Inutile dire che stiamo affrontando una complessità sempre maggiore nel nostro lavoro quotidiano e le risposte alle nostre domande sono chiare come il fango. Sulla scia dell’indice mobile first del 2018 e poiché più utenti sono a casa e non in movimento, ci chiediamo dove concentrare i nostri sforzi di ottimizzazione. Il desktop è il più importante? È mobile? E il fenomeno vocale che ora è diventato parte della nostra vita quotidiana?

Come con la maggior parte delle cose, il fattore più importante è considerare il tuo pubblico. Le persone non sono limitate a un singolo dispositivo, nemmeno la tua strategia di ottimizzazione dovrebbe esserlo. In questa lavagna informativa del venerdì, il dottor Pete calma i nostri timori su un mondo multipiattaforma e sottolinea la necessità di ottimizzare per un viaggio piuttosto che un punto di contatto.

Desktop, dispositivo mobile o voce?  Tutti i precedenti.

Fare clic sull’immagine della lavagna sopra per aprire una versione ad alta risoluzione in una nuova scheda!

Trascrizione video

Ciao a tutti. Sono il dottor Pete di Moz. Sono lo scienziato del marketing qui e sono arrivato da Chicago solo per voi brave persone per parlare di qualcosa che penso ci preoccupi un po ‘, specialmente con il lancio dell’indice mobile di recente, e questa è la domanda: stiamo ottimizzando per desktop, per dispositivi mobili o per voce? Penso che la risposta sia (d) Tutto quanto sopra. So che potrebbe sembrare un po ‘spaventoso e ti stai chiedendo come fai a fare uno di questi. Quindi voglio parlarti di ciò che sta succedendo, di alcune delle nostre idee sbagliate su mobile e voce, e di alcuni dei modi in cui forse è un po ‘più facile di quanto pensi, almeno per iniziare.

Gli errori che facciamo

Quindi, prima di tutto, penso che facciamo un paio di errori. Quando parliamo di mobile negli ultimi anni, tendiamo a entrare e guardiamo le nostre analisi e lo facciamo. Questi sono inventati. I numeri verdi sono composti o quelli blu. Diciamo: “Ok, circa il 90% del mio traffico proviene da desktop, circa il 10% da dispositivi mobili e nulla proviene dalla voce. Continuerò quindi a concentrarmi sul desktop e non mi preoccuperò di questi altri due esperienze, e starò bene. ” Ci sono due problemi con questo:

Profezia che si autoavvera

Uno è che questi numeri sono una specie di profezia che si autoavvera. Potrebbero non arrivare al tuo sito mobile. Potresti non ricevere quei visitatori mobili perché la tua esperienza mobile è terribile. Le persone ci arrivano ed è pessimo, e non tornano. Nel caso della voce, potremmo semplicemente non ricevere ancora quei dati. Abbiamo pochissimi dati. Quindi questo non ci dice niente. Tutto questo potrebbe dirci che stiamo facendo un pessimo lavoro sui dispositivi mobili e le persone si sono arrese. Lo abbiamo visto con Moz in passato. Non abbiamo adottato i dispositivi mobili così velocemente come forse avremmo dovuto. Lo abbiamo visto nei numeri e ne abbiamo discusso perché abbiamo detto: “Sai una cosa? Questo non ci dice veramente quale sia l’opportunità o cosa vogliono i nostri clienti o utenti. Ci sta solo dicendo quello che noi”

Il pubblico

L’altro errore che penso che facciamo è l’idea che si tratti di tre pubblici separati. Ci sono persone che visitano il nostro sito su desktop, persone che visitano il nostro sito su dispositivi mobili, persone che visitano il nostro sito a voce, e questi sono tre gruppi distinti di persone. Penso che sia incredibilmente sbagliato, e questo porta ad alcune pessime idee, ad alcune cattive decisioni tattiche e ad alcune cattive scelte.

Quindi voglio condividere un paio di statistiche. C’era uno studio che Google ha fatto chiamato The Multiscreen World , e questo è stato quasi sei anni fa, 2012. Hanno scoperto sei anni fa che il 65% degli utenti ha iniziato una ricerca sui propri smartphone. Due terzi degli utenti hanno iniziato a utilizzare gli smartphone sei anni fa. Il sessanta per cento di queste ricerche è stato continuato su un desktop o un laptop. Di nuovo, sono passati sei anni, quindi sappiamo che il tasso di adozione dei dispositivi mobili è aumentato. Quindi queste non sono persone che usano solo desktop o che usano solo dispositivi mobili. Queste sono persone in un viaggio di ricerca che si spostano tra i dispositivi e penso che nel mondo reale assomigli più a questo in questo momento.

