WordPress.org alimenta oltre il 25% di tutti i siti Web e con buone ragioni.

Sia che tu parli in codice HTML o utilizzi a malapena i computer, le sue opzioni di personalizzazione facili da navigare consentono a chiunque di creare il sito Web dei propri sogni senza seguire un corso di web design.

Ma prima di immergerci nel parlare di come personalizzare il tuo sito WordPress (che può essere intimidatorio per alcuni), parliamo del perché WordPress è la piattaforma perfetta per il tuo sito.

Dopotutto, ci sono dozzine di costruttori di siti Web là fuori . Perché dovresti scegliere WordPress?

Perché WordPress rende DAVVERO facile personalizzare il tuo sito senza rovinare accidentalmente le cose.

NOTA: questa guida per WordPress.org , non WordPress.com, la piattaforma di blog. ( Ecco la differenza tra WordPress.org e WordPress.com )

WordPress ha le spalle

WordPress.org

NOTA: questa guida presuppone che tu abbia già un nome di dominio, un piano di hosting e un certificato SSL. Se è necessario configurarli, ecco come registrare un nome di dominio . Ci sono molte opzioni di hosting, ma ti consiglio di registrarti per l’hosting con Bluehost e installare WordPress .

Se hai lavorato con i computer, conosci l’agonia di premere uno-troppi pulsanti e perdere il tuo duro lavoro per sempre. Ti senti come se volessi gettare il tuo computer attraverso una finestra e vivere come un eremita senza tecnologia per il resto della tua vita.

Molte piattaforme di back-end per il web design richiedono ancora di integrare i tuoi contenuti e il codice sorgente, il che significa essenzialmente che il tentativo di corsivo di una parola teoricamente potrebbe causare il crash dell’intero sito web. WordPress lo impedisce, separando la dashboard amministrativa e il codice responsabile dell’aspetto del tuo sito. Ciò significa che anche se non riesci a capire come mettere in grassetto un’intestazione di sezione, non farai scomparire tutto ciò che hai scritto l’anno scorso con un clic sbagliato.

Ecco un modo semplice di pensare a cosa fa WordPress per rendere la personalizzazione così semplice (e rovinare il tuo sito Web così difficile):

Contenuto nel cloud

Il contenuto del tuo sito WordPress è archiviato nel suo database , separato dai file di progettazione del tuo sito. Quindi, se vuoi sperimentare una nuova combinazione di colori o un modello completamente nuovo, le tue parole e immagini saranno ancora lì.

Temi di modifica senza rischiare il contenuto principale

Uno dei grandi punti di forza di WordPress è che ha migliaia di temi gratuiti e a pagamento tra cui scegliere. Gli sviluppatori di WordPress rendono facile cambiare e personalizzare i temi, senza mettere a rischio i contenuti del tuo sito. Pertanto, hanno separato le modifiche del tema dalle modifiche del contenuto. Ciò significa che puoi facilmente sperimentare colori, caratteri e layout senza rischiare il contenuto principale.

Comprensione e scelta di un tema WordPress

Ora, prima di iniziare a giocare con i temi e cambiare i caratteri e i temi a destra e sinistra, devi pensare ad alcune cose. Innanzitutto, e più importante, è quale tipo di contenuto è già presente o sarà sul tuo sito. Ciò modellerà le personalizzazioni effettuate.

Stai aspirando a essere un importante punto vendita? Costruire un portfolio fotografico online per acquisire nuove attività? Vuoi solo un posto dove condividere i tuoi pensieri e le tue esperienze con amici e familiari? Ognuno di questi obiettivi richiede personalizzazioni diverse . Sia che tu abbia bisogno di funzionalità SEO avanzate, un sito scalabile in grado di gestire il traffico e la crescita dei contenuti o solo un modo intuitivo per aggiungere parole al Web, WordPress semplifica la personalizzazione del tuo sito per i tuoi obiettivi specifici.  

Una volta che hai deciso i tuoi obiettivi principali, puoi iniziare a sfogliare temi e modelli e pianificare ciò che desideri modificare per renderlo tuo.

Capire come funzionano i temi

Directory dei temi di WordPress

Prima di iniziare a personalizzare un sito WordPress, devi avere un’idea di come funzionano i temi. Il tema WordPress che scegli definisce ogni aspetto dell’aspetto del tuo sito Web quando le persone lo visitano. Il tuo tema sono le ossa del tuo sito, lo scheletro sotto ogni cosa. Fornisce un quadro per come apparirà il tuo sito, come sarà strutturato, quali colori utilizzerai, ecc.

