Come vendere online

La vendita online può essere un modo divertente, conveniente e redditizio per sbarazzarsi delle cose vecchie o persino per avviare una piccola impresa. Non è un segreto che la vendita al dettaglio online sia diventata sempre più popolare. Infatti, negli ultimi dieci anni, i dati mostrano che le vendite al dettaglio online sono cresciute costantemente. Ciò è dovuto ad alcuni fattori diversi, come il crescente comfort con l’idea di acquistare online, un enorme boom di attività online e la crescita del settore della logistica, rendendo la spedizione da 2 a 3 giorni la norma.

Tutto ciò sembra un buon motivo per essere coinvolto nella vendita al dettaglio online, sia che si tratti solo di vendere una vecchia bici che non guidi più, o per avviare il tuo negozio online per vendere oggetti fatti in casa. Alcune persone avviano persino negozi online completi dai propri garage: le tue opzioni sono davvero illimitate.

Ci sono tantissimi modi per vendere online, tantissimi prodotti e servizi che potresti vendere e circa un milione e mezzo di modi in cui puoi fare marketing da solo e far crescere la tua attività. Inutile dire che può essere piuttosto confuso quando sei appena agli inizi. Ti aiuteremo a renderlo chiaro e utilizzabile. Questo post ti guiderà attraverso i dettagli della vendita online. Puoi controllare l’elenco degli argomenti che tratteremo di seguito:

  • Cosa vuoi vendere online?
  • Dove vendere online
  • Guida alla strategia di vendita online
  • Come vendere le FAQ online

Sentiti libero di fare clic su uno di questi se hai solo bisogno di un aggiornamento su un aspetto specifico delle vendite online. Se sei un principiante, non preoccuparti; abbiamo creato questa guida per aiutare chiunque voglia vendere online, non è richiesta alcuna conoscenza di base. 

Cosa vuoi vendere online?

Innanzitutto, è probabilmente una buona idea capire esattamente cosa vuoi vendere online. Esistono diversi mercati per diversi tipi di prodotti e puoi vendere praticamente tutto ciò che desideri online. In questa sezione tratteremo le cose comuni che le persone vendono online: beni usati, i loro prodotti e persino servizi. Se stai pensando di avviare un’attività online ma non sei sicuro di cosa vuoi ottenere, dai un’occhiata alle nostre idee per il mercato online per alcune opportunità di vendita redditizie. 

Merci usate

Internet è pieno di persone che vendono beni usati online. Nuovo nel gioco e non sei sicuro di cosa puoi e non puoi vendere? Una buona regola pratica è che, se non lo venderesti nemmeno a una svendita, probabilmente non vale la pena provare a venderlo online. I consumatori hanno molte opzioni, quindi provare a vendere una scatola di fazzoletti usata a metà probabilmente non avrà molti acquirenti. I prodotti comuni che possono essere venduti con un profitto decente online includono articoli come questi:

  • Articoli di grandi dimensioni: migliori sono le condizioni in cui si trova il tuo articolo, più sarai in grado di elencarlo. Elettrodomestici, automobili, mobili ed elettronica sono tutti giochi equi da vendere online usati e ci sono anche molte app per vendere mobili disponibili. 
  • Vestiti: gli abiti usati sono spesso molto richiesti online. Ci sono negozi specificamente dedicati alla vendita di capi di abbigliamento molto ambiti e poco usati (ne parleremo più avanti ).
  • Gioielli: i tuoi vecchi gioielli usati potrebbero essere il prossimo pezzo preferito di qualcuno. Puoi vendere gioielli in oro e argento online e probabilmente aspettarti una quantità ragionevole di domanda. 
  • Libri e intrattenimento: i libri possono essere piuttosto costosi e, se hai una raccolta di libri interessanti e unici, puoi scommettere che le persone online sarebbero interessate ad acquistarli. Questo vale anche per qualsiasi altro tipo di oggetto di intrattenimento divertente, come dischi in vinile o oggetti da collezione. 
  • Forniture per hobby: attrezzatura per arrampicata su roccia, biciclette, zaini da trekking, canne da pesca, forniture per pittura: tutto ciò che può essere utilizzato per un hobby è destinato ad avere un fiorente mercato online. 

