Cerca

Email Marketing: La guida definitiva

Questa è la guida definitiva all’email marketing.

Quindi se vuoi:

  • Crea la tua lista e-mail
  • Migliora le tue tariffe aperte
  • Scrivi newsletter straordinarie
  • Trasforma più abbonati in clienti

Allora adorerai questa nuova guida.

Iniziamo.

Email marketing: la guida definitiva

Contenuti

email-marketing-fondamentali

Capitolo 1

Fondamenti di email marketing

how-to-build-your-email-list

capitolo 2

Come costruire la tua
lista e-mail

email-campagna-templates

capitolo 3

Modelli di campagne e-mail

how-to-get-super-high-open-tariffe

capitolo 4

Come ottenere tariffe aperte molto alte

how-to-migliorare-mail-deliverability

Capitolo 5

Come migliorare la consegna delle e-mail

email-marketing-software

Capitolo 6

Software di email marketing

di marketing-automazione-101

Capitolo 7

Marketing Automation 101

di marketing-strategie avanzate-email-

Capitolo bonus


Strategie avanzate di email marketing

CAPITOLO 1:Nozioni fondamentali sull’email marketing

Fondamenti di email marketing

In questo capitolo tratteremo le basi dell’email marketing.

(Incluso di cosa si tratta, perché funziona e perché è ancora importante)

Ti mostrerò anche come utilizzare l’email marketing per far crescere la tua attività.

Che cos’è l’email marketing?

L’email marketing è la pratica del marketing digitale di comunicare con lead e clienti con la posta elettronica. I comuni messaggi di marketing basati su e-mail includono newsletter, campagne promozionali e annunci di eventi. L’email marketing in genere ha un ROI significativamente più elevato rispetto a molti altri canali di marketing (come i social media).

La prima cosa che rende l’email marketing più efficace del SEO e dei social media è che hai una linea diretta con il tuo pubblico.

L'email marketing ti offre una linea diretta per il tuo pubblico

Ma con nuove piattaforme come Tik Tok e LinkedIn Live in aumento, l’e-mail della vecchia scuola funziona ancora?

Scopriamolo…

L’email marketing funziona ancora?

Non ti annoierò con un milione di statistiche.

Invece, ti mostrerò rapidamente perché l’email marketing funziona ancora GRANDE.

L’abbonato e-mail medio vale $ 37,66 ( DMA ).

Il valore medio di un abbonato e-mail

Il ROI dell’email marketing è di 38: 1 ( cartina di tornasole ).

Marketing via email

Questo ROI altissimo è probabilmente il motivo per cui l’86% degli esperti di marketing considera l’email “importante” o “molto importante” ( DMA ).

Importanza dell'email marketing per le organizzazioni

Perché l’email marketing funziona ancora

Perché l’e-mail funziona ancora così bene?

# 1: con la posta elettronica possiedi la distribuzione

Questo è grande.

Quando un nuovo abbonato si iscrive al tuo elenco, hai una linea diretta alla posta in arrivo di quella persona.

Semplicemente non è il caso di Facebook, Twitter, Instagram … o di qualsiasi altra piattaforma di social media.

In effetti, uno studio del 2019 ha scoperto che l’impegno organico di Facebook è precipitato a meno dell’1% ( RivalQ ).

Il coinvolgimento organico di Facebook è stato inferiore all'1% nel 2019

Contrasta quel numero con il tasso di coinvolgimento che ricevi dall’e-mail.

Il tasso medio di apertura della newsletter è del 20,81% … 20 volte superiore rispetto all’impegno post di Facebook ( MailChimp ).

L'email ha tassi di coinvolgimento più alti rispetto a Facebook

# 2: le persone VOGLIONO di ricevere messaggi di marketing via e-mail

Le persone non vanno sui social media per vedere le pubblicità.

In effetti, il 45% dei consumatori afferma che gli annunci sui social media sono fastidiosi ( AdWeek ).

Un numero elevato di consumatori trova fastidiosi gli annunci sui social media

D’altra parte, le persone non si preoccupano dei messaggi di marketing nella loro posta in arrivo. In effetti, li aspettano.

Ad esempio, uno studio ha rilevato che l’86% dei consumatori preferisce ricevere messaggi di marketing basati su e-mail su annunci Facebook, spot TV e annunci display ( HubSpot ).

Le email e gli annunci sponsorizzati generano la risposta più neutrale

# 3: La posta elettronica si converte DAVVERO bene

Certo, l’e-mail ha una portata migliore rispetto ai social. Ma questo si traduce in più vendite?

Sì!

In effetti, quando si tratta di trasformare i browser in acquirenti, nulla batte l’e-mail.

L’e-mail converte 40 volte di più in lead in clienti rispetto a Facebook e Twitter combinati ( McKinsey ).

La posta elettronica converte 40 volte meglio di Twitter e Facebook

Un terzo delle persone che si iscrivono alla newsletter di un rivenditore finiscono per effettuare un acquisto ( eMarketer ).

1/3 degli abbonati alle newsletter al dettaglio effettuano un acquisto

Queste statistiche sono buone e tutte. Ma probabilmente ti starai chiedendo:

“Come posso iniziare con l’email marketing?”.

Bene, questo è il nostro prossimo capitolo su …

Come iniziare con l’email marketing

Ad alto livello, ecco cosa ti serve per iniziare con l’email marketing.

  1. Sviluppa una strategia di e-mail marketing: scopri come la posta elettronica si adatterà al resto del tuo marketing online.
  2. Iscriviti al software di email marketing: è così che invierai email al tuo elenco.
  3. Costruisci la tua lista e-mail: ottieni più abbonati con e-book, report, magneti e webinar.
  4. Crea un autorisponditore: imposta un autorisponditore che invia automaticamente contenuti utili ai nuovi abbonati.
  5. Traccia e migliora: migliora il tuo marketing via e-mail in base a tassi di apertura, percentuali di clic, conversioni, annullamenti e feedback degli abbonati.

