Cerca

Come velocizzare WordPress

Avere un sito Web veloce non è più un’opzione. Mettendo da parte Google per un momento, concentriamoci sui tuoi visitatori. Sappiamo tutti che i limiti di attenzione delle persone sono ai minimi storici. Di fatto così basso, che durante la ricerca di alcune statistiche reali, uno dei risultati di ricerca più recenti da far apparire era uno studio canadese. Ha dimostrato che la capacità della persona media di sostenere un pensiero è stata ormai superata da quella del pesce rosso comune . Triste ma vero.

Cosa significa questo per il proprietario medio del sito Web? Semplice, significa che devi assicurarti che il tuo sito web si carichi il più rapidamente possibile. Se lasci le persone in attesa di qualcosa di più di un secondo o due, c’è una buona probabilità che scompaiano. E una volta che se ne sono andati, è probabile che non torneranno.

Andando oltre il breve periodo di attenzione delle persone, è anche importante pensare all’importanza di presentare un’esperienza utente positiva. In realtà non è diverso che andare in un ristorante per cena – solo in questa situazione, stai servendo pagine web invece di un pasto caldo. Le persone vogliono le loro informazioni e le vogliono ora.

La velocità conta. Non c’è modo di aggirare questo fatto. Ed ecco dove diventa ancora più complicato perché Google ha deciso di entrare nel mix come poliziotto del traffico ( nel 2010 ). Ora, non solo devi soddisfare le aspettative dei tuoi visitatori, ma Google ha deciso di creare il proprio set di regole. Deviare troppo dalle norme accettabili e smetteranno di inviare traffico a modo tuo. Ahia! Questo probabilmente ha attirato la tua attenzione.

Data l’importanza della velocità, una semplice guida che spiega come velocizzare il tuo sito Web WordPress sembra essere in ordine. La realtà è che ci sono molti modi per velocizzare il tuo sito Web WordPress – alcuni di base, altri più complessi.

Prima di capire come velocizzare il tuo sito Web WordPress, innanzitutto, diamo un’occhiata più da vicino a come valutare la velocità del tuo sito.

Come valutare la velocità del tuo sito Web WordPress

Quando si tratta di valutare la velocità del tuo sito Web, sono disponibili numerosi strumenti con molti di essi sovrapposti in termini di funzionalità. Nonostante la sovrapposizione, come regola generale, è meglio fare affidamento su una combinazione di strumenti e tecniche per completare una valutazione adeguata, prendendo una media dei risultati prima di giungere a una conclusione definitiva.

Una cosa è sapere che il tuo sito web è più lento di quanto dovrebbe essere. Ma l’importante è in realtà capire la causa della lentezza. Non preoccuparti, non è così difficile come potresti pensare.

Di seguito, esamineremo quattro strumenti specifici: strumenti di analisi della velocità di 3 pagine e 1 strumento di test del carico. Ci sono molte più opzioni sul mercato, ma quelle di seguito hanno una solida base di utenti e producono risultati coerenti.

GTmetrix

Come velocizzare il tuo sito Web WordPress

GTMetrix è uno strumento facile da usare e popolare in grado di valutare le prestazioni complessive e la velocità del tuo sito Web. Con livelli di servizio sia gratuiti che a pagamento, GTMetrix si affida a due noti set di regole:

  • PageSpeed ​​Insights di Google
  • Yahoo YSlow

L’analisi del tuo sito con GTMetrix fornirà una varietà di metriche importanti tra cui il tempo di caricamento della pagina, le dimensioni della pagina e il numero totale di richieste. Puoi eseguire un’analisi unica visitando semplicemente il loro sito e collegando il tuo URL. Puoi anche registrarti per un account gratuito o a pagamento che ti dà accesso a ancora più funzionalità.

Pingdom Speed ​​Test

Accelerare i risultati di WordPress Pingdom

Pingdom è un altro servizio di monitoraggio del sito che ti consente di eseguire gratuitamente una valutazione della velocità della pagina una tantum oltre a una varietà di piani a pagamento che offrono monitoraggio e avvisi in corso.

Pingdom fornisce consigli attuabili e, come GTMetrix, la rappresentazione grafica rende i dati facili da interpretare e su cui agire. Ad esempio, se sul tuo sito è presente un’immagine specifica che influisce sul tempo di caricamento, sarai in grado di individuare il problema in pochi secondi utilizzando la vista a cascata di Pingdom. È quindi possibile accedere e prendere le misure necessarie per correggere questo problema (approfondiremo più avanti).

