Cerca

Email Automation (automazione e-mail) : i 3 WorFlow dell’Email Marketing più efficaci

Voglio dire, pensaci.

* avviso – esplosione dal passato *

automazione e-mail

Ricordi quei film di rabbia degli anni ’80 con ragazzi che lavorano su computer quadrati con una grafica 3D che gira e strani suoni bip che fanno tutto il lavoro con la semplice pressione di alcuni pulsanti?

E stavamo divorando queste scene dicendo “questo è il futuro”? (ti senti ancora nostalgico?)

Time GIF - Find & Share on GIPHY

Bene. Grandi notizie a tutti. Questo è il futuro!

E ha portato l’automazione dell’email marketing.

Il che rende una ragione abbastanza buona per amare i tempi moderni.

Poche parole sull’automazione della posta elettronica

Sooo, torna al 2019 e la spettacolare tecnologia dell’automazione dell’email marketing che offre alle piccole e grandi aziende più vantaggi di quanti tu possa contare .

Proprio come suggerisce il nome, con l’aiuto di esso puoi inviare automaticamente e-mail tempestive, pertinenti e personalizzate . Tutto quello che devi fare è pianificare le tue diverse e-mail. Solo una volta!

Mio, oh mio! Che momento di essere vivi!

Inoltre, la cosa grandiosa con l’automazione dell’email marketing è che riesce a dare ai tuoi clienti esattamente quello che vogliono : la sensazione di essere speciali.

Perché con le campagne automatizzate invii ogni email è personale e include esattamente il contenuto che i tuoi clienti desiderano leggere.

Il che significa più conversioni!

gettando soldi gif

Inoltre, l’automazione del marketing via e -mail ti aiuta a raccogliere dati utili sui clienti e, infine, a costruire relazioni con i clienti forti .

L’automazione dell’email marketing correttamente integrata semplifica la gestione delle campagne e guadagna tempo prezioso, lead di qualità e un nucleo di analisi affidabile.

Che cos ‘era questo? Sono abbastanza sicuro di aver sentito alcune obiezioni qui. Parla, per favore.
clicca qui banner

“Ma questo non sembra robotico?”

Diavolo, no! Perché l’automazione dell’email marketing riguarda la personalizzazione. Non solo per i tuoi clienti ma anche per te!

Tutto quello che devi fare è mantenere il tono della tua e-mail colloquiale e naturale , rivolgersi al tuo lettore per nome e includere il nome di un mittente che i tuoi iscritti riconosceranno immediatamente ogni volta.

Inoltre, ammettiamolo. Una volta che la tua attività inizia a crescere, è praticamente impossibile ricordare cosa piace a ogni tuo cliente o anche quando compie gli anni. E sai cosa dicono.

Trattami come una regina e ti tratterò come un re.

Basti pensare che il 75% delle entrate e-mail è generato da campagne personalizzate . Punto provato. * ammicca *

Impostazione degli obiettivi di email marketing

Ora, ora non ti impulsivi con le tue campagne di email marketing.

Prima di conquistare il mondo delle newsletter via e-mail, è necessario fare un passo indietro e definire i propri obiettivi e aspettative di marketing via e-mail .

Quindi poniti alcune domande:

  • Cosa vuoi che facciano i tuoi iscritti?
  • Chi sono i tuoi abbonati?
  • Come beneficeranno i tuoi abbonati?
  • Come misurerai l’efficacia delle tue campagne?

Gli obiettivi da te stabiliti dovrebbero concentrarsi sul cliente , essere specifici e mirare ad aumentare il coinvolgimento.

Ad esempio, potresti scegliere come target:

  • Crescere la tua lista e-mail
  • Promuovere la consapevolezza del marchio
  • Miglioramento dei tassi di apertura delle e-mail

The Supreme 3 Workflows

Bene, ora puoi vantarti di sapere cos’è l’automazione dell’email marketing e comportarti come un saggio tra i colleghi di marketing.

l'automazione dell'email marketing è un'immagine semplice

Ma la verità è che stai solo guardando la punta dell’iceberg qui.

Perché definire un termine e utilizzare effettivamente l’automazione dell’email marketing sono due cose completamente diverse.

Al giorno d’oggi, distinguersi nella posta in arrivo del cliente è diventato estremamente difficile.

