ibdi.it

Guest Blogging 101: Come pubblicare i Blog Post (per SEO e traffico) nel 2020

Il blog degli ospiti è costantemente citato come uno dei modi migliori per creare backlink di alta qualità (SEO) e generare più traffico sul tuo blog.

Vorresti un aumento del traffico mirato al tuo blog, un posizionamento più elevato nei motori di ricerca e una reputazione più forte nella tua nicchia … gratis?

Potrebbe sembrare un sogno irrealizzabile (soprattutto se hai appena iniziato il tuo blog di recente ), ma non lo è. Puoi realizzare tutte queste imprese in modo sorprendentemente rapido e senza pagare un centesimo – tramite il blog degli ospiti . Parliamo di come postare gli ospiti .

Che cos’è il blog degli ospiti?

Il blog degli ospiti, chiamato anche guest post, è quando scrivi un articolo per il blog di qualcun altro allo scopo di far crescere il tuo marchio, ottenere visibilità a un pubblico mirato, generare traffico e costruire backlink naturali per il tuo blog.

Sebbene ci siano alcune eccezioni, un post per gli ospiti sarà normalmente un contenuto unico che dovrai scrivere, uno che non hai già pubblicato sul tuo blog o in qualsiasi altro luogo, e quasi sempre scriverai per un blog con un pubblico più vasto del tuo (che è uno dei maggiori vantaggi del blog degli ospiti).

Non devi nemmeno pagare per essere un guest blogger. Se ti viene chiesto di pagare, questo è un post sponsorizzato , non un post ospite. In effetti, alcuni blog sarà anche pagare voi per gli ospiti bloggare sul loro sito.

Allora, qual è il problema quando si tratta di blog degli ospiti? Bene, non ce n’è uno e tutti ne beneficiano ancora.

Oggi, ogni mese vengono pubblicati oltre 70 milioni di post di blog . Sta diventando sempre più competitivo raggiungere (e trattenere) un vasto pubblico di blog.

Pertanto, il blog degli ospiti è una vittoria per il blog host che pubblica i tuoi post degli ospiti, perché ottengono un contenuto gratuito che non devono né scrivere da soli né pagare uno scrittore per compilare.

Ottieni il tuo nome, le tue parole e i collegamenti al tuo blog emersi in modo prominente per potenzialmente migliaia o più lettori. Parleremo di più sull’inclusione di link nei post del blog degli ospiti più avanti in questa guida, perché quelli sono estremamente preziosi in termini di costruzione dell’autorità SEO del tuo blog .

Dai un’occhiata a questo enorme picco di traffico che ho visto sul mio blog ( 1.874 lettori in un giorno — al di sopra della mia media in quel momento) dopo che il mio primo post da ospite è stato pubblicato diversi anni fa:

Anche i lettori del blog per cui hai appena pubblicato un guest vincono, perché riescono a leggere un ottimo contenuto che probabilmente presenta una nuova prospettiva di quella a cui sono abituati.

Il blog degli ospiti è una situazione vantaggiosa per tutti, di conseguenza tutti stanno meglio.

Di tutti i modi per indirizzare il traffico verso il tuo blog e creare un pubblico di ritorno nel tempo, il blog degli ospiti è di gran lunga l’investimento più redditizio che puoi fare.

Guest Blogging 101: come ottenere un post sul blog degli ospiti in 10 semplici passaggi (2020)

  1. Prerequisiti per il blog dei tuoi ospiti (prima)
  2. Come trovare i blog perfetti su cui pubblicare gli ospiti
  3. Vieni con grandi idee sul blog degli ospiti
  4. Trova e segui le linee guida per il blog degli ospiti
  5. Scopri come presentare il tuo post sul blog degli ospiti
  6. Scrivi un post sul blog ospite a cui il tuo host non può resistere
  7. Includi con gusto i link ai tuoi contenuti
  8. Crea per te un post sul blog degli ospiti intelligente
  9. Cosa fare dopo che il post sul blog degli ospiti è stato pubblicato
  10. Modi intelligenti per ottenere ancora di più dal tuo blog ospite

Ora, immergiamoci nella mia guida definitiva per la pubblicazione degli ospiti e parliamo di come ottenere un post sul blog degli ospiti (per SEO e traffico) quest’anno.

1. Inchioda i prerequisiti di blog dell’utente (prima)

Alcuni aspiranti blogger ospiti temono che debbano avere una tonnellata di esperienza di blog o un enorme seguito da soli, prima che qualcuno consideri la pubblicazione dei propri post.

Ma semplicemente non è vero.

Se vuoi iniziare oggi con il blog degli ospiti e vedere il tuo lavoro pubblicato sul blog di qualcun altro, ci sono solo due prerequisiti cruciali:

  • Devi essere in grado di scrivere bene. Sii onesto con te stesso qui: se non sei molto fluente in inglese o se lotti molto con l’ortografia e la grammatica, potresti non essere ancora al livello in cui sei pronto per tuffarti nel blog degli ospiti. Se vuoi andare avanti, vale la pena trovare un amico che possa dare una mano con un po ‘di editing, o potresti anche considerare di pagare un editor professionale per aiutarti a lucidare il tuo lavoro prima di presentare un post per gli ospiti.
  • Devi scegliere saggiamente il tuo blog host. Ciò significa scegliere un blog o una pubblicazione realistici che già occupano post degli ospiti. E so che questo potrebbe sembrare ovvio, ma puntare al blog o alla pubblicazione più grande nella tua nicchia con il tuo primo tentativo, ti deluderà e fisserà le aspettative sbagliate quando inizi a entrare nel blog degli ospiti. Con questo approccio incrementale, puoi anche acquisire una preziosa esperienza prima  di presentare il blog dei tuoi sogni.

