Cerca

Come vendere il tuo Blog e cambiare la tua vita

Vendi blog per soldi
Questo articolo parla di come aiutarti a creare un blog  che puoi vendere per guadagnare soldi enormi. Nella storia abbreviata di seguito, ti dirò come puoi rendere il tuo blog attraente  per gli acquirenti, come trovare l’acquirente giusto, come negoziare un prezzo premium per il tuo blog e come strutturare la vendita.

Questa è la vera storia di come ho co-fondato e venduto il mio business dei media finanziari personali in 2 anni .

Come e perché ho fondato FiGuide.com

Ho fondato Figuide.com durante la scuola di business quando stavo imparando tutto sulla finanza che pensavo che ogni adulto dovrebbe sapere, ma non lo è. Quindi ho deciso di superare il problema di aiutare i consumatori a trovare una risposta difficile alle domande finanziarie. Sai quelli, “È meglio investire in un 401k o un Roth IRA?” O “Qual è il modo migliore per impostare un piano immobiliare per la mia famiglia anche se non abbiamo un milione di dollari?”

Come abbiamo gestito il nostro blog e Grew

Per capire come siamo riusciti a vendere la nostra attività e cosa ci ha resi attraenti per il nostro acquirente, devi capire come ha funzionato FiGuide.com.

Fin dall’inizio, abbiamo reclutato una rete di consulenti finanziari che è cresciuta fino a oltre 100 per fornire contenuti e rispondere alle domande dei consumatori su FiGuide. I consulenti finanziari erano una rete fidata e sottoutilizzata che poteva aiutare a portare la nostra visione di aiutare i consumatori a ottenere quelle risposte difficili alla risposta alla realtà attraverso post di blog, video e domande e risposte.

L’altro vantaggio di avere dei consulenti finanziari che contribuiscono al contenuto di FiGuide è che erano disposti a farlo gratuitamente. Molti di loro avevano già blog con lettori minimi. Per loro eravamo una piattaforma di marketing e distribuzione dei contenuti gratuita. È stata una vittoria.

Non abbiamo mai pagato un solo dollaro per i contenuti prodotti sul nostro sito Web.

La nostra crescita è stata organica al 100%. Nessuna pubblicità pagata e dollari di marketing pagati. Oltre il 75% del nostro traffico proveniva dalla SEO organica tramite Google. Il resto proveniva da e-mail, passaparola, media e social media. Le nostre spese mensili non hanno mai superato i $ 200.

In altre parole, eravamo magri e redditizi.

Contenuto della pagina

Sapendo che era tempo di vendere il nostro blog:

È tempo di vendere blog

Dopo 2 anni, eravamo ben lungi dall’essere quella che definirei una grande azienda di media e non eravamo nemmeno uno dei più grandi blog di finanza personale, ma avevamo creato valore e ottenevamo entrate e profitti decenti tramite il nostro partner della rete pubblicitaria.

All’inizio abbiamo collaborato con un’organizzazione che funge da una delle più grandi reti di consulenti finanziari indipendenti. La maggior parte dei consulenti finanziari che hanno scritto per FiGuide.com faceva parte di questa organizzazione. In cambio della promozione dei nostri contenuti ai loro lettori, abbiamo contribuito ad aumentare il loro marchio ai nostri lettori.

Quando mi sono laureato in economia, ho dovuto prendere una decisione. Provo a trasformare FiGuide in un’attività a tempo pieno, continuo a eseguirlo part-time e ad usufruire dei controlli mensili sulle entrate pubblicitarie o cerco di venderlo, incassare e passare ad altre opportunità?

Ho optato per quest’ultimo, più per motivi personali che per qualsiasi altro.

Lettura consigliata:

  • Suggerimenti per fare soldi online lanciando il sito web
  • Come iniziare a lanciare il blog e fare soldi

Come ero in grado di vendere FiGuide

Ho ricevuto una telefonata alle 7 del mattino con il nostro partner (quello che ho menzionato in precedenza) e prima che il nostro partner potesse parlare, gli ho fatto la domanda che mi aveva tenuto sveglio tutta la notte la sera prima … “La tua azienda sarebbe interessata all’acquisto FiGuide?”