E redditizio come può essere l’email marketing, è un caso vincente o perdente a seconda di come lo usi.

Vuoi far parte della squadra vincente?

Quindi, questi 3 successi nell’automazione del marketing via email sono esattamente ciò di cui hai bisogno.
clicca qui banner

Automazione dell’email marketing: abbandono del carrello

Tutto procede senza intoppi. Il tuo cliente ha inserito un nuovo articolo nel carrello e sono pronti per il checkout. Compilano persino i loro dati di contatto e tutto il resto. E all’improvviso … scompaiono!

Proprio così! Non hai idea del perché sia ​​successo. Tutto quello che sai è che hai appena perso un cliente.

È vero. Per la maggior parte delle aziende l’ abbandono del carrello è una delle maggiori perdite nelle loro canalizzazioni di vendita e marketing .

Non disperare però. L’automazione dell’email marketing si occupa di tutto! Basta creare un’e-mail che verrà inviata ogni volta che un cliente aggiunge un prodotto nel carrello ma non riesce a effettuare il checkout.

Pensi che questo sembri troppo semplice? Solo perché lo è!

Moosend , ad esempio, rende davvero l’ automazione dell’email di abbandono del carrello una passeggiata nel parco.

Il grilletto di questa ricetta è qualsiasi carrello con oggetti abbandonati per un’ora.

La ricetta filtra le persone che hanno completato l’acquisto. Quindi, coloro che hanno acquisti incompleti ricevono la campagna e-mail che hai preparato per questa occasione nell’editor della campagna.

Aumenta le conversioni sul tuo sito e promuovi le vendite con il flusso di lavoro avanzato di Moosend e aggiungi più passaggi o e-mail di promemoria nella sequenza a seconda del tipo di campagna che preferisci.

Tutto quello che devi fare è connettere il tuo account Moosend al tuo sito e consentire alla piattaforma di identificare i tuoi clienti quando visitano il tuo sito.

Ehi, se non ce la fai la prima volta non ti preoccupare. Puoi sempre impostare un’automazione per inviare un promemoria ai tuoi clienti, ogni volta che lo desideri.

Inoltre, è una grande idea offrire un codice sconto o la spedizione gratuita per rendere la tua e-mail ancora più attraente e aumentare le possibilità che il cliente completi l’ordine.

Inoltre, non dimenticare di aggiungere nella tua e-mail un link che porta direttamente alla tua pagina di pagamento . Qualsiasi altro collegamento potrebbe distrarli e portarli fuori strada. Semplifica la vita dei tuoi clienti e torneranno di corsa nel tuo negozio!

Perché Oh Perché

L’email che creerai deve essere pertinente e convincente , parlando direttamente al cuore del tuo cliente. Che puoi ottenere solo se hai un’idea del perché i tuoi clienti ti abbandonano ogni volta.

La verità è che non tutti i clienti se ne vanno senza finire il loro ordine per un motivo. A volte succede e basta. Forse si sono distratti. O ci stanno solo pensando. Molto probabilmente sono una Bilancia. (Scusa Bilancia, sai che è vero.)

Ma conoscere i motivi più popolari per l’abbandono del carrello oggi ti aiuterà a creare campagne di email marketing pertinenti che colpiscono a casa.

motivi delle statistiche sull'abbandono del carrello

Lascia parlare i numeri

Timing d’argento

Un buon tempismo è essenziale quando si lancia una campagna e-mail di abbandono del carrello.

Scelta migliore? Un’ora dopo l’abbandono.

È l’ideale perché sei ancora in cima alla loro mente. Attendere troppo a lungo i rischi di indurre il cliente a perdere la voglia di shopping che li ha spinti a mettere il prodotto nel carrello in primo luogo.

Mi avevi alla riga dell’oggetto

La riga dell’oggetto è la parte più importante di questa campagna di e-mail marketing, nessun argomento qui. Perché è l’elemento che ti fa notare nella posta in arrivo dei tuoi clienti.

E secondo Convince & Convert , il 35% dei destinatari di e-mail apre un’e-mail in base alla sola riga dell’oggetto .

Fortunatamente, mentre la maggior parte degli esperti di marketing ha una lunghezza preferita per le proprie linee tematiche, gli studi hanno dimostrato che non esiste alcuna correlazione tra lunghezza della linea tematica e frequenza di lettura .

