Cerca

Il potenziale e la mentalità della crescita

Qualcosa che sono venuto ad affermare più e più volte, sia qui su John Chow dot Com e sul mio blog Beyond the Rhetoric, è che l’ispirazione e le intuizioni chiave possono essere raccolte praticamente ovunque. Puoi imparare dai modelli Instagram e dai super geni sudafricani allo stesso modo. E sì, puoi anche imparare dai potenziali giocatori professionisti.

HAI BISOGNO D'AIUTO?

CONTATTACI COMPILANDO IL FORM SOTTO:


Dov’è Bobby Scar ora?

Alcuni anni fa, ho visto questo ragazzo di nome Bobby Scar (non conosco il suo vero nome, ma è quello che si definiva pubblicamente) come parte della mia serie settimanale Snippet della domenica. All’epoca, era un giocatore che era meglio conosciuto per le sue abilità in un gioco chiamato Super Smash Bros. Melee, ma voleva fare un passo avanti nella scena di Street Fighter.

È apparso in un episodio di Excellent Adventures with Gootecks ​​e Mike Ross, una serie di YouTube in cui i ragazzi giocano contro guerrieri online per il nostro intrattenimento e il loro beneficio.

Lunga storia, Mike Ross ha detto che Bobby Scar aveva un grande potenziale per essere un giocatore di Street Fighter eccezionale. La maggior parte delle persone avrebbe preso quel commento come un complimento e come una forma di incoraggiamento. Avere delle potenzialità è sicuramente meglio che sentirsi dire che non si è chiaramente tagliati fuori per questo, e questo può aiutare a rafforzare la tua fiducia.

Tuttavia, Bobby ha rapidamente confutato, “Il potenziale è una di quelle parole che è un’arma a doppio taglio … Non vuoi mai essere il giocatore con un potenziale troppo lungo.”

Perché devi “lavorare” e convertire quel “potenziale” in benefici tangibili. Avere potenziale non vuol dire che tu sia effettivamente bravo in questo gioco, sia che si tratti di Street Fighter o di blogging o di Internet marketing o qualsiasi altra cosa. Significa che potresti avere successo, che potresti essere abile, che potresti essere visto come il migliore in quello che fai … ma non ci sei ancora. E difficilmente si può prendere “potrebbe essere” e “potrebbe essere” alla banca.

 

Il pericolo del potenziale e della lode

Ed ecco la cosa che potrebbe rivelarsi completamente contro-intuitiva. Sentirsi dire che hai delle potenzialità, sentirsi dire che potresti essere bravo potrebbe effettivamente ostacolare la tua capacità di migliorare le tue capacità e migliorare la tua vita. Essere inondati di elogi all’inizio della tua carriera potrebbe essere controproducente.

Quando ti viene detto che sei molto bravo (e potresti essere eccezionale), ti senti obbligato a mantenere quello stato in modo da poter continuare a ricevere questa lode. Finché continui a fare grandi cose va tutto bene. Ma non appena ti alzi, inizi a dubitare della tua abilità e diminuisci il tuo potenziale. E essendo l’essere umano che sei, tendi a gravitare verso esperienze positive e proteggiti dalle esperienze negative.

Quindi, invece di spingerti sempre avanti e darti un colpo legittimo per soddisfare il tuo potenziale, ti eviti dalle situazioni rischiose. Diventi troppo spaventato per andare oltre la tua zona di comfort, perché non vuoi rischiare di rovinare. Quindi, ti infili con ciò che è sicuro. E quando ti attacchi con ciò che è sicuro, limiti intrinsecamente le tue opportunità di crescita.

 

Colpito in faccia

Ed è per questo che abbiamo tutti bisogno di abbracciare la mentalità della crescita, invece. La mentalità di crescita comprende che il fallimento è inevitabile e il fallimento in sé e per sé non è una cosa negativa. Devi capire e apprezzare che per sviluppare i tuoi talenti e le tue abilità, al fine di ascendere quella scala virtuale, devi essere pronto ad affrontare quelle sfide in cui probabilmente commetterai degli errori.

Incesperai e cadrai. Ancora e ancora. Ti verrà preso a pugni in faccia, e avrai intenzione di batterti. Ma va bene, perché è attraverso tutto ciò che cade e fallisce (e riprendendo te stesso ancora e ancora), che sei in grado di crescere e migliorare. Il fallimento non è qualcosa da evitare. Accogli la sfida, impara dai tuoi errori e continua ad andare avanti. Metti in azione.

Non essere solo il ragazzo con potenziale. Sii il ragazzo che ha sfruttato il suo potenziale e in realtà ha fatto qualcosa con esso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.