ibdi.it

I 57 peggiori errori nel blogging e perché il tuo blog fa schifo

Utilizza questa guida alle risorse di blogger per evitare i peggiori errori di blogging e guadagnare di più dal tuo sito web

Bloggare e gestire siti web come una carriera non smette mai di sorprendermi. Ho i miei blog da soli tre anni e gestisco siti per alcuni anni prima.

Non c’è altra opportunità con tanto potenziale e accessibile a chiunque come i blog.

Dove altro puoi aspettarti di aumentare le tue entrate del 50% o più all’anno? In quale altro luogo puoi avviare un’attività senza quasi soldi e dedicare tutto il tempo che desideri gestirlo?

Quale altra carriera con il potenziale per fare un reddito a sei cifre non richiede un diploma universitario?

… Ovviamente, ciò non significa che i blog siano facili.

Costruire un blog di successo è tanto un business quanto aprire un negozio al dettaglio. Molti nuovi blogger non se ne rendono conto e … beh, i loro blog fanno schifo di conseguenza.

Contribuisce al fatto che la maggior parte dei nuovi blogger smette di aggiornare i propri siti entro 120 giorni e oltre il 50% guadagna meno di $ 100 al mese.

Prenditi il ​​tempo per imparare cosa rende un blog di successo e godrai di tutte le opportunità e i vantaggi che ne derivano. Non sono mai stato più felice in nessun altro lavoro e non ho mai provato il tipo di soddisfazione che ottengo gestendo i miei siti.

… e non ho mai fatto tanti soldi quanto faccio con i blog.

Invece di frugare nel tuo primo anno di blog, imparando dai tuoi errori e potenzialmente perdendo molti soldi, ho deciso di mettere insieme questa guida alle risorse di blog. È il post più lungo sul sito e avrebbe potuto facilmente contenere cinque o sei articoli separati, ma volevo creare una guida alle risorse definitiva per i blogger.

Non pensare di dover affrontare immediatamente tutti gli errori o di leggere l’intero post in una sola seduta. Aggiungi la pagina ai segnalibri o al link e torna come riferimento quando puoi.

Inizieremo con alcune delle misure chiave che puoi utilizzare per monitorare il successo del tuo blog prima di arrivare ai 57 peggiori errori di blog.

Come fai a sapere se il tuo blog fa schifo?

Non guadagni sei cifre dal tuo blog? Ciò potrebbe ancora non significare che fa schifo.

Più importante di quanto guadagni dal tuo blog sono i motivi per cui stai blog. Devi prima capire i tuoi obiettivi per il tuo sito web prima di poter capire se li stai raggiungendo o meno.

Alcuni obiettivi comuni di blogger:

Conoscendo i tuoi obiettivi, puoi iniziare a esaminare diverse metriche per assicurarti che gli errori di blog non ti trattengano da tali obiettivi.

Metriche per un blog di successo

Sapere quali misure stanno fallendo e quali stanno andando bene ti aiuterà a individuare gli errori che potresti commettere sul tuo sito.

Ho classificato i 57 errori di blogging più comuni in otto categorie, dai problemi con i tuoi contenuti agli errori SEO e di business. Alcuni di essi sono facili da risolvere, mentre altri richiedono tempo per sviluppare migliori abitudini di blog.

Tieni presente il post e fai riferimento ad esso di tanto in tanto. È molto facile cadere in alcune di queste trappole di blog, pur essendo consapevoli che possono essere un problema. Basta che l’elenco fosse aperto mi ha aperto gli occhi su molte aree che potrei migliorare sui miei siti.

E per favore aggiungi tutti gli errori che ho perso nei commenti. Ho intenzione di aggiornare costantemente il post per catturare ogni errore che impedisce ai blogger di raggiungere i loro obiettivi!

Salta a:

Errori di contenuto che i lettori di blog odiano i
blogging comuni Errori di SEO Errori di
blog nella promozione
Blogger Errori di social media Errori di
blogger nella struttura del sito
Errori che fanno perdere denaro ai blogger
Errori di blog tecnici che schiacciano il tuo blog
Errori di business Blogger

Errori di contenuto che i lettori di blog odiano

Il contenuto è re, come dice il proverbio, ed è la vera ragione per cui le persone vengono sul tuo blog. È anche una delle aree in cui i blogger commettono più errori.

C’è molto di più nel produrre informazioni di qualità oltre a scaricare poche centinaia di parole sulla pagina digitale. Ho parlato con scrittori esperti che non conoscono i dettagli intricati che possono rendere virali i contenuti del blog.

Molti di questi errori impediranno al tuo blog di essere trovato nella ricerca, mentre altri impediranno ai lettori di tornare quando trovano il tuo blog. Ciò rende la correzione degli errori nei contenuti la tua massima priorità come blogger.

1) Contenuti sottili – Questo non è il problema che era una volta, ma trattiene ancora molti blog dal dare ai lettori tutto ciò che vogliono. Agli inizi del blog, era comune pubblicare articoli con meno di 500 parole.

La pubblicazione di questi post più brevi ora può causare molti problemi al tuo blog. Oltre al fatto che non offrono davvero molto in termini di dettagli per i lettori, Google sta anche iniziando a penalizzare i blog con contenuti sottili.

Pensala in questo modo, i lettori stanno visitando il tuo blog per rispondere a una domanda o ricevere consigli su un’idea. Ciò è particolarmente vero per il traffico proveniente dalla ricerca in cui la maggior parte delle ricerche sono domande. È improbabile che il tuo post di blog di 500 parole risponda a quella domanda come dovrebbe.

Mentre Google non ha confermato le voci, nei forum SEO si dice che l’aggiornamento dell’algoritmo di ricerca più recente nel febbraio 2017 ha degradato i blog con molti contenuti sottili.

Operazione Passo: In effetti, prenditi un po ‘di tempo per esaminare il traffico di ricerca del tuo blog per pagina. Guarda la lunghezza media delle parole per i tuoi post migliori e confrontale con la lunghezza media delle parole di tutti i tuoi post. L’ho fatto l’anno scorso e ho trovato l’articolo medio sui miei blog che ha ottenuto che l’importantissimo ranking di prima pagina di Google era lungo più di 3.000 parole rispetto a una lunghezza media di circa 1.200 parole.

Ciò supporta altre ricerche che mostrano che la lunghezza media delle parole degli articoli più votati su Google è in media di oltre 2.000 parole. Scopri di più su come la lunghezza dei contenuti influisce sulle tue classifiche di ricerca .

2) Non usare i punti elenco : la ricerca mostra che il lettore medio spende solo 15 secondi su una pagina e sfoglia la maggior parte del tuo articolo piuttosto che leggerlo realmente. Ci sono due punti importanti che possiamo trarre da questa e altre ricerche sul comportamento del traffico blog che rendono i punti elenco una necessità nella tua scrittura.

3) Non usare immagini “pertinenti” – Ci sono davvero due errori nel blog che vedo molto con le immagini. Le immagini sono più importanti di quanto molti blogger capiscano e portano a blog sucky con troppe poche immagini o immagini che non contano.

Le immagini sono indicizzate da Google e possono contribuire a molto traffico di ricerca, non solo dalla ricerca di immagini di Google, ma anche migliorando i tuoi fattori SEO sulla pagina. Salvare sempre le immagini con nomi di file ricchi di parole chiave e assicurarsi di aggiungere alt-titoli e descrizioni. Google li legge e fa il backup della forza della parola chiave della tua pagina.

Le immagini sono anche un ottimo strumento contro i brevi intervalli di attenzione dei lettori. Un’immagine vale più di mille parole, giusto? Le immagini aiutano a spezzare la monotonia della lettura di contenuti lunghi, soprattutto quando è possibile aggiungere informazioni in modo visivamente interessante.

