Cerca

Guida per principianti al Business Blogging nel 2020

So cosa stai pensando: quale imprenditore ha il tempo di creare un blog da zero? Non importa se sei una band di una persona o il CEO di una società internazionale, il pensiero di creare un blog aziendale è una prospettiva scoraggiante.

Certo, il mondo ti dice che c’è molto da guadagnare, come una maggiore esposizione online, migliori risultati di ricerca e persino un aumento dei tuoi profitti. Tuttavia, ci vuole MOLTO per arrivarci.

E con la concorrenza online più intensa che mai, praticamente in ogni nicchia, devi chiederti: ne vale ancora la pena?

La risposta è si. Assolutamente.

Continua a leggere per scoprire come fare business blog nel modo giusto in modo da poter raccogliere i frutti nel 2020 e oltre.

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

3 vantaggi del blog aziendale

Prima di immergerci nel ” come”, consideriamo innanzitutto perché dovresti iniziare un blog aziendale. Ecco tre vantaggi del blog aziendale:

1) Attrae nuovi contatti

I blog aziendali possono aiutarti a stabilire relazioni con i visitatori di nuovi siti Web. Invece di essere accolti da una pagina statica simile a un tabellone per le affissioni, i nuovi lettori possono connettersi con il tono casuale dei post del tuo blog. Questo approccio simpatico e comprensibile aiuta a creare connessioni che possono comportare un aumento delle entrate, senza la necessità di una vendita difficile.

Dive Deeper: come scrivere il contenuto di nutrimento del piombo: 7 tattiche comprovate

2) Crea fiducia con i clienti

Le aziende che blog aiutano ad approfondire le relazioni che hanno con i loro attuali clienti. Quando pubblichi regolarmente buoni contenuti, questi visitatori torneranno ancora e ancora perché ti vedono come un esperto nel tuo settore o su argomenti particolari, e questo può portare a vendite ricorrenti senza un grande sforzo da parte tua.

Dive Deeper: come creare post di blog di qualità che convertano i clienti

3) Migliora la reputazione del tuo marchio

I marchi che blog portano nuove persone sul loro sito Web migliorando le loro classifiche nei risultati di ricerca naturali. La SEO premia i contenuti di alta qualità che vengono aggiornati regolarmente. Pertanto, la gestione di un blog aziendale è un modo efficace per vincere con i programmi di indicizzazione dei motori di ricerca e i tuoi lettori regolari.

Ma non limitarti a prendere la nostra parola. Ecco alcuni dati statistici sui vantaggi del blog aziendale :

  • Il 36% delle aziende di Fortune 500 utilizza i propri blog per leadership di pensiero, promozione dei prodotti e coinvolgimento.
  • Le aziende che blog ricevono il 55% di traffico in più rispetto alle aziende che non lo fanno e hanno il 434% di pagine indicizzate in più rispetto a quelle che non lo fanno.
  • I blog aziendali attivi hanno il 97% in più di link in entrata rispetto ai siti Web senza blog.
  • I blog aziendali attivi generano il 67% di lead in più rispetto ai siti Web senza blog.
  • L’81% dei consumatori online statunitensi afferma che i blog sono fonti attendibili di informazioni e consigli.
  • Il 61% dei consumatori online statunitensi ha effettuato un acquisto sulla base dei consigli di un blog.
  • Il 68,52% degli intervistati afferma che un blog aggiunge credibilità a un sito Web.

Dive Deeper:

Che cos’è un buon blog aziendale?

Quando dai un’occhiata a tutti i numerosi vantaggi che offre il blog aziendale, è facile emozionarsi. Più traffico, migliore consapevolezza del marchio e aumento delle entrate? Registrami, vero?

Sebbene i blog aziendali siano una potente strategia per far crescere il tuo sito web aziendale, è innegabile che richiede tempo e impegno seri, proprio come qualsiasi altra tecnica di marketing.

La realtà è che esiste una differenza enorme tra i blog di buone imprese e quelli di cattive attività. Diamo un’occhiata a come i due differiscono:

  • Betty, la cattiva blogger aziendale , sa quanto sia vitale il suo blog, ma non riesce mai a trovare il tempo della sua giornata per impegnarsi. Entra una volta al mese e scrive un rapido aggiornamento che pubblica immediatamente. Poiché pubblica così pochi post, li rende il più possibile orientati alle vendite poiché ritiene che ciò aiuterà la sua attività a spremere il maggior numero possibile di entrate dalle poche persone che visitano il loro sito. Fatto ciò, Betty abbandona il sito fino al mese successivo, senza mai rispondere ai commenti o alla promozione dei contenuti sui siti social.
  • Gary, il buon blogger d’affari , ha un approccio diverso. Sa che la coerenza è fondamentale quando si tratta di blog aziendali, quindi ha creato un calendario di pubblicazione che prevede la pubblicazione di oltre 1.800 post di parole ogni settimana che toccano una varietà di argomenti divertenti e coinvolgenti. È attivo nella sua comunità imprenditoriale, intrattenendo grandi discussioni con i lettori che commentano i suoi post e portando le conversazioni sui profili social della sua azienda ogni volta che è possibile.