CAPITOLO 2:Come costruire la tua lista e-mail

Come costruire la tua lista e-mail

Il primo passo di qualsiasi campagna di email marketing è costruire la tua lista di email.

In questo capitolo ti mostrerò esattamente come costruire la tua lista e-mail usando le strategie che stanno funzionando proprio ora.

Infatti:

Queste sono le stesse esatte tecniche di costruzione dell’elenco che ho usato per aumentare la mia lista e-mail a 144.648 iscritti totali.

Facciamolo!

Ottimizza la tua pagina Informazioni sulle conversioni

Se sei come la maggior parte delle persone, la tua pagina di informazioni è una delle pagine più visitate sul tuo sito web.

Anche meglio:

Le persone che visitano la tua pagina di solito ti piacciono.

Ciò significa che sono PRIMATI per iscriversi.

Quindi ti consiglio di mettere almeno un modulo di iscrizione via e-mail nella tua pagina di informazioni.

Ad esempio, il mio amico James Clear (che ha oltre 500.000 abbonati) include un modulo in fondo alla sua pagina delle informazioni .

James Clear - Modulo

La mia pagina di informazioni è lunga … quindi uso due moduli:

Backlinko Informazioni sui moduli

Crea pagine di compressione

Se sei seriamente intenzionato a creare la tua lista e-mail, DEVI una pagina di compressione .

(In altre parole: una pagina progettata per convertire i visitatori in abbonati e-mail).

Ecco un esempio dal mio sito:

Backlinko - Pagina della newsletter

Come puoi vedere, questa pagina non ti offre molte opzioni. È completamente focalizzato sull’offerta (iscrizione alla mia newsletter). Ecco perché converte al 14%.

Tasso di conversione della newsletter

Se vuoi portarlo al livello successivo, puoi creare diverse pagine di compressione per un pubblico diverso.

Ad esempio, HubSpot ha 463 pagine di compressione diverse. Ognuno offre un diverso magnete al piombo.

Spremere il collage di pagine

Parlando di magneti al piombo …

Crea magneti al piombo convincenti

I magneti al piombo sono la linfa vitale di qualsiasi campagna di costruzione di elenchi.

Perché?

È DAVVERO difficile convincere qualcuno a iscriversi a una “newsletter” o “corso di posta elettronica di 21 giorni”. Invece, devi offrire alle persone qualcosa che possano usare immediatamente.

Sto parlando di:

  • Liste di controllo
  • ebooks
  • Scorri i file
  • Casi studio
  • Modelli
  • video

In altre parole:

Più prezioso è il tuo magnete al piombo, più iscrizioni otterrai.

Ad esempio, 100 Days of Real Food offre un piano alimentare completo come magnete principale:

5 pasti veri

Ottimizza la home page del tuo blog per le iscrizioni via email

La maggior parte delle home page del blog è simile a questa:

Design normale della homepage del blog

Un elenco dei loro ultimi post sul blog.

Ehi, non c’è niente di sbagliato nel feed di un post sul blog.

Ma se vuoi che le persone si iscrivano alla tua lista e-mail, devi mettere la tua offerta in primo piano.

In altre parole:

Progetta la home page del tuo blog per convertire i lettori in iscritti.

Ad esempio, la mia vecchia homepage era il tipico feed del blog.

Backlinko - Vecchio blog

E si è convertito in modo ORRIBILE.

In quel momento mi sono reso conto che la maggior parte dei grandi siti (come Pinterest, Twitter e Facebook) non presentano contenuti sulle loro home page.

Invece, le loro homepage sono ottimizzate per le iscrizioni.

Pinterest - Accedi

Quindi ho deciso di provare la stessa cosa.

Il risultato? Questa nuova homepage.

Backlinko - Home page attuale

La mia vecchia home page di feed di blog è stata convertita al 4,6%. Quello nuovo? 9,01%.

Vecchio .vs Nuova conversione della homepage

95% migliore della mia vecchia homepage.

Legittimo.

Popup Exit-Intent

Sarò il primo ad ammetterlo:

Odio i popup.

In realtà, li odio così tanto che ho giurato di smettere di usarli.

LinkedIn - Commento dei popup

Poi un giorno ho realizzato qualcosa:

Non tutti i popup sono uguali.

In altre parole, c’è una GRANDE differenza tra un popup che ti attacca nel momento in cui atterri sulla pagina …

… e uno che offre qualcosa di valore mentre parti.

Quindi circa 6 mesi fa ho deciso di provare di nuovo i popup.

Questa volta, utilizzerei SOLO popup popup con intento di uscita. E offrirei SOLO cose super preziose.

In questo modo, non sto annoiando le persone con merda che nessuno vuole, in questo modo:

Popup fastidioso

Ecco il popup creato dalla mia squadra:

Popup YouTube Toolkit

Non solo offre qualcosa di interessante, ma questo popup appare solo se lasci comunque il sito.

In questo modo, non sarai distratto dal contenuto della pagina.

Quindi, come ha fatto il nuovo popup?

Prima del popup, il tasso di conversione complessivo del mio sito era del 3,55%. Dopo il popup di intento di uscita, ha raggiunto il 6,14% (un aumento del 72,9%).

Tasso di conversione prima e dopo l'utilizzo del popup dell'intento di uscita

Molto bello.

Usa gli aggiornamenti dei contenuti

Gli aggiornamenti dei contenuti sono una delle mie strategie di creazione di elenchi preferiti di tutti i tempi.

In effetti, un singolo aggiornamento del contenuto ha aumentato le conversioni su uno dei miei post del 755,2%.

Tasso di conversione all'obiettivo

Ecco il processo esatto:

Innanzitutto, accedi a Google Analytics. E trova un post sul tuo sito che ottenga un sacco di traffico.

