Cerca

La guida definitiva alla creazione di una campagna di LinkedIn Ads

Potrebbe non avere la portata di Facebook, il fascino visivo di Instagram o le risposte comiche e spiritose di Twitter, ma c’è una cosa che LinkedIn ha – qualcosa che lo rende un canale di marketing molto più prezioso per i marchi B2B:

61 milioni di utenti LinkedIn  sono influencer di livello senior e 40 milioni occupano posizioni decisionali:

LinkedIn

Quello che LinkedIn ha che quelle altre piattaforme social non hanno sono i lead di alta qualità . Secondo Insane Growth, i lead generati da LinkedIn convertono quasi 3 volte tanto quanto Facebook e Twitter.

Se vuoi entrare in contatto con i responsabili delle decisioni nelle tue attività di clienti ideali, LinkedIn è il posto dove stare. Ma se hai difficoltà a connetterti con loro, la creazione di annunci LinkedIn può aiutarti a ottenere la loro attenzione.

Questa guida ti aiuterà a decidere se gli annunci LinkedIn valgono la tua spesa e ti guiderà attraverso il processo di creazione di una campagna da zero, insieme a pratici suggerimenti su come massimizzare il ROI della tua spesa pubblicitaria.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

Come si accumula la piattaforma pubblicitaria di LinkedIn?

LinkedIn ha recentemente rinnovato la sua intera offerta pubblicitaria e di marketing in una nuova suite: LinkedIn Marketing Solutions . Ha un sacco di nuove funzionalità e la buona notizia è che è anche più facile e intuitivo da usare rispetto al vecchio sistema.

Prima di entrare nei dettagli, diamo un’occhiata al rendimento degli annunci LinkedIn rispetto ad altre piattaforme pubblicitarie in modo da poter determinare se genereranno un ROI positivo per la tua spesa.

Copertura di LinkedIn rispetto ad altre piattaforme

Secondo le ultime statistiche , LinkedIn non è nemmeno tra i primi 20 siti più visitati, mentre Google, Facebook e Twitter sono tutti tra i primi 10:

immagine incollata 0 47

LinkedIn attualmente si trova al numero 28 . Potresti pensare: perché preoccuparsi allora?

Prima di tutto, LinkedIn ha 610 milioni di utenti  e oltre 26 milioni di pagine aziendali . Quindi, sebbene possa essere più piccolo rispetto ad altre piattaforme, è tutt’altro che piccolo.

In secondo luogo, non si tratta solo di raggiungere. Per la pubblicità, avere più potenziali occhi sui tuoi contenuti non ha senso se sono gli occhi sbagliati. Se stai pensando di fare pubblicità su LinkedIn, stai cercando lead B2B coinvolti. È qui che LinkedIn eccelle.

Quando si decide su quale piattaforma fare pubblicità, la vera domanda è: “Otterrò valore da LinkedIn?” Per rispondere a questa domanda, diamo un’occhiata al coinvolgimento e ai tassi di conversione tra le piattaforme. Questo darà un’immagine più chiara di come si confrontano.

Coinvolgimento di LinkedIn rispetto ad altre piattaforme

Abbiamo analizzato il coinvolgimento tra le piattaforme osservando la percentuale di clic media, il costo per clic e i tassi di conversione nei diversi settori in un precedente post sugli annunci Twitter (per un’analisi approfondita di come abbiamo ottenuto questi dati, dai un’occhiata  è una lettura fantastica!).

Dai un’occhiata ai risultati:

Coinvolgimento su tutte le piattaforme

Ora aggiungiamo le cifre per LinkedIn.

AdStage ha analizzato le prestazioni di LinkedIn  nel quarto trimestre del 2018, esaminando 2 miliardi di impressioni sugli annunci e oltre 5 milioni di clic sugli annunci. Il risultato è stato un CTR mediano dello 0,26% . Questo non si confronta bene con le altre piattaforme, sebbene sia su una traiettoria ascendente se si guarda all’anno nel suo insieme:

immagine incollata 0 48

Questo grafico mostra anche che il CTR massimo si stava avvicinando allo 0,8%, quindi è almeno possibile raggiungere i livelli delle altre piattaforme.

In termini di CPC, AdStage lo ha messo a $ 3,72 e in calo:

immagine incollata 0 46

In un sondaggio tra tutti i suoi clienti, HubSpot ha rilevato un tasso di conversione complessivo del 9% dagli annunci di LinkedIn .

