Cerca

Email marketing 101: la guida semplice e definitiva per il 2019

Andiamo al sodo:

Se vuoi coltivare lead e trasformarli in fan deliranti che urlano le tue virtù dai tetti (oltre a comprare tutto ciò che stai vendendo), devi imparare i dettagli dell’email marketing.

Hai bisogno d'aiuto?!  Contattaci qui

 

In questa guida semplice e facile da digerire, imparerai:

  • Le due cose che devi iniziare con l’email marketing;
  • Come scegliere il miglior servizio di email marketing per le tue esigenze;
  • Come far crescere la tua mailing list;
  • Che tipo di e-mail dovresti inviare ai tuoi abbonati;
  • Perché (e come) devi segmentare la tua lista e-mail;
  • Come migliorare i tassi di apertura delle e-mail;
  • Come automatizzare le tue e-mail (con esempi);
  • E altro ancora …

Quando avremo finito, avrai tutte le informazioni di cui hai bisogno per diventare un maestro di kung-fu per l’email marketing.

Immergiamoci.

Email marketing 101: la guida semplice e definitiva

Una guida dettagliata richiede una navigazione facile da seguire, quindi abbiamo suddiviso tutto in diverse sezioni.

Fai clic su un collegamento per passare a quella sezione:

Prima di tutto, una rapida definizione:

Inizi creando un sistema che converte i lettori del tuo sito Web in abbonati e-mail. In genere, questo sistema comporta un incentivo di qualche tipo.

Questi incentivi sono noti con molti nomi …

  • magnete al piombo
  • optare per la bustarella
  • offerta gratuita
  • omaggio
  • aggiornamento dei contenuti

… ma come la chiami, la sua missione è semplice:

Convincere i lettori a fornire la propria e-mail in cambio dell’incentivo.

Il lettore ti dà la sua e-mail, tu dai loro il tuo bonus gratuito. Lavare, risciacquare e ripetere.

Con il tuo fornitore di servizi e-mail e magnete principale, puoi creare una serie di e-mail automatizzate come una serie di benvenuto, una newsletter o una campagna promozionale. Queste e-mail fungono da creatori di marchi per alimentare gli abbonati e aiutarli a conoscere il tuo marchio, il tuo messaggio e i tuoi prodotti.

I vantaggi dell’email marketing

Quando confronti le campagne di email marketing con i social media, non c’è davvero alcun concorso:

  • Il 59% delle persone trascorre la maggior parte del tempo a controllare le e-mail sui dispositivi mobili;
  • Fino al 77% di noi preferisce le e-mail di marketing rispetto allo scorrimento sui social media;
  • Una forte strategia di email marketing è fino a 40 volte più efficace nell’acquisizione dei clienti.

Inoltre, possiedi la tua lista – non possiedi i tuoi follower sui social media. Se Pinterest o Facebook decidessero di chiudere le porte per sempre, anche i tuoi follower sui social media andrebbero.

Infine, l’email marketing è una strategia efficace per convertire le persone in clienti. Si converte superiore a 208%  che l’invio di newsletter via email generiche alla tua lista.

Sta avendo questa strategia di automazione del marketing con segmentazione, canalizzazioni o serie di onboarding che aiuta a nutrire gli abbonati e alla fine li converte nelle tue offerte.

Nessun altro canale di marketing ti consente di farlo.

Come iniziare con l’email marketing

Per iniziare, avrai bisogno di due cose:

  1. Un modo per acquisire indirizzi e-mail;
  2. Un servizio di email marketing (in modo da poter inviare e-mail ai tuoi lead).

Ci sono opzioni sia gratuite che a pagamento ma, per semplificare le tue scelte, esaminerò gli strumenti più consigliati in modo da poter scegliere tra quelli più adatti alle tue esigenze.

Acquisisci indirizzi e-mail utilizzando i moduli Optin

Un modulo optin è un luogo sul tuo sito Web che ti consente di catturare e-mail.

I moduli optin incorporati offrono il minor numero di barriere e di solito sono i più convertiti .

email marketing optin modulo esempio annotazione

L’uso di uno strumento come Thrive Leads  ha forme personalizzabili (2 passaggi, slide in, ribbon, ecc.) Che consentono di trovare facilmente ciò che piace al tuo pubblico.