Analytics - Elenco pagine

Quindi, capire cosa vorrebbe qualcuno che legge quell’articolo specifico.

Ad esempio, questa guida ottiene 8.578 visitatori ogni mese:

Parola chiave Post di ricerca - Sessioni

Il problema è: sono 4.623 parole. È troppo lungo perché la maggior parte delle persone legga in una sola seduta.

Questo è probabilmente il motivo per cui molte persone mi hanno chiesto una versione PDF.

Richiesta PDF

Così ho deciso che una versione PDF della mia guida avrebbe fatto un ottimo aggiornamento dei contenuti.

Infine, inserisci il tuo aggiornamento dei contenuti nel tuo post.

Puoi offrirlo nella parte superiore della pagina:

CTA CTA

Nella parte inferiore della pagina:

Cosa fare dopo

O entrambi.

Questo è tutto quello che c’è da fare.

CAPITOLO 3:Modelli di campagne e-mail

Modelli di campagne e-mail

Ora è il momento di mostrarti come creare e-mail che vengono aperte e cliccate.

In particolare, condividerò quattro modelli di email comprovati.

Questi modelli sono stati progettati appositamente per aiutarti a estrarre contenuti di posta elettronica super preziosi che i tuoi iscritti apprezzeranno.

Quindi, se sei pronto per iniziare a inviare e-mail che le persone VOGLIONO leggere, questo capitolo è per te.

La newsletter dei contenuti

La Newsletter dei contenuti è una newsletter che fornisce un valore puro al 100%.

Il valore può essere sotto forma di una manciata di suggerimenti. O collegamenti a risorse utili. O una storia personale.

L’esatto tipo di valore non ha importanza. Finché non lanci nulla, sei bravo.

In effetti, le newsletter di puro valore sono così rare che i tuoi iscritti ti adoreranno per loro.

Ad esempio, ho inviato questa newsletter di contenuto qualche tempo fa:

Come creare contenuto - Email

(Una manciata di consigli sul copywriting )

E decine di persone hanno risposto alla mia e-mail per ringraziarmi.

Collage di e-mail

Con quello, ecco il modello:

La newsletter dei contenuti

Oggetto intrigante

Usa una riga dell’oggetto che renderà qualcuno curioso di cosa c’è dentro il tuo messaggio.

Ad esempio, ho usato l’oggetto “Come ho ottenuto il 45,5% di traffico in più (in 7 giorni)” per una delle mie newsletter sui contenuti. E quell’email ha ottenuto un tasso di apertura del 32,3%.

Come ho ottenuto il traffico - Riga dell'oggetto

Apertura audace

Inizia la tua newsletter con qualcosa di SUPER avvincente.

In questo modo, agganci il tuo lettore fin dall’inizio.

Personalmente, mi piace dare il via alle cose con una mini storia.

Backlinko - Email storia personale

Ma puoi anche usare un’introduzione diretta che prevede l’anteprima di ciò che verrà dopo.

Email backlinko - Introduzione semplice

In entrambi i casi funziona.


Contenuti preziosi

Ora è il momento di consegnare la merce.

Se non sei sicuro di cosa scrivere qui, ti consiglio di andare con un elenco di 3-5 suggerimenti che le persone possono usare quel giorno.

Altrimenti, puoi insegnare ai tuoi iscritti una lezione importante sotto forma di una storia.

Email backlinko - Storia

O curare collegamenti a contenuti che aiuteranno il tuo lettore a raggiungere un risultato specifico, come questa newsletter di Ramit Sethi .

Link e-mail

CTA

No, non stai inserendo nulla nella tua Newsletter dei contenuti.

Ma ciò non significa che dovresti saltare il tuo invito all’azione.

Così:

Come puoi utilizzare un CTA se la tua email ha un valore del 100%?

Bene, quando invio una storia agli abbonati, utilizzo un CTA che chiede alle persone di rispondere con le loro opinioni o opinioni.

Termina con un CTA

Oppure diciamo che hai appena inviato un elenco di collegamenti a ricette per la colazione Paleo.

Il tuo CTA potrebbe essere quello di provare una delle ricette questa settimana.

Il tipo di CTA che segui non è così importante.

L’importante è includere sempre un CTA nelle tue newsletter.

In questo modo, quando lanci qualcosa, i tuoi iscritti non vengono colti di sorpresa.

L’offerta di marketing

L’offerta di marketing è proprio come sembra:

È un’e-mail che spinge i tuoi abbonati a effettuare un acquisto.

(Di solito sotto forma di vendita a tempo limitato).

Ecco il modello da seguire:

L'offerta di marketing

Riga dell’oggetto semplice

Non c’è bisogno di essere super creativi.

Invece, fai semplicemente sapere alle persone della tua offerta.

Ecco un esempio di Red Dress Boutique.

Abito rosso - Riga dell'oggetto

L’offerta

Inizia la tua e-mail con una o due righe che descrivono la tua offerta.

Non vuoi essere carino qui. Descrivi semplicemente la tua offerta e perché vale la pena prestare attenzione.

Introduzione e-mail - Offerta

I dettagli

Quindi hai appena delineato la tua offerta. Ora è il momento di entrare nel nocciolo della realtà.

Ecco dove delinei alcuni dettagli chiave sulla tua offerta, come:

  • Date di inizio e fine
  • Vantaggi chiave
  • Storia dietro il promo
  • Eventuali condizioni o limitazioni

Ecco un esempio di vita reale:

Babyletto - Offerta

Una cosa da tenere a mente qui è che non vuoi sopraffare le persone con i dettagli.

Ricorda: è impossibile chiudere l’affare all’interno della tua e-mail. Dopo tutto, devono effettivamente andare sul tuo sito per acquistare. Quindi lascia che la tua landing page faccia la maggior parte delle vendite.

In breve: l’obiettivo di questa sezione è di far conoscere alla tua offerta e visitare il tuo sito Web.