La sua risposta è stata straordinariamente positiva. Prima che potessi battere le palpebre, mi fece una domanda da solo; quanto stai chiedendo? Whoa …. Non ero abbastanza pronto per quello. Ci avevo pensato prima, ma non avevo in mente un prezzo esatto, quindi mi sono bloccato per un secondo prima di sputare il numero che sarebbe finito per essere il prezzo per cui ci hanno acquistato. Nessuna domanda chiesta.

Per farla breve, abbiamo stipulato un Contratto di acquisto di beni in bozza nel giro di poche settimane dopo che la società ha ricevuto l’approvazione dal proprio Consiglio di amministrazione per procedere con l’acquisizione.

Non ho mai usato un broker, non ho mai messo in vendita il sito Web su alcun sito Web. Non ho mai nemmeno cercato di sollecitare offerte da altri potenziali acquirenti. Si trattava di una vendita privata con il nostro partner strategico, che aveva una partecipazione non finanziaria nel settore e questa era la società che sapevo di più da guadagnare da FiGuide, e quindi valutava FiGuide molto più grande di chiunque altro.

Cosa ho imparato e cosa dovresti sapere sul tentativo di vendere il tuo blog?

1.) Agire come una società di media, non un blog :

Comportati come te stesso e definisci un’azienda di media, non un blog. Un blog è personale. I blog personali non vengono acquisiti, le aziende dei media lo sono. Devi implementare sistemi, ottenere collaboratori esterni per scrivere articoli per te regolarmente, impostare e tenere traccia dei tuoi bilanci, costruire partnership strategiche e altro ancora.

2.) Trova un partner (s), prima di cercare un acquirente :

Quando hai partner strategici hai potenziali acquirenti. James Altucher, fondatore di StockPickr.com, racconta una grande storia del perché ha dato a TheStreet.com il 50% di capitale proprio nella sua azienda prima ancora di lanciarlo . TheStreet.com ha acquisito l’altro 50% di StockPickr per $ 5 milioni in appena un paio d’anni.

Ci sono directory e siti Web che ti consentono di vendere il tuo blog / azienda online, come Flippa.com  o persino Craigslist, ma li considero il modello Lemon. Sì, puoi vendere un blog / sito Web / azienda su queste directory, ma alla fine stai vendendo te stesso e il tuo blog breve. È molto più vantaggioso e redditizio trovare un partner strategico che estrae un valore aggiunto dal lavorare con te per acquisire il tuo blog.

3.) Le uniche 3 cose che devi fare quando negozia il prezzo

  1. Sii SEMPRE la prima persona a nominare il prezzo. Se l’acquirente nomina prima il prezzo ed è inferiore a quello che desideri, sarà una vera lotta negoziare da lì. L’ancoraggio dei prezzi è un termine psicologico che è una forza molto forte quando si tratta di negoziare il prezzo (lo stesso con il salario). Se si fissa prima il prezzo al prezzo, il prezzo funge da punto di partenza (ovvero, l’ancora) per la negoziazione. È molto meglio iniziare con un prezzo a tuo agio, quindi rischiare che l’acquirente ti invii un’offerta lowball. Ricorda, gli acquirenti vogliono il prezzo più basso, i venditori il prezzo più alto, quindi nomina prima il tuo prezzo e punta in alto, molto in alto e negozia da lì.
  2. Indica un prezzo superiore a quello per cui sei disposto a vendere . Ecco perché. I prezzi possono essere negoziati solo più in basso. Torna all’ancoraggio spiegato sopra. Diciamo che sei disposto a vendere il tuo blog per $ 500.000 e lo chiami come prezzo. Potresti scoprire che l’acquirente inizia a negoziare il prezzo e ricorda la nostra regola, i prezzi sono negoziati solo al ribasso, quindi potresti vendere il tuo blog solo per $ 450.000. Ma se assegni il tuo prezzo a dire $ 600.000 e il venditore negozia al ribasso da lì, è più probabile che finisca con il prezzo originale che volevi di $ 500.000. Fatelo entro limiti ragionevoli, ma fissate un “obiettivo di allungamento” e allungate il prezzo iniziale al di sopra di ciò che siete disposti ad accettare.
  3. Prezzo basato su come l’acquirente apprezza il tuo blog, non su come lo apprezzi. Lasciatemi spiegare. FiGuide aveva un certo valore monetario basato su un’analisi del flusso di cassa scontata che avrebbe prodotto valore A. Ma l’acquirente stava ottenendo molto di più da FiGuide rispetto al solo valore del flusso di cassa scontato. FiGuide è stata una piattaforma di marketing premium per questa organizzazione che ha permesso loro di stabilire relazioni più strette con i consulenti finanziari e di promuovere il proprio marchio attraverso la nostra piattaforma oltre a ottenere entrate pubblicitarie. Hanno valutato FiGuide al valore A più il valore derivante dal marketing e dalle relazioni extra che ne derivano.

