Cerca

La guida per principianti per aumentare le Vendite con le Email

Aumenta le vendite con la posta elettronica

Se oggi vuoi costruire un’attività di e-commerce sostenibile, scalabile e competitiva, devi essere disposto e in grado di investire nell’e-mail marketing. Una strategia e-mail ben eseguita può aiutarti ad aumentare la consapevolezza del marchio e del prodotto, qualificare e dare priorità ai lead, diventare più proattivo quando si tratta di coltivare relazioni autentiche con i clienti attuali e potenziali, aumentare il traffico al tuo negozio, guidare vendite ripetute e costruire un più forte , attività di e-commerce più redditizie nel tempo.

Ecco il problema: se sei nuovo nel mondo dell’imprenditoria e-commerce o inesperto con l’email marketing in generale, non è sempre facile sapere su cosa concentrarsi o come iniziare. Puoi perdere molto tempo e denaro adottando strumenti e implementando tattiche che in realtà non determinano un vero ROI per la tua azienda.

In questa guida condivideremo suggerimenti concreti, esempi di vita reale, strumenti consigliati e risorse aggiuntive che possono aiutarti a costruire una strategia di email marketing efficace e redditizia per il tuo negozio di e-commerce.

Il caso dell’e-mail

Prima di immergerti nel tentativo di sviluppare la giusta strategia per il tuo negozio di e-commerce, è importante capire prima l’opportunità che la posta elettronica presenta attualmente per aziende come la tua.

Per avere successo nel mondo dell’e-commerce, devi essere iper-focalizzato nel servire i tuoi clienti esistenti e potenziali. Per convincerli alla fine a comprare e comprare spesso, devi nutrirli, deliziarli e comunicare con loro su base regolare. Il problema è che non sei in grado di operare come un tradizionale negozio al dettaglio. Non puoi guardare il tuo cliente negli occhi, non puoi stringere la mano e non puoi costruire un rapporto con loro sulla base delle interazioni di persona. Devi pensare ad altri modi per creare relazioni significative con le persone del tuo pubblico di destinazione e l’invio di e-mail è un modo per farlo.

Perché e-mail? Nonostante la crescente popolarità e l’uso di siti di social media come Facebook, Twitter e Snapchat, l’e-mail rimane ancora uno dei modi migliori ed efficaci per raggiungere i tuoi clienti e interagire con loro su base 1-1.

Considera queste affermazioni e fatti sul valore e l’efficacia dell’invio di e-mail alle persone per farle acquistare da te:

  • I consumatori sono persuasi dal livello di personalizzazione che puoi offrire nelle e-mail. In effetti, il 53% dei marketer afferma che la comunicazione continua e personalizzata con i clienti esistenti produce un impatto sui ricavi da moderato a significativo – Fonte: DemandGen & Campaign Monitor
  • I consumatori potrebbero ignorare o addirittura non vedere gli aggiornamenti dei social media che pubblichi per loro, ma prestano attenzione e aprono le e-mail transazionali che invii. Le e-mail transazionali hanno 8 volte più aperture e clic rispetto a qualsiasi altro tipo di e-mail e possono generare entrate 6 volte più. – Fonte: Experian & Campaign Monitor
  • I consumatori sono più disposti a fare clic su un invito all’azione per visitare il tuo negozio online che appare in un’e-mail di quanto non siano quando vedono un invito all’azione simile negli aggiornamenti dei social media da te. Hai una probabilità 6 volte maggiore di ottenere un click-through da una campagna e-mail rispetto a un tweet. – Fonte: Campaign Monitor
  • I consumatori che non hanno acquistato da te in precedenza hanno molte più probabilità di acquistare quando ti prendi il tempo di inviare un’e-mail personalizzata direttamente alla loro casella di posta. L’e-mail è 40 volte più efficace nell’acquisizione di nuovi clienti rispetto a Facebook o Twitter. – Fonte: McKinsey e Campaign Monitor
  • I giovani consumatori preferiscono interagire con loro inviando loro e-mail. Il 73% dei millennial identifica l’e-mail come mezzo di comunicazione aziendale preferito. – Fonte: WordStream
  • Hai un ritorno sugli investimenti molto più elevato dai soldi spesi per la posta elettronica rispetto ad altri canali di marketing. Per ogni $ 1 speso, l’email marketing genera $ 38 in ROI. – Fonte: Campaign Monitor

