Cerca

Il Chi, Cosa, Perché e Come del Digital Marketing

Con quanto è accessibile oggi Internet, mi crederesti se ti dicessi che il numero di persone che vanno online ogni giorno è ancora in aumento?

È. In effetti, secondo Pew Research, l’ utilizzo di Internet “costante” tra gli adulti è aumentato del 5% negli ultimi tre anni . E anche se lo diciamo molto, il modo in cui le persone acquistano e acquistano è cambiato insieme, il che significa che il marketing offline non è efficace come una volta.

Il marketing ha sempre riguardato il collegamento con il tuo pubblico nel posto giusto e al momento giusto. Oggi significa che devi incontrarli dove stanno già trascorrendo del tempo: su Internet.

Inserisci il marketing digitale – in altre parole, qualsiasi forma di marketing che esiste online.

In HubSpot, parliamo molto del marketing in entrata come un modo davvero efficace per attrarre, coinvolgere e soddisfare i clienti online. Ma riceviamo ancora molte domande da persone di tutto il mondo sul marketing digitale . Quindi, abbiamo deciso di rispondere a loro. Fai clic sui link sottostanti per passare a ciascuna domanda o continua a leggere per vedere come viene svolto oggi il marketing digitale.

  • Cos’è il marketing digitale?
  • Perché il marketing digitale?
  • Esempi di marketing digitale
  • Cosa fa un marketer digitale?
  • Inbound Marketing vs. Digital Marketing: che cos’è?
  • Il marketing digitale funziona per tutte le aziende?
  • Qual è il ruolo del marketing digitale per un’azienda?
  • Quali tipi di contenuti digitali dovrei creare?
  • Quanto tempo ci vorrà per vedere i risultati dei miei contenuti?
  • Ho bisogno di un grande budget per il marketing digitale?
  • In che modo il marketing mobile si adatta alla mia strategia di marketing digitale?
  • Sono pronto a provare il marketing digitale. E adesso?

Quindi, come definisci il marketing digitale oggi?

Un esperto di marketing inbound potrebbe dire che il marketing inbound e il marketing digitale sono praticamente la stessa cosa, ma ci sono alcune differenze minori. E conversazioni con esperti di marketing e imprenditori negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Asia, in Australia e in Nuova Zelanda, ho imparato molto su come si osservano queste piccole differenze in tutto il mondo.

In questa fase, il marketing digitale è vitale per la tua attività e la consapevolezza del marchio. Sembra che ogni altra marca abbia un sito web. E se non lo fanno, hanno almeno una presenza sui social media o una strategia di annunci digitali. I contenuti digitali e il marketing sono così comuni che i consumatori ora si aspettano e fanno affidamento su di essi come un modo per conoscere i marchi. 

Per farla breve, per essere competitivi come imprenditore, dovrai abbracciare alcuni aspetti del marketing digitale.

Poiché il marketing digitale ha così tante opzioni e strategie associate, puoi essere creativo e sperimentare una varietà di tattiche di marketing con un budget limitato. Con il marketing digitale, puoi anche utilizzare strumenti come i dashboard di analisi per monitorare il successo e il ROI delle tue campagne più di quanto potresti fare con un contenuto promozionale tradizionale, come un cartellone o un annuncio di stampa.

RISORSA IN PRIMO PIANO

Modello di piano di marketing gratuito

Compila questo modulo per accedere al modello.

Ciao 👋 Come ti chiami?
Nome di battesimo

Cognome

Ciao null, qual è il tuo indirizzo email?
Indirizzo email

E il tuo numero di telefono?
Numero di telefono

Qual è il nome e il sito Web della tua azienda?
Azienda

Sito web

Quanti impiegati ci lavorano?

1
La tua azienda fornisce uno dei seguenti servizi?
Web design
Marketing online
SEO / SEM
Servizi delle agenzie pubblicitarie

In che modo un’azienda definisce il marketing digitale?

Il marketing digitale è definito dall’uso di numerose tattiche e canali digitali per connettersi con i clienti in cui trascorrono gran parte del loro tempo: online. Dal sito Web stesso alle risorse di branding online di un’azienda – pubblicità digitale , e-mail marketing , brochure online e oltre – c’è una gamma di tattiche che rientrano nell’ambito del “marketing digitale”.