Un’altra statistica della serie è che l’88% delle persone ha affermato di aver utilizzato il proprio smartphone e la propria TV contemporaneamente. Non è scioccante per te. Ti siedi davanti alla TV con il tuo telefono e ti siedi davanti alla TV con il tuo laptop. Potresti sederti davanti alla TV con uno smartwatch. Questi dispositivi vengono utilizzati contemporaneamente, stiamo facendo più ricerche e stiamo usando più dispositivi. Quindi una di queste cose non sta sostituendo l’altra.

Il viaggio cross-device

Quindi un viaggio potrebbe assomigliare a questo. Stai guardando la TV. Vedi un annuncio e senti qualcosa. Vedi un video che ti piace. Vai al tuo telefono mentre lo guardi e fai una ricerca su quello per ottenere maggiori informazioni. Poi più tardi, vai al tuo laptop e fai un po ‘di ricerca, e vuoi quello schermo più grande per vedere cosa sta succedendo. Poi, in ufficio, il giorno dopo, dici “Oh, tirerò su quel segnalibro. Volevo controllare qualcosa sul mio desktop dove ho più larghezza di banda o qualcosa del genere.” Tu dici: “Oh, forse è meglio che non lo compri al lavoro. Non voglio finire nei guai. Quindi vado a casa, torno al mio laptop e faccio l’acquisto”. Quindi questo acquisto e questa transazione, questo è un visitatore di questa catena, e penso che lo facciamo molto in questo momento, e quello ‘

Quindi la sfida che ti farei è se stai guardando questo e dici: “Solo una percentuale così elevata dei nostri utenti utilizza dispositivi mobili. La nostra esperienza sui dispositivi mobili non è così importante. Non è così importante. Noi possiamo vivere con gli utenti desktop. Basta così. Guadagneremo abbastanza soldi “. Se sono davvero in questo viaggio e non sono segmentati in questo modo, e questa catena, la spezzi, cosa succede? Hai perso completamente quella persona, ed era una persona che utilizzava anche il desktop. Quindi quella persona potrebbe essere qualcuno che hai inserito nel tuo 90%, ma non è mai veramente arrivato al dispositivo preferito e non è mai arrivato alla transazione, perché avendo una pessima esperienza mobile, hai rotto la catena. Quindi voglio che tu sia consapevole di questo, che questo è il viaggio cross-device e non queste idee segmentate.

Punti di contatto futuri

Andrà peggio. Questo diventerà più spaventoso per noi. Quindi guarda al futuro. Saremo seduti nella nostra macchina e ascolteremo – ascolto ancora i CD in macchina, so che è un po ‘triste – ma ascolterai la radio satellitare o il tuo Wi- Fi o qualunque cosa tu stia arrivando, e diciamo che ascolti un podcast o ascolti un autore e dici “Oh, quella persona sembra interessante. Voglio saperne di più su di loro”. Dite al vostro smartwatch: “Salva questa ricerca. Dimmi qualcosa su questo autore. Dammi i suoi libri”. Poi vai a casa, vai su Google Home e apri la ricerca, che dice “Oh, sai una cosa? Ho un video. Non posso riprodurlo perché ovviamente sono un dispositivo di ricerca vocale , ma posso inviarlo a Chromecast sulla TV. ” Quindi lo mandi alla tua TV e lo guardi. Mentre guardi la TV, tiri fuori il telefono e dici: “Oh, mi piacerebbe comprarlo”. Vai su Amazon e fai quella transazione.

Quindi ci è voluta l’intera catena di dispositivi. Ancora una volta, che dire della parte vocale di questa catena? Potrebbe non sembrare importante per te in questo momento, ma se interrompi la catena lì, l’intera transazione è sparita. Quindi penso che il pericolo sia trascurare parti di questo e non vedere che questo è un viaggio che avviene attraverso dispositivi, potenzialmente ci stiamo mettendo a rischio molto più alto di quanto pensiamo.

Il lato positivo

Voglio anche esaminare un po ‘il lato positivo di questo. Tutti questi dispositivi sono punti di contatto nel viaggio e ci danno credibilità. Abbiamo trovato qualcosa di interessante in Moz alcuni anni fa, ovvero che la nostra vendita come prodotto SaaS in media richiedeva circa tre punti di contatto. Le persone non si sono limitate a visitare la homepage di Moz, fare una prova gratuita e poi acquistarla. Potrebbero vedere una lavagna venerdì. Potrebbero leggere la nostra Guida per principianti. Potrebbero andare sul blog. Potrebbero partecipare alla comunità. Se ci colpivano con tre punti di contatto, erano molto più propensi a convertirsi.

Quindi penso che la cosa grandiosa di questo viaggio è che se sei su tutti questi punti di contatto, anche se a te potrebbe sembrare una ricerca, ti presta credibilità. Eri lì quando hanno eseguito la ricerca su quel dispositivo. Eri lì quando hanno provato a ripetere quella ricerca con la voce. Le informazioni erano in quel video. Sei lì su quella ricerca mobile. Sei lì su quella ricerca sul desktop. Più volte ti vedono in quella catena, più sembri una fonte credibile. Quindi penso che questo possa effettivamente essere un bene per noi.