Pingdom fornisce anche un livello di prestazioni che copre elementi importanti come:

  • Efficace memorizzazione nella cache del browser
  • Riduzione al minimo dei reindirizzamenti
  • Riduzione al minimo delle dimensioni della richiesta

Infine, Pingdom fornisce un’analisi dettagliata della pagina che ti consente di vedere una varietà di statistiche relative a cose come tempo per stato, tempo per tipo di contenuto, tempo per dominio e altro.

Il punto di tutte queste diverse misurazioni è che sarai in grado di capire dove si sta verificando un collo di bottiglia e quale potrebbe essere la causa. Tutto ciò aiuta a rendere il processo di accelerazione del tuo sito molto più semplice.

Page Speed ​​Insights

Accelerare le informazioni sulla velocità delle pagine di WordPress

Un’altra risorsa che dovresti assolutamente utilizzare per valutare il tuo sito proviene da Google stesso. Page Speed ​​Insights è uno strumento facile da usare che fornisce molte informazioni preziose sia dal punto di vista della velocità che dell’esperienza dell’utente.

L’uso di Page Speed ​​Insights dovrebbe darti una chiara indicazione di come Google visualizza il tuo sito, sia in versione desktop che mobile. In genere raccomandano un punteggio di 85 o superiore in entrambe le versioni per indicare che il tuo sito sta funzionando bene.

Google esamina principalmente gli elementi sulla pagina durante la valutazione, tra cui:

  • Se la compressione è abilitata
  • Hai minimizzato JavaScript, file CSS e HTML?
  • Stai utilizzando la memorizzazione nella cache del browser?
  • Le tue immagini sono ottimizzate?
  • Il caricamento della tua pagina ha la priorità sui contenuti above the fold?

Come puoi vedere, ci sono molte buone informazioni disponibili da Page Speed ​​Insights. Vale anche la pena notare che può esserci una notevole discrepanza tra i diversi servizi. Quindi, ad esempio, potresti ricevere punteggi decenti sia da GTMetrix che da Pingdom, ma un punteggio deludente da Page Speed ​​Insights. Per questo motivo, è importante confrontare non solo i punteggi complessivi, ma anche i singoli componenti che compongono ciascun punteggio.

Impatto sul carico

Accelerare i test di carico e impatto di WordPress

Load Impact è uno strumento leggermente diverso rispetto ai tre sopra menzionati. Offrendo sia test gratuiti (limitati alla simulazione di 25 utenti) sia piani a pagamento, questo servizio simulerà contemporaneamente più utenti sul tuo sito Web utilizzando un’ampia varietà di variabili (dispositivi diversi, velocità di connessione, browser, posizioni e altro).

Il test di impatto del carico, in molti modi, replica i test dei primi tre servizi su una scala molto più ampia, potenzialmente da 25 a oltre 100.000 utenti. Sebbene il tuo sito Web possa funzionare bene per pochi visitatori contemporaneamente, se la stabilità sotto carico è fondamentale, ti consigliamo anche di prendere in considerazione test più approfonditi come quello fornito da Load Impact.

Anche se al momento i livelli di traffico sono modesti, un link ai tuoi contenuti da un sito Web ad alto traffico può comportare un aumento del numero di visitatori che potrebbe far crollare temporaneamente il tuo sito. Pertanto vale la pena testare le prestazioni del tuo sito Web sotto un carico pesante.

Come velocizzare il tuo sito Web WordPress

Il primo passo per accelerare il tuo sito Web consiste nel capire cosa potrebbe causare la lentezza all’inizio. Lo strumento che stai utilizzando per eseguire la tua analisi, sia che si tratti di uno dei tre discussi sopra o di un’alternativa, dovrebbe essere in grado di fornirti un punto di partenza per le tue indagini.

Per il resto di questo post, tratteremo molti degli elementi specifici che puoi affrontare da solo o con l’aiuto di qualcuno che ha più esperienza.

È sempre una buona idea cambiare una cosa alla volta e quindi misurare nuovamente i risultati. Se si modificano più elementi, non è sempre facile determinare l’impatto dei singoli elementi.