I migliori esperti di marketing digitale hanno una chiara immagine di come ogni campagna di marketing digitale supporta i loro obiettivi generali. E a seconda degli obiettivi della loro strategia di marketing, i professionisti del marketing possono supportare una campagna più ampia attraverso i canali gratuiti e a pagamento a loro disposizione.

Un marketer di contenuti , ad esempio, può creare una serie di post di blog che servono a generare lead da un nuovo e-book creato di recente dall’azienda. Il marketer dei social media dell’azienda potrebbe quindi aiutare a promuovere questi post sul blog attraverso post a pagamento e organici sugli account dei social media dell’azienda . Forse l’ e – mail marketer crea una campagna e-mail per inviare a chi scarica l’ebook ulteriori informazioni sulla società. Parleremo di più su questi specifici marketer digitali in un minuto.

Ecco una rapida carrellata di alcune delle più comuni tattiche di marketing digitale e dei canali coinvolti in ognuna.

Ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO)

Questo è il processo di ottimizzazione del tuo sito Web per “posizionarsi” più in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca, aumentando così la quantità di traffico organico (o gratuito) ricevuto dal tuo sito Web. I canali che beneficiano della SEO includono siti Web, blog e infografiche.

Esistono diversi modi per avvicinarsi alla SEO al fine di generare traffico qualificato verso il tuo sito web. Questi includono:

  • SEO sulla pagina: questo tipo di SEO si concentra su tutto il contenuto che esiste “nella pagina” quando si guarda un sito web. Cercando parole chiave per il loro volume di ricerca e il loro intento (o significato), è possibile rispondere alle domande dei lettori e posizionarsi più in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP) che tali domande producono.
  • SEO fuori pagina: questo tipo di SEO si concentra su tutte le attività che si svolgono “fuori pagina” quando si cerca di ottimizzare il proprio sito Web. “Quale attività non presente sul mio sito Web potrebbe influire sulla mia classifica?” Potresti chiedere. La risposta è collegamenti in entrata, noti anche come collegamenti a ritroso. Il numero di editori che si collegano a te e la relativa “autorità” di quegli editori, influenzano la tua posizione in classifica per le parole chiave a te care. Collegando in rete con altri editori, scrivendo post degli ospiti su questi siti Web (e ricollegandoli al tuo sito Web) e generando attenzione esterna, puoi guadagnare i backlink necessari per spostare il tuo sito Web su tutte le SERP giuste.
  • SEO tecnico: questo tipo di SEO si concentra sul backend del tuo sito Web e su come le tue pagine sono codificate. La compressione delle immagini, i dati strutturati e l’ottimizzazione dei file CSS sono tutte forme di SEO tecnico che possono aumentare la velocità di caricamento del tuo sito Web, un importante fattore di classificazione agli occhi dei motori di ricerca come Google.

Content Marketing

Questo termine indica la creazione e la promozione di risorse di contenuto allo scopo di generare consapevolezza del marchio, crescita del traffico, generazione di lead e clienti. I canali che possono svolgere un ruolo nella tua strategia di marketing dei contenuti includono:

  • Post di blog: scrivere e pubblicare articoli su un blog aziendale consente di dimostrare la propria esperienza nel settore e di generare traffico di ricerca organico per la propria attività. Questo alla fine ti dà maggiori opportunità di convertire i visitatori del sito Web in lead per il tuo team di vendita.
  • Ebook e white paper: ebook, white paper e simili contenuti di lunga durata aiutano a educare ulteriormente i visitatori del sito Web. Ti consente inoltre di scambiare contenuti con le informazioni di contatto di un lettore, generando contatti per la tua azienda e spostando le persone lungo il percorso dell’acquirente.
  • Infografica: a volte i lettori vogliono che tu mostri, non lo dica. Le infografiche sono una forma di contenuto visivo che aiuta i visitatori del sito Web a visualizzare un concetto che si desidera aiutarli a imparare.

Vuoi imparare e applicare il content marketing alla tua azienda? Dai un’occhiata alla pagina delle risorse per la formazione sul marketing dei contenuti di HubSpot Academy .

Social media marketing

Questa pratica promuove il tuo marchio e i tuoi contenuti sui canali dei social media per aumentare la consapevolezza del marchio, guidare il traffico e generare contatti per la tua attività. I canali che puoi utilizzare nel social media marketing includono:

  • Facebook.
  • Twitter.
  • LinkedIn.
  • Instagram.
  • Snapchat.
  • Pinterest.

