Cerca

Come unire insieme due siti WordPress senza perdere il SEO

Quando si creano siti Web, è difficile sapere come il sito sarà equo nei prossimi giorni.

A volte potrebbe non essere possibile continuare a mantenere entrambi i siti Web o si desidera unire un sito Web che è stato recentemente acquisito con il sito Web principale al fine di ottenere i benefici SEO . In tal caso, questa guida è per te.

Ti guideremo attraverso l’intero processo di fusione di due siti WordPress insieme, garantendo al contempo che la SEO non sia un ripensamento.

Proprio prima che entriamo, alcuni di voi potrebbero chiedersi. Perché e quando vorresti unire due siti Web?

Perché unire due siti WordPress insieme?

Ci possono essere molti motivi per cui vorresti farlo. Ad esempio, vorresti iniziare come blogger e unire i vecchi contenuti. In questo modo puoi conservare i tuoi contenuti in un’unica posizione.

Esistono diversi motivi validi per cui qualcuno vorrebbe unire due dei loro siti Web insieme. Ma solo per citarne alcuni per quelli che lo hanno preso in considerazione, l’unione dei siti potrebbe avere senso se:

  • Uno dei tuoi blog non funziona come ti aspettavi, quindi stai pensando di unire i suoi contenuti con uno dei tuoi blog principali.
  • Per un po ‘hai trascurato accidentalmente uno dei tuoi siti Web più vecchi, quindi non funziona più bene e non vorrai più affrontare la seccatura di gestire più siti Web WordPress.
  • Hai appena acquisito strategicamente un altro sito Web o blog e desideri spostare i contenuti dal loro sito Web al tuo per ottenere i benefici SEO.

Come blogger, considero sempre se abbia senso unire due siti Web WordPress prima ancora di prendere in considerazione la creazione di un nuovo blog in quanto ciò mi consente di tenere sotto controllo il mio progetto e assicurarmi di non perdere tutto il tempo , sforzo e denaro che è stato investito nel vecchio contenuto.

Quindi ora, senza ulteriori indugi, entriamo subito e diamo un’occhiata a come puoi unire i tuoi due siti Web WordPress oggi:

Passaggio 1: esporta il vecchio contenuto del sito WordPress

Il primo passo è esportare il contenuto del sito WordPress come file XML.

Può essere fatto utilizzando la funzione di esportazione presente in WordPress. Per fare ciò, devi prima andare alla dashboard del vecchio sito Web.

Da lì, vai su “Strumenti”, quindi seleziona “Esporta”.

Ora devi scegliere quale contenuto vuoi esportare. Si consiglia di selezionare l’opzione “Tutti i contenuti”. L’opzione esporterà post, pagine, layout, progetti e contenuti multimediali.

Esportare

Dopo aver fatto clic su “Scarica file di esportazione”, sarai in grado di avviare il processo. Al termine del processo, otterrai un file “XML (Extensible Markup Language)”. Il file XML contiene tutte le versioni ridotte di tutti i tuoi contenuti. Tuttavia, non contiene immagini. Non preoccuparti, in seguito eseguiremo il backup dell’immagine.

Passaggio 2: importazione del file XML appena creato

Il prossimo passo è importare il file XML appena creato nel tuo nuovo blog / sito Web WordPress. Per fare ciò, è necessario andare su “Strumenti” e quindi sulla scheda “Importa”. Lì sarai in grado di vedere l’opzione “WordPress”. Tutto quello che devi fare è fare clic sull’opzione “Installa ora”.

importare file xml

Successivamente, verrà visualizzato un nuovo popup con la dicitura “Importatore installato correttamente. Esegui importatore “

eseguire importatore

Ora ti verrà chiesto di scegliere un file. Come puoi vedere nell’immagine qui sotto, importerà tutto il contenuto relativo al testo inclusi post, campi personalizzati, categorie e così via.

scegliere

Fai clic su “Scegli file”, quindi fai clic su “Carica file e importa”. Se tutto va bene, verrai reindirizzato a una nuova pagina in cui ti verrà chiesto di assegnare un nuovo utente.

Passaggio 3: assegnazione del nuovo utente

Poiché il contenuto caricato nel nuovo blog di WordPress dovrebbe avere un autore o un utente associato, WordPress ti chiederà di assegnarne uno.

È un passaggio obbligatorio. È possibile che sia necessario assegnare tutto il nuovo contenuto a un utente esistente o creare un autore originale e quindi assegnare il contenuto a lui.

Il prompt Assegna autore verrà richiesto una sola volta. Se non sei sicuro di cosa fare, ti consigliamo di assegnarlo al tuo account amministratore e in seguito cambiarlo in un nuovo utente in seguito, se vuoi tenerlo separato per scopi di modifica.

Inoltre, se decidi di mantenere intatti i dettagli dell’autore originale, non assegnare un nuovo autore e manterrà tutte le informazioni necessarie.

Passaggio 4: impostazione dei reindirizzamenti URL

Il passaggio successivo consiste nell’impostare i reindirizzamenti URL appropriati per tutto il contenuto importato. Ciò è necessario in quanto consentirà le ricerche di contenuti precedenti da Google al nuovo sito Web. Poiché stiamo scrivendo la guida pensando alla SEO, questo passaggio è molto importante e non deve essere ignorato. Se non esegui il reindirizzamento corretto dell’URL, perderai il potenziale traffico, ma perderai anche il ranking SEO associato al contenuto.

Per iniziare, tutto ciò che devi fare è utilizzare un client FTP come FileZilla. Una volta fatto, vai alla directory principale del tuo vecchio blog WordPress e trova il file .htaccess.

Ora apri il file .htaccess e copia e incolla il codice qui sotto.

#Options + FollowSymLinks
RewriteEngine su
RewriteRule ^ (. *) $ Http://www.newwordpressblog.com/$1 [R = 301, L]

Il codice sopra implementa 301 reindirizzamenti. Con 301 reindirizzamenti, non perderai le classifiche SEO. Tuttavia, potresti vedere un leggero calo nella classifica generale del tuo sito web.

Nel codice sopra, assicurati di cambiare l’URL del sito web nel tuo nuovo sito WordPress. Una volta terminato, sei pronto e il traffico del tuo vecchio sito Web verrà reindirizzato al tuo nuovo sito.

Passaggio 5: importazione di immagini

L’ultimo passo è importare immagini. Ecco un modo manuale per farlo.

Per fare ciò, è necessario scaricare tutti i file multimediali tramite lo strumento FTP come Filezilla. Dovrai individuare la directory principale. Puoi trovarlo con il solito nome public_htmlor www. Successivamente, trova il contenuto multimediale che sarebbe necessario per il caricamento.

File

Il contenuto multimediale che sarebbe richiesto per il caricamento può essere trovato nella directory wp-content / uploads. Successivamente, devi caricare i file sul tuo nuovo blog. I file scaricati verranno ora caricati sul client FTP.

file

Ora è il momento di correggere gli URL delle immagini sostituendo i collegamenti. Per aiutarti nella ricerca di sostituzione di link, ti ​​suggeriamo di scegliere il plug-in “Cerca e sostituisci”. Ti aiuterà ad alzarti rapidamente con l’intero processo.

ricerca

Questo è tutto! Hai unito correttamente due siti WordPress senza perdere SEO.

Allora, cosa ne pensi del tutorial? Sei stato in grado di unire correttamente i tuoi blog WordPress? Commenta sotto e facci sapere. Inoltre, non dimenticare di condividere il contenuto con i tuoi colleghi.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close