I migliori strumenti SEO del 2021

Riproduci le lettere che scandiscono la parola "SEO".

(Credito immagine: Shutterstock/eamesBot)

I migliori strumenti SEO rendono più semplice e facile garantire che il tuo sito Web sia ottimizzato per le prestazioni, nonché gestire e monitorare il posizionamento nei motori di ricerca.

I MIGLIORI STRUMENTI SEO

Fare clic sui collegamenti seguenti per accedere al sito Web del provider:

 

1. SEMrush

2. Ahrefs

3. Moz Pro

4. Majestic

5. Spyfu

6. SEO spider

 

Oppure passa ai migliori strumenti SEO gratuiti .

Al centro, la SEO (Search Engine Optimization) si è sviluppata come un’estensione dell’accessibilità web seguendo le linee guida HTML4, al fine di aiutare a identificare meglio lo scopo e il contenuto di un documento. 

Ciò significava garantire che le pagine Web avessero titoli di pagina univoci che riflettessero correttamente il loro contenuto, nonché intestazioni di parole chiave per evidenziare il contenuto delle singole pagine e che gli altri tag fossero trattati allo stesso modo. 

Ciò era necessario, non ultimo perché gli sviluppatori web erano spesso concentrati solo sui problemi di codifica piuttosto che sull’esperienza dell’utente, per non parlare delle linee guida per la pubblicazione sul web.

La situazione è cambiata lentamente quando è diventato sempre più noto che i motori di ricerca utilizzavano questi segnali “on-page” per fornire le loro “Pagine dei risultati dei motori di ricerca” (SERP) e che c’era un vantaggio nel posizionarsi più in alto su questi per attingere a prodotti organici gratuiti e naturali traffico.

Hai attualmente un sito web?
Sì (condividere l’URL corrente):

  • Ecco i migliori servizi di web hosting che abbiamo curato
  • Trova il miglior software per la creazione di siti Web
  • Abbiamo selezionato i migliori strumenti SEO onpage

Internet si è evoluto molto da quei primi giorni e i principali motori di ricerca come Google ora elaborano molte più informazioni “off page” quando determinano i loro risultati di ricerca, non da ultimo utilizzando l’elaborazione semantica, la raccolta dei dati degli utenti e l’applicazione di reti neurali per il apprendimento automatico di modelli, tendenze e preferenze personali.

Tuttavia, gli ideali fondamentali della SEO rimangono gli stessi di sempre: quello di garantire che le pagine abbiano i tag corretti per il targeting delle parole chiave, non solo per i risultati di ricerca naturali, ma anche per PPC (Pay Per Click) e altre campagne di marketing, dove l’invito all’azione (CTA) e i tassi di conversione sono indicatori essenziali di successo. Google lo ha sottolineato di recente con i suoi Core Web Vitals, per segnalare che i fondamentali di base restano essenziali.

Ma come fa un’azienda a sapere quali parole chiave scegliere come target nelle sue pagine di vendita? In che modo un sito Web filtra il traffico transazionale dei visitatori generici del sito? E come può quell’azienda aumentare la sua capacità di catturare traffico mirato da Internet? Qui elenchiamo i migliori strumenti SEO per aiutarti a fare esattamente questo.

  • Abbiamo anche elencato i migliori servizi di marketing online .

divisore

(Credito immagine: SEMrush)

1. SEMrush

Strumenti SEO avanzati, tutti accessibili da una dashboard magistrale

MOTIVI PER ACQUISTARE
+Analizza le metriche dei concorrenti+Cruscotto informativo robusto+Set di strumenti completo
MOTIVI PER EVITARE
Usa una terminologia complicata

SEMrush SEO toolkit offre un set completo di strumenti SEO. Puoi visualizzare rapporti dettagliati sull’analisi delle parole chiave e un riepilogo di tutti i domini che gestisci.