Il CTA

Niente di speciale qui. Solo un forte CTA che consente alle persone di sapere esattamente cosa fare dopo.

Acquista ora - CTA

Il PS

Un PS è una piccola tattica sottovalutata che può facilmente raddoppiare il tasso di conversione.

Perché?

Perché molte persone scremeranno il tuo messaggio … ma fermati e leggi il tuo PS parola per parola.

Ecco perché ti consiglio di utilizzare un PS in quasi tutte le email di offerte di marketing. Tutto quello che devi fare qui è riassumere la tua offerta e includere un altro invito all’azione.

"PS" CTA

L’annuncio

Con l’e-mail “The Announcement” non stai lanciando un “10% di sconto sulla vendita”. Questo tipo di cose funziona meglio con il modello di offerta di marketing che ti ho appena mostrato.

Invece, vuoi salvare questo modello per annunci GRANDI, come:

  • Prodotto o servizio nuovissimo
  • Evento dal vivo
  • Nuova versione di un prodotto popolare
  • Rilascio del prodotto a tempo limitato
  • Funzionalità importanti aggiunte a un prodotto esistente

Ecco il modello:

L'annuncio

Riga oggetto = “Presentazione” o “Annuncio”

Vuoi chiarire che il tuo annuncio è un grosso problema.

Dopo tutto, probabilmente invierai solo una o due e-mail di annuncio all’anno.

Quindi non abbiate paura di usare termini come “Presentazione” o “Per la prima volta” nella riga dell’oggetto.

Ad esempio, ecco l’oggetto che ho usato quando ho lanciato una nuova versione del mio corso di punta:

Email SEO che funziona - Oggetto

Piombo irresistibile

Hai alcune diverse opzioni qui.

Puoi saltare direttamente all’annuncio del tuo prodotto:

Email SEO che funziona - Introduzione

Oppure puoi creare un po ‘di anticipazione, come fa qui Marie Forleo :

Email Marie Forleo - Costruisci anticipazione

The Big Reveal

Ora è il momento di delineare esattamente ciò che stai annunciando e perché è importante.

Ad esempio, in questo annuncio e  mail BuzzSumo delinea rapidamente ciò che rende unica la loro nuova funzionalità.

BuzzSumo - Profilo dell'offerta

Cancella CTA

Ora che il tuo lettore è entusiasta del tuo annuncio, fai sapere loro il prossimo passo.

Se si tratta di un prodotto, il tuo CTA dovrebbe dire alle persone di andare alla tua pagina di vendita e iscriversi.

Se si tratta di un nuovo servizio, potresti chiedere alle persone di compilare un modulo.

Ad ogni modo, fai sapere al tuo abbonato ESATTAMENTE cosa fare dopo.

La newsletter del post sul blog

Quando si tratta di promozione dei contenuti, l’e-mail è il re.

Ad esempio, ho pubblicato questo post all’inizio di quest’anno.

Pagina strategia SEO

E per spargere la voce, ho inviato una newsletter alla mia mailing list:

Strategia SEO - Email

Ho anche pubblicato un Tweet.

Strategia SEO - Tweet di annuncio

Il Tweet ha ottenuto 962 clic. E la newsletter ha ottenuto 15.744 clic.

Blog Post Newsletter .vs.  Tweet

Sono 16 volte più clic.

Detto questo, ecco il modello che raccomando:

La newsletter del post sul blog

Subject Line = Blog Post Topic

Ho testato dozzine di modelli di linee tematiche negli ultimi sei anni.

E quando si tratta di promuovere il contenuto del blog, ho scoperto che l’argomento del tuo post sul blog funziona egregiamente.

Ad esempio, quando ho lanciato questa guida al SEO per dispositivi mobili , ho scelto l’oggetto: “SEO per dispositivi mobili”.

E quella semplice materia morta ha portato a un tasso di apertura del 44,6%.

SEO mobile - Tariffa aperta

La guida

Il tipo di lead che usi dipende molto dall’argomento del tuo post sul blog.

Ad esempio, se l’argomento è qualcosa di personale, includere un aneddoto:

Email di GrowthLab - Aneddoto personale

Se è degno di nota, vuoi scrivere qualcosa del tipo: “Come avrai sentito, un nuovo studio ha scoperto …”.

Oppure puoi semplicemente far sapere alle persone che hai pubblicato qualcosa di nuovo:

Email che annuncia qualcosa di nuovo

Elenco puntato

Quindi, elenca 3-4 cose che qualcuno imparerà dal tuo post.

Non dare via la fattoria qui. Invece, vuoi creare entusiasmo per i tuoi nuovi contenuti.

Ecco un esempio da una delle mie newsletter:

SEO mobile - Email

Link alla posta

Infine, aggiungi un link al tuo post.

Questo può essere un normale link:

Link testuale da pubblicare

O un pulsante grande vecchio:

CTA blu

CAPITOLO 4:Come ottenere tassi di apertura molto elevati

Come ottenere tariffe aperte molto alte

Ora è tempo per me di mostrarti come ottenere tassi di apertura elevati SUPER.

In effetti, ottengo costantemente oltre il 35% di tariffe aperte su newsletter che arrivano a oltre 100.000 abbonati.

(Che è il doppio della media del settore per un elenco di quelle dimensioni)

Entriamo subito nelle strategie.

Ottimizza il tuo tempo di invio

Vuoi inviare e-mail …

  • Quando le persone sono svegli
  • Quando le caselle di posta delle persone non sono affollate

Ecco perché NON raccomando di programmare newsletter per la prima cosa al mattino.

Altrimenti, il tuo messaggio viene sepolto nella posta in arrivo affollata di qualcuno.

don

Invece, invia le tue e-mail quando le caselle di posta degli iscritti sono vuote. Di solito è tarda mattinata o nel primo pomeriggio.

In questo modo, la tua newsletter apparirà nella parte superiore della loro casella di posta.