Questo ti lascia abbastanza spazio per impazzire e testare varie linee tematiche senza limitazioni.

E se la perfezione è il tuo secondo nome, allora il nostro tester della riga dell’oggetto della posta elettronica gratuito  Refine  diventerà il tuo migliore amico!

Per iniziare, ho creato un elenco dei tipi più importanti di argomenti ad alta conversione che è possibile creare per cambiare la mente del cliente.

 

La linea dell’oggetto Forgot Something

 “Hai dimenticato qualcosa?” 

 “Penso che ti sia lasciato qualcosa alle spalle” 

La linea tematica della curiosità

 “Un regalo per te” 

La riga dell’oggetto di urgenza

 “Quasi esaurito!” 

 “Il tuo carrello sta scadendo” 

 “Sbrigati, gli articoli nel tuo carrello stanno andando veloce!” 

La riga dell’oggetto personalizzata

 “Ehi Laura, ci stai ancora pensando?” 

La linea tematica So quello che vuoi

 “Spedizione gratuita, solo per te” 

 “Il prezzo è sceso per qualcosa nel tuo carrello” 

 “Risparmia x% quando completi l’acquisto” 

La riga dell’oggetto Promemoria amichevole

 “Il tuo rossetto [marchio] ti sta aspettando” 

 “Termina il tuo ordine presso [marchio]” 

Quando crei la riga dell’oggetto di abbandono del carrello, dovresti anche assicurarti che appaia bene sui dispositivi mobili poiché il 49% dei consumatori usa i telefoni cellulari per fare acquisti oggi .

Un ottimo modo per verificare questo è utilizzare uno strumento gratuito come Zurb che ti mostra esattamente come appare la tua e-mail su diversi dispositivi.

Copia e anima

Inutile dire quanto sia importante la copia della tua e-mail in questo caso. Nelle campagne e-mail di abbandono del carrello ogni parola conta .

Vuoi creare un:

  • Incentrato sul cliente
  • travolgente
  • Email direttamente al punto

Non aver paura di menzionare più volte l’oggetto abbandonato . In caso contrario, è possibile che i tuoi lettori non si ricordino nemmeno di aver inserito il tuo sito Web.

Tienilo breve e dolce a tutti i costi. E ricorda che la copia deve risuonare con il tuo pubblico di destinazione e contemporaneamente spingere verso le conversioni.

Individuare e affrontare le obiezioni comuni che potrebbero aver portato all’abbandono del carrello per guadagnare la loro fiducia e guadagnare credibilità.

Ultimo ma non meno importante, non dimenticare di fornire assistenza clienti. Mostrare ai tuoi clienti che sei sempre disponibile per aiutarli dà un senso di sicurezza molto necessario quando fanno acquisti online.

Mostra da raccontare

Se potessi aggiungere solo immagini a una sola e-mail, le campagne e-mail di recupero del carrello sarebbero le vincitrici.

Più di ogni altra cosa, un’immagine del prodotto che il cliente ha lasciato alle spalle è quella che ricorderà loro perché hanno deciso di metterlo nel carrello in primo luogo e farli correre verso la cassa.

Fai jogging nella memoria del tuo potenziale cliente e attiva la sua FOMO con un’immagine che sia:

  • Grande
  • Attraente
  • Alta qualità

E nel caso in cui tu abbia vissuto in una grotta, gli ultimi anni mi hanno permesso di renderlo visivo per te.

fomo automazione email marketing

Sì, FOMO è una parola e una strategia di marketing molto efficace che dovresti usare.

Tornando alle immagini che dovresti scegliere, tieni presente che l’e-mail del carrello abbandonata non è interessante per il destinatario. E troppe parole lo rendono ancora più noioso (triste ma vero). Quindi, se non vuoi che finisca nella spazzatura, devi renderlo il più attraente possibile .

Le immagini dei prodotti abbandonati aiutano a coinvolgere visivamente il tuo potenziale cliente e a migliorare i tassi di conversione .

Ricorda. Evita di confondere il cliente con troppe immagini. Anche se nel carrello sono presenti più prodotti, una buona immagine è sufficiente per fare il trucco.

Act’s All Folks

I CTA che generano lead non hanno prezzo. Soprattutto quando si tratta di e-mail di abbandono del carrello.

