ibdi.it

MATIC Crypto: Una guida per principianti al Matic Network Token

 

Che cos’è la rete Matic?

 

A seguito di un recente boom dei prezzi che ha spinto la sua moneta nel club delle cento criptovalute , la rete Matic ha fatto notizia sulla base della sua promessa di offrire un’interazione più semplice tra utenti e applicazioni ed ecosistemi finanziari decentralizzati. Autodescritto come una soluzione di ridimensionamento di livello 2 (nel senso che non cerca di aggiornare il livello blockchain di base), il Matic Network mira a ridurre la complessità di questa interazione che viene identificata come l’abbattimento di alcuni progetti basati su criptovalute.

Per raggiungere questo obiettivo, Matic Network è costruito come una piattaforma decentralizzata in esecuzione su un’iterazione personalizzata del framework Plasma che è vista come la soluzione con il compito di portare enormi capacità di scalabilità su Ethereum. Come proposto da Vitalik Buterin, questo framework dovrebbe consentire l’esecuzione più semplice di contratti intelligenti scalabili e autonomi, consentendo così la creazione di applicazioni finanziarie decentralizzate disponibili a livello globale su un’unica blockchain di base. Si concentrerà sulle applicazioni con le quali non è necessario registrare ogni transazione su blockchain, come gli acquisti giornalieri su piccola scala. A questo mix, Matic Network ha aggiunto l’implementazione di sidechain e una rete di validatori Proof-of-Stake (PoS) per garantire una migliore sicurezza delle risorse.

 

Cosa sta cercando di ottenere Matic Network?

 

La rete Matic è ricca di funzionalità che i suoi sviluppatori promuovono come soluzioni ai problemi importanti affrontati dalle tecnologie crittografiche contemporanee.

  • Matic Network cerca di stimolare l’adozione di massa risolvendo i problemi con la scalabilità . Questi problemi derivano dal fatto che gli ecosistemi blockchain hanno difficoltà a tenere il passo con la popolarità delle app decentralizzate, in particolare in termini di scalabilità con la domanda esistente. Sulla base delle proiezioni presentate nel whitepaper di Matic Network , questa piattaforma sarà in grado di raggiungere velocità teoriche fino a 65000 transazioni al secondo su una singola catena laterale, combinate con tempi di conferma blocco inferiori a 2 secondi.

    Allo stesso tempo, la piattaforma dispone di un sistema operatore Plasma decentralizzato, con finalità che si svolgono sulla catena principale. Oltre a ciò, gli sviluppatori della rete promettono una facile aggiunta di nuove catene laterali orizzontali per supportare ancora più transazioni sulla catena Matic di base. Sulla base di ciò, la rete si considera utile non solo per i sistemi di pagamento, ma anche per le reti di gioco e gli scambi decentralizzati.

  • Matic Network promette di rendere le transazioni lente un ricordo del passato senza compromettere i principi del decentramento . Sulla base delle proiezioni del team Matic, l’implementazione della rete di Proof-of-Stake e il suo meccanismo di staking dovrebbero eliminare gli ostacoli che si frappongono al raggiungimento di un elevato volume di transazioni. Gli attuali livelli di transazioni blockchain sono descritti come affetti da scarse prestazioni e throughput limitato, in parte basati sulla loro dipendenza dai protocolli PoW (Proof-of-Work) con le dimensioni dei blocchi limitate e il tempo di generazione dei blocchi prolungato.

    Il modello di consenso PoS di Matic è descritto come implementato in un modo che non danneggerà il decentramento e la sicurezza allo stesso tempo. Il consenso è assicurato da un selezionato team di block producer nominato per ogni checkpoint (cioè header block) dagli staker. Questi produttori consentono al sistema di creare blocchi in modo presumibilmente veloce. Allo stesso tempo, il decentramento è protetto delegando i checkpoint PoS alla catena principale che è, almeno inizialmente, Ethereum. I blocchi vengono validati con la pubblicazione delle prove periodiche dei blocchi realizzati dai produttori di blocchi, affermando così la modalità di funzionamento decentralizzata della Rete Matic.

  • Matic Network promette di ridurre le commissioni sulle transazioni e migliorare l’esperienza utente (UX) . Oltre a considerazioni puramente tecnologiche, alcune implementazioni blockchain sono viste come un ostacolo alla loro adozione di massa applicando gas elevati e commissioni simili. Considerando che il pagamento di token in cambio di servizi o transazioni è la spina dorsale della microeconomia di molti progetti crypto, il team di Matic Network ha optato per l’economia di scala come soluzione. Dispone di un layer dedicato su cui i produttori di blocchi gestiscono un numero elevato di transazioni, mantenendo bassi i costi. L’interoperabilità e la transizione graduale dalla catena principale alla catena Matic dovrebbero anche migliorare l’esperienza utente.
  • Matic Network supporta l’interoperabilità delle risorse e più canali di micropagamento compatibili con altre soluzioni off-chain . Le risorse su sidechain diverse devono raggiungere l’interoperabilità purché siano fornite dalla rete Matic. Poiché il Matic Network funziona sul sistema statale della Ethereum Virtual Machine (EVM) , non necessita di un’apertura dei canali di pagamento tra due parti. Pertanto, un indirizzo Ethereum valido viene trattato come un indirizzo di rete Matic ugualmente valido, senza richiedere che un cliente si unisca alla catena Matic per poter ricevere pagamenti. Tutto ciò che serve in questo caso è il possesso di un portafoglio Matic.

 

 

Come funziona Matic Network?