Sono una testimonianza vivente della verità di questo approccio nel far crescere costantemente il mio blog nel corso degli anni.

Non hai bisogno di un enorme marchio personale per avere successo nel blog degli ospiti

Quando ho iniziato a scrivere sul blog degli ospiti per circa quattro anni e ho iniziato a pubblicare il mio lavoro su altri (molto più autorevoli) blog, non avevo ancora un marchio o una reputazione personale.

Ciò che avevo, tuttavia, era la capacità di scrivere un post sul blog in grado di raccontare una storia avvincente, attirare lettori e anche aiutare gli obiettivi di contenuto del mio blog ospitante. Avere la crescente capacità di scrivere che stai costantemente lavorando per migliorare – e la volontà di essere persistente con i tuoi sforzi di sensibilizzazione – farà molto per aiutare le campagne di blog degli ospiti ad avere successo.

Oltre a quella capacità di scrittura di base, ho iniziato con lanci di lancio con cui avevo già lavorato in qualche modo nel mio lavoro quotidiano (come content marketer presso CreativeLive) o aziende che avrebbero almeno familiarità con il marchio del mio datore di lavoro.

Ho sfruttato lo strumento più vantaggioso a mia disposizione (lavorando per una startup riconosciuta a livello globale) per collegarmi con le opportunità di blog degli altri utenti simili.

Potresti non essere nella stessa posizione in cui ero quando ho iniziato a scrivere blog agli ospiti, ma sfidare te stesso a usare gli strumenti che hai, a tuo vantaggio.

2. Come trovare i blog perfetti su cui pubblicare gli ospiti

Se i tuoi “blog che accettano post degli ospiti” di Google, troverai un sacco di elenchi.

Spoiler: questo non è il modo migliore per iniziare il blog degli ospiti.

Dopotutto, non hai bisogno di 150 blog casuali che accettano post degli ospiti … hai solo bisogno di un sito di alta qualità per iniziare.

Invece, pensa ai blog che hai già letto che trattano lo stesso argomento, o uno simile, a quello di cui parla il tuo blog. Questi sono ottimi blog da presentare perché conosci già molto il loro stile e i tipi di contenuti che pubblicano.

Quando si valuta un blog da presentare per l’accettazione di un post ospite, si desidera un sito che:

  • Hai già una sorta di connessione con. Forse hai già commentato il blog in precedenza, chattato con il blogger su Twitter o hai anche un nome di blog simile a. Iniziare con una sorta di semplice connessione può rendere più semplice la visualizzazione della presentazione del tuo ospite.
  • È più grande del tuo, ma non ridicolmente enorme. Punta a un blog che è circa cinque o dieci volte più grande del tuo. Se hai 100 abbonati e-mail, punta a un blog con ~ 1.000. Se stai mirando a blog (come Forbes) che sono più o meno mille volte più grandi dei tuoi, è un po ‘troppo ambizioso quando sei nuovo nel blog degli ospiti.
  • È in argomento per te. Mentre potresti trarre dei benefici dalla scrittura di un blog sui gatti quando il tuo blog è incentrato sui gadget, non ci sarà molto crossover del pubblico, quindi non dovresti aspettarti di vedere un grande guadagno da quel tempo investito.
  • Ha uno stile di scrittura un po ‘simile al tuo. Va bene modificare un po ‘il tuo stile per adattarlo al blog su cui pubblichi gli ospiti, ma se di solito sei molto “là fuori” con molte battute off-color e il blog per cui stai scrivendo è più conservatore, o scoprirai che (a) rifiutano il tuo post perché il tuo stile non è adatto o (b) modifichi il tuo stile per adattarlo a loro – e i lettori che fanno clic sul tuo blog arrivano con un adattamento dei vapori . Entrambe le situazioni producono un risultato meno che desiderabile.
  • Sei orgoglioso di essere associato. Evita i blog degli ospiti su siti che sono stati fortemente criticati nella tua nicchia (a meno che tu non voglia mostrare loro il loro supporto) ed evita i blog che non si adattano ai tuoi valori morali o etici personali. Se sei un fedele liberale, ad esempio, non ha molto senso scrivere un post sul blog a favore di un’ideologia conservatrice. Il contenuto non sarà autentico e probabilmente ti pentirai comunque della decisione in futuro.
  • Offre un collegamento per seguire. Questo di solito è il caso, ma guarda attentamente le linee guida per il blog degli ospiti per assicurarti che il tuo link bio (o link in post) sarà “segui” piuttosto che “nofollow” (poiché un link nofollow non farà nulla per aiutare gli sforzi SEO del tuo blog ). Se nelle linee guida non è indicato nulla in alcun modo, consulta un post sul blog degli ospiti passato, scorri fino alla biografia, fai clic con il pulsante destro del mouse su di esso e seleziona “Ispeziona” (in Google Chrome) per vedere il codice HTML per quel frammento di testo con collegamento ipertestuale. Se vedi la parola “nofollow” nella descrizione HTML del link, allora è un link nofollow. Se non dice esplicitamente la parola “nofollow”, allora sei a posto.