Per crearne uno di successo, devi mostrare ai tuoi clienti un’offerta che non possono rifiutare e invogliarli a fare clic.

Alcuni dei CTA di abbandono del carrello più comuni e ad alta conversione sono:

  • Guarda la mia borsa
  • Ritorna al carrello
  • Completa il tuo ordine

Ricorda di utilizzare un singolo invito all’azione in modo da non distrarre il lettore e posizionarlo in un punto in cui può essere visto senza scorrere verso il basso .
clicca qui banner

Alcuni ottimi esempi …

Riconoscimento del marchio inchiodato

Casual, semplice e preciso , Asos  rimane sul marchio creando un modello simile alla homepage del proprio sito Web.

La messaggistica si abbina al tono del marchio, mentre l’immagine grande dell’oggetto abbandonato fa tremare la memoria dei visitatori.

Inoltre, il “si è distratto?” la domanda crea un suggerimento di sé e fa capire al cliente che “Ehi, penso di essermi davvero distratto, quanto sia grande che Asos mi abbia ricordato il mio carrello abbandonato”.

Infine, il CTA è unico, intelligente e attraente.

riga dell'oggetto di abbandono del carrello di asos

asos carrello abbandono automazione email

Marketing fatto bene

Con un linguaggio rilassato, ideale per il pubblico dell’azienda, The Body Shop crea un’e-mail di abbandono del carrello interessante, breve e precisa.

Il prodotto abbandonato è incluso mentre il CTA è semplice e non troppo invadente.

Ciò che trovo particolarmente intelligente in questa e-mail è il pulsante “leggi recensioni”. Perché, secondo una ricerca di Spiegel , la visualizzazione di recensioni può aumentare i tassi di conversione del 270%.

la riga dell'oggetto dell'email di abbattimento del carrello della carrozzeria

l'automazione della posta elettronica di abbattimento del carrello della carrozzeria

Ma non è tutto! Qualche giorno dopo segue un’altra e-mail. Con un codice di sconto. Come ho detto prima, se la prima e-mail di abbandono del carrello non funziona, non ti preoccupare. L’automazione dell’email marketing non conosce limiti.

l'esempio di automazione del marketing via e-mail abbattimento carrozzella carrozzeria

… E non così eccezionale.

“Mostra, non dire” dovrebbe essere un mantra

Nessuno nella storia delle e-mail del carrello abbandonate ha mai completato l’acquisto solo perché gli era stato detto. O l’hanno fatto?

Il punto è che puoi fare di meglio!

La riga dell’oggetto di questa  e-mail di Little Things è troppo rigida e l’immagine dell’articolo abbandonato è troppo piccola per ricordare perché l’ho controllato in primo luogo.

Inoltre, l’invito all’azione “Articoli nel carrello” è piuttosto generico e sembra che non sia presente per uno scopo specifico, mentre la chiamata “Visita il nostro negozio” può facilmente distrarre il potenziale cliente.

E hey, regola d’oro CTA. Un pulsante alla volta!

Altrimenti, i clienti saranno molto probabilmente distratti e finiranno per saltare la tua e-mail.

piccolo oggetto studio e-mail oggetto

piccole cose studio cart abbandono esempio email marketing

Automazione dell’email marketing:  grazie per esserti iscritto

Notizie FLASH! Le prime impressioni contano!

Possono creare o distruggere la tua campagna di email marketing, quindi devi fare uno sforzo in più per far risplendere la tua email di benvenuto come un diamante.

Un’e-mail di benvenuto ben realizzata può aiutarti a costruire relazioni solide e durature con i tuoi abbonati e trasformarle in ambasciatori del marchio per tutta la vita .

Quindi, ringraziando i tuoi lettori per il loro abbonamento e presentando te stesso o il tuo marchio, vinci i loro cuori e infine i loro portafogli. Sembra un buon affare, vero? Ed è più facile di quanto tu possa mai immaginare!

Con Moosend puoi impostare una sequenza di e-mail di benvenuto in un batter d’occhio.

Il trigger per questa ricetta si chiama Quando qualcuno si iscrive a qualsiasi elenco e attiva l’automazione quando qualcuno si iscrive alla tua mailing list.

Attendi un intervallo di tempo specifico tra il momento in cui si verifica l’abbonamento alla mailing list e l’invio della prima campagna.

Successivamente, puoi aggiungere una certa distanza tra ogni campagna e-mail, in base alle tue specifiche.