Invia newsletter quando i tuoi iscritti

Detto ciò:

Non esiste un “momento migliore per inviare un’e-mail” che funzioni per tutti.

È necessario testare diversi tempi di invio per vedere quali orari ottengono i tassi di apertura più alti per te.

Ad esempio, dopo aver testato una dozzina di diversi tempi di invio, ho scoperto che 11am Eastern funziona meglio per i nostri abbonati.

11am Eastern è perfetto perché le persone sulla costa orientale e in Europa sono al lavoro. E alle 11 hanno già cancellato le loro caselle di posta mattutine.

Detto questo, Backlinko è B2B.

Se sei in B2C, potrebbe non avere senso inviare alle caselle di posta personali delle persone mentre sono al lavoro.

Ancora una volta, è diverso per ogni azienda.

Ecco perché ti consiglio di provare un sacco di volte diverse per trovare quella migliore per te.

Invia alle persone una GRANDE email di benvenuto

Le email più gradite sono simili alle seguenti:

Email di benvenuto generica

Come mi ha detto mia mamma: “non hai una seconda possibilità per fare una prima impressione”.

E questo tipo di email di benvenuto fa una prima impressione TERRIBILE.

Così:

Cosa dovresti fare invece?

Innanzitutto , dai il benvenuto alle persone nella tua newsletter.

Testo di benvenuto in e-mail

Non è il 1996. Nessuno è entusiasta di iscriversi a una newsletter.

In effetti, i nuovi abbonati sono in guardia. Stanno cercando QUALSIASI motivo per annullare l’iscrizione.

Rassicurali. Far loro sapere che hanno preso la decisione giusta.

Quindi , organizza i deets della tua newsletter.

In particolare, coprire ciò che possono aspettarsi nei prossimi giorni o settimane.

Coprire le aspettative di pubblicazione

Infine , termina con un invito all’azione.

Questo può essere un CTA per verificare alcune risorse dal tuo sito che consigli. O un link ai tuoi ultimi prodotti.

Ad esempio, quando ho avviato Backlinko per la prima volta ho chiesto ai nuovi abbonati di rispondere con la loro lotta n. 1:

Termina con un CTA

Non solo questa è stata una miniera d’oro di idee per i contenuti del blog, ma mi ha aiutato a stabilire una forte relazione con i nuovi abbonati.

Email amichevole

Ricorda: questi sono abbonati nuovissimi. Quindi non vuoi un CTA difficile da vendere.

Ma vuoi farli prendere l’abitudine di agire.

Quindi non saltare questo passaggio.

Segui “La regola 80/20” del contenuto dell’email

La regola 80/20 del contenuto dell’email è semplice:

L’80% delle tue e-mail dovrebbe fornire valore.

E il 20% dovrebbe presentare i tuoi prodotti e servizi.

Segui la regola 80/20

Ad esempio, di solito invio circa 10 messaggi di valore puro per ogni email di vendita.

In questo modo, non esaurisco la mia lista.

E i miei abbonati sanno che quando invio qualcosa vale la pena aprirlo.

(Che, alla fine, è il vero segreto per aumentare i tassi di apertura).

Per essere chiari:

Il “valore” non deve essere sotto forma di contenuto.

Ad esempio, supponiamo che tu gestisca un sito di e-commerce che vende barrette proteiche paleo.

Bene, uno sconto del 25% sulla tua nuova linea di bar è prezioso per le persone che sono sul mercato per loro.

Anche così, non è una cattiva idea per i siti di e-commerce inviare anche newsletter a valore aggiunto.

Per esempio:

Email ricca di valore dal sito di e-commerce

Ottimizza per lo snippet di anteprima di Gmail

Quando qualcuno decide se aprire o meno un’e-mail, guarda tre cose:

  • La riga dell’oggetto
  • Il mittente
  • L’anteprima del messaggio
Ottimizza per Gmail

Molte persone dormono nell’anteprima. E uccide i loro tassi di apertura.

In effetti, l’anteprima del messaggio è come una seconda riga dell’oggetto.

E se sembra così, sei nei guai:

Snippet di anteprima scadente

Ecco perché vuoi ottimizzare le prime righe del tuo messaggio in modo che appaia SUPER allettante.

Ecco un ottimo esempio:

Bryan Harris - Invitante email

CAPITOLO 5:Come migliorare la consegna delle e-mail

Come migliorare la consegna delle e-mail

Affrontiamolo:

La consegna delle e-mail non è l’argomento più interessante al mondo.

La maggior parte degli esperti di marketing preferirebbe passare il tempo a costruire la propria lista di e-mail o a trovare linee di argomenti accattivanti.

Ma a mio avviso, la consegna delle e-mail è la parte più importante dell’email marketing.

Dopotutto:

A che serve una mailing list se nessuno vede effettivamente le tue email?

E in questo capitolo imparerai come inviare le tue e-mail nella posta in arrivo delle persone.

Elimina spietatamente non apritori

Alcuni anni fa ho avuto un GRANDE problema di consegnabilità nelle mie mani.

I miei tassi di apertura sono passati dal 40% al 30% a meno del 20% … entro pochi mesi.

È diventato così grave che alcune delle mie newsletter hanno ottenuto tassi di apertura del 15%:

Basso tasso di apertura

E molti abbonati mi dicevano che le mie newsletter sarebbero state inviate per spam.

Email che vanno allo spam - Notifica

Non importa quante diverse linee tematiche ho testato o quante modifiche ho apportato al mio contenuto, nulla sembrava aiutare.

Ma c’era una cosa che non avevo ancora provato. Qualcosa che rimandavo da mesi:

Elenco dell’igiene.

In altre parole: eliminazione degli abbonati non coinvolti.

Ho dovuto provarlo. Non potevo lasciare che le mie tariffe aperte continuassero a cadere in caduta libera.

