Cerca

Come valutare e vendere il tuo Blog [Guida completa]

Come valutare e vendere il tuo blog

Esiste, ovviamente, un ultimo modo per trarre profitto dall’avvio e dalla gestione di un blog , ovvero venderlo! Mentre questa è più una strategia di uscita che un metodo di monetizzazione, vale la pena discutere per i blogger che pensano ai loro piani a lungo termine.

Contenuti nascondi ]

  • 1. Considerazioni per la vendita di un blog:
  • 2. Considerazioni per la valutazione di un blog
  • 3. Come iniziare a vendere
  • 4. Trasferimento degli asset e supporto post vendita
  • 5. Storie vere di persone che hanno venduto o acquistato un blog
  • 6. Conclusione

1. Considerazioni per la vendita di un blog:

1.1 Assicurati che i tuoi account siano aggiornati

Se un’azienda ha poco in termini di contabilità o manca documentazione, scarsa documentazione o una varietà di altre pratiche contabili sbagliate, questi sono il chiaro segnale di avvertimento per gli acquirenti di stare alla larga.

Possono nascondere una moltitudine di peccati e modificare i calcoli effettuati per valutare in modo drammatico un’azienda. Se il tuo piano è di vendere il tuo blog, è ancora più vitale che mai assicurarti di avere registrazioni finanziarie complete e accurate per l’azienda.

1.2 Tenerlo separato da altre attività e interessi

Vendere un’azienda quando è mescolata ad altri interessi è difficile. Se possibile, mantieni personale, risorse, conti e attività commerciali generalmente separati da qualsiasi altra preoccupazione che potresti possedere. E, naturalmente, dovresti sempre tenere la tua attività separata da qualsiasi account personale e interessi che potresti avere.

In molti modi, la separazione è correlata al punto precedente in quanto la miscelazione e la miscelazione di conti e risorse rendono difficile per gli acquirenti vedere l’attività che si sta vendendo come un’unica entità chiara. Più le cose sono confuse, più è facile nascondere le cose e a nessuno piacciono le sorprese, specialmente quando si tratta di soldi!

1.3 Costruisci in modo che possa operare senza di te

Se hai intenzione di vendere, dovresti costruire un’attività che non dipende dal fatto che tu sia lì. Il nuovo proprietario vorrà essere in grado di riprendere da dove si interrompe e mantenere intatta l’attività, e non far svuotare il patrimonio del proprio marchio non appena si esce dal sito.

Quindi pianifica in anticipo e assicurati che il sito possa essere gestito senza di te e non sia affidabile per la fattibilità del tuo marchio personale.

2. Considerazioni per la valutazione di un blog

È importante affermare che il prezzo per cui vendi un sito è incredibilmente variabile e basato su una serie di fattori:

2.1 Chi si è avvicinato a chi?

Vendere un’azienda è una trattativa e, come ogni trattativa, ci sono molti fattori che determinano chi ha il sopravvento, che a sua volta determina il prezzo finale.

In particolare, fa una grande differenza nel modo in cui ti connetti con i potenziali acquirenti. Se metti in vendita un sito, a meno che tu non riceva molte parti interessate, avrai la mano più bassa in qualsiasi negoziazione perché gli acquirenti sanno che vuoi vendere, che potresti anche avere un limite di tempo e che se il tuo sito è sul mercato da molto tempo, potrebbero essere in grado di acquistarlo per meno.

Viceversa se un acquirente si avvicina a te; entra con il sopravvento e può giocare difficile da ottenere per aumentare il prezzo.

2.2 Quanto valore il blog porterà l’acquirente?

Puoi massimizzare il tuo prezzo di vendita se riesci a trovare un acquirente che può aumentare il valore del blog mescolandolo con altre aziende o prodotti che già possiedono.