L’unico parametro che è necessario definire su questo tipo di trigger è se l’automazione verrà attivata per ogni sottoscrizione effettuata o se verrà attivata solo sulla prima sottoscrizione per elenco.

Ecco come appare la sequenza di e-mail di benvenuto di Moosend.

moosend welocme sequenza di automazione e-mail

Allora perché amiamo tutti una buona email di benvenuto?

Il mezzo perfetto per introdurre il tuo marchio e aumentare la consapevolezza del marchio, un’e-mail di benvenuto mostra ai tuoi abbonati ciò che ti rende unico e di alta qualità e perché dovrebbero continuare ad aprire le tue newsletter.

Rassicurali che hanno fatto la scelta giusta iscrivendoti alla tua newsletter e stabilendo le aspettative per il futuro, spiegando cosa è in serbo per loro per il futuro.

Con quale frequenza riceveranno le tue e-mail?

Quali sono i vantaggi del loro abbonamento?

Un’altra cosa da tenere a mente è che i fan appena iscritti non si aspettano solo un’email di benvenuto, ma si aspettano anche un codice promozionale .

Quindi sai cosa devi fare per renderli felici e dare loro una motivazione in più per l’acquisto. Ricorda solo di aggiungere una data di scadenza in modo che si affrettino al tuo negozio.

Infine, non dimenticare di incoraggiare i tuoi clienti a connettersi con te su altri social media per commercializzarli in un modo più olistico.

Lascia parlare i numeri

Timing d’argento

La tempistica della tua email di benvenuto è fondamentale per il successo della tua campagna .

Secondo la maggior parte, è meglio inviarlo mentre l’abbonato ha ancora il tuo marchio nel cervello. E poiché il 74% degli abbonati si aspetta un’e-mail di benvenuto , non farli aspettare.

Dai un’occhiata all’infografica qui sotto che spiega quando gli esperti di marketing di solito inviano le loro e-mail di benvenuto.

e-mail di benvenuto migliore tabella di temporizzazione

fonte

Come puoi vedere, accogli i tuoi abbonati in quel momento e c’è la pratica più popolare.

E con l’automazione dell’email marketing puoi automatizzare questo processo in modo che ogni nuovo membro riceva automaticamente un’e-mail di benvenuto mentre ti occupi di altri aspetti della tua attività.

Tempo libero qualcuno?

Mi avevi alla riga dell’oggetto

Sebbene non debba essere intrigante come un’e-mail di abbandono del carrello, la riga dell’oggetto di un’e-mail di benvenuto funziona meglio quando è chiaramente identificata e attraente allo stesso tempo.

Ma la parola ” benvenuto ” è quasi d’obbligo. Vedi tu stesso:

benvenuto e-mail esempio di oggetto

Questa è la mia casella di posta. E 10 delle 12 e-mail mostrate qui includono la parola magica. Chiamalo fluky. O semplicemente abbracciarlo.

In generale, qualcosa di facile da capire, caldo e semplice che non sembra spammy è il modo migliore per guadagnare la loro fiducia e farli aprire la tua e-mail.

È consigliabile che la linea tematica si concentri sulle esigenze dei destinatari evitando al contempo ambiguità.

Per esempio:

  • Un regalo di benvenuto solo per te
  • Fai parte della famiglia ora

Inoltre, assicurati di fare del tuo meglio per creare un soggetto personalizzato poiché generano tassi di apertura più alti del 50% .

Puoi scegliere qualcosa come:

  • Ciao [nome], iniziamo!
  • Benvenuto in [marchio], [nome]!

Un’emozione carina è sempre una buona idea poiché fa risaltare la tua e-mail da una casella di posta piena e dà un tono più giocoso.

Copia e anima

Il tuo messaggio di benvenuto imposta il tono del tuo marchio e aumenta la consapevolezza del marchio . Quindi dovresti scegliere le tue parole di conseguenza. Nella tua e-mail, a seconda dell’attività in cui ti trovi, puoi:

  • Includi alcuni dei tuoi post più popolari
  • Mostra i tuoi prodotti più venduti
  • Includi una nota personale con la tua foto
  • Condividi alcune informazioni utili che li aiuteranno a familiarizzare con il tuo sito web.

