Introduzione alle criptovalute: guida per principianti

Introduzione: investire in criptovalute

La prima criptovaluta che è nata è stata Bitcoin che è stata costruita sulla tecnologia Blockchain e probabilmente è stata lanciata nel 2009 da una persona misteriosa Satoshi Nakamoto. Al momento della stesura di questo blog, sono stati estratti 17 milioni di bitcoin e si ritiene che potrebbero essere estratti 21 milioni di bitcoin in totale. Le altre criptovalute più popolari sono Ethereum, Litecoin, Ripple, Golem, Civic e hard fork di Bitcoin come Bitcoin Cash e Bitcoin Gold.

Si consiglia agli utenti di non mettere tutti i soldi in una criptovaluta e cercare di evitare di investire al culmine della bolla delle criptovalute. È stato osservato che il prezzo è stato improvvisamente abbassato quando è al culmine della bolla cripto. Poiché la criptovaluta è un mercato volatile, gli utenti devono investire l’importo che possono permettersi di perdere in quanto non vi è alcun controllo di alcun governo sulla criptovaluta in quanto è una criptovaluta decentralizzata.

Steve Wozniak, co-fondatore di Apple, ha previsto che Bitcoin è un vero oro e dominerà tutte le valute come USD, EUR, INR e ASD in futuro e diventerà una valuta globale nei prossimi anni.

Perché e perché non investire in criptovalute?

Bitcoin è stata la prima criptovaluta nata e successivamente sono state lanciate oltre 1600 criptovalute con alcune caratteristiche uniche per ogni moneta.

Alcuni dei motivi che ho sperimentato e che vorrei condividere, le criptovalute sono state create sulla piattaforma decentralizzata, quindi gli utenti non richiedono una terza parte per trasferire la criptovaluta da una destinazione all’altra, a differenza della valuta fiat in cui un utente ha bisogno di un piattaforma come Bank per trasferire denaro da un conto all’altro. Criptovaluta costruita su una tecnologia blockchain molto sicura e possibilità quasi nulle di hackerare e rubare le tue criptovalute fino a quando non condividi le tue informazioni critiche.

Dovresti sempre evitare di acquistare criptovalute nel punto più alto della bolla di criptovaluta. Molti di noi acquistano le criptovalute al culmine nella speranza di fare soldi velocemente e cadere vittime del clamore della bolla e perdere i loro soldi. È meglio che gli utenti facciano molte ricerche prima di investire i soldi. È sempre bene mettere i tuoi soldi in più criptovalute anziché in una poiché è stato notato che poche criptovalute crescono di più, alcune nella media se altre criptovalute vanno nella zona rossa.

Criptovalute su cui concentrarsi

Nel 2014, Bitcoin detiene il 90% del mercato e il resto delle criptovalute detiene il restante 10%. Nel 2017, Bitcoin sta ancora dominando il mercato delle criptovalute, ma la sua quota è scesa drasticamente dal 90% al 38% e gli Altcoin come Litecoin, Ethereum, Ripple sono cresciuti rapidamente e hanno conquistato la maggior parte del mercato.

Bitcoin sta ancora dominando il mercato delle criptovalute, ma non è l’unica criptovaluta che devi considerare quando investi in criptovaluta. Alcune delle principali criptovalute da considerare:

Bitcoin

Litecoin

Ondulazione

Ethereum

Tron

Civico

Golem

Monero

Dove e come acquistare criptovalute?

Mentre alcuni anni fa non era facile acquistare criptovalute, ora gli utenti hanno molte piattaforme disponibili.

Nel 2015, l’India ha due principali piattaforme bitcoin Unocoin portafoglio e portafoglio Zebpay dove gli utenti possono acquistare e vendere bitcoin solo. Gli utenti devono acquistare bitcoin solo dal portafoglio ma non da un’altra persona. C’era una differenza di prezzo nel tasso di acquisto e vendita e gli utenti devono pagare una commissione nominale per completare le loro transazioni.

Nel 2017, l’industria delle criptovalute è cresciuta enormemente e il prezzo di Bitcoin è cresciuto spontaneamente, soprattutto negli ultimi sei mesi del 2017, costringendo gli utenti a cercare alternative a Bitcoin e attraversando 14 lakh nel mercato indiano.

Poiché Unodax e Zebpay sono le due principali piattaforme in India che dominavano il mercato con il 90% della quota di mercato, che si occupava solo di Bitcoin. Dà la possibilità ad altre organizzazioni di crescere con altri altcoin e ha persino costretto Unocoin e altri ad aggiungere più valute alla loro piattaforma.

Unocoin, una delle principali società indiane di criptovalute e blockchain, ha lanciato una piattaforma esclusiva UnoDAX Exchange per consentire ai propri utenti di scambiare più criptovalute oltre al trading di Bitcoin in Unocoin. La differenza tra le due piattaforme era che Unocion forniva solo l’acquisto e la vendita istantanei di bitcoin, mentre su UnoDAX gli utenti possono effettuare un ordine di qualsiasi criptovaluta disponibile e, se corrisponde al destinatario, l’ordine verrà eseguito.

Altri importanti scambi disponibili per scambiare criptovalute in India sono Koinex, Coinsecure, Bitbns, WazirX.

Gli utenti devono aprire un account in uno qualsiasi degli scambi con la registrazione con l’ID e-mail e l’invio dei dettagli KYC. Una volta verificato il proprio account, si può iniziare a scambiare monete di propria scelta.