Scegli un host web veloce

Se vuoi che il tuo sito web sia il più veloce possibile, ha senso iniziare con solide basi. Ciò significa scegliere un host non solo affidabile ma che abbia familiarità con WordPress. La linea di fondo è che la società di hosting prescelta può avere un impatto drammatico sulla velocità del tuo sito, soprattutto quando inizi a vedere un aumento del traffico. Più traffico stai vivendo, più diventa importante avere un buon host.

Per la maggior parte degli scopi, puoi suddividere le opzioni di hosting in tre diverse categorie:

  1. Hosting condiviso
  2. Hosting WordPress gestito
  3. Server dedicato

L’hosting condiviso viene in genere utilizzato per siti Web a traffico ridotto: è la forma di hosting meno costosa e generalmente meno affidabile. Mentre potrebbe essere adatto a un sito Web di piccole imprese che vede solo una manciata di visitatori ogni giorno, un sito di e-commerce che è responsabile per pagare le bollette e mettere cibo sul tavolo merita qualcosa di un po ‘più robusto.

Il principale svantaggio dell’hosting condiviso è che a causa del basso costo, alcune società di hosting a basso costo in genere comprimono il maggior numero possibile di account di hosting su un server. Ciò può spesso comportare maggiori rischi per la sicurezza, server più lenti e un servizio clienti mediocre. Tuttavia, nonostante questi inconvenienti, l’hosting condiviso è la soluzione giusta per molti siti Web.

L’hosting WordPress gestito è il prossimo passo in avanti nell’hosting. Spesso rappresenta un grande aggiornamento in termini di qualità, servizio e velocità.

Se hai mai gestito un sito WordPress saprai che ci sono alcune attività di manutenzione di cui sei responsabile. L’hosting WordPress gestito gestisce tutte queste responsabilità per te. Ma che dire di un aumento della velocità?

La maggior parte degli host gestiti gestisce server appositamente progettati per eseguire WordPress nel modo più efficiente possibile. Ciò significa che il tuo sito Web funzionerà molto più velocemente rispetto all’hosting condiviso. Ecco alcuni altri vantaggi dell’hosting gestito:

  • I backup automatici sono generalmente inclusi
  • Migliore scalabilità in caso di picchi di traffico
  • Server meno affollati significano che il tuo sito Web è molto più veloce
  • La rimozione di malware è spesso inclusa in caso di violazione del sito
  • WordPress e plugin vengono aggiornati automaticamente
  • Assistenza clienti di alto livello

Nel complesso, l’hosting WordPress gestito offre alcuni vantaggi piuttosto importanti rispetto all’hosting condiviso. Non solo il tuo sito web sarà più veloce, ma per qualche dollaro in più al mese, ti preoccuperai meno dei tempi di inattività e delle attività di manutenzione. Per il costo aggiuntivo relativamente piccolo, l’hosting WordPress gestito può avere un impatto enorme sulla velocità del tuo sito Web.

L’hosting dedicato è ai vertici della catena alimentare. Sebbene il prezzo lo metta fuori portata per tutti tranne che per i siti Web più frequentati, non si può sostenere il fatto che l’hosting dedicato offra il massimo in termini di prestazioni, velocità, controllo e sicurezza.

Ciò che distingue davvero l’hosting dedicato oltre alle altre opzioni è che il tuo sito Web è l’unico residente sul server. Ciò significa che non dovrai mai preoccuparti di competere con altri siti Web per le risorse del server. Inoltre, non devi preoccuparti che altri siti Web sullo stesso server vengano hackerati e potenzialmente rallentino il tuo sito o mettendolo a rischio.

Scegli un tema ben codificato e veloce

Accelera WordPress StudioPress

Mentre scegliere un host affidabile è importante, lo è anche selezionare un tema WordPress. Ci sono migliaia e migliaia di temi WordPress disponibili. Alcuni sono disponibili gratuitamente, mentre altri sono disponibili solo nei negozi a tema premium.

Quando si sceglie un tema, la velocità è importante, sicuramente, ma non trascurare alcune delle altre importanti considerazioni come:

  • Costo
  • Affidabilità
  • Aggiornamenti frequenti
  • Sicurezza
  • Compatibilità con plugin

Tenendo conto delle considerazioni di cui sopra, come puoi scegliere un tema che sia ragionevolmente veloce? Ottima domanda Molte aziende tematiche premium si sono prese il tempo per testare i loro temi. Con un po ‘di ricerca, sarai anche in grado di trovare alcuni risultati dei test effettivi completati da una terza parte. Scegli un tema che sia veloce, ma non a scapito degli elementi sopra elencati.