Quindi, ad esempio, quando Treehugger.com ha venduto alla Discovery Network nel 2007 per $ 10 milioni , senza dubbio ha ottenuto un premio elevato perché Discovery Network sapeva di poter portare nuovi lettori sul sito dalla propria rete e viceversa, oltre ad aumentare le entrate del blog sposando gli inserzionisti Discovery con la nuova acquisizione.

Comparativamente, se il sito fosse stato venduto ad un acquirente senza investimenti o prodotti esistenti nello stesso mercato, non vi sarebbe alcun valore aggiunto e il prezzo di vendita sarebbe basato esclusivamente sugli altri fattori elencati di seguito.

2.3 Quante entrate genera il blog?

Probabilmente uno dei due fattori più importanti nel determinare un prezzo, in particolare per le aree ad alta crescita come Internet, sono le entrate. Sebbene i costi siano una componente fondamentale dell’equazione, per i siti più grandi gli acquirenti assumeranno di sapere come gestire i costi.

Quindi, ad esempio, un operatore esperto che cerca di acquistare un blog può ritenere di poter sfruttare le risorse esistenti come il personale di editoria e di editing e avere una buona idea di quali sarebbero tali costi per una pubblicazione di dimensioni particolari.

In questi casi, saranno molto più interessati alle entrate complessive perché è il principale fattore sconosciuto nel determinare se l’operazione è praticabile.

2.4 Quanto costa gestire il blog?

Il rovescio della medaglia dei ricavi sono i costi, che certamente incidono su una vendita, in particolare per i piccoli acquirenti che desiderano mantenere la stessa operazione anziché fonderla con le loro attività esistenti.

In questi casi, i costi determineranno in larga misura quanto sarà vantaggiosa l’acquisizione per l’acquirente.

2.5 Quanto è veloce la crescita del blog?

Forse il fattore più importante nei prezzi di un’azienda è la sua crescita. L’elevata crescita può oscurare praticamente ogni altro fattore, mantenendo la promessa di maggiori ricavi in ​​futuro (se i ricavi sono bassi), economie di scala (se i costi sono elevati), annullando le tendenze generali del mercato (se sono negative e il blog è ancora in crescita) e in generale mostra un potenziale che a sua volta fa salire il prezzo.

La crescita è il motivo alla base di valutazioni elevate per i servizi Web con entrate ridotte ma un vasto pubblico, soprattutto Twitter. Ed è un buon motivo per vendere mentre le cose sono in crescita, anche se non è esattamente il momento giusto secondo i tuoi piani.

2.6 Qual è lo stato dei mercati Web e pubblicitari?

È sempre importante tenere d’occhio come stanno andando i mercati in generale. In periodi di congiuntura negativa in cui la spesa pubblicitaria sta diminuendo, è naturale che gli acquirenti abbiano meno probabilità di pagare un premio. Il tempismo è importante quando si vende!

2.7 Quali sono i beni dell’azienda?

Infine, quando vendi, prendi in considerazione tutte le risorse che vendi tra cui proprietà intellettuale, contenuti, risorse fisiche e risorse del codice. Tutto contribuisce al valore totale dell’azienda, dai marchi di fabbrica al design del sito Web, al codice speciale che hai sviluppato e al volume di articoli che potresti avere.

Quindi dovresti anche tenere conto del profilo di backlink del sito Web, dei profili dei social media e delle proprietà e degli account del web 2.0.

Mentre le valutazioni numeriche sono utili per quantificare rapidamente ciò che un sito potrebbe valere, tieni presente che sono solo guide.

In definitiva un sito vale ciò che qualcuno è disposto a pagare per questo. Tuttavia, in termini di valutazioni numeriche, sono possibili tutti i tipi di equazioni, tra cui:

2.7.1. Entrate mensili 10-15x per piccoli siti sulle aste

Questa guida ai prezzi grezzi viene spesso utilizzata su siti di aste come Flippa . Il multiplo è piuttosto basso, il che è normale per i siti più piccoli. Si basa anche sulle entrate mensili perché le cifre delle entrate per i blog cambiano così rapidamente e perché non è raro trovare siti in vendita che non esistono nemmeno da un anno.