Operazione Passo: Vuoi classificare un post su Google? Aggiungi altre immagini … immagini pertinenti!

Oltre al tuo pin verticale perfetto per Pinterest, prova a includere almeno un’immagine per ogni 500 – 1.000 parole. Prova a creare grafici o grafici delle informazioni, anche se le descrivi nel contenuto. Non spammare il tuo articolo con un mucchio di immagini di stock o immagini che non forniscono informazioni, è solo fastidioso.

4) Non variare il formato del testo – Questo è quello che ho preso alla fine del gioco, ma sono contento di averlo fatto. Ha aiutato a scomporre contenuti lunghi e coinvolgere i lettori.

Nessuno vuole leggere un articolo di 5.000 parole che assomiglia a un articolo di ricerca del college. Suddividi il testo usando diversi formati come corsivo, virgolette, grassetto e sottolineato.

Vedi cosa ho fatto lì? Evidenziando la sezione come una citazione in blocco, ho attirato la tua attenzione su di essa. Forse ti ha svegliato dall’ipnosi di leggere un post molto lungo e forse avrò qualche tweet sul testo.

5) Frasi e paragrafi lunghi – Hai mai iniziato a leggere una frase che è stata così lunga che hai dimenticato di cosa parlava? Hai mai provato a leggere una frase ad alta voce e senza fiato?

So che le virgole sono strumenti grammaticali ma se ne usi più di tre in una frase, prova a suddividere la frase. La lunghezza di frasi e paragrafi è un problema ancora più grande per gli utenti di dispositivi mobili.

Operazione Passo: controlla i tuoi post sul cellulare. Qualsiasi paragrafo che riempia un intero schermo dovrebbe essere separato. Fallo diventare un punto quando stai ripubblicando o aggiornando vecchi post per spezzare il contenuto.

6) Nessuna domanda o testo che coinvolga – Per me è stato difficile. Scrivo in tono informativo piuttosto che colloquiale. Ciò significa che scrivo per inoltrare informazioni anziché impegnarmi e causare problemi ai miei siti Web.

Questo impegno attraverso il tuo testo non è solo per connettersi con i lettori, ma è anche un grande fattore per il posizionamento su Google. Il periodo di tempo in cui un lettore rimane sulla tua pagina o fa clic su un’altra pagina del tuo blog viene misurato come “esperienza utente” o UX ed è un fattore dell’algoritmo di ricerca di Google.

7) Troppo personale – Hai mai letto un blog che parlava troppo della vita personale del blogger, un blogger che condivide ogni piccola cosa che gli accade, a volte quotidianamente?

Ciò potrebbe attirare alcuni lettori, ma può anche essere una svolta per altri. Condividere le tue esperienze personali può aiutare a creare un senso di comunità, ma condividere dettagli banali della tua vita quotidiana perderà i lettori se pensano che stai perdendo il loro tempo.

8) Non abbastanza personale – avrei dovuto mettere questo errore di blog al di sopra di quello precedente. Sento che più blogger non sono abbastanza personali piuttosto che troppo personali … è sicuramente qualcosa con cui ho lottato.

Vengo da un analista di investimenti e da un background economista. Sono abituato a scrivere lunghi rapporti, ma sono fatti di fatto e analitici senza assolutamente spazio per l’opinione. Il gestore del portafoglio di un hedge fund da milioni di dollari non vuole conoscere la mia esperienza personale con il marchio di un’azienda.

Ma i lettori di blog vogliono conoscere la persona dietro al blog. A meno che tu non abbia una visione incredibile dell’argomento, la tua personalità potrebbe essere l’unica cosa che ti separa dal miliardo di siti Web online.

Operazione Passo: Non ho niente qui! Mi piacerebbe sentire i tuoi consigli su come cambiare il tuo stile di scrittura per includere più personalità o emozione.

9) Mancanza di focus sull’argomento – Vedo molto questo errore di blog con i blog personali, i siti impostati come il modo di qualcuno di sfogare con poca attenzione su un argomento particolare. Può anche essere un problema quando l’argomento del tuo blog è troppo ampio, ad esempio un blog sulla “finanza personale” anziché un’idea più ristretta.

Quando non hai un tema ristretto per il tuo blog, c’è il rischio che pubblichi articoli su ogni argomento sotto il sole. Ci sono un paio di problemi con questo:

Operazione Passo: mettere insieme una strategia di contenuto che esamina l’argomento del tuo blog da ogni angolazione e possibile domanda. Pianificare le idee di articoli con almeno un mese di anticipo ti impedirà di scartare con qualsiasi cosa ti venga in mente.

10) Burnout di Blogger a causa della pubblicazione eccessiva – Questo è uno degli errori di blogger più frequenti che vedo con i nuovi blogger. Tentano di emulare grandi blog come The Huffington Post che pubblicano più post al giorno o pensano erroneamente che più post significheranno più traffico.

Ho iniziato a pubblicare i miei blog tre o quattro volte a settimana. Mi sono rapidamente scoraggiato quando il mio traffico non è aumentato e il denaro non mi ha compensato per le lunghe ore.

C’è un compromesso tra qualità e quantità nel blog. C’è anche molto di più nel successo di un blog rispetto alla semplice pubblicazione di molti articoli. Conosco i blogger che pubblicano una volta alla settimana e anche una volta al mese che hanno lo stesso successo di quelli che pubblicano tre o quattro volte alla settimana.

Operazione Passo : Non pensare di dover pubblicare più di una o due volte a settimana nel primo anno di blog. Vacci piano con un post di qualità a lungo contenuto a settimana e dedica più tempo alla promozione.

11) Non pubblicare regolarmente – Quindi questo è l’altro lato del precedente errore di blog e colpisce molti dei blog più vecchi. Conosco diversi blogger di successo che potrebbero pubblicare una volta al mese, una volta ogni pochi mesi … o solo ogni volta che ci riescono.

Le classifiche di Google sono molto durevoli e puoi cavartela prendendo un po ‘di tempo libero, ma alla fine inizierà a causare un problema al tuo blog.

Ai lettori piace sapere quando possono aspettarsi che vengano pubblicati nuovi articoli. Dei siti che ho inserito nei segnalibri, ho una buona idea di quando pubblicano e faccio sempre clic per trovare nuovi contenuti. Se un blog “si oscura” per un po ‘e sono costantemente deluso dalle stesse cose precedenti … Smetto di tornare.

12) Trasformare il tuo blog ‘topic’ in un blog sul blog – Ok, quindi alcuni siti di web hosting offrono una commissione succosa e hai raccolto molte buone idee sul blog. Ciò non significa che dovresti fare ogni altro articolo sul tuo blog su “come blog”.

Se non stai facendo i soldi che desideri promuovendo affiliati nell’argomento del tuo blog, devi lavorare su altre fonti di entrate (ne parleremo più avanti). Solo perché leggi come un blogger sta guadagnando migliaia nel suo corso di blogging non significa che funzionerà per te.

In effetti, finirai per diluire il messaggio del tuo blog e perdere i lettori.

Se vuoi condividere la tua esperienza di blog, intendo davvero avere una passione per parlare di blog, forse è tempo di dargli un sito separato.

13) Titoli deboli – Un altro errore di blog di cui sono colpevole ma che sto cercando di risolvere. Forse è ingiusto, ma il titolo dell’articolo è il fattore più importante nel traffico, che provenga dai social media o dalla ricerca. Le persone giudicano un libro dal titolo.