Ancora più cruciale, il toolkit SEO ti consente di confrontare le prestazioni delle tue pagine per vedere come ti posizioni rispetto alla concorrenza. Ad esempio, puoi analizzare i backlink da altri siti Web al tuo. (questo processo è talvolta chiamato ‘link building’).

L’analisi del traffico aiuta a identificare le principali fonti di traffico web dei tuoi concorrenti, come i principali siti di riferimento. Ciò ti consente di approfondire i dettagli precisi di come i tuoi siti e quelli dei tuoi concorrenti si misurano in termini di durata media della sessione e frequenza di rimbalzo. Inoltre, “Confronto sorgenti di traffico” ti offre una panoramica dei canali di marketing digitale per un gruppo di rivali contemporaneamente. Per coloro che non conoscono lo slang SEO, le “frequenze di rimbalzo” sono la percentuale di visitatori che visitano un sito Web e poi se ne vanno senza accedere ad altre pagine dello stesso sito.

La panoramica del dominio fa molto di più che fornire una sintesi delle strategie SEO dei tuoi concorrenti. Puoi anche rilevare parole chiave specifiche che hanno scelto come target e accedere al rendimento relativo dei tuoi domini sia su desktop che su dispositivi mobili.

SEMrush ha ricevuto molte menzioni positive online, ma è stato criticato per l’uso del gergo SEO come “SERP” che potrebbe allontanare gli utenti inesperti. Un abbonamento “Pro” costa $ 119,95 al mese che include l’accesso a tutti gli strumenti SEO.

Nel corso del tempo, SEMrush ha aggiunto alcuni strumenti in più alla sua offerta: un marketplace per gli scrittori, uno strumento per l’aumento del traffico, un set di strumenti per le agenzie e persino un servizio di prim’ordine per le agenzie di pubbliche relazioni.

Per i nostri lettori è disponibile una prova gratuita di 14 giorni per provare il servizio .

  • Leggi la nostra recensione completa su SEMrush .

divisore

(Credito immagine: Ahrefs)

2. Ahrefs

Una suite SEO completa con buoni prezzi e un ottimo indice web

MOTIVI PER ACQUISTARE
+Enorme indice di collegamenti web+Ampia documentazione, tutorial e supporto utente esperto+Strumenti di filtraggio avanzati per utenti esperti
MOTIVI PER EVITARE
Nessuna app mobileL’integrazione dell’API potrebbe essere migliorata

Dalla sua versione iniziale nel 2011,  Ahrefs  è diventato rapidamente uno degli strumenti SEO più popolari sul mercato ed è utilizzato dagli sviluppatori web e dai creatori di contenuti di tutto il mondo per far crescere la loro presenza online.

Ahrefs vanta il più grande indice di backlink dei migliori strumenti SEO, con oltre 295 miliardi di pagine indicizzate e oltre 16 trilioni di backlink. Aggiungi un esploratore di parole chiave aggiornato, strumenti per monitorare la concorrenza, oltre a una seria quantità di documentazione per l’utente e Ahrefs potrebbe essere lo strumento di cui hai bisogno per classificare meglio e aumentare il traffico. 

Ahrefs è dotato di tutti gli strumenti necessari per esplorare e far crescere la tua presenza online. Una dashboard centrale ti offre una panoramica del posizionamento, del traffico e dei backlink dei tuoi progetti. Dalla pagina di destinazione, puoi accedere facilmente a ciascuno dei cinque elementi principali di Ahrefs, descritti di seguito.

Ahrefs vanta una serie di potenti funzionalità che aiutano a distinguerlo, incluso un web crawler proprietario secondo solo a Google per dimensioni e velocità. Sebbene i prezzi siano ampiamente allineati con quelli di prodotti simili, l’analisi dei link best-in-class, potenti strumenti di ricerca e un supporto utente esperto aiutano a rendere Ahrefs una delle migliori opzioni per comprendere e migliorare la presenza online del tuo dominio.