Se non conosci le piattaforme social, puoi utilizzare strumenti come HubSpot per connettere canali come LinkedIn e Facebook in un unico posto. In questo modo, puoi facilmente pianificare i contenuti per più canali contemporaneamente e monitorare anche le analisi dalla piattaforma.

Oltre a collegare gli account social a scopo di pubblicazione, puoi anche integrare le tue caselle di posta sui social media in HubSpot, in modo da poter ricevere i tuoi messaggi diretti in un unico posto. 

Pay Per Click (PPC)

PPC è un metodo per indirizzare il traffico verso il tuo sito web pagando un editore ogni volta che fai clic sul tuo annuncio. Uno dei tipi più comuni di PPC è Google Ads , che ti consente di pagare per le migliori slot nelle pagine dei risultati del motore di ricerca di Google ad un prezzo “per clic” dei link inseriti. Altri canali in cui è possibile utilizzare PPC includono:

  • Annunci a pagamento su Facebook:  qui, gli utenti possono pagare per personalizzare un video, un post di immagine o una presentazione, che Facebook pubblicherà nei feed di notizie delle persone che corrispondono al pubblico della tua attività.
  • Campagne di annunci Twitter: qui gli utenti possono pagare per inserire una serie di post o badge del profilo nei feed di notizie di un pubblico specifico, tutti dedicati a raggiungere un obiettivo specifico per la tua attività. Questo obiettivo può essere il traffico del sito Web, più follower su Twitter, coinvolgimento in tweet o persino download di app.
  • Messaggi sponsorizzati su LinkedIn: qui, gli utenti possono pagare per inviare messaggi direttamente a utenti specifici di LinkedIn in base al loro settore e al loro background.

Marketing di affiliazione

Questo è un tipo di pubblicità basata sulle prestazioni in cui ricevi commissioni per la promozione di prodotti o servizi di qualcun altro sul tuo sito web. I canali di marketing di affiliazione includono:

Pubblicità nativa

La pubblicità nativa si riferisce a pubblicità principalmente basate sui contenuti e presenti su una piattaforma insieme ad altri contenuti non a pagamento. I post sponsorizzati da BuzzFeed sono un buon esempio, ma molte persone considerano anche la pubblicità sui social come “nativa” , ad esempio la pubblicità su Facebook e la pubblicità su Instagram.

Automazione del marketing

L’automazione del marketing si riferisce al software che serve per automatizzare le tue operazioni di marketing di base. Molti dipartimenti di marketing possono automatizzare attività ripetitive che altrimenti svolgerebbero manualmente, come ad esempio:

  • Newsletter via e- mail : l’ automazione e-mail non ti consente solo di inviare e-mail automaticamente ai tuoi abbonati. Può anche aiutarti a ridurre ed espandere l’elenco dei contatti in base alle necessità, in modo che le tue newsletter vengano indirizzate solo alle persone che vogliono vederle nelle loro caselle di posta.
  • Pianificazione dei post sui social media: se desideri aumentare la presenza della tua organizzazione su un social network, devi pubblicare post di frequente. Questo rende la pubblicazione manuale un po ‘un processo indisciplinato. Gli strumenti di pianificazione dei social media spingono i tuoi contenuti sui canali dei social media per te, così puoi dedicare più tempo a concentrarti sulla strategia dei contenuti.
  • Flussi di lavoro di crescita dei lead: la generazione di lead e la conversione di tali lead in clienti possono essere un processo lungo. Puoi automatizzare tale processo inviando e-mail e contenuti specifici ai lead una volta che soddisfano determinati criteri, ad esempio quando scaricano e aprono un e-book.
  • Tracciamento e report della campagna : le  campagne di marketing possono includere un sacco di persone, e-mail, contenuti, pagine Web, telefonate e altro. L’automazione del marketing può aiutarti a ordinare tutto ciò su cui lavori in base alla campagna in corso di pubblicazione, quindi a monitorare le prestazioni di quella campagna in base ai progressi compiuti da tutti questi componenti nel tempo.

