Cerca

Email Marketing: La guida definitiva per il 2020

MARKETING VIA EMAILSai cos’è l’e-mail e sai cos’è il marketing – quindi perché l’email marketing è così difficile da ottenere giusto?

Non dovrebbe essere. E non sarà dopo aver letto questo articolo.

Se ritieni che l’email marketing possa aiutarti a far crescere il tuo business online , hai ragione.

In termini di investimenti nel marketing, l’e-mail è ancora il più grande botto per i tuoi soldi.

Perché?

Perché parlare direttamente con le persone che hanno chiesto di avere tue notizie è il modo più efficace per ottenere (e fidelizzare) i clienti.

Questo articolo ti mostrerà tutto ciò che devi sapere sull’e-mail marketing, incluso il modo in cui lo uso per vendere prodotti ogni giorno e quali strumenti di business raccomando.

Capitolo 1: Definito l’email marketing

Capitolo 2: Come funziona l’email marketing?

Capitolo 3: Piattaforme di email marketing

Capitolo 4: Strategia di email marketing

Capitolo 5: Suggerimenti per l’e-mail marketing

Che cos’è l’email marketing?

L’email marketing è l’attività di marketing digitale di invio di messaggi commerciali – a un gruppo di persone – utilizzando un fornitore di servizi di posta elettronica. Nel senso più semplice, ogni messaggio di posta elettronica inviato a una persona a fini commerciali sarebbe considerato e-mail marketing.

Capitolo 1: Definito l’email marketing

la definizione di email marketing

Una definizione di base dell’email marketing :

Messaggi inviati via e-mail con intento commerciale.

In altre parole, ogni volta che un’azienda utilizza la posta elettronica per raggiungere potenziali clienti o clienti, può essere considerata e-mail marketing.

Se stai immaginando l’equivalente digitale dei volantini inseriti in una cassetta postale, non c’è da meravigliarsi. Da quando gli esperti di marketing hanno capito di poter vendere i prodotti direttamente ai consumatori via e-mail, le caselle di posta sono state inondate di “offerte speciali”.

Nessun costo di stampa, nessuna spedizione e consegna immediata alle caselle di posta in tutto il mondo: l’e-mail è il sogno di un inserzionista.

All’inizio era gratuito per tutti: le aziende acquistavano e vendevano elenchi di posta elettronica, inviavano spam senza fine e utilizzavano tattiche di vendita invadenti.

Oggi l’email marketing è molto diverso e migliore.

Certo, ci sono ancora attori cattivi che acquistano liste e inviano spam. Ma i fornitori di servizi filtrano la posta indesiderata e (principalmente) la tengono fuori dalla tua casella di posta.

E molti paesi hanno implementato leggi che vietano lo spam .

Cos’altro c’è di diverso nell’e-mail marketing moderno?

È basato su autorizzazioni.

La maggior parte dei messaggi di marketing che vedi nella tua casella di posta è il risultato della tua richiesta di riceverli .

Ciò significa iscriversi volontariamente a un elenco, inviare la tua e-mail e accettare di ricevere messaggi da un’azienda.

Siamo circondati da pubblicità che non abbiamo chiesto di vedere: volantini nella cassetta postale, pubblicità in TV, post sui social media, cartelloni pubblicitari e persino sponsorizzazioni di podcast .

La differenza con l’email marketing è, generalmente, che abbiamo chiesto di vederlo.

E ben fatto, le e-mail di marketing possono essere effettivamente accolte e apprezzate.

È pertinente e personalizzato.

Che si tratti di una newsletter, una presentazione del prodotto o un promemoria per completare l’acquisto in un carrello, il destinatario è interessato.

Altrimenti, non si sarebbero registrati.

Quanto più mirato puoi ottenere?

È rispettoso.

L’iscrizione a un elenco di e-mail è ora un processo trasparente e rispettoso.

Le aziende in genere spiegano quale tipo di email invieranno e con quale frequenza.

Ad esempio,  Promette ulteriormente di inviare una e-mail a settimana, con un tipo specifico di contenuto:

iscrizione newsletter newsletter marketing ulteriormente

Il focus dell’email marketing dovrebbe essere quello di fornire valore aggiunto al cliente. Offrire contenuti e risorse utili è di solito parte della strategia, non offerte di vendita costanti.

E le e-mail di marketing rispettose spiegano chiaramente come annullare l’iscrizione e smettere di ricevere e-mail.

Ma lo scopo di questa guida non è di darti una storia prolissa. È per insegnarti come utilizzare l’email marketing diretto  per far crescere la tua attività e perché è essenziale iniziare oggi.

Il motivo più convincente:

Ogni altro canale di marketing ti mette in balia dell’agenda di qualcun altro.

Quando hai una mailing list, sei il proprietario del tuo traffico.

Considera questi canali di marketing popolari:

  1. SEO: Google aggiorna l’ algoritmo di ricerca e improvvisamente i tuoi post sul blog vengono seppelliti a pagina 43. Hai avuto un flusso costante di visitatori del sito Web, ma si asciuga durante la notte.
  2. Social media : il tuo target demografico inizia a spostarsi su una nuova piattaforma e meno persone vedono i tuoi post. Ora devi iniziare da zero a creare follower mentre stai perdendo le vendite.
  3. YouTube : la tua nicchia diventa affollata di concorrenti e all’improvviso, nessuno sta guardando i tuoi video (o facendo clic sui link per acquistare).

Tutto il tempo, gli sforzi e i soldi spesi per quelle fonti di traffico in fumo.

A meno che … tu non abbia creato una mailing list.

Quando raccogli indirizzi e-mail (con il permesso) da persone interessate alla tua attività, conservi un beneficio duraturo da tutti i tuoi sforzi di marketing.

Se ti occupi di quella lista di e-mail, è una risorsa che guiderà la tua attività negli anni a venire.

Quindi, come puoi utilizzare l’email marketing per far crescere la tua attività nel 2020?

Andiamo a scoprirlo.

Capitolo 2: Come funziona l’email marketing?

come funziona l'email marketingOrmai, dovresti essere convinto:

L’email marketing è essenziale per il successo della tua attività.