Sumo e OptinMonster sono altri due strumenti di acquisizione dei lead che offrono anche molti moduli di iscrizione e-mail tra cui scegliere.

Dopo aver scelto il tuo strumento preferito per acquisire lead, devi qualificarli. Puoi farlo inserendo i tuoi moduli optin in diversi luoghi ottimizzati .

Ecco alcuni dei nostri preferiti:

1. Intestazione

Avere un invito all’azione above the fold è un modo semplice per presentare un modulo di iscrizione che attira l’attenzione e avvisare i nuovi lettori di ciò che stai offrendo.

L’  intestazione di Ramit Sethi è abbastanza semplice: un accogliente colpo in testa di Ramit davanti a uno sfondo bianco.

Cattura l’attenzione perché non ci sono altre distrazioni.

esempio di immagine dell'intestazione di email marketing
2. All’interno della posta

Un modo eccellente per creare un elenco è fornire un’offerta gratuita che sia correlabile al post sul blog che qualcuno sta leggendo. Questo si chiama aggiornamento del contenuto e può convertire fino al 28% in modo più  efficace rispetto ad altri luoghi del tuo sito web.

Gli aggiornamenti dei contenuti possono essere aggiunte a un determinato post di blog, una versione riepilogativa come una checklist o una procedura dettagliata più completa dell’argomento del post di blog.

Smart Blogger utilizza un aggiornamento dei contenuti nei loro post popolari su come fare soldi con il blog . È un seminario gratuito che offre consigli più concreti per aiutare i nuovi blogger ad avere successo.

email marketing all'interno di un post annotato
3. Pagina di destinazione dedicata

La creazione di una landing page per le tue offerte può aiutare i tuoi tassi di conversione fino al 43% .

Questo è un must per la costruzione della lista. Avendo una landing page dedicata per i tuoi optin, puoi promuovere quella pagina su tutti i social media e persino sul tuo elenco.

Sarah Titus  usa landing page per molti dei suoi incentivi. Una delle sue offerte più convertenti è un legante domestico.

esempio di landing page di email marketing
4. Pop-up

I popup sono moduli di iscrizione che vengono visualizzati inaspettatamente o “pop-up” mentre un utente si trova sul tuo sito Web. Potresti pensare che i pop-up siano fastidiosi ma fanno un ottimo lavoro nel convertire più delle forme tradizionali.

esempio pop-up di email marketing

Il trucco per farli funzionare è avere popup di buon gusto piuttosto che quelli invadenti. Puoi farlo utilizzando le migliori  pratiche di posizionamento pop-up .

5. Barra laterale

I blogger penserebbero  che posizionare un modulo optin nella barra laterale di un blog urlerebbe dilettanti, ma ecco la cosa …

I tuoi lettori si aspettano di vedere  un modulo di iscrizione sulla barra laterale.

E se i tuoi lettori non sono blogger e solo persone normali, come tua zia che cerca su Google una ricetta di noodle di ramen di verdure di pollo  , molto probabilmente vedranno il tuo blog con un modulo di opt-in nella barra laterale e si iscriveranno alla tua offerta.

annotazione esempio barra laterale email marketing

Ricette gratuite – Non uno, ma TRE eBook ?! Sì!! Registrati, procurateli e li userai!

6. Informazioni sulla pagina

Poiché la tua pagina Informazioni è una delle pagine più lette sul tuo sito, non c’è da meravigliarsi se avere un modulo optin è un dato.

Jenn e Sam di This Tiny Blue House utilizzano un incentivo optin generale ma rendono popolare il modulo di iscrizione utilizzando i colori del loro marchio.

email marketing sull'esempio di pagina

Scegli un servizio di email marketing

Per sfruttare le strategie di email marketing come segmentazione, e-mail automatizzate, monitoraggio delle percentuali di clic e percentuali di apertura; hai bisogno di un fornitore completo di servizi di posta elettronica.

Esistono molti noti servizi di email marketing (Mailchimp, Constant Contact, GetResponse, Sendinblue, HubSpot, ActiveCampaign, Infusionsoft di Keap), ma ci concentreremo solo su alcuni.

