Cerca

Come scrivere un Marketing Plan in 7 passaggi [+ modello]

Se sei una piccola impresa, potresti non avere il tempo di mettere insieme un piano di marketing efficace. Non lasciarlo cadere; lascialo invece ai professionisti come quelli di Hibu . La sua gestione di marketing esperta ed economica ti aiuta a raggiungere rapidamente i tuoi obiettivi di marketing. Inoltre, tutti i servizi sono personalizzati in base alle tue esigenze e al tuo budget. Ottieni la tua consulenza gratuita oggi .

Visita Hibu

Modello di piano di marketing

Scarica il nostro modello di piano di marketing gratuito di seguito per un modo semplice da seguire insieme alla nostra guida passo passo alla creazione di un piano di marketing. Include spazio per l’aggiunta di obiettivi di marketing, strategie e canali di marketing globali, garantendo che non si dimentichi alcun elemento chiave. Ottieni il modello nel formato che preferisci di seguito.

Modello di piano di marketing - Pagina di copertina

Modello di piano di marketing – Pagina di copertina

Come scrivere un piano di marketing in 7 passaggi

Per scrivere un piano di marketing, prima scrivi il tuo riepilogo esecutivo. Quindi, imposta i tuoi obiettivi di marketing, conduci ricerche competitive, definisci il tuo pubblico di riferimento, crea una strategia di marketing attuabile (compresa la tua strategia di marchio), imposta il tuo budget di marketing e imposta un piano di monitoraggio delle prestazioni.

Ecco come scrivere un piano di marketing in sette passaggi:

1. Scrivi il tuo riepilogo esecutivo

Il primo passo nella creazione di un piano di marketing è quello di scrivere il tuo riepilogo esecutivo; questo riassume la tua attività in soli due paragrafi e include una panoramica della tua missione / storia aziendale, obiettivi di marketing, traguardi chiave, metriche principali, riconoscimenti e la tua visione per il futuro. Utilizzerai questo per aiutarti a inquadrare i tuoi obiettivi di marketing e puoi utilizzarlo nelle garanzie di marketing.

Ecco i cinque elementi comunemente inclusi in una sintesi:

  • Breve introduzione alla tua attività
  • Obiettivi di marketing
  • Pietre miliari chiave e panoramica delle principali metriche
  • Realizzazioni o riconoscimenti
  • Visione e obiettivi a livello aziendale

Per iniziare a scrivere il riepilogo del dirigente di marketing, spiega brevemente cosa è e cosa fa la tua azienda in una o due frasi.

Esempio: TitanXG Technologies è un produttore statunitense di tablet rinforzati di livello militare.

Con una spiegazione di base della tua attività, crea una versione più creativa e allettante. Ciò potrebbe includere un linguaggio più descrittivo per aiutare un cliente a capire meglio cosa fa l’azienda o come lo fa in modo diverso rispetto alla concorrenza.

Esempio: come principale produttore nazionale di strumenti di intelligence di livello militare, TitanXG Technologies sta reinventando la robusta tecnologia mobile per la forza lavoro professionale.

Ora completa il tuo riepilogo esecutivo aggiungendo informazioni pertinenti e interessanti come risultati e riconoscimenti, dati e pietre miliari pertinenti e la visione per la tua azienda. Non è necessario includere tutti questi elementi, solo quelli rilevanti per la tua attività. Usa un secondo paragrafo per delineare obiettivi e obiettivi di marketing di alto livello, che porranno le basi per il resto del tuo piano di marketing.

Esempio: come principale produttore nazionale di strumenti di intelligence di livello militare, TitanXG Technologies sta reinventando la robusta tecnologia mobile per la forza lavoro professionale. Negli ultimi cinque anni, TItanXG ha notevolmente migliorato la tecnologia mobile nel settore sanitario, manifatturiero e dei trasporti.