Ora ecco una tabella aggiornata che include LinkedIn:

Coinvolgimento su tutte le piattaforme con LinkedIn

Per saperne di più:

Dovresti fare pubblicità su LinkedIn?

Una rapida occhiata a questi numeri non è un riferimento brillante per gli annunci di LinkedIn. Tuttavia, il tasso di conversione è ciò che è importante.

Per dimostrarlo, ho raggruppato i numeri in una tabella che ci dice quanto costa un lead su ciascuna piattaforma, dato un budget di $ 1.000:

Quanto costa un lead su ciascuna piattaforma

Ciò dimostra che, sebbene i numeri di LinkedIn inizialmente sembrassero deboli, in realtà fornisce il secondo miglior valore per lead .

Facebook è in prima linea come ci si potrebbe aspettare con il suo CPC decente e l’alto tasso di conversione. Lo scarso tasso di conversione di Twitter lo rende il più costoso con un certo margine. E Google Ads non se la cava molto meglio, perdendo terreno a causa del suo tasso di conversione relativamente basso.

Naturalmente, questa non è una scienza esatta, ma ti dà un’idea di come si confrontano le diverse piattaforme.

Per calcolare il tuo ROI da qui, tutto ciò che devi sapere è il valore che ogni lead ti offre. Se il valore della vita di ogni lead porta più di $ 41 dai tuoi annunci LinkedIn, hai un ROI positivo.

La saggezza convenzionale dice che dovresti mirare ad almeno un rapporto 4: 1, quindi per gli annunci LinkedIn, se ogni lead ti porta almeno $ 400, sai che stai guardando un ROI molto salutare.

Chiaramente, gli esperti di marketing stanno trovando valore negli annunci LinkedIn. Un sondaggio di Digiday su 290 acquirenti di media che utilizzano LinkedIn ha  rilevato che il 42% di loro prevede di aumentare la spesa pubblicitaria sulla piattaforma nel 2019. E un ulteriore 47% ha affermato di aspettarsi di mantenere gli stessi budget.

Per i marketer B2B, LinkedIn è particolarmente importante. In poche parole, è un must se tratti direttamente con altre aziende perché il 92% dei marketer B2B include LinkedIn  nel proprio mix di marketing digitale:

immagine incollata 0 50

Con gli strumenti avanzati di targeting e previsione ora offerti e la base di utenti in crescita, non c’è mai stato momento migliore per fare pubblicità su LinkedIn.CLICCA PER TWITTAREApprofondisci: 9 regole per la creazione di annunci che convertono

Impostazione dei tuoi annunci LinkedIn

Per le basi, consulta la nostra guida su come iniziare :

In questo post, approfondiremo un po ‘il nuovo formato e ti forniremo alcuni suggerimenti per aumentare il ROI degli annunci LinkedIn.

Il nuovo gestore della campagna basato sugli obiettivi ti guida attraverso il processo di impostazione dei tuoi annunci, che adotta l’approccio opposto rispetto a quello precedente. Piuttosto che creare un annuncio e quindi  scegliere il pubblico di destinazione e dove verrà posizionato, inizi con l’obiettivo e lavori a ritroso da lì.

Ha senso in questo modo. Scegliere prima il tuo obiettivo  significa che tutte le decisioni che prendi sul tipo di annuncio, il pubblico, il budget, ecc. Sono basate sul tuo obiettivo.

Dopotutto, se stessi pianificando un viaggio su strada, non inizieresti a prendere decisioni su quale strada svoltare senza sapere dove vuoi andare a finire. Per farlo, devi conoscere la tua destinazione prima  di partire.

Lo stesso vale per qualsiasi campagna pubblicitaria. Il tuo obiettivo finale dovrebbe influenzare ogni decisione che prendi.

Contenuto relativo:

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

Guida introduttiva al tuo annuncio

Accedi al sistema e crea una nuova campagna. Vedrai questa schermata:

Screenshot 2019 05 04 alle 10.46.05

Gli obiettivi sono suddivisi in tre categorie, in linea con le fasi del viaggio dell’acquirente :

  • Consapevolezza
  • Considerazione
  • Decisione  (o, dal nostro punto di vista, Conversioni )

Scegli il tuo obiettivo

Diamo un’occhiata alle opzioni in modo da poter prendere questa decisione strategica cruciale:

Visite al sito web

Questo obiettivo si concentra sull’indirizzare il traffico al tuo sito Web, alla pagina di destinazione o alla pagina aziendale di LinkedIn. Ti consente di acquisire lead, fornire loro maggiori informazioni sul tuo prodotto o servizio o vendere loro direttamente.