Ispeziona un collegamento facendo clic con il pulsante destro del mouse sul testo del collegamento ipertestuale che desideri consultare e facendo clic sull’opzione “Ispeziona” in questo modo:

Questo aprirà il pannello di controllo sul lato destro (o in basso) della finestra del browser.

E poi ti consigliamo di dare un’occhiata da vicino al testo evidenziato che descrive la natura del link che stai ispezionando.

Ancora una volta, stai cercando qualsiasi menzione della parola “nofollow” nella descrizione. Quindi, se non è menzionato lì, allora il link è considerato “dofollow” che trasmette i benefici SEO al link di destinazione (cioè un post che stai promuovendo sul tuo blog).

Ovviamente, è fondamentale verificare innanzitutto che il tuo blog di destinazione accetti effettivamente i post degli ospiti e, in tal caso, se consentono o meno collegamenti cliccabili ai tuoi contenuti.

Cerca cose come:

  • Diversi autori spuntano sul blog (punti bonus se qualcosa come “guest blogger” o “guest post” viene utilizzato per presentare il loro lavoro). Questo non significa necessariamente che il blog sarà aperto agli invii di blog degli ospiti non richiesti, quindi non dare per scontato che le porte dell’inondazione siano aperte.
  • Una pagina “linee guida per gli ospiti”. Tra poco daremo uno sguardo a come trovare questa pagina, poiché molti blogger non la rendono particolarmente importante.
  • Una nota sulla pagina Contatti o Informazioni sul blog degli ospiti.  Alcuni blogger metteranno una linea qui per sapere se sono aperti / chiusi ai post degli ospiti in un dato punto.

Leggi le linee guida per il blog degli ospiti prima di inviare una presentazione.

Se un blog dice che non accettano i messaggi degli ospiti, non aspettarti che facciano un’eccezione per te. Per quanto sorprendente sia l’ idea del tuo post sul blog , vorrai trascorrere il tuo tempo prezioso altrove.

Ciò vale anche se un blog afferma che accettano solo post degli ospiti su invito, anche se in tal caso puoi potenzialmente contattare il blogger (se hai una relazione esistente con loro) e chiedere se sarebbero disposti a guardare un blog pubblica uno schema per avere un’idea del tuo stile o passa attraverso una connessione reciproca per avere un’introduzione.

3. Trova fantastiche idee per il blog degli ospiti

Molti nuovi guest blogger escogitano prima una tonnellata di idee intelligenti , poi solo dopo cercano i blog giusti per cui quelle idee potrebbero essere adatte.

Nella mia esperienza, questo non è il modo migliore per fare il blog degli ospiti.

Invece, vuoi inventare idee che siano perfette per ogni blog target a cui vuoi raggiungere … non solo idee che sono a metà strada decenti per un centinaio di blog diversi. Pensa su misura, non fuori dagli schemi.

Per avere un’idea di blog ospite che funzionerà perfettamente per il tuo potenziale sito, ti consigliamo di:

  • Leggi molti  post recenti sul tuo blog di destinazione. Se non sei un lettore normale (o se leggevi il blog ma non l’hai fatto di recente), devi davvero aggiornarti con il tipo di contenuto che hanno pubblicato di recente. Se il tuo blog di destinazione scrive spesso su argomenti correlati all’hosting web, puoi inserirli in un post ospite che copre un argomento più di nicchia come i migliori piani di web hosting a basso costo o offrire una recensione delle migliori opzioni di piano di hosting mensile sul mercato – tutto ciò potrebbe scalare fino a un pezzo più grande che già hanno sui migliori piani di web hosting per i loro lettori.
  • Prendi appunti su questi post. Quali argomenti hanno trattato? Quanto durano i post, all’incirca? I loro post tendono ad essere di alto livello e strategici o focalizzati su tattiche specifiche? I post sono rivolti ai principianti o alle persone con molta esperienza? Tutto ciò può aiutarti a affinare le tue idee in modo appropriato.
  • Guarda le categorie coperte dal blog, se elencate nella loro navigazione. Potresti voler prestare attenzione alle categorie che non hanno avuto molti (o nessuno) post di recente. Questi potrebbero essere buoni obiettivi per i contenuti che colmano un “gap” sul blog. Tieni presente, tuttavia, che la mancanza di post recenti in una particolare categoria potrebbe segnalare che il blog ha cambiato direzione.
  • Brainstorming un elenco di idee. Non solo inventare una o due idee per i post sul blog … mirare ad almeno dieci. Alcuni di loro potrebbero non essere fantastici: non importa. Vuoi andare avanti fino a quando non avrai un’idea che pensi possa adattarsi perfettamente a quel blog.

Solo dopo aver soddisfatto questi criteri sarai pronto per implementare una strategia di blog degli ospiti che ti vede effettivamente pubblicato.

4. Trova e segui le linee guida per il blog degli ospiti

La maggior parte dei blog che accettano post degli ospiti avrà chiare linee guida che chiedono ai blogger ospiti di seguire.

Assicurati di cercarli … e seguili attentamente prima di inviare i tuoi articoli per considerazione.

Molto probabilmente troverai le linee guida per gli ospiti:

  • Collegato alla pagina di presentazione Informazioni, Contatti o Posta degli ospiti del blog
  • Collegato dalla barra laterale o dal piè di pagina del blog

Se non si trovano in nessuno di questi luoghi, cerca “linee guida per gli ospiti”, “scrivi per noi”, “invia un post” o “invio degli ospiti” sul sito. Per eseguire questa ricerca nel sito , è possibile digitare la frase più il sito: [nameoftargetblog.com] in Google, ad es. ” Sito delle linee guida per gli ospiti: ryrob.com” e ottenere risultati più accurati.