I tuoi prodotti

Mentre molte persone vogliono solo ottenere un buon prezzo per un vecchio articolo con cui sono pronti a separarsi, altri sono più interessati ad avviare il proprio negozio online. Questa può essere una decisione redditizia, ma richiede un po ‘di know-how e una pianificazione intelligente per eseguire correttamente. Di seguito sono riportati alcuni esempi di prodotti popolari del negozio online:

 

  • Artigianato fatto in casa: hai un hobby produttivo? Trasformalo in denaro vendendo online le tue casette per gli uccellini, gioielli o pelletteria.
  • Trova un negozio dell’usato curato: le fashioniste con un occhio per il vintage spesso trovano redditizio setacciare i negozi dell’usato alla ricerca di vestiti stravaganti e poi venderli online per un profitto. 
  • Alimenti artigianali: questo è più facile come negozio online focalizzato a livello locale, ma preparare le tue gelatine e marmellate, miele o anche frutta e verdura fresca del giardino può essere un’ottima idea per il negozio online.
  • Piante: hai il pollice verde? Prova ad allevare piante rare ed esotiche. Le piante stanno vivendo un momento e incassare la loro popolarità potrebbe essere l’idea del negozio che stavi cercando.
  • Decorazioni per la casa: se hai un occhio per l’interior design, mettilo al lavoro vendendo interessanti articoli per interni usati, fatti in casa o ristrutturati. 

Servizi

Infine, molte persone hanno competenze di grande valore che possono essere commercializzate online. Ora, abbiamo guide separate per i freelance , ma vale la pena ricordare che ci sono molte abilità di freelance altamente commerciabili e che puoi vendere online. Questi includono:

  • Programmazione computer 
  • sviluppo web 
  • Disegno grafico 
  • Creazione di contenuti 
  • Fotografia
  • Montaggio video 

Ci sono siti in cui i liberi professionisti possono commercializzarsi, di cui parleremo più approfonditamente nella prossima sezione. Oltre a queste abilità basate sul web, anche abilità come servizi tuttofare, pittura, idraulica e riparazione auto sono molto richieste e potrebbero essere un’ottima base per un negozio online. 

Una volta che hai capito cosa vuoi vendere online, probabilmente vorrai sapere dove dovresti venderlo. Diamo un’occhiata a questo ora.

Dove vendere online

Il sito web che utilizzi per vendere online dipende da cosa stai vendendo. Ad esempio, non puoi caricare la tua Toyota usata su Poshmark e potrebbe non essere saggio pubblicizzare le tue capacità di programmazione della sicurezza informatica su Craigslist. Se vuoi entrare nella vendita online, assicurati di aver trovato il mercato giusto. Di seguito sono riportate alcune delle opzioni di mercato online disponibili per diversi prodotti.

Vendita di beni usati online

Craigslist 

Craigslist è il negozio di articoli usati online essenziale. Ha una delle più ampie estensioni di qualsiasi mercato online ed è anche uno dei siti web più popolari su Internet, spesso superando i primi 20. Puoi vendere qualsiasi cosa su Craigslist: auto, maglioni, libri antichi, servizi di falegnameria, riparazione elettronica – davvero, qualsiasi cosa. Tuttavia, poiché è così vasto e non regolamentato, è importante sapere che Craigslist può essere qualcosa di un posto pericoloso. Fai attenzione ogni volta che incontri un acquirente o un venditore e assicurati di farlo in uno spazio pubblico e neutrale.

Ebay

Ebay è simile a Craigslist in quanto è un popolare sito di riferimento per interessanti oggetti usati e vintage. Se hai una bella collezione di libri in edizione originale o un giradischi degli anni ’70, è probabile che tu possa ottenere un ottimo prezzo su Ebay. Alcuni creano anche piccole attività commerciali secondarie che comprano e vendono articoli vintage su Ebay, quindi se hai una passione per questo, è qualcosa da considerare. 

Facebook

Il Marketplace di Facebook ha fatto un po ‘di recente ( 2016 ) un passo nel gioco di acquisto e vendita online. Ora, la piattaforma ha guadagnato popolarità e molti utenti regolari di Facebook pubblicano articoli in vendita sulla piattaforma. Puoi pensarlo come un’alternativa a Craigslist. Ha alcuni vantaggi rispetto a Craigslist, come la possibilità di vedere di più sul tuo potenziale acquirente, ma sei limitato agli acquirenti che hanno un account Facebook. 