Fidanzamento

Se stai cercando di far crescere il tuo pubblico, questo obiettivo riguarda il numero di utenti che interagiscono con i tuoi contenuti. Viene utilizzato per indirizzare i follower alla tua pagina aziendale e aumentare l’impegno sociale, le condivisioni, i commenti, ecc.

Visualizzazioni video

Usa questo obiettivo per ottenere più occhi sui tuoi video condividendoli con più persone. Ti aiuta a scegliere come target le persone che hanno maggiori probabilità di visualizzare i tuoi video per aumentare il coinvolgimento e i clic.

Nota:  Brand Awareness, Conversioni di siti web e Candidati di lavoro sono tutti disattivati ​​e fatturati come “in arrivo”. Tuttavia, LinkedIn consiglia di utilizzare l’obiettivo Visite al sito Web, scegliere “Offerta automatizzata” e massimizzare le  “Impressioni” per la consapevolezza del marchio, “Conversioni” per le conversioni sul sito Web e scegliere il formato dell’annuncio appropriato per i candidati di lavoro.

Dopo aver scelto l’obiettivo, si passa alla fase successiva in cui si seleziona chi si desidera visualizzare il proprio annuncio.

Contenuto relativo:

Scegli il tuo pubblico

La scelta del pubblico giusto è fondamentale per ottenere il miglior ROI dalla tua campagna. Pagare per 1.000 visualizzazioni da parti interessate è molto meglio che pagare per 1.000.000 di visualizzazioni da persone che non ti porteranno mai entrate.

Fortunatamente, ci sono un sacco di nuove funzionalità che rendono molto più facile rivolgersi alle persone giuste.

Ecco come appare la dashboard del pubblico:

Screenshot 2019 05 04 alle 12.14.52

Screenshot 2019 05 04 alle 12.17.42

Come con tutte le principali piattaforme di annunci sociali, puoi scegliere come target la località e i dati demografici come età e sesso, che sono tutti molto utili.

Ma LinkedIn si distingue davvero con le sue opzioni di targeting aziendale. Puoi approfondire le specifiche, il targeting per settore, titolo professionale, istruzione, esperienza lavorativa e interessi (in base ai gruppi di LinkedIn che le persone seguono).

È nell’interesse dell’individuo assicurarsi che questi dati siano aggiornati e accurati. Con LinkedIn, puoi essere abbastanza sicuro che questi dati siano legittimi, mentre su piattaforme come Facebook, le persone spesso forniscono informazioni false o nascondono dati personali. Questo lo rende uno strumento di targeting molto potente.

Screenshot 2019 05 04 alle 12.26.13

Nell’esempio sopra, ci rivolgiamo a persone che sono in contatto con chiunque in IBM, Apple o Tesla, nel settore dei servizi IT a livello senior.

Essere in grado di eseguire il drill-down fino a questo livello di dettaglio ha un enorme potenziale per aumentare il ROI. Ed è qualcosa di unico nella pubblicità su LinkedIn.

Ci sono un paio di nuove funzionalità che dovremmo esaminare in modo più dettagliato.

Targeting per collegamenti aziendali

Questa funzione ti consente di sfruttare le reti professionali di altre persone per indirizzare gli utenti con idee simili. Include solo collegamenti di primo grado con i dipendenti di aziende con oltre 500 dipendenti, quindi è probabile che queste persone si conoscano effettivamente.

Segmenti di pubblico simili

Il pubblico simile ha cambiato il gioco quando è stato introdotto da Facebook, consentendo agli esperti di marketing di rivolgersi a persone simili ai loro migliori clienti, raggiungendo così un pubblico molto più ampio di individui simili.

Un recente studio sui dati di marketing di Facebook mostra che il pubblico simile rappresenta circa il 60% della spesa complessiva nelle campagne pubblicitarie di Facebook .

La buona notizia è che questa funzione è ora disponibile su LinkedIn! Fai solo attenzione a non abusarne. Se stai conducendo una campagna con più segmenti di pubblico che prendono di mira dati demografici diversi e stai utilizzando segmenti di pubblico simili per scegliere come target persone simili, c’è il rischio di sovrapposizione del pubblico.

