Cerca

Quali sono le migliori piattaforme di Blogging? (gratuite e a pagamento)

Stai pensando al blog? Bene, prima di fare qualsiasi altra cosa, devi scegliere una piattaforma di blog. L’enorme quantità di opzioni può sembrare schiacciante, quindi in questo post ti illustrerò alcune delle opzioni disponibili e, soprattutto, i criteri che devi tenere a mente quando si tratta di gettare il cappello nell’anello del blog .

Come scegliere una piattaforma di blog

Scegliere una piattaforma di blog (nota anche come CMS o sistema di gestione dei contenuti ) è abbastanza difficile se non si sa nulla delle opzioni. Ma se sei stato su Internet per un po ‘e hai avuto la possibilità di verificarne alcuni, la decisione può essere ancora più difficile.

Le cose sono cambiate molto dai primi giorni di WordPress vs Blogger. Altre piattaforme sono apparse sulla scena, ognuna delle quali offre il proprio approccio personale ai blog, alcuni dei quali si applicheranno a te e altri dovrebbero farti correre nella direzione opposta.

All’inizio del blog, era davvero una corsa a due cavalli (Blogger in rosso, WordPress in blu):

Schermata 2019 06 07T145053.678

In questi giorni, un modo semplice per affrontare queste opzioni è valutare le piattaforme di blog in base al prezzo. Molti sono gratuiti, molti sono economici e alcuni sono un investimento finanziario definito.

Dive Deeper:

Prima di scegliere una piattaforma

Prima di selezionare un CMS, diamo un’occhiata ad alcuni degli altri criteri che dovrai applicare alla tua potenziale piattaforma.

Conoscenza del codice

Alcune piattaforme – come Joomla , Drupal  e WordPress.org ( qual è la differenza tra WordPress.org e WordPress.com? ) – richiedono che tu abbia almeno alcune braciole di codice per ottenere davvero il massimo da esse. Se sei tecnologicamente propenso (o se hai un dipartimento tecnico che ti supporta), questo potrebbe andare bene. Per molte persone, tuttavia, questo requisito non è realistico nella loro ricerca di un blog.

Joomla

Conoscenza del codice zero

Altri CMS virano verso l’altro estremo. Quando si tratta di piattaforme di blog, il compromesso chiave tende ad essere un equilibrio tra semplicità e accessibilità (nessuna codifica necessaria) e personalizzazione (consapevolezza della programmazione necessaria).

Di conseguenza, sono sorte molte piattaforme in cui non è necessaria quasi nessuna codifica, come Weebly , Wix  e Medium . Ciò che di solito sacrifichi è la capacità di plasmare la piattaforma in base alle tue esigenze, quindi tienilo sempre a mente.

Weebly

Pubblico pronto

Alcune piattaforme di blog (e altre piattaforme che le persone usano al posto dei blog, come Instagram  e LinkedIn ) sono ospitate all’interno di un ecosistema di social media esistente. Spesso, ciò significa che la piattaforma stessa può prendere provvedimenti per promuovere i tuoi articoli (come su Medium ) o che puoi attingere a una rete esistente di hashtag e cerchie di condivisione (come su Instagram e Tumblr ).

Il rovescio della medaglia a questo è che le piattaforme stesse sono di solito completamente resistenti anche al più piccolo grado di personalizzazione (anche se questo può dare un punteggio basso al tuo elenco di priorità).

Tumblr

Forte sul commercio elettronico

Se hai intenzione di blog come mezzo per indirizzare il traffico verso un negozio online, ci sono una serie di opzioni che si rivolgono specificamente a te. In una certa misura, qualsiasi piattaforma può indirizzare il traffico verso un negozio, ma alcuni lo fanno più facilmente di altri.

Ad esempio, molte piattaforme di e-commerce come Shopify  hanno blog integrati, mentre altre piattaforme di blog, come Joomla  e WordPress,  possono facilmente integrare i carrelli della spesa o i moduli dei negozi insieme ai loro blog.

Shopify

Dive Deeper:

Forte sulla grafica

Spesso strettamente correlati alla questione dell’e-commerce, alcune piattaforme trattano particolarmente bene contenuti molto visivi. Squarespace  e Tumblr sono buoni esempi – e buone scelte per marchi con particolari requisiti estetici visivi.

Squarespace

Monetizzazione del blog

Infine, è importante sapere se vuoi che un blog supporti la tua attività o se desideri che il tuo blog sia la tua attività . C’è un’enorme differenza e, se è quest’ultimo, WordPress  è spesso considerato il gold standard.

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

Un altro modo di decidere su un CMS

Se non sei ancora più chiaro su quale piattaforma scegliere, tieni duro. Ci sono alcuni altri tipi di piattaforme che potrebbero emergere nella tua ricerca e ti aiuteranno se sai esattamente da dove vengono prima di prendere la tua decisione.