Il bello di WordPress è che puoi davvero personalizzare ampiamente, dai caratteri nelle intestazioni fino ai pulsanti di condivisione dei social media sui post del blog.

Poiché il tuo tema darà forma al tuo sito e alle personalizzazioni che effettuerai, devi prenderti cura della scelta. Questo risale agli obiettivi del tuo sito. Scegli un tema che si adatti agli obiettivi generali del tuo sito e quindi personalizza il tuo tema WordPress per adattarlo ancora di più a tali obiettivi.  

I temi funzionano in diversi modi:

  • Completamente personalizzato: se hai una visione specifica e un sacco di talento o un budget decente, puoi assumere uno sviluppatore per far sembrare il tuo sito web esattamente come lo pensi nella tua mente o sul tuo tovagliolo da cocktail.
  • Personalizza un tema esistente: forse hai trovato un tema gratuito (o pagato) su WordPress che ti piace, ma vorrei che alcune cose fossero diverse. Puoi modificarne parti tramite la dashboard o creare un tema “figlio” che consenta a te o al tuo sviluppatore di apportare modifiche più estese senza ricominciare da capo.
  • Fai da te: grazie alle incredibili capacità di elaborazione di WordPress, è possibile selezionare un modello di tema e sostanzialmente dargli una revisione completa senza usare alcun codice.

La scelta di un tema WordPress

Ora che sai come funzionano i temi, è tempo di scegliere un tema per il tuo sito. Suppongo che tu abbia già installato WordPress, il che significa che il tema predefinito è già attivo.

Non vuoi usare il noioso tema predefinito però. Vuoi un tema che catturi chi sei.   

Puoi ottenere temi (gratuiti e a pagamento) in vari luoghi.

Se stai prendendo sul serio il tuo sito (e dovresti), ti consiglierei di ottenere un tema WordPress da Themeforest .

ThemeForest

ThemeForest è la più grande directory di temi WordPress premium sul web e un punto fermo della comunità degli sviluppatori web. Solo all’interno della categoria eCommerce, hanno oltre 2.700 temi di eCommerce tra cui scegliere . Quando si tratta di scegliere un tema, molte persone commettono l’errore di selezionare in base ai colori, perché questi sono ciò che attira l’attenzione nella visualizzazione delle miniature. Tuttavia, colori e caratteri sono i parametri più facili da personalizzare. Invece di cercare solo ciò che attira la tua attenzione, cerca i temi che sono stati progettati pensando ai tuoi obiettivi di utilizzo. Se stai costruendo un sito di e-commerce, sarà molto più facile per te o il tuo sviluppatore personalizzare l’aspetto di un tema e-commerce piuttosto che creare un blog personale dall’aspetto accattivante per supportare gli ordini di prodotti online.

Una volta che hai il tema dei tuoi sogni, può iniziare la vera personalizzazione.

Prova Personalizza il tuo tema

A seconda del tema scelto, può esserci una serie sbalorditiva di potenzialità per la personalizzazione. Ancora una volta, il gusto di ognuno varia e, con l’enorme quantità di temi disponibili gratuitamente o per l’acquisto, è difficile prescrivere cosa cambiare o come cambiarlo.

Il modo migliore per farlo è quello di dividere il processo in pochi passaggi:

  • Cosa voglio che le persone vedano / sentano / faccia quando visitano il mio sito Web?
  • Cosa mi piace del tema selezionato?
  • Cosa vorrei fosse diverso?
  • Come posso apportare queste modifiche?

Consiglio vivamente di dedicare un po ‘di tempo a iniziare con un approccio di prova ed errore. Scegli una o due opzioni di personalizzazione (come il colore del carattere o lo stile del piè di pagina) solo per vedere in che modo le modifiche del personalizzatore di WordPress influiscono sul sito Web effettivo.

Nessun tutorial può sostituire la sensazione di vedere realmente un cambiamento sito davanti ai vostri occhi, e nessuno può dire ciò che sembra buono per voi , a meno che non specificatamente vuole assumere qualcuno sulla base di un portafoglio che ammiri.

Ricorda, queste sono solo le opzioni disponibili nella dashboard senza backend, codice o plugin richiesti. In altre parole, puoi personalizzare tutte queste cose senza fare nulla di fantasia o tecnico sul back-end. Se desideri modificare i menu, l’immagine dell’intestazione o le impostazioni della home page, puoi farlo con pochi clic.