L’uso di un tasso di ricavo estrapolato dalle cifre settimanali o mensili recenti viene talvolta chiamato tasso di esecuzione. È importante quando si negozia per verificare che tutti stiano utilizzando gli stessi numeri di entrate per il calcolo.

2.7.2. Ovunque dalle entrate annuali 1-10x

Per i siti in forte crescita, non è inaudito prendere un enorme multiplo sulle entrate annuali. Queste valutazioni si basano in gran parte su proiezioni di crescita e differiscono a seconda dei settori.

A meno che tu non abbia un’attività che mostri un’incredibile crescita virale, probabilmente dovresti presumere che il multiplo scenderà nella parte bassa.

2.7.3. Ovunque da 2-20x Utile operativo

Il profitto operativo è il tuo reddito meno i costi, ma prima che vengano fatte detrazioni come le tasse. È anche indicato come EBITDA , che sta per utili prima di interessi, imposte, ammortamenti o EBIT o reddito operativo.

Se stai misurando il valore in base ai profitti operativi, puoi aspettarti che i multipli siano molto più alti. Negli affari tradizionali, è più probabile che le valutazioni utilizzino il profitto operativo perché tali settori hanno una storia molto più lunga e gli acquirenti sanno esattamente cosa aspettarsi.

Per questi tipi di attività, si sente spesso circa 3-5 valutazioni degli utili. Online c’è molta più speculazione, crescita e opportunità, il che significa che i potenziali moltiplicatori possono andare molto più in alto.

Ancora una volta, la realtà è che un’azienda vale qualunque cosa qualcuno sia disposta a pagare per essa, e gli acquirenti online sono spesso disposti a pagare di più, soprattutto in periodi di congiuntura favorevole. Non aspettarti di trovare regole vere e proprie e di negoziare sempre duramente.

3. Come iniziare a vendere

Ci sono alcuni percorsi diversi che puoi prendere per vendere un sito:

3.1. Siti di aste per le piccole imprese

Uno dei modi più comuni che senti sui siti di vendita è su servizi come Flippa.com . Questi servizi ospitano aste per siti e aziende e in genere funzionano bene per transazioni di piccole dimensioni (meno di $ 100.000) in quanto sono rapidamente in grado di elencare ed esporre la vendita a un gran numero di acquirenti.

Tuttavia, c’è un grande svantaggio di questo stile di vendita. In un’asta aperta, il processo è aperto alla manipolazione. Ad esempio, Flippa gestisce una sezione di commenti in cui gli acquirenti possono discutere dell’asta, sottolineando potenzialmente problemi e problemi per cercare di mantenere il prezzo basso.

Inoltre, tutti sanno cosa viene (o non viene) offerto per un sito, eliminando gran parte della negoziazione dall’equazione. Infine, mettere in vendita un sito e non venderlo non ti lascia in una buona posizione di contrattazione per le vendite future.

Il prezzo di vendita era davvero basato sul potenziale del sito. Flippa.com è il sito di aste più noto, tuttavia eBay offre anche un posto in cui vendere sotto la categoria “Aziende e siti Web in vendita” e puoi anche provare siti come FreeMarket ,   DigitalPoint e Top Gold Forum Marketplace .

Vendi il tuo blog sul mercato TopGoldForum

Vendi il tuo blog sul mercato TopGoldForum

3.2. Elenco di un avviso “in vendita”

Esistono numerosi siti in cui è possibile elencare un’attività commerciale in vendita per attirare lead. Alcuni siti di elenchi includono GlobalBX , BusinessesForSale e BizQuest . In alternativa, puoi annunciare sul tuo blog che stai cercando di vendere e se qualcuno è interessato, possono contattarti per maggiori dettagli.

