Perché investire in oro

Perché l’oro dovrebbe essere il prodotto che ha questa proprietà unica? Molto probabilmente è a causa della sua storia come prima forma di denaro e successivamente come base del gold standard che stabilisce il valore di tutto il denaro. Per questo motivo, l’oro conferisce familiarità. Crea un senso di sicurezza come fonte di denaro che ha sempre valore, qualunque cosa accada.

Le proprietà dell’oro spiegano anche perché non è correlato ad altri beni. Questi includono azioni, obbligazioni e petrolio.

Il prezzo dell’oro non aumenta quando lo fanno altre classi di attività. Non ha nemmeno una relazione inversa perché azioni e obbligazioni si escludono a vicenda.

MOTIVI PER POSSEDERE ORO

1. Storia di mantenere il suo valore

A differenza della carta moneta, delle monete o di altri beni, l’oro ha mantenuto il suo valore nel corso dei secoli. Le persone vedono l’oro come un mezzo per trasmettere e mantenere la propria ricchezza da una generazione all’altra.

2. Inflazione
Storicamente, l’oro è stato un’ottima protezione contro l’inflazione, perché il suo prezzo tende ad aumentare all’aumentare del costo della vita. Negli ultimi 50 anni, gli investitori hanno visto salire i prezzi dell’oro e il mercato azionario crollare durante gli anni di alta inflazione.

3. Deflazione La
deflazione è il periodo durante il quale i prezzi scendono, l’attività economica rallenta e l’economia è sopraffatta da un eccesso di debito e non è stata vista in tutto il mondo. Durante la Grande Depressione degli anni ’30, il potere d’acquisto relativo dell’oro aumentò mentre gli altri prezzi diminuirono drasticamente.

4. Timori/fattori geopolitici
L’oro mantiene il suo valore non solo in tempi di incertezza finanziaria ma anche in tempi di incertezza geopolitica. Viene anche spesso definito “merce di crisi” perché le persone fuggono verso la loro relativa sicurezza quando le tensioni globali aumentano. Durante questi periodi l’oro sovraperforma qualsiasi altro investimento.

LA STORIA DELL’ORO E DELLE VALUTE

Tutte le valute mondiali sono sostenute da metalli preziosi. Uno di questi è l’oro che gioca il ruolo principale è supportare il valore di tutte le valute del mondo. La linea di fondo è che l’oro è denaro e le valute sono solo documenti che possono rivelarsi privi di valore perché i governi hanno il potere preponderante di decidere il valore della valuta di qualsiasi paese.

Il futuro delle valute Siamo al punto di svolta

PERCHÉ GLI INVESTITORI INTELLIGENTI INVESTONO IN ORO?

1. I mercati ora sono molto più volatili dopo le elezioni di Brexit e Trump. Sfidando ogni previsione, gli Stati Uniti hanno scelto Donald Trump come nuovo presidente e nessuno può prevedere quali saranno i prossimi quattro anni. In qualità di comandante in capo, Trump ora ha il potere di dichiarare una guerra nucleare e nessuno può fermarlo legalmente. La Gran Bretagna ha lasciato l’UE e altri paesi europei vogliono fare lo stesso. Ovunque tu sia nel mondo occidentale, l’incertezza è nell’aria come mai prima d’ora.

2. Il governo degli Stati Uniti sta monitorando l’erogazione della pensione. Nel 2010, il Portogallo ha confiscato beni dal conto pensionistico per coprire i disavanzi e debiti pubblici. Irlanda e Francia hanno agito allo stesso modo nel 2011 come ha fatto la Polonia nel 2013. Il governo degli Stati Uniti. Ha osservato. Dal 2011, il ministero delle Finanze ha prelevato quattro volte denaro dai fondi pensione dei dipendenti pubblici per compensare i disavanzi di bilancio. La leggenda dell’investitore multimilionario Jim Rogers crede che i conti privati ​​continueranno come attacchi del governo.

3. Le prime 5 banche statunitensi sono ora più grandi di prima della crisi. Hanno sentito parlare delle cinque maggiori banche degli Stati Uniti e della loro importanza sistemica da quando l’attuale crisi finanziaria minaccia di infrangerle. I legislatori e le autorità di regolamentazione hanno promesso che avrebbero risolto questo problema non appena la crisi fosse stata contenuta. A più di cinque anni dalla fine della crisi, le cinque maggiori banche sono ancora più importanti e critiche per il sistema rispetto a prima della crisi. Il governo ha aggravato il problema costringendo alcune di queste cosiddette “banche sovradimensionate a fallire” per assorbire le violazioni. Ognuno di questi sponsor fallirebbe ora, sarebbe assolutamente catastrofico.