Gli utenti devono ricercare bene prima di investire in qualsiasi moneta e non cadere nella trappola della bolla di criptovaluta. Gli utenti devono ricercare la credibilità dello scambio, la trasparenza, le caratteristiche di sicurezza e molto altro.

Tutti gli Exchange addebitano una commissione nominale su ogni transazione. Ci sono due tipi di addebiti: Commissione Maker e Commissione Taker. Oltre alla commissione di transazione, devi pagare la commissione di trasferimento, se vuoi trasferire le tue criptovalute in un altro scambio o nel tuo portafoglio privato. Le spese dipendono esclusivamente dalle monete e dal cambio in quanto il diverso cambio ha un modulo di prezzo diverso per il trasferimento delle monete.

Altcoin principali diversi da Bitcoin

Come accennato in precedenza, Bitcoin sta dominando il mercato con una quota di mercato del 38%, seguito da Ripple, Ethereum, Litecoin, Bitcoin Cash. Exchange come UnoDAX, Bitfinex, Kraken, Bitstamp hanno elencato molte altre monete come Golem, Civic, Raiden Network, Kyber Network, Basic Attention, 0X, Augur, Monero, Tron e molte altre. Se una delle monete corrisponde al tuo portafoglio, devi acquistarla.

Ma devi mettere i soldi nel mercato che puoi permetterti di perdere poiché il mercato delle criptovalute è molto volatile e nessun governo ha il controllo su di esso.

Quando acquistare?

Non esiste una regola rigida quando acquistare la tua criptovaluta preferita. Ma bisogna ricercare la stabilità del mercato. Non dovresti farlo se non al culmine di una bolla di criptovaluta o quando il prezzo crolla continuamente. Si considera sempre il momento migliore quando il prezzo è stabile relativamente a un livello basso per un po’ di tempo.

Metodo di archiviazione delle criptovalute

Prima di acquistare qualsiasi criptovaluta bisogna capire come mantenere al sicuro la propria criptovaluta.

Generalmente, tutti gli scambi forniscono la struttura di stoccaggio in cui puoi conservare le tue monete in modo sicuro. Non è necessario condividere i propri dettagli utente, password, 2FA quando si detengono criptovalute negli scambi.

Portafoglio di carta, Portafoglio hardware, Portafoglio software sono alcuni dei canali in cui è possibile archiviare la propria criptovaluta.

Portafoglio di carta: il portafoglio di carta è un metodo di conservazione a freddo offline per conservare la tua criptovaluta. Stampa la tua chiave privata e pubblica su un pezzo di carta dove è stampato anche il codice QR. Basta scansionare il codice QR per le loro transazioni future. Perché è sicuro? Non devi preoccuparti dell’hacking del tuo account o dell’attacco di malware dannoso. Devi solo tenere il tuo pezzo di carta al sicuro in un armadietto e, se possibile, tenere da due a tre pezzi di portafoglio di carta tutti sotto il tuo completo controllo.

Portafoglio hardware: il portafoglio hardware è un dispositivo fisico in cui tieni al sicuro la criptovaluta. Esistono molte forme di portafoglio hardware, ma il portafoglio hardware comunemente usato è USB. Quando mantieni la tua criptovaluta nel portafoglio hardware, devi solo tenere a mente che non dovresti perdere il tuo portafoglio hardware poiché una volta perso non puoi recuperare la tua criptovaluta.

Un famoso incidente, in cui una persona ha estratto oltre 7000 bitcoin e li ha archiviati nel proprio portafoglio hardware e li ha tenuti con un altro portafoglio hardware. Un giorno ha gettato il portafoglio hardware in cui conservava la sua criptovaluta invece dell’hardware danneggiato e ha perso tutti i suoi bitcoin.

Cosa si può acquistare dalle criptovalute in India?

La maggior parte delle persone presume che l’acquisto e la vendita di qualsiasi criptovaluta sia solo per l’investimento e per ottenere rendimenti elevati a lungo e breve termine. Gli influencer e gli investitori bitcoin credono che nei prossimi anni Bitcoin dominerà tutte le valute legali e sarà accettato come valuta internazionale.

Dell è una delle più grandi aziende di e-commerce che accetta bitcoin come pagamento. Expedia e l’UNICEF sono altri esempi.

In India, Sapna Book Mall accettava bitcoin come pagamento utilizzando il servizio mercantile Unocoin. Le persone stavano prenotando i biglietti del cinema tramite BookMyShow o ricaricando il proprio cellulare utilizzando la piattaforma Unocoin. Secondo il rapporto, hanno interrotto il servizio ma stanno pianificando di ricominciare nel prossimo futuro.

Conclusione:

La criptovaluta è uno dei settori di investimento in crescita e ha dato buoni ritorni rispetto a quello immobiliare, dell’oro, dei mercati azionari, ecc. in passato. Puoi acquistare la criptovaluta e tenerla a lungo termine per ottenere buoni ritorni o andare a breve termine per un rapido profitto poiché in passato abbiamo visto la crescita di molte monete in più del 1000%. Poiché la criptovaluta è un mercato volatile e nessun controllo del governo sul settore. Bisogna investire l’importo in qualsiasi criptovaluta che possono permettersi di perdere.

Puoi archiviare la tua criptovaluta in un portafoglio hardware, portafoglio cartaceo, portafoglio software se non desideri tenerlo nello scambio da cui stai facendo trading.