Ma se non si dispone di un elenco e-mail, come si ottiene uno?

Questa sezione è una guida passo-passo su come fare l’email marketing  quando inizi da zero.

Passaggio 1: Iscriviti con un fornitore di servizi di posta elettronica

campagna attiva del fornitore di servizi e-mailI fornitori di servizi e -mail sono sostanzialmente servizi software per la gestione degli abbonati e l’invio di campagne e -mail.

Assicurati di leggere il capitolo 3 prima di impegnarti in un servizio. Copre le mie scelte migliori per le società di email marketing e come scegliere quella migliore per la tua azienda.

Per ora, basta sapere che il fornitore di servizi di posta elettronica è il software che utilizzerai per:

  • Memorizza indirizzi e-mail e dati dei clienti.
  • Gestisci elenchi, aggiungi tag ed elabora richieste di annullamento dell’iscrizione.
  • Crea moduli di iscrizione sul tuo sito web.
  • Progetta e invia e-mail agli abbonati.

Passaggio 2: creare un’offerta di attivazione

Cosa offrirai in cambio di un indirizzo email?

Le persone sono comprensibilmente riluttanti a iscriversi per ulteriori e-mail. Per la maggior parte di noi, Inbox Zero  è uno scherzo crudele. Ma vogliamo ancora roba gratis!

“Iscriviti alla mia newsletter gratuita” non è in grado di convincere nessuno.

Devi fornire un motivo convincente affinché qualcuno consegni quell’indirizzo email. Ad esempio, ecco un magnete principale che utilizziamo per attirare le persone che vogliono imparare come avviare un podcast .

email opt in offerta per la guida podcast

Un’offerta di opt-in è un vantaggio immediato, gratuito, che fornirai quando qualcuno si unisce alla tua lista di posta elettronica. Nel marketing digitale, viene spesso indicato come un magnete al piombo .

I magneti al piombo possono essere cose diverse, a seconda del tipo di attività.

Ecco tre esempi per te:

  1. Un’offerta di sconto come la spedizione gratuita o un codice coupon

offerta di sconto per l'indirizzo e-mail

2. Una risorsa digitale come un e-book o un corso

corso di posta elettronica gratuito per un indirizzo di posta elettronica

3. Una prova gratuita del servizio

e-mail di prova gratuita registrati

Qualunque cosa tu decida di utilizzare come offerta opt-in, deve fornire un valore reale.

Prova a pensare come i tuoi clienti e chiediti: “Consegnerei il mio indirizzo email per questo?”

Ecco alcuni suggerimenti per presentare un’offerta allettante:

  • Risparmia tempo riutilizzando le risorse che hai già creato in un nuovo formato. Per esempio:
    • Libri e guide >> video tutorial o corsi di posta elettronica
    • Più risorse piccole >> un pacchetto o un pacchetto completo
    • Un corso a pagamento >> offri un modulo gratuitamente
    • Un libro in vendita >> dai il primo capitolo gratuitamente
  • Indirizza un  problema specifico  e immediato del tuo pubblico. Per esempio:
    • Non sai cosa preparare per cena? Più veloce che da asporto: le 10 migliori ricette per risolvere la cena
    • Desiderio di addominali cesellati? 7 allenamenti per far esplodere gli addominali velocemente
    • I nuovi genitori sono alla disperata ricerca del sonno? Cheat-sheet Bedtime: fai in modo che i tuoi bambini dormano in orario STANZA

Passaggio 3: inserire un modulo di iscrizione sul sito Web

moduli di iscrizione e-mail caffè tostato

Il modulo di iscrizione (chiamato anche modulo di iscrizione) è il modo in cui le persone invieranno la loro e-mail e si uniranno alla tua lista. Uso Thrive Leads  per creare i miei moduli, mi consente di creare moduli nella mia dashboard di WordPress.

Ecco come funziona.

Innanzitutto, scegli il tipo di modulo che desideri.

Quando accedi al tuo fornitore di servizi e-mail, troverai una varietà di opzioni di modulo.

Scegli un design e una funzione adatti al tuo sito Web, al posizionamento e all’offerta opt-in.

Ad esempio, ecco alcuni tipi comuni di moduli di attivazione:

Casella popup : si apre davanti alla pagina per attirare l’attenzione.

popup per raccogliere abbonati e-mail

Modulo incorporato: una casella che può essere posizionata ovunque in una pagina, anche all’interno del testo di un post di blog o nella parte inferiore di qualsiasi pagina.

modulo di iscrizione email incorporato

Questo esempio è tratto dal blog Soul Salt in cui offrono un aggiornamento dei contenuti su come trovare il tuo scopo nella vita .

Nastro: uno striscione su tutta la lunghezza di una pagina, in genere nella parte superiore.

optin per il nastro di email marketing

Successivamente, personalizza il modulo.

L’obiettivo di un modulo di opt-in è convincere il numero massimo di persone a opt-in.

Rendi il più semplice possibile il completamento.

Ogni ulteriore campo da completare significa più lavoro per i potenziali abbonati e maggiori opportunità per loro di cambiare idea prima di premere “invia”.

Queste sono le uniche cose che devi davvero includere:

  • Titolo
  • Offrire
  • Luogo per digitare un indirizzo e-mail
  • Pulsante di invito all’azione

casella di posta elettronica perfetta

Con il testo sul modulo, ricorda di concentrarti sul vantaggio  della registrazione: pensa a cosa fa l’offerta di opt-in, piuttosto che a cosa è.

Puoi anche personalizzare i colori dei moduli per distinguerti dal resto del tuo sito.

Se il tuo sito Web è su WordPress, puoi portare i tuoi moduli di attivazione al livello successivo con Thrive Leads :

  • Crea tutti i tipi di moduli ad alta conversione.
  • Prova diverse offerte e moduli: visualizza automaticamente le varianti dei moduli per vedere quali ottengono più iscrizioni.
  • Targeting per utenti diversi: visualizza automaticamente moduli diversi, a seconda del tipo di contenuto a cui sono interessati.

prosperare conduce optin gif

Infine, inserisci il modulo sul tuo sito web.