Se le stesse persone vedono i tuoi annunci più volte, rischi l’affaticamento del pubblico che potrebbe danneggiare la tua reputazione e colpire duramente i tuoi tassi di conversione. Una gestione efficace delle tue campagne ridurrà il rischio che ciò accada.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

Scegli il formato dell’annuncio

LinkedIn offre otto formati. Come puoi vedere, il pratico pannello Risultati previsti sul lato destro mostra i risultati previsti per ogni tipo di annuncio, in base al pubblico che hai selezionato:

Screenshot 2019 05 06 alle 11.21.58

Questo dovrebbe aiutarti a scegliere il formato dell’annuncio appropriato, che dipenderà dal tuo pubblico e da ciò che speri di ottenere.

Nota : alcuni di questi tipi di annunci richiedono l’impostazione di una pagina aziendale .

Imposta la tua offerta

Ora che il tuo annuncio è pronto per essere pubblicato, devi decidere come fare offerte per il posizionamento. Hai due opzioni:

  • Costo per clic (CPC)
  • Costo per 1.000 impressioni (CPM)

Con il primo, pagherai solo quando qualcuno fa clic sul tuo annuncio e LinkedIn proverà a mostrarlo alle persone che credono (in base ai dati passati) abbiano maggiori probabilità di interagire con il tuo annuncio (e far loro guadagnare).

La tua alternativa è pagare per ogni 1.000 persone che vedono il tuo annuncio. Se scrivi un testo accattivante con un CTR elevato, questo può effettivamente farti risparmiare denaro e aumentare il ROI. Ma è più adatto per le campagne progettate per la consapevolezza del marchio, in cui il tuo obiettivo è ottenere il maggior numero di visualizzazioni possibile.

Screenshot 2019 05 06 alle 11.38.10

Dopo aver selezionato il tipo di offerta, imposti l’importo effettivo. LinkedIn consiglierà automaticamente una serie di offerte in base a ciò che gli altri stanno già facendo. Consiglio di iniziare con un’offerta un po ‘più alta rispetto alla parte inferiore di questo intervallo per assicurarti di ottenere un posizionamento decente.

Puoi anche impostare un budget giornaliero e LinkedIn tenterà di abbinare la tua spesa a tale importo (anche se avvisano che i tuoi costi potrebbero essere fino al 10% superiori al tuo budget).

Ti consiglio di iniziare con un piccolo budget giornaliero di $ 10-20 quando crei nuovi annunci. Dopo una o due settimane, avrai un’idea migliore di quali annunci stanno andando bene e potrai aumentare il tuo budget (e l’importo dell’offerta) se ciò ha senso per te.

Man mano che si modificano le variabili, i risultati previsti verranno aggiornati. Puoi utilizzarlo per ottimizzare le tue offerte e ottenere il massimo dai tuoi soldi.

Suggerimento:  se continui a rientrare nel budget, potrebbe essere un segno che la tua offerta non è abbastanza competitiva da vincere un posizionamento. In tal caso, aumenta leggermente le offerte e dovresti vedere aumentare il numero di impressioni (e, si spera, di clic).

Per saperne di più:

Crea il tuo annuncio

Dopo aver impostato la tua campagna, è il momento di creare un annuncio. Per gli annunci di testo, devi fornire quattro elementi chiave sul lato sinistro:

  • Immagine
  • Titolo
  • Copia dell’annuncio
  • Destinazione dell’annuncio

Screenshot 2019 05 06 alle 12.23.12

La destinazione dell’annuncio è la pagina a cui desideri indirizzare le persone quando fanno clic sul tuo annuncio. Può essere una pagina che tu o la tua azienda avete già su LinkedIn o può essere qualsiasi destinazione esterna tramite URL, come una pagina di destinazione di un prodotto specifico.

Dovrai quindi aggiungere un titolo accattivante che attiri l’attenzione del lettore a prima vista. Prova a utilizzare parole chiave emotive e razionali per assicurarti che facciano clic per leggere il tuo annuncio.

Il testo dell’annuncio dovrebbe ampliare la tua offerta. Assicurati di incentivare il lettore a fare clic evidenziando i principali vantaggi della tua offerta qui.

Infine, dovresti includere un’immagine piccola ma accattivante. Evita di usare qualcosa di complesso o confuso perché le persone lo vedranno solo come una piccola miniatura per un secondo veloce mentre scorrono il tuo annuncio. Molte persone scelgono di utilizzare il proprio logo qui. Ma fai tutto ciò che ha senso per te.

Suggerimento: puoi testare facilmente più versioni dello stesso annuncio su LinkedIn. Una volta terminata la creazione dell’annuncio (in pochi passaggi) puoi facilmente duplicarlo e tornare a questa pagina per modificare la copia e le immagini.