Guida alle risorse di Blogger per titoli

Per piangere ad alta voce, non esagerare con i tuoi titoli. Se vedo un altro articolo con il titolo che termina, “… e non indovinerai mai cosa è successo dopo”, urlerò. DEBOLE!

14) Nessun collegamento esca – So che ogni post dovrebbe essere una lettura magistrale di informazioni di qualità … ma a volte è necessario pubblicare anche i preferiti dei fan.

E pochi tipi di articoli sono popolari come esche per link.

Gli articoli con esche a maglie tendono ad essere un po ‘più superficiali degli articoli che scavano in profondità in una domanda ristretta. Il tuo articolo “101 motivi” può essere ancora superficiale se non sviluppi ogni motivo oltre alcune frasi. Link Bait può anche essere una carrellata di opinioni di altri blogger.

Ad alcuni blogger non piace fare articoli per esche link. Ritengono che il tipo di articolo sia “scadente” o esaurito per ottenere visualizzazioni di pagina.

I lettori lo adorano e ottengono collegamenti (… da qui il nome) che li rende una parte preziosa dei tuoi contenuti e della tua strategia SEO.

15) Grammatica e ortografia – Davvero? Il tuo blog non deve essere degno di essere pubblicato sulla Oxford Review, ma troppi errori di grammatica e ortografia perderanno i lettori.

In realtà vedo questo errore di blog molto su blog molto famosi. Ho letto un post sul blog di una stella dei social media in cui era ovvio che il blogger aveva registrato il post per essere trascritto da un assistente. O la registrazione non è stata molto buona o l’assistente non ha controllato la grammatica perché è stato sorprendente che un sito con uno staff professionale dietro di esso abbia commesso così tanti errori di ortografia e grammatica.

Operazione Passo: Leggi ad alta voce i tuoi post o il giorno in cui pubblicano o il giorno dopo averli scritti. Non farlo subito dopo aver scritto perché avrai la tendenza a evitare gli errori. Il materiale è troppo fresco nella tua mente.

16) Non programmare post stagionali o argomenti di tendenza – Trascurare argomenti e tendenze stagionali è uno dei miei maggiori fallimenti nel blog. Non mi prendo il tempo per approfittare del traffico facile.

Operazione Passo: Creare una ‘ruota dei contenuti’. Questa è una ruota di carta, un cerchio più piccolo sopra un cerchio più grande con uno spazio ritagliato dal cerchio più piccolo in modo da poter vedere il testo qui sotto sul cerchio più grande. All’esterno del cerchio più grande, scrivi i mesi dell’anno. Quando giri il cerchio più piccolo, mostra i temi stagionali e festivi associati a quel mese.

Crea un calendario dei contenuti di blog con una rotella delle tendenze stagionali

Super-Pro Action Step! Non è necessario creare un nuovo post ogni anno per ogni festività. Aggiungi al tuo vecchio post ogni anno e ripubblicalo. Manterrai il vecchio ranking di ricerca e lo migliorerai con nuovi dettagli nel post. Tratterò la ripubblicazione più avanti nell’articolo, ma vedrò questo post per come uso la ripubblicazione per triplicare il traffico di ricerca .

Errori SEO comuni nei blog

L’apprendimento dell’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) è probabilmente il singolo fattore più grande che posso indicare nel mio successo come blogger.

SEO è il processo di classificazione dei post del tuo blog su Google e altri motori di ricerca. È qualcosa che molti blogger evitano perché pensano che sia troppo tecnico o che non vogliano lavorare.

Prenditi il ​​tempo per imparare le basi del SEO e salterai avanti anche con i blog più grandi.

È come classifico per oltre 1.700 parole chiave sulla prima pagina di Google da solo e come ho guadagnato oltre $ 5.000 in un post l’anno scorso.

Tratteremo gli 11 più grandi errori di blogger nel SEO ma se sei davvero serio nel lanciare il tuo blog in cima alla ricerca di Google, dai un’occhiata a Google SEO per i blogger . È il processo SEO completo che utilizzo per classificare i miei blog, tra cui:

SEO è il tuo colpo migliore per essere un blogger di successo e questo libro è il tuo biglietto per un semplice processo che può farlo accadere. Scopri cosa ha detto un lettore sul libro.

Ottieni Google SEO per i blogger disponibile su Kindle, tascabile e audiolibro.

17) Nessuna ricerca di parole chiave o parole chiave che non possono essere classificate – La ricerca di parole chiave è il cuore del tuo blog SEO ma fraintesa o trascurata dalla maggior parte dei blogger. La maggior parte del traffico dei blogger proviene dalla ricerca … eppure la maggior parte dei blogger presta pochissima attenzione a come ottengono quel traffico.

La ricerca di parole chiave è l’inizio del processo per aumentare il traffico di ricerca. Non si tratta solo di scrivere cose su cui molte persone cercano, ma di indirizzare specifiche query di ricerca che puoi classificare sulla prima pagina di Google.

Il problema è che molti blogger, se eseguono ricerche di parole chiave, cercano le parole chiave con il volume di ricerca più mensile.

Mi dispiace far scoppiare la tua bolla ma non ti classificherai mai per la parola chiave “fare soldi” a meno che il tuo nome non sia Pat Flynn o Amy Porterfield.

Ricerca per parole chiave significa trovare i termini con una discreta quantità di volume di ricerca E che puoi effettivamente posizionarti sulla prima pagina di Google.

Ecco un’istantanea del mio processo di ricerca di parole chiave di 15 minuti :

  1. Brainstorming un elenco di potenziali ricerche o parole chiave che potrebbero portare qualcuno alla tua idea di articolo
  2. Utilizza Google Keyword Planner (GKP) per trovare il volume di ricerca mensile per ogni idea di parola chiave
    1. Il “punteggio della competizione” di GKP NON è la difficoltà di classificare una parola chiave! Questo è uno dei più grandi errori di parole chiave. Il punteggio della competizione è il numero relativo di inserzionisti che fanno offerte per una parola chiave.
  3. Utilizza l’estensione MOZBar di Chrome per trovare l’autorità di pagina media del ranking delle pagine sulla prima pagina di Google per ogni idea di parola chiave.
  4. La maggior parte dei nuovi blog, quelli con Domain Authority under 35, avranno difficoltà a classificare una pagina in cui l’autorità Page media tra quelli già in classifica per una parola chiave è superiore a 40 (senza qualche SEO serio e link-buiilding).

Operazione Passo: Dedica un po ‘di tempo extra a ciascun post ottimizzandolo per una parola chiave o idee per parole chiave per le quali puoi effettivamente classificare e che porti i lettori interessati ai tuoi prodotti. Ricorda che oltre il 90% dei clic di ricerca di Google va ai risultati della prima pagina, il che significa … se non sei il primo, sei l’ultimo!

Ricerca nel traffico del blog per ranking di Google

18 ) Non ci sono collegamenti interni – collegamento interno è dove si evidenzia il testo nel tuo articolo e collegarlo a un articolo correlato sul tuo blog. È un fattore determinante per l’esperienza dei lettori e il posizionamento su Google.

Non esiste un rapporto “perfetto” per quanti link interni dovresti avere per lunghezza dell’articolo. Alcuni blog sembrano esagerare, con il contenuto che sembra che ogni altra frase abbia un link ad un altro post. Mi piace puntare ad almeno un link interno per ogni 300 – 500 parole.

Operazione Passo : Se hai un altro post che descrive in dettaglio un argomento, link ad esso. Torna indietro tra i post precedenti per collegarti a articoli più recenti su un argomento, in particolare i tuoi articoli hub che stai cercando di migliorare.