Al fine di mantenere la nostra posizione di leader del settore, TItanXG cerca di espandere la sua gamma di strumenti di lavoro ad alte prestazioni al fine di raggiungere un pubblico più ampio e aumentare le entrate. In particolare, lavoreremo per indirizzare i lavoratori nel settore della risposta alle emergenze che potrebbero beneficiare della nostra tecnologia durevole e mobile.

Esempio di una sintesi

Esempio di una sintesi

2. Imposta i tuoi obiettivi di marketing

Successivamente, imposta almeno un obiettivo o obiettivo di marketing. Ciò dovrebbe includere tre cose: l’obiettivo generale di marketing stesso, un indicatore di prestazioni chiave (KPI) che puoi utilizzare per misurare il tuo successo e, infine, un lasso di tempo per raggiungere l’obiettivo. Sii il più specifico possibile includendo punti dati specifici e scadenze. Evita affermazioni e obiettivi vaghi che sono impossibili da raggiungere o che non possono essere misurati.

Ecco tre esempi di scarsi obiettivi di marketing:

  • Aumenta le entrate dell’azienda
  • Generare lead attraverso il nostro sito Web
  • Aumenta la consapevolezza sui social media

Ecco tre esempi di buoni obiettivi di marketing:

  • Aumenta le entrate da [X linea di prodotti] 30% di [data]
  • Indirizza il traffico organico del sito con una nuova strategia SEO per raggiungere 10.000 visitatori mensili unici nel terzo trimestre
  • Guadagna 1.000 follower al mese su Instagram entro la fine del 2020; questi follower dovrebbero adattarsi al nostro profilo cliente e mostrare interesse attivo per i prodotti che vendiamo

Se stai lottando per trovare un obiettivo specifico, inizia con un’idea generale, quindi suddividila in obiettivi concreti. Assicurati di considerare ciò che avrà un impatto maggiore sulla tua attività e quali sono le tue maggiori opportunità.

Esempio di obiettivi di marketing in un piano di marketing

Esempio di obiettivi di marketing in un piano di marketing

3. Condurre ricerche competitive e interne

Una volta che conosci il tuo obiettivo di marketing, il passo successivo è ricercare i tuoi concorrenti e analizzare i tuoi punti di forza e di debolezza. Questo ti aiuterà a determinare come distinguerti e ottenere informazioni su come altre aziende raggiungono con successo lo stesso obiettivo che hai. Per fare ciò, completare un’analisi competitiva; creare un’analisi dei punti di forza, debolezza, opportunità e minacce (SWOT); e infine, identifica il tuo punto di vendita unico.

Condurre ricerche e analisi competitive

L’analisi competitiva ti consente di comprendere meglio chi sono i tuoi concorrenti, cosa offrono, come lo offrono e chi sono i loro clienti. Queste informazioni ti aiuteranno a differenziare la tua attività da loro in un passaggio successivo. Per condurre un’analisi competitiva, determinare chi sono i tuoi concorrenti effettuando ricerche sul mercato online. Scopri cosa offrono, quali sono i loro prezzi e servizi e quale tipo di pubblico raggiungono.

Ecco sette domande comuni da porre durante la ricerca competitiva:

  • Chi sono i tuoi concorrenti?
  • Cosa offrono?
  • Come lo offrono?
  • Quanto costano i loro prodotti / servizi?
  • Cosa c’è di unico in loro o cosa fanno diversamente?
  • Come si posizionano nel settore (ad esempio, la più economica, la più semplice, la più alta qualità)?
  • Che tipo di pubblico raggiungono? (ad esempio, più vecchio, reddito più elevato, attivo online)

Il modo migliore per trovare queste informazioni è cercare online, cercando parole chiave del settore su Google o trovando concorrenti in uno strumento come Ahrefs . Scavando nei siti e nei profili dei concorrenti online, puoi imparare come posizionare la tua attività in modo che si distingua. Per una guida più dettagliata, leggi il nostro articolo sul completamento di un’analisi competitiva .