Inutile dire che se non stai investendo seriamente nell’e-mail marketing per la tua attività di e-commerce, perderai un’enorme quantità di potenziali vendite e entrate ogni mese.

La domanda è: come si sviluppa una strategia e-mail che funziona meglio per la tua azienda e il tuo pubblico?

Costruire una strategia e-mail per il tuo business e-commerce

Al fine di guidare con successo più vendite con la posta elettronica, devi costruire una strategia personalizzata che risuoni con i tuoi clienti e si allinei con il tuo marchio. Per fare in modo che il tuo pubblico apra le tue e-mail, interagisca con le tue campagne e acquisti i tuoi prodotti, devono avere la sensazione che i messaggi che invii siano autentici, significativi, scritti appositamente per loro e rappresentativi della voce e dello stile unici del tuo marchio . Se le tue e-mail sembrano e sembrano quelle di tutti gli altri, non sarai mai in grado di avere l’impatto che vorresti avere.

Quindi, come assicurarti di creare la giusta strategia di posta elettronica? Puoi iniziare lavorando attraverso il seguente elenco di domande:

PASSAGGIO 1: CONOSCI IL TUO PUBBLICO

  • Chi è il tuo pubblico? Quanti anni hanno, dove vivono, quanti soldi fanno, quanta istruzione hanno, navigano sul web per computer o dispositivo mobile, quali sono i loro hobby e interessi, come spendono i loro soldi, quali altri tipi di prodotti acquistano, ecc.?
  • Da cosa sono motivati? Che tipo di offerte, offerte speciali o offerte sono più allettanti per loro? Che lingua usi di solito per eccitarli?
  • Quali sono i loro punti deboli e problemi? Quali problemi hanno e in che modo i tuoi prodotti affrontano o risolvono tali problemi?
  • Come stai attualmente comunicando con i tuoi clienti? Quali altri canali stai usando per comunicare con i clienti e come affronti la comunicazione su questi canali? Come promuovi i tuoi prodotti e le tue attività commerciali ai tuoi clienti in altri luoghi?
  • Quando hanno avuto maggiori probabilità di interagire con te su altri canali? Puoi scavare nei dati di altri canali come Facebook e Google Analytics e scoprire quali giorni della settimana e quali orari del giorno generano il maggior coinvolgimento e le risposte del tuo pubblico?
  • Quali dati stai raccogliendo su potenziali clienti e clienti? Sei in grado di sfruttare i dati per inviare e-mail personalizzate ai tuoi clienti (utilizzando informazioni come nome completo, data di nascita, posizione, età, ecc.)?
  • Come stai attualmente segmentando la tua lista di clienti e potenziali clienti, se non del tutto? Sei in grado di segmentare la tua lista in diversi gruppi in base a se hanno acquistato, con quale frequenza hanno acquistato, quando hanno maggiori probabilità di acquistare, quali prodotti hanno acquistato, ecc.?