Il tuo provider di posta elettronica produrrà un blocco di codice che rappresenta il tuo modulo personalizzato.

Copia e incolla nel tuo sito web.

Dopo aver salvato e aggiornato la pagina, questo: codice php per aggiungere moduli optin a wordpress

Assomiglierà a questo:

Immagine 2019 04 04 alle 10.28.30

Se usi Thrive Leads , non dovrai occuparti di alcun codice: i moduli di opt-in vengono creati e inseriti nella dashboard di WordPress.

Passaggio 4: scrivere una serie di benvenuto

Esistono due errori comuni che possono far deragliare l’email marketing prima di vedere un ritorno sull’investimento.

    1. Il primo errore  non è l’invio di e-mail sufficienti.  Un nuovo potenziale cliente ti fornisce il suo indirizzo e-mail, solo per averlo seduto lì per settimane fino a quando non hai voglia di inviare un’esplosione di e-mail. Alcune settimane dopo, a loro non importa quasi quanto hanno fatto quando si sono registrati per la prima volta. In effetti, potrebbero aver dimenticato di registrarsi. È probabile che la tua prima email vada direttamente nel cestino.
    2. Il secondo errore è chiedere agli abbonati di acquistare subito qualcosa.  Non solo è scoraggiante, ma è inefficace. È un modo rapido per perdere il tuo nuovo abbonato.

    pulsante di annullamento dell'iscrizione via email in un messaggio

    Entrambi questi errori tendono a farti segnalare come spam, il che danneggia la tua deliverability. Essere contrassegnati come spam significa che è più probabile che le tue e-mail vengano filtrate come posta indesiderata .

    messaggio di email marketing nella cartella spam

    Avere una serie di benvenuto pronta fin dall’inizio, si evitano entrambi gli errori.

    Subito dopo essersi iscritti al tuo elenco, i tuoi potenziali clienti sono molto entusiasti di avere tue notizie.

    Questo è quando hai le migliori possibilità di attirare la loro attenzione e guadagnare la loro lealtà.

    La buona notizia è che puoi farlo automaticamente mentre dormi.

    Una serie di benvenuto utilizza la magia dell’automazione per inviare messaggi pre-scritti in un programma prestabilito.

    ACCEDI ALLA NOSTRA SERIE DI BENVENUTO EMAIL IN 4 PARTI

    Tutto quello che devi fare è scrivere alcune e-mail e impostarle per l’invio per alcuni giorni o una settimana.

    Se questo sembra complicato da configurare, non ti preoccupare. L’automazione è una funzionalità standard per la maggior parte delle società di email marketing. È possibile pianificare facilmente l’invio di e-mail in determinate date e orari o in base a determinati trigger.

    La parte difficile è sapere cosa scrivere. Il capitolo 4 tratta il contenuto e la strategia  (cosa inviare e quando), incluso come scrivere una serie di benvenuto efficace.

    Condivido anche questa risorsa con te:

    Modello di email marketing: serie di benvenuto

    Sentiti libero di usare il modello di email marketing  come fonte di ispirazione o semplicemente riempi gli spazi vuoti per personalizzare il tuo pubblico.

    Dopo aver scritto le e-mail che invierai, pianificale affinché gocciolino per diversi giorni. Ecco un programma di esempio che puoi usare:

    • E-mail 1: e-mail di conferma attivata dal modulo di iscrizione completato.
    • Email 2: download o email di successo inviata immediatamente dopo la conferma
    • Email 3: invia il giorno successivo, alle [10:00] AM.
    • Email 4: invia il giorno successivo, alle [10:00] AM
    • Contrassegnare e aggiungere l’abbonato a un’offerta di automazione appropriata

    Ecco come appare in ActiveCampaign:

    sequenza di automazione della posta elettronica

    Passaggio 5: fai crescere la tua lista e-mail con il traffico

    Con tutto sul tuo sito web, puoi concentrare i tuoi sforzi sulla costruzione del traffico.

    Il successo dell’email marketing opt-in  ora dipende dai numeri. Il tuo compito è quello di ottenere il modulo di iscrizione di fronte a quanti più occhi puoi.

    far crescere il traffico organico

    In particolare, hai bisogno dei bulbi oculari delle persone che molto probabilmente diventeranno i tuoi clienti: il tuo pubblico target.

    Attrarre traffico mirato sul tuo sito Web ti aiuterà a riempire la tua lista con contatti qualificati . Questo è marketing-speak for: persone che hanno bisogno o vogliono ciò che la tua attività offre.

    crescita della mailing list nel tempo

    Con una breve ricerca, troverai una straordinaria quantità di consigli sul modo migliore per aumentare il traffico. Esistono molti modi per perseguire questo obiettivo.

    La maggior parte delle strategie prevede una qualche forma di content marketing.

    Content Marketing

    Content marketing è un termine generico per tutte le risorse gratuite che pubblichi , sia esso un blog, un canale YouTube, un podcast o un webinar.

    L’obiettivo del content marketing è quello di attirare le persone giuste , mostrando loro il tuo valore.

    Il termine è anche un po ‘fuorviante. Lasciatemi spiegare.

    Qualsiasi blogger può dirti quanto sia frustrante stancare, scrivere e pubblicare risorse straordinarie, mentre il traffico rimane piatto. Se ti senti come se stessi urlando nel vuoto.

    ma ecco la cosa sull'email marketing

    Se le persone giuste non trovano il tuo lavoro, è uno sforzo sprecato.

    Ecco perché quando parlo di content marketing nel 2020, sto davvero parlando di SEO (ottimizzazione dei motori di ricerca).

    Per assicurarti che il tuo content marketing sia efficace nella costruzione del traffico, devi prima:

    Crea contenuti che il tuo pubblico sta cercando.

    E secondo:

    Assicurati che i tuoi contenuti vengano visualizzati nei risultati di ricerca.

    Scopri esattamente come funziona questo processo in una guida dettagliata su come accedere alla prima pagina di Google .