Completa un’analisi SWOT

Un’analisi SWOT è uno strumento di pianificazione strategica che è l’acronimo di punti di forza, debolezza, opportunità e minacce. È utilizzato per aiutare le aziende a concentrarsi su ciò che fanno bene, su dove possono migliorare e su quali opportunità possono trarre vantaggio. Per completare un’analisi SWOT, utilizzare il modello in alto per identificare i punti di forza, i punti deboli, le opportunità della tua azienda. Mantieni i tuoi appunti brevi ma chiari.

Esempio di analisi SWOT per un'azienda tecnologica

Esempio di analisi SWOT per un’azienda tecnologica

Determina il tuo punto di vendita unico (USP)

Un punto di vendita unico (USP) è ciò che distingue le aziende dalla concorrenza. Dopo aver acquisito una buona conoscenza del mercato competitivo, inclusi chi sono i concorrenti, cosa offrono e chi servono, guarda l’analisi SWOT e considera quale potrebbe essere il tuo USP. Usa i tuoi punti di forza per identificare le aree che ti distinguono e come queste potrebbero servire meglio il tuo pubblico target rispetto ai tuoi concorrenti. Aggiungi questo al tuo modello.

Esempio di una sezione di analisi competitiva all'interno di un piano di marketing

Esempio di una sezione di analisi competitiva all’interno di un piano di marketing

4. Definisci il tuo mercato di riferimento

Il mercato target di un’azienda è il suo pubblico o consumatore ideale. Le aziende dovrebbero definire il proprio mercato di riferimento al fine di comprendere meglio come possono servirli. Innanzitutto, identifica chi sono attualmente i tuoi clienti più preziosi, ovvero quelli con il più alto valore di vita. Quindi, identifica le informazioni demografiche chiave, gli interessi e i comportamenti di questa base di consumatori. Questo sarà il tuo acquirente.

Identificare i clienti con un valore elevato

Prima di poter approfondire le informazioni demografiche e psicografiche (interesse e comportamento) del tuo consumatore ideale, inizia identificando quelle che sono già le più preziose per la tua attività. Puoi farlo esaminando le informazioni sulle vendite o consultando il tuo personale di vendita; per ulteriori indicazioni, consultare il nostro articolo sul valore della vita dei clienti .

Crea personaggi dell’acquirente

Una persona acquirente è la rappresentazione del cliente ideale di un’azienda. Per crearne uno tuo, guarda i clienti di alto valore che hai appena assemblato ed esamina le loro informazioni demografiche, nonché i loro interessi, comportamenti, hobby e motivatori. Nota comuni e sovrapposizioni in modo da poter creare una persona acquirente ideale.

Ecco i 10 elementi più comuni di una persona acquirente:

  • Età
  • Genere
  • Razza
  • Posizione
  • Livello scolastico
  • Occupazione
  • Reddito familiare
  • Hobby
  • Interessi
  • Motivatori

Una persona acquirente dovrebbe essere su misura per soddisfare la tua attività e il tuo settore. Ad esempio, potresti anche voler includere elementi come se utilizzano o meno i social media e, in tal caso, quali piattaforme, quali tipi di dispositivi utilizzano e se adottano o meno le nuove tecnologie o tendenze. Ulteriori informazioni su come creare un profilo cliente .

Esempio di piano di marketing: sezione Destinatari

Esempio di piano di marketing: sezione Destinatari

5. Creare una strategia di marketing attuabile

Con le informazioni sulla ricerca e sul pubblico in atto, oltre a un USP chiaramente delineato, crea una strategia di marketing che soddisfi i tuoi obiettivi nel passaggio 2. Inizia descrivendo i tuoi elementi di marchio generali, quindi scegli una struttura di prezzi per la tua attività e seleziona i canali di marketing ideali .