STEP 2: CONOSCI IL TUO MARCHIO

  • Hai una voce e una personalità uniche per il tuo marchio? Qual è la voce e lo stile del marchio che il tuo pubblico riconoscerà all’istante se dovesse vederlo comparire in una tua email
  • Cosa vuoi che provino le persone quando interagiscono con il tuo marchio? Come vuoi farli sentire? Con quale impressione vuoi lasciarli?
  • Cosa rende unici il tuo marchio e i tuoi prodotti? In che modo sei diverso dai tuoi concorrenti? Perché si preoccupano dei tuoi prodotti rispetto ad altri?
  • Qual è l’aspetto del tuo marchio e come puoi trasferire tali standard via e-mail? Quali colori, immagini e grafica usi per promuovere la tua azienda e i tuoi prodotti? Che lingua usi?
  • Perché i tuoi clienti acquistano da te più di una volta? Sai cosa spinge i tuoi clienti fedeli ad acquistare prodotti da te ancora e ancora? D’altro canto, sai cosa impedisce loro di acquistare di nuovo da te?
  • Quale valore puoi offrire ai tuoi abbonati e potenziali clienti al fine di creare fiducia e spostarli nella tua canalizzazione? Hai contenuti originali che puoi utilizzare per educare e fornire valore alla tua lista di e-mail (e-book, suggerimenti, video, infografiche, podcast, ecc.)

PASSAGGIO 3: SAPERE COSA VUOI E COSA TI SERVE PER ARRIVARCI

  • Quali sono i tuoi obiettivi specifici quando si tratta di investire nell’e-mail marketing? Cosa speri di ottenere con le tue e-mail? Vuoi guidare più traffico? Aumentare la consapevolezza del marchio? Incrementare le vendite immediate? Convincere le persone a riferire amici? Puoi allegare numeri specifici a questi tipi di obiettivi? (es. Quante vendite? Quanto traffico? Quanti referral?)
  • Che tipo di risorse hai messo da parte per l’email marketing? Hai il tempo di gestire l’email marketing per la tua azienda? In caso contrario, hai qualcuno in mente che può aiutarti a gestirlo? Qual è il budget che stai mettendo da parte per la posta elettronica nel prossimo trimestre? Qual è il tuo budget per l’e-mail se dovessi investirci per un anno intero?

Le risposte a queste domande ti aiuteranno a dare forma a una strategia di posta elettronica per la tua attività di e-commerce, ma il tuo lavoro non è completo solo con questo esercizio. Una volta che avrai avuto il tempo di pensare di più al tuo pubblico, al tuo marchio e ai tuoi obiettivi, il tuo prossimo passo sarà quello di pensare a quali tipi di e-mail che desideri inviare alla tua lista per incrementare le vendite.

Comprensione dei diversi tipi di e-mail che potresti inviare per incrementare le vendite

Quando sviluppi la tua strategia di e-commerce, devi pensare al tipo di e-mail che desideri inviare al tuo elenco per aumentare le vendite. Come minimo, probabilmente stai già inviando e-mail che escono automaticamente ogni volta che qualcuno acquista un prodotto da te e potresti persino inviare e-mail di offerta promozionale occasionale, ma ci sono molti altri tipi di e-mail guidate dalla conversione che tu potrebbe approfittare di per convincere le persone a comprare da te.

Ecco i 10 tipi più comuni di e-mail che i marchi di e-commerce inviano oggi agli abbonati e ai clienti:

EMAIL TRANSAZIONALI

Queste sono le e-mail che probabilmente hai più familiarità sia come imprenditore e-commerce sia come consumatore online. Le e – mail transazionali sono messaggi basati su trigger che ricevi sulla base di azioni specifiche che esegui su un sito Web di e-commerce. Gli esempi includono e-mail di conferma dell’ordine, e-mail di conferma della spedizione, e-mail di feedback dei clienti e e-mail di creazione dell’account. Le e-mail transazionali standard di solito includono collegamenti al tuo sito Web, che possono aiutare a incrementare le vendite.

