Monetizzazione video: come guadagnare senza YouTube

Una donna tiene in mano una macchina fotografica e registra un video mentre fa un'escursione

Vuoi monetizzare i tuoi video ma hai bisogno di sapere da dove cominciare? Sei arrivato nel posto giusto. 

Probabilmente sai già che l’industria video è in piena espansione. Gli spettatori vogliono più contenuti, quindi è un ottimo momento per entrare in azione e trasformare le tue creazioni in denaro. 

Anche se potresti pensare che il modo principale per monetizzare i tuoi video sia tramite YouTube, dovresti sapere che ci sono molti modi per gestire un’attività video più redditizia, divertente e coerente. 

Queste opzioni ti consentono di controllare i tuoi contenuti e guadagnare i soldi che meriti.

In questo articolo, ti mostreremo cos’è la monetizzazione dei video, i 3 modelli di business tra cui puoi scegliere e ti forniremo una strategia attuabile per trasformare i tuoi video in profitto.

Iniziamo. 

 

Allora, cos’è la monetizzazione video? 

La monetizzazione dei video è il processo di generazione di reddito attraverso i video che condividi online su qualsiasi piattaforma . Questo di solito si ottiene attraverso pubblicità, abbonamenti o transazioni dirette.

In termini più semplici: la monetizzazione dei video avviene quando vieni pagato per i video che crei.

Puoi farlo in diversi modi, che esploreremo in seguito, ma il modo principale in cui vieni pagato è attraverso “l’accesso”.

Ciò significa che le persone ti pagheranno per guardare i tuoi video o per trasmettere un messaggio al tuo pubblico. Per esempio:

  • Accesso ai contenuti video: come acquistare un film appena uscito su Amazon Prime Video.
  • Accesso al pubblico: come le aziende che pagano per gli spot pubblicitari nei video di YouTube.
  • Accesso alla piattaforma: come il tuo abbonamento mensile Netflix per accedere alla loro videoteca.

Per monetizzare i tuoi contenuti, dovrai pianificare la tua strategia video di conseguenza. Fortunatamente, questo è davvero facile da fare nel mondo dei video on-demand di oggi.

scarica i tuoi contenuti dalle app OTT in modo sicuro
Logo Uscreen

Inizia oggi la tua prova gratuita di 14 giorni!

Inizia la prova gratuita

Dimmi come monetizzare i video online

Sono disponibili 3 opzioni di monetizzazione video tra cui scegliere e tutte sono incentrate sul video su richiesta (VOD).

VOD significa che l’utente può accedere a un video ovunque e in qualsiasi momento premendo un pulsante.

Questi modelli possono essere combinati per adattarsi alla tua attività in forma; tuttavia, il modello scelto determinerà anche quanto può essere redditizio.

Un grafico spiega la differenza tra AVOD, TVOD e SVOD.

Quando si tratta di monetizzare i video, ecco le migliori opzioni: 

1: SVOD: Video on demand in abbonamento

💡Meglio se hai una base di fan fedele

L’abbonamento video-on-demand (SVOD) offre agli utenti l’accesso all’intera libreria di contenuti video a un canone mensile o annuale ricorrente. 

Avrai familiarità con questo se hai un abbonamento Netflix. Paghi mensilmente per guardare i video dalla loro libreria e quando smetti di pagare, perdi l’accesso.

Uno screenshot della monetizzazione video tramite SVOD su Netflix.

Gli spettatori adorano i servizi in abbonamento perché ottengono il miglior rapporto qualità-prezzo. Questi piani consentono loro di guardare tutti i contenuti video che desiderano senza pubblicità per un semplice pagamento ricorrente.

Questo è il metodo più redditizio per fare soldi con i tuoi video. 

Questo perché quando gli abbonati sono soddisfatti del tuo servizio, vogliono continuare a pagarlo, il che lo rende la soluzione migliore per il successo finanziario a lungo termine.

Questo porta alla capitalizzazione del tuo reddito nel tempo. 

Ad esempio, supponiamo che addebiti $ 15 per un servizio di abbonamento mensile. Se 20 persone si iscrivono, hai guadagnato $ 300 quel mese per l’accesso a tutti i tuoi video.