Come personalizzare WordPress

WordPress è una piattaforma straordinariamente flessibile. Ti consente di eseguire un’incredibile quantità di personalizzazione senza toccare una singola riga di codice.

Ora, passiamo a come personalizzare sia il frontend che il backend del tuo sito WordPress.

Personalizzare il frontend di WordPress

Personalizza l'aspetto di WordPress

Anche se non sai nulla della codifica, c’è davvero una quantità incredibile di personalizzazione e gestione del sito possibile immediatamente.

Dal pannello di amministrazione principale di WordPress, vedrai ” Aspetto” . Quando passi con il mouse su questo, vedrai una sezione popup chiamata “Personalizza” . La sezione Personalizza controlla la maggior parte delle opzioni del tema del tuo sito.

Ciò include cose come il titolo del sito, il logo, i caratteri, i colori, i menu e altro ancora.

Cambia il titolo del sito

Il primo e più importante aspetto del tuo sito Web è il titolo. Stabilisce il tono per il tuo sito e ti dà una chiara mentalità per ciò che il tuo sito è “su”. Inoltre, il titolo è in primo piano su quasi tutti i temi, quindi l’aspetto del titolo stesso è una parte importante del design.

Nella scheda Identità sito sul Personalizzatore, vedrai diverse opzioni relative al titolo del tuo sito:

Oltre a nominare il tuo sito Web, puoi assegnargli uno slogan, che verrà visualizzato sotto il titolo se il tema è strutturato in questo modo. Molti temi lasciano spazio anche a un logo, che verrà visualizzato ovunque il tema abbia uno spazio per esso.

Noterai l’icona a forma di “matita” a destra del titolo del sito vuoto. Ciò indica che un’area (in questo caso, il titolo) viene modificata dalla schermata di personalizzazione corrente.

Puoi anche impostare cose divertenti come l’ icona del sito , il che significa che quando le persone hanno venti schede aperte sul loro browser, le tue si distingueranno con la loro mini icona.

Vai avanti e modifica il titolo del sito e la tagline con i tuoi. Quindi guarda i risultati dal vivo. Incredibile, vero! Hai appena effettuato la tua prima personalizzazione.

Cambia l’intestazione

Quasi ogni tema di WordPress richiede almeno alcune immagini se vuoi che appaia la demo del tema, e le immagini hanno molto a che fare con l’aspetto e il “sentire” del tuo sito ai visitatori. La maggior parte dei temi di WordPress si appoggia pesantemente alle immagini di intestazione (e, in alcuni casi, ai loghi) per strutturare il sito, quindi se si desidera un’immagine sorprendente o una colorazione attenuata per ancorare la pagina, questo è uno dei modi più grandi in cui è possibile “personalizzare” il tuo sito senza fare altro che caricare un’immagine.

Per modificare l’intestazione, vai alla schermata Personalizza di WordPress e fai clic su Immagine intestazione . Qui è dove carichi l’intestazione personalizzata sul sito.

Personalizza l'immagine dell'intestazione

Quando si tratta di scegliere un’immagine di intestazione, il gusto è soggettivo, ma qui ci sono alcune buone pratiche:

  • Assicurati che i colori predominanti dell’immagine non si scontrino con la sovrapposizione di testo
  • Assicurati che l’immagine sorgente sia almeno della “massima risoluzione” consigliata da WordPress. Se è più grande, puoi ritagliarlo o ridimensionarlo per adattarlo. Se è più piccolo, sarà allungato e apparirà pixelato (e decisamente non professionale)
  • Visualizza la selezione generale dei contenuti e la tavolozza dei colori del tuo sito. Se il tuo sito Web è un portfolio fotografico, forse l’intestazione non dovrebbe essere una foto visivamente ricca. Se la tua tavolozza dei colori è una scala di grigi neutra, forse una raffica di colore appropriata ancorerà bene le pagine mentre i lettori scorrono.

Scegli un carattere

Scendendo l’elenco nella personalizzazione, i caratteri sono una piccola cosa che può fare una grande differenza nell’aspetto del tuo sito web. La modifica dei caratteri è semplice e tutte le modifiche apportate nel personalizzatore possono essere visualizzate in anteprima in tempo reale per darti un’idea dell’aspetto del tuo sito con le tue scelte.

Basta scegliere i caratteri che ti piacciono, provarli e quindi finalizzarli.