Come incrementare le vendite con e-mail transazionali

Un’e -mail di conferma dell’ordine da Beardbrand

Aumenta le conversioni con le email transazionali

Email di conferma della spedizione e feedback dei clienti da Banana Bike

EMAIL TRANSAZIONALI OTTIMIZZATE

Si tratta di e-mail transazionali che sono state specificamente ottimizzate per incentivare gli acquisti ripetuti utilizzando uno strumento di e-commerce CRO come Spently . Le email transazionali ottimizzate hanno messaggi strategici di messaggistica, grafica e CTA che mirano a reindirizzare le persone ad altre pagine dei prodotti. Più marchi stanno ottimizzando le e-mail di conferma dell’ordine e di spedizione in questo modo come mai prima d’ora, perché come menzionato in precedenza, le e-mail transazionali hanno 8 volte più aperture e clic rispetto a qualsiasi altro tipo di e-mail e possono generare entrate 6 volte più (fonte: Campaign Monitor ).

Come ottimizzare le e-mail transazionali

Esempio di e-mail ottimizzata creata utilizzando Spently

Esempio di email ottimizzata

Esempio di e-mail ottimizzata creata utilizzando Spently

EMAIL SERIE DI BENVENUTO

Queste sono e-mail che invii a persone che si iscrivono per ricevere aggiornamenti, offerte e contenuti del tuo blog. Email di benvenutopuò aiutarti a fare la prima impressione giusta e permetterti di iniziare a stabilire e coltivare relazioni con potenziali clienti. Una serie di e-mail di benvenuto di solito è composta da una miscela di contenuti educativi, offerte per la prima volta, riflettori sui prodotti, storie sul tuo marchio e prove sociali sui tuoi prodotti (recensioni e testimonianze di altri clienti soddisfatti). Lo scopo di una serie di e-mail di benvenuto è creare fiducia e far divertire le persone sui tuoi prodotti. Il numero di email che includi in questo tipo di serie dipende completamente da te. Potrebbe essere una serie in 4 parti o potrebbe essere infinita (ovvero continui a inviare e-mail agli abbonati in questo elenco fino a quando non acquistano un prodotto da te e vengono spostati in un diverso segmento dell’elenco di e-mail (da “Lead” a ” Cliente “, ad esempio).

Come incrementare le vendite con e-mail di benvenuto

Email di benvenuto da Casper

Esempio di e-mail di benvenuto del negozio e-commerce

Email di benvenuto da Kate Spade

EMAIL BASATE SULL’ISTRUZIONE

Queste sono e-mail che invii alle persone per aiutarti a educarle sui punti deboli che sai di avere, sui punti deboli che riguardano il tuo settore e i tuoi prodotti e i prodotti (soluzioni) che offri loro. Le e-mail basate su istruzione potrebbero includere contenuti riutilizzati da post di blog o contenuti originali creati appositamente per la tua campagna di posta elettronica. L’obiettivo con le e-mail basate sull’istruzione è posizionare te e il tuo marchio come una risorsa affidabile. Questi tipi di e-mail forniscono anche un modo per mantenere una comunicazione regolare con i tuoi abbonati. Ciò può aiutarti a continuare a costruire fiducia e a favorire prospettive verso la conversione.

Come creare un esempio di email basata sull'istruzione

Email basata sull’istruzione da Beardbrand

Come aumentare le vendite con e-mail basate sull'istruzione

Email basata sull’istruzione da The Tie Bar

EMAIL DI CARRELLO ABBANDONATE

Si tratta di e-mail che vengono inviate automaticamente a tutti coloro che aggiungono un articolo al carrello ma lascia il sito Web prima di completare l’acquisto. Le campagne di e-mail del carrello abbandonate possono in genere essere create e attivate dall’interno della piattaforma di e-commerce che si sta utilizzando per vendere prodotti e inviare altri tipi di messaggi transazionali. Lo scopo delle e-mail del carrello abbandonate è ovviamente quello di invogliare le persone a tornare indietro e finire di ordinare i loro prodotti. Per spingere i potenziali clienti a farlo, molti marchi di e-commerce includeranno offerte speciali singole (es. Spedizione gratuita) o sconti (5% di sconto) nelle e-mail del carrello abbandonate. Altri marchi includeranno messaggi di urgenza (es. Quantità limitate disponibili!) Nelle e-mail del carrello abbandonate come un modo per invogliare quasi i clienti a convertirsi prima piuttosto che dopo.

