Cerca

Quali sono i costi per aprire un negozio online?

Tempo di lettura: 2 minuti

Aprire un e-commerce non è economico, ma questo non vuol dire che sia un lusso per pochi. Non puoi pensare di avviare uno store online senza investimento, in quanto ci sono dei costi di base che riguardano:

  • hosting e sicurezza (anche i piccoli e-commerce non possono permettersi di andare offline o di perdere dati importanti)
  • la personalizzazione del portale (i layout a disposizione sulle piattaforme open source sono molti, ma vincolate a grafiche prestabilite)
  • l’aggiunta di funzionalità nel CMS (ce ne sono di gratuiti, ma le funzionalità più complesse hanno un costo a parte)

Considera che per aprire un negozio online quindi serve avere un budget che preveda i costi della piattaforma, il provider di hosting, l’acquisto del dominio fino a tutti gli aspetti legati alla sicurezza (certificati SSL, abbonamenti a tool online per le policy, server dedicato con programmi di backup giornalieri etc). Non dimenticare infine i costi di spedizione che dovrai sostenere.

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci via Email: info.ibdi.it@gmail.com

 

Hai bisogno d'aiuto? Contattaci via Email: info.ibdi.it@gmail.com

Quanto costa avviare un negozio online

Il primo costo da sostenere è quello del dominio, a cadenza annuale, che per il primo anno potrebbe essere molto basso in virtù di promozioni che alcuni provider concedono.

Il secondo è quello del servizio di hosting, fornito da un hosting provider, i cui costi vanno dai 50 euro degli shared hosting ai 1000+ euro dei dedicated hosting. Per un e-commerce è consigliabile scegliere la seconda soluzione, ovvero un Hosting Dedicato che ospiterà solo il tuo sito.

Terzo costo da considerare è la piattaforma tecnica con cui creare lo store. Quelle open source attualmente disponibili e gratuite richiedono un intervento di personalizzazione più spinto reso possibile solo dall’acquisto di un piano a pagamento o dall’implementazione di plugin ed estensioni. In alternativa puoi valutare le piattaforme in affitto che consentono, a fronte del pagamento di un noleggio periodico, di realizzare un e-commerce con un pacchetto di servizi. La soluzione più costosa infine è quella di realizzare un sito web proprietario in codice disegnato da un grafico e sviluppato da uno o più programmatori.

 

Consigli e considerazioni

Oggi chiunque può aprire un e-commerce ma è necessario prevedere un budget aprire il negozio online. Questo non vuol dire che chi spende di più avrà ricavi maggiori, ma senza investimenti i risultati saranno sicuramente prossimi allo zero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1061 shares
Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close