Marketing via email

Le aziende utilizzano l’email marketing come mezzo per comunicare con il proprio pubblico. La posta elettronica viene spesso utilizzata per promuovere contenuti, sconti ed eventi, nonché per indirizzare le persone verso il sito Web dell’azienda. I tipi di email che potresti inviare in una campagna di email marketing includono:

  • Newsletter di iscrizione al blog.
  • Email di follow-up ai visitatori del sito Web che hanno scaricato qualcosa.
  • Email di benvenuto del cliente.
  • Promozioni per le vacanze ai membri del programma fedeltà.
  • Suggerimenti o e-mail di serie simili per il nutrimento dei clienti.

PR online

La PR online è la pratica di garantire la copertura online guadagnata con pubblicazioni digitali, blog e altri siti Web basati sul contenuto. È molto simile alle pubbliche relazioni tradizionali, ma nello spazio online. I canali che è possibile utilizzare per massimizzare le attività di PR includono:

  • Diffusione dei reporter tramite i social media: parlare con i giornalisti su Twitter, ad esempio, è un ottimo modo per sviluppare una relazione con la stampa che produce opportunità mediatiche guadagnate per la vostra azienda.
  • Coinvolgere le recensioni online della tua azienda: quando qualcuno recensisce la tua azienda online, sia che quella recensione sia buona o cattiva, il tuo istinto potrebbe non essere toccarlo. Al contrario, coinvolgenti recensioni aziendali ti aiutano a umanizzare il tuo marchio e a fornire messaggi potenti che proteggono la tua reputazione.
  • Coinvolgere i commenti sul tuo sito Web o blog personale: simile al modo in cui risponderesti alle recensioni della tua azienda, rispondere alle persone che stanno leggendo i tuoi contenuti è il modo migliore per generare conversazioni produttive nel tuo settore.

Marketing in entrata

Il marketing in entrata si riferisce a una metodologia di marketing in cui attiri, coinvolgi e delizia i clienti in ogni fase del percorso dell’acquirente. Puoi utilizzare tutte le tattiche di marketing digitale sopra elencate, attraverso una strategia di marketing in entrata, per creare un’esperienza cliente che lavora  con il cliente, non  contro di essa. Ecco alcuni esempi classici di marketing in entrata rispetto al marketing tradizionale: 

  • Blogging vs. annunci pop-up
  • Video marketing vs. pubblicità commerciale
  • Elenchi di contatti e-mail o spam e-mail

Contenuto sponsorizzato

Con i contenuti sponsorizzati, tu come marchio paghi un’altra società o entità per creare e promuovere contenuti che trattino in qualche modo il tuo marchio o servizio.

Un tipo popolare di contenuti sponsorizzati è l’influencer marketing. Con questo tipo di contenuti sponsorizzati, un marchio sponsorizza un influencer nel suo settore per pubblicare post o video relativi all’azienda sui social media.

Un altro tipo di contenuto sponsorizzato potrebbe essere un post o un articolo di blog scritto per evidenziare un argomento, un servizio o un marchio.

Per saperne di più sui contenuti sponsorizzati, dai un’occhiata a questo post sul blog.

Cosa fa un marketer digitale?

I marketer digitali sono responsabili della promozione della consapevolezza del marchio e della generazione di lead attraverso tutti i canali digitali, sia gratuiti che a pagamento, a disposizione di un’azienda. Questi canali includono social media, sito Web dell’azienda, classifiche dei motori di ricerca, e-mail, pubblicità display e blog dell’azienda.

Il marketer digitale di solito si concentra su un indicatore di prestazioni chiave (KPI) diverso per ciascun canale in modo che possano misurare correttamente le prestazioni dell’azienda su ciascuno di essi. Un marketer digitale che si occupa di SEO, ad esempio, misura il “traffico organico” del proprio sito Web – di quel traffico proveniente dai visitatori del sito Web che hanno trovato una pagina del sito Web dell’azienda tramite una ricerca su Google.

Il marketing digitale viene svolto oggi in molti ruoli di marketing. Nelle piccole aziende, un generalista potrebbe possedere contemporaneamente molte delle tattiche di marketing digitale descritte sopra. Nelle aziende più grandi, queste tattiche hanno diversi specialisti che si concentrano solo su uno o due dei canali digitali del marchio.

Ecco alcuni esempi di questi specialisti:

Manager SEO

KPI principali: traffico organico

In breve, i gestori SEO riescono a posizionare l’azienda su Google. Utilizzando una varietà di approcci per l’ottimizzazione dei motori di ricerca, questa persona potrebbe lavorare direttamente con i creatori di contenuti per garantire che i contenuti che producono funzionino bene su Google, anche se l’azienda pubblica anche questi contenuti sui social media.