Altri

Negli ultimi anni c’è stato un piccolo esercito di siti e app che hanno cercato di interrompere il dominio di Craigslist nella vendita di beni usati online. App come OfferUp, LetGo e Vinted sono alternative Craigslist più trendy e più orientate all’esperienza utente che puoi provare. Esistono anche siti specifici per articoli in cui puoi vendere cose a un pubblico più esigente. Per esempio:

  • Poshmark è un popolare sito di abbigliamento dove puoi vendere articoli cool, usati e vintage ad altri amanti della moda
  • Grailed è un altro sito in cui puoi vendere beni usati, anche se questo si concentra sull’abbigliamento maschile e in particolare su pezzi di marca di alto valore
  • NewEgg è un sito di vendita di computer e componenti elettronici usati e ricondizionati per gli acquirenti online esperti di tecnologia

Esistono anche molti altri siti di vendita online per interessi e hobby specifici e, se sei interessato a vendere le tue forniture per hobby o altri articoli di nicchia, assicurati di cercare siti specifici di tuo interesse. Parlare con altre persone nella tua comunità di hobby è anche un buon modo per trovare il mercato giusto.

Avvio di un negozio online

Certo, molti vogliono andare oltre la semplice vendita di un oggetto usato online. Se sei interessato ad avviare la tua piccola impresa, attività secondaria o flusso di entrate basato sul Web, ci sono alcune nozioni di base che dovresti sapere. Tratteremo la strategia di vendita online in seguito, ma prima probabilmente sei curioso di sapere quale potrebbe essere il posto migliore per vendere effettivamente prodotti online. Ancora una volta, dipende dal tipo di prodotti che vendi e dalle dimensioni della tua attività. Ecco alcune opzioni comuni, oltre a ciò a cui sono meglio orientate. 

Etsy

Se sei un tipo furbo e ami creare i tuoi gioielli, lavorare a maglia bellissimi indumenti o persino personalizzare pezzi di abbigliamento vintage, cercare di fare soldi su Etsy potrebbe essere la soluzione migliore. Etsy è essenzialmente un enorme negozio di artigianato fatto in casa, insieme a curiosità interessanti curate. Non è probabile che metterai insieme un’operazione di vendita su larga scala basata esclusivamente su Etsy, ma per coloro che desiderano un posto dove monetizzare il proprio hobby e aggiungere un flusso di entrate, può essere un’opzione utile. 

Amazon 

Amazon è il più grande mercato al mondo e si avvicina costantemente al 50% di tutte le vendite online. Quando le persone vanno a comprare qualcosa online, pensano quasi sempre prima ad Amazon. Ma, oltre a vendere articoli di marca (così come i marchi di proprietà di Amazon), lo sapevi che Amazon vende anche migliaia di prodotti di piccole imprese?

La vendita su Amazon è in realtà qualcosa che è disponibile praticamente per chiunque abbia il capitale per permettersi le proprie commissioni e costi amministrativi. Ora, Amazon non si presta bene ai venditori che realizzano oggetti artigianali unici (di nuovo, Etsy è probabilmente la soluzione migliore in quel reparto), ma per coloro che vogliono vendere la propria linea di abbigliamento o che hanno la capacità di produrre grandi quantità di graffette, ad esempio, può essere un’ottima opzione. 

Se sei preoccupato di avere le capacità logistiche per spedire ordini in tutto il paese o nel mondo, Amazon fa al caso tuo. Fulfillment by Amazon (FBA) è un servizio offerto dal gigante della tecnologia che collega qualsiasi venditore pagante alla massiccia rete logistica di Amazon. Se stai pensando di avviare un negozio Amazon, dai un’occhiata alla nostra guida completa qui:

Pinterest

Pinterest è meglio conosciuto come un luogo in cui sfogliare moda interessante, bellissime decorazioni per la casa e altre foto esteticamente gradevoli. Sapevi, però, che è anche un enorme hub per l’e-commerce? 