Imposta la fatturazione e avvia!

Se questo è il tuo primo annuncio LinkedIn, dovrai inserire i tuoi dati di fatturazione ora. LinkedIn non mostrerà nessuno dei tuoi annunci finché queste informazioni non saranno state compilate e verificate.

Se non hai accesso alla carta di credito aziendale o stai aspettando qualcun altro per queste informazioni, puoi continuare a creare nuovi annunci e campagne semplicemente uscendo da questa pagina (torna alla home page degli annunci) e continuando a lavorare.

Il tuo account visualizzerà un grande avviso fino a quando non vengono inserite tali informazioni e i tuoi annunci non verranno pubblicati. Ma non c’è motivo per non impostare tutto prima.

Nota: una volta aggiunti i dati di fatturazione, potrebbe essere necessario un po ‘di tempo prima che i tuoi annunci inizino a essere pubblicati. LinkedIn ha un processo di revisione attraverso il quale invia la maggior parte degli annunci, soprattutto per i nuovi account.

Monitoraggio e revisione dei tuoi annunci

Una volta creato il tuo primo annuncio, la dashboard si trasformerà in questo:

Screenshot 2019 05 06 alle 11.40.54

Naturalmente, sarà pieno di zeri finché i tuoi annunci non inizieranno a ricevere traffico e punti dati da misurare.

Una volta ricevuti i dati, sarai in grado di utilizzare i grafici qui per monitorare tutte le metriche importanti delle tue campagne, come CTR e Avg. CPC.

Quali metriche sono “buone” dipendono dalla tua attività e dai tuoi obiettivi di marketing, ma in genere ti consigliamo di concentrarti sulla riduzione al minimo dei numeri CPC e CPM in quanto ciò significa che stai spendendo meno per cliente che raggiungi, massimizzando il numero di persone che puoi raggiungere il budget e massimizzare il ROI.

Se stai pubblicando più annunci per lo stesso obiettivo (ad esempio, generando lead per la tua attività di pubblicità PPC), dovresti tenere d’occhio il loro CPC comparativo. Se noti che uno supera in modo significativo gli altri, dovresti investire una parte maggiore del tuo budget in quell’annuncio. Questo ti aiuterà a raggiungere più persone a un costo inferiore e a massimizzare il tuo ROI.

È importante monitorare anche la qualità dei clic che ricevi. A tale scopo, è necessario impostare il monitoraggio delle conversioni  in Google Analytics o uno strumento simile.

Se hai notato che i lead che arrivano tramite una delle tue campagne stanno convertendo a un tasso estremamente basso, devi modificare l’annuncio per qualificare meglio i tuoi lead. Altrimenti, spendi soldi per attirare persone che non sono interessate alla tua offerta.

Allo stesso modo, se hai una campagna in esecuzione con un CTR basso o un CPC elevato, ma il traffico si sta convertendo molto bene in confronto, potresti prendere in considerazione di lasciarlo funzionare nonostante le metriche di coinvolgimento.

Alla fine della giornata, è il CPA (costo per acquisizione) che conta. Quindi, se paghi $ 2 per clic, ma converti 1 clic su 4, stai effettivamente superando il rendimento della campagna che costa $ 1 per clic ma converte solo 1 su 10.

Clicca qui per scaricarlo gratuitamente adesso!

Conclusione

Per i marketer B2B, LinkedIn deve far parte della tua strategia. Guardando i numeri, rivaleggia con Facebook come uno dei modi più convenienti per raggiungere e coinvolgere un pubblico potente.

Inoltre, la nuova piattaforma pubblicitaria di LinkedIn rende il processo intuitivo e offre funzionalità intelligenti per aiutarti a massimizzare il ROI.

Mentre esegui le tue campagne, ricorda di tenere d’occhio i numeri nel medio-lungo termine, ma non preoccuparti di monitorare troppo le campagne quotidiane. In effetti, ti esorto a evitare di farlo. Le campagne fluttuano naturalmente ogni giorno e potresti prendere decisioni sbagliate se ti lasci coinvolgere in quei turni quotidiani. Basta controllarli una volta ogni due settimane circa per assicurarti che i tuoi costi siano ragionevoli e che i tuoi contatti si convertano bene.

Se hai bisogno di aiuto con i tuoi annunci LinkedIn, è qui che entriamo in gioco noi. I nostri esperti digitali focalizzati sui risultati possono darti il ​​livello di supporto di cui hai bisogno per ottenere il massimo dai tuoi annunci LinkedIn!

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close