Come regola generale, è meglio selezionare un tema premium da un’azienda nota. È molto probabile che questi forniscano una soluzione rapida e completa. Alcuni esempi sono:

Mantieni il tuo sito perfettamente pulito

Mantenere un’installazione pulita di WordPress è qualcosa che viene trascurato da molti proprietari di siti Web WordPress, di solito perché è qualcosa che non può essere visto. Tuttavia, non commettere errori, nel tempo, questo può avere un impatto drammatico sulle prestazioni dei tuoi siti Web.

WordPress utilizza un MySQL che è un database responsabile della memorizzazione di tutte le informazioni contenute nel tuo sito Web. Senza diventare troppo tecnico, all’interno del database è una serie di tabelle o luoghi specifici in cui archiviare le informazioni.

Ad esempio, tutti i commenti sul tuo sito WordPress sono contenuti in una tabella di commenti; tutte le tue impostazioni sono contenute in una tabella delle impostazioni; le impostazioni dei singoli plug-in sono contenute nelle loro tabelle univoche e, infine, anche i post, le pagine e ogni revisione corrispondente sono contenuti in una tabella.

Più contenuto, più plug-in e più commenti ci sono sul tuo sito, più velocemente aumenterà la dimensione del database. Ricorda, ogni volta che salvi una bozza di post, WordPress aggiunge un record alla tabella (sotto forma di revisione). Non è raro che un post di grandi dimensioni abbia da 6 a 10 o più revisioni di accompagnamento. Nel tempo, questo può davvero iniziare a sommarsi.

Qual è il problema con molte tabelle e record? Bene, quando WordPress deve trovare una specifica informazione contenuta nel database, deve cercarla. Il tuo database è come una libreria. Più è grande, più tempo ci vuole per trovare il libro che stai cercando. E ogni tanto qualcuno mette il libro sullo scaffale sbagliato, il che rallenta ancora di più il processo.

Fortunatamente, ci sono molti plugin disponibili che puliranno e organizzeranno tutta la spazzatura nel tuo database. Ciò può comportare l’ottimizzazione (organizzazione) delle tabelle e l’eliminazione di record di tabelle non necessari (come le revisioni post).

A seconda della frequenza con cui aggiungi nuovi contenuti, è una buona idea stabilire un programma regolare in cui organizzare e pulire il database. Ricorda di eseguire sempre il backup del database prima di eseguire qualsiasi manutenzione . Ecco alcuni plugin popolari che possono aiutarti a mantenere il tuo database WordPress spick and span:

C’è ancora un’altra cosa quando si tratta di mantenere il tuo sito Web WordPress perfettamente pulito: assicurati di eliminare eventuali temi e plugin che non sono in uso. Temi e plugin inutilizzati sono semplicemente inutili sovraccarico, per non parlare di un aumento del rischio per la sicurezza. Una semplice regola empirica è che se non si utilizza un tema o plugin particolare, eliminarlo dal proprio server.

Ottimizza i tuoi contenuti multimediali

Velocizza WordPress WP-Smush-Pro

Immagina di acquistare un’auto sportiva veloce e quindi di riempire il bagagliaio e il sedile del passeggero con pesi pesanti. Pazzo vero? Perché acquistare un’auto veloce e quindi procedere a caricarla con oggetti che riducono le prestazioni?

Il tuo sito Web WordPress non è diverso, tranne che invece di usare pesi, probabilmente stai usando immagini. Questo non significa che non dovresti usare le immagini sul tuo sito web perché dovresti esserlo. Tuttavia, non è necessaria un’immagine di 5000 × 6000 pixel e 10 MB di dimensione. In effetti, il 10% -20% di questo è generalmente più che adeguato, a meno che non si utilizzi un’immagine di sfondo a schermo intero. Anche allora, la tua immagine dovrebbe essere il più piccola possibile.

Quello che succede spesso è che le persone scattano una foto usando il proprio smartphone o la DSLR e la caricano direttamente sul loro sito web. Ciò si traduce quasi sempre in un’immagine che è molto più grande del necessario. Significa anche che quando qualcuno visita il tuo sito Web, il suo browser deve scaricare la stessa immagine di grandi dimensioni. Ciò aggiunge secondi preziosi ai tempi di caricamento della pagina, una situazione ancora peggiore se il visitatore utilizza una connessione Internet più lenta, come 3G o 4G su un dispositivo mobile.