  • Leggi la nostra recensione completa di Ahrefs .

divisore

(Credito immagine: Moz Pro)

3. Moz Pro

Strumenti di marketing per i motori di ricerca supportati dalla community

MOTIVI PER ACQUISTARE
+Ampia gamma di strumenti+Enorme quantità di dati+Comunità solidale

Moz Pro è una piattaforma di strumenti SEO che mira ad aiutarti ad aumentare il traffico, il posizionamento e la visibilità nei risultati dei motori di ricerca. 

Gli strumenti chiave includono la possibilità di controllare il tuo sito utilizzando lo spider Moz Pro, che dovrebbe evidenziare potenziali problemi e consigliare informazioni utili. C’è anche la possibilità di monitorare il posizionamento del tuo sito su centinaia o addirittura migliaia di parole chiave per sito web.

C’è anche uno strumento di ricerca delle parole chiave per aiutare a determinare quali parole chiave e combinazioni di parole chiave possono essere le migliori per il targeting, e c’è anche uno strumento di analisi dei backlink che combina una combinazione di metriche tra cui testo di ancoraggio nei collegamenti e autorità di dominio stimata.

Il prezzo di Moz Pro parte da $ 99 al mese per il piano Standard che copre gli strumenti di base. Il piano Medium offre una gamma più ampia di funzionalità per $ 149 al mese ed è disponibile una prova gratuita. Tieni presente che i piani prevedono uno sconto del 20% se pagati annualmente. Sono disponibili piani aggiuntivi per le esigenze di agenzie e aziende e sono disponibili ulteriori strumenti a pagamento per gli elenchi locali e l’analisi dei dati STAT.

Anche se non ti iscrivi a Moz Pro, sono disponibili numerosi strumenti gratuiti. C’è anche un’enorme community di supporto pronta a offrire aiuto, consigli e guida in tutta l’ampiezza dei problemi di marketing di ricerca.

  • Leggi la nostra recensione completa su Moz Pro .

divisore

(Credito immagine: Majestic)

4. Maestosi strumenti SEO

Un’offerta reale per tutti gli armeggiatori di backlink

MOTIVI PER ACQUISTARE
+Enorme quantità di dati+Molteplici funzionalità+Ottima analisi

Gli strumenti SEO Majestic hanno costantemente ricevuto elogi dai veterani SEO sin dal suo inizio nel 2011. Questo lo rende anche uno dei più antichi strumenti SEO disponibili oggi.

Il focus principale degli strumenti è sui backlink, che rappresentano i collegamenti tra un sito web e un altro. Ciò ha un’influenza significativa sulle prestazioni SEO e, in quanto tale, Majestic ha un’enorme quantità di dati di backlink.

Gli utenti possono cercare sia un “Indice fresco” che viene scansionato e aggiornato durante il giorno, sia un “Indice storico” che è stato elogiato online per la sua velocità di recupero fulminea. Una delle funzionalità più popolari è il “Majestic Million” che mostra una classifica dei primi 1 milione di siti web.

La versione “Lite” di Majestic costa $ 50 al mese e incorpora funzionalità utili come un controllo di backlink di massa, un record di domini di riferimento, IP e sottoreti, nonché “Site Explorer” integrato di Majestic. Questa funzione progettata per darti una panoramica del tuo negozio online ha ricevuto alcuni commenti negativi a causa dell’aspetto un po’ datato. Majestic non ha nemmeno l’integrazione di Google Analytics.

  • Leggi la nostra recensione completa di Majestic SEO Tools .

divisore

(Credito immagine: SpyFu)

5. SpyFu

Strumenti SEO convenienti per aziende di tutte le dimensioni

MOTIVI PER ACQUISTARE
+Facile da usare+Set completo di funzionalità+Prezzo competitivo
MOTIVI PER EVITARE
Viene fornito con strumenti avanzati di cui i principianti potrebbero non aver bisognoL’eccesso di dati può essere difficile da ordinare.