Cambia la tua tavolozza dei colori

Il colore gioca un ruolo importante nel modo in cui tutto appare e si sente: dalle auto alle stanze, dagli abiti ai siti Web. Probabilmente hai un buon senso di ciò che sta bene insieme a te o al tuo pubblico previsto. E ancora, WordPress semplifica la modifica dei colori fino a quando non li ottieni nel modo giusto.

Personalizza i colori di WordPress

In realtà, WordPress rende il buon design davvero semplice. Se hai un colore di base che ti piace, il personalizzatore di WordPress utilizza un algoritmo che si integra con il tema selezionato per suggerire altri colori che potrebbero abbinarsi bene. Naturalmente, ti consente anche di scegliere qualsiasi colore nell’arcobaleno per ogni risorsa personalizzabile.

Pagine vuote (e come riempirle)

Ora che hai un ‘aspetto’ generale di cui sei contento, è tempo di costruire una forte homepage e creare pagine aggiuntive per la funzionalità che desideri. Per un portfolio personale minimalista, potresti scegliere un tema in cui tutti i contenuti vivono sulla pagina principale, come un blog tradizionale con “scorrimento infinito”. Per un’azienda o altri siti Web più estesi, l’aggiunta di singole pagine come Informazioni, Membri del team, Blog, Contatti, Negozio, ecc. Ti consentirà di creare contenuti per rappresentare bene la tua azienda e mantenere una homepage visivamente accattivante.

Aggiungere una nuova pagina è facile come fare clic su “Aggiungi nuovo” che si trova nella sezione “Pagine” della dashboard:

Aggiungi nuova pagina

Una nuova pagina ha lo stesso aspetto di un nuovo post sul blog, con alcune opzioni di personalizzazione in più.

Guarda tutto quello spazio vuoto! E tutte quelle opzioni di personalizzazione di facile comprensione. Immagina tutte le possibilità.

Per iniziare, digita semplicemente il testo desiderato e aggiungi eventuali immagini. Una volta che lo desideri, pubblicalo semplicemente facendo clic sul pulsante Pubblica sul lato destro dello schermo. E ‘davvero così semplice.

PlugIn, Widget e Modifiche

Aggiungi nuovi plugin

Durante la ricerca della personalizzazione di WordPress, ti imbatterai molto nelle parole plugin widget . Entrambi sono essenzialmente elementi “bolt on” che aggiungi al tuo tema per fare in modo che faccia più cose che desideri. Immagina una libreria modulare di Ikea. Inizia con tre livelli di scaffali sottili, ma se si sfreccia su ogni opzione, potrebbe diventare un letto matrimoniale con più file di scaffali delle dimensioni di una parete, ognuno con oggetti utili come libri, oggetti decorativi come piante e dipinti e cose funzionali come lampade da lettura.

Il tema è lo scaffale di base e i plugin e i widget sono tutto ciò che puoi aggiungere per fare in modo che il tuo tema faccia tutto ciò che desideri. Proprio come i sistemi di scaffalature modulari, c’è un limite a quanto dovresti fare con i plugin. Se impazzisci con i plug-in, potresti riscontrare problemi tecnici come plug-in in conflitto tra loro. Questo non sarà un problema, tuttavia, se non ne aggiungi dozzine a dozzine.

Per aggiungere un plug-in: è sufficiente fare clic sul menu ” Plugin ” e quindi fare clic su ” Aggiungi nuovo “. È quindi possibile cercare plug-in o caricare i file dei plug-in, se presenti.

Per aggiungere un widget: vai su “ Aspetto” , quindi fai clic su “Widget” :

Personalizza i widget
Alto design, basso sforzo

Esistono numerosi plug-in progettati per aiutare gli utenti a “trascinare e rilasciare” per modificare i propri siti Web WordPress anziché utilizzare il codice nel back-end. Visual Composer , Beaver Builder ed Elementor portano tutti un semplice web design sullo schermo del tuo computer usando solo azioni front-end. Per i siti Web personali e “professionali”, questi plug-in offrono molte personalizzazioni e funzionalità senza approfondire il mondo del web design.

Aggiunta di pulsanti di social media alle pagine

Esistono molti plug-in semplici che consentono di tutto, dal posizionamento dello stile familiare dei pulsanti di condivisione dei social media alla creazione di un’opzione “Compralo subito” per il tuo sito web di e-commerce.