Dai un’occhiata a questo esempio stellare di un’e-mail di benvenuto di Cookie + Kate :

benvenuto esempio di automazione dell'email

E continua così:

benvenuto esempio di automazione dell'email marketing

È anche molto importante far sentire i tuoi abbonati come parte della famiglia.

Frasi come “Benvenuti in famiglia”, “sei ora nella lista” e “offerte esclusive” premiano sottilmente il lettore e le fanno sentire speciali.

Il che mi ricorda un altro must-do per le e-mail di benvenuto. Sapevi che le e-mail personalizzate offrono  tassi di transazione 6 volte superiori ?

Personalizza i tuoi contenuti con l’aiuto del monitoraggio comportamentale  o utilizzando le informazioni aggiuntive che potresti aver richiesto.

E considera di aggiungere il nome del tuo nuovo abbonato quando saluti. Puoi persino portarlo al livello successivo inviando la tua e-mail di benvenuto da un membro dello staff, dando un volto umano ai tuoi saluti.

Mostra da raccontare

Le immagini giuste di un’e-mail di benvenuto devono:

  • Rendi la newsletter visivamente accattivante
  • Completa il corpo della tua email
  • Dimostrare alta qualità
  • Rappresenta le qualità del tuo marchio

Immagini potenti di persone danno un’idea della comunità di cui fanno parte i tuoi abbonati, mentre immagini di alta qualità dei tuoi prodotti aumentano le aspettative e le portano al tuo negozio.

Dai un’occhiata all’email di benvenuto di questa bellissima Kiehl .

Esempio di e-mail di benvenuto di kiehl

Una combinazione dei loro prodotti insieme ad alcuni oggetti di scena che si allineano con lo stile del marchio crea la cornice perfetta per il messaggio dell’azienda evitando un tono troppo commerciale.

Ma ricorda: le immagini non sono sempre necessarie in un’e-mail di benvenuto. Se hai una copia forte e corta che non necessita di essere frantumata, può facilmente produrre gli stessi risultati di un’immagine.

Act’s All Folks

Potrebbe essere un’e-mail di benvenuto, ma questa è ancora una campagna di marketing. Ciò significa che vuoi vedere i risultati.

La tua e-mail deve avere un CTA chiaro che invita i tuoi clienti a iniziare a ottenere valore dal tuo prodotto o servizio mentre li conduci a una pagina di destinazione specifica per effettuare un acquisto.

Non deve essere niente di speciale. Dal momento che, come abbiamo detto prima, hai fatto tutto il possibile per creare contenuti interessanti, giusto? Oppure, può evidenziare il codice promozionale che stai offrendo.

Alcune idee sono:

  • Leggi il blog
  • Acquistare ora
  • Inizia a esplorare

clicca qui banner

Alcuni ottimi esempi …

L’immagine perfetta e il mix di copie

L’e-mail di benvenuto di Bobbie Brown è un brillante esempio di mostrare e raccontare.

L’immagine di sfondo stimola l’appetito, ricevi uno sconto del 15% e ti informi anche su tutti i vantaggi offerti dall’abbonamento.

Inoltre, ti rendi conto di quanto abilmente ti chiedono la tua età, giusto?

Bobbi Brown Esempio di automazione della posta elettronica di benvenuto online

Bobbi Brown Esempio di automazione dell'email marketing di benvenuto online

L’efficacia della semplicità

Se la semplicità è più simile a te, adorerai questa e-mail di benvenuto!

Piccola e semplice, ma potente, l’email di benvenuto del sito di cucina la mantiene breve e dolce senza essere noiosa.

Adoro l’immagine accattivante e, naturalmente, adoro la promessa che sostanzialmente fa con questa e-mail.

Diventare un cuoco migliore è il motivo per cui mi sono iscritto in primo luogo, giusto? Aprire la loro prossima newsletter è una cosa certa.

buon appetito benvenuto esempio automazione email

sostanzialmente benvenuto esempio e-mail

La guida ideale per l’accoglienza

Se odi lasciare le cose al caso, questa newsletter di benvenuto è sicuramente la tua tazza di tè.

Non ho paura di ammettere che il primo motivo per cui mi sono iscritto a Goop è stato Gwyneth. E scommetto tutto l’olio di cocco nel mondo che hai fatto anche tu. Ma sai una cosa?

Gwennie lo sa.