Come ottenere più vendite con le e-mail del carrello abbandonate

Email carrello abbandonata da Huckberry (Fonte immagine: SmartrMail )

Exmaple e-mail carrello abbandonato

Email carrello abbandonata da Fab (Fonte immagine: Shopify )

EMAIL DI NUOVO COINVOLGIMENTO

Si tratta di e-mail che invii ai clienti per convincerli ad acquistare nuovamente da te. Le e-mail di reimpegno più efficaci sono quelle che inviano consigli specifici e personalizzati sui prodotti basati sugli acquisti passati. In questi tipi di e-mail, stai promuovendo prodotti che sai che piaceranno alle persone che ricevono la tua e-mail. Per generare più conversioni da questi tipi di e-mail, alcuni marchi di e-commerce includeranno anche speciali codici promozionali VIP a tempo limitato per i destinatari. Queste e-mail possono anche essere campagne efficaci da includere nella tua strategia e-mail se vendi prodotti basati sul consumo che sai che le persone finiranno per esaurire e che hanno bisogno di ricostituire (es. Prodotti di bellezza, prodotti alimentari, bevande, ecc.)

Aumenta le vendite con le e-mail di re-coinvolgimento

Email di reimpegno di Rockin ‘Wellness

EMAIL DI URGENZA / SCARSITÀ

Queste e-mail includono messaggi che aiutano gli abbonati a capire che devono agire rapidamente, altrimenti rischiano di perdersi. Le e-mail di urgenza / scarsità più comuni includono variazioni di messaggistica come:

  • Quantità limitate disponibili!
  • Il tempo sta finendo!
  • Agisci in fretta, prima che sia troppo tardi!
  • Offerta limitata!
  • L’offerta scade oggi!
  • Prendili prima che siano andati!

Lo scopo di queste e-mail è di indurre gli abbonati ad agire immediatamente dopo aver visto l’e-mail atterrare nella loro casella di posta.

Aumenta le conversioni con scarsità

Email di urgenza / scarsità da Myntra (fonte immagine: VWO )

EMAIL DI UPSELL E CROSS-SELL

Queste sono e-mail che invii ai clienti nel tentativo di far loro acquistare prodotti correlati da te che sai che adoreranno. Con e-mail di upsell e cross-sell, l’attenzione è tutta sulla personalizzazione, che mostra ai tuoi clienti che sai chi sono e di cosa hanno bisogno. Per incorporare questo tipo di campagna e-mail nella tua strategia e-mail, utilizza uno strumento come Spently che ti consente di incorporare facilmente i contenitori di prodotti consigliati nelle e-mail transazionali che stai già inviando ai tuoi clienti.

Come aumentare le conversioni con Upselling

Upsell / Cross-sell di Dollar Shave Club (puoi trovare l’e-mail completa in questo post del blog di Emma )

EMAIL DI DELIZIA DEL CLIENTE

Queste sono e-mail che i tuoi abbonati e clienti non si aspettano di ricevere da te. In genere includono una sorta di regalo o offerta che li premia per essere un cliente. L’obiettivo con le email di delizia per i clienti è aumentare la fidelizzazione della tua base di clienti. Volete che le persone siano entusiaste di acquistare i vostri prodotti e inviare loro piccoli “regali” poco costosi è un ottimo modo per farli sentire speciali e impegnati a supportare il vostro marchio e i prodotti anziché i vostri concorrenti e i loro prodotti.

EMAIL A TEMA STAGIONALE E FESTIVO

Si tratta di e-mail che invii per promuovere determinate festività e temi stagionali che sai che ai tuoi clienti interesseranno. Gli esempi includono Natale, 4 luglio, Black Friday, Cyber ​​Monday, San Valentino, ecc. Le migliori e-mail a tema natalizio sono quelle che si allineano più vicine ai prodotti che offri. Ad esempio, se vendi cioccolato nel tuo negozio di e-commerce, le settimane che precedono il giorno di San Valentino saranno il momento perfetto per inviare campagne e-mail mirate ai clienti nel tentativo di incrementare le vendite.