Alcuni buoni plugin di social sharing sono:

  • Condividi questo
  • AddToAny
  • jetpack
  • E numerosi altri …
Ottimizza per SEO
MonsterInsights

L’ottimizzazione per i motori di ricerca, nota anche come SEO, è semplicemente il processo per garantire che i tuoi contenuti vengano visualizzati il ​​più in alto possibile nelle ricerche web . Per fortuna, non è necessario essere un esperto SEO per ottimizzare i tuoi contenuti.

Plugin come Yoast SEO e MonsterInsights forniscono passaggi specifici da seguire per garantire che i tuoi contenuti siano ottimizzati il ​​più possibile.  

Proteggi il tuo sito

Esistono plug-in che aggiungono livelli di sicurezza Web, impediscono a potenziali spam di infiltrarsi nel tuo sito e creano cache per migliorare i tempi di caricamento del sito Web. Tutti questi sono potenzialmente utili ma dovrebbero essere usati con parsimonia.

Proprio come collegare venti dispositivi in ​​una presa elettrica con più prolunghe non è esattamente una buona idea, eseguire troppi plug-in su un sito Web aumenta l’esposizione a hack, problemi di compatibilità e la quantità di codice nel backend, che porta per rallentare i tempi di caricamento.

Idealmente, il tuo host web fornirà una notevole quantità di sicurezza, proteggendo il tuo sito da coloro che tenterebbero di entrare. L’aggiunta del plug-in Akismet Anti-Spam dovrebbe essere sufficiente per evitare che il tuo sito venga inondato di commenti spam.   

Che cos’è un widget?

I widget sono oggetti “trascina e rilascia” che possono essere inseriti nel tuo sito Web direttamente dalla dashboard di WordPress. Che si tratti di aggiungere tweet recenti al tuo sito Web, integrare un feed RSS o modificare le opzioni di navigazione della tua pagina, i widget ti consentono di aggiungere piccole funzionalità al tuo sito Web che lo fanno funzionare come desideri, senza aggiungere “peso” o complessità come plugin.

Per aggiungere un widget, fai semplicemente clic su “Area widget” del personalizzatore e trascina e rilascia i widget sul tuo sito.

widget

Crea una struttura Permalink

Ogni pagina e post sul tuo sito ha un “permalink”. È semplicemente il link che le persone digitano per accedere a quella particolare pagina. WordPress viene fornito con una struttura permalink predefinita, ma non è molto buona. Invece di dare nomi descrittivi ai collegamenti, assegna semplicemente numeri. Vuoi cambiare questo.  

Fai clic su “Impostazioni” e poi su “Permalink” . Vedrai questo:

Impostazioni permalink

Modificalo sull’ultima opzione in modo che ogni pagina e post che crei contenga il nome. Questo è molto meglio per il SEO.

Personalizzare il backend di WordPress

A seconda dei tuoi obiettivi, arriva il momento in cui plug-in e widget non funzioneranno. Se le tue esigenze di personalizzazione vanno oltre il trascinamento di alcuni pulsanti in luoghi diversi o la vendita di un paio di prodotti, è tempo di immergersi nel back-end di WordPress e personalizzare davvero il tuo sito Web in base alle tue esigenze.

La prima cosa è la prima: creare un tema per bambini

Sia che tu stia assumendo subito uno sviluppatore o desideri vedere quanto armeggiare puoi realizzare da solo, c’è un passo che non puoi saltare: Crea un tema figlio .

Cosa significa?

Se scegli un tema da WordPress e inizi a modificarlo prima di creare una versione figlio, tutto il tuo duro lavoro scomparirà non appena WordPress aggiorna il tema che stai utilizzando. E questo accade spesso perché WordPress è eccezionale nell’aggiornamento dei temi per rimanere funzionale con gli aggiornamenti del browser e respingere le minacce alla sicurezza.

I file nel tuo back-end sono ciò che dice a Internet “come visualizzare” il tuo sito web. Quando selezioni un tema da WordPress, tutto il codice è già scritto e il contenuto inserito nella dashboard viene automaticamente integrato nel codice sorgente.

Ma non appena si apportano modifiche oltre a quelle consentite dalle opzioni dei pulsanti del dashboard, si rischia di perdere tutte le modifiche quando il tema viene aggiornato. Per evitare ciò, devi “sovrapporre” un tema figlio sopra il tema dal quale stai prendendo in prestito il codice.

Come fare un tema per bambini

Innanzitutto, crea una cartella e un file per portare il tema con cui stai lavorando “offline” (ovvero, dal backend di WordPress e nella memoria locale del tuo computer). Molte persone li nominano usando la convenzione ParentThemeName-Child . Supponi che il tema del tuo genitore sia chiamato “Drago”, il tema figlio si chiamerebbe Drago-Bambino .