SpyFu  è una società di analisi delle ricerche che cerca in Internet i dati utilizzati per identificare le parole chiave che le aziende e i siti Web acquistano utilizzando Google AdWords. SpyFu abbina anche i risultati di ricerca con i termini di ricerca in modo che le aziende abbiano maggiori informazioni sui tipi di ricerche e sulle stringhe di parole per le quali appaiono nella pagina dei risultati del motore di ricerca (SERP) di Google.

SpyFu ti consente essenzialmente di “spiare” i tuoi concorrenti aiutandoti a individuare le parole chiave che i tuoi concorrenti acquistano per la pubblicità online e individuando le parole e le frasi che generano più traffico. In questo modo, puoi stare un passo avanti rispetto ad altre aziende o servizi che lavorano nel tuo settore e attirare più traffico sui tuoi siti.

SpyFu ha tre piani diversi. Il piano di base costa $ 33 al mese e include 250 lead di vendita e contatti di dominio, nonché 5.000 classifiche settimanali di parole chiave tracciate. Questo piano è più adatto alle nuove startup e alle piccole aziende con un’impronta online limitata.

Pochi prodotti si avvicinano a fornire la profondità e la funzionalità che ottieni con SpyFu. Ha un prezzo inferiore ai suoi principali concorrenti, è facile da usare e può essere personalizzato in base alle tue esigenze. Fornisce tutti gli strumenti PPC, SEO e di ricerca di parole chiave di cui chiunque, da una grande azienda a una piccola startup, avrebbe bisogno ed è un’applicazione altamente efficace e ben progettata.

  • Leggi la nostra recensione completa su SpyFu .

divisore

(Credito immagine: rana urlante)

6. Ragno SEO

SEO Spider è un web crawler efficace ma la versione gratuita è leggermente limitata

MOTIVI PER ACQUISTARE
+Utilizzato dai leader del settore+Eccellenti funzionalità di scansione
MOTIVI PER EVITARE
Versione gratuita limitata

SEO Spider è stato originariamente creato nel 2010 dal nome eufemistico “Screaming Frog”. I clienti di questo turbolento rettile includono giocatori importanti come Disney, Shazam e Dell.

Una delle caratteristiche più interessanti di SEO Spider è la sua capacità di eseguire una rapida ricerca degli URL, nonché di eseguire la scansione del tuo sito per verificare la presenza di pagine non funzionanti. Ciò ti evita la fatica di fare clic manualmente su ciascun collegamento per escludere “errori 404”.  

Lo strumento consente inoltre di controllare le pagine con tag title mancanti, meta tag duplicati, tag di lunghezza errata, nonché controllare il numero di collegamenti posizionati su ciascuna pagina 

C’è sia una versione gratuita che a pagamento di SEO Spider. La versione gratuita contiene la maggior parte delle funzionalità di base come i reindirizzamenti di scansione, ma questo è limitato a 500 URL. Questo rende la versione ‘Lite’ di SEO Spider adatta solo a domini più piccoli. La versione a pagamento costa $ 180 all’anno e include funzionalità più avanzate e supporto tecnico gratuito.

  • Leggi la nostra recensione completa di SEO Spider .

I migliori strumenti SEO gratuiti

Sebbene abbiamo evidenziato i migliori strumenti SEO a pagamento in circolazione, un certo numero di siti Web offre strumenti più limitati che sono gratuiti. Qui esamineremo i migliori strumenti SEO gratuiti disponibili.

(Credito immagine: Google)

1. Console di ricerca di Google

Chi meglio del gigante della ricerca Google per migliorare la tua SEO?

MOTIVI PER ACQUISTARE
+Ideale per i principianti+Facile accesso alle metriche chiave+Supporto gratuito

Google Search Console (GSC) è un modo eccellente per i webmaster principianti di iniziare con la SEO. 