Ecco quattro eccellenti servizi di email marketing che puoi iniziare a utilizzare oggi.

1. MailerLite

MailerLite  è sempre stato un fornitore di servizi di posta elettronica conveniente e sono uno dei pochi fornitori di qualità con un livello gratuito.

E “gratis” ti dà molto con MailerLite, che presenta un’ampia varietà di modelli grafici e un designer di e-mail drag-and-drop. Sono dotati di automazioni, tag, segmentazione, landing page, bellissimi popup e altro ancora.

2. ConvertKit

ConvertKit  è uno dei più recenti fornitori di servizi di posta elettronica in questo elenco, ma hanno un ampio seguito tra blogger e creatori e stanno aumentando rapidamente la loro quota di mercato.

Ai blogger e ai creatori piace usare Convertkit perché rende l’automazione dell’email marketing facile da usare senza complicare eccessivamente le cose.

Troverai tutte le solite funzionalità come tagging, segmentazione, un costruttore di automazione visiva, impressionante consegnabilità e forte integrazione con la maggior parte dei popolari strumenti di marketing su Internet.

3. AWeber

AWeber  è in circolazione da oltre due decenni, rendendoli uno dei primi servizi di email marketing di facile utilizzo (insieme a Constant Contact e GetResponse) per le piccole imprese e gli imprenditori.

La loro funzionalità originale e semplice di autorisponditore ha lasciato il posto a automazioni, potenti analisi, creazione di e-mail drag-and-drop e altre funzionalità che rendono facile per i principianti impostare campagne.

4. Drip

Il  mercato target originale di Drip erano i proprietari dei prodotti SaaS, ma hanno iniziato a creare un seguito con blogger, creatori e proprietari di negozi di e-commerce.

Hanno i set di funzionalità più completi tra cui tag, segmenti e un visual builder.

Drip offre anche offerte uniche come l’ integrazione del pubblico personalizzato di Facebook  e un’ampia integrazione di modelli liquidi per la creazione di automazioni ed e-mail avanzate uniche per ciascun abbonato.

Suggerimento: controlla la consegna della posta elettronica

Un fattore da considerare nella scelta del miglior servizio di email marketing per te è la consegna della posta elettronica.

Non tutti i provider di posta elettronica sono creati uguali.

Per garantire che i tuoi abbonati ricevano le tue meravigliose ed efficaci e-mail, devono toccare la posta in arrivo, non la cartella spam o la temuta scheda Promozioni di Gmail.

EmailToolTester ha  testato le tariffe di posizionamento della posta in arrivo di numerosi servizi di newsletter e ha scoperto che l’80% dei provider ha le proprie e-mail in arrivo nella posta in arrivo.

tassi di posizionamento della posta in arrivo di email marketing

Controlla se superi il test antispam e atterra nelle caselle di posta con Mail Tester .

Come far crescere la tua lista e-mail

Hai trovato il tuo fornitore di servizi di posta elettronica e strumenti di acquisizione dei lead.

Ora è il momento di concentrarsi sul tuo pubblico e offrire un magnete principale di prim’ordine per far crescere il tuo elenco.

Un magnete al piombo è un’offerta gratuita – una bustarella optin – ed è di solito:

  • Una rapida vittoria: puoi raggiungere il successo in breve tempo.
  • Risolve un problema: un problema urgente o una sfida che il tuo pubblico deve affrontare di più.
  • Offre un valore immenso: le informazioni devono essere fruibili, facili da fare e fornire così  tanto valore che il tuo pubblico non può credere che sia gratuito.

La tua offerta gratuita dovrebbe aiutare il tuo lettore a risparmiare tempo, denaro e / o energia.

Guarda come Brennan Dunn di Double Your Freelance, il  magnete principale, colpisce ogni punto.

esempio di magnete principale per l'email marketing

Ecco sei idee di incentivi e-mail popolari che puoi creare facilmente usando vari strumenti gratuiti:

1. Un cheat sheet (o checklist)

Mentre un foglietto o lista di controllo sembra troppo semplice per le persone di eccitarsi sopra, il fatto che E ‘ facile è ciò che lo rende uno dei migliori tipi di optin offerte.