Ma le entrate SVOD si accumulano nel tempo, quindi continui a guadagnare indipendentemente dal fatto che aggiungi nuovi contenuti o meno. 

Per esempio:

  • Mese 1: guadagni $ 300 da 20 iscritti sul tuo catalogo video. 
  • Mese 2: tutti e 20 gli abbonati stanno ancora pagando, quindi hai raccolto altri $ 300. Il tuo profitto totale è di $ 600.
  • Mese 3: con il terzo mese di abbonamento regolare, ora hai guadagnato $ 900 sullo stesso catalogo video. 

Nel tempo, man mano che più persone si iscrivono, guadagni più soldi per video. E quelle entrate sono coerenti e ricorrenti. 

Gli abbonamenti sono anche più affidabili del fare affidamento sulle entrate pubblicitarie, poiché saprai esattamente come e da dove provengono i tuoi soldi in ogni momento. 

Soprattutto, quando hai un reddito ricorrente prevedibile, puoi stabilire un piano finanziario e impostare obiettivi di crescita realistici per aumentare i tuoi profitti.

scarica i tuoi contenuti dalle app OTT in modo sicuro
Logo Uscreen

Inizia oggi la tua prova gratuita di 14 giorni!

Inizia la prova gratuita

2: TVOD: video transazionale su richiesta

💡Meglio se tratti un’ampia varietà di argomenti

Nel modello Transazionale Video-on-demand ( TVOD ), le persone effettuano un pagamento una tantum per guardare un video. 

Le aziende possono scegliere di consentire agli spettatori di acquistare l’accesso a vita o l’accesso temporaneo ai contenuti. Ad esempio, se hai mai acquistato…

  • un pass stagionale di Apple TV per il tuo programma preferito
  • un lungometraggio a noleggio da Sky Box Office
  • un biglietto pay-per-view Showtime per un evento sportivo dal vivo

…hai sperimentato TVOD.  

Puoi creare account e accedere alla piattaforma gratuitamente (o a buon mercato) e poi pagare solo i video che decidi di guardare.

Uno screenshot della monetizzazione video tramite TVOD su AppleTV.

Il video-on-demand transazionale è un modello di business altamente redditizio per il mercato giusto. Funziona particolarmente bene se i tuoi video coprono un’ampia varietà di argomenti e settori. 

TVOD può anche aiutare i creatori di contenuti ad aumentare i loro profitti vendendo l’accesso a contenuti speciali, come eventi di live streaming, oltre agli abbonamenti regolari.

3: AVOD: video pubblicitario su richiesta

💡Meglio se hai un grande seguito

Il video pubblicitario su richiesta AVOD ) è il luogo in cui gli inserzionisti pagano per pubblicare i loro annunci davanti al tuo pubblico. È il metodo classico su cui si basa YouTube .

Quando guardi un video di YouTube , ti verrà spesso presentata una pubblicità all’inizio o da qualche parte all’interno del contenuto. Ad esempio, durante questo video viene visualizzata una pubblicità assicurativa Geico di 30 secondi a più intervalli. 

Uno screenshot della monetizzazione video tramite AVOD su Hulu.

Più persone vedono o interagiscono con gli annunci sui tuoi video, più sono redditizi. In questo scenario, quelli con un seguito più ampio hanno il potenziale per guadagnare molti soldi.

Ma i creatori di video non vedono sempre un buon ritorno sul loro investimento. Le entrate pubblicitarie di YouTube stanno diminuendo e diventa sempre più difficile guadagnarsi da vivere utilizzando i servizi basati sulla pubblicità.

AVOD è abbastanza facile ed economico da configurare. Inoltre, piattaforme come YouTube con milioni di spettatori giornalieri ti danno l’opportunità di creare un pubblico. A seconda dei tuoi obiettivi di business, potrebbe funzionare per te! 

Ma che tipo di video possono essere monetizzati?

Come qualsiasi altra azienda, la monetizzazione video prevede alcune regole generali. 