In particolare, le piccole aziende di moda e arredamento per la casa possono accedere a un’ampia base di potenziali clienti facendo pubblicità tramite Pinterest e offrendo i loro prodotti attraverso la piattaforma di vendita integrata di Pinterest. Sebbene sia necessario disporre della capacità di vendita sul proprio sito per poter ospitare un collegamento per acquistare un prodotto su Pinterest, avere i propri prodotti disponibili sul sito apre un pool più ampio di clienti che sono organicamente interessati ai propri prodotti.

Sito web personale con capacità di vendita incorporata

Se stai avviando la tua piccola impresa online, è probabile che creerai un sito web (che tratteremo di seguito). Se vendi solo toppe termoadesive personalizzate su Etsy come attività secondaria, una pagina web potrebbe non essere necessaria. Ma per operazioni aziendali più intense, i clienti vogliono essere in grado di saperne di più su di te e sul tuo marchio. Ciò significa avere un sito Web centralizzato in cui si trovano tutti i tuoi articoli. 

Alcuni costruttori di siti web, come SquareSpace , hanno la possibilità di integrare una piattaforma di vendita direttamente nel tuo sito web. Puoi anche utilizzare un servizio come Shopify , che ti consente di creare un negozio di e-commerce utilizzando la loro piattaforma. 

Suggerimento: vendere su Amazon, oltre a mantenere il tuo sito Web, è comune e la tua azienda può trarre vantaggio dal pool più ampio di potenziali clienti. 

È ora di dare uno sguardo più approfondito alla strategia di vendita online, una parte fondamentale del sapere come vendere prodotti online.

Guida alla strategia di vendita online

Una volta che hai capito le basi (cosa vuoi vendere e dove dovresti venderlo), è il momento di iniziare a pensare alla strategia. Oltre alle solite preoccupazioni aziendali che dovrai affrontare, come gestire i costi di produzione, pensare all’assunzione di dipendenti o esternalizzare il lavoro e mantenere costanti i profitti, sapere come vendere online significa sapere quali strategie utilizzare. Spesso farsi notare è il primo grande ostacolo. Ecco cosa puoi fare per iniziare a crescere più velocemente, prima.

Inizia a vendere su più piattaforme

Abbiamo coperto alcune piattaforme in cui le persone interessate alla vendita online possono andare a trovare potenziali clienti interessati ai loro prodotti. Tuttavia, al fine di ottenere il massimo interesse possibile, un saggio commerciante online sa di inserire elenchi su quanti più siti possibile.

Naturalmente, assicurati che i siti che vendi siano pertinenti al tuo prodotto. Consideriamo un esempio. Supponi di aver trovato un modo economico ed efficiente per rinnovare il denim vintage e commercializzarlo a un pubblico più giovane. Man mano che inizi lentamente a far crescere il tuo business online, inizia creando elenchi su alcuni siti. In questo caso, potresti creare un sito web personale, un negozio Etsy e un post su Facebook Marketplace. 

Costruire un sito web

Parlando del tuo sito web personale, coloro che vogliono seriamente vendere online dovrebbero pensare a crearne uno il prima possibile. I siti web personali offrono una serie di vantaggi alla tua piccola attività di e-commerce. Questi includono:

  • Un hub centrale in cui tutti i tuoi prodotti o servizi sono chiaramente elencati 
  • Un luogo in cui puoi raccontare la tua storia, così i clienti possono saperne di più su di te
  • Sono un potenziale punto di acquisto aggiuntivo per i clienti 
  • Ti permettono di costruire il tuo marchio e di farti un nome ben noto

La creazione di un sito Web di alta qualità può richiedere alcuni investimenti. È intelligente pagare per una memoria sufficiente per caricare rapidamente il tuo sito Web, poiché è molto probabile che i clienti facciano clic per uscire da un sito che impiega troppo tempo a caricarsi. Anche il design grafico è essenziale, poiché molti clienti diffidano di siti mal progettati che sembrano truffe. Infine, se stai diventando davvero serio, potresti prendere in considerazione SEO e CRO. 

