Cerca

Il tuo Podcast non è il tuo Business

Nei primi giorni del blogging, ben prima che qualcuno considerasse la possibilità remota di poter vivere in modo molto confortevole, i blog non erano molto più di diari e diari personali resi accessibili al pubblico su Internet. Ed erano quasi interamente costituiti solo da testo.

Ancora oggi, tanti anni dopo, la maggior parte dei normali post sui blog – proprio come questo – sono composti per lo più da testo. Sono parole su uno schermo che sta leggendo qualcun altro, da qualche altra parte del mondo. C’è molto di più di un potenziale business collegato alla venture in questi giorni, ovviamente, e questo è probabilmente parte del motivo per cui stai leggendo queste parole che sto scrivendo.

ISCRIVITI ALLE NOSTRE MAILING LIST PER IMPARARE TRUCCHI MAI VISTI SUL MARKETING, SEO E GUADAGNO ONLINE!

Le cose cambiano. Anche i cambiamenti tecnologici e le preferenze cambiano. Oggi, anche se il post di un blog è composto principalmente da testo, la maggior parte delle persone concorda sul fatto che è necessario suddividere quel testo con un certo interesse visivo. Da lì, tutti hanno detto che il video era la “prossima grande cosa” e che dovresti fare il vlogging. O almeno producendo una sorta di contenuto video, sia su YouTube, Facebook, Instagram o in modo nativo sul tuo sito.

 

Ritorno del microfono

Ma sembra che uno dei più grandi campi di battaglia emergenti sia l’audio. Ed è qui che entrano i podcast.

Il fatto, come sono sicuro che tu sappia già, è che i podcast non sono affatto nuovi. Sono in giro da anni. La differenza è come molti di noi scelgono di consumare i nostri podcast in questi giorni. E le barriere all’entrata sono molto più basse, così come sono state abbassate anche per il blogging e la creazione di contenuti video.

Ricordo ancora quando avevo un iPod nano più vecchio. Lo collegavo al mio computer, avviavo l’applicazione desktop di iTunes e scaricavo gli ultimi episodi di alcuni dei miei podcast preferiti. Trasferirei quindi i podcast sul mio iPod tramite iTunes in modo da poterli ascoltare in seguito. In questi giorni, tuttavia, è molto più probabile che le persone trasmettano i loro podcast preferiti attraverso servizi come Spotify o Google Play Music.

Per quanto le cose cambino, tuttavia, alcune cose sembrano rimanere invariate. Mentre fondamentalmente abbiamo sistemi di monetizzazione di tipo plug-and-play integrati per blog, video online e persino influencer marketing, c’è meno di un ovvio ecosistema per i podcast finché non hai raggiunto un certo livello di popolarità. Le barriere all’ingresso, a tale riguardo, sono ancora più elevate rispetto ad altri mezzi.

 

Fare soldi col Podcast?

Sappiamo tutti a questo punto che il blogging non è sufficiente da solo. Dovresti anche sapere che anche se esiste un sistema “facile” per la monetizzazione, come Google AdSense, non è sufficiente neanche da solo. In questo modo, è davvero difficile pensare al tuo podcast come alla tua attività principale.

Invece, deve essere un’estensione della tua attività principale. O, per lo meno, è solo un braccio in un business sfaccettato.

Anche se ci sono alcune eccezioni a questo, la maggior parte dei podcaster principianti in particolare non dovrebbe pensare ai loro podcast come una grande fonte di entrate. Non direttamente Piuttosto, dovresti incorniciare i tuoi obiettivi e obiettivi del tuo podcast in una luce diversa. Un ottimo esempio di ciò è ciò che HubSpot ha fatto lanciando tre podcast in tre anni. Si sono dilungati un po ‘nella monetizzazione cercando di indurre gli ascoltatori a comprare uno dei loro prodotti, ma gli obiettivi principali erano diversi.

Con un podcast, l’obiettivo principale era quello del branding. Si trattava di utilizzare lo storytelling come mezzo per elevare il marchio della società, avanzando ulteriormente la propria posizione nel mercato come rispettato leader ed esperto di pensiero. Con un secondo podcast, l’obiettivo era raggiungere nuovi segmenti di pubblico tramite un podcast di richiamo di massa. Queste sono persone che altrimenti non avrebbero potuto cercare un podcast orientato al business. E il terzo podcast mirava a portare traffico di ricerca puntando a parole chiave specifiche.

Noterai che in tutte e tre le istanze non si trattava del podcast che generava entrate da solo. Invece, tutto è stato inserito nel business più grande di HubSpot. I podcast possono avere un valore enorme per i blogger professionisti, i marketer di Internet e i leader del pensiero. Devono solo entrare con gli obiettivi giusti in mente.

Lascia il tuo prezioso commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

[email protected]

Close