Sia che l’obiettivo sia attrarre nuovi clienti, legarsi ulteriormente con gli acquirenti precedenti o migliorare le classifiche dei motori di ricerca, l’azienda di Greg otterrà risultati migliori di quelli di Betty.

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

Dive Deeper:

Di cosa dovresti scrivere in un blog aziendale?

Per migliorare i risultati che puoi ottenere attraverso i blog aziendali, una delle cose più importanti che puoi fare è impostare e mantenere un calendario di pubblicazione. Per lo meno, dovresti pubblicare sul tuo sito web una o due volte a settimana.

Secondo una ricerca del Marketing Insider Group :

Marketing Insider Group

In definitiva, è più importante pubblicare contenuti di alta qualità, piuttosto che bruciare le risorse dell’azienda con assurdità di grandi quantità che nessuno vuole leggere.

Di cosa dovresti scrivere nei tuoi post?

image2 1

fonte

Prima di tutto, tieni presente che la pietra angolare di ogni eccellente blog aziendale è il contenuto “sempreverde” – il tipo di informazioni che forniscono informazioni approfondite informative ed esperte su argomenti che saranno sempre rilevanti per il tuo pubblico. Non vuoi passare ore a scrivere e pubblicare un articolo che è una vecchia notizia entro 12 mesi.

Ecco un elenco di idee di blog per aiutarti a iniziare:

  • Post “Linkbait” : questi post sono progettati per raccogliere visualizzazioni di pagina o backlink (o entrambi). Le strutture tipiche dei post di linkbait includono post di elenchi (ad es. “17 modi per risparmiare sulle parti di biciclette”) o articoli che hanno un punto di vista controverso (ad esempio, “Perché non dovresti acquistare biciclette con marchio XX”). Ricorda che il titolo che attira l’attenzione non è sufficiente; devi consegnare anche all’interno del corpo dell’articolo.
  • Commenti alle notizie del settore – Offrire il valore dei tuoi due centesimi su questioni che incidono sul tuo settore aiuta a costruire la tua autorità percepita tra i tuoi lettori. Inoltre, può anche svolgere un ruolo vitale nell’aiutare il tuo blog ad attirare i motori di ricerca. Per quanto riguarda il materiale sempreverde, puoi sempre aggiornare gli articoli di attualità del settore circa un anno o giù di lì aggiungendo informazioni su ciò che è nuovo o ciò che è cambiato o andare più in dettaglio sull’argomento principale (piuttosto che sul problema che lo circonda).
  • Sguardo all’interno della vita in ufficio – I visitatori del sito Web adorano dare un’occhiata a ciò che accade dietro le tende della tua azienda – mettendo volti umani e personalità al marchio. Post divertenti che mostrano la cultura dell’ufficio della tua azienda in parole, immagini o video possono aiutarti a differenziare il tuo marchio dagli altri.
  • Domande frequenti come singoli post:  sono facili da scrivere perché hai già la “struttura” nella pagina Domande frequenti. Prendi una FAQ o una serie che vanno naturalmente insieme, e risolvi il problema. Usa la domanda come titolo e domande correlate per le intestazioni e i sottotitoli.
  • Collega le raccolte:  compila post di blog interessanti e pertinenti in una raccolta settimanale per fornire valore ai tuoi lettori (e rendere facile la raccolta di notizie per loro!):

Riassunto del collegamento SG

I circa cinque link non dovrebbero essere tuoi, ma aggiungi una sezione in fondo chiamata “I nostri ultimi blog” o qualcosa del genere:

SG blog più recenti

  • Post video: scrivi una breve introduzione di 1-2 paragrafi e poi incorpora un video. Può essere un’anteprima di un nuovo prodotto, una demo del prodotto o un video esplicativo. Potrebbe anche essere un argomento che potrebbe utilizzare alcuni screenshot o grafica animata per aiutare a spiegare il tuo punto, come  I 5 migliori strumenti SEO per aumentare il tuo traffico organico .
  • Post infografici:  se la tua attività si occupa di molti numeri, statistiche o ricerche, la creazione di un’infografica è un ottimo modo per presentare tutti quei dati in un formato visivo, cioè facilmente consumabile.
  • Contenuti promozionali  – Sebbene i post di vendita non debbano rappresentare la maggior parte del tuo blog, aggiungere un pezzo promozionale di tanto in tanto aiuta i lettori a scoprire di più sui tuoi prodotti.

