NFT Crypto: Cosa sono? [guida completa]

Immagine: Cryptokitties.co

Non c’è niente come un’esplosione di notizie blockchain per farti pensare: “Um … cosa sta succedendo qui?” Questa è la sensazione che ho provato leggendo su Grimes che riceve milioni di dollari per NFT o su Nyan Cat che viene venduto come uno . E quando abbiamo tutti pensato di sapere quale fosse l’accordo, il fondatore di Twitter ha messo in vendita un tweet autografato come NFT.

Forse ti starai chiedendo: cos’è un NFT, comunque?

Dopo letterali ore di lettura, credo di saperlo. Penso anche che piangerò.

Va bene, iniziamo con le basi:

Cos’è un NFT? Cosa significa NFT?

Token non fungibile.

Questo non lo rende più chiaro.

Giusto, scusa. “Non fungibile” più o meno significa che è unico e non può essere sostituito con qualcos’altro. Ad esempio, un bitcoin è fungibile: scambia uno con un altro bitcoin e avrai esattamente la stessa cosa. Tuttavia, una carta collezionabile unica nel suo genere non è fungibile. Se lo scambiassi per una carta diversa, avresti qualcosa di completamente diverso. Hai rinunciato a uno Squirtle e hai ottenuto un T206 Honus Wagner del 1909, che StadiumTalk chiama “la Gioconda delle figurine del baseball. “(Lo crederò sulla parola.)

Come funzionano gli NFT?

Ad un livello molto alto, la maggior parte degli NFT fa parte della blockchain di Ethereum. Ethereum è una criptovaluta, come bitcoin o dogecoin, ma la sua blockchain supporta anche questi NFT, che memorizzano informazioni extra che li fanno funzionare in modo diverso, ad esempio, da una moneta ETH. Vale la pena notare che altri blockchain possono implementare le proprie versioni di NFT. ( Alcuni l’hanno già fatto .)

Cosa vale la pena prendere al supermercato NFT?

Gli NFT possono davvero essere qualsiasi cosa digitale (come disegni, musica, il tuo cervello scaricato e trasformato in un’intelligenza artificiale), ma gran parte dell’entusiasmo attuale riguarda l’utilizzo della tecnologia per vendere arte digitale.

Dogecoin non è un NFT. Ma questa GIF di un dogecoin lo è.

 

Vuoi dire, tipo, persone che comprano i miei buoni tweet?

Non credo che nessuno possa fermarti, ma non è proprio quello che volevo dire. Gran parte della conversazione riguarda gli NFT come evoluzione del collezionismo di belle arti , solo con l’arte digitale.

(Nota a margine, quando abbiamo inventato la frase “comprare i miei buoni tweet”, stavamo cercando di pensare a qualcosa di così stupido da non essere una cosa reale. Quindi, ovviamente, il fondatore di Twitter ne ha venduto uno per poco meno di $ 3 milioni poco dopo aver pubblicato l’articolo.)

La gente pensa davvero che questo diventerà come il collezionismo d’arte?

Sono sicuro che alcune persone lo sperano davvero, come chi ha pagato quasi $ 390.000 per un video di 50 secondi di Grimes o la persona che ha pagato $ 6,6 milioni per un video di Beeple . In realtà, uno dei pezzi di Beeple è stato venduto all’asta da Christie’s , il famoso …

Yoink!

 

Immagine: Beeple

Scusa, ero impegnato a fare clic con il pulsante destro del mouse su quel video di Beeple e scaricare lo stesso file per cui la persona ha pagato milioni di dollari.

Wow, maleducato. Ma sì, è lì che diventa un po ‘imbarazzante . Puoi copiare un file digitale tutte le volte che vuoi, inclusa la grafica inclusa in un NFT.

Ma gli NFT sono progettati per darti qualcosa che non può essere copiato: la proprietà dell’opera (sebbene l’artista possa ancora conservare il copyright e i diritti di riproduzione, proprio come con l’opera d’arte fisica). Per dirla in termini di collezionismo d’arte fisica: chiunque può acquistare una stampa di Monet. Ma solo una persona può possedere l’originale.

Nessuna sfumatura per Beeple, ma il video non è proprio un Monet.

Cosa ne pensate del Gucci Ghost da 3.600 dollari ? Inoltre, non mi hai lasciato finire prima. Quell’immagine che Beeple stava mettendo all’asta da Christie’s finì per vendere per $ 69 milioni , che, a proposito, è di $ 15 milioni in più rispetto al dipinto di Monet Nymphéas venduto nel 2014.

Quest’ultimo è stato venduto per $ 3.600, ma l’attuale proprietario chiede $ 16.300.

 

GIF di Trevor Andrew

Chiunque abbia quel Monet può effettivamente apprezzarlo come un oggetto fisico. Con l’arte digitale, una copia è letteralmente buona come l’originale.