E i blogger di successo lo sanno.

Pat Flynn di Smart Passive Income  ha un magnete principale di Podcast Cheat Sheet che utilizza da anni.

esempio di cheat sheet di email marketing

Per ottenere il massimo dal tuo cheat sheet, puoi monetizzarlo inserendo link ai tuoi prodotti affiliati o ai tuoi prodotti all’interno del cheat sheet.

2. Modelli

I modelli sono un passo avanti rispetto ai cheat sheet e alle checklist.

Sono più applicabili perché possono individuare un problema e risolverlo rapidamente.

Kristin di Applecart Lane ha coperto i suoi blogger con problemi di design con i suoi modelli Pinterest gratuiti.

esempio di modello di email marketing

3. Foglio di lavoro

Se una lista di controllo e un modello avessero un bambino, farebbero un foglio di lavoro.

I fogli di lavoro consentono di contrassegnare i progressi da un framework. È anche altamente visivo.

Il miglior uso di un foglio di lavoro è quando puoi aiutare il tuo pubblico a passare dal punto A al punto B.

Mariah Coz ha  creato il foglio di lavoro sui criteri del corso per aiutare il suo pubblico a capire l’idea giusta per loro.

foglio di lavoro di email marketing

4. Uno Sneak Peak

Un modo semplice per creare un piccolo ronzio attorno ai tuoi prodotti è quello di offrire una sbirciatina. Da una lezione gratuita a un corso gratuito, l’utilizzo di un’anteprima come magnete principale può aumentare conversioni e vendite.

James Clear lo sa. Il suo magnete principale è un capitolo gratuito del suo libro più venduto,  Atomic Habits.

esempio di anteprima di email marketing

5. Sfida

Autorizza il tuo pubblico sfidandolo.

Lauren e Alex di Avocadu lo stanno uccidendo con la loro sfida motivazionale gratuita di perdita di grasso di 21 giorni. Si lega magnificamente con i loro prodotti per la perdita di grasso.

esempio di sfida di email marketing

La creazione di una sfida può assumere forme diverse: dal video all’e-mail fino persino all’uso di un gruppo di Facebook.

Ma il modo più semplice per lanciare una sfida è attraverso una campagna a goccia. È possibile impostare collegamenti trigger per aiutare a segmentare l’elenco di e-mail e coltivarli in canalizzazioni e-mail per i tuoi prodotti.

6. Webinar

I webinar forniscono risultati folli. BuzzSumo ha riportato un tasso di conversione del 20%  e l’esperta fiscale Karla Dennis ha generato un profitto di $ 72k usando i webinar .

I webinar sono percepiti come più preziosi di altre forme di omaggi perché si sentono esclusivi.

Allison di Wonderlass utilizza una landing page ottimizzata per promuovere il suo webinar gratuito.

esempio di webinar di email marketing

Pensi di non poter ospitare un webinar ? Mary Jaksch dice il contrario.

I 4 tipi di e-mail da inviare alla tua lista e-mail

Quali tipi di email invii ora che hai un elenco di abbonati?

Le campagne e-mail che creerai costituiranno una sequenza di e-mail che aiuterà a sviluppare una relazione con i tuoi abbonati, formando un legame di fiducia e impegno con te.

Diamo un’occhiata a quattro tipi di e-mail da inviare alla tua lista e-mail che creano fiducia e aumentano le conversioni.

1. Email di benvenuto

Una delle migliori campagne di email onboarding che puoi avere è una email di benvenuto .

Le e-mail di benvenuto di solito hanno i più alti tassi di apertura – fino all’84%  – e sono la prima conversazione che i tuoi abbonati avranno con te.

Quindi, è meglio farlo contare!

Un’e-mail di benvenuto è abbastanza semplice: dai il benvenuto ai tuoi abbonati alla tua attività, perché sei la persona migliore nel tuo settore e come puoi aiutarli.

Pensa alla tua email di benvenuto come a conoscere qualcuno per la prima volta. Cosa vuoi che sappiano di te e cosa fai?