La sfida SEO

Quindi penso che la sfida sia: “Beh, non posso uscire e assumere un team vocale e un team mobile e progettare tutte queste cose. Non voglio creare un’app vocale. Non ho il budget. Non ho il buy-in. ” Va bene.
Una cosa che penso sia davvero fantastica in questo momento e che stiamo incoraggiando le persone a sperimentare, abbiamo parlato molto degli snippet in primo piano. Abbiamo parlato di queste caselle di risposta che ti danno un risultato organico. Una delle cose che Google sta cercando di fare con questo è che si rendono conto che devono utilizzare il loro stesso motore principale, la loro stessa competenza principale su tutti i dispositivi. Quindi il motore che alimenta la ricerca, vogliono che funzioni su una TV. Vogliono che funzioni su un laptop, su un desktop, su un telefono, su un orologio, su Goggle Home. Loro don ‘

Quindi Google pensa al loro intero mondo in termini di carte. Potresti non vederlo sul desktop, ma tutto sul desktop è una scheda. Questa casella di risposta è una carta. È più ovvio. Ha quel contorno. Ogni risultato organico, ogni annuncio, ogni pannello di conoscenza, ogni notizia è una carta. Ciò che consente a Google di fare, e consentirà loro di fare in futuro, è di mescolare e abbinare e inserire tutte le informazioni che ha senso per un determinato dispositivo. Quindi per desktop, potrebbe essere un intero gruppo. Per i dispositivi mobili, sarà una colonna verticale. Potrebbe essere di meno. Ma per un orologio o un Google Glass, o qualunque cosa succeda dopo, o voce, probabilmente otterrai solo una carta.

Ma una cosa grandiosa in questo momento, dal punto di vista SEO, è che questi frammenti in primo piano, queste domande e risposte, si adattano a quel grande schermo. Lo chiamiamo risultato numero zero sul desktop perché hai quella scatola e hai un sacco di cose sotto. Ma quella scatola è molto prominente. Sui dispositivi mobili, la stessa domanda e risposta occupano molto più spazio sullo schermo. Quindi sono ancora una SERP, ma è molto dominante, e poi ci sono alcune cose sotto. A voce, lo stesso abbinamento di domande e risposte è tutto ciò che ottieni, e stiamo vedendo che molte delle risposte a voce, a meno che non siano specialità come ricette o tempo o cose del genere, hanno questo formato di domanda e risposta e quelli sono anche guidati da snippet in primo piano.

Quindi la buona notizia penso, e si spera rimanga una buona notizia in futuro, è che poiché Google vuole che tutti questi dispositivi funzionino con lo stesso motore principale, le cose che fai per classificarti bene per i desktop e per essere utili per gli utenti desktop lo sono anche ti aiuterà a posizionarti sui dispositivi mobili. Ti aiuteranno a classificare in base alla voce e ti aiuteranno a classificare su tutti questi dispositivi. Quindi voglio che tu ne sia consapevole. Voglio che provi a non spezzare quella catena. Ma penso che le cose in cui siamo già bravi ci aiuteranno effettivamente ad andare avanti in futuro e ti incoraggio vivamente a sperimentare gli snippet in primo piano per vedere come vengono visualizzate le domande e le risposte sui dispositivi mobili e per vedere come vengono visualizzate su Google A casa, e sapere che lì ‘

Incoraggia la catena del viaggio

Quindi voglio anche dire che quando ottimizzi le risposte, le risposte migliori fanno sì che gli utenti desiderino di più. Quindi quello che vuoi fare è in realtà incoraggiare questa catena, incoraggiare le persone a fare più ricerche, fornire loro contenuti ricchi, dare loro il tipo di cose che li richiamano al tuo sito, che creano credibilità, perché questa catena è in realtà una buona notizia per noi in un certo senso. Questo può aiutarci a effettuare un acquisto. Se siamo credibili su questi dispositivi, se abbiamo un’esperienza mobile decente, se usiamo la voce, questo ci aiuterà davvero a costruire il nostro marchio e sarà una cosa positiva per noi se lavoriamo su di esso.

Quindi vorrei che mi dicessi, quali sono le tue paure in questo momento? Penso che abbiamo un po ‘paura dell’indice mobile. Di cosa ti preoccupi con la voce? Cosa ti preoccupa dell’IoT? Sei preoccupato che dovremo classificarci nei nostri frigoriferi e cosa significa? Quindi sta entrando nel territorio della fantascienza, ma mi piacerebbe parlarne di più. Ci vediamo nella sezione commenti.