Le linee guida per i post degli ospiti variano da blog a blog, ma la maggior parte riguarderà:

  • Il tipo di contenuto che accettano / non accettano.  Questo sarà spesso di buon senso (ad esempio, non vogliono contenuti plagiati o post che hai già pubblicato da qualche altra parte), ma le linee guida possono anche coprire gli argomenti a cui sono particolarmente interessati o argomenti che non  vogliono giusti adesso.
  • Sia che vogliano che tu invii loro un’idea e una descrizione, o una bozza completa. È meglio attenersi a ciò che il blog richiede qui (anche se la maggior parte non ti rifiuterà solo perché hai inviato la cosa sbagliata).
  • A chi inviare la tua presentazione (o bozza). Questo può essere un editor, un assistente o anche un modulo di invio anziché il proprietario del blog.
  • Come formattare e inviare il tuo post ospite. Ad alcuni blog piace un documento Word, altri vorranno un documento Google, e alcuni chiedono ancora HTML non elaborato (anche se questo sta diventando sempre più raro). È possibile che vengano fornite istruzioni su come utilizzare le intestazioni.

Il successo del blog degli ospiti richiede le seguenti istruzioni

Potrebbero esserci anche altre istruzioni (ad esempio alcuni blog ti chiederanno di inviare il tuo post ospite utilizzando un modulo specifico o di utilizzare una riga dell’oggetto specifica per la tua e-mail).

Assicurati di seguire queste linee guida, in caso contrario, il tuo tono non verrà mai visto.

Se hai difficoltà a trovare le linee guida per i post degli ospiti o se le linee guida non chiariscono chi contattare, ho alcuni suggerimenti pratici in questa guida per aiutare i blogger a rintracciare la persona giusta da contattare (e trovare il loro indirizzo email).

5. Scopri come presentare il tuo post sul blog degli ospiti

Alcuni blog sono felici di essere contattati con una bozza completa del tuo post sul blog degli ospiti, ma molti vogliono che tu “lanci” prima l’idea. È qui che entra in gioco la diffusione di smart blogger .

Questo di solito significa scrivere loro un’e-mail in cui presenterai brevemente te stesso e le tue credenziali, condividi la tua idea di blogging ospite suggerita o titolo preparato e descrivi di cosa parlerà il tuo post .

Ecco un modello di e-mail che puoi utilizzare per le presentazioni dei tuoi ospiti:

Subject Line: Guest post per il tuo blog

Salve [nome],

Saresti interessato a un post ospite intitolato [titolo del post suggerito]? Stavo pensando che avrebbe riguardato:

[da tre a cinque punti elenco che coprono i punti chiave del tuo post]

Se sembra che potrebbe essere una buona scelta, sarei felice di inviarti una bozza completa per dare un’occhiata.

In alternativa, un’altra coppia di post che avevo in mente sono [titolo del secondo post] o [titolo del terzo post]. Fammi sapere se uno di questi suoni sembra più adatto: posso creare un rapido schema da inviare se ti interessa 🙂

Scrivo un blog su [nome del tuo sito] su [argomento] e [eventuali dettagli sulle tue credenziali, ad es. “Sono uno sviluppatore di WordPress dal 2014”]. Se questo suona bene, ovviamente promuoverei il mio post ospite al mio pubblico (in crescita) su [canale di social media che frequenti, o dimensione approssimativa della tua lista di posta elettronica].

Fatemi sapere cosa ne pensate,

[Il tuo nome]

Cerca sempre una semplice e-mail di presentazione sul blog degli ospiti

Non è necessario rendere la posta elettronica dei tuoi ospiti più complicata di così. Tienilo breve, dolce e dritto al punto .

Il blogger host non vorrà approfondire cinque paragrafi sulla tua storia, per quanto intrigante, prima di arrivare ai dettagli che sono pertinenti per loro.

Allo stesso modo, non ha senso inviare uno schema incredibilmente dettagliato in questa fase: se il blogger vuole che tu approfondisca i dettagli, ti chiederanno semplicemente.

6. Scrivi un post sul blog ospite a cui il tuo host non può resistere

Nessun blog host ti fornirà un “sì” definito basato solo su un tono.

Anche se la tua idea di blog ospite è stata fantastica, devono vedere che puoi fornire un contenuto forte pertinente per il loro pubblico, abbinare il loro stile e realizzare una sorta di obiettivo strategico di marketing dei contenuti per loro.

Quando invii la tua bozza di guest post, è ovvio che dovrebbe essere il tuo miglior lavoro, specialmente se questa opportunità di blog ospite è su un sito che può davvero cambiare le cose per te.

Il tuo post sul blog degli ospiti dovrebbe essere degno di essere pubblicato sul tuo blog

Un modo per pensare a come dovresti sentire la qualità dei tuoi post degli ospiti è quello di utilizzare la barra per assicurarti che sia conforme agli standard essere un articolo completo e di alto livello che pubblichi felicemente anche sul tuo blog .

Sì, stai chiamando la presentazione del tuo guest post come una “bozza” nel tuo campo, ma questo è perché vuoi che il blog host si senta libero di chiedere ampie modifiche se ritengono di non aver raggiunto il segno. Dal tuo punto di vista, però, questo dovrebbe essere un lavoro raffinato che è pronto a pubblicare così com’è nella tua mente.