La tua e-mail di benvenuto dovrebbe contenere anche collegamenti a tutti i tuoi prodotti, link ai social media che desideri promuovere e, soprattutto, un ciclo di curiosità per spingere i tuoi nuovi abbonati ad aprire la tua prossima e-mail.

Qualcosa del tipo: “Domani invierò un’email su come ho fatto in modo che il mio bambino volitivo ascoltasse la prima volta. Non crederai a questo ridicolo genitorialità ridicolmente semplice! ”

2. Omaggi

Omaggi o concorsi  possono elevare il tuo marchio e guadagnare un pubblico completamente nuovo in breve tempo.

I blogger esperti hanno ottenuto enormi guadagni dalla lista usando omaggi – Sam of Money Nest ha triplicato la sua lista e-mail  in 7 giorni – ma puoi anche far sapere ai tuoi abbonati del tuo omaggio.

Questo è ciò che ha fatto Elephant Journal quando hanno collaborato con Aspiration.

esempio omaggio di email marketing

3. Newsletter

Le newsletter funzionano alla grande se permetti ai tuoi iscritti di accedere a contenuti esclusivi che non pubblichi altrove.

Puoi rendere ogni newsletter ottimizzata per i tuoi prodotti utilizzando un invito all’azione (CTA). Paul Jarvis informa i suoi abbonati della sua nuova stagione podcast all’inizio della sua e-mail.

esempio newsletter e-mail marketing

4. Email curate

Non è carino quando qualcuno seleziona un libro o un film per te? Questo è ciò che i contenuti curati  possono fare per gli abbonati alla tua lista di email.

Puoi creare una sorta di playlist e condividere storie e risorse interessanti che hai trovato.

Prendi una pagina dalla newsletter di Tailwind e condividi con i tuoi iscritti ciò che stai leggendo curando i contenuti di tutto il Web.

e-mail marketing esempio di e-mail curata

Segmentazione dell’elenco e-mail

Che cos’è la segmentazione dell’elenco e-mail?

La segmentazione dell’elenco e-mail si verifica quando si divide l’elenco e-mail in elenchi secondari in base ai criteri impostati.

Ad esempio, puoi creare una condizione che ogni volta che un abbonato fa clic su un determinato link in una delle tue e-mail, viene segmentato in un nuovo elenco per coloro che sono interessati al tuo eBook.

Perché segmentare la tua lista e-mail?

Quando segmentate la vostra lista e-mail, vi consente di fornire informazioni pertinenti a gruppi di abbonati anziché inviare le stesse e-mail a una lista e-mail non mirata.

Secondo il rapporto annuale di ottimizzazione e-mail di Lyris , la segmentazione si traduce in un aumento delle tariffe di apertura delle e-mail e di una riduzione delle tariffe di annullamento dell’iscrizione.

Melyssa Griffin  taglia il punto e chiede ai suoi futuri abbonati di segmentarsi in base agli interessi.

esempio di segmento di email marketing

Ora Melyssa può fornire ai suoi nuovi abbonati le informazioni che desiderano.

Modi semplici per segmentare la tua lista e-mail

Esistono diversi modi intelligenti per segmentare l’elenco. Ad esempio, un segmento popolare è per posizione.

Se la tua attività si basa su eventi, puoi utilizzare la posizione del tuo abbonato per inviare un’email mirata di un evento imminente che stai ospitando nella sua città.

Puoi anche segmentare la tua lista e-mail per interesse. Josh e Jill of Screw da 9 a 5  usano un quiz come magnete principale.

Una persona che risponde al quiz riceverà e-mail mirate in base ai risultati del quiz.

interessi del segmento di email marketing annotati

Se disponi di più offerte optin, puoi impostare segmenti in base alle azioni del tuo abbonato.

È possibile impostare un collegamento trigger quando si cancella l’elenco e-mail  per coinvolgere solo gli iscritti nell’elenco.

Questo è ciò che fa Meera Kothand inviando un’email di separazione alla sua lista con un link nella sua e-mail.

azioni del segmento di email marketing annotate

E un altro modo in cui puoi segmentare la tua lista è per preferenza.

Puoi chiedere ai tuoi abbonati se desiderano maggiori informazioni, meno informazioni o nuove informazioni.