Monetizzare i tuoi video significa essere a conoscenza delle linee guida sui contenuti globali (regole per ciò che puoi e non puoi utilizzare a scopo di lucro nei tuoi contenuti). 

Ecco i tipi di contenuti che di solito non puoi monetizzare: 

  • Protetto da copyright: i tuoi video devono essere originali e di tua proprietà intellettuale senza plagiare altri contenuti o trasmettere altri contenuti a scopo di lucro (come film o programmi TV). 
  • Contenuti per adulti: i contenuti per adulti eccessivamente erotici sono generalmente contrari alle regole della maggior parte degli host e dei gateway di pagamento. Di solito, se non ha valore educativo, la maggior parte delle aziende non lo consente.  
  • Controverso: questa è una categoria piuttosto ampia che include argomenti come incitamento all’odio, autolesionismo, promozione di attività illegali e così via. In genere, la maggior parte delle aziende non lo consente.

Se stai cercando di monetizzare i tuoi video su YouTube, avrai anche diverse linee guida da seguire, oltre a quelle che abbiamo elencato. 

Con YouTube sarai soggetto a: 

  • Un enorme elenco di possibili violazioni : ad esempio, “Contenuto ripetitivo” è definito come “contenuto privo di intelligenza con scarso valore educativo, commento o narrativa”. 
  • Demonetizzazione senza spiegazioni: YouTube si riserva il diritto di demonetizzare, sospendere o addirittura chiudere i canali senza spiegazioni se ritengono che tu abbia violato le linee guida della community .
  • Contenuti segnalati in modo errato: chiunque può segnalare un video come violazione delle linee guida sui contenuti di YouTube. Alcuni creator sono stati vittime di segnalazioni fraudolente , con conseguente demonetizzazione dei loro canali.

Se stai monetizzando con YouTube, dovresti sapere che non c’è quasi alcuna protezione per i creatori di contenuti (e i loro flussi di entrate). 

Qualche consiglio per monetizzare i video?

Ora, se stai cercando di monetizzare i tuoi video senza YouTube, abbiamo un paio di suggerimenti che possono aiutarti. 

I prossimi 3 passaggi ti aiuteranno a creare un business video online di successo e redditizio.

1. Crea la tua piattaforma VOD online

Il primo passo è creare una piattaforma di video on demand, il tuo spazio autonomo per monetizzare i video.

Questo è il tuo posto riservato su Internet dove le persone possono accedere ai tuoi video. Idealmente, questo sarà un sito Web ottimizzato per VOD in cui le persone possono accedere facilmente ai tuoi contenuti su qualsiasi dispositivo.

Avere una piattaforma VOD ti consentirà di:

  • Imposta i tuoi prezzi.
  • Mantieni il controllo creativo dei tuoi video.
  • Rimani flessibile e adatta la tua strategia in base alle esigenze del tuo pubblico.

Fondamentalmente, hai libero sfogo sul tuo dominio (quel gioco di parole basato su URL era totalmente inteso).

Abbiamo un’intera guida su come mettere insieme questo da soli utilizzando un sito Web WordPress, ma le piattaforme di contenuti fai-da-te richiedono molto tempo e competenze tecniche.

Consigliamo invece di utilizzare la piattaforma all-in-one di Uscreen. Puoi creare un sito Web e app personalizzati, caricare i tuoi video, impostare i prezzi e gestire il tuo marketing da un’unica dashboard di facile utilizzo. 

Una piattaforma professionale aiuta la tua azienda a prendere il volo e iniziare subito a monetizzare i video.

2. Crea un’offerta di abbonamento

Il modo migliore per monetizzare i tuoi video in questo momento è il modello SVOD. Questo perché gli abbonamenti forniscono entrate costanti oltre a consentire ai creatori di scalare le proprie attività.

Ecco come gli abbonamenti creano più entrate nel tempo per la stessa quantità di lavoro:

  1. Continua a guadagnare con i tuoi video esistenti. Ogni utente SVOD si iscrive per guardare la tua libreria video preregistrata, il che significa che puoi generare entrate illimitate sul lavoro che hai già svolto. 
  2. Crea nuovi video al tuo ritmo. Dal momento che la tua biblioteca sta generando profitti da sola, sei libero di creare il tuo catalogo secondo un programma che funziona per te. 