Oltre a fare un ottimo lavoro con la scrittura del post stesso, devi assicurarti che:

  • Hai reso il tuo post il più prezioso possibile per i lettori. Ciò potrebbe significare includere esempi, aggiungere suggerimenti chiave, collegarsi a ulteriori letture, citazioni da esperti del settore, compilare un modello gratuito … facendo tutto il possibile per rendere il tuo post degli ospiti davvero utile e utile. (Non andare troppo lontano: se il tuo blog host pubblica normalmente post di 800 parole, non vuoi inviare loro un mostro di 3.000 parole a meno che non sia già stato cancellato).
  • L’hai reso il più prezioso possibile per il blog host. Ciò significa non solo produrre un ottimo contenuto, ma assicurarsi che aiuti il ​​tuo blog ospite in qualche modo. Normalmente, ciò significa collegare internamente ad altri contenuti del pilastro sul loro blog (mirare a collegare almeno due o tre dei loro post), ma potrebbe anche significare menzionare i loro prodotti o suggerire loro di aderire alle e-mail.

Ad ogni modo, se in qualche modo riesci a legare con successo i tuoi sforzi di blog degli ospiti in una chiara vittoria per il blog host e i loro lettori, allora hai molte più probabilità di ottenere un tono accettato.

7. Includi con gusto collegamenti ai tuoi contenuti

Quasi tutti i blog host ti permetteranno di scrivere la tua biografia , dove puoi almeno includere un link (spesso multiplo) dove vuoi.

Se non ti consentono di includere anche un link bio al tuo blog in un post degli ospiti, allora ti consiglio di  non bloggare come guest in quanto probabilmente non otterrai nulla in cambio della creazione di un solido pezzo di (gratuito ) contenuti per loro. A mio avviso, il blog degli ospiti deve essere vantaggioso per tutti.

Parleremo di più sul bios tra un momento, ma in termini di corpo del post degli ospiti stesso, potresti chiederti se va bene collegarsi ai tuoi contenuti.

Puoi collegarti al tuo blog all’interno di un post sul blog degli ospiti?

La risposta è sì, di solito puoi collegarti ai tuoi contenuti da un post degli ospiti quando è fatto con gusto e ha uno scopo chiaro diverso dal solo darti un link casuale. Ma viene fornito con un po ‘di sfumatura.

La maggior parte dei blog sarà felice che tu colleghi alcune volte ai tuoi contenuti, a condizione che:

  • Rilevante: non forzare un collegamento a contenuti correlati solo tangenzialmente all’oggetto del tuo post ospite. (Questo è uno dei motivi per cui è importante scegliere un blog host che sia veramente in tema per te, in modo che ci siano opportunità naturali per creare collegamenti di qualità ai tuoi articoli.)
  • Alta qualità: se stai collegando a un post scadente pieno di errori di battitura, è probabile che il blog host rimuova del tutto il link o lo sostituisca con un link alla risorsa di qualcun altro sullo stesso argomento.
  • Non competitivo: è spesso il caso che tu sia guest blogging per un sito che sarà in qualche modo competitivo in termini di argomenti trattati entrambi. Ad esempio, se includi un link alla tua guida su come fare soldi con il blog , ma il blog host a cui stai contribuendo ha già un pezzo che va dopo questa stessa frase di parole chiave, probabilmente rimuoveranno il tuo link e lo sostituiranno con un link al proprio articolo. Evita situazioni imbarazzanti controllando in anticipo ciascuno dei tuoi collegamenti per pezzi competitivi sul loro blog.

Quante volte puoi collegarti al tuo blog all’interno di un post sul blog degli ospiti?

Non ci sono regole rigide e veloci su quanti link puoi includere nei tuoi contenuti, ma tra 2 e 4 (se il tuo post sul blog degli ospiti è compreso tra 2.000 e 3.000 parole) di solito è giusto.

Potresti anche assicurarti di includere collegamenti ad altri blog e pubblicazioni affidabili nella tua nicchia. Se si collega solo al proprio contenuto, sembrerà piuttosto self-service (e anche se il blogger host lascia intatti tutti i collegamenti, potrebbe sembrare distorto per i lettori).

Importante: alcuni blog affermano nelle loro linee guida che non dovresti collegarti ai tuoi contenuti se sarai un guest blogger per loro, o dicono che almeno li scoraggiano.

In tal caso e sei già impegnato nel blog degli ospiti per questo sito — e vuoi includere un link, segnalalo al blogger host (ad esempio con un commento in Google Doc) e chiarisci che sei felice per loro di rimuovere il link se necessario.

Ancora più importante, non vuoi che sembri che stai cercando di intrufolarti in un collegamento.

Come ho già detto, però, se hai seri dubbi sul fatto che sarai in grado di ottenere un link o due dal blog host in questione (e questo è l’obiettivo principale della tua campagna di blog degli ospiti), allora io ‘ d consiglia di portare la tua guest post da qualche altra parte invece di lasciare che il contenuto venga sottoutilizzato.

8. Crea per te un post sul blog degli ospiti intelligente

La tua biografia è l’unico posto in cui ti viene garantito un collegamento praticamente a tutto ciò che desideri che supporta le strategie SEO del tuo blog .

