Cerca

Le 3 pietre miliari più importanti da tracciare sui Social Media

A un certo livello, le statistiche e le statistiche dei social media possono essere viste in parte come metriche di vanità. Ci si sente bene quando si raggiungono traguardi importanti, come quando si raggiungono 1.000 follower su Instagram o 10.000 follower su Twitter. Ma queste pietre miliari non significano in realtà molto di diverso da un punto di vista pratico, perché non vi è alcun vantaggio misurabile dall’avere 1.000 follower rispetto a 999 … oltre a quello psicologico, ovviamente.

HAI BISOGNO D'AIUTO?

CONTATTACI COMPILANDO IL FORM SOTTO:


E mentre non ci sono requisiti espliciti e quantitativi per essere verificati su Twitter o su Instagram, ad esempio, ci sono requisiti numerici specifici su altre piattaforme di social media per sbloccare determinati privilegi e funzionalità. Ecco alcuni dei più grandi che dovresti avere sul tuo radar.

 

Facebook

Quindi, vuoi essere verificato? Ottenere il badge di verifica grigio o il badge di verifica blu su Facebook ha una serie di requisiti, ma nessuno di questi deve fare (almeno direttamente) con il numero di Mi piace e segue quello che hai. Potresti teoricamente candidarti per quei badge poco dopo aver aperto la tua pagina Facebook.

La barra può essere impostata relativamente bassa, ma è necessario avere almeno 25 Mi piace sulla tua pagina Facebook per rivendicare un vanity URL. In questo modo, puoi indirizzare le persone a facebook.com/yourbusinessname come un URL di marca più semplice e migliore. Naturalmente, puoi sempre fare yourname.com/facebook come reindirizzamento 301, ma avere un vanity URL sul dominio Facebook.com è ancora molto importante.

Oltre all’hub vanity, Facebook ti consente anche di creare le tue pietre miliari e condividerle con i tuoi fan e follower. I badge celebrativi a volte vengono visualizzati quando raggiungi anche determinati traguardi, come quando arrivi a 1.000 Mi piace sulla tua pagina.

 

Instagram

Gran parte del fascino di Instagram è anche una delle sue maggiori fonti di frustrazione per molti influencer online. A differenza della maggior parte delle altre piattaforme, come Twitter e Facebook, in genere non è possibile condividere i collegamenti direttamente con Instagram come utente normale. Puoi pagare gli annunci, ovviamente, ma non è proprio la stessa cosa. Puoi inserire l’URL nella didascalia, ma in realtà non è cliccabile. Ecco perché la maggior parte delle persone finisce con l’approccio “link in bio”.

Tuttavia, noterai che alcuni account Instagram hanno una funzione “scorri verso l’alto” nelle Storie di Instagram in cui possono rilasciare un link in uscita specifico. Gli utenti normali possono solo “scorrere verso l’alto” per uno dei loro video IGTV. Per sbloccare questa funzione “scorri verso l’alto”, devi avere 10.000 follower su Instagram.

Esistono alcune soluzioni alternative che è possibile utilizzare, ma questo è il punto di riferimento per la funzione ufficiale.

 

YouTube

Come accennato in precedenza, è necessario avere 25 Mi piace sulla tua pagina di Facebook prima di poter ottenere un vanity URL per quella pagina. Su YouTube, il numero è solo un po ‘più alto, ma a portata di mano anche per un principiante modesto. Devi avere 100 iscritti per ottenere un URL del canale YouTube personalizzato, che altrimenti verrebbe chiamato un vanity URL. Prima di raggiungere quel livello, l’URL del tuo canale YouTube apparirà come una stringa senza senso di lettere e numeri.

Il benchmark più impegnativo da raggiungere è se desideri inserire il Programma partner di YouTube per monetizzare i tuoi video con AdSense. La soglia era molto più bassa e consentiva a molti YouTuber più piccoli di guadagnare un po ‘di guadagni, ma questo è cambiato all’inizio del 2018. Ora, devi avere 4.000 ore di controllo negli ultimi 12 mesi (che funziona a 240.000 minuti se non volevi fare la matematica) e 1.000 abbonati.

In altre parole, oltre ai 1.000 abbonati, hai bisogno di una media di 20.000 minuti di sorveglianza al mese. Il modo in cui traduci questi minuti in viste (o meglio viceversa) dipenderà in gran parte dai tuoi contenuti e dal tuo pubblico. Non puoi aspettarti che ogni persona guardi tutto il tuo vlog di 20 minuti.

E sì, ci sono sicuramente molte alternative ad AdSense da considerare, ma se vuoi entrare nel Programma partner di YouTube, questi sono i numeri che devi soddisfare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.