Anche se non sei testardo sulla SEO, qualunque sia la dimensione del tuo sito o blog, la lodevole Search Console di Google (precedentemente Webmaster Central) e la miriade di strumenti intuitivi sotto il suo cofano dovrebbero essere il tuo primo punto di riferimento. 

La suite di strumenti ti fornisce informazioni preziose sul tuo sito a colpo d’occhio: può valutare le prestazioni del tuo sito e osservare potenziali problemi da risolvere (come link spam negativi), aiutarti a garantire che il tuo sito sia compatibile con Google e monitorare l’indicizzazione del tuo sito da parte di Google . 

Puoi anche segnalare spam e richiedere la riconsiderazione se il tuo sito ha subito una sanzione. Inoltre, se non fai riferimento alle loro Istruzioni per i webmaster di tanto in tanto, beh, devi incolpare solo te stesso se sbagli. Search Console è costantemente aggiornato e sono in arrivo nuove funzionalità, come il nuovo strumento di ispezione degli URL o il nuovo rapporto sulle mappe del sito.

La guida è disponibile tramite la Community di assistenza per i webmaster , un luogo in cui i webmaster possono connettersi e condividere suggerimenti per la risoluzione dei problemi e le prestazioni. Dalla fine del 2020, Google ha migrato il suo strumento di disconoscimento del collegamento a Search Console e ha anche aggiornato il suo strumento di contenuto obsoleto.

  • Leggi la nostra recensione completa sulla console di ricerca di Google .

divisore

(Credito immagine: Google)

2. Pianificatore di parole chiave di Google Ads

Strumento gratuito per la selezione delle parole chiave di Google

MOTIVI PER ACQUISTARE
+Gratuito+Elenchi di parole chiave completi
MOTIVI PER EVITARE
Cifre approssimative

Conoscere le parole chiave giuste da scegliere come target è di fondamentale importanza quando si esegue il priming della propria copia web. Lo strumento per le parole chiave gratuito di Google, parte di Google Ads, non potrebbe essere più facile da usare. Inserisci l’URL del tuo sito web nella casella, inizia a rivedere le parole chiave suggerite e il gioco è fatto. Jill Whalen, CEO di HighRankings.com è una fan e offre consigli a chi non conosce l’ottimizzazione delle parole chiave: “assicurati di utilizzare quelle parole chiave all’interno del contenuto del tuo sito web”. 

Tuttavia, sebbene utile per scopi di ricerca di parole chiave, è importante rendersi conto che i numeri forniti sono approssimazioni piuttosto che cifre esatte e intendono fornire una guida alla popolarità piuttosto che al volume di ricerca esatto in tempo reale.

divisore

(Credito immagine: Google)

3. Ottimizzazione di Google

MOTIVI PER ACQUISTARE
+Gratuito+Piattaforma di test A/B Split
MOTIVI PER EVITARE
Non così ricco di funzionalità come i rivaliNon per principianti

Ancora un altro strumento di Google in quella lista (non è una sorpresa vero). Google Optimize non è per i deboli di cuore e metterà a disagio anche gli esperti SEO più esperti. La SEO non riguarda solo le classifiche e senza il giusto equilibrio di contenuti che interagisce con i tuoi visitatori e genera conversioni, l’ottimizzazione potrebbe essere sprecata. 

Il servizio gratuito di Google aiuta a eliminare le congetture dal gioco, consentendoti di testare il contenuto del tuo sito: dal semplice test A/B di due pagine diverse al confronto di un’intera combinazione di elementi su una determinata pagina. Sono disponibili anche funzioni di personalizzazione per rendere le cose un po’ più vivaci. Tieni presente che per eseguire alcuni dei test multivariati più complicati, avrai bisogno di traffico e tempo adeguati per rendere i risultati utilizzabili, proprio come fai con Analytics.

divisore

(Credito immagine: SEOQuake)