19) Nessun link esterno – I link esterni sono quelli di altri siti Web e aiutano il posizionamento SEO di altri articoli. Molti blogger sono avari del loro collegamento esterno, pensando che condividano il loro succo SEO.

In effetti, il collegamento a una fonte esterna pertinente e autorevole ha dimostrato di aiutarti a migliorare il tuo ranking SEO per un post.

I link esterni sono il blogger equivalente alla strategia di riferimento dello shopper che Macy ha scoperto nel film Miracle on 34th Street … quel riferimento è troppo vecchio? La nuova Macy’s Santa, Kris Kringle, inizia a indirizzare gli acquirenti ad altri negozi quando il giocattolo non era in stock o poteva essere trovato a un prezzo inferiore. Ciò crea fiducia con gli acquirenti perché pensano che il negozio stia cercando il loro interesse.

Collegando esternamente a un’altra fonte, stai fornendo ai tuoi lettori maggiori informazioni … anche se li allontana dal tuo sito.

Non solo i tuoi lettori apprezzeranno il gesto, ma a Google piace che tu sia disposto a sacrificare il traffico per la qualità. Oltre a ciò, il collegamento esterno è un ottimo modo per costruire una relazione con altri blogger e farli ricollegare ai tuoi contenuti. (suggerimento, suggerimento, scostamento, scostamento se vuoi collegarti a questo fantastico post)

20) Collegamenti non pertinenti: il rovescio della medaglia per non collegarsi è il collegamento a siti non pertinenti o la confusione di Google collegando a post indirizzati alla stessa parola chiave.

Il problema di collegarsi a siti Web non pertinenti di solito si presenta quando un blogger viene pagato per collegarsi a un sito o prodotto che ha poco a che fare con l’articolo o persino con l’intero blog. I link sponsorizzati dovrebbero essere etichettati nofollow in modo che non catturino l’ira di Google.

Un problema più grande per i blogger è il collegamento, sia interno che esterno, con il testo di ancoraggio che include le parole chiave che stai cercando di classificare un post. Il testo di ancoraggio è la sezione di parole cliccabile sull’altro articolo e qualcosa che dice a Google di cosa tratta l’altro articolo.

Se stai cercando di classificare un post per “equitazione subacquea” ma stai collegando a un altro articolo con quelle stesse parole chiave o correlate … come fa Google a sapere qual è l’articolo migliore per quell’argomento?

21) Nessun elenco on-page – on-page SEO è tutte le cose che si fanno all’interno di un articolo di ottimizzarlo per una parola chiave e mostrare Google che merita di essere altamente classificato.

Google è diventato estremamente intelligente, soprattutto da quando ha lanciato la sua intelligenza artificiale RankBrain, per sapere di cosa tratta un articolo. Ciò rende la SEO in-page meno importante, ma è comunque indispensabile per classificare i tuoi articoli.

Operazione Passo : Mettere insieme un elenco di fattori on-page che compili in ogni articolo è estremamente facile e diventerà rapidamente di seconda natura. Non perdere questo semplice passaggio SEO.

22) Nessun processo SEO off-page : figlio trascurato della SEO, il SEO off-page è un processo lungo e può sembrare un lavoro tutto da solo. Molti blogger evitano il SEO off-page perché pensano che sia troppo tecnico o semplicemente non vogliono impegnarsi in tempo.

Il SEO off-page è attività che svolgi per promuovere e creare collegamenti ai tuoi articoli. Si tratta di attività come la creazione di altri formati multimediali, il contatto con altri blogger per promuovere il tuo post o la partecipazione a forum online.

C’è un lato spammy del SEO off-page che gli ha dato un brutto nome tra i blogger. Pubblicare un link al tuo articolo nei commenti, nei forum e nelle directory di bassa qualità potrebbe persino essere penalizzato da Google. Questi tipi di link facili erano la norma tra i blogger ma non funzionano più.

I link in entrata sono la valuta del SEO e non puoi permetterti di trascurare un processo fuori pagina se vuoi battere blog più vecchi e più grandi nelle classifiche di Google.

23) Non usare altri formati – Essere un blogger di successo non è solo … blog. Ci sono molte persone che preferiscono ottenere le loro informazioni tramite audio o video. La registrazione di brevi segmenti audio o video per i tuoi post ti aiuterà a raggiungere quelle persone.

La creazione di altri formati multimediali come audio, video, infografiche e presentazioni non solo ti aiuterà a parlare con più persone nel loro stile preferito, ma è anche un ottimo modo per costruire il tuo ranking di ricerca. Il materiale in altri formati multimediali è altamente condivisibile e collegabile. Potrai pubblicare il materiale su altri siti e i lettori lo faranno per te.

24) Non utilizzando Google Webmaster (console di ricerca) – Google Webmaster ora è chiamato “Search Console” ma è comunque un ottimo strumento per tracciare il potere di ricerca del tuo blog.

Sono necessari meno di cinque minuti per collegare il tuo sito Web a Search Console. Una volta fatto, avrai accesso a una vasta gamma di informazioni sul tuo blog.

Utilizza Google Search Console per il successo del blog!

25) Non pubblicazione di guest – La pubblicazione di guest è caduta in disgrazia nell’ultimo anno dopo che gli addetti ai lavori di Google hanno detto che non dovresti usarlo per ottenere link.

Grande errore di blogger! La pubblicazione degli ospiti è ancora uno dei modi più semplici e migliori in cui un nuovo blogger può costruire la propria autorità, raggiungere un nuovo pubblico e migliorare il ranking delle ricerche.

Per capire perché Google vorrebbe diffamare la pubblicazione degli ospiti, pensa a cosa fa Google e come guadagna. La compagnia da 687 miliardi di dollari guadagna perché offre i migliori articoli classificati secondo il suo algoritmo di ricerca. Oltre il 75% dei ricercatori su Internet si fida di Google e questo vale molto per la pubblicità.

Tutto ciò che le persone fanno per influenzare quelle classifiche di ricerca, ad esempio la creazione di collegamenti attraverso la pubblicazione degli ospiti, minaccia di manipolare le classifiche di Google e che si fidano della sua costruzione. Sì … dirà “non farlo!”

La pubblicazione degli ospiti è ancora una parte fondamentale della promozione e della costruzione del tuo blog se lo fai correttamente.

26) Ripubblicazione non corretta : ripubblicare è uno dei modi migliori per migliorare i contenuti precedenti, fare più soldi e aumentare il traffico di ricerca.

Sfortunatamente, pochi blogger conoscono la ripubblicazione e ancora meno lo fanno correttamente.

La ripubblicazione è il processo di aggiornamento di un vecchio articolo, cambiando la data pubblicata in corrente e quindi colpendo la pubblicazione in modo che vada sul tuo blog come un nuovo articolo. In realtà, vuoi impostare la data per un paio di minuti nel futuro, quindi il post non si aggiorna ma esce come un nuovo post.

La ripubblicazione è un’ottima opportunità per migliorare i vecchi articoli, ma troppi blogger perdono l’occasione semplicemente cambiando la data sull’articolo e premendo “pubblica”.

Guida alle risorse di blog per la ripubblicazione

Ricorda solo, non modificare l’indirizzo URL nel tuo post. Questo è l’indirizzo in cui tutti i link puntano e danno al tuo post il suo ranking di ricerca.

27) Non eseguire regolarmente un audit del sito – Gli audit del sito sono un processo per esaminare tutti i post sul tuo blog e ripulire errori o contenuti deboli. Può essere un processo molto lungo, che richiede mesi per finire per i blog più vecchi con centinaia di articoli, ma è essenziale per far crescere il tuo blog.