Specialista di Content Marketing

KPI principali: tempo sulla pagina, traffico blog complessivo, abbonati ai canali YouTube

Gli specialisti del content marketing sono i creatori di contenuti digitali. Spesso tengono traccia del calendario dei blog dell’azienda e escogitano una strategia di contenuti che include anche video. Questi professionisti spesso lavorano con persone di altri reparti per garantire che i prodotti e le campagne avviati dall’azienda siano supportati con contenuti promozionali su ciascun canale digitale.

Social media manager

Principali indicatori chiave di prestazione: follower, impressioni, azioni

Il ruolo di un gestore di social media è facile da dedurre dal titolo, ma i social network che gestiscono per l’azienda dipendono dal settore. Soprattutto, i gestori dei social media stabiliscono un programma di pubblicazione per i contenuti scritti e visivi dell’azienda. Questo dipendente potrebbe anche collaborare con lo specialista del marketing dei contenuti per sviluppare una strategia per i contenuti da pubblicare su quali social network.

(Nota: per i KPI di cui sopra, “impressioni” si riferisce al numero di volte in cui i post di un’azienda vengono visualizzati sul feed di notizie di un utente.)

Coordinatore dell’automazione del marketing

Principali indicatori chiave di prestazione: percentuale di apertura e-mail, percentuale di clic della campagna, percentuale di generazione di lead (conversione)

Il coordinatore dell’automazione del marketing aiuta a scegliere e gestire il software che consente a tutto il team di marketing di comprendere il comportamento dei propri clienti e misurare la crescita della propria attività. Poiché molte delle operazioni di marketing descritte sopra potrebbero essere eseguite separatamente l’una dall’altra, è importante che ci sia qualcuno che può raggruppare queste attività digitali in singole campagne e tenere traccia delle prestazioni di ciascuna campagna.

Inbound Marketing vs. Digital Marketing: che cos’è?

In apparenza, i due sembrano simili: entrambi si verificano principalmente online ed entrambi si concentrano sulla creazione di contenuti digitali che le persone possano consumare. Quindi qual è la differenza?

Il termine ” marketing digitale ” non fa distinzione tra tattiche di marketing push and pull (o quelli che ora potremmo chiamare metodi “inbound” e “outbound”). Entrambi possono ancora cadere sotto l’ombrello del marketing digitale.

Le tattiche di uscita digitale mirano a mettere un messaggio di marketing direttamente davanti a quante più persone possibile nello spazio online, indipendentemente dal fatto che sia pertinente o apprezzato. Ad esempio, gli sgargianti banner pubblicitari che vedete nella parte superiore di molti siti Web cercano di spingere un prodotto o una promozione su persone che non sono necessariamente pronte a riceverlo.

D’altro canto, gli esperti di marketing che impiegano tattiche inbound digitali utilizzano contenuti online per attirare i propri clienti target sui loro siti Web fornendo risorse utili. Uno dei più semplici ma potenti asset di marketing digitale in entrata è un blog, che consente al tuo sito Web di capitalizzare i termini che i tuoi clienti ideali stanno cercando.

In definitiva, il marketing in entrata è una metodologia che utilizza le risorse di marketing digitale per attrarre, coinvolgere e soddisfare i clienti online. Il marketing digitale, d’altra parte, è semplicemente un termine generico per descrivere le tattiche di marketing online di qualsiasi tipo, indipendentemente dal fatto che siano considerate in entrata o in uscita.

Il marketing digitale funziona per tutte le aziende?

Il marketing digitale può funzionare per qualsiasi attività commerciale in qualsiasi settore. Indipendentemente da ciò che la tua azienda vende, il marketing digitale comporta comunque la creazione di personalità acquirente per identificare le esigenze del pubblico e la creazione di contenuti online di valore. Tuttavia, ciò non significa che tutte le aziende dovrebbero implementare una strategia di marketing digitale allo stesso modo.

Marketing digitale B2B

Se la tua azienda è business-to-business (B2B), è probabile che i tuoi sforzi di marketing digitale siano incentrati sulla generazione di lead online, con l’obiettivo finale che qualcuno parli con un venditore. Per questo motivo, il ruolo della tua strategia di marketing è quello di attrarre e convertire lead di alta qualità per i tuoi venditori tramite il tuo sito Web e supportando i canali digitali.