3.3. Ottenere un broker commerciale

I broker aziendali sono agenti che aiutano a fare acquisti in un sito. Queste aziende in genere aiutano a trovare acquirenti, aiutano a fissare i prezzi e aiutano nel processo di negoziazione. Naturalmente, prendono anche un taglio della vendita! Chiedi al tuo commercialista di trovare broker commerciali locali con esperienza online.

3.3.1 FE International

Broker di siti Web internazionali

Broker di siti Web internazionali

Questi ragazzi sono un mercato online per l’acquisto e la vendita di attività commerciali online. I loro clienti sono di solito società di fascia alta e coprono transazioni che partono da cinque cifre e salgono. Garantiscono che ogni vendita che li attraversa sia legittima e garantiscono un ambiente privo di truffe.

3.3.2 Pinne impero

Questi ragazzi offrono un approccio pratico unico quando si tratta di vendere (o acquistare) un sito Web nella fascia di prezzo a sei cifre. Offrono uno strumento di valutazione per aiutarti a ottenere al volo un prezzo per il tuo sito.

Per ulteriori informazioni, consulta la recensione di Zach Zorn di Empire Flippers .

3.4. Acquisti privati ​​per gli acquirenti

Forse il modo più comune per trovare un acquirente è fare acquisti in privato per gli acquirenti. Ciò potrebbe essere fatto semplicemente tramite alcune e-mail strategiche inviate a società che ritieni possano essere interessate a chiedere offerte e interessi.

Cerca soprattutto le aziende con cui hai già avuto a che fare (inserzionisti, partner, ecc.). Puoi anche considerare i tuoi concorrenti sia diretti che indiretti.

Ecco un elenco di aziende che acquistano blog e potresti metterti in contatto con loro e vedere se sono interessati alla tua proprietà web:

3.4.1 Marchi Internet

Si concentrano su  quattro core verticali  in cui siamo i leader comprovati: Automotive, Health, Legal e Home / Travel. Il nostro   approccio verticale completamente integrato combina soluzioni Web leader per aziende e siti Web multimediali per i consumatori.

3.4.2 DistrictMediaFinance

DistrictMediaFinance è una società di media indipendente con l’obiettivo di fornire notizie e consigli di finanza personale di alta qualità che informano, autorizzano, educano e intrattengono il pubblico. Gestiscono una rete di circa 15 blog incentrati sul settore finanziario (risparmio di denaro, coupon, investimenti ecc.)

3.4.3 Consulente per la crescita di oggi

Today’s Growth Consultant, Inc. acquista, costruisce, sviluppa, commercializza e monetizza siti Web per privati, titolari di aziende e gestori di private equity negli Stati Uniti.

3.4.4 MediaDigi

MediaDigi Ltd. ha istituito questa rete nel 2012 con il desiderio di superare i limiti e creare una comunità di persone che vogliono imparare e condividere le proprie conoscenze. E da allora, milioni di lettori hanno trovato la soluzione ai loro problemi nei nostri articoli.

Disclaimer: Mediadigi ha acquistato Monetize.info nel 2017 per un importo non divulgato.

3.5. Preparazione delle informazioni per i potenziali acquirenti.

Se hai intenzione di vendere un blog, dovresti assicurarti di avere una serie di informazioni che sei pronto a distribuire quando un potenziale acquirente chiede.

Questo può essere vago, al fine di interessarti a discussioni più serie, o per siti più piccoli, puoi disporre tutte le carte in modo trasparente fin dall’inizio.

Potresti includere informazioni come:

  1. Traffico e dettagli come il traffico di ricerca.
  2. Entrate, costi e profitti.
  3. Attività in vendita.
  4. Crescita.
  5. Dettaglio di come il sito potrebbe crescere.

Dedica un po ‘di tempo a guardare inserzioni su siti come Flippa.com per vedere quali informazioni presentano i venditori e decidi quanti dettagli desideri fornire.

3.6. Fare due diligence sugli acquirenti

La due diligence è il processo mediante il quale gli imprenditori conducono indagini commerciali, legali e finanziarie di una società in preparazione di una possibile transazione di vendita.