Quindi ho effettuato l’accesso a Aweber e cancellato qualsiasi abbonato che non avesse aperto un’e-mail negli ultimi 4 mesi.

Ciò significava eliminare 28.018 abbonati dalla mia lista e-mail.

Dimensione dell'elenco e-mail

Ti ha fatto male eliminare quegli abbonati sudati?

Sì.

Ha funzionato?

Cavolo si!

Poche settimane dopo i miei tassi di apertura sono saliti come una nave spaziale.

Tasso di apertura più elevato

Oggi elimino tutti gli utenti che non hanno aperto o fatto clic su un’e-mail da 4 mesi.

Ed è uno dei motivi principali per cui ho un tasso di consegna eccezionale.

Mantieni bassi i reclami di spam

I servizi di posta elettronica come Gmail, Yahoo e Outlook prendono molto sul serio i reclami di spam.

Come dovrebbero.

Se molte persone contrassegnano le tue e-mail come spam, invia un messaggio chiaro che le persone non vogliono leggere le tue e-mail.

La domanda è:

Come puoi ridurre i tuoi reclami spam?

Bene, ci sono le cose ovvie … come inviare e-mail fantastiche.

Ma lo sapevi già 🙂

Oltre all’ovvio, ecco due rapidi suggerimenti che ho raccolto nel corso degli anni.

Suggerimenti che hanno aiutato la mia percentuale di reclami di spam a rimanere follemente bassa (circa 10 reclami per 100k e-mail):

Email backlinko - Bassa percentuale di reclami

Innanzitutto , rendere VERAMENTE facile annullare l’iscrizione.

In altre parole, non essere “quel ragazzo”:

Piccolo link "Annulla iscrizione"

Se fai cacciare qualcuno per un link per annullare l’iscrizione, si arrenderanno e premeranno invece il pulsante spam.

Invece, rendi il tuo link di annullamento dell’iscrizione super ovvio:

Link evidente "Annulla iscrizione"

In secondo luogo , non inviare email di bazillion.

Il fatto è che molte persone colpiscono “Spam” per frustrazione.

(Soprattutto per le newsletter a cui si sono iscritti)

E nulla frustra le persone più di una raffica senza sosta di e-mail.

Quindi, se invii più di una e-mail a settimana, considera di condensare quel contenuto in un’unica e-mail settimanale.

Nota: ci sono eccezioni a questa regola. Ad esempio: potresti voler inviare 5 e-mail in 5 giorni per una grande promozione o il lancio di un prodotto a tempo limitato. Basta non rendere le e-mail quotidiane un’abitudine a meno che non sia ciò a cui le persone hanno aderito )

Prova linee tematiche brevi

Ecco qualcosa che ho notato di recente:

Le newsletter con argomenti super corti ottengono le migliori tariffe aperte.

Ad esempio, la riga dell’oggetto “Grandi contenuti” ha ottenuto un tasso di apertura del 42,7%:

Riga dell'oggetto "Grandi contenuti" - Tasso di apertura e-mail

Ciò potrebbe essere dovuto al semplice fatto che le linee del soggetto corte ottengono più aperture rispetto alle linee del soggetto lunghe.

Ma ho un’altra teoria:

Brevi linee tematiche aiutano la consegna.

Ecco perché:

I filtri antispam segnalano i messaggi che contengono determinate parole e frasi. E hanno messo molta enfasi sulla linea tematica.

Quindi più parole usi nel soggetto, più è probabile che una di esse venga contrassegnata:

Linee di soggetto lunghe possono comportare una scarsa consegna

Ma quando usi linee di soggetto brevi, hai molte meno probabilità di rimanere intrappolato nel filtro.

Le linee tematiche brevi hanno meno probabilità di essere scoperte nei filtri antispam

Ancora una volta, questa è solo una teoria. Non ho prove concrete del fatto che brevi righe tematiche passino più spesso attraverso i filtri antispam.

Ma se hai problemi di consegna, è qualcosa che vale la pena provare.

Usa doppio opt-in

Quando si tratta del dibattito Single Opt-in vs. Double Opt-in, non esiste una risposta “giusta”.

Se il tuo obiettivo n. 1 è massimizzare le dimensioni del tuo elenco, l’ opzione Opt-in singolo è ovviamente la strada da percorrere .

Ma se vuoi massimizzare il coinvolgimento e la consegna, ti consiglio Double Opt-in.

Sono un dado consegnabilità, quindi uso personalmente Double Opt-in. Ma alla fine dipende da te.

CAPITOLO 6:Software di email marketing

Servizi popolari di email marketing

In questo capitolo esaminerò rapidamente cinque dei principali provider di servizi e-mail ( ESP ).

Ovviamente, non esiste un unico “miglior provider di email marketing” adatto a tutti. L’opzione “migliore” dipende dalle dimensioni dell’elenco, dagli obiettivi di marketing e dalle funzionalità che sono importanti per te.

Ecco perché non ho intenzione di incoronare un vincitore qui. Invece, metterò in evidenza i pro, i contro e i casi d’uso per ciascuna piattaforma di posta elettronica.

Quindi, se sei nel mercato dei software di email marketing, queste recensioni dovrebbero aiutarti a scegliere l’opzione migliore per te.

MailChimp

Mailchimp

Puoi usare MailChimp per inviare semplici newsletter. Oppure può essere una piattaforma di automazione del marketing completa che attinge ai messaggi basati sul comportamento e alle e-mail di abbandono del carrello.

È una delle poche piattaforme che ti consente di mantenerlo semplice. Ma se vuoi scavare in cose più complicate, puoi.

Il prezzo è gratuito fino a 2k abbonati (con funzionalità limitate). I loro piani pro partono da $ 10 al mese.

Contatto costante

Contatto costante

Con un focus sulla progettazione drag-and-drop e l’integrazione della piattaforma di e-commerce, Constant Contact è decisamente focalizzata sul mercato e-commerce. Detto questo, anche alcuni blogger, organizzazioni non profit e di servizi lo usano.