Oltre al tuo sito Web, probabilmente sceglierai di concentrare i tuoi sforzi su canali focalizzati sul business come LinkedIn, dove il tuo gruppo demografico trascorre il loro tempo online.

Marketing digitale B2C

Se la tua azienda è business-to-consumer (B2C), a seconda del prezzo dei tuoi prodotti, è probabile che l’obiettivo dei tuoi sforzi di marketing digitale sia quello di attrarre le persone sul tuo sito Web e farle diventare clienti senza mai dover parlare con un venditore.

Per questo motivo, probabilmente hai meno probabilità di concentrarti sui “lead” nel loro senso tradizionale e più probabilmente ti concentrerai sulla costruzione del viaggio di un acquirente accelerato, dal momento in cui qualcuno atterra sul tuo sito Web, al momento in cui effettuano un acquisto . Ciò significa spesso che le funzionalità del tuo prodotto nei tuoi contenuti sono più in alto nella canalizzazione di marketing rispetto a quanto potrebbe fare per un’azienda B2B e potrebbe essere necessario utilizzare inviti all’azione (CTA) più forti.

Per le aziende B2C, canali come Instagram e Pinterest possono spesso essere più preziosi delle piattaforme focalizzate sul business LinkedIn.

Qual è il ruolo del marketing digitale per un’azienda?

A differenza della maggior parte degli sforzi di marketing offline, il marketing digitale consente ai professionisti del marketing di vedere risultati accurati in tempo reale. Se hai mai messo un annuncio su un giornale, saprai quanto è difficile stimare quante persone sono effettivamente passate a quella pagina e hanno prestato attenzione al tuo annuncio. Non esiste un modo infallibile per sapere se l’annuncio è stato responsabile di eventuali vendite.

D’altra parte, con il marketing digitale, puoi misurare il ROI praticamente di qualsiasi aspetto dei tuoi sforzi di marketing.

Ecco alcuni esempi:

Traffico del sito web

Con il marketing digitale, puoi vedere il numero esatto di persone che hanno visualizzato la homepage del tuo sito Web in tempo reale utilizzando il software di analisi digitale , disponibile in piattaforme di marketing come HubSpot.

Puoi anche vedere quante pagine hanno visitato, quale dispositivo stavano usando e da dove provenivano, tra gli altri dati di analisi digitale .

Questa intelligenza ti aiuta a stabilire le priorità su quali canali di marketing trascorrere più o meno tempo, in base al numero di persone che quei canali stanno conducendo al tuo sito web. Ad esempio, se solo il 10% del tuo traffico proviene dalla ricerca organica, sai che probabilmente dovrai dedicare un po ‘di tempo alla SEO per aumentare quella percentuale.

Con il marketing offline, è molto difficile stabilire in che modo le persone interagiscono con il tuo marchio prima che interagiscano con un venditore o effettuino un acquisto. Con il marketing digitale, è possibile identificare tendenze e modelli nel comportamento delle persone prima che abbiano raggiunto la fase finale del percorso dell’acquirente, il che significa che è possibile prendere decisioni più informate su come attirarle sul proprio sito Web proprio in cima all’imbuto di marketing.

Performance dei contenuti e generazione di lead

Immagina di aver creato un opuscolo di prodotto e di averlo pubblicato attraverso le cassette postali delle persone: quell’opuscolo è una forma di contenuto, anche se offline. Il problema è che non hai idea di quante persone hanno aperto la tua brochure o quante persone l’hanno gettata nel cestino.

Ora immagina di avere invece quella brochure sul tuo sito web. Puoi misurare esattamente quante persone hanno visualizzato la pagina in cui è ospitata e puoi raccogliere i dettagli di contatto di coloro che la scaricano utilizzando i moduli. Non solo puoi misurare quante persone interagiscono con i tuoi contenuti, ma stai anche generando lead qualificati quando le persone li scaricano.

Modellazione dell’attribuzione

Una strategia di marketing digitale efficace in combinazione con gli strumenti e le tecnologie più adatte consente di tracciare tutte le tue vendite Torna al primo punto di contatto digitali di un cliente con l’azienda.

Chiamiamo questo modello di attribuzione e ti consente di identificare le tendenze nel modo in cui le persone ricercano e acquistano il tuo prodotto, aiutandoti a prendere decisioni più informate su quali parti della tua strategia di marketing meritano più attenzione e quali parti del tuo ciclo di vendita necessitano di essere raffinate .