Quindi ora stai creando Dragon Children. Se hai familiarità con cose come la modifica .css, puoi iniziare a scrivere codice in un semplice editor di testo proprio come hai imparato. All’interno della   cartella Dragon-Child , crea un file chiamato style.css . Ecco il codice che devi inserire nel tuo file di stile.

/ * Nome del tema: URI del tema del tema My Dragon Child : http://mywebsite.com/ Descrizione: This is my Dragon Child. Autore: My Name Autore URI: http://mywebsite.com/ Template: Dragon Versione: 0.1 * /

La parte più importante della creazione di un bambino è dire al codice sorgente chi è il tema principale. In questo caso, si tratterebbe di “Drago”. Devi assegnare un nome al modello in base al tema in cui stai lavorando, altrimenti WordPress non saprà che sono correlati.

Assicurati che la tua clonazione abbia successo

Un’ultima cosa. Se vuoi che WordPress sappia che tuo figlio ha lo stesso DNA del genitore, devi aggiungere questa riga di codice per renderlo ufficiale:

@import url (“../ parenttheme / style.css”);

Ora WordPress sa chi sono il genitore e il figlio. È tempo di aggiungere il tema figlio nel tuo sito WordPress usando un programma di connessione FTP. Una volta effettuata la connessione, puoi caricare la cartella del tema figlio nella cartella / wp-content / themes / .

Una volta completato questo processo, dovresti vedere il tema figlio nella tua dashboard. Ora puoi attivare il tema figlio e modificare la cartella style.css per apportare modifiche e conservare lo scheletro del tema principale.

Quindi il tuo clone è vivo e online, ora è il momento di capire cosa vuoi personalizzare e come farlo.

Se sei davvero serio nel fare questo sviluppo da solo, è importante studiare il codice WordPress su temi figlio .

Fai da te o assumere un professionista?

È divertente ed eccitante guardare una tela bianca e sognare ciò che potrebbe diventare.

Tuttavia, il tempo, l’energia e le risorse necessarie per creare un sito Web devono essere bilanciati rispetto a ciò che il sito Web farà effettivamente (ecco il nostro confronto dettagliato: Costi del sito Web: fai-da-te a noleggio di un professionista ).

Se si tratta di un sito Web per una piccola impresa di mattoni o di un portafoglio personale, un approccio fai-da-te che utilizza un tema e plug-in di alta qualità probabilmente otterrà un aspetto professionale e molte funzionalità con un ragionevole sforzo.

Tuttavia, se stai costruendo un sito web che si aspetta che promuova il commercio o riceva traffico elevato, i plug-in da soli probabilmente non saranno sufficienti per farlo fare quello che vuoi.

Il tuo sito web è come un albero di Natale con alcuni fili di luci collegati o è più simile a una cucina di dimensioni di un ristorante che esegue frullatori, forni, tostapane, caffettiere e altri elettrodomestici tutto il giorno?

Vuoi che abbia un bell’aspetto quando gli amici e la famiglia visitano o essere in grado di gestire un assalto costante di pagare i clienti con aspettative elevate e nessuna tolleranza per gli errori?

Pensare in questo modo rende più semplice decidere se è possibile eseguire plug-in e widget e creare qualcosa di bello con strumenti front-end di base o se il proprio lavoro richiede uno sviluppo back-end più sostanziale.

I temi e i modelli di WordPress offrono una quantità davvero impressionante di design, funzionalità e larghezza di banda per soluzioni pronte all’uso, ma man mano che trascorri più tempo a studiare, noterai senza dubbio che senza una personalizzazione più ampia, puoi sempre vedere quei modelli nelle “ombre”. In altre parole, ci sono alcune cose che possono essere modificate solo con un’enorme catena di plug-in goffi o un codice .css personalizzato pulito nel backend. Se queste cose contano (o se lo noterai mai) è una domanda alla quale solo tu o i tuoi clienti potete rispondere.

Quando si tratta di personalizzare WordPress, alla fine si riduce a ciò che si desidera che il tuo sito realizzi. Se il tuo sostentamento dipende dal tuo sito web, potresti prendere in considerazione l’assunzione di un professionista per implementare le tue personalizzazioni.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi puoi eseguire tu stesso tutte le personalizzazioni usando i passaggi sopra.

In ogni caso, divertiti a trasformare la tela bianca di WordPress nel sito dei tuoi sogni!