Ma il flex di possedere un Beeple originale …

Qual e il punto?

Dipende davvero dal fatto che tu sia un artista o un acquirente.

Sono un artista.

Prima di tutto: sono orgoglioso di te. Ben fatto. Potresti essere interessato agli NFT perché ti dà un modo per vendere un lavoro che altrimenti potrebbe non essere un gran mercato. Se ti viene in mente un’idea di adesivo digitale davvero interessante, cosa hai intenzione di fare? Vendi su iMessage App Store? Non c’è modo.

Inoltre, gli NFT hanno una funzione che puoi abilitare che ti pagherà una percentuale ogni volta che l’NFT viene venduto o cambia di mano , assicurandoti che se il tuo lavoro diventa super popolare e palloncini di valore, vedrai alcuni di quei benefici.

Sono un acquirente.

Uno degli ovvi vantaggi dell’acquisto di opere d’arte è che ti consente di supportare finanziariamente gli artisti che ti piacciono, e questo è vero con gli NFT (che sono molto più alla moda degli adesivi di Telegram). L’acquisto di un NFT di solito ti dà anche alcuni diritti di utilizzo di base, come la possibilità di pubblicare l’immagine online o impostarla come immagine del tuo profilo. Inoltre, ovviamente, ci sono i diritti di vantarsi che possiedi l’arte, con una voce blockchain per sostenerla.

No, volevo dire che sono un collezionista .

Ah, va bene, sì. Gli NFT possono funzionare come qualsiasi altro asset speculativo , in cui lo acquisti e speri che il suo valore aumenti un giorno, quindi puoi venderlo per un profitto. Mi sento un po ‘sporco per aver parlato di questo, però.

Quindi ogni NFT è unico?

Nel senso noioso e tecnico che ogni NFT è un token unico sulla blockchain. Ma mentre potrebbe essere come un Van Gogh, dove c’è solo una versione definitiva definitiva, potrebbe anche essere come una carta collezionabile, dove ci sono 50 o centinaia di copie numerate della stessa opera d’arte.

Chi pagherebbe centinaia di migliaia di dollari per ciò che fondamentalmente equivale a una carta collezionabile?

Bene, questo è parte di ciò che rende gli NFT così disordinati. Alcune persone le trattano come se fossero il futuro del collezionismo di belle arti (leggi: come un parco giochi per i mega-ricchi), e alcune persone le trattano come carte Pokémon (dove sono accessibili alle persone normali ma anche un parco giochi per i mega-ricco). Parlando di carte Pokémon, Logan Paul ha appena venduto alcuni NFT relativi a una scatola da un milione di dollari del-

Per favore fermati. Odio dove sta andando a finire.

Hai attivato la mia carta trappola (venduta per $ 17.000).

 

Immagine di Logan Paul

Sì, ha venduto video clip NFT, che sono solo clip di un video che puoi guardare su YouTube ogni volta che vuoi, per un massimo di $ 20.000 . Ha anche venduto NFT di una carta Pokémon di Logan Paul.

 

Chi ha pagato $ 20.000 per un videoclip di Logan Paul ?!

Un pazzo e i loro soldi vengono presto separati , immagino?

Sarebbe divertente se Logan Paul decidesse di vendere altri 50 NFT dello stesso identico video.

Mike Shinoda dei Linkin Park (che ha anche venduto alcuni NFT che includevano una canzone) ne ha effettivamente parlato . È assolutamente una cosa che qualcuno potrebbe fare se fosse, nelle sue parole, “un idiota corrotto opportunista”. Non sto dicendo che Logan Paul sia questo, ma solo che dovresti stare attento a chi compri.

Posso acquistare questo articolo come NFT?

No, ma tecnicamente qualsiasi cosa digitale potrebbe essere venduta come NFT (inclusi articoli di Quartz e New York Times , a patto di avere da $ 1.800 a $ 560.000). deadmau5 ha venduto adesivi animati digitali. William Shatner ha venduto figurine a tema Shatner (una delle quali era apparentemente una radiografia dei suoi denti).

Questo mi piace. Forse non per $ 700, ma …

 

Schifoso. In realtà, potrei comprare i denti di qualcuno come NFT?

Ci sono stati alcuni tentativi di collegare NFT a oggetti del mondo reale, spesso come una sorta di metodo di verifica. Nike ha brevettato un metodo per verificare l’autenticità delle scarpe da ginnastica utilizzando un sistema NFT, che chiama CryptoKicks . Ma finora non ho trovato denti, no. Ho paura di guardare.

Guarda? Dove?

Ci sono diversi mercati che sono spuntati intorno agli NFT, che consentono alle persone di acquistare e vendere. Questi includono OpenSea, Rarible e la scelta di Grimes, Nifty Gateway, ma ce ne sono molti altri.