Quindi, se gestisci un sito di e-commerce, potresti voler dare un giro a Constant Contact.

I piani vanno da $ 20- $ 45 e oltre a seconda di quanti abbonati hai.

ConvertKit

ConvertKit

ConvertKit è nato dal nulla per diventare una delle piattaforme di e-mail marketing più popolari del pianeta.

Una cosa che rende unico ConvertKit è che il 100% delle sue funzionalità sono focalizzate sull’aiutare i “Creatori online”.

(Come blogger, artisti e musicisti)

Quindi, se rientri in quella categoria, non puoi sbagliare con ConvertKit.

Come la maggior parte degli ESP, i prezzi si basano sui numeri degli abbonati. I piani partono da $ 29 per un elenco inferiore a 1.000 abbonati. Offrono anche una prova gratuita di 14 giorni.

GetResponse

GetResponse

GetResponse include le funzionalità che ti aspetteresti da un ESP (come autorisponditori e automazione del marketing).

I piani includono anche strumenti di email marketing che ti aiutano a costruire il tuo elenco (come software per pagine di destinazione e popup).

I piani partono da $ 15 / al mese con funzionalità limitate. E c’è una prova completa di 30 giorni.

Aweber

Aweber

Aweber è il re della semplicità. È per questo che lo uso.

Certo, hanno alcune cose di automazione del marketing. Ma è piuttosto semplice rispetto alla maggior parte degli altri ESP. E la loro segnalazione lascia molto a desiderare.

Ma se desideri un software semplice e affidabile per l’invio di newsletter e e-mail di risposta automatica, non puoi battere Aweber.

I piani a pagamento iniziano a $ 19 / al mese. E puoi testare qualsiasi piano con una prova gratuita di 30 giorni purché il tuo elenco contenga meno di 25.000 abbonati.

Confronto tra i software di email marketing

Ecco un confronto tra le funzionalità, i prezzi e i livelli di supporto per le popolari opzioni del software di email marketing.

Software di email marketing a confronto
Software Funzionalità chiave Strumento Pagina di destinazione Supporto Prezzi
Mailchimp Piano gratuito. Disegni e-mail. Base di conoscenza. Email (premium). Chat dal vivo (premium). Telefono (premium). $ 14.99 / mese
Contatto costante Integrazione e-commerce. Progettazione e-mail. X Base di conoscenza. Twitter. Facebook. Chat dal vivo. Telefono. $ 20 / mese
ConvertKit Tagging e automazione. Base di conoscenza. E-mail. Twitter. Facebook. Chat dal vivo. $ 29 / mese
GetResponse Imbuti. E-mail. Chat dal vivo. Twitter. Telefono. $ 15 / mese
Aweber Facilità d’uso. Deliverability. X Base di conoscenza. E-mail. Chat dal vivo. Twitter. Telefono. $ 19 / mese
gocciolare Automazione. E-commerce. X Base di conoscenza. E-mail. Chat dal vivo. Twitter. Telefono. $ 49 / mese

CAPITOLO 7:Marketing Automation 101

Marketing Automation 101

Molte persone considerano l’automazione del marketing “la prossima grande cosa” nel marketing digitale.

È vero?

Tipo.

No, l’automazione del marketing non raddoppierà magicamente le tue vendite.

Come ogni strumento, l’automazione dipende da come la usi.

Quando lo usi nel modo giusto, puoi mettere i tuoi messaggi davanti alle persone giuste al momento giusto.

Che è MOLTO meglio di inviare per e-mail di massa l’intero elenco con lo stesso messaggio esatto.

Come creare fantastiche sequenze di autorisponditori

Le sequenze degli autorisponditori sono come ruote di addestramento per l’automazione del marketing.

Quindi, se sei nuovo di zecca nell’automazione, ti consiglio di bagnare i piedi con una semplice sequenza di autorisponditore.

Adesso:

Il contenuto del tuo autorisponditore sarà completamente diverso per un blog rispetto a un sito di e-commerce rispetto a una società SaaS.

Ma hanno tutti la stessa struttura di base:

Struttura della sequenza del risponditore automatico

Dopo aver appreso la creazione di un autorisponditore di base, puoi provare a utilizzare autorisponditori diversi per persone diverse.

Per esempio:

Supponiamo che tu gestisca un’azienda SaaS che aiuta le persone a prendere appuntamenti dal medico.

E hai due tipi di persone che visitano il tuo sito: medici e pazienti.

Ha senso mettere un medico e un paziente nello stesso autorisponditore?

No!

Invece, vuoi creare un autorisponditore diverso per ciascun gruppo:

Struttura multipla della sequenza di autorisponditore

Ti starai chiedendo:

“Come fai a sapere se un medico o un paziente si iscrive alla mia lista?”

Bene, puoi andare dalla pagina su cui si iscrivono. Chiunque si iscriva dalla pagina “registrati per un account medico” è probabilmente un medico. Quindi puoi metterli automaticamente su quell’autorisponditore.

Puoi anche chiedere alle persone a quale gruppo appartengono durante il processo di registrazione:

Chiedi alle persone a quale gruppo appartengono durante il processo di registrazione

Configura la segmentazione

La segmentazione è un altro modo semplice per iniziare con l’automazione del marketing.

Invece di mettere le persone su autorisponditori diversi, segmentare (o “taggare”) gli abbonati in base al comportamento.

Quindi, invia quei segmenti di contenuti SUPER mirati.

Per esempio:

Quando ho lanciato per la prima volta il nostro nuovo programma di formazione su YouTube, First Page Videos , l’abbiamo annunciato all’intero elenco di email di Backlinko.

Video della prima pagina - Email di annuncio

Il mio processo di pensiero era:

“Il marketing di YouTube sta esplodendo in questo momento. Chiunque sia interessato al SEO probabilmente vorrebbe far crescere anche il proprio canale YouTube. “

Ma mi sbagliavo.