L’esecuzione di un servizio in abbonamento ti dà il pieno controllo dei tuoi prezzi.

Per scegliere una fascia di prezzo , puoi valutare diversi fattori, come ad esempio: 

  • Qual è il tuo obiettivo finanziario?
  • Qual è il costo medio di altri servizi nel tuo settore?
  • Fai marketing per un pubblico ampio o una nicchia più piccola?
  • Quanto costa un’alternativa al tuo servizio? (In altre parole, i tuoi clienti risparmieranno denaro scegliendo te?) 

Puoi mantenere le tue tariffe basse e accessibili, oppure puoi addebitare molto di più. Tuttavia, la maggior parte degli abbonamenti è compresa tra $ 9,99 e $ 19,99 al mese.

Una volta che il tuo piano di abbonamento è a posto, sarai in grado di fare di più di ciò che ami: creare.

💡Come lo fanno

Signature TV funziona con truccatori di fama mondiale e offre agli spettatori contenuti che non possono trovare da nessun’altra parte. Ciò significa che gli utenti attuali vogliono continuare a iscriversi e i nuovi utenti continuano a registrarsi, quindi i loro video esistenti generano sempre entrate. 

Uno screenshot della piattaforma di Signature TV

Questo tipo di reddito da abbonamento mensile è passivo e coerente. Più iscritti hai, più queste palle di neve! Ma anche con poche persone a bordo che pagano regolarmente le tasse, puoi generare molte entrate.

scarica i tuoi contenuti dalle app OTT in modo sicuro
Logo Uscreen

Inizia oggi la tua prova gratuita di 14 giorni!

Inizia la prova gratuita

3. Entra nelle TV della gente

Dopo aver sviluppato la tua offerta e convertito alcune persone, puoi aggiornare la tua offerta per includere la televisione utilizzando piattaforme OTT .

I sistemi di streaming come Apple TV , Amazon Fire e Roku consentono al pubblico di scaricare app OTT direttamente sui propri televisori. Se la tua azienda ha un’app, significa che gli utenti possono visualizzare i tuoi video sulla TV e su un browser web. Il lancio di un’app OTT per gli abbonati aiuta ad aumentare i tuoi profitti. 

Come mai? 

Perché consente ai clienti paganti di guardare su tutti i loro dispositivi preferiti. Vogliono un servizio che consenta loro di accedere ai contenuti sempre e ovunque. Le app OTT offrono loro quella flessibilità, così puoi mantenere le entrate in movimento. 

Puoi eseguire il nostro rapido test automatico per vedere se la tua azienda è pronta per le app OTT proprio qui.

Abbiamo anche alcuni suggerimenti utili su come commercializzare le tue app OTT nel modo giusto , in modo da poter raggiungere i tuoi clienti in modo efficace!

demo uno contro uno gratuito
Logo Uscreen

Ti interessa una demo 1 contro 1 gratuita?

Richiedi una Demo

Perché la monetizzazione dei video senza YouTube è migliore

Non c’è dubbio che YouTube sia il gigante dell’industria video. Probabilmente ha contribuito a cambiare e plasmare per sempre il ruolo del video nelle nostre vite.

Ma è un posto difficile per monetizzare i tuoi video. Come mai?

Perché YouTube è altamente competitivo. Tutti coloro che hanno sempre voluto diventare famosi su Internet o gestire un’attività di video AVOD stanno tentando la fortuna lì. Quindi, c’è molto rumore.

Questo è il motivo per cui il 96,5% degli YouTuber non guadagna abbastanza per superare la soglia di povertà. È come cercare di entrare nella NFL o nelle Olimpiadi; solo pochi eletti ce la fanno.

Anche se riuscirai a sfondare, avrai meno controllo sulle tue entrate. La monetizzazione dei video di YouTube è dettata da:

  • Linee guida sui contenuti dell’inserzionista .
  • Statistiche degli spettatori.
  • Le regole di monetizzazione e l’idoneità in continua evoluzione di YouTube.