Ecco perché ci saluta con una sua foto e una nota personale che spiega alcune cose sul suo sito web.

E poi la newsletter continua, guidandoti attraverso le basi di goop in modo da iniziare a leggere immediatamente.

goop benvenuto esempio e-mail

goop benvenuto esempio e-mail

goop benvenuto esempio e-mail

goop benvenuto esempio e-mail

… E non così eccezionale

Nessun sudore, nessun impegno

Mi permetta di esprimere la mia delusione qui.

Sì, MUJI è un marchio minimalista. Ma questo non significa che non merito qualcosa di meglio della tipica e-mail di conferma con un oggetto noioso e una copia.

La mancanza di immagini rende questa email ancora meno interessante e il 10% di sconto non zuccherò la pillola.

muji usa confirmation email automation example

Muji benvenuto esempio e-mail

Email Marketing Automation: grazie per il tuo acquisto

Dire “grazie” quando un cliente completa un acquisto non è facoltativo. È obbligatorio . A meno che tu non voglia imbatterti in una corporazione senza volto.

La gratitudine verso i tuoi acquirenti è un investimento. Dà loro un senso di soddisfazione e dimostra il lato umano della tua azienda.

In questo modo crei una connessione più profonda con loro e costruisci la fedeltà al marchio. Inoltre, è un’ottima strategia per aumentare il marketing del passaparola .

Stai attento però! Un’e-mail di ringraziamento per l’acquisto non equivale a un’e-mail di conferma dell’ordine.

Il primo è più un “trucco” di marketing, mentre il secondo rientra nella categoria delle e-mail transazionali.

La cosa migliore con un ringraziamento per l’e-mail di acquisto è che, oltre a battere la concorrenza con le tue buone maniere, crei opportunità stellari per aumentare le entrate!

Con il nuovo cliente di Moosend grazie e-mail non dimenticherai mai le tue buone maniere! Ogni volta che un potenziale cliente diventa cliente, viene attivato il trigger di questa azione e gli abbonati vengono incanalati nell’elenco dei clienti.

Ecco, dai un’occhiata!

nuovo cliente grazie sequenza e-mail

Innescato? Provalo subito, amalo per sempre con il piano gratuito di Moosend per sempre fino a 1.000 abbonati unici !

Lascia parlare i numeri

Timing d’argento

Se vuoi questo grazie e-mail per raggiungere i suoi obiettivi, allora devi essere veloce !

Di solito, i clienti si aspettano che questo tipo di e-mail arrivi subito dopo aver effettuato l’ordine, quindi è meglio seguire immediatamente.

Mi avevi alla riga dell’oggetto

Non c’è bisogno di essere fantasiosi con questo. Una riga dell’oggetto semplice e descrittiva è sufficiente oppure i clienti possono passarci accanto.

Non puoi sbagliare con un:

  • Grazie per il vostro ordine
  • Stiamo elaborando il tuo ordine ora
  • Grazie [nome]

Copia e anima

Un’e-mail di ringraziamento può avere un grande impatto. Ora hai la possibilità di mostrare ai tuoi clienti il ​​tuo apprezzamento e il tuo volto umano .

Prima di tutto, saluta il tuo cliente per nome. Quindi, condividi l’eccitazione!

Uso:

  • Parole positive
  • Tono ottimista
  • Punti esclamativi

Frasi gioiose come “venire presto da te” e “non vediamo l’ora che tu lo ottenga” creano anticipazione e dimostrano che tieni a soddisfare i tuoi clienti.

Altrettanto importante è usare lo stesso tono di voce che usi in qualsiasi altra e-mail, social media e descrizione del prodotto.

Mostra da raccontare

Le immagini giuste possono persino rendere interessante una semplice e-mail di ringraziamento . La migliore pratica è mostrare ai tuoi clienti le foto dei prodotti che hanno appena acquistato .

In tal caso, dovresti mostrare un’immagine che è:

  • Chiaro
  • Alta qualità

Molte grazie e-mail di questo tipo, anche se non usano affatto immagini.

O se lo fanno, usano immagini generiche e iconiche. Come  Allbirds per esempio.

allbirds grazie per l'acquisto email

fonte

Act’s All Folks

Questo è complicato poiché l’effettivo invito all’azione può variare qui. Potresti voler condurre nuovamente il tuo cliente a fare acquisti o lasciare una recensione sull’esperienza del cliente.