    Dopo aver definito il processo di creazione del contenuto giusto, prova alcune tattiche per ampliare la tua portata.

    A seconda di quanto tempo e denaro vuoi investire, ecco alcuni modi per aumentare il traffico:

    • Traffico a pagamento : annuncio Google, Facebook, LinkedIn, ecc.
    • Pubblicazione degli ospiti : scrivere per altri blog e includere collegamenti al proprio sito Web.
    • Podcast : appare come ospite sui podcast per condividere il tuo messaggio.

    Passaggio 6: test e modifiche

    Una campagna di e-mail marketing  può essere automatizzata, ma la tua strategia non dovrebbe mai essere “impostarla e dimenticarla”. Come avviare un trambusto laterale , l’email marketing richiede uno sforzo costante.

    Ci sono molte cose che puoi fare per migliorare i tassi di conversione per il tuo modulo di opt-in, e ne tratterò alcuni nel Capitolo 4.

    Tuttavia, non preoccuparti di ottimizzare fino a quando non hai alcuni numeri con cui lavorare.

    Consiglio ai miei clienti di concentrare il 100% dei loro sforzi sulla costruzione del traffico fino a quando non hanno almeno 350 visite uniche al giorno . Questo ti dà abbastanza informazioni per giudicare il rendimento del tuo modulo di iscrizione.

    Confrontando il numero di iscrizioni ottenute con il numero di visitatori unici che ricevi sul tuo sito, ottieni una percentuale.

    Io scatto per un tasso di conversione di iscrizione del 5% minimo dal traffico organico.

    e-mail registrati tassi di conversione

    Da lì, prova e modifica le variazioni del modulo opt-in e le offerte del magnete al piombo . Ecco come puoi lavorare per un tasso di conversione più elevato.

    Capitolo 3: Piattaforme di email marketing

    Scegliere il miglior servizio di email marketing  è un processo per chiarire le tue esigenze, il tuo budget e la curva di apprendimento che puoi gestire.

    Innanzitutto, decidi di cosa hai bisogno.

    Ecco le funzionalità di base che dovresti aspettarti da un servizio di posta elettronica:

    • Personalizzazione : riempie automaticamente i campi e-mail con i dati del contatto. Questo è un must, quindi tutte le tue e-mail non sono indirizzate, “Ehi, abbonato alla newsletter”.

    personalizzazione nell'email marketing

    • Segmentazione : questa funzione consente di inviare diversi messaggi a diversi gruppi di persone. Ad esempio, puoi taggare gli abbonati in base a ciò che hanno acquistato, a dove vivono o ai risultati di un quiz.

    Ecco come appaiono alcuni dei risultati di un quiz che abbiamo eseguito. Utilizziamo Thrive Quiz Builder  per creare tutti i nostri quiz.

    segmentazione di elenchi di posta elettronica

    • Automazione : la capacità di pianificare quando verranno consegnate le e-mail è essenziale. È la ragione per cui i fornitori di servizi di posta elettronica vengono talvolta chiamati autorisponditori .

    esempio di automazione della posta elettronica

    • Moduli di iscrizione: avrai bisogno di una varietà di moduli di iscrizione da posizionare su diverse pagine del tuo sito Web e iniziare a raccogliere e-mail.

    e-mail optin moduli in azione

    • Analytics : rapporti su numeri come tassi di conversione, tassi di apertura e-mail e click-through, per aiutarti a ottimizzare il tuo marketing.

    analisi della posta elettronica in azione

    • Conformità : assicurati che il tuo servizio di posta elettronica includa strumenti per conformarsi alle leggi sulla privacy e anti-spam come GDPR  e CAN-S PAM .

    Ora pensa a tutti i requisiti specifici della tua azienda e assicurati di scegliere un fornitore che ti copre.

    Per esempio:

    • Le aziende di e-commerce  inviano conferme di acquisto, promemoria di carrelli abbandonati e informazioni sulla spedizione. Il loro servizio di posta elettronica deve integrarsi con il loro carrello, sia esso Shopify, WooCommerce o qualcos’altro.

    e-mail del carrello abbandonate per l'e-commerce

    • Le aziende di servizi  come personal trainer o chiropratici potrebbero voler integrare la pianificazione degli appuntamenti e i promemoria con il loro marketing via email.

    pianificazione appuntamenti email marketing

    • Le aziende basate sull’informazione  come i blog che vendono corsi online hanno esigenze più dirette. Hanno bisogno di funzionalità standard per creare un elenco di e-mail e interagire con gli abbonati. Ecco come iniziare un blog .

    email marketing per i blogger

    Non tutti i servizi di email marketing sono creati uguali e il loro prezzo spesso lo mostra. Diamo un’occhiata ai prezzi.

    Quanto dovresti spendere per i servizi di email marketing?

    quanto dovresti spendere per i servizi di posta elettronica

    Se sei seriamente intenzionato a utilizzare la posta elettronica per far crescere la tua attività, non andrai lontano con il software di posta elettronica gratuito.

    Ma ecco la buona notizia:

    Le migliori piattaforme di email marketing non sono le più costose. La maggior parte dei servizi di posta elettronica ha un prezzo in volume. Ciò significa che paghi meno all’inizio quando la tua lista è piccola. Puoi aggiornare man mano che cresci l’elenco (e aumenti le tue entrate).

    pagare per abbonati e-mail

    È probabile che tu abbia visto e-mail nella tua posta in arrivo inviate tramite provider di servizi popolari come MailChimp, Aweber o Infusionsoft.

    Questi nomi sono onnipresenti non perché sono le migliori piattaforme di email marketing. È solo che sono in circolazione da molto tempo e, in alcuni casi, hanno una forza vendita molto attiva.

    Ad esempio, Infusionsoft è commercializzato come uno strumento di business online all-in-one. È anche considerevolmente più costoso e più complicato della maggior parte. Se hai solo bisogno di un fornitore di servizi di posta elettronica, ci sono opzioni più economiche e migliori.

    prezzi di infusionsoft

    ConstantContact è in gioco dal 1995, ma sono molto indietro rispetto alla concorrenza nell’automazione.