Collegare i punti tra marketing e vendite è estremamente importante: secondo il gruppo Aberdeen, le aziende con un forte allineamento delle vendite e del marketing raggiungono un tasso di crescita annuale del 20%, rispetto a un calo del 4% delle entrate per le aziende con un allineamento scadente. Se riesci a migliorare il percorso del tuo cliente attraverso il ciclo di acquisto utilizzando le tecnologie digitali, è probabile che rifletta positivamente sui profitti della tua attività.

Quali tipi di contenuti digitali dovrei creare?

Il tipo di contenuto che crei dipende dalle esigenze del pubblico in diverse fasi del percorso dell’acquirente. Dovresti iniziare creando persone acquirente (usa questi modelli gratuiti o prova makemypersona.com ) per identificare quali sono gli obiettivi e le sfide del tuo pubblico in relazione alla tua attività. A livello di base, i tuoi contenuti online dovrebbero mirare ad aiutarli a raggiungere questi obiettivi e superare le loro sfide.

Quindi, dovrai pensare a quando è più probabile che siano pronti a consumare questo contenuto in relazione alla fase in cui si trovano nel viaggio dell’acquirente. Chiamiamo questa mappatura dei contenuti.

Con la mappatura dei contenuti, l’obiettivo è quello di indirizzare i contenuti in base a:

  1. Le caratteristiche della persona che lo consumerà (è qui che entrano le persone acquirente).
  2. Quanto è vicina quella persona a fare un acquisto (cioè, la fase del suo ciclo di vita).

In termini di formato dei tuoi contenuti, ci sono molte cose diverse da provare. Ecco alcune opzioni che consigliamo di utilizzare in ogni fase del viaggio dell’acquirente:

Fase di sensibilizzazione

  • I post del blog. Ottimo per aumentare il traffico organico quando associato a una forte strategia SEO e parole chiave.
  • Infografica. Molto condivisibile, il che significa che aumentano le possibilità di essere trovati sui social media quando altri condividono i tuoi contenuti. (Dai un’occhiata a questi modelli di infografica gratuiti per iniziare.)
  • Brevi video Ancora una volta, questi sono molto condivisibili e possono aiutare il tuo marchio a essere scoperto da un nuovo pubblico ospitando su piattaforme come YouTube.

Fase di considerazione

  • Ebooks. Ottimo per la generazione di lead in quanto sono generalmente più completi di un post di blog o di un’infografica, il che significa che è più probabile che qualcuno scambi le informazioni di contatto per riceverli.
  • Rapporti di ricerca. Ancora una volta, questo è un pezzo di alto valore che è ottimo per la generazione di lead. Rapporti di ricerca e nuovi dati per il tuo settore possono anche funzionare per la fase di sensibilizzazione, poiché vengono spesso raccolti dai media o dalla stampa di settore.
  • Webinar. Trattandosi di una forma più dettagliata e interattiva di contenuti video, i webinar sono un formato di contenuto della fase di considerazione efficace in quanto offrono contenuti più completi di un post di blog o di un breve video.

Fase decisionale

  • Casi studio. Avere case study dettagliati sul tuo sito Web può essere una forma efficace di contenuto per coloro che sono pronti a prendere una decisione di acquisto, in quanto ti aiuta a influenzare positivamente la loro decisione.
  • Testimonianze. Se i casi studio non sono adatti alla tua attività, avere brevi testimonianze sul tuo sito Web è una buona alternativa. Per i marchi B2C, pensa alle testimonianze un po ‘più liberamente. Se sei un marchio di abbigliamento, questi potrebbero assumere la forma di foto di come altre persone hanno disegnato una camicia o un vestito, attinto da un hashtag di marca in cui le persone possono contribuire.

Quanto tempo ci vorrà per vedere i risultati dei miei contenuti?

Con il marketing digitale, spesso ti sembra di riuscire a vedere i risultati molto più velocemente di quanto potresti fare con il marketing offline perché è più facile misurare il ROI . Tuttavia, dipende in ultima analisi dalla portata e dall’efficacia della tua strategia di marketing digitale .

Se trascorri del tempo a costruire personaggi compratori completi per identificare le esigenze del tuo pubblico e ti concentri sulla creazione di contenuti online di qualità per attirarli e convertirli, è probabile che tu veda risultati positivi entro i primi sei mesi.