 

L’architettura tecnica di Matic Network riflette ciò che i suoi sviluppatori hanno definito le loro priorità durante la progettazione della loro soluzione. Per cominciare, dovrebbe ridurre il tempo di attesa associato al trasferimento di token ETH ed ERC20 sulla piattaforma Ethereum, in particolare per i casi d’uso che comportano acquisti di piccole dimensioni e transazioni giornaliere (che vanno da 14 a 20 secondi). Tariffe elevate e intasamento della rete nelle ore di punta non fanno che esacerbare il problema che il Matic spera di superare con il seguente approccio:

  • Gli utenti effettuano un deposito con un asset crittografico con l’aiuto del contratto Matic sulla catena principale.
  • I token depositati devono essere confermati sulla catena principale.
  • Successivamente, i gettoni verranno mostrati sulla catena Matic con l’aiuto del ponte Matic Deposit. Questi bridge funzionano come componenti dei nodi produttori di blocchi. Tengono traccia degli eventi del contratto root sulla catena principale e di eventuali trasferimenti di token correlati. Questo viene fatto con l’aiuto dello strumento dedicato di Matic Network designato come Dagger. Il Dagger aiuta i bridge a rilevare i depositi sulla catena principale per attivare un evento sulla catena Matic e garantire che un indirizzo appropriato sulla rete Matic riceva il deposito in questione.
  • Fatto ciò, gli utenti possono inviare i token in modo quasi istantaneo a tariffe ridotte. Allo stesso tempo, c’è la possibilità di ritirare i token alla catena principale verificando la prova dei token rimanenti sul contratto radice, ovvero quello distribuito sulla catena Ethereum. Lo stesso approccio è supportato per i token ERC-20 e altri asset fungibili esistenti sulla blockchain di Ethereum.

 

 

Come funzionano il consenso e il checkpoint su Matic?

 

Il meccanismo di consenso Proof-of-Stake di Matic Network è implementato sul suo livello di checkpoint. Questo livello svolge il ruolo di host degli staker PoS. Allo stesso tempo, il livello blockchain di Matic è la casa dei produttori di blocchi i cui numeri sono tenuti bassi per aumentare i tempi di generazione dei blocchi.

  • Qualsiasi utente può decidere di depositare/scommettere i propri token Matic sul contratto root per diventare uno staker. Oltre a convalidare le transazioni, gli staker avanzano proposte in merito alla distribuzione dei checkpoint sulla catena principale. Per ogni pochi blocchi sul livello del blocco, gli staker selezionano un proponente per proporre e creare punti di controllo. Il sistema sottostante è basato su PoS, con il principio di maggioranza dei 2/3 per l’approvazione di un header block, ovvero checkpoint.
  • Gli stakeholder nominano i produttori di blocchi tra di loro votando e incaricandoli di creare i blocchi Matic sul livello blockchain. La nomina è confermata dall’evidenza dell’esistenza di una partecipazione adeguata.
  • Oltre a garantire la finalità sulla catena principale, i punti di controllo svolgono anche un ruolo nei prelievi poiché gestiscono la prova di combustione, ovvero il ritiro dei token. Gli utenti possono provare i token rimanenti mentre il prelievo stesso comporta le tasse del gas.

 

 

Qual è il ruolo del token Matic?

 

Matic Token è un token di utilità sulla rete Matic. È progettato per svolgere diversi ruoli principali:

  • Essere un’unità di pagamento in Rete.
  • Viene utilizzato come mezzo di insediamento tra gli utenti che partecipano al funzionamento dell’ecosistema Matic.
  • Si spera che il token diventi un mezzo di incentivo finanziario per gli utenti che vogliono dare contributi alla rete Matic e mantenere vivo il suo ecosistema. Possono, ad esempio, fornire risorse e servizi computazionali relativi alla pubblicazione di prove e alla convalida dei blocchi e guadagnare token Matic in cambio.
  • Come detto in precedenza, lo staking dei token è necessario per la partecipazione alla procedura di consenso di Matic Network. Gli staker impegnati in attività irregolari saranno puniti con la sottrazione dei loro gettoni Matic.

The Matic Network ha organizzato la vendita di token sulla piattaforma Binance Launchpad il 24 aprile 2019. La vendita è stata la prima a seguire un nuovo formato di lotteria . All’inizio del 2019, lo scambio Binance ha annunciato un nuovo sistema in cui un utente può richiedere fino a cinque biglietti per partecipare alla vendita di token, mentre il numero di biglietti dipende dalla quantità di BNB detenuti in un periodo di 20 giorni. Lo sforzo ha raccolto circa 5 milioni di dollari con la vendita di 1,9 miliardi di token disponibili.

A maggio 2019, la capitalizzazione di mercato della valuta era di 56 milioni di dollari, con circa 2 miliardi di token in circolazione su 10 miliardi di unità pianificate. Il token è disponibile per il commercio su scambi di criptovalute come Binance , Hotbit e altri . I token acquisiti possono essere conservati nel portafoglio ufficiale di Matic .

 

Il Team Matic e le Partnership

 

The Matic Network vanta un piccolo ma dedicato team di professionisti. Jaynti Kanani è un co-fondatore e CEO del progetto. Il suo background professionale include ingegneria del software e scienza dei dati. Sandeep Nailwal è un altro co-fondatore e COO di Matic, mentre Anurag Arjun è Chief Product Officer.

I partner di Matic Network includono Decentraland, una piattaforma di realtà virtuale basata su Ethereum, Zebi, un fornitore di soluzioni blockchain per governi e imprese, e MakerDao come organizzazione autonoma decentralizzata che gestisce la moneta stabile DAI
.

Exit mobile version