Esempio di e-mail stagionale e festiva

Email a tema festivo da ModCloth

Ora che hai un’idea migliore dei tipi di email che potresti inviare per aumentare le vendite, è tempo di mettere in moto la tua strategia.

Come costruire e inviare campagne e-mail che favoriscono un aumento delle vendite

Hai dedicato del tempo a pensare al tuo pubblico, al tuo marchio e ai tuoi obiettivi e hai esaminato i diversi tipi di email che potresti incorporare nella tua strategia di posta elettronica.

Quindi, la domanda è: quale sarà il prossimo? Come metti in pratica tutto ciò che hai imparato?

Ecco 8 passaggi da seguire per iniziare a incrementare le vendite effettive di e-commerce tramite e-mail:

PASSAGGIO 1: PENSA AI TIPI DI EMAIL CHE DESIDERI TESTARE

Per finalizzare la tua strategia e-mail, rivedi l’elenco dei tipi di e-mail sopra e decidi quali desideri testare o implementare nei prossimi 30, 60 e 90 giorni. Quando valuti i diversi tipi di e-mail sopra descritti, pensa alle risposte che hai scritto sui tuoi clienti, sul tuo marchio e sui tuoi obiettivi. A quali tipi di email pensi che il tuo pubblico risponderà meglio? Di quale tipo di email sarebbero più entusiasti? Quali sono i tuoi obiettivi per il prossimo trimestre? Hai le risorse (tempo, persone, denaro) in atto per implementare ogni tipo di email in quella lista? In caso contrario, puoi dare la priorità a quelli che ritieni che valga la pena provare subito?

PASSAGGIO 2: CREA I TUOI CALENDARI E FLUSSI DI LAVORO AUTOMATIZZATI

Dopo aver preso le decisioni sui tipi di e-mail che desideri iniziare a inviare agli abbonati e ai clienti, il passo successivo che devi compiere è costruire il tuo calendario e i flussi di lavoro automatizzati.

Il tuo calendario di posta elettronica principale dovrebbe elencare ogni campagna che intendi inviare nei prossimi 90 giorni. Quando lo costruisci, pensa alle prossime festività di cui potresti approfittare e considera la stagionalità della tua attività. Prova a lavorare all’indietro dal giorno in cui una determinata campagna uscirà e stabilisci cosa devi fare nelle settimane a venire per prepararti. Avrai bisogno di una grafica personalizzata? Nuove foto di prodotti? Nuove landing page a cui inviare gli abbonati? Usa il tuo calendario per capire il lavoro e le risorse di cui hai bisogno per inviare le campagne e-mail in tempo.

I flussi di lavoro automatizzati comprendono le e-mail del ciclo di vita che sai di voler inviare a tutti i clienti che acquistano un prodotto da te. Queste sono le tue email transazionali ottimizzate come descritto sopra. Le e-mail di reimpegno e le e-mail di up-sell / cross-sell dovrebbero essere incluse nei flussi di lavoro automatizzati.

PASSAGGIO 3: INVESTIRE NEGLI STRUMENTI GIUSTI

Pensa agli strumenti che puoi utilizzare per automatizzare le tue attività di email marketing. Come accennato in precedenza, la tua piattaforma di e-commerce potrebbe già includere strumenti nativi che puoi utilizzare per inviare e-mail transazionali ai tuoi clienti. Se stai utilizzando una piattaforma come Shopify, probabilmente sai già che ci sono migliaia di app che puoi utilizzare per testare diverse tattiche e automatizzare le attività relative alla tua attività. Se desideri ottimizzare le e-mail transazionali che stai già inviando e aggiungere alcune e-mail di reimpegno , ad esempio, cerca di incorporare Spently nel tuo account Shopify.