Determina gli elementi principali del marchio

Un marchio è la rappresentazione facilmente identificabile della tua attività, che include elementi come logo, slogan, colori di design, tonalità / stile e posizionamento generale in un settore. Probabilmente hai già impostato molte di queste cose, ma assicurati di descriverle chiaramente nel modello in modo da poterle sfruttare quando costruisci garanzie di marketing.

Ecco gli elementi da definire / delineare come parte del tuo marchio:

  • Logo
  • Messaggio personale
  • Colori / fonts
  • Tono / stile della messaggistica (ad es. Casual, formale, in prima persona)
  • Posizionamento (ad es. Divertente, professionale, rilassato, orientato al supporto)

Stabilire una struttura dei prezzi

Parte della tua strategia di marketing è stabilire una struttura di prezzi. È il modello o il metodo utilizzato per determinare il prezzo migliore per i tuoi prodotti / servizi. La struttura dei prezzi che scegli dipenderà dalle tue esigenze specifiche, dai costi, dalla posizione di mercato, dalla concorrenza e da come desideri posizionare il tuo marchio. Rivedi le strutture dei prezzi di seguito e scegli quella più adatta alla tua attività e ai tuoi prodotti / servizi.

Le cinque strutture tariffarie più comuni sono:

  • Prezzi a costo aggiuntivo: questa è la strategia di prezzo più basilare in cui il prezzo viene calcolato sommando i costi e quindi aggiungendo un markup, generalmente sotto forma di percentuale.
  • Prezzi competitivi: le aziende possono basare i loro prezzi sui prezzi delle imprese concorrenti per rimanere competitivi.
  • Prezzi basati sul valore: è qui che le aziende fissano un prezzo basato sul suo valore percepito. In altre parole, stabilisce i prezzi in base a ciò che ritiene che i consumatori siano disposti a pagare per un prodotto / servizio. Per alcune aziende, ciò può significare un salto o un calo degli utili, a seconda di come i tuoi prodotti o servizi sono visti dal tuo mercato.
  • Riduzione del prezzo: la riduzione del prezzo è un tipo di strategia di prezzo in cui le aziende impostano il prezzo elevato e lo riducono nel tempo per cercare di trovare il punto in cui possono vendere la maggior parte dei loro prodotti / servizi al prezzo più alto.
  • Prezzi di penetrazione: le aziende che desiderano entrare in un mercato competitivo spesso scelgono i prezzi di penetrazione; questo è quando i prezzi sono bassi per aumentare le vendite e poi sono aumentati nel tempo per generare entrate. È usato come un modo per attirare nuovi clienti con il miglior prezzo, quindi aumentare il prezzo dopo aver dimostrato la lealtà dell’azienda.

Tieni presente che le aziende potrebbero voler prendere in considerazione diverse strutture di prezzi per soddisfare al meglio le loro esigenze. Ad esempio, un’azienda potrebbe voler utilizzare il costo più il prezzo, ma non è sicuro di quale dovrebbe essere il markup. Sebbene non stia cercando di offrire l’opzione più economica, desidera rimanere competitivo, quindi analizza i prezzi della concorrenza per scegliere un markup per i prezzi più vantaggiosi.

Seleziona canali di marketing

Quindi, selezionare i canali di distribuzione del marketing. Queste sono le piattaforme e i viali che utilizzerai per commercializzare la tua attività. Quando scegli quali canali di marketing utilizzare, considera il tuo pubblico di destinazione. Dove sono e quali canali li raggiungeranno? Idealmente, selezionerai i canali di marketing che raggiungono il tuo pubblico target e raggiungono efficacemente i tuoi obiettivi di marketing.