Teachable ha creato un nuovo podcast e ha chiesto ai propri abbonati se desideravano e-mail settimanali sui prossimi spettacoli.

preferenze del segmento di email marketing annotate

Offrire ai tuoi abbonati la possibilità di essere avvisato di nuove vite di Facebook, video di YouTube o episodi di podcast è un modo sicuro per ridurre la tua quota di abbonamento e conservare gli iscritti coinvolti.

Come migliorare le tue tariffe di apertura della posta elettronica

Mentre la segmentazione e il mantenimento dell’elenco possono aiutare a migliorare le percentuali di apertura delle e-mail, esistono altre strategie efficaci che è possibile utilizzare per vedere risultati massicci.

1. Prova la tua copia della riga dell’oggetto

Quando invii un’e-mail ai tuoi iscritti, il tuo messaggio è in competizione con ogni altra e-mail nella loro casella di posta. Se le righe dell’oggetto sono noiose, le e-mail verranno ignorate.

Quindi, infondi parole di potere  e parole sensoriali per distinguerti nelle caselle di posta dei lettori.

La piccola cosa che ho fatto per far esplodere i miei follower su Instagram!

Sembra più un’e-mail open-and-click che una con questo titolo:

Come ho fatto crescere i miei follower su Instagram

Per aumentare la percentuale di apertura della posta elettronica fino al 30% , personalizza la riga dell’oggetto e-mail utilizzando il nome del tuo abbonato.

personalizzazione dei tassi di apertura dell'email marketing

Assicurati di testare anche le linee dell’oggetto con il tester della linea oggetto di Coschedule  per assicurarti che le tue e-mail evitino lo spam .

2. Usa gli emoji nelle righe dell’oggetto

A volte tutto ciò che serve è un piccolo fenicottero e pollice in alto emoji per illuminare la giornata.

Puoi dare quella sensazione ai tuoi abbonati usando gli emoji nelle righe dell’oggetto.

Gli emoji aggiungono colore e effetti visivi alla posta in arrivo di un abbonato, il che fa risaltare quelle e-mail. E la ricerca dimostra che l’uso di emoji è efficace per circa il 60% .

Tuttavia, usali con parsimonia e solo se si adattano al tuo marchio e al tuo pubblico.

3. Creare una nuova e-mail

Se hai un nuovo prodotto o un’offerta, probabilmente vuoi che i tuoi abbonati lo sappiano, giusto?

Ma non tutti gli abbonati apriranno la tua email. Le percentuali di apertura medie  delle e-mail nei diversi settori sono del 21%.

Per aumentare le tue percentuali di apertura complessive, invia nuovamente la tua e-mail a coloro che non l’hanno aperta la prima volta.

4. Invia le tue e-mail al momento giusto

Sfortunatamente, non c’è un giorno o un momento magico per inviare le tue e-mail per ottenere le migliori tariffe aperte.

Ma, secondo CoSchedule , ci sono gruppi di giorni e orari che sono ottimali per un aumento delle percentuali di apertura delle e-mail e delle percentuali di clic:

  • Martedì, mercoledì o giovedì (con martedì il giorno migliore)
  • 6, 10, 14 e 20-10

Hai qualche margine di manovra quando vuoi inviare le tue e-mail. Ti suggerisco di trovare il tuo  momento migliore e il tuo  giorno migliore.

Personalmente, quando invio e-mail il giovedì alle 14:00, ottengo i miei più alti tassi di apertura (e un aumento del traffico).

Automatizzare le tue e-mail

Non lasciare l’automazione della posta elettronica a grandi aziende e aziende. Anche i blogger e i solopreneurs possono trarre vantaggio da questa potente funzione di email marketing.

L’automazione consente e-mail mirate specifiche che vengono inviate automaticamente una volta soddisfatta una condizione.

Ad esempio, una volta che qualcuno si iscrive al magnete principale di qualcuno sull’organizzazione dei segreti, gli viene inviata una serie di e-mail automatizzate sull’organizzazione e sugli hack che fanno risparmiare tempo.

