La città svizzera di Lugano renderà legale BTC e USDT

I residenti di Lugano potranno anche pagare le tasse in BTC e USDT
Bandiera della Svizzera su uno sfondo di cielo blu                                 
Lugano, Svizzera, prevede di estrarre BTC utilizzando energia rinnovabile – Foto: Alamy

Lugano, nella Svizzera meridionale, prevede di produrre bitcoin (BTC), tether (USDT) e il proprio token crittografico LVGA a corso legale in città.

Lo ha annunciato il Plan B talk del 3 marzo, alla presenza di Michele Foletti, sindaco di Lugano, Paolo Ardoino, chief technology officer (CTO) di Tether, e Pietro Poretti, direttore della Divisione Sviluppo Economico di Lugano, tutti presenti.

Si dice che la città abbia una popolazione di quasi 64.000 persone. Questa modifica significa che i residenti di Lugano potranno pagare tasse e canoni di servizio pubblico in BTC e USDT.

I vantaggi di avere corso legale BTC in El Salvador

Ardoino ha discusso dei benefici testimoniati dal paese centroamericano El Salvador dall’adozione di BTC .

Ardoino ha dichiarato: “Il prodotto interno lordo (PIL) di El Salvador è aumentato del 10% e il suo turismo del 30% dopo aver dichiarato bitcoin a corso legale . Immagina cosa possiamo fare in una città al centro dell’Europa”.

Il 7 settembre 2021 , El Salvador è diventato il primo paese al mondo a prendere corso legale per la criptovaluta principale.

Hub BTC nel cuore della città

Il piano B include anche la creazione di una sede fisica nel cuore della città per fungere da hub per le start-up BTC e blockchain. Si prevede che l’hub ospiterà workshop e meetup BTC.

È stato inoltre annunciato che questo ottobre Lugano ospiterà il Bitcoin World Forum, un evento globale incentrato sull’accelerazione dell’adozione di BTC.

Poretti ha affermato che Lugano “srotolerà il tappeto rosso” per le aziende e gli appassionati di BTC e fornirà le condizioni ideali per la prosperità delle società crittografiche.

La creazione di due fondi di investimento    

Parte del Piano B sta valutando anche la creazione di due fondi di investimento. Il primo fondo assegnerà 3,26 milioni di dollari (2,46 milioni di sterline) per incoraggiare l’adozione di BTC, USDT e LVGA.

Il secondo pool, fino a $ 108,6 milioni (£ 82,12 milioni), sarà riservato alle start-up BTC e blockchain che desiderano trasferire e basare la propria sede a Lugano.

Il piano B intende anche creare un curriculum speciale su BTC e collaborare con le università locali per aumentare le competenze tecnologiche degli studenti. Inoltre, ci saranno 500 sovvenzioni volte allo sviluppo di questa forza lavoro crittografica.   

La città prevede di avviare l’estrazione di BTC utilizzando energia rinnovabile.

Anche il franco svizzero continuerà ad avere corso legale.