CMS / Soluzioni di marketing

Molte moderne soluzioni di marketing offrono un blog come parte delle loro funzionalità. Sistemi come HubSpot  e Zoho offrono moduli “blog” all’interno della loro interfaccia di marketing e gestione dei clienti. Se usi già o prevedi di utilizzare gli ecosistemi di marketing di queste società, può essere logico utilizzare le loro piattaforme di blog. Basta prestare attenzione a come i tuoi contenuti sono di proprietà e quanto puoi personalizzarli.

HubSpot

Blogging su un social network

In alcuni ambienti, le persone parlano di blog su piattaforme rivolte ad aziende come LinkedIn o di microblogging su social network in buona fede come Instagram . Mentre alcune persone hanno grandi risultati, nessuna di esse è in realtà una piattaforma di blog nello stesso senso di cui stiamo parlando oggi, motivo per cui non li abbiamo inclusi nella nostra valutazione di seguito.

3 Categorie di piattaforme di blog

Per rendere le cose ancora più facili per te, ho suddiviso l’elenco qui sotto in tre categorie:

  • Gratuito
  • A buon mercato
  • Costoso

Le migliori piattaforme di blog GRATUITE

1) Blogger

Blogger

Blogger esiste da decenni e, sebbene non sia elegante, è una piattaforma di blogging completamente gratuita, facile da usare e in qualche modo personalizzabile. È durato più di 16 anni e con buone ragioni.

  • Gratuito
  • Nessuna codifica
  • Un po ‘personalizzabile

2) WordPress.com

WordPress dot com

Quando si pensa ai blog, è importante tenere a mente WordPress.com (gratuito) e WordPress.org (economico). Un’eccellente piattaforma entry-level con legioni di aiuto e risorse online, WordPress.com è spesso il luogo dove nascono i blogger.

  • Gratuito
  • Altamente personalizzabile
  • Forte sul commercio elettronico

3) Medio

medio

Medium è un’opzione interessante, in quanto combina diverse funzionalità che altri CMS non hanno. È molto facile da usare, ha un pubblico già pronto ed è visivamente forte.

Sfortunatamente, non è possibile personalizzare tutto e, di recente, la piattaforma ha iniziato a addebitare agli utenti l’accesso a determinati articoli. Non è chiaro chi è accusato  o in quali circostanze, ma se i numeri degli utenti diminuiscono, la visibilità del tuo blog potrebbe essere compromessa.

  • Gratuito
  • Pubblico pronto
  • Forte sulla grafica

4) Jeckyll 

Schermata 2019 06 07T143451.285

Libero ma tecnicamente complesso, Jeckyll è uno strumento semplice che produce comunque dei blog dall’aspetto raffinato. È personalizzabile (anche se non per il grado di WordPress, ad esempio), ma anche così, probabilmente non sarà in cima alla tua lista a meno che tu non sia uno sviluppatore.

  • Gratuito
  • Ha bisogno di molte conoscenze di programmazione
  • Un po ‘personalizzabile

Dive Deeper:

Le migliori piattaforme di blog economiche

1) Wix

Homepage di Wix

Wix (e piattaforme simili come Weebly  e Strikingly ) spesso ottengono un brutto rap. Mentre gli aspetti positivi sono ovvi – sono gratuiti, molto facili da usare e non richiedono codifica – sono stati accusati di avere prestazioni non ottimali quando si tratta di SEO. Quindi, se il marketing dei motori di ricerca è importante per te , tienilo a mente.

  • Non troppo costoso (esiste una versione gratuita di base con annunci pubblicitari e quindi la versione a pagamento più economica inizia a circa $ 10 al mese)
  • Nessuna conoscenza di codifica
  • Un po ‘personalizzabile

2) Typepad

Schermata 2019 06 07T143710.105

Questa piattaforma di blog è un cavallo oscuro – estremamente popolare e dall’aspetto eccezionale, ma riesce comunque a volare sotto il radar. È simile a WordPress in molti modi, ma i fan dicono che è più facile da usare (anche se non abbastanza semplice come qualcosa come Medio).

D’altra parte, è molto più personalizzabile, il che rappresenta un bel po ‘, e i rapporti dicono che è forte sul supporto clienti.

  • Economico (inizia a $ 8,95 al mese)
  • Nessuna conoscenza di codifica
  • Abbastanza personalizzabile
  • Forte sulla grafica

3) WordPress.org

WordPress dot org

WordPress.org è in questa categoria perché, sebbene sia gratuito, dovrai comunque spendere soldi per hosting, temi e plugin per farlo apparire come desideri. Questa personalizzazione è uno dei motivi principali per cui WordPress è così popolare: con un po ‘di pazienza, puoi ottenere che questa piattaforma di blogging si esibisca o assomigli quasi nel modo che preferisci.

Alcuni si lamentano del fatto che è difficile da usare e richiede un occhio attento alla sicurezza, ma se sei interessato a personalizzare (cioè già un po ‘tecnicamente avanzato), non dovrebbe essere troppo lungo.