  • SEO: le strategie di ottimizzazione dei motori di ricerca aiutano il tuo sito web e i tuoi prodotti ad apparire più in alto nelle ricerche di Google (e di altri motori di ricerca). Ciò aumenta la probabilità che un cliente interagisca con i tuoi prodotti. Di solito, ciò comporta l’utilizzo di parole chiave correlate al tuo prodotto nella tua copia e in altri contenuti. 
  • CRO: le strategie di ottimizzazione del tasso di conversione aumentano la probabilità che, una volta sulla pagina, i clienti effettuino effettivamente un acquisto. Strategie come l’inclusione di un invito all’azione (un pulsante che dice “Find My Fit”, ad esempio, per un sito web di moda), o semplicemente il miglioramento del design grafico, possono migliorare il tuo CRO. 

Facendo la tua ricerca

La ricerca di mercato è una parte importante di qualsiasi piccola impresa. Sia che tu stia cercando di fare perno a causa del ritardo delle vendite, o che tu stia appena iniziando alla ricerca di un’opportunità di e-commerce unica e redditizia, è fondamentale sapere a cosa le persone sono interessate. 

Puoi iniziare utilizzando uno strumento come Google Trends , che può aiutarti a scoprire cosa stanno cercando le persone. Questo ti dà un’idea di ciò che è attualmente caldo: forse sono gioielli, poster di videogiochi, abbigliamento sportivo: solo la ricerca ti aiuterà a capirlo.

Social media marketing

Successivamente, è il momento di iniziare a fare marketing. Se sei una piccola attività di e-commerce, uno spot televisivo in prima serata o un cartellone autostradale sono probabilmente un po ‘fuori budget e, onestamente, potrebbero non essere troppo utili per il tuo marchio comunque. La maggior parte dei marchi di e-commerce ritiene che il social media marketing sia un ottimo modo per spargere la voce sui propri prodotti e ottenere il riconoscimento del marchio. Posizionare annunci tramite Instagram , TikTok e Facebook è particolarmente utile, poiché i loro algoritmi sono progettati per alimentare i contenuti degli utenti con cui è più probabile che interagiscano. Ciò significa che i surfisti scopriranno i tuoi pantaloncini da surf killer, oi musicisti sentiranno di più sui tuoi fantastici tutorial online.

Lista di controllo online per la vendita

Prima di correre sul web (o altrove, piuttosto), esaminiamo una lista di controllo di vendita online di base per chiunque cerchi di commercializzare i propri prodotti online. 

  1. Scatta foto accattivanti del prodotto; assicurati che siano ben illuminati e mostrino chiaramente il tuo prodotto

  2. Pubblica le tue foto e descrizioni ben scritte su più siti correlati al tuo prodotto

  3. Quando si utilizza il proprio sito Web, creare un modo semplice e sicuro per consentire agli utenti di effettuare il check-out

  4. Specifica chiaramente le opzioni di consegna sul tuo sito web

  5. Assicurati di pubblicare le informazioni di contatto e la tua politica di restituzione

Come vendere online: FAQ

Infine, concludiamo con le domande frequenti sulle vendite online. Ecco le domande a cui hanno risposto molti promettenti venditori.

Dov’è il miglior sito per vendere cose?

Il miglior sito da vendere dipende da ciò che vendi. Per le cose usate, siti come Craigslist, Ebay e Facebook Marketplace sono ottime opzioni. Per i nuovi prodotti, i siti come Etsy, Amazon e il tuo sito web personale alimentato da un servizio di e-commerce sono l’ideale.

Dove posso vendere gratuitamente le mie cose online?

La vendita di oggetti su Craigslist e sul mercato Facebook è gratuita. Se crei un negozio online tramite Amazon, Etsy o il tuo sito web, puoi aspettarti di pagare una commissione sulle vendite.

È redditizio vendere online?

Assolutamente, fintanto che il tuo modello di business è sicuro e segui strategie di marketing intelligenti e di potenziamento del marchio. Vendere online è proprio come vendere nel mondo reale. Tutto dipende dalla qualità dei tuoi prodotti o servizi, da quanto sei conosciuto tra i consumatori e da quanto bene gestisci la tua attività.

La vendita online può essere un’ottima scelta di carriera, un’attività secondaria o un modo semplice per avere un po ‘di soldi da spendere in tasca. Con la giusta conoscenza e strategia, puoi farlo funzionare per te.