Ho sentito che c’erano dei gattini coinvolti. Parlami dei gattini.

Gli NFT sono diventati davvero tecnicamente possibili quando la blockchain di Ethereum ha aggiunto il supporto per loro come parte di un nuovo standard . Naturalmente, uno dei primi utilizzi è stato un gioco chiamato CryptoKitties che consentiva agli utenti di scambiare e vendere gattini virtuali. Grazie, internet.

Amo i gattini .

Non tanto quanto la persona che ha pagato più di $ 170.000 per uno .

La mia faccia quando valgo $ 170K.

 

Immagine: Cryptokitties.co

Arrrrrggggg!

Stesso. Ma secondo me, i gattini mostrano che uno degli aspetti più interessanti degli NFT (per quelli di noi che non stanno cercando di creare la tana dell’arte di un drago digitale) è come possono essere usati nei giochi. Esistono già giochi che ti consentono di avere NFT come elementi. Uno vende persino appezzamenti di terreno virtuali come NFT. Potrebbero esserci opportunità per i giocatori di acquistare una pistola o un casco in-game o qualsiasi altra cosa come NFT, il che sarebbe un aspetto che la maggior parte delle persone potrebbe effettivamente apprezzare.

Potrei portare a termine una rapina al museo per rubare NFT?

Questa immagine non è un NFT. Ancora.

 

Immagine: Wallace e Gromit: The Wrong Trousers

Dipende. Parte del fascino della blockchain è che memorizza un record di ogni volta che avviene una transazione, rendendo più difficile rubare e capovolgere rispetto, ad esempio, a un dipinto appeso in un museo. Detto questo, le criptovalute sono state rubate in passato , quindi dipenderà davvero da come viene archiviato l’NFT e da quanto lavoro una potenziale vittima sarebbe disposta a fare per riavere le proprie cose.

 

Nota: per favore non rubare.

Dovrei essere preoccupato per l’arte digitale tra 500 anni?

Probabilmente. Il bit rot è una cosa reale: la qualità dell’immagine si deteriora, i formati di file non possono più essere aperti, i siti Web non funzionano, le persone dimenticano la password dei loro portafogli . Ma anche l’arte fisica nei musei è incredibilmente fragile .

Voglio massimizzare il mio utilizzo della blockchain. Posso acquistare NFT con criptovalute?

Sì. Probabilmente. Molti mercati accettano Ethereum. Ma tecnicamente, chiunque può vendere una NFT e potrebbe chiedere qualsiasi valuta desideri.

Il trading dei miei Logan Paul NFT contribuirà al riscaldamento globale e scioglierà la Groenlandia?

È sicuramente qualcosa a cui prestare attenzione. Poiché gli NFT utilizzano la stessa tecnologia blockchain di alcune criptovalute assetate di energia, finiscono anche per utilizzare molta elettricità. Ci sono persone che lavorano per mitigare questo problema , ma finora la maggior parte degli NFT è ancora legata alle criptovalute che generano molte emissioni di gas serra. Ci sono stati alcuni casi in cui gli artisti hanno deciso di non vendere NFT o di annullare future riduzioni dopo aver sentito degli effetti che potrebbero avere sul cambiamento climatico . Per fortuna, uno dei miei colleghi ci ha davvero approfondito, quindi puoi leggere questo pezzo per avere un’immagine più completa .

 

Posso costruire una caverna / bunker d’arte sotterranea per conservare i miei NFT?

Bene, come le criptovalute, gli NFT sono archiviati in portafogli digitali (anche se vale la pena notare che il portafoglio deve essere specificamente compatibile con NFT). Tuttavia, potresti sempre mettere il portafoglio su un computer in un bunker sotterraneo.

Sei stanco di digitare “NFT”?

Sì.


Aggiornamento 5 marzo, 20:07 ET: Aggiunta la notizia che Jack Dorsey stava vendendo uno dei suoi tweet come NFT perché originariamente avevo fatto uno scherzo e non posso credere che sia successo davvero.

Aggiornamento 11 marzo, 13:42 ET: Aggiunta la notizia che il pezzo di Beeple è stato venduto per $ 69 milioni e ha aggiunto ulteriori informazioni alla sezione sui cambiamenti climatici.

Aggiornamento del 15 marzo, 13:30 ET: aggiunto un collegamento al nostro articolo sull’impatto ambientale delle NFT e aggiornato parte del linguaggio per riflettere alcune ricerche recenti. Aggiunta anche una poesia.

Aggiornamento 25 marzo, 15:20 ET: Aggiunta nota su Quartz e il NYT che vendono articoli come NFT perché ancora una volta è qualcosa su cui ho scherzato e poi è successo davvero. Aggiornata anche la parte su Jack Dorsey che vende il suo tweet con il prezzo finale.