Sebbene alcuni blog abbiano ancora requisiti specifici sui bio link, ad esempio, potresti non essere autorizzato a collegarti direttamente ai tuoi prodotti, utilizzare un link di affiliazione o indirizzare i lettori a un sito direttamente competitivo con il tuo blog host.

Come scrivere un post sul blog guest di successo bio

La biografia del tuo blog ospite dovrebbe essere relativamente breve, ma raggiungere questi quattro obiettivi:

  • Includi il tuo nome completo (o il tuo pseudonimo di blog)
  • Sii abbastanza breve (circa 100 parole sono comuni, ma controlla le linee guida per i blog degli ospiti, poiché alcuni blog hanno limiti di parole rigidi sul BIOS)
  • Essere scritto in terza persona (“Jane Doe è …” non “Io sono …”)
  • Includi 1 link al tuo blog o sito Web (più comunemente la tua home page, ma non sempre)

Può essere difficile sapere cosa inserire nella tua biografia. I blogger ospiti spesso scrivono bios in questo modo:

Blog di Dave Smith su DaveSmith.com  su case minuscole e indipendenza finanziaria. Puoi trovarlo su Twitter su @tinyhomesdave . Vive a Troy, nel Michigan, con sua moglie e tre figlie.

Sebbene ciò non sia necessariamente negativo, non attirerà anche molti lettori a cui fare clic e vogliono saperne di più. La moglie e le figlie di Dave non sono particolarmente rilevanti e questo tipo di dettagli personali, sebbene vada bene per una pagina Informazioni , non deve occupare spazio nella biografia del blog degli ospiti.

Come scegliere il link giusto da includere nella biografia del blog degli ospiti

Invece di includere solo un link alla tua home page (che è dove la maggior parte dei blogger ospiti si ferma), prova a collegarti a un contenuto specifico per il quale stai creando link e dai ai lettori un invito all’azione molto più forte.

Ad esempio, ecco una biografia molto più avvincente sul blog degli ospiti che Dave potrebbe usare:

Se ti è piaciuto questo post di Dave Smith, dai un’occhiata a Ten Amazing Tiny Homes From Around the World  (in particolare il numero 7, che deve essere visto per essere creduto). Per ulteriori informazioni sulle piccole case, oltre al viaggio di Dave verso l’indipendenza finanziaria, assicurati di seguirlo su Twitter su @tinyhomesdave .

Idealmente, ti consigliamo di adattare il tuo bio link sul blog degli ospiti a un contenuto del tuo blog che è (1) altamente pertinente per il post sul blog degli ospiti che hai appena scritto e (2) una pagina chiave che desideri creare più qualità collegamenti a.

Quindi questo link avrebbe perfettamente senso nell’esempio sopra se Dave pubblicasse guest su case minuscole, ma non sarebbe abbastanza adatto se il suo guest post riguardasse l’indipendenza finanziaria.

9. Cosa fare dopo la pubblicazione del post sul blog degli ospiti

Quasi tutti i blog host ti daranno una data di pubblicazione anticipata per il tuo post, quindi assicurati di essere in quel giorno per condividere il tuo post ospite e rispondere ai commenti.

Se la data di pubblicazione non funziona bene per te, basta dirlo, di solito saranno più che felici di cambiarla.

Una volta che il post degli ospiti viene pubblicato, ci sono tre cose chiave che devi fare per renderlo un successo (per tutti):

1. Rispondi ai commenti che arrivano

Normalmente verrai incoraggiato (anche se previsto) a rispondere ai commenti sul tuo post ospite. Vale la pena dare un’occhiata a quanti commenti ogni post tende a ricevere sul blog in anticipo, quindi sai quanto tempo probabilmente dovrai dedicare a questo nel giorno in cui il tuo post sarà pubblicato.

Quando rispondi ai commenti, tieni presente che ai lettori sei un rappresentante del blog. Non usare un linguaggio salato (a meno che non sia corretto al 100% sul blog in questione), non arrabbiarti o difensivo e contatta il blogger ospitante se ci sono commenti che non sai come rispondere a te stesso.

2. Condividi il tuo post sul blog degli ospiti con la tua rete

Anche se i tuoi social media sono piccoli, dovresti comunque condividere il tuo post ospite con il tuo pubblico. Oltre a inviare potenzialmente un po ‘di traffico al tuo blog host (che è una buona cosa da fare), pubblicare il tuo lavoro su un blog più grande spesso impressionerà i tuoi follower esistenti.

Ove possibile, tagga l’account del blog host quando condividi il tuo post: potrebbero finire per ritwittarti e, per lo meno, potranno vedere che hai fatto lo sforzo di condividere il tuo post.

3. Ringrazia il blogger ospitante (e pubblica il tuo prossimo post sul blog ospite)

Pochi giorni dopo la pubblicazione del tuo post, invia un’email al blogger ospitante per ringraziarli di averti lasciato ospite sul loro blog. Prova a rendere questa e-mail molto personale: potresti dire quanto sono stati gentili e accoglienti i loro lettori o dire loro che hai avuto un grande impulso nel traffico sul tuo blog .

Questo è anche un ottimo momento per presentare il tuo prossimo post per gli ospiti se il primo sembra un successo. Una volta che hai avuto un post ospite su un blog (soprattutto se è stato ben accolto e sei stato facile lavorare con), è quasi sempre più facile ottenerne un secondo.

Puoi semplicemente scrivere qualcosa del tipo:

Mi piacerebbe scrivere di nuovo per te! Mi chiedevo se saresti interessato a un post su [titolo / argomento]? Felice di inviarti una bozza o una bozza completa se questo sembra che potrebbe essere adatto a te.