4. SEOquake

Estensione della barra degli strumenti SEO popolare

MOTIVI PER ACQUISTARE
+Visualizza più parametri di ricerca+Salva e confronta i progetti+Cronologia del traffico con trend su un grafico+Cheat sheet e pagina di diagnostica

SEOquake è una delle estensioni della barra degli strumenti più popolari. Consente di visualizzare al volo più parametri dei motori di ricerca e di salvarli e confrontarli con i risultati ottenuti per altri progetti. Sebbene le icone e i numeri forniti da SEOquake possano essere incomprensibili per l’utente non informato, gli ottimizzatori esperti apprezzeranno la ricchezza di dettagli forniti da questo componente aggiuntivo. 

Misura i dettagli sul numero di visitatori e il loro paese, ottieni la cronologia del traffico di un sito con l’andamento su un grafico e altro ancora. La barra degli strumenti include pulsanti per l’aggiornamento dell’indice di Google di un sito, collegamenti a ritroso, classifica SEMRush, Mi piace di Facebook, indice Bing, classifica di Alexa, età dell’archivio web e un collegamento alla pagina Whois. C’è anche un utile cheat sheet e una pagina di diagnostica per avere una visione d’insieme di potenziali problemi (o opportunità) che interessano una particolare pagina o sito.


Che cos’è un crawler SEO?

 

Un crawler SEO può aiutarti a scoprire e risolvere i problemi che impediscono ai motori di ricerca di accedere e scansionare il tuo sito. Rimane uno strumento essenziale ma sfuggente nell’arsenale di ogni buon esperto di SEO. Abbiamo incontrato Julia Nesterets, la fondatrice del crawler SEO Jetoctopus per capire che cos’è esattamente un crawler SEO e perché è così importante.

Se sei un webmaster o un professionista SEO, questo è probabilmente il messaggio più straziante che potresti ricevere. A volte i bot di Google possono ignorare i tuoi contenuti e gli sforzi SEO ed evitare di indicizzare la tua pagina. Ma la buona notizia è che puoi risolvere questo problema! 

I motori di ricerca sono stati progettati per eseguire la scansione, comprendere e organizzare i contenuti online per fornire i risultati migliori e più pertinenti agli utenti. Qualsiasi cosa intralci questo processo può influire negativamente sulla visibilità online di un sito web. Pertanto, rendere il tuo sito web scansionabile è uno degli obiettivi principali e può evidenziare eventuali problemi che hai con il tuo fornitore di servizi di hosting web . 

Migliorando la scansione del tuo sito puoi aiutare i bot dei motori di ricerca a capire di cosa trattano le tue pagine e in questo modo sfruttare il tuo posizionamento su Google. Quindi, come può aiutare un crawler SEO? 

1. Offre feedback in tempo reale . Un crawler SEO può eseguire rapidamente la scansione del tuo sito Web (alcuni scansionano fino a 200 pagine al secondo) per mostrare eventuali problemi che presenta. I rapporti analizzano l’URL, l’architettura del sito, il codice di stato HTTP, i collegamenti interrotti, i dettagli delle catene di reindirizzamento e dei meta robot, gli URL rel-canonici e altri problemi SEO. Questi report possono essere facilmente esportati e consultati per ulteriori azioni da parte dei team tecnici SEO e di sviluppo. Pertanto, l’utilizzo di un crawler SEO è il modo migliore per garantire che il tuo team sia aggiornato sullo stato di scansione del tuo sito web. 

2. Identifica in anticipo gli errori di indicizzazione. Errori di indicizzazione come errori 404, tag title duplicati, meta descrizioni duplicate e contenuti duplicati, spesso passano inosservati in quanto non sono facili da individuare. L’utilizzo di un crawler SEO può aiutarti a individuare tali problemi durante gli audit SEO di routine, consentendoti di evitare problemi più grandi in futuro. 