Una verifica del sito viene avviata con uno strumento cingolato, un software che trova informazioni su ogni articolo e pagina del tuo blog. Il più popolare è Screaming Frog che è gratuito per i piccoli siti ma solo circa $ 170 per una licenza di un anno e ne vale la pena.

Un controllo del sito ti aiuterà a trovare:

Evita errori nel blog con un audit del sito

Scarica le informazioni dalla tua scansione in un foglio di calcolo. È quindi possibile ordinare i tuoi articoli in base a diverse misure per trovare tutti i tipi di problemi. Alcuni articoli che potresti voler migliorare, mentre altri non vale la pena salvarli e dovrebbero essere reindirizzati.

Uno dei vantaggi più trascurati di un audit del sito è il reindirizzamento del link link ad articoli correlati. Avrai molti articoli sul tuo blog che potrebbero avere uno o due collegamenti in entrata da altri siti Web. Non è abbastanza per classificare veramente una parola chiave e potresti non ricevere molto traffico di ricerca per il post. Reindirizza l’URL a un altro post, uno con alcuni link in entrata, e combini il potere di ricerca di ogni … potenzialmente classifica per parole chiave più forti.

Operazione Passo: fai un audit del sito quando il tuo blog raggiunge i 100 post e almeno ogni due anni dopo.

Errori di blogging in promozione

Pubblicare contenuti interessanti e informativi sul tuo blog non è sufficiente. In realtà, c’è un detto che dice: “Trascorri il 20% del tuo tempo a scrivere e l’80% a promuovere i tuoi contenuti”.

La promozione di blog comprende molte aree, dalla SEO ai social media e al networking con i blogger. Ho trattato SEO e social media in sezioni separate, ma ci sono alcuni altri modi per promuovere il tuo blog che saranno fondamentali per il tuo successo.

28) Non fare rete con un gruppo di blogger correlati – Essere un blogger professionista può essere un lavoro solitario. Stai beccando ogni giorno alla tastiera con solo il commento casuale del blog per motivarti … si spera che il commento casuale non provenga dal pazzo occasionale.

Devi assolutamente creare i tuoi collaboratori virtuali cercando altri blogger nel tuo argomento. Ciò significa entrare a far parte di gruppi di Facebook, comunità di blogger e persino cercare una conferenza annuale relativa al proprio settore.

29) Non mettere in evidenza i tuoi contenuti migliori – Aiuta i lettori a trovare facilmente i tuoi contenuti migliori. La maggior parte del traffico blog è costituita da nuovi visitatori e le elevate frequenze di rimbalzo indicano che la maggior parte lascia il tuo sito dopo la prima pagina. Ciò significa che è necessario agganciarli rapidamente promuovendo materiale interessante.

30) Nessun post di roundup – I post di roundup sono un ottimo strumento SEO (linkbait) ma anche importante per promuovere il tuo blog. Qui è dove chiedi ad altri blogger il loro contributo a una domanda da includere nel tuo post e fornisci un link al loro sito web.

I post roundup richiedono più tempo per essere messi insieme rispetto agli articoli normali. Devi inviare un’e-mail ai tuoi contatti, attendere che rispondano e quindi formattare tutto nell’articolo.

I post roundup sono d’oro per la promozione del blog e i link però!

Non solo i blogger inclusi nel tuo post di roundup aiutano a promuovere l’articolo sui social media, ma hanno anche molte più probabilità di collegarsi al loro blog.

I post roundup non devono essere elenchi enormi. Ho visto i blogger fare molto bene con poche risposte da altri blog. Evidenziando solo alcuni blogger, i pochi selezionati si sentono più importanti e di solito condividono su più reti.

Errori di blogging in promozione e social media

31) Non accettare post guest legittimi – Quando alcuni blogger raggiungono un certo livello di successo, iniziano a rifiutare i post guest da altri blogger. È debole e in realtà sta danneggiando anche il loro blog.

Non sto parlando di rifiutare i post degli ospiti spam che ricevi da siti di prodotti o blogger che cercano di creare collegamenti alle loro recensioni di affiliati. Questi devono essere pagati come post sponsorizzati.

Sto parlando di post ospiti legittimi di un blogger nella tua rete.

Va bene richiedere un alto livello di qualità per i post degli ospiti sul tuo blog. I lettori dovrebbero aspettarsi un livello costante di qualità e scrittura indipendentemente da chi lo sta scrivendo per il tuo blog. Mi infastidisco, però, quando vedo i blogger pubblicare loro stessi contenuti deboli, ma poi ho bisogno di oltre 2.000 guide se vuoi pubblicare come ospite.

Oltre ad aiutare la comunità dei blog attraverso i collegamenti, accettare i messaggi degli ospiti porta nuovi lettori al tuo blog. L’altro blogger condividerà i propri post attraverso la propria rete. È anche molto più probabile che accetti un post da te o un link a uno dei tuoi articoli in futuro.

…Si. Ho una colonna nel mio elenco di contatti di blogger per le persone che non accettano post degli ospiti e non si collegano. Indovina chi non fa la mia lista quando offro link di arrotondamento?

Errori nei social media di Blogger

I social media sono di solito la prima o la seconda fonte di traffico per la maggior parte dei blog. Oltre a un flusso costante di visitatori, è anche una delle migliori opportunità per stabilire una connessione con i lettori e creare una comunità attorno al tuo blog.

Anche le generazioni più giovani che sono cresciute con i social media continuano a fare errori quando si tratta di promozione e divulgazione del blog .

32) Evitare le piattaforme dei social media – Di nuovo colpevole! Ho evitato di avviare un account Pinterest per così tanto tempo perché non volevo solo pasticciare con un’altra piattaforma di social media.

Non devi essere attivo su tutte le piattaforme di social media e potrebbero essercene alcune che vanno e vengono. Ciò non significa che puoi totalmente ignorare quale potrebbe essere la più grande fonte di traffico sul tuo blog.

È stato solo dopo aver sentito parlare di blogger su blogger del loro enorme traffico Pinterest, come il traffico di oltre 100.000 al mese, che ho preso sul serio la promozione dei miei siti Web attraverso la piattaforma. Ora rappresenta la mia seconda fonte più grande dopo la ricerca di Google.

Operazione Passo : Dai una possibilità a ogni grande piattaforma di social media. Non devi passare ore a settimana a sviluppare la tua rete, ma crea un account e impara qualcosa su ciò che serve per creare un seguito. Dagli un paio di mesi per valutare quanto bene conduce alla crescita del traffico e restringerlo a due o tre social network su cui focalizzi la tua strategia sociale.

33) Impostare il social sul pilota automatico – Avere veramente successo sui social media significa … essere social (DUH)!

Esistono molti strumenti di gestione dei social media che mettono la promozione del tuo blog su pilota automatico. Hootsuite ti consente di collegare i tuoi account social e pianificare gli aggiornamenti per uscire regolarmente. È un ottimo strumento per mantenere un feed coerente per i follower, ma non è abbastanza.

Il vero successo sui social media significa diventare un collaboratore attivo in gruppi legati al tuo argomento. Ciò significa effettuare il check-in almeno una o due volte a settimana per rispondere alle domande e contribuire. In genere è possibile rilasciare un collegamento a un articolo quando si riferisce alla domanda di qualcuno, ma solo quando si riferisce.

34) Spam di bacheche di gruppo – Niente farà emergere i troll più velocemente di come spammare una bacheca di gruppo o un forum con i tuoi articoli del blog. Alcuni gruppi di Facebook sono stati distrutti da questo errore di blogger perché i moderatori non gestiscono gli spammer.

Se si tratta di un gruppo legittimo, alienerai i membri solo pubblicando i tuoi contenuti senza una buona causa.