Ecco alcune opzioni che possono fare davvero la differenza quando si tratta di immagini:

Ridimensiona le tue immagini

Ridimensiona sempre le tue immagini prima di caricarle su WordPress. A seconda del tuo livello di sofisticazione, puoi usare un programma come PhotoShop per farlo. Ci sono anche molte opzioni a basso costo o addirittura gratuite. iPhoto è una di queste opzioni e Snagit di TechSmith è un’altra. Con ognuna di queste opzioni, tutto ciò che devi fare è aprire la tua foto, ridimensionarla a qualcosa di più appropriato e caricare l’immagine più piccola su WordPress.

Riduci la qualità della tua immagine

Il formato dell’immagine dovrebbe variare in base al tipo di immagine visualizzata. La maggior parte delle volte, se stai visualizzando fotografie in un post di blog su una pagina del tuo sito web, stai meglio usando il formato JPG . Per la grafica o quelle situazioni in cui la qualità è più importante di ogni altra cosa, i file PNG sono generalmente la scelta migliore. Principalmente perché sono considerati un formato “senza perdita di dati”, ovvero nessun degrado della qualità.

La maggior parte dei fotoritocco ti permetterà di salvare un’immagine PNG come file JPG e, nel processo, introdurre la compressione. Ciò significa che puoi acquisire un’immagine PNG di dimensioni molto grandi, ridimensionarla e salvarla come JPG nel frattempo comprimendo le dimensioni del file di immagine del 20% Nella maggior parte dei casi, chiunque visualizzi l’immagine su un  laptop o smartphone, non sarà in grado di notare una differenza visiva a meno che non ingrandiscano.

La maggior parte dei lettori è più che disposta a rinunciare a una piccola qualità dell’immagine in cambio di una maggiore velocità.

Utilizzare un plug-in Ottimizzatore immagini

Oltre all’ottimizzazione manuale delle immagini, puoi anche utilizzare un plug-in di ottimizzazione delle immagini. Ciò rende il processo di ottimizzazione delle immagini ancora più semplice automatizzando il processo utilizzando uno dei tanti plugin gratuiti ea pagamento.

Velocizza WordPress ShortPixel-Image-Optimizer

Ecco come funziona: ogni volta che carichi un’immagine su WordPress verrà automaticamente ottimizzata. Nella maggior parte dei casi, questi plugin crittografano e inviano l’immagine al loro server in cui è compressa e quindi restituita al tuo sito WordPress in un formato che può essere fino a 10 volte più piccolo di file.

Ci sono alcuni fantastici plugin freemium disponibili che ti permetteranno di provare il servizio con dimensioni dell’immagine più piccole e fino a 100 immagini al mese. Questo è spesso più che sufficiente per un utente leggero. Dai un’occhiata ai seguenti plugin come punto di partenza:

Utilizzare un plug-in di cache

Se sei in giro per WordPress da un po ‘di tempo, probabilmente hai sentito il termine cache lanciato in giro. La cache si riferisce a quelli che sono essenzialmente file temporanei che possono essere utilizzati per archiviare i dati.

Ad esempio, quando visiti un sito Web, il tuo browser memorizzerà spesso alcuni dei dati di quel sito Web nella sua cache. Quindi, quando visiti di nuovo lo stesso sito Web, il tuo browser sarà in grado di visualizzare alcune delle informazioni molto più velocemente rispetto a se dovesse caricarle dalla fonte originale.

I plugin di memorizzazione nella cache di WordPress funzionano più o meno allo stesso modo, ma a livello di server. Fondamentalmente creano una versione statica dei tuoi contenuti (memorizzati sul tuo server) che può essere mostrata ai visitatori.

Senza memorizzazione nella cache, ogni volta che un visitatore richiede informazioni dal tuo sito Web, c’è una sequenza dettagliata di eventi che si verificano in background (questa è una versione ridotta):

  1. Un visitatore fa clic su un collegamento.
  2. Viene generata una richiesta di informazioni dal database.
  3. Le informazioni vengono quindi create dinamicamente da WordPress.
  4. Le informazioni richieste vengono quindi presentate nel browser del visitatore.

Ci sono alcuni altri passaggi coinvolti, ma ottieni il punto.