Se il blog host non accetta molto il blog degli ospiti, o se non sei ancora pronto per scrivere e scrivere un altro post, puoi scrivere qualcosa del genere:

Grazie mille per avermi su [nome del blog]! I tuoi lettori sono stati così gentili e ospitali ed è stato un vero brivido vedere i miei post dal vivo sul tuo sito. Mi piacerebbe scrivere di nuovo per te: saresti aperto a un altro post degli ospiti tra un paio di mesi?

A meno che qualcosa non sia andato storto durante o dopo la pubblicazione del tuo post, il blogger ospitante è quasi certo di dire di  .

10. Modi intelligenti per ottenere ancora di più dal tuo blog ospite

Quando scrivi il tuo primo post ospite, semplicemente pubblicarlo è un grande risultato.

Ma una volta che hai un po ‘di esperienza nel blog degli ospiti alle tue spalle, ci sono alcune cose che puoi fare per ottenere ancora di più da ogni nuovo post degli ospiti che viene pubblicato.

1. Link ad altri importanti blogger nei post degli ospiti

Un modo molto semplice (ma spesso trascurato) di utilizzare i post degli ospiti a proprio vantaggio è quello di collegarsi ai contenuti di altri importanti blogger. Se vuoi costruire una relazione con uno o se vuoi solo aiutare un blogger che ami, questo è un modo incredibile per farlo.

Quel backlink sarà davvero utile per loro, soprattutto se stai scrivendo per un blog abbastanza grande. È anche probabile che ottengano almeno un po ‘di traffico di riferimento dal post.

Quindi, dopo aver contattato il blogger i contenuti che hai messo in evidenza nel tuo post ospite, puoi valutare la loro capacità di risposta e persino incoraggiarli a farti diventare un blogger ospite, traducendo in collegamenti (e traffico) ancora più di alta qualità a il tuo blog.

2. Scrivi più post sul blog degli ospiti contemporaneamente

Mentre ci vuole molto lavoro, ottenere più post degli ospiti (pensa dieci o più) su molti blog nella tua nicchia, tutti in un breve periodo di tempo, può essere un modo fantastico per ottenere il tuo nome e il tuo blog. Basta ascoltare la mia intervista con il blogger Adam Enfroy su come ha ottenuto oltre 20 guest post durante il suo blog di primo mese e di conseguenza ha visto esplodere il suo traffico.

Se scrivi un post per gli ospiti, le persone probabilmente si dimenticheranno di te non appena lo avranno letto. Una volta che hanno visto quattro o cinque post da te in una sola settimana, inizieranno a prestare attenzione e probabilmente si iscriveranno alla tua lista e-mail se pubblichi contenuti regolari.

Numerosi altri importanti blogger sono diventati famosi grazie alla pubblicazione di guest seriamente prolifici, incluso non solo il tuo, ma anche Leo Babauta di zen  e Danny Iny di Mirasee .

Ottenere dieci post ospiti nel giro di una o due settimane probabilmente farà molto di più per far crescere il tuo blog che scrivere dieci post nel corso di dieci mesi.

3. Elenca i migliori blog per cui hai scritto sul tuo sito

Molti blogger hanno una sezione ” come visto ” o simile sulla loro prima pagina o in un’altra posizione di rilievo.

Questo è un ottimo posto per elencare i blog o le pubblicazioni per cui hai scritto: l’utilizzo dei loro loghi normalmente funziona bene. La maggior parte dei blog andrà bene usando i loro loghi per qualcosa del genere in quanto crea anche la propria reputazione, anche se puoi sempre e-mail e ricontrollare se sei preoccupato.

Una volta che hai raccolto un po ‘di esperienza nel blog degli ospiti e hai scritto per alcuni blog più grandi, inclusi i loro nomi o loghi sul tuo sito, fai capire ai nuovi lettori che sei credibile e che vale la pena leggere.

Risoluzione dei problemi: risolti 4 problemi comuni di blog degli ospiti

Come in tutti i tentativi di blog, ci saranno sfide, ostacoli ed errori fatti lungo la strada. Ma va bene. Siamo tutti qui per imparare e crescere.

Si spera che il blogger ospitante amerà la bozza del tuo guest post subito dopo averlo ricevuto, e ti risponderanno subito con un “Questo è perfetto! Lo pubblicherò lunedì. ”

C’è una buona probabilità, tuttavia, che ad un certo punto durante il tuo viaggio nel blog degli ospiti, ti imbatterai in uno dei seguenti blocchi stradali:

Problema # 1 di guest blogging: non ricevi alcuna risposta al tuo pitch

I blogger sono persone impegnate, quindi se invii un tono e non senti nulla dopo una settimana circa, è normale.

Se sono passate almeno due settimane, potresti voler verificare che il tuo pitch sia stato ricevuto in modo sicuro.

Puoi inviare una email come questa:

Salve [nome],

Stavo solo verificando se hai ricevuto la presentazione del mio ospite un paio di settimane fa? Eccolo di nuovo, nel caso in cui si fosse smarrito:

Fammi sapere se pensi che sarebbe una buona misura,

[Il tuo nome]

Prova a utilizzare uno dei miei strumenti di blogging preferiti (come Snooze Reminders di Gmail) che gestisce i promemoria di follow-up automatici della posta elettronica.