Quindi, come si utilizzano efficacemente le bacheche dei gruppi?

35) Non pubblicare aggiornamenti non post – Questo errore di blogging si riferisce nuovamente all’idea di essere “social” sui social media. Invece di cercare risposte come nel caso in cui le persone usano Google, le persone sono alla ricerca di un’interazione quando sono su Facebook.

La creazione di una community per il tuo blog deve includere tale interazione pubblicando regolarmente domande, aggiornamenti personali, citazioni e altre promozioni non relative agli articoli.

Si noti che questa necessità di interazione varia su diverse piattaforme di social media. Pinterest è una rete di “scoperta” in cui le persone sono alla ricerca di una soluzione o idee su un argomento. Ciò rende meno importanti i commenti e altre forme di interazione.

36) Non condividere contenuti di altri blogger : leggi la maggior parte delle guide strategiche sui social media e vedrai alcune regole come “condividere tre volte il contenuto di altri blogger per ogni singolo post”.

Questa idea di curare una vasta gamma di contenuti per i tuoi lettori è molto importante, ma molti blogger non si sono concentrati sulla promozione del proprio materiale.

 

Errori di Blogger nella struttura del sito

La struttura e la progettazione del sito sono un problema comune per i blogger. Molto va nella creazione di un blog tecnicamente ed esteticamente eccellente.

37) Nome del blog di Spammy o semplicemente difficile da ricordare – Google ha detto ed è stato confermato negli studi di ranking che i nomi dei siti Web significano molto meno di quanto non fossero abituati quando si tratta di SEO.

Il che mi rende il manichino per scegliere un URL davvero lungo come MyWorkfromHomeMoney.

Mi piace ancora, ma non è proprio la spinta SEO che pensavo fosse e vorrei che fosse un po ‘più breve.

Se hai già registrato il tuo dominio, questo è un punto controverso. In caso contrario, rifletti a lungo sulla scelta di un dominio che è facile da ricordare, facile da pronunciare, descrive l’argomento e non è troppo confuso.

38) Cattiva struttura dell’URL o permalink che includono informazioni non necessarie – La struttura del tuo permalink o URL è il modo in cui gli indirizzi sono formattati per ogni pagina o articolo. Si inizia con http e tutto in seguito.

Ci sono due errori di blogging qui che causano problemi per i siti Web.

Primo, quanto sono fastidiosi quegli strani URL? Sto parlando dei formati numerici generati automaticamente come /? 12-321 /

Ecco come Morningstar, una società di ricerca sugli investimenti molto rispettata, mostra i suoi URL

http://news.morningstar.com/articlenet/article.aspx?id=811647

Mentre le classifiche dei motori di ricerca dipendono meno dalle parole chiave nell’URL, è comunque importante e questo formato URL non fa nulla per il tuo traffico di ricerca di Google.

Un altro problema con una cattiva struttura del permalink è quando includi la data nei tuoi URL, ad esempio / 06/2017 / nell’indirizzo. Includere la data nel tuo URL significa che non puoi ripubblicare l’articolo in un secondo momento e ti perdi un enorme strumento di traffico SEO.

Operazione Passo : Semplifica i permalink degli URL con solo il dominio di primo livello più il titolo dell’articolo. Se hai già iniziato a scrivere sul blog con un’altra struttura permalink, apporta la modifica e reindirizza i tuoi vecchi articoli a quelli nuovi.

39) Cattiva struttura delle directory – Potrebbe essere un po ‘troppo tecnico per la maggior parte dei blogger ma mantenere la tua directory il più semplice e intuitiva possibile. Non mettere il tuo blog in una directory fuori dal dominio principale. Le sottocategorie e gli argomenti che escono da ciascuna sezione dovrebbero essere relativamente bilanciati. Ciò significa non avere tutto il contenuto del tuo blog o le pagine in una particolare sezione o argomento mentre altre sezioni hanno relativamente poco dietro di loro.

Errori che fanno perdere denaro ai blogger

Non so te, ma sono in questo blog per fare soldi!

Sì, mi piace parlare degli argomenti e connettermi con i lettori, ma il mio obiettivo n. 1 è sostenere la mia famiglia e raggiungere l’indipendenza finanziaria che non ho mai trovato in un lavoro d’ufficio.

Anche se fare soldi non è l’obiettivo principale del tuo blog, non sarebbe male fare qualche soldo in più … o forse qualche extra in più al mese?

Il blogging di big bucks non avviene dall’oggi al domani, ma creare una fonte di reddito costante può essere sorprendentemente facile se sai dove cercare.

Di seguito descrivo i sette errori di blogging con soldi più grandi, ma se il tuo obiettivo è creare un blog redditizio, dai un’occhiata a Make Money Blogging . È una guida passo passo nelle nove strategie comprovate che i blogger usano per fare soldi.

Il libro inizia con le fonti più facili e immediate di entrate per i blog, le strategie che puoi usare per iniziare a guadagnare oggi. Quindi descrive in dettaglio le fonti di reddito che richiedono più tempo per essere installate ma con il potenziale per guadagnare migliaia al mese.

Ogni capitolo è una procedura passo-passo completa su come impostare la fonte di reddito, quanto puoi guadagnare e come usarlo come parte del tuo piano per entrate diversificate da blog.

Ottieni Guadagna Blogging, disponibile su Kindle, tascabile e audiolibro.

40) Troppi annunci display : lo capisco, i nuovi blogger adorano gli annunci display perché sono veloci. È facile posizionare i tuoi annunci display e Google o un’altra rete display fanno il resto.

Gli annunci display possono causare molti problemi ai blogger.

Se dipendi dagli annunci come principale fonte di entrate, probabilmente ti stai perdendo il più possibile. Il migliore che ho visto anche per alcune delle reti display premium è di circa $ 12 per mille impressioni, circa $ 0,012 per visualizzazione di pagina.

Se guadagni solo un centesimo ogni volta che visualizzi un annuncio … la soluzione deve essere quella di mostrare più annunci, giusto?!?

Quanto è fastidioso dover scorrere un annuncio ogni paio di paragrafi in un articolo? Stai davvero realizzando qualcosa da tutte quelle caselle di annunci della barra laterale o lo spazio potrebbe essere meglio utilizzato per raccogliere abbonati o segnalare i tuoi contenuti migliori?

41) Cattivo posizionamento degli annunci display – Ok, quindi vuoi comunque pubblicare alcuni annunci display. È una fonte di entrate rapida e semplice e può effettivamente essere una buona dose di cambiamento per blog molto grandi.

Scopri dove posizionare i tuoi annunci per guadagnare di più con il minimo fastidio del lettore.

La grafica è codificata a colori per mostrare i punti di una pagina che attirano maggiormente l’interesse dei lettori.

Migliore posizionamento degli annunci display della rete pubblicitaria

Conoscere i punti del tuo blog che attirano maggiormente l’attenzione può aiutarti a posizionare il minor numero di annunci ma a fare comunque più soldi possibile.

42) Troppi post sponsorizzati – I post sponsorizzati, che accettano un articolo sul tuo blog per il pagamento, possono essere una buona fonte di entrate, ma possono anche causare problemi SEO e lettori.

Gli sponsor si aspetteranno un link al loro sito all’interno del post. La maggior parte vorrà che questo link sia vuoto, il che è contrario alle regole di Google. Non è qualcosa che danneggerà troppo le tue classifiche a meno che non carichi il blog con molti più articoli sponsorizzati rispetto ai post legittimi.

Come farà Google a sapere se un link proviene da un post sponsorizzato? Quanti post sponsorizzati sono troppi?