    Ci sono anche molti servizi a basso costo e persino opzioni gratuite come MailChimp. Economico non significa necessariamente bassa qualità. Ma in generale, ottieni quello per cui paghi. E alla fine supererai il tuo piano gratuito.

    e-mail marketing con prezzi mailchimp

    Non commettere l’errore di scegliere in base alla familiarità o alle offerte gratuite.

    Inizia con una piattaforma che ti offre gli strumenti migliori per la tua attività in crescita.

    Queste sono le piattaforme che raccomando e alcuni validi motivi per considerare di usarle per l’email marketing.

    Non sono i giocatori più grandi o più costosi del gioco, ma sono i migliori.

    ConvertKit

    convertkit è l'email marketing per i creatoriConvertKit  afferma di essere il miglior software di email marketing per i creatori online e posso personalmente sostenere questa affermazione.

    Come creatore di un podcast, blog, un libro e diversi corsi online, ConvertKit mi ha aiutato a far crescere il mio pubblico e aumentare le mie entrate.

    Se non conosci l’email marketing, la semplicità e la facilità d’uso dovrebbero essere uno dei tuoi criteri principali nella scelta di un servizio di posta elettronica. Perché è progettato per i creatori, non per gli esperti di marketing, ConvertKit è  facile da usare .

    Oltre alla semplicità, ConvertKit ha tutte le funzionalità essenziali e la potente automazione di  cui avrai bisogno per iniziare con l’email marketing o per potenziare i tuoi sforzi esistenti.

    Inoltre, hanno un paio di strumenti sgargianti come il test A / B delle righe dell’oggetto e-mail, vari tempi di invio e sequenze e-mail predefinite per semplificare la vita e migliorare il marketing e-mail.

    Versione di prova email di convertkitLa linea di fondo è ConvertKit è un fornitore di servizi e-mail di cui ti puoi fidare per avere a cuore i tuoi migliori interessi.

    Ecco cosa amo di più al riguardo:

    1. ConvertKit NON sta cercando di essere tutto per tutti. Hanno sviluppato e continuano a sviluppare il servizio di email marketing perfetto per i creatori – blogger, podcast, YouTuber, ecc.
    2. Semplice ma efficace. Sì, ConvertKit esegue automazione e segmentazione, ma sono riusciti a creare uno strumento intuitivo e facile da usare.
    3. ConvertKit è fondato e gestito da Nathan Barry , un ragazzo onesto, laborioso e eccezionale.

    ActiveCampaign

    provider di posta elettronica activecampaignAdoro l’email marketing e sono affascinato da come funziona. Lo uso da anni.

    cronologia dell'account e-mail activecampaignDetto questo, alcune delle piattaforme di email marketing che ho visto sono troppo complesse, anche per me. A volte ho bisogno di impostare un’automazione complicata. Non voglio passare settimane a capire come farlo, o dipendere da un aiuto esterno per farlo funzionare.

    Ho optato per ActiveCampaign  perché rendono incredibilmente facile configurare automazioni complesse – dalle e-mail automatizzate di base alle e-mail transazionali e dalle canalizzazioni e-mail sempreverdi all’automazione dei feed RSS.

    Registrazione dello schermo 2019 04 15 alle 11.47 AM

    Sì, ActiveCampaign ha un’automazione avanzata del marketing integrata, ma semplifica l’implementazione e la comprensione.

    Riesco a mappare il viaggio di un abbonato fino al più piccolo dettaglio, in pochi minuti.

    Capitolo 4: Strategia di email marketing

    strategie di email marketing

    I primi tre capitoli riguardavano il funzionamento dell’email marketing e come iniziare a creare un elenco di email.

    Ora arriviamo alla parte succosa: cosa e quando inviare e-mail ai tuoi abbonati .

    La tua strategia di email marketing ha uno scopo.

    (Suggerimento: non è per far sapere alla gente cosa stai facendo nelle newsletter.)

    Sono le vendite. Se la vendita non ti viene naturale, non preoccuparti. È un’abilità che puoi imparare.

    E la parte migliore?

    Non devi essere estroverso, invadente o subdolo per vendere prodotti alla tua lista e-mail.

    Questo capitolo ti mostrerà come portare gli abbonati nel seguente viaggio:

    spostare le persone attraverso la tua strategia e-mail

    Una strategia di posta elettronica efficace raggiunge questo obiettivo elevato con tre tipi di posta elettronica.

    Non sto parlando del contenuto dei messaggi, che può apparire molto diverso a seconda del settore in cui ti trovi.

    Invece, considera i tre tipi di intenti  dietro ogni messaggio:

    • Coinvolgere : insegnare ai lettori di cosa ti occupi e coinvolgerli ulteriormente nella tua attività.
    • Vendita : fare offerte pertinenti e chiedere la vendita.
    • Segmentazione : scopri di più sui tuoi iscritti e raggruppali o “taggandoli” per vendere in modo più efficace.

    Ecco come utilizzare ogni tipo di e-mail per costruire una strategia che massimizzerà i tuoi profitti, senza essere squallida.

    avvincente

    Le prime e-mail inviate a tutti i nuovi abbonati dovrebbero mirare a coinvolgerli: farli aprire, leggere e agire.

    Perché? Perché saltare direttamente in un campo di vendita sarebbe come proporre il matrimonio al primo appuntamento. Puoi immaginare quale sarebbe la risposta.

    I nuovi abbonati sono più coinvolti nei primi giorni dopo l’iscrizione. Hai la loro attenzione ora, più che mai.

    Questa è la tua occasione per mostrare loro che sono nel posto giusto e che succederanno cose buone quando rimarranno nella tua lista.

    Scrivere una serie di e-mail di benvenuto efficace

    In termini di viaggio di un abbonato, le prime e-mail dovrebbero portarle da straniero ad amico.