Tieni presente che qualsiasi tipo di post sul blog che scrivi, contenuti visivi  come video, infografiche e post scritti con molte immagini e grafici pertinenti tendono a ottenere un coinvolgimento molto maggiore:

marketing dei contenuti visivi

Dive Deeper: 

L’impostazione degli obiettivi SMART è fondamentale per una strategia di blog aziendale vincente

Quindi, come fai ad assicurarti che il tuo blog aziendale muova l’ago e attiri gli spettatori che potrebbero continuare a diventare clienti?

Come con qualsiasi altra campagna di marketing, il tuo blog deve avere obiettivi definiti. Questi obiettivi differiranno a seconda del tipo di attività, ma la strategia SMART descritta di seguito è un formato affidabile che qualsiasi azienda può utilizzare.

Per ciascuno dei tuoi obiettivi, controlla che siano:

Specifico

Cosa stai cercando di ottenere esattamente? Nel blog, potresti volere più traffico sul sito, più lead per il tuo nuovo prodotto, aumentare la consapevolezza del marchio o stabilire la tua attività come educatore o leader di pensiero.

Misurabile

È fondamentale tenere traccia dei tuoi progressi in modo da poter determinare quando hai raggiunto i tuoi obiettivi. Le metriche come il traffico quotidiano del sito Web, le condivisioni social e gli abbonati e-mail sono eccellenti barometri per misurare il coinvolgimento del pubblico con i tuoi contenuti.

Raggiungibile

Mentre sei tentato di sparare alle stelle, dovresti temperare le aspettative usando l’analisi dei dati per guidare i tuoi obiettivi. Non essere troppo sgonfiato impostando obiettivi bassi. Ricorda che 100 veri sostenitori del marchio valgono molto più di 10.000 visitatori occasionali.

Pertinente

Gli obiettivi del tuo blog dovrebbero essere intrinsecamente collegati ai tuoi obiettivi aziendali generali. Ad esempio, aumentare gli abbonati e-mail del 10% nel prossimo trimestre probabilmente porterà ad alcuni nuovi contatti per il tuo prodotto o servizio che, a loro volta, offre nuove opportunità di vendita.

Basato sul tempo

Ogni obiettivo ha bisogno di una scadenza. Impostando un programma per tracciare i tuoi progressi, si accende un incendio sotto la tua squadra per garantire che si spingano in avanti per colpire gli obiettivi in ​​tempo.

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

Conosci il tuo pubblico

Quando inizi un blog aziendale, non è facile distinguersi dal pacchetto, soprattutto se i tuoi concorrenti lo fanno da molto più tempo e / o stai sfornando la stessa lanugine ripassata che fanno tutti gli altri.

Le persone vogliono contenuti fruibili e pertinenti. Ciò significa che dovresti creare solo articoli di valore caricati con le informazioni attuali sugli argomenti di cui i tuoi lettori e clienti si preoccupano, e ogni singolo post sul blog deve dare ai tuoi lettori risposte dirette alle loro domande ardenti.

Quindi, se stai scrivendo un blog che non offre una soluzione ai loro punti deboli, il tuo blog aziendale non andrà bene.

Il che fa sorgere la domanda: cosa vogliono sapere le persone?

Per saperne di più sulle domande più frequenti e sugli argomenti più condivisi nel tuo mercato di riferimento, cerca nei gruppi, forum e piattaforme online come i seguenti:

Conoscere il tuo pubblico è vitale nel marketing dei contenuti. Dopo aver fissato i tuoi obiettivi, dovresti fare queste basi per scoprire di più sui punti deboli del tuo pubblico. Quali domande stanno ponendo? Quali argomenti li interessano? Cosa non sta  dando loro la concorrenza ?

Quando ti prendi il tempo per raccogliere queste informazioni, puoi creare personaggi dettagliati del pubblico che guideranno i tuoi sforzi nella creazione di contenuti. Questo è un aspetto essenziale del blog di oggi e piuttosto che creare semplicemente un tipo di post sul blog per tutti, i singoli e dettagliati acquirenti ti aiuteranno a creare contenuti più mirati che ottengano risultati.

The Science of Building Buyer Personas copy

fonte

Un semplice acquirente ha un aspetto simile al seguente:

Buyer Persona - Tyrone College

Dive Deeper: The Ultimate Guide to Developing Personer Buyer (with Templates!)

Il marketing è la maggior parte del lavoro

Con i blog aziendali, la creazione di contenuti è solo una parte del lavoro. Il vero lavoro inizia dopo aver premuto il tasto Pubblica.