Tieni presente che probabilmente lo sponsor non sta solo pagando un link sul tuo sito ma molti siti in una campagna di creazione di link. Se Google vede molti collegamenti creati tutti in una volta per una determinata pagina di prodotto, c’è la possibilità che presuma che sia un link sponsorizzato.

Questo di per sé potrebbe non essere un problema per le tue classifiche di ricerca a meno che Google non trovi che lo stai facendo frequentemente e con poco o nessun altro contenuto. Oltre al successo di siti di contenuti sottili, altre voci sull’aggiornamento dell’algoritmo di febbraio 2017 sono state che Google ha cercato siti Web fortemente monetizzati in questo modo.

Oltre al potenziale danno alle tue classifiche di ricerca, troppi post sponsorizzati sono semplicemente fastidiosi per i lettori. I post sponsorizzati raramente hanno la stessa qualità degli altri contenuti del blog e probabilmente non sono abbastanza simili al tema generale.

Faccio post sponsorizzati e non ho intenzione di smettere. A questo punto ammonta a poco più di un grande mese, che è compreso tra il 15% e il 20% delle mie entrate totali nel blog.

Il numero di post sponsorizzati che autorizzi sul tuo blog dipenderà dal numero di post legittimi che pubblichi ogni mese. Consiglierei non più di un post sponsorizzato per ogni quattro post legittimi.

Se ti accorgi di ricevere più articoli sponsorizzati di post che puoi gestire, considera di aumentare la tariffa per i post. La maggior parte dei blog inizia il loro prezzo a un minimo di $ 100 ma conosco i blogger che ottengono $ 500 e più per ogni post sponsorizzato.

43) Non monetizzare in anticipo – Se c’è una domanda che mi viene più frequentemente su come fare soldi nel blog è: “di quanto traffico ho bisogno per iniziare a fare soldi ?”

La mia risposta … “se hai un visitatore, puoi fare soldi”.

Se fare soldi è il motivo per cui stai bloggando, allora GUADAGNA SOLDI! Non aspettare per “costruire il tuo traffico” o pensare di aver bisogno di migliaia di visitatori per monetizzare il tuo blog.

Ci saranno alcune fonti di entrate che fanno soldi immediatamente, ad esempio annunci pubblicitari, mentre altri richiedono numeri e tempo maggiori per guadagnare molti soldi. Ottenere quei primi controlli, non importa quanto piccoli, è un’ottima convalida del tuo duro lavoro come blogger.

44) Avvio di un blog SOLO per fare soldi, senza passione per un argomento : ho fatto questo errore di blog l’anno scorso quando ho comprato un sito di incontri.

C’è un detto che dice: “I tre argomenti online più redditizi sono salute, ricchezza e romanticismo”. Conoscevo un blogger che stava cercando di vendere il suo sito di incontri di tre anni per soli $ 500. Aveva un buon profilo di link e sapevo che avrei potuto aumentare il traffico velocemente con alcuni trucchi SEO.

Ho raddoppiato il traffico in tre mesi e triplicato in sei mesi. Stavo realizzando alcune centinaia al mese sul sito, ma era due o tre volte il lavoro che mettevo su uno degli altri siti.

Perché?

Perché non me ne può fregare di meno di incontri e relazioni. Sono sposato da quasi otto anni e non mi è mai piaciuto essere single.

Ogni volta che sono andato a scrivere un articolo o creare un nuovo prodotto, ho passato ore a procrastinare perché non potevo motivarmi a fare il lavoro. Quindi ho dedicato ancora più tempo alla ricerca perché l’argomento non rientrava nelle mie aree di competenza.

Passerai molto tempo a parlare dell’argomento del tuo blog. Gran parte di quel tempo potrebbe non farti guadagnare molti soldi. Fatti un favore e assicurati di amare parlare dell’argomento prima di impegnarti.

45) Non diversificarsi in diverse fonti di entrate – Quando ero un analista azionario, una delle prime cose che avrei fatto per capire il rischio di investimento in una società è stata quella di esaminare i suoi principali acquirenti e fonti di entrate. Un’azienda che dipende da uno o pochi acquirenti per la maggior parte delle sue vendite è un investimento estremamente rischioso.

Questo è vero sia nel blog che negli investimenti.

Conosco blogger che fanno affidamento sugli affiliati per quasi tutto il loro reddito. Ce ne sono altri che vendono solo stampabili . Possono fare buoni soldi, ma cosa succede quando succede qualcosa a quella fonte di entrate?

Non diversificare le entrate del tuo blog è un enorme errore!

Gli affiliati abbandonano i loro programmi in ogni momento. A volte per alcuni mesi e a volte per sempre. Amazon ha il diritto di modificare l’algoritmo che classifica i tuoi libri autopubblicati, determinando un forte calo delle entrate di pubblicazione.

Parte di questo rischio è solo un dato di fatto per gli imprenditori di piccole imprese. Il reddito è variabile. Impara a risparmiare quando puoi per quando arrivano i tempi magri.

Puoi controllare il rischio diversificando le tue fonti di reddito . Guadagna con diversi tipi di prodotti tra cui affiliati, autopubblicazione, post sponsorizzati e stampabili. Assicurati di diversificare anche le tue entrate all’interno di ciascuna fonte, vale a dire guadagnare commissioni da diversi affiliati o pubblicare diversi libri.

46) Non capire gli affiliati che funzionano meglio per la tua nicchia – È allettante cercare gli affiliati con i pagamenti più alti o i guadagni più alti per clic (EPC). Questi alti pagamenti non ti faranno assolutamente nulla se non riesci a convertire nessun lettore.

Gli affiliati a cui ti colleghi dal blog devono riguardare il tuo argomento e risolvere un problema comune tra i tuoi lettori. La percentuale media di clic da un articolo a un affiliato è di circa uno su venti lettori e forse solo uno su venti di questi clic comporterà una commissione.

Ciò significa che potresti aver bisogno di 400 visitatori per un post solo per ottenere una conversione su un affiliato. È meglio che l’articolo sia pertinente per gran parte dei visitatori del tuo blog o semplicemente non vedrai i numeri necessari per guadagnare soldi.

Scoprirai abbastanza rapidamente quali affiliati funzionano meglio con la tua nicchia guardando altri blog. Dai un’occhiata ai rapporti sul reddito di altri blogger e ai contenuti che pubblicano. Presta particolare attenzione alla sezione “recensioni” o alla pagina delle risorse. Gli affiliati elencati per primi o gli articoli più popolari sono probabilmente quelli che li rendono più redditizi.

Errori tecnici nel blog che schiacciano il tuo blog

Il lato tecnico del blog è difficile per molti, ma non è necessario essere Bill Gates per riabilitare il tuo immobile digitale. Molti di questi problemi possono essere risolti rapidamente o in modo economico con l’aiuto di un libero professionista.

47) Nessuna grafica del logo del blog – Prenditi il ​​tempo necessario per creare un logo unico e accattivante. Se non sei incline alla grafica, prendi alcune idee dai liberi professionisti su Fiverr prima di scegliere un progetto.

Il logo del tuo blog può fare la differenza per il tuo marchio. Può rendere più facile ricordare il nome del tuo sito Web e può modellare le percezioni dei lettori sul tuo blog.

48) Scegliere una piattaforma di blogger gratuita – Non costa quasi nulla ottenere il tuo blog ospitato, ma il potere del “libero” è ancora troppo attraente per alcuni blogger.

Ospitare il tuo blog su una piattaforma gratuita come WordPress.com significa perdere la possibilità di utilizzare alcuni annunci e perdere il controllo finale del sito. Non sarai in grado di utilizzare i tuoi plugin che sono una parte importante della possibilità di fare funzioni extra sul tuo blog.