    A partire dalla tua prima email di benvenuto, scrivi tenendo a mente questi obiettivi:

    1. Presentati e fai affari : benvenuto personalmente e festeggia il tuo nuovo abbonato. Aiutali a conoscerti un po ‘meglio.
    2. Dì al tuo nuovo abbonato cosa aspettarsi : fai sapere alle persone con quale frequenza invierai e-mail e che tipo di e-mail invierai.
    3. Dimostra il valore di essere un abbonato : ricorda alle persone perché si sono iscritti e perché adoreranno aprire le tue e-mail.
    4. Coinvolgi l’abbonato a intraprendere ulteriori azioni : chiedi loro di “autorizzarti” aggiungendoti ai loro contatti. Invitali a impegnarsi ulteriormente visitando il tuo sito Web e seguendo i tuoi account sui social media.
    5. Aumenta la curiosità su ciò che verrà dopo: dai loro un forte incentivo per aprire le tue prossime e-mail, suggerendo cose buone a venire.

    Ecco come appare in azione:

    parti di un'e-mail di benvenuto

    Nell’esempio sopra puoi vedere che è possibile coprire tutte le basi in un’unica e-mail. Ma inviare qualche altra email mentre il tuo nuovo potenziale cliente è ancora impegnato ed entusiasta ti mette in una posizione molto migliore.

    Vuoi offrire molte opportunità per loro di interagire con una delle tue e-mail durante questa fase.

    Se sono stati occupati e hanno perso la tua prima email, questo offre ai nuovi abbonati qualche possibilità in più per salire a bordo.

    Restare in contatto

    Dopo la serie di benvenuto, alcuni dei tuoi potenziali clienti dovrebbero essere pronti a diventare clienti. Quindi assolutamente, se hai un prodotto da vendere, inizia a vendere.

    E se non avessi ancora un prodotto in vendita? (In questo caso, puoi provare il marketing di affiliazione .)

    Cosa succede se stai ancora lavorando su prodotti per diversi segmenti del tuo mercato?

    E se hai un prodotto da vendere, ma è qualcosa con un ciclo di vendita più lungo?

    Anche se nessuna di queste domande si applica alla tua attività, è una cattiva strategia inviare e-mail solo quando vuoi vendere qualcosa.

    In effetti, l’invio regolare di risorse utili, contenuti curati o aggiornamenti di notizie può aiutare con alcuni importanti obiettivi:

    • Stabilire l’autorità : marchiarti come esperto e la tua attività come risorsa preziosa.
    • Rimanere in testa : quando hanno bisogno del tuo prodotto o servizio, sarai il primo a cui pensano.
    • Approfondire la relazione : nel tempo, un contatto regolare aiuta i lettori a conoscerti meglio e ad avere più fiducia in te. Al contrario, puoi imparare di più su di loro mentre vedi che tipo di messaggi ottengono la risposta migliore.

    Sfortunatamente, non posso dirti esattamente cosa inviare. Non esiste una ricetta standard per il successo dell’email marketing. Frequenza, contenuto e tono possono variare ampiamente, anche all’interno della stessa nicchia.

    Ad esempio, The Hustle  invia un’e-mail ogni singolo giorno e Brian Clark su Ulteriori e-mail una volta alla settimana.

    Un grande negozio al dettaglio come Ikea invia elenchi di prodotti mirati, ma un piccolo ebanista indipendente potrebbe inviare aggiornamenti dal workshop o immagini del loro ultimo progetto.

    Per Hack the Entrepreneur, mi piace inviare un messaggio personale ogni volta che pubblico una nuova risorsa. Non tanto quando voglio solo condividere una citazione motivazionale .

    Anche se non posso dirti esattamente cosa inviare, posso dirti di tenere a mente questi principi guida ad ogni esplosione di e-mail:

    Siate coerenti : se avete intenzione di inviare e-mail ogni giorno o una volta al mese, dite alle persone cosa aspettarsi quando si iscrivono. Quindi assicurati di consegnare.

    Fallo su di loro, non tu : metti sempre al primo posto il tuo cliente. Chiediti come ciò che stai inviando li aiuterà. Se stai scrivendo di te, va bene. Finché focalizzi il messaggio su come la tua storia avvantaggia il lettore.

    Vendita

    La vendita diretta è il pane e il burro della tua strategia di email marketing. In questo modo farai crescere la tua attività e fare vendite reali a clienti reali.

    In definitiva, tutte le e-mail inviate sono destinate a vendere clienti su di te e sul tuo marchio. Ma i lanci di prodotto e le canalizzazioni di vendita  sono arte (e scienza) specifica.

    La buona notizia è che tutto in questa guida finora è stato di metterti in una posizione strategicamente brillante per chiudere la vendita.

    Se hai seguito fino ad ora, hai già “influenzato” i tuoi potenziali clienti.

    Con un magnete al piombo eccezionale , hai già fornito valore.

    Con un’efficace serie di benvenuto, hai convinto che sono nel posto giusto.

    Chiunque sia ancora nella tua lista è pronto a considerare il prossimo passo del viaggio, passando da un amico all’altro.

    segmentazione

    Segmentare la tua lista e-mail è una parte cruciale per mantenere un elenco sano.

    Perché?

    Perché i messaggi irrilevanti sono un problema. Le persone annulleranno l’iscrizione .

    È probabile che la tua attività offra una varietà di prodotti e servizi che si rivolgono a diversi segmenti dei tuoi lettori.

    Per esempio:

    • Un’azienda di forniture per il giardinaggio:
      • Diverse piante crescono in climi diversi .
      • Alcuni giardinieri coltivano ortaggi e alcuni solo fiori .
      • L’elenco include una combinazione di giardinieri esperti  e persone che acquistano il loro primo pacchetto di semi .

    Se questo non suona come la tua attività, potresti essere tentato di saltare questa sezione. Sarebbe un errore.

    Anche se la tua lista e-mail è già super mirata, segmentare le e-mail aiuta a coinvolgere nuovamente i lettori.