Ecco i sette canali di marketing più comuni per le piccole imprese:

  • Sito Web e SEO: un sito Web è il canale di marketing più comune ed è anche un canale cruciale per sensibilizzare e guidare le vendite online. Non è sufficiente creare un sito Web per piccole imprese ; le aziende devono anche utilizzare strategie SEO come la ricerca di parole chiave e l’ottimizzazione dei contenuti in modo che il loro sito sia ben posizionato nei risultati dei motori di ricerca, consentendo di trovare le aziende online.
  • Ricerca a pagamento: la ricerca a pagamento è una forma di pubblicità pay-per-click (PPC) in cui le aziende pagano per mostrare i propri contenuti o il proprio sito Web nella parte superiore dei risultati di ricerca. Le piattaforme di ricerca a pagamento più comuni sono Google Ads e Bing Ads. È la soluzione migliore per le aziende i cui siti non si classificano per le parole chiave scelte, ma hanno prodotti / servizi spesso richiesti dal pubblico. Ulteriori informazioni su come fare pubblicità su Google .
  • Social organici e a pagamento: milioni di persone usano i social network ogni giorno, quindi le aziende spesso usano queste reti per connettersi e coinvolgere il proprio pubblico di destinazione. Il social marketing organico prevede l’utilizzo di piattaforme social per la pubblicazione di contenuti originali, mentre il social a pagamento è una forma di pubblicità PPC in cui le aziende pagano per mostrare annunci a specifici segmenti di pubblico dei social media. Ulteriori informazioni sul social media marketing .
  • Marketing tramite e- mail : il marketing tramite e- mail prevede la creazione di campagne e-mail, incluse campagne di gocciolamento , che vengono inviate automaticamente agli elenchi degli iscritti. È un modo economico per raggiungere clienti e clienti esistenti. È la soluzione migliore per coloro che desiderano incrementare le vendite con clienti fedeli e introdurre prodotti / servizi in nuovi contatti interessati.
  • Marketing di affiliazione: il marketing di affiliazione è un tipo di programma di marketing o partnership in cui un’azienda viene pagata (generalmente sotto forma di commissione) per le vendite generate dai lead inviati a tale attività. Ad esempio, una società di web design può collaborare con un’agenzia di marketing SEO in modo da ottenere una commissione quando si riferisce ai propri clienti di utilizzare i servizi SEO di quella società. Ulteriori informazioni sul marketing di affiliazione .
  • Content marketing: il content marketing si concentra sulla produzione di contenuti digitali come blog e post sui social media al fine di aumentare l’esposizione del marchio. Ottieni tutti i dettagli su cosa sia il content marketing .
  • Contenuti passaparola e generati dagli utenti: il passaparola è sempre stato uno dei canali di marketing più efficaci. Tradizionalmente, il passaparola coinvolge i clienti che raccomandano la tua attività a familiari e amici, ma ora è anche sfruttato nelle recensioni online (ad esempio, Google Recensioni, Yelp e Recensioni di Facebook), nei commenti degli utenti in forum come Quora e Reddit, e attraverso contenuti e influencer generati dagli utenti.

Seleziona i canali di marketing più adatti al tuo marchio e più utilizzati dal tuo pubblico di destinazione. Ad esempio, un’azienda idraulica può essere più adatta per la ricerca SEO e a pagamento perché il suo pubblico spesso cerca servizi idraulici su motori di ricerca come Google. Un marchio di moda, tuttavia, può essere più adatto al marketing sui social media per catturare gli utenti che potrebbero essere interessati ai loro prodotti, ma non li stanno cercando attivamente.

Esempio di un piano di marketing - Canali di marketing

Esempio di un piano di marketing – Canali di marketing

Matt Bentley, fondatore e capo scienziato, posso classificare“Sviluppa una strategia di marketing che dimostri agli utenti e ai motori di ricerca di avere competenze di nicchia su alcuni argomenti. Crea diverse pagine di funzionalità informative che mostrano le tue conoscenze sul tuo settore. Scrivi post di blog di alta qualità che informino i tuoi lettori e rispondano a domande su argomenti strettamente correlati alla tua attività. ” —Matt Bentley, fondatore e capo scienziato, posso classificare

6. Determinare il budget di marketing

Dopo aver selezionato i canali di marketing, determinare qual è il budget di marketing complessivo. Con questo stabilito, allocare parte del budget totale a ciascuno dei canali di marketing scelti. Puoi farlo assegnando percentuali del tuo budget in base all’importanza di ciascun canale – che può essere determinato identificando dove il pubblico target trascorre la maggior parte del suo tempo – o la capacità di un determinato canale di aiutare la tua azienda a raggiungere il suo obiettivo di marketing complessivo.