A quanto pare, una buona parte dei miei abbonati aveva un interesse ZERO per YouTube.

Quindi la prossima volta che ho lanciato il corso, ho deciso di utilizzare la segmentazione. In questo modo, invieremmo SOLO e-mail alle persone a cui interessava il marketing di YouTube.

Per fare ciò, ho inviato alla nostra intera lista un invito a una nuova serie di formazione su YouTube SEO.

Serie di formazione SEO YouTube - Email di annuncio

Ma per accedere alla serie, gli abbonati hanno dovuto alzare la mano e dire: “Sono interessato”.

Opt-in esplicito tramite link

E poiché abbiamo inviato messaggi alle persone che volevano riceverli, abbiamo avuto un fantastico tasso di conversione per quel lancio.

Prova campagne di automazione del marketing complete

Vorrei essere chiaro su qualcosa:

L’automazione del marketing ha un sacco di potenziale.

Ma il lato negativo dell’automazione è che le cose possono diventare MOLTO complicate MOLTO rapidamente.

Prima di saperlo, hai bisogno di un dottorato di ricerca per capire cosa sta succedendo.

L'automazione del marketing può diventare complicata

Quindi, se non conosci l’email marketing, concentrati sulla costruzione del tuo elenco e sull’invio di contenuti INCREDIBILI agli abbonati.

E una volta che hai una maniglia su questo, imposta un autorisponditore.

E una volta che hai una maniglia su questo , usa i tag per segmentare la tua lista in 2-3 gruppi diversi.

Quindi, una volta che hai imparato a padroneggiare completamente la codifica, prova l’automazione e-mail completa.

Ciò significa messaggi iper-mirati basati su aperture, clic, pagine visitate, acquisti passati, dati demografici, tempo sul sito e molto altro.

Per esempio:

Supponiamo che tu gestisca un sito di e-commerce che vende cibo per cani senza cereali.

E quando un nuovo abbonato si è iscritto ha scelto “Bassotto” dal tuo “Quale razza di cane possiedi?” domanda.

Avere nuovi abbonati autosegmentati al momento dell'iscrizione

Qualche giorno dopo quella persona mise un sacchetto di cibo per cani nel carrello … poi chiuse la pagina.

Bene, con l’automazione del marketing, potresti andare oltre il generico messaggio del carrello abbandonato “Hai dimenticato qualcosa”.

Invece, puoi inviare loro uno “sconto per nuovi clienti” con uno sconto del 20% sul loro primo acquisto. E puoi menzionare il fatto che i Bassotti AMANO il prodotto che avevano nel carrello.

L'automazione del marketing ti consente di utilizzare messaggi di carrello abbandonati personalizzati

Abbastanza bello

CAPITOLO BONUS:strategie avanzate di email marketing

Strategie avanzate di email marketing

In questo capitolo condividerò una manciata di tattiche avanzate che ho raccolto nel corso degli anni.

Quindi, se sei pronto per ottenere di più dalle tue campagne di email marketing, questo capitolo è per te.

Immergiamoci subito.

Prova layout e-mail di testo

Nathan Barry l’ha detto meglio:

“I bellissimi modelli di email sono dannosi per le aziende.”

Ed ha ragione al 100%.

Il design di fantasia non fa altro che distrarre le persone dal contenuto del tuo messaggio.

Invece, ti consiglio di inviare e-mail che sembrano provenire da un amico o un collega.

Ecco un ottimo esempio di Dan Martell :

Dan Martell - Email

Questa e-mail potrebbe FACILMENTE avere un logo, un’intestazione e altre sciocchezze.

Ma Dan ha deciso di inviare una newsletter che è super semplice.

Bello.

Mantieni le cose personali

Molte e-mail vengono ignorate perché sono noiose e generiche.

Qual è la soluzione?

Fai sembrare le tue e-mail scritte e inviate da una sola persona.

(Sì, anche se sei un grande marchio con migliaia di dipendenti).

Ad esempio, HubSpot è una società quotata in borsa con centinaia di dipendenti.

Ma anche loro inviano le loro newsletter da Aja, qualcuno che scrive per il loro blog.

Email personalizzate

In questo modo, ti senti come se Aja ti avesse appena inviato un’email … non un marchio senza volto.

Un CTA per e-mail

Vuoi migliorare la percentuale di clic della tua email?

Usa UN CTA per email.

In effetti, WordStream segnala che le e-mail con un singolo CTA possono aumentare i clic del 371%.

In altre parole, non inviare e-mail con un milione di opzioni.

Invece, dai agli abbonati UNA opzione cristallina.

Email Snappa con un'opzione

Usa 15px + Font

Secondo Litmus, il 67% di tutti i messaggi e-mail viene aperto su dispositivi mobili .

Il 67% di tutti i messaggi e-mail è aperto su dispositivo mobile

E uno dei modi più semplici per ottimizzare le newsletter sui dispositivi mobili?

Usa un carattere grande.

(Idealmente, 15px +).

Sfortunatamente, la maggior parte delle newsletter utilizza ancora il carattere 12-13px.

Questo va bene per i desktop.

Ma il font 12px è quasi impossibile da leggere su un iPhone senza pizzicare e zoomare.

Ad esempio, guarda la differenza tra queste due newsletter:

Dimensione carattere mobile

Stesso contenuto. Stessa formattazione. Diverse dimensioni del carattere.

E un mondo di differenza.

Ora è il tuo turno

Il tuo turno

Spero davvero che ti sia piaciuta la mia guida completa all’email marketing.

Ora vorrei sentirti:

Quale tecnica della guida di oggi proverai per prima?

Inizierai a utilizzare il font 15px?

O forse vuoi provare l’automazione del marketing.

Ad ogni modo, fammi sapere lasciando un commento qui sotto adesso.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close