    Ecco come funzionano le e-mail di segmentazione:

    1. Invia un’email ai tuoi lettori e chiedi loro di intraprendere un’azione relativa a un argomento specifico. Per esempio:
      1. Facendo clic su un collegamento a un articolo , sul tuo blog o su un altro sito Web di alta qualità.
      2. Fare un quiz o un sondaggio .
      3. Passare a una landing page per un download gratuito, webinar o video .
      4. Facendo clic su un pulsante per interrompere la ricezione di informazioni  su un determinato argomento.
    2. Gli abbonati che intraprendono l’azione richiesta si identificano  come interessati.
    3. Il software di posta elettronica tiene traccia di chi fa clic sui collegamenti dei  messaggi e aggiunge automaticamente i tag . Se usi un quiz, stessa cosa: i risultati vengono tracciati e i rispondenti vengono taggati.
    4. Ora hai un sottogruppo di abbonati  da indirizzare con contenuti pertinenti e hai coinvolto nuovamente i tuoi lettori a lungo termine.

    Ora sai cosa sono le e-mail di segmentazione e come funzionano. Ma quando  dovresti segmentare?

    Ci sono molte ragioni per cui potresti voler taggare diversi gruppi del tuo pubblico. Ecco alcuni degli usi più comuni:

    • Dopo la serie di benvenuto : filtra i nuovi abbonati nella canalizzazione di vendita più rilevante dopo la serie di benvenuto.
    • Ricerca richiesta : invia un quiz, un magnete principale o nuovi contenuti per scoprire chi potrebbe essere interessato a un nuovo prodotto, servizio o business book .
    • Lancio di un nuovo prodotto : scopri chi è interessato per primo, così puoi evitare di presentare ai lettori a cui non importa.

    Se non stai cercando o lanciando attivamente nuovi prodotti, dovresti comunque considerare una e-mail di segmentazione una o due volte all’anno.

    Perché? Per interagire nuovamente  con i tuoi abbonati.

    Le e-mail di segmentazione sono coinvolgenti: stai chiedendo ai lettori di fare qualcosa .

    Controlla qualcosa sul tuo sito web, fai clic su un articolo interessante o ottieni un download utile: tutte queste cose ricordano agli abbonati perché si sono iscritti in primo luogo.

    Capitolo 5: Suggerimenti per l’e-mail marketing

    Suggerimenti di marketing EMAIL per iniziare

    Con una solida strategia di e-mail marketing in atto e alcune best practice di e-mail marketing, il tuo elenco dovrebbe spuntare insieme a una crescita costante degli abbonati.

    È ora di sedersi e guardare le vendite salire!

    Sì, no Sarebbe un piccolo miracolo se tutto funzionasse perfettamente dal primo giorno.

    È probabile che dovrai apportare alcune modifiche lungo la strada per ottenere i risultati che ti aspetti dalla tua email marketing.

    Anche se stai ottenendo risultati decenti, ci saranno sempre margini di miglioramento.

    Questo capitolo tratta gli ostacoli più comuni che inciampano in molti marketer di posta elettronica per la prima volta e alcuni suggerimenti per ottenere risultati fenomenali.

    Come faccio a sapere se il mio email marketing funziona?

    L’email marketing copre diverse fasi del processo di vendita, dalla generazione di lead alla promozione e chiusura di una vendita.

    Ciò significa che ci sono alcuni posti in cui le cose possono andare … lateralmente.

    Le buone notizie su ogni tipo di marketing online: tutto viene monitorato. Puoi utilizzare i dati per valutare le prestazioni e diagnosticare i punti deboli nella tua strategia di email marketing.

    Ecco le metriche chiave che devi sapere, dove trovarle e come migliorarle.

    1. Impressioni sulla pagina:

    metriche e-mail

    Le impressioni sulla pagina sono una semplice misura di quante persone vedono la pagina. Questa metrica viene anche definita traffico. È il primo numero da guardare.

    Se stai ricevendo molto traffico, ma nessuno si sta iscrivendo al tuo elenco, passa alla metrica successiva (tasso di attivazione).

    2. Tasso di attivazione:

    iscrizioni e-mail e tassi di conversione

    La tariffa di attivazione è una percentuale del totale dei visitatori che si iscrivono (opt-in) al tuo elenco di email.

    Il 5 percento è un’aspettativa ragionevole. Ma se colpisci bene il tuo magnete al piombo, puoi ottenere il 15-20 percento più alto.

    3. Tasso di apertura:

    tassi di apertura delle serie di email marketing

    Il tasso di apertura è la prossima cosa da guardare. Ti dice quante persone stanno aprendo (e si spera leggendo) le tue e-mail, in percentuale.

    Il tuo messaggio iniziale a un nuovo abbonato avrà quasi sempre il tasso di apertura più alto: dal 50 al 75 percento è normale.

    È naturale che le tariffe scendano nel tempo. Ad esempio, in una sequenza di benvenuto automatizzata o in una canalizzazione di vendita, il messaggio due di solito scenderà tra il 25 e il 50 percento.

    Mentre la sequenza continua, le persone annulleranno l’iscrizione e i tassi di apertura nell’intervallo del 30 percento sono normali.

    4. Percentuale di clic:

    fai clic sulle percentuali di email di marketing

    Questo è il passaggio finale e i limiti di ciò che può fare l’e-mail marketing: ottenere un abbonato a fare clic su un collegamento nella tua e-mail.

    Le percentuali di clic variano un po ‘, a seconda di ciò che stai chiedendo agli abbonati di fare.

    Ad esempio, se il tuo messaggio vende qualcosa, potresti includere un link a una pagina di vendita e aspettarti un tasso dal 7 al 30 percento.

    Se si tratta di un collegamento a un download gratuito, è ragionevole dal 40 al 60 percento.

    Come posso ottenere (e conservare) più abbonati?

    Innanzitutto, lasciami rispondere a questa domanda con un’altra domanda:

    Hai poco traffico?

    Se solo poche persone visitano il tuo sito ogni giorno, l’aumento del traffico dovrebbe essere la tua preoccupazione più immediata. Senza un traffico mirato sufficiente all’offerta di attivazione, nient’altro che fai farà la differenza.

    Smetti di leggere subito e impara come aumentare il traffico sul tuo sito web (inizia con l’ accesso alla prima pagina di google )!