Esempio di un piano di marketing - Budget

Esempio di un piano di marketing – Budget

7. Impostare un piano di monitoraggio delle prestazioni

L’ultimo passo è creare un piano di tracciamento delle prestazioni. Ecco come misurare il successo del tuo piano di marketing. Per fare ciò, scegli i tuoi indicatori di prestazione chiave (KPI) in base al tuo obiettivo di marketing e determina quando li controllerai. Ad esempio, un’azienda che cerca di aumentare le entrate del 30% in sei mesi dovrebbe pianificare di calcolare effettivamente le entrate generate in sei mesi. Quindi, seleziona uno strumento di analisi che ti consentirà di tenere traccia del KPI scelto.

Identificare i KPI

I KPI specifici che scegli per la tua azienda dipenderanno dai tuoi obiettivi, canali di marketing e pubblico. Tuttavia, i KPI comuni includono il traffico del sito Web, gli aumenti dei follower sui social media, i clic sugli annunci e gli aumenti delle entrate complessivi.

Ecco quattro KPI comuni:

  • Traffico del sito Web: può essere monitorato per ora, giorno, settimana o mese.
  • Aumenta follower: la maggior parte delle piattaforme di social media avrà strumenti di analisi di base che ti permetteranno di vedere aumenti follower nel tempo. Ma ci sono anche strumenti di terze parti che puoi usare che ti daranno maggiori informazioni.
  • Clic sugli annunci: se pubblichi annunci PPC di ricerca o social, avrai accesso a una dashboard di analisi che mostra quante persone hanno fatto clic sui tuoi annunci. Questo aiuta a determinare il loro successo.
  • Aumento delle entrate: l’obiettivo principale di qualsiasi azienda è aumentare le entrate, quindi tracciarle nel tempo può essere un indicatore del successo del marketing. Tuttavia, si consiglia di tenere traccia delle entrate specificatamente per una campagna di marketing per un’analisi più accurata.

Scegli uno strumento di analisi

Dopo aver stabilito i KPI, esamina le opzioni seguenti per capire quale strumento è il migliore per aiutarti a monitorare il tuo successo. Puoi anche utilizzare più strumenti, a seconda delle tue attività di marketing o degli obiettivi generali. Alcuni dei più comuni sono Google Analytics, Pardot, Mixpanel e HubSpot.

Ecco cinque strumenti di analisi e monitoraggio del marketing comunemente usati:

  • Direttamente tramite piattaforme pubblicitarie: le aziende che utilizzano annunci digitali come canale di marketing avranno analisi disponibili direttamente da tali piattaforme pubblicitarie, come Google Ads o Facebook Ads. Questi dati sono disponibili gratuitamente e aiutano le aziende a capire come stanno andando i loro annunci.
  • Google Analytics : è importante monitorare le prestazioni di un sito Web utilizzando l’analisi dei visitatori. Google Analytics è il principale fornitore di analisi dei siti Web con dati gratuiti e completi sui visitatori, tra cui visualizzazioni di pagina, frequenza di rimbalzo, posizioni degli utenti e altro.
  • Pardot : Pardot è uno strumento di automazione del marketing che può essere integrato con la piattaforma Salesforce. Dato che Salesforce è una piattaforma di vendita leader, molti scelgono di utilizzare Pardot per aggiungere dati di vendita e analisi di marketing.
  • Mixpanel : Mixpanel è un fornitore di analisi aziendale che porta l’analisi dei siti Web a un passo in avanti rispetto a Google Analytics non solo monitorando il comportamento degli utenti, ma suddividendo tali dati per aiutare le aziende a capire cosa significano effettivamente quei dati. Le aziende possono quindi utilizzare queste informazioni per prendere decisioni di marketing informate e strategiche. È disponibile gratuitamente, che include il monitoraggio fino a 1.000 visitatori del sito mensili.
  • HubSpot : la piattaforma di marketing HubSpot è una suite di marketing all-inclusive che offre alle aziende una piattaforma centralizzata per la gestione di tutti i loro canali di marketing. Viene fornito con analisi integrata e offre account gratuiti e account premium a partire da $ 50 al mese.