L’uso dell’automazione offre un’esperienza migliore ai tuoi abbonati, il che si traduce in un tasso di cancellazione inferiore. Inoltre, l’automazione consente di risparmiare tempo – invece di inviare e-mail in tempo reale più e più volte, si imposta una sequenza automatizzata una volta e si lascia fare il resto.

Automatizzare le tue e-mail è un modo eccellente per coltivare la tua lista.

Puoi aiutare i tuoi abbonati a passare al prossimo corso di azione – prendi la tua offerta di eBook, “metti mi piace” alla tua pagina Facebook o ascolta il tuo podcast – attraverso una serie di messaggi e-mail.

Ogni e-mail ha uno scopo con l’obiettivo di educare i tuoi abbonati:

  • L’e-mail del problema
  • L’email del case study
  • Gli strumenti e-mail
  • L’e-mail di beneficio
  • L’email di transizione
  • L’e-mail della risorsa
  • L’email di offerta

Queste e-mail mirate costruiscono la scala di consapevolezza con il tuo pubblico. Aiutano il tuo pubblico a passare da “inconsapevole a chi sei” a “molto consapevole”: ogni email deve parlare ai lettori in ogni momento del viaggio dell’acquirente.

e-mail marketing consapevolezza delle e-mail automatizzate

Per darvi un esempio di sequenza automatica di e-mail, diamo un’occhiata a una serie di “benvenuto”.

Ogni serie di benvenuto è diversa, ma questo ti darà un progetto da seguire e modificare:

1. Il potenziamento del magnete principale

Una serie di e-mail di benvenuto comune inizia dando il download gratuito ai tuoi nuovi abbonati.

Poiché le e-mail di benvenuto hanno i tassi di apertura più elevati, è necessario sfruttare al meglio questa e-mail.

Michael Hyatt invia il download gratuito, ma fa anche sapere ai nuovi abbonati del suo podcast e offre loro uno sconto del 20% sul suo planner come regalo di ringraziamento.

e-mail marketing benvenuto e-mail serie 1

Se non hai prodotti da vendere, va bene. Usa questa email per menzionare dove i tuoi abbonati possono trovarti sui social media. Oppure, dai loro un secondo omaggio come segno di apprezzamento.

2. Il caso di studio

La prossima e-mail nella tua serie di benvenuto può essere educativa: aiuta gli abbonati ignari a capire con cosa stanno lottando e come puoi aiutarli.

Sebbene sia possibile offrire un’e-mail piena di marmellate ed efficace piena di strategie comprovate, l’utilizzo di un case study può aiutare a migliorare la pertinenza e chiarire agli abbonati su cosa devono concentrarsi per cambiare la loro situazione.

Nella seconda e-mail della sua serie di benvenuto, Amy Porterfield offre una masterclass gratuita su come far crescere la tua lista di e-mail come principiante.

La sua masterclass è piena di consigli pratici e casi studio – come quello qui sotto di Julie Naismith – per la costruzione di elenchi di email:

e-mail marketing benvenuto e-mail serie 2

Se non hai un webinar sempreverde da offrire, puoi riutilizzare un  tuo post sul tuo blog popolare in cui condividi un case study come seconda email.

3. Fornire informazioni utili

La tua terza e-mail nella tua serie di benvenuto può essere interessante: aiuta i nuovi abbonati a conoscere chi sei e in che modo i tuoi contenuti possono aiutarli.

Concentrati su una tattica che è un enorme punto di dolore per i tuoi abbonati.

Questo è quello che faccio per la mia terza e-mail nella mia serie di benvenuto. Condivido un modo semplice per attirare più persone sul tuo blog:

e-mail marketing benvenuto e-mail serie 3

Dipende da te quante e-mail vuoi automatizzare per una serie di benvenuto.

Patrick McKenzie ti consiglia di impostare una serie di sei e-mail automatizzate in 30 giorni  come il modo migliore per coltivare la tua lista.

Email marketing reso facile

La semplice creazione di un elenco di contatti e-mail non è sufficiente …

Devi coltivare quei contatti. Devi convertirli in clienti. E devi trasformarli in veri fan dedicati.

In breve, è necessario abbracciare l’email marketing.

Grazie a questa guida, hai il know-how.

Ora è tempo di mettersi al lavoro.

Siete pronti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.