    Man mano che il traffico aumenta verso il tuo sito Web, la tua lista e-mail dovrebbe aumentare. In caso contrario, la domanda diventa:

    Perché il tuo opt-in non viene convertito?

    Ci sono molte cose che puoi regolare per migliorare le conversioni. La cosa più semplice da provare è semplicemente cambiare i moduli di attivazione per renderli più accattivanti .

    Successivamente, puoi testare diversi magneti  al piombo per trovare un’offerta più avvincente.

    Infine, considera le fonti di traffico  verso il tuo sito web. In che misura i visitatori del tuo sito web corrispondono alla tua offerta e quanto mentalmente sono preparati a fare il passo successivo?

    Ad esempio, le persone a cui fanno riferimento persone fidate hanno maggiori probabilità di registrarsi. Le persone che si imbattono nel tuo sito mentre cercano qualcos’altro hanno meno probabilità di registrarsi.

    Come faccio ad avere più persone che aprono le mie e-mail?

    COME OTTENERE ALTRE PERSONE PER APRIRE EMAIL

    La prima sfida nell’apertura è la consegna. Quindi ecco un’altra domanda per te:

    Le tue e-mail arrivano nelle caselle di posta degli abbonati?

    Sebbene la tua e-mail di benvenuto debba indirizzare le persone alla whitelist, ci sono molte altre cose che puoi fare per evitare di essere scoperto nei filtri antispam:

    Dopo averlo inserito nella posta in arrivo, ci sono alcuni fattori che incidono notevolmente sui tassi di apertura :

    1. Tempi

    e-mail tariffe aperte al giorno

    In generale, è più probabile che le e-mail vengano aperte la mattina nei giorni feriali.

    Questo è quando la maggior parte delle persone ha un minuto per scansionare la propria casella di posta alla ricerca di qualcosa di interessante, prima di iniziare a lavorare o ad affrontare la propria giornata.

    Naturalmente, questo varia a seconda di chi stai prendendo di mira. Alcuni tipi di pubblico (come il mio) preferiscono aprire le e-mail più avanti nella settimana e nei fine settimana.

    Trova il punto debole per il tuo pubblico sperimentando tempi e giorni diversi.

    2. Mittente

    Le persone hanno maggiori probabilità di aprire prima un’e-mail da amici e parenti. Ed è difficile sentirsi amichevoli nei confronti di un’entità aziendale, non è vero?

    Usa sempre il tuo nome come mittente e non il nome della tua azienda.

    3. Oggetto

    La riga dell’oggetto è un elemento critico nei tassi di apertura. Se non è convincente, il tuo messaggio verrà ignorato o eliminato.

    L’argomento dovrebbe essere descrittivo dei contenuti, ma anche intrigante. Deve contenere un numero di caratteri compreso tra 30 e 35 o verrà ridotto sul display.

    4. Frase di apertura

    Molti client di posta elettronica, come Gmail, mostrano la prima o due frasi nella posta in arrivo.

    Presta particolare attenzione all’apertura del tuo messaggio per assicurarti che attiri l’attenzione e prometta che vale la pena leggere.

    5. Abbonati inattivi

    Bassi tassi di apertura possono indicare un problema con la qualità dell’elenco.

    Nel tempo, gli abbonati cambiano indirizzo e-mail o perdono interesse e smettono di leggere. Alcune persone forniscono indirizzi email falsi per ottenere un’offerta gratuita.

    La cosa migliore da fare è eliminare periodicamente l’elenco rimuovendo gli indirizzi e-mail inattivi.

    Come posso impedire alle persone di annullare l’iscrizione?

    La breve risposta:

    Non puoi. E non dovresti provare.

    Non abbiate paura di annullare l’iscrizione. Non puoi aspettarti di mantenere tutti gli abbonati perché la tua attività non è per tutti.

    Certo, vuoi tenere tutti i potenziali clienti nella tua lista. Il modo migliore per farlo è quello di essere chiari su ciò che gli abbonati dovrebbero aspettarsi di ricevere da te e quindi consegnare.

    lascia che i tuoi abbonati e-mail annullino l'iscrizione quando vogliono

    Molti operatori di posta elettronica per la prima volta si preoccupano di inviare e-mail troppo frequentemente. Non vogliono essere percepiti come invadenti o fastidiosi. Sono anche preoccupati del fatto che chiedere alla gente di comprare cose tutto il tempo sia troppo “commesso” e disgustoso.

    Queste preoccupazioni sono comprensibili ma sbagliate.

    Il tuo compito è offrire il massimo valore possibile con la tua email marketing. Ciò significa inviare informazioni preziose e inviare frequentemente. Ciò include anche offerte di vendita pertinenti.

    Non dimenticare mai: i tuoi abbonati vengono inondati di messaggi di marketing di altre persone. Devi rimanere nella loro consapevolezza.

    In che modo aumentare le vendite tramite l’email marketing?

    Le canalizzazioni di vendita tramite email marketing sono molto efficaci per la vendita di determinati tipi di prodotti. Una serie di messaggi strategicamente composti e temporizzati può:

    • Crea desiderio
    • Dimostrare valore del prodotto
    • Stabilire l’urgenza di acquistare

    Tuttavia, è difficile per i lettori fare il salto direttamente da un’e-mail a un carrello, in particolare per i prodotti più costosi.

    Se hai un’attività online, la tua canalizzazione di vendita dovrebbe sempre indirizzare i lettori a una pagina di vendita sul tuo sito web. Ulteriori informazioni su come creare una pagina di vendita che converte.

    Thrive Leads è un eccellente plug-in per la creazione di pagine di vendita e di destinazione in WordPress.

    Dove ti porta l’email marketing nel 2020?

    Ora che sai come iniziare con l’email marketing e creare un elenco solido, è il tuo turno. Se stai cercando di fare soldi online , allora devi avere un elenco.

    Che tu stia iniziando una mailing list per la prima volta o perfezionando la tua strategia, adoro ascoltare cosa stai facendo e rispondere alle domande.

    Fammi sapere nei commenti cosa pensi di fare con l’email marketing quest’anno.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close