Se la pubblicità a pagamento fa parte della tua strategia digitale, i risultati arrivano ancora più rapidamente, ma si consiglia di concentrarsi sulla costruzione della portata organica (o “gratuita”) utilizzando contenuti, SEO e social media per un successo sostenibile a lungo termine.

Ho bisogno di un grande budget per il marketing digitale?

Come in ogni altra cosa, dipende davvero da quali elementi del marketing digitale stai cercando di aggiungere alla tua strategia.

Se ti stai concentrando su tecniche inbound come SEO, social media e creazione di contenuti per un sito Web preesistente, la buona notizia è che non hai bisogno di molto budget. Con il marketing in entrata, l’obiettivo principale è la creazione di contenuti di alta qualità che il tuo pubblico vorrà consumare, che a meno che tu non abbia intenzione di esternalizzare il lavoro, l’unico investimento di cui hai bisogno è il tuo tempo.

Puoi iniziare ospitando un sito Web e creando contenuti utilizzando il CMS di HubSpot . Per quelli con un budget limitato, puoi iniziare a utilizzare WordPress ospitato su WP Engine e utilizzarli semplicemente da StudioPress .

Con tecniche in uscita come la pubblicità online e l’acquisto di elenchi e-mail, ci sono senza dubbio alcune spese. Il costo dipende dal tipo di visibilità che desideri ricevere a seguito della pubblicità.

Ad esempio, per implementare PPC utilizzando Google AdWords, farai offerte contro altre società del tuo settore affinché vengano visualizzate nella parte superiore dei risultati di ricerca di Google per le parole chiave associate alla tua attività. A seconda della competitività della parola chiave, questo può essere ragionevolmente conveniente o estremamente costoso, motivo per cui è una buona idea concentrarsi anche sulla costruzione della propria portata organica.

In che modo il marketing mobile si adatta alla mia strategia di marketing digitale?

Un altro componente chiave del marketing digitale è il mobile marketing. In effetti, l’ utilizzo dello smartphone nel suo insieme rappresenta il 69% del tempo trascorso a consumare media digitali negli Stati Uniti, mentre il consumo di media digitali su desktop rappresenta meno della metà – e gli Stati Uniti non sono ancora i più grandi fan dei cellulari rispetto ad altri paesi .

Ciò significa che è essenziale ottimizzare gli annunci digitali, le pagine Web, le immagini dei social media e altre risorse digitali per i dispositivi mobili. Se la tua azienda ha un’app mobile che consente agli utenti di interagire con il tuo marchio o acquistare i tuoi prodotti, anche la tua app rientra nell’ambito del marketing digitale.

Coloro che interagiscono con la tua azienda online tramite dispositivi mobili devono avere la stessa esperienza positiva che avrebbero sul desktop. Ciò significa implementare un design di sito Web ottimizzato per dispositivi mobili o reattivo per rendere la navigazione intuitiva per coloro che utilizzano dispositivi mobili. Potrebbe anche significare ridurre la lunghezza dei moduli di generazione di lead per creare un’esperienza senza problemi per le persone che scaricano i tuoi contenuti in movimento. Per quanto riguarda le immagini dei social media, è importante tenere sempre presente un utente mobile quando le si crea poiché le dimensioni dell’immagine sono più piccole sui dispositivi mobili, il che significa che il testo può essere tagliato.

Esistono molti modi per ottimizzare le risorse di marketing digitale per gli utenti mobili e, quando si implementa una strategia di marketing digitale , è estremamente importante considerare come l’esperienza si tradurrà sui dispositivi mobili. Assicurandoti che ciò sia sempre una priorità, creerai esperienze digitali che funzionino per il tuo pubblico e conseguentemente conseguirai i risultati che speri.

Sono pronto a provare il marketing digitale. E adesso?

Se stai già facendo marketing digitale, è probabile che tu stia raggiungendo almeno alcuni segmenti del tuo pubblico online. Senza dubbio puoi pensare ad alcune aree della tua strategia che potrebbero usare un piccolo miglioramento, però.

Ecco perché abbiamo creato Why Digital Marketing? La guida essenziale per il marketing del tuo marchio online – una guida passo-passo per aiutarti a costruire una strategia di marketing digitale che sia veramente efficace, che tu sia un principiante completo o che abbia un po ‘più di esperienza. 

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close