Al giorno d’oggi, il content marketing è solo una creazione del 20% e una promozione dell’80% . Una volta che il tuo blog è pronto per essere condiviso con il mondo, dovresti promuovere immediatamente i nuovi contenuti su tutti i tuoi canali social.

Se ricordi, abbiamo menzionato sopra che Gary, il buon blogger d’affari, non ha solo pubblicato post, ma ha anche attivamente collaborato con la sua community.

Realisticamente, il tuo blog dovrebbe essere il punto di partenza nelle conversazioni che puoi avere con i tuoi lettori. Successivamente, è necessario impegnarsi a fondo per la promozione per garantire che il messaggio del marchio sia in contatto con più persone. Se sei preoccupato per l’onere finanziario di tutta questa promozione di contenuti, dai un’occhiata a Come promuovere il tuo post sul blog con un budget limitato :

Ecco alcune strade promozionali popolari da considerare:

Influenza sul marketing

L’influencer marketing è oggi una forza significativa, con il 17% delle aziende  che afferma di spendere oltre la metà del budget di marketing per gli influenzatori. Collaborando con influencer chiave nel tuo spazio, puoi sfruttare la loro reputazione e il grande pubblico per promuovere i contenuti del tuo blog. Questo è un modo eccellente per far conoscere il marchio a gruppi di persone alle quali potresti non aver avuto accesso.

E quando si tratta dell’efficacia del marketing degli influencer , il ROI è altrettanto buono o migliore di altri canali di marketing:

comparazione dei canali delle statistiche di marketing di influencer 750x500

Dive Deeper:

Come iniziare con Influencer Marketing:

Social Media

Devi trovare il tuo pubblico dove sono più attivi, quindi agire regolarmente per coinvolgerli nella conversazione. Se il tuo gruppo demografico è millenario, è una perdita di tempo concentrare i tuoi sforzi su LinkedIn. D’altra parte, se la tua base di clienti è una clientela B2B, allora LinkedIn è esattamente dove dovresti concentrarti.

Partecipa con domande provocatorie, rispondendo alle domande di altri commentatori e offrendo approfondimenti credibili e pratici su argomenti di interesse. Costruendo inizialmente una presenza su uno o due canali, è possibile stabilire la voce e l’autorità del proprio marchio. Successivamente, puoi promuovere i contenuti del tuo blog a persone che già conoscono e si fidano di te.

La piattaforma che scegli dipende anche dal tipo di contenuto che stai condividendo. Come regola di base, le seguenti piattaforme sono meglio utilizzate per :

  • Facebook : foto, video, eventi live, post di testo
  • Instagram : foto, video, testi in foto
  • LinkedIn : offerte di lavoro, aggiornamenti professionali, comunicati stampa aziendali
  • Pinterest : infografica, istruzioni, foto
  • Twitter : brevi testi, collegamenti a blog, sondaggi

Dive Deeper:

Marketing via email

L’email potrebbe non essere così nuova e brillante come alcune delle altre tecniche di marketing esistenti oggi, ma è ancora incredibilmente potente: il ROI dell’email marketing  è di $ 44 per ogni dollaro speso. La chiave è la personalizzazione . Nessuno vuole ricevere un’e-mail di massa su stivaletti per bambini impermeabili se non hanno figli (o anche se lo fanno, ma i loro figli sono al liceo).

Infografica statistiche posta imbuto post

Utilizza i moduli di iscrizione via e-mail sul tuo sito per creare un elenco di follower, che ti dia una linea diretta alla loro casella di posta. Da lì, puoi coltivare relazioni individuali più forti con le persone, incoraggiandole ad amplificare il messaggio del tuo marchio.

Dive Deeper:

Fai clic qui per scaricare subito la tua guida gratuita!

Conclusione

Un blog aziendale è una piattaforma che ti consente di esprimere i punti di vista del tuo marchio, ma non è affatto una strada a senso unico. Fatto bene, puoi utilizzare un blog aziendale per aumentare la consapevolezza del marchio, educare i tuoi lettori e diventare un esperto di riferimento e entrare in contatto con più persone.

Mentre interagisci con i visitatori del tuo sito, puoi coltivare relazioni più forti e eventualmente incoraggiarli ad iscriversi. Naturalmente, ciò non accade dall’oggi al domani, ma la strategia a lungo termine del blog aziendale è uno sforzo utile.

Ricorda: le aziende che blog registrano il 55% in più di traffico, il 434% in più di pagine indicizzate, il 97% in più di link in entrata e il 67% in più di lead rispetto alle aziende che non lo fanno.

Investendo tempo e fatica, puoi utilizzare un blog per elevare il tuo marchio a nuovi livelli e affermare la tua attività come leader di pensiero nel mercato. Presto sarai in grado di trasformare i lettori in clienti fedeli.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close