Puoi anche provare a inviare un messaggio al blogger su Facebook o Twitter.

Non farlo pubblicamente, però: può sembrare invadente e pressante.

Problema # 2 del blog degli ospiti: non si sente risposta dopo aver inviato la bozza

A volte, potresti ottenere una risposta positiva al tuo tono – solo per il blogger che tace dopo aver inviato la bozza.

I blogger occupati possono impiegare un po ‘di tempo a valutare il tuo post per gli ospiti, soprattutto se sono sulla barriera per decidere se accettarlo o meno o se stanno riflettendo sui potenziali cambiamenti. Non essere troppo veloce per dare seguito (ma allo stesso modo, non aspettare semplicemente per diverse settimane o mesi, nel caso in cui gli fosse sfuggito di mente).

Se non hai sentito nulla dopo circa una settimana, ti consiglio di inviare un follow-up come questo:

Ciao [nome],

Mi chiedevo se hai avuto la possibilità di dare un’occhiata alla bozza del mio post ospite? (Non preoccuparti se no – So che sei davvero occupato!) Se vuoi qualche modifica o qualcosa di aggiunto, fammelo sapere.

Grazie!

[Il tuo nome]

Se non ricevi ancora una risposta, attendi un’altra settimana e riprova.

Dopodiché, è un gioco corretto portare il tuo guest post altrove e provare a inviarlo ad altri blog per cui sarebbe adatto.

Problema n. 3 del guest blogger: il blogger host desidera molte modifiche alla tua bozza

In alcuni casi, il blogger ospitante potrebbe voler pubblicare il tuo post, ma con una tonnellata di modifiche.

A volte, il blogger host potrebbe apportare tali modifiche; altre volte, potrebbero chiederti di rielaborare la tua bozza. È insolito che ti venga chiesto di fare ampie riscritture per un post ospite (il blog probabilmente rifiuterà semplicemente se ritengono che abbia bisogno di così tanto lavoro), ma ti potrebbe essere chiesto di aggiungere fonti, cambiare un paragrafo o due, includere più dettagli e presto.

In questa fase, dipende da te come rispondere.

Nella maggior parte dei casi, ha senso accettare semplicemente le modifiche poiché sei già investito in questa avventura di blog degli ospiti, anche se ciò significa un po ‘di lavoro extra per te. Una volta che il tuo post è arrivato così lontano, è quasi certo che verrà pubblicato se fai l’ultimo passo per apportare modifiche.

Se ci sono modifiche specifiche che desideri rinviare, tuttavia, di solito va bene. Se il blog host desidera così tante modifiche che ritieni che il tuo post ospite non sia qualcosa su cui sei felice di avere il tuo nome in seguito, puoi ritirarlo del tutto.

Problema # 4 del guest blogger: il blogger host rimuove i tuoi collegamenti

Cosa succede se il blogger host elimina tutti (o la maggior parte) dei collegamenti che hai incluso nel tuo blog?

Ciò probabilmente indica che sei andato un po ‘fuori bordo nel collegamento ai tuoi contenuti e finché almeno uno o due dei tuoi collegamenti rimangono al loro posto, di solito ha senso andare avanti con il guest post, dato che è ancora un beneficio significativo.

Tuttavia, se desideri tornare indietro su uno o due link specifici che desideri aggiungere nuovamente, dovresti scrivere un’e-mail come:

Ho notato che hai rimosso il link a [pagina]. So che è il mio contenuto, ma ho pensato che sarebbe stato un materiale di base davvero utile per i tuoi lettori. Sarebbe bene per noi includerlo nuovamente nell’articolo?

Preparati a rispondere “no”, ma fintanto che il link non è direttamente competitivo con un contenuto del sito del tuo blog host, allora ti consiglio almeno di provare.

Mentre puoi certamente rimuovere il tuo post ospite da considerazione a questo punto del processo, farlo probabilmente danneggerà le tue possibilità di mai pubblicare un post ospite su quel blog in futuro. Se stai bene, non c’è sudore, vai avanti.

La maggior parte dei blogger si aspetta che tu fornisca un post ospite in cambio di un link bio (e forse un altro link nel corpo), ma generalmente senza una garanzia di altri link all’interno del post.

Nota:  è normale non utilizzare i propri link di affiliazione nel tuo post (e farlo probabilmente si presenterà come insignificante, presuntuoso o avido). Il blog host potrebbe utilizzare i propri link di affiliazione se menzioni specifici prodotti / servizi che dispongono di un programma di affiliazione, quindi devi essere d’accordo.

Come si presenta ora la tua strategia di blog per gli ospiti?

Il blog degli ospiti potrebbe essere una delle cose migliori che puoi fare per la crescita a lungo termine del tuo blog … ma può anche essere molto divertente.

È un vero brivido vedere il tuo post sul blog degli ospiti pubblicato su un sito che hai ammirato e letto per anni.

Una volta che hai un po ‘di esperienza, puoi passare a blog più grandi.

Immagina di avere i tuoi post su alcuni dei migliori blog della tua nicchia (o anche delle principali pubblicazioni mondiali).

Ma portiamo questa guida al blog degli ospiti a casa ora …

Il primo passo è trovare una manciata di blog (idealmente, quelli che hai già letto) che accettano i post degli ospiti.

Vai a rintracciarli ora, formula un tono che sarà un gioco da ragazzi per loro da accettare.

Facciamo sbarcare il tuo primo post sul blog degli ospiti oggi.

Exit mobile version