3. Ti dice da dove cominciare! Ricavare approfondimenti da tutti i report disponibili può intimidire qualsiasi professionista SEO. Pertanto, è consigliabile scegliere un crawler SEO che sia incentrato sui problemi e ti aiuti a dare la priorità ai problemi. Un buon crawler dovrebbe consentire ai webmaster di concentrarsi sui problemi principali stimandone l’entità. In questo modo, i webmaster possono continuare a risolvere i problemi critici in modo tempestivo.

Come funzionano gli spider SEO di Google e molte altre domande sui backlink?

 

Un crawler SEO può aiutarti a scoprire e risolvere i problemi che impediscono ai motori di ricerca di accedere e scansionare il tuo sito. Rimane uno strumento essenziale ma sfuggente nell’arsenale di ogni buon esperto di SEO. Abbiamo incontrato Julia Nesterets, la fondatrice del crawler SEO Jetoctopus per capire che cos’è esattamente un crawler SEO, perché è così importante e una serie di domande sui backlink in generale.

Gli spider SEO di Google sono programmati per raccogliere informazioni dalle pagine web e inviarle agli algoritmi responsabili dell’indicizzazione e della valutazione della qualità dei contenuti. Gli spider scansionano sistematicamente gli URL. Contemporaneamente, fanno riferimento al file robots.txt per verificare se sono autorizzati a eseguire la scansione di un URL specifico.

Una volta che gli spider hanno terminato la scansione delle vecchie pagine e l’analisi del loro contenuto, controllano se un sito Web ha nuove pagine e le scansionano. In particolare, se sono presenti nuovi backlink o se il webmaster ha aggiornato la pagina nella sitemap XML, Googlebots la aggiungerà al proprio elenco di URL da scansionare. 

Quindi vale la pena aggiungere retrospettivamente i backlink? Vale la pena aggiungere backlink a contenuti che sono stati pubblicati qualche tempo fa, soprattutto se una pagina è di alta qualità e sullo stesso argomento. Ciò contribuirà anche a preservare l’equità di quella pagina.

Esiste una gerarchia di backlink ? Tecnicamente, non esiste una gerarchia di backlink, poiché non possiamo strutturarli e ridimensionarli nel modo desiderato. Tuttavia, possiamo aumentare la qualità dei backlink in base a diversi criteri come:

  • Pertinenza del testo di ancoraggio
  • Rilevanza e qualità di una pagina di collegamento
  • Collegamento della qualità del dominio
  • indirizzo IP
  • Clic sui link e traffico di un sito web di collegamento
  • Pochi link sulla pagina web di collegamento

I link di altissima qualità hanno parole chiave pertinenti nel testo di ancoraggio e provengono da siti Web affidabili. Ma ancora una volta, non ci sono regole ferree su come Google valuta i backlink. Alcuni backlink possono comunque essere di qualità adeguata anche se non soddisfano questi parametri. 

Con quale frequenza un sito dovrebbe controllare i collegamenti?

Sebbene non esista un modo giusto o sbagliato di controllare i collegamenti, ci sono alcuni suggerimenti da tenere a mente quando si determina la frequenza. 

  • Se il tuo sito web ha una lunga storia di link building inorganici, è saggio disconoscerlo mensilmente. 
  • Nella maggior parte dei casi, si consiglia un audit trimestrale. Consente ai webmaster di mantenere pulito il profilo di collegamento di un sito Web e di tenere traccia del nuovo puntamento dei backlink. 
  • I link su un sito Web che è cresciuto in modo etico e non è in un dominio competitivo possono essere controllati semestralmente poiché il rischio di SEO negativo è basso.  

Considera un sito web con centinaia di vecchie pagine a traffico molto basso senza link (es. eCommerce/notizie). Vale la pena o 301 queste pagine agli hub chiave pertinenti o aggiornare la pagina con collegamenti a ritroso agli hub chiave pertinenti senza aggiornare le date?