Ogni azienda dovrebbe impostare un piano di monitoraggio delle prestazioni, indipendentemente dal budget disponibile o dai canali di marketing scelti. Senza i dati e le analisi degli utenti, le aziende non sapranno se stanno raggiungendo i propri obiettivi o se devono adeguare le proprie strategie di marketing. Per le aziende a corto di budget, inizia prima con strumenti gratuiti, quindi aggiorna in base alle necessità nel tempo.

Domande frequenti (FAQ)

Cos’è un piano di marketing?

Un piano di marketing include diversi elementi che aiutano ad aumentare la consapevolezza e le entrate del marchio; questi includono un obiettivo di marketing globale, un’analisi competitiva per comprendere il panorama competitivo, un’analisi SWOT, personalità dell’acquirente e una strategia di mercato attuabile, completa di elementi di marchio, strutture di prezzi e canali di marketing.

Quanto costa il marketing con Google Ads?

Gli annunci Google sono una forma di pubblicità PPC in cui gli inserzionisti pagano per mostrare il loro sito Web o i loro contenuti nella parte superiore dei risultati di ricerca; è valutato in base al costo per clic (CPC). Il CPC medio per gli annunci della rete di ricerca di Google è di circa $ 2. Al momento, non esiste una spesa pubblicitaria minima giornaliera o mensile, quindi le aziende possono scegliere quanto spendere su Google Ads per soddisfare al meglio le loro esigenze. Ulteriori informazioni sui costi pubblicitari di Google .

Quanto costa la pubblicità su Facebook?

La pubblicità su Facebook è una forma di pubblicità sui social media pay-per-click in cui le aziende pagano in base ai clic e alle interazioni degli annunci. Il costo per clic (CPC) medio è di $ 1,86, ma i CPC variano ampiamente da $ 0,75 a oltre $ 10 per clic. Le aziende scelgono quanto spendere in annunci al mese in base agli obiettivi, ma la piccola impresa media che utilizza annunci di Facebook spende circa $ 1,00- $ 2,000 al mese. Ottieni la suddivisione completa dei costi pubblicitari di Facebook .

Bottom Line – Come scrivere un piano di marketing

Imparare a scrivere un piano di marketing aiuterà la tua azienda a identificare chiaramente gli obiettivi e i modi per raggiungerli. Per creare il tuo piano di marketing, prima scrivi il tuo riepilogo esecutivo. Quindi imposta il tuo obiettivo / obiettivo generale, conduce una ricerca competitiva, definisce il tuo pubblico di riferimento e crea una strategia di marketing, tra cui l’identificazione di elementi del marchio, prezzi e canali di marketing.

Coloro che non hanno il tempo o le competenze interne per creare e attuare strategie di marketing dovrebbero prendere in considerazione l’utilizzo di un’agenzia di marketing professionale come Hibu . Con Hibu, farai controllare esperti di marketing che lavorano per aiutare la tua azienda a raggiungere i suoi obiettivi a un prezzo accessibile. Inoltre, tutti i servizi sono personalizzati in base alle tue esigenze. Inizia oggi .

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close