Quando si utilizza un plug-in di memorizzazione nella cache, si eliminano i passaggi 2 e 3, che risultano essere anche i più dispendiosi in termini di tempo. Un plug-in di cache genera pagine statiche che possono essere inviate al browser del visitatore, causando spesso tempi di caricamento notevolmente più rapidi.

La memorizzazione nella cache ha anche l’ulteriore vantaggio di ridurre il carico di lavoro del tuo server, motivo per cui molte società di hosting ti incoraggiano a utilizzare un plug-in di cache. Alcune società di hosting, come SiteGround , sono persino arrivate al punto di sviluppare il proprio plug-in di cache interno.

Dai un’occhiata ad alcuni dei plugin di cache di WordPress più popolari qui:

Utilizzare una rete di distribuzione dei contenuti

Velocizza WordPress Max-CDN

In un certo senso, le reti di distribuzione dei contenuti sono molto simili alla memorizzazione nella cache, ma su una scala molto più ampia ed efficace. All’inizio i CDN possono sembrare confusi, ma una volta compreso il concetto generale, in realtà è abbastanza facile.

Avendo creato un account di hosting e aggiunto tutti i tuoi contenuti al tuo sito Web WordPress, hai essenzialmente creato una posizione fisica per il tuo sito su Internet. Se il server su cui è ospitato il tuo sito risiede in Florida, ogni persona che visita il tuo sito riceverà il contenuto da quel server. Per questo motivo, un visitatore della Florida sperimenterà il tuo sito Web per essere più veloce di quanto si pensi, un visitatore dall’Irlanda. Questo a meno che tu non stia usando un CDN.

Una CDN è una rete di server in posizioni diverse (spesso in tutto il mondo) che memorizzano una versione statica del contenuto che può essere servita a chiunque lo richieda. Più è grande il servizio CDN, più server avranno e più saranno geograficamente diversi.

Poiché i tuoi contenuti possono essere archiviati in un formato statico su server situati in tutto il mondo, sei in grado di pubblicare i tuoi contenuti (sito Web) molto più rapidamente rispetto a quando ogni richiesta dovesse arrivare fino al tuo server originale.

Ciò si traduce in un sito Web molto più veloce per la maggior parte dei tuoi visitatori. Vale anche la pena notare che ci sono alcuni vantaggi aggiuntivi nell’uso di una rete CDN, come uptime e sicurezza, ma oggi continueremo a discutere della velocità.

Ci sono molti CDN disponibili per il confronto. In effetti, alcune società di hosting offrono l’uso di una CDN di base gratuita come parte dei loro pacchetti di hosting (ad esempio NameCheap e Cloudflare).

Puoi saperne di più su alcune delle reti di distribuzione di contenuti più popolari qui:

Assumi uno sviluppatore per ottimizzare il tuo sito web

Abbiamo trattato di molte opzioni gratuite per massimizzare la velocità del tuo sito WordPress. Ma cosa succede se sei determinato a spremere fino all’ultima oncia di velocità dal tuo sito per offrire la migliore esperienza utente possibile?

In tal caso, vorremmo presentare un’altra opzione per te: assumere uno sviluppatore specializzato in Google Page Speed ​​Insights. Quindi, invitali a ottimizzare il tuo tema WordPress e apportare modifiche in conformità con i consigli di Google.

A seconda di quanto sia già ottimizzato il tuo sito, probabilmente scoprirai che questa opzione non ti farà tornare indietro di qualche centinaio di dollari usando un servizio come UPwork  per trovare un esperto. L’ottimizzazione del tuo sito per Google avrà anche il maggiore impatto sul posizionamento nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP).

Considerazioni finali su come accelerare il tuo sito Web WordPress

Internet è un luogo competitivo. Non stai solo cercando di offrire un prodotto o un servizio unico, ma stai anche cercando di farlo in modo più efficiente e veloce rispetto alla concorrenza.

Quando si tratta di gestire un sito Web di successo, oltre alla sicurezza, ci sono pochissime cose importanti quanto un sito Web rapido. Tutto si riduce a presentare un’esperienza utente positiva e a rendere Google il più felice possibile.

Se hai suggerimenti o trucchi che utilizzi per mantenere il tuo sito Web WordPress in esecuzione il più rapidamente possibile, ti preghiamo di condividerli nei commenti qui sotto.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close