In tal caso, scegli le pagine con i migliori contenuti e aggiornale. Imposta reindirizzamenti 301 per le pagine che non vuoi che il tuo pubblico veda e indirizzale agli hub chiave pertinenti. Il termine chiave qui è “rilevante”. I reindirizzamenti 301 dovrebbero puntare a hub tematicamente rilevanti. In caso contrario, Google li tratterà come soft 404 . 

I backlink sui social media sono utili nel 2021?

La maggior parte dei webmaster potrebbe ritenere che i backlink dei social media siano inutili principalmente perché sono collegamenti Nofollow che non influiscono sulla SEO. Tuttavia, i segnali sociali sono un importante fattore di ranking per Google. Le persone fanno costantemente clic sui collegamenti che vedono nei loro feed di notizie. Se offri ottimi contenuti, questo può essere un grande vantaggio per te. Ecco perché, non ignorare i backlink sociali.

Le pubblicità possono avere un impatto negativo sulla tua SEO?

 

Quando pensi al SEO, generalmente non pensi agli annunci, e con buone ragioni. Eric Hochberger, co-fondatore e CEO della società di gestione degli annunci a servizio completo Mediavine , ci spiega il rapporto di amore-odio tra queste due entità.

Per definizione, la pubblicità è contraria agli obiettivi dell’ottimizzazione SEO, un processo che si basa sui contenuti dell’editore e sull’esperienza dell’utente. Tuttavia, come società di gestione degli annunci nata come società di marketing SEO, lavoriamo per trovare il perfetto equilibrio, assicurando che i due possano coesistere. Sì, puoi pubblicare annunci ad alto rendimento e posizionarti comunque bene nei motori di ricerca grazie alla giusta tecnologia pubblicitaria. Non è uno scenario autunnale, ed ecco perché:

La prima caratteristica fondamentale è il caricamento lento . Quando un sito web utilizza il caricamento lento , gli annunci vengono caricati su una pagina web solo quando un utente li scorre. Ciò significa che se un utente non scorre fino a una determinata visualizzazione dello schermo, gli annunci non esistono nella pagina. Questa funzione alleggerisce estremamente il caricamento della pagina. Una pagina più leggera significa un caricamento più veloce che porta a una migliore SEO.

La conformità con gli standard della Coalition for Better Ads (CBA) è fondamentale per la SEO perché la CBA è ciò che Google utilizza per potenziare il filtro degli annunci di Chrome integrato e il rapporto sull’esperienza pubblicitaria in Google Search Console (il suo principale strumento SEO). C’è un equivoco sul fatto che il numero di annunci influisca sulla SEO, ma in realtà è la densità. Il CBA fornisce informazioni complete sui rapporti annunci/contenuti appropriati sia per dispositivi mobili che desktop.

Infine, ridurre gli annunci above the fold (ATF) , o gli annunci che appaiono nella visualizzazione della prima schermata, è enorme sia per la velocità della pagina che per il SEO. Se un annuncio non si carica nella visualizzazione della prima schermata, il sito sembrerà caricarsi più velocemente ( come Google lo misura ), poiché gli utenti non si accorgono quando un annuncio viene caricato se è below the fold.

Il che mi porta a questo: sentirai spesso che la SEO segue l’esperienza dell’utente. Google usa abbastanza questa linea, il che ha senso. In definitiva, l’obiettivo dei risultati di ricerca di Google è restituire la migliore esperienza utente. Se gli annunci stanno impantanando un sito Web, ciò non equivale a un’esperienza utente di alta qualità, che quindi non genererà un buon SEO. Vedi lo schema qui?

Sebbene sia possibile per SEO e pubblicità di coesistere in modo positivo, le risorse esistenti per gli editori per promuoverlo sono scarse. La soluzione sarebbe quella di ottenere un framework che funzioni sul CMS più popolare e si concentri sulle best practice di Google da Core Web Vitals all’esperienza di pagina e utilizzi il caricamento lento e la riduzione degli annunci ATF .

  •  Scopri i migliori servizi di hosting di siti Web gratuiti