sull’azienda a sole 5-10 ore alla settimana.

Come per tutti gli altri imprenditori del Millennio che pensano di seguire le sue orme, ha un consiglio: “Onestamente, non mollare. Non è facile, ma non è nemmeno così difficile come lo fanno le persone. Finché continui a farlo, un giorno avrai sicuramente successo. Sono riuscito al mio settimo tentativo o qualcosa del genere. Troverai un prodotto che si attacca. “

jenny lei - imprenditore millenario

Open

info@ibdi.it

Close