Inoltre, il nostro partner è stato in grado di vendere pubblicità direttamente agli inserzionisti. Il nostro valore di flusso di cassa scontato si basava su una ripartizione delle entrate del 50/50 con il nostro partner pubblicitario, ma poiché l’acquirente poteva vendere direttamente i propri annunci pubblicitari ed eliminare il 50% dei ricavi che andavano al nostro partner pubblicitario, potevano immediatamente raddoppiare i ricavi di il sito web senza alcuna crescita. Quindi ora l’acquirente valuta FiGuide a (valore A * 2) + valore dall’ulteriore marketing e relazioni.

In altre parole, il nostro acquirente valuta FiGuide più del doppio di quanto valesse da un punto di vista finanziario puro utilizzando un’analisi del flusso di cassa scontata.

4.) Avere il tuo “Sai cosa” insieme.  

Ancora una volta, questo complimento consiglio n. 1, agire come un’azienda, non un blog. Devi avere i tuoi documenti in ordine e ben documentati. Un acquirente vorrà controllare i tuoi dati finanziari, vorrà una traccia cartacea di tutto! A seconda dell’acquirente, potrebbero coinvolgere gli avvocati. L’unico lavoro dell’avvocato è quello di rendere la vita difficile al venditore al fine di aiutare l’acquirente. Gli avvocati hanno reso il nostro processo di acquisizione 3 mesi più lungo del necessario.

5.) Creare un accordo di acquisto di beni.

Gli accordi di acquisto di beni sono molto più puliti e più facili su tutti i conti rispetto al tentativo di vendere la tua attività, se ti capita di avere una LLC o qualsiasi tipo di società stabilita.

L’acquirente mi ha effettivamente chiesto di creare la bozza iniziale del Contratto di acquisto di beni. Ho trovato un modello online, aggiunto nella mia lingua e in quel momento gli avvocati dell’acquirente ci hanno messo le mani sopra e hanno strappato il vecchio accordo e vi hanno aggiunto circa 5 pagine di testo legale. Ad ogni modo – ti incoraggio a leggerlo, perché ti fornisce dettagli sui tipi di documenti che dovevamo fornire e su come era strutturato l’accordo.

6.) Creare un accordo di consulenza separato.

L’acquirente probabilmente avrà bisogno che tu li istruisca su come gestire il tuo blog / sito Web e avrà bisogno che tu continui a gestire il blog / sito Web durante la transizione e per alcuni mesi dopo la conclusione dell’acquisto. Non farti ingannare dall’incorporare questo nel prezzo di acquisto.

Questo è un pezzo importante e se leggi attentamente vedrai che ho separato la manutenzione “in corso” del sito Web e la formazione da qualsiasi lavoro tecnico (ad esempio programmazione, programmazione, lavoro di progettazione). So che piccole richieste come una modifica del logo possono trasformarsi in una settimana di lavoro di programmazione, quindi impostiamo una tariffa oraria per il lavoro di programmazione separata dalla tariffa mensile fissa per farmi formare gli acquirenti e continuare a correre / operare / promuovere il sito Web per 3 mesi durante la transizione.

Andiamo tutti con il tradizionale percorso di vendita di un sito Web tramite siti Web che sfogliano i siti Web, ma se sei uno di quei visionari che hanno intenzione di fare enormi semplicemente vendendo il tuo blog, lavora su una strategia. Pensa a un piano e crea un blog di nicchia per la community mirato e presentalo a una potenziale azienda per l’acquisto. Fammi sapere se hai mai provato questa strategia per fare soldi dal tuo blog? Se hai ulteriori domande, sentiti libero di chiedermi tramite commenti.