PASSAGGIO 4: INIZIA A FAR CRESCERE L’ELENCO

Per convertire gli abbonati in clienti, devi lavorare per ampliare la tua lista e-mail. Ecco 3 idee su cui puoi lavorare per implementare questo mese per convincere più persone ad accettare di ricevere aggiornamenti via email da te:

  • Idea n. 1: scrivi un breve ebook e promuovilo sui social media e nei contenuti del tuo blog. Pensa ai punti dolenti che conosci i tuoi clienti ideali e scrivi un ebook che fornisce ai lettori le risposte alle loro domande e le soluzioni ai loro problemi. Concentrati su come sfruttare te stesso e il tuo marchio come risorsa affidabile. Ad esempio, se vendi scarpe da ginnastica, scrivi un ebook su come migliorare la tua forma di corsa. Porta il tuo ebook dietro una landing page sul tuo sito web e offri la risorsa come download gratuito in cambio di un indirizzo email.
  • Idea n. 2: lancia una gara virale. Dai uno dei tuoi prodotti via. Lancia un concorso usando uno strumento software come Gleam . Offri voci extra alle persone che visitano il tuo sito Web, rispondono a una domanda o inviano il concorso a un altro amico.
  • Idea n. 3: aggiungi moduli di attivazione in tutto il tuo sito web. Offri uno sconto del 10% o un codice promozionale a tutti coloro che si iscrivono al tuo elenco per la prima volta. Nota: assicurati di disporre di un’e-mail di benvenuto o di una serie di e-mail di benvenuto prima di aggiungere questo modulo sul tuo sito Web! Non c’è niente di peggio che chiedere alle persone di iscriversi alla tua lista quando non sei pronto a premiarli con il regalo che hai promesso.

PASSAGGIO 5: SEGMENTA I TUOI ISCRITTI

Quando inizi a creare la tua lista e-mail, lavora per segmentare i tuoi iscritti. Ciò ti aiuterà a inviare campagne di posta elettronica più mirate in futuro. Separa la tua lista da abbonati, clienti, clienti abituali, fan deliranti, lead di carrelli abbandonati, ecc. Per ulteriori informazioni sulla segmentazione della tua lista e-commerce, consulta questo articolo di Klaviyo .

PASSAGGIO 6. SVILUPPA LE TUE CAMPAGNE

Trascorri del tempo costruendo le campagne e-mail che hai pianificato nel tuo calendario e-mail di 90 giorni. Ciò può comportare l’utilizzo di alcuni strumenti diversi: ricorda, ti consigliamo di creare campagne manuali per testare diversi tipi di e-mail e di creare flussi di lavoro automatizzati che inviano e-mail ai clienti in base a determinati trigger transazionali.

PASSAGGIO 7: VAI IN DIRETTA, CON I TEST A / B

Pianifica e invia le tue prime campagne e-mail. Per ottenere il massimo ROI dai tuoi sforzi, considera la possibilità di impostare test A / B. Ad esempio, è possibile testare diverse righe dell’oggetto, grafica, copia e pulsanti CTA in ogni e-mail inviata. In questo modo ti insegnerai di più sui tuoi clienti e su come rispondono a diversi messaggi.

PASSAGGIO 8: VALUTARE LE PRESTAZIONI

Una volta che le tue e-mail sono online, tieni traccia delle prestazioni in tempo reale e al termine della campagna. Usa queste informazioni per apportare modifiche e miglioramenti alle campagne future. Per ogni email che invii, dovresti tenere traccia di tassi di apertura, percentuali di clic, tassi di conversione, tassi di rimbalzo e ROI complessivo. Per saperne di più su ciascuna di queste metriche e sul perché sono importanti, leggi questo post sul blog di Hubspot .

A voi

Quali tattiche e-mail stai usando per aumentare le vendite? Hai provato una delle strategie incluse in questo articolo?

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close