Oppure puoi semplicemente indirizzarli al loro carrello in modo che rivedano i dettagli. Un’ottima idea è quella di mostrare loro il tuo apprezzamento offrendo un codice promozionale sul loro prossimo ordine.

A seconda dello scopo e dell’industria del CTA puoi scegliere:

  • Visualizza il tuo ordine
  • Continua a fare acquisti
  • Lascia una recensione

Naturalmente, sebbene un CTA qui sia una buona opportunità per aumentare il ROI, puoi semplicemente giocare a Madre Teresa e proiettare il tuo altruismo .

A volte non chiedere altro è il modo migliore per sciogliere il cuore dei tuoi clienti.

Alcuni ottimi esempi …

Apprezzamento fatto bene

Ricordi cosa abbiamo detto su Madre Teresa prima? Matthews Effects  è l’esempio che stavi cercando!

La riga dell’oggetto è umile e semplice mentre il corpo dell’e-mail ha il tono personale perfetto che rende il cliente davvero apprezzato e speciale.

Il punto chiave qui è l’onestà.

Rick, il proprietario dell’azienda si è preso il tempo di inviarti una nota personale.

Wow, vero? (ok, è un’e-mail automatizzata, ma questo è il punto dopo tutto). Non ha paura di esprimere i suoi veri sentimenti e di spiegare come ci si sente ogni volta che qualcuno sceglie Matthews Effects per i suoi acquisti.

E hai notato l’assenza di immagini? Ti dà fastidio? Non la pensavo così. Semplice, al punto e completamente anti-vendita, questa e-mail è per me l’epitome di un ringraziamento per l’e-mail di acquisto.

 

effetti matthews grazie per l'acquisto email

fonte

Lezioni di fidelizzazione dei clienti

Abercrombie & Fitch si prende il tempo per mostrare gratitudine creando un’e-mail sincera con parole forti, perfettamente selezionate e un contenuto a forma di piramide che implementa il messaggio e migliora la leggibilità.

Anche se hai aperto questa e-mail per errore, le grandi lettere in grassetto che dicono “siamo onorati” ti cattureranno e leggeranno.

Prendono una copia intelligente a un altro livello riconoscendo che la preferenza dei clienti per il loro marchio non dovrebbe mai essere data per scontata e questa è una grande lezione dal punto di vista del marketing.

Ancora una volta, nessuna immagine qui, che rende una sorta di regola empirica, è sufficiente che il testo stesso sia sufficiente per questo tipo di campagna di email marketing.

Abercrombie and Fitch grazie esempio e-mail

fonte

… E non così eccezionale

Troppo bello non è mai troppo bello

Ok, a dire il vero, non sapevo cosa mi aspettassi da un’e-mail di ringraziamento di Audible .

Ma apprezzerei un po ‘più di entusiasmo qui.

Se fai il possibile per creare un ringraziamento per la tua e-mail di acquisto, potresti valerne la pena!

udible amazon il tuo ordine è email completo

grazie udibili per email di acquisto

Automazione dell’email marketing Cosa fare e cosa non fare

Fare:

  • Segmenta la tua lista.
  • Traccia metriche.
  • Abbraccia i contenuti video.
  • Sii dritto al punto.
  • Mantieni pulito il tuo database.
  • Utilizza l’automazione dell’email marketing per creare percorsi migliori per i clienti.
  • Bombarda i tuoi iscritti.

Non:

  • Rendi difficile trovare il pulsante di annullamento dell’iscrizione.
  • Usa parole spam come “libero”.
  • Usa tutti i limiti o troppi punti esclamativi.
  • Invia prima del test.

E adesso?

Ora sei pronto per conquistare il mondo dell’email marketing!

L’automazione dell’email marketing è il tuo strumento di riferimento per attirare nuovi clienti, risparmiare tempo, aumentare il ROI e creare consapevolezza del marchio.

Amico, sono molti i vantaggi di un software!

Assicurati solo che i tuoi modelli siano ottimizzati per i dispositivi mobili e non dimenticare di provare a / b ogni campagna che invii. Sono le piccole cose che contano!

Stai utilizzando l’automazione dell’email marketing? I miei primi 3 sono uguali ai tuoi?

Mi piacerebbe sentire i tuoi pensieri e commenti!

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close