Ciò offre agli inserzionisti e a YouTube il potere di annullare le sponsorizzazioni e demonetizzare completamente il tuo canale , eliminando l’intero flusso di entrate dall’oggi al domani. 

I loro termini di servizio includono anche una vaga spiegazione di come si riservano il diritto di distribuire i tuoi video senza pagarti per loro.

Esistono linee guida sui contenuti per qualsiasi attività di video. Tuttavia, YouTube risponde agli inserzionisti, quindi le loro linee guida sui contenuti ultra rigorose non forniscono molta sicurezza ai creatori. 

Ecco perché siamo grandi sostenitori dei modelli SVOD e TVOD: tutto è sotto il tuo controllo.

Avvolgendolo

La monetizzazione dei video è l’atto di essere pagato per i video che crei e la sua portata si estende ben oltre YouTube .

Il modo più efficace per farlo è creare un servizio SVOD. Questi video in abbonamento ti consentono di controllare e aumentare le tue entrate a modo tuo e di sviluppare una forte comunità attorno ai tuoi video.

Allora, dove vai da qui? Beh, dipende da come ti senti:

  • Se non sei ancora sicuro e hai bisogno di pensarci, puoi sfogliare i nostri attuali clienti per vedere come appaiono i loro siti web di video e provare a immaginare te stesso e i tuoi contenuti video nei loro panni.
  • Se sei pronto per l’idea, puoi dare un’occhiata alla Uscreen Video Business School . Copre tutto, dalla A alla Z, sull’avvio e la gestione di un’attività video di successo e ti guiderà attraverso il processo passo dopo passo.
  • Se sei super entusiasta dell’idea e vuoi iniziare ieri, puoi iscriverti a una prova di 14 giorni della piattaforma di Uscreen .
  • Se hai domande specifiche a cui non è stata data risposta in questo post del blog, inviaci un messaggio . Siamo sempre felici di aiutare.
scarica i tuoi contenuti dalle app OTT in modo sicuro
Logo Uscreen

Inizia oggi la tua prova gratuita di 14 giorni!

Inizia la prova gratuita

Domande frequenti sulla monetizzazione dei video

Hai ancora domande sulla monetizzazione dei video senza YouTube? Abbiamo le risposte.

Cosa significa quando un video viene monetizzato?

Un video viene monetizzato quando il creatore viene pagato per questo. Le persone guardano, mettono mi piace o si iscrivono e tu vieni pagato una somma di denaro per questo. Più persone guardano (o più iscritti hai), più guadagni. 

Quali sono le regole di monetizzazione di YouTube?

I requisiti minimi di idoneità per aderire devono rispettare tutte le norme sulla monetizzazione di YouTube. Ciò include:

• Vivere in un paese/regione in cui è disponibile il Programma partner di YouTube.
• Avere più di 4.000 ore di visualizzazione pubblica valide negli ultimi 12 mesi. 
• Avere più di 1.000 abbonati. Avere un account AdSense collegato. 

Quanto vengono pagati gli YouTuber?

La maggior parte degli YouTuber guadagna circa $ 18 ogni 1.000 visualizzazioni di annunci. Ciò si aggira tra i $ 3 e i $ 5 per 1.000 visualizzazioni di video. 

Ovviamente, questo varia in base al tuo canale, ma questo ti dà una stima approssimativa di ciò che serve per guadagnarsi da vivere su YouTube. Tuttavia, YouTube e Google AdSense modificano regolarmente i termini di pagamento.

I video monetizzati hanno annunci?

Se stai monetizzando i tuoi video con Adsense, i tuoi video includeranno annunci. In sostanza, Google ora mostrerà annunci su tutti i video, anche se i loro creatori non vogliono annunci.

Quale piattaforma video paga di più?

Per i creatori di contenuti professionali, una piattaforma di hosting indipendente come Uscreen può aiutarti a far crescere la tua attività di contenuti video e a farti pagare di più.

Uscreen si concentra sull’aiutare i creatori di contenuti a monetizzare i loro video con funzionalità come app OTT con marchio white label, streaming live, analisi e un CMS leader della categoria.