Bloggare è come lo sviluppo immobiliare digitale. Assicurati di possedere la terra sotto il tuo blog con un account ospitato in modo da controllare tutti i diritti.

49) Hosting scadente : rimanere bloccati con un webhost scadente è un errore frustrante nel blogging da fare. Sia che la società di hosting sia una cazzata dall’inizio o che tu cresca le loro capacità, il trasferimento a un altro host può essere una seccatura.

Assicurati che il tuo servizio di web hosting abbia un buon track record di uptime, velocità di caricamento e servizio clienti. Un host che forza troppi siti sui suoi server di hosting condiviso vedrà molti arresti anomali e velocità più basse.

Le opinioni dei blogger sugli host web variano. Ho avuto un’esperienza mista con BlueHost quando ho iniziato due dei miei blog ma altri blogger come Pat Flynn e Michelle Schroeder-Gardner giurano sull’host. Sono stato soddisfatto della mia esperienza con GoDaddy e SiteGround .

Siteground può costare qualche dollaro in più al mese rispetto ad altri servizi di web hosting, ma il servizio clienti è eccellente e ho notato un aumento della velocità di caricamento della pagina quando ho trasferito i miei blog.

L’hosting web economico è un errore comune di blogger e può rallentare il tuo sito.

50) Tema cattivo : il tema è il layout del tuo blog, il design grafico della tua pagina.

La bellezza è negli occhi di chi guarda, quindi l’idea di un “tema cattivo” è soggetta ad opinione. Scegli un tema che non sia ingombra, che mostri i tuoi contenuti in modo accattivante e che sia visivamente chiaro.

51) Troppi plug-in : i plug-in sono programmi software che ti consentono di svolgere funzioni straordinarie con il tuo blog. Per i blogger non tecnici come me, i plugin sono assolutamente essenziali ma possono anche causare problemi al tuo blog.

Troppi plug-in possono essere un fattore nella bassa velocità di caricamento, un componente importante dell’esperienza dell’utente e un fattore di ranking di Google. Non esiste una “regola” per quanti plugin dovresti avere su un blog.

 

Gli errori aziendali fanno i blogger

Bloggare è un business.

Molti nuovi blogger trattano i loro siti solo come un progetto divertente. Va bene se il tuo obiettivo è semplicemente divertirti e scatenarti un po ‘.

Se vuoi fare soldi sul blog … intendo soldi veri come andare in vacanza a Parigi, in Francia invece di Parigi, in Texas … allora faresti meglio a trattare il tuo blog come un business.

52) Non imparare il SEO – Questo è uno degli errori di blogger più frequenti che vedo. Nessuno vuole fare SEO e quando vedono quanto costa assumere qualcuno, lo ignorano e basta.

Non devi conoscere tutta la codifica tecnica, ma ogni blogger deve dedicare un po ‘di tempo ogni mese a imparare come utilizzare la SEO per promuovere il proprio blog. Senza un buon processo SEO, non c’è modo di competere con siti Web come Huffington Post o blog ancora più piccoli che esistono da anni e hanno già creato un profilo di collegamento.

Trascorrere un po ‘di tempo per imparare il SEO e iniziare a lavorare ti farà avanzare di vantaggio rispetto alla maggior parte dei blogger. La ricerca di parole chiave e il SEO on-page possono diventare di seconda natura e non richiedono più di 20 o 30 minuti in più per post. La SEO off-page per la creazione di link può richiedere molto più tempo, ma è qui che puoi davvero aumentare il tuo ranking di ricerca ai singoli post.

53) Non capire quali sono i tuoi obiettivi e concentrarti su di essi – Se il tuo obiettivo è solo divertirti e condividere un messaggio, va bene. Se si tratta di creare una proprietà digitale che farà soldi, va bene lo stesso.

Non capire cosa vuoi dal tuo blog non va bene.

Costruire un blog di successo è un duro lavoro e devi avere un quadro chiaro del perché lo stai facendo. Comprendere i tuoi obiettivi ti aiuterà a capire dove cercare la motivazione, che provenga dalla tua comunità di lettori o attraverso un reddito crescente.

54) Non capendo quanti soldi puoi fare sul blogging e come farlo – vedo troppi blogger che non riescono perché leggono un rapporto sul reddito da un altro blogger, penso che guadagneranno immediatamente migliaia al mese e poi rinunciano quando non lo fa non succede.

Ti aspetteresti che una piccola impresa inizi a fare migliaia al mese dal primo giorno? Ti aspetteresti di raddoppiare le tue entrate ogni anno senza impegnarti seriamente?

Adoro rappresentare graficamente le mie entrate mensili da blog. Sono orgoglioso dell’immobiliare digitale che ho creato ma non è successo dall’oggi al domani. Ho iniziato i miei primi due blog a novembre 2014 e non ho iniziato a fare soldi fino ad aprile dell’anno successivo.

Anche allora, era un percorso lento per fare un reddito che potesse sostenere la mia famiglia.

Il nostro sondaggio sui blogger 2018 mostra che solo la metà dei blogger guadagna più di $ 1.500 al mese. Solo il 23% dei blogger, circa uno su quattro, guadagna più di $ 5.000 al mese. Dai un’occhiata al sondaggio sui blogger per vedere esattamente quanto fanno i blogger e le migliori fonti di reddito che stanno utilizzando.

 

Puoi fare un blogging vivente, puoi fare soldi enormi, ma devi sapere cosa aspettarti e dare tempo al tuo reddito per crescere.

55) Non conoscere il blog – Avere successo in qualsiasi attività commerciale o carriera significa diventare un esperto nel settore e imparare continuamente come migliorare. Non è diverso per i blog, ma così tanti blogger evitano di perdere tempo per imparare a gestire un sito Web.

Non devi essere un blogger a tempo pieno o anche andare a una conferenza ogni anno, ma dovresti dedicare un po ‘di tempo per imparare come gestire con successo un blog. Immagino che sto predicando al coro qui perché se sei arrivato così lontano nell’articolo, sei sicuramente impegnato a imparare come evitare i più grandi errori di blogging e come avere successo.

Segui alcuni blog sui blog e tieniti aggiornato sugli argomenti dei blog. Prendi in considerazione l’ idea di seguire un corso video Udemy per migliorare le competenze in alcuni degli argomenti.

56) Non riesaminare regolarmente l’analisi dei problemi – so che molti di voi non sono nerd come me, ma tutti dovrebbero spendere almeno 30 minuti al mese per rivedere le statistiche del proprio blog.

Ciò significa accedere a Google Analytics e tenere traccia di alcune metriche per il tuo blog.

Esistono molte altre metriche che puoi monitorare tramite Google Analytics, ma queste ti faranno iniziare.

57) Pensare che il blog sia un reddito passivo – Se hai letto l’intero articolo, probabilmente avrai l’idea che il blog sia lontano da una fonte di reddito passivo .

Nonostante le molte presentazioni simili a quelle dei blogger che cercano di venderti il ​​loro corso di blogging facile a ricchezze passive, il blogging non ti renderà sicuramente ricco senza dedicarti al lavoro. Questo non vuol dire che non puoi ottenere blog ricchi o almeno fare molto bene, ma ci vorrà sempre del lavoro.

Spero di non essere scoraggiato da questo mostro elenco dei maggiori errori di blogging. Pochi di questi errori di blogger distruggono il tuo blog o rovinano il tuo traffico e tutti ne fanno molti a un certo punto. Non preoccuparti di essere un blogger perfetto ma capisci dove molti blogger falliscono e come puoi avere successo sul tuo sito web.

Exit mobile version