  • Economico (paga per l’hosting, che di solito costa meno di $ 10 al mese)
  • Sono necessarie alcune conoscenze di programmazione
  • Altamente personalizzabile
  • Forte sul commercio elettronico

4) Ghost

Schermata 2019 06 07T143936.425Come WordPress, Ghost è gratuito ma richiede hosting, che probabilmente sarà di pochi dollari al mese. È nato da una reazione alla complessità di WordPress e si vanta di un’interfaccia pulita e semplice. Il minimalismo è il nome del gioco qui, sia nell’aspetto che nella funzione. Se stai cercando qualcosa di più complesso (come grafica di fantasia, componenti aggiuntivi o autori multipli), è improbabile che Ghost sia il CMS per te.

  • Economico (paga per l’hosting, che di solito costa meno di $ 10 al mese)
  • Non molta conoscenza del codice
  • Un po ‘personalizzabile

5) Squarespace

Schermata 2019 06 07T144044.409

Squarespace è la piattaforma di blog che si trova praticamente tra WordPress e Ghost. Questa piattaforma è in qualche modo minimale e facile da usare, ma offre più opzioni di personalizzazione rispetto a Ghost (anche se non WordPress). Se stai cercando un equilibrio facile per gli occhi, vale la pena dare un’occhiata a Squarespace.

  • Economico (prova gratuita di 14 giorni, quindi da $ 11 al mese)
  • Alcune conoscenze di programmazione
  • Un po ‘personalizzabile
  • Forte sul commercio elettronico
  • Forte sulla grafica

Le migliori piattaforme di blog costose

1) SilverStripe

Schermata 2019 06 07T144159.249

A meno che tu non stia cercando un tema follemente costoso o una soluzione di marketing completa per centinaia di dipendenti, è abbastanza difficile spendere molti soldi su una piattaforma di blog. Grazie a Dio per SilverStripe, che almeno mi dà qualcosa da mettere in questa categoria!

Questo CMS superstar di bell’aspetto, personalizzabile e versatile è chiaramente rivolto agli sviluppatori aziendali, poiché è sia tecnicamente impegnativo che costoso.

  • Costoso (la piattaforma alla base del blog inizia a $ 300 al mese)
  • Sono necessarie ampie conoscenze di codifica
  • Altamente personalizzabile
  • Forte sul commercio elettronico
  • Forte sulla grafica

2) Drupal

Drupal

Drupal e suo cugino Joomla hanno un approccio simile a WordPress.org. Il software è gratuito, ma in realtà fare qualsiasi cosa con esso richiederà conoscenza tecnica e tempo (che, come tutti sappiamo, equivale a denaro).

Certo, se sei bravo con i database SQL, potresti essere in grado di modificare qualcosa di interessante, ma è molto più probabile che dovrai pagare qualcun altro per farlo per te.

  • A pagamento (avrai bisogno di uno sviluppatore!)
  • Vasta conoscenza della codifica
  • Altamente personalizzabile
  • Forte sul commercio elettronico
  • Forte sulla grafica
Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

Dive Deeper:

Suggerimenti per la scelta di una piattaforma di blog

Scegliere una piattaforma di blog non è particolarmente facile. Tieni a mente i seguenti suggerimenti mentre rivedi le opzioni sopra:

  • Prenditi il ​​tuo tempo. Il blogging è un progetto a lungo termine – sia personale che aziendale – e impiegare qualche giorno in più per decidere sulla piattaforma più appropriata non è in grado di realizzarlo o romperlo per te.
  • Valuta le risorse disponibili. Considera le risorse umane disponibili quando scegli una piattaforma. Molte aziende adorano la flessibilità e la potenza di piattaforme come Joomla e SilverStripe, ma hai bisogno di personale dedicato e non solo di un “ragazzo del computer” che lavora solo pochi giorni alla settimana. Hai il backup tecnico di cui hai bisogno? In caso contrario, considera un’opzione diversa.
  • Conosci l’obiettivo del tuo blog. Essere chiari sul vero obiettivo del tuo blog è fondamentale per prendere una decisione. Utilizza i riepiloghi rapidi sopra per eliminare le opzioni che non funzioneranno mai per te. Nessun impiegato di computer e nessun esperto di tecnologia? Prendi immediatamente Joomla, Drupal, WordPress.org, SilverStripe e Jeckyll dalla tua lista. Con un budget limitato? Attenersi alla categoria gratuita. Il SEO sarà importante nel tuo viaggio nel blog? Prendi Wix e Weebly dal tavolo.

Sia che tu voglia iniziare un blog come un potente strumento di business o semplicemente come un passatempo divertente, non lasciare che la scelta della piattaforma ti impedisca di iniziare. Ma allo stesso tempo, non affrettare il processo.

Pensa a lungo termine e considera ciò di cui potresti aver bisogno dalla piattaforma in sei mesi, un anno o persino cinque anni. Se tutto il resto fallisce, ricorda che la maggior parte di queste piattaforme ti consente di spostare il tuo blog. Non sarà necessariamente divertente, ma se si sostiene il cavallo sbagliato nel derby dei blog, di solito c’è una via d’uscita.

Open

info@ibdi.it

Close