È importante assicurarsi che la persona che stai gestendo la tua azienda abbia i mezzi finanziari per acquistarla (altrimenti puoi gestire informazioni importanti sulla tua attività a un concorrente che si pone come un acquirente interessato ma non lo è).

Inoltre, dovresti assicurarti che conosca la tua nicchia e possa occuparsi del sito Web in futuro. So che ci sono alcuni venditori che non sono interessati a ciò che accade con i loro beni dopo una vendita, tuttavia tieni presente che la tua attività ha avuto successo perché visitatori e clienti si fidano di te e non saranno felici se vendi l’attività a qualcuno che può prendersi cura dei loro bisogni. Questo può ritorcersi contro di te quando inizi una nuova attività.

3.7. Utilizzo dei servizi di impegno

Qualunque sia la tua strada nella ricerca di un acquirente, è sempre importante utilizzare un servizio di deposito a garanzia come Escrow.com durante il trasferimento.

Questi servizi forniscono una terza parte di fiducia per assicurarsi che l’acquirente riceva il sito Web e le attività e che il venditore riceva i soldi. La commissione di deposito a garanzia è in genere una percentuale della transazione e può essere condivisa tra acquirente e venditore.

4. Trasferimento degli asset e supporto post vendita

Questo è anche un passo importante per concludere l’affare. Dato che ho venduto e acquistato diversi blog, so che questo è stato piuttosto stressante, ma con pazienza, tutto funzionerà.

Chiedi all’acquirente come desidera che le cose procedano e assicurati di consegnare tutto ciò che hai concordato. Potrebbero esserci problemi con la gestione degli account sui social media, il trasferimento di società o attività finanziarie.

Se possiedi altri siti, dovresti chiedere una testimonianza dell’acquirente perché ti aiuterà nelle vendite future. Controlla una testimonianza offerta da Oliver Kenyon dopo una vendita di successo.

Lettore video

00:00
00:19

5. Storie vere di persone che hanno venduto o acquistato un blog

Hey Am Alok Das fondatore di CouponVsOffer . Ho intenzione di condividere la mia esperienza su come ho venduto un blog su Flippa.com.Il blog guadagnava circa 30 $ / mese in media. Ho comprato il blog 2 anni fa da un venditore diretto per 100 $. Ho speso circa 100 $ in più di dollari per articoli e backlink. Tutti gli altri articoli in cui Messaggi Guest gratuiti o Post sponsorizzati a pagamento. Sono circa 200 + articoli. Google Adsense guadagnava circa $ 10 al mese e le altre entrate venivano generate pubblicando articoli sponsorizzati.

Passavo circa 1 ora a settimana e guadagnavo soldi in tasca. Alla fine, ho pensato di vendere il blog su Flippa per concentrarmi su nuove opere, quindi ho elencato il blog in un’asta pubblica che costa circa 25 $.

Ho mantenuto il mio prezzo di listino a 199 $ il prezzo di riserva a 425 $ e il prezzo Acquista ora a 786 $.

Fortunatamente l’ultimo giorno dell’asta, ho avuto un compratore serio che ho convinto ad acquistare il blog al prezzo riservato. Era la mia prima vendita. È stata una bella esperienza. Se vuoi sapere di più sul sito web, seguimi su Facebook .

Ci piacerebbe ascoltare le tue storie su come è andata la vendita di un blog. Quindi non esitate a dirci di più.

6. Conclusione

Speriamo di essere riusciti a far luce sul problema della vendita di un blog. Il processo di vendita di un blog nella fascia di prezzo di cinque e sei cifre non è qualcosa che puoi fare da un giorno all’altro. Richiede un investimento di tempo e denaro.

Se il tuo obiettivo è vendere il tuo blog e incassare, assicurati di prepararti per eventuali problemi legali ben prima di mettere in vendita il tuo blog. In questo modo tutto andrà molto più liscio e con meno trambusto dell’ultimo minuto.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close