4. Il pericolo dei derivati ​​minaccia oggi le banche più che nel 2007/2008. I derivati ​​che hanno fatto crollare le banche nel 2008 non sono scomparsi come promesso dai regolatori. Oggi, l’esposizione ai derivati ​​delle cinque maggiori banche statunitensi è superiore del 45% rispetto a prima del crollo economico del 2008. La bolla dedotta ha superato i 273 miliardi di dollari, rispetto ai 187 miliardi di dollari del 2008.

5. I tassi di interesse statunitensi sono già a un livello anormale, lasciando alla Fed poco spazio per tagliare i tassi di interesse. Anche dopo un aumento annuale del tasso di interesse, il tasso di interesse di riferimento rimane compreso tra ¼ e ½ percento. Tieni presente che prima della crisi scoppiata nell’agosto 2007, i tassi di interesse sui fondi federali erano del 5,25%. Nella prossima crisi, la Fed avrà meno di mezzo punto percentuale, potrà tagliare i tassi di interesse per rilanciare l’economia.

6. Le banche statunitensi non sono il posto più sicuro per i tuoi soldi. La rivista Global Finance pubblica un elenco annuale delle 50 banche più sicure del mondo. Solo 5 di loro hanno sede negli Stati Uniti. UU La prima posizione di un ordine bancario statunitense è solo # 39.

7. Il disavanzo di bilancio complessivo della Fed è ancora in aumento rispetto alla crisi finanziaria del 2008: la Federal Reserve statunitense ha ancora circa $ 1,8 trilioni di titoli garantiti da ipoteca nella sua crisi finanziaria del 2008, più del doppio dei $ 1 trilione di dollari USA. Lo avevo prima dell’inizio della crisi. Quando i titoli garantiti da ipoteca tornano a deteriorarsi, la Federal Reserve ha molto meno margine di manovra per assorbire le attività deteriorate rispetto a prima.

8. La FDIC riconosce di non avere riserve per coprire un’altra crisi bancaria. Il più recente rapporto annuale della FDIC mostra che non avranno riserve sufficienti per assicurare adeguatamente i depositi bancari del paese per almeno altri cinque anni. Questa sorprendente rivelazione ammette che possono coprire solo l’1,01% dei depositi bancari negli Stati Uniti, o da $ 1 a $ 100 dei loro depositi bancari.

9. La disoccupazione di lunga durata è persino più alta rispetto a prima della Grande Recessione. Il tasso di disoccupazione era del 4,4% all’inizio del 2007 prima dell’inizio dell’ultima crisi. Infine, mentre il tasso di disoccupazione ha raggiunto il livello del 4,7% osservato quando la crisi finanziaria ha iniziato a distruggere l’economia statunitense, la disoccupazione di lunga durata resta elevata e la partecipazione al mercato del lavoro è notevolmente ridotta a cinque anni dalla fine. la crisi precedente. La disoccupazione potrebbe essere molto più alta a causa della crisi in arrivo.

10. Le aziende statunitensi falliscono a un ritmo record. All’inizio del 2016, Jim Clifton, CEO di Gallup, ha annunciato che i fallimenti commerciali degli Stati Uniti sono più grandi delle start-up che hanno avuto inizio per la prima volta in più di tre decenni. La carenza di medie e piccole imprese ha un grande impatto su un’economia che per molto tempo è stata trainata dal settore privato. Anche le aziende più grandi non sono immuni dai problemi. Anche i pesi massimi dell’economia statunitense come Microsoft (che ha ridotto 18.000 posti di lavoro) e McDonald’s (che ha chiuso 700 negozi durante l’anno) stanno subendo questa terribile tendenza.

Perché gli investitori intelligenti aggiungono oro fisico ai loro conti pensionistici?

Assicurare inflazione e deflazione.
Consegna limitata Domanda in aumento
Un rifugio sicuro in tempi di turbolenze geopolitiche, economiche e finanziarie.
Diversificazione e protezione del portafoglio.
Valore azionario.
Copertura contro il declino della politica di stampa di dollari e denaro.