Cerca

Come scrivere un Blog Post: La guida per principianti

Come scrivere un post sul blog su Hack the EntrepreneurImparare a scrivere un post sul blog – ogni maledetta settimana – è difficile. È difficile rimanere coerenti, anche per i blogger esperti.

Ecco perché sto condividendo questa guida passo-passo che trasformerà il tuo content marketing.

Quando stavo iniziando un blog , non pensavo di poter scrivere. Ho lottato con ogni aspetto della scrittura: procrastinazione, ortografia, grammatica e concentrazione. Avevo bisogno di un sistema.

Il Master Content Marketing di Pamela Wilson ha cambiato tutto per me. In effetti, questo libro ha fatto la mia lista dei miei migliori libri di lavoro .

Ho imparato a pubblicare articoli su base regolare e ho aumentato notevolmente il traffico del mio sito Web .

Pamela ha recentemente condiviso il suo brillante sistema di creazione di contenuti di quattro giorni sul podcast . Questa guida è il prodotto di quella conversazione.

Continua a leggere per imparare a scrivere un buon post sul blog in meno tempo (e con meno stress) di quanto tu abbia mai immaginato.

Modello di post sul blog: i 7 pezzi essenziali

Prima di approfondire il modo in cui puoi scrivere un post sul blog, esaminiamo le basi:

Che cos’è un post sul blog? Ancora più importante, ciò che rende buono?

Perché un post sul blog sia funzionale, deve coprire le necessità di base:

  • Per te : comunicare le tue idee.
  • Per i lettori : per capire di cosa stai parlando.

Entrambi sono più facili a dirsi che a farsi. Soprattutto se stai facendo tutto da solo.

È molto più semplice quando si comprendono le parti componenti di un buon post sul blog. Questi fattori lavorano insieme per attirare i lettori e mantenerli interessati fino alla fine del tuo post.

È possibile utilizzare le sette parti come framework per creare un articolo convincente, ogni volta.

Ancora meglio, l’uso di un modello elimina l’ansia di una pagina vuota.

per scaricare il modello di blog GRATUITO

Ecco le sette parti di un post di blog efficace per utilizzare un modello ogni volta che inizi un nuovo articolo:

1. Un titolo forte

Non importa quanto siano grandi i tuoi contenuti se nessuno fa clic sul titolo.

Un titolo forte attirerà i lettori al tuo articolo. Pensalo come un piccolo pezzo di pubblicità per i tuoi contenuti.

Prenditi il ​​tuo tempo per trovare un titolo convincente – uno che attiri l’attenzione mentre dice ai lettori di cosa tratta l’articolo.

Suggerimenti per la scrittura del titolo del post sul blog

Scrivi quante più idee puoi – almeno 20. Le prime che scrivi saranno idee cattive, cliché, riciclate. Tirali fuori dal tuo sistema e otterrai alcune idee uniche e cliccabili.

Guarda altri blog in altri mercati. Scopri quali titoli attirano la tua attenzione e adattali al tuo argomento.

Prova questo analizzatore principale da Co-Schedule .

analizzatore del titolo

2. La prima frase

Il libro di Pamela ha un intero capitolo dedicato all’apertura delle frasi: ecco quanto sia cruciale questo pezzo di scrittura.

Immagina che qualcuno abbia appena cliccato sul tuo articolo. Non hanno deciso se vale la pena leggere o meno. Stanno passando sopra il pulsante Indietro, e hai solo un secondo o due per tirarli giù dalla pagina.

La prima frase dovrebbe essere breve, ma avvincente, quindi i lettori continuano sul corpo principale del tuo articolo.

Ecco un esempio dal blog di Big Brand System:

frase di apertura per un post sul blog 1

3. Introduzione

La frase di apertura fa parte di una sezione introduttiva del post sul blog.

Questa introduzione dovrebbe essere una rapida panoramica generale di ciò che i lettori impareranno nel resto dell’articolo. I lettori dovrebbero essere entusiasti di continuare. Come un trailer del film, fornisce i punti salienti principali e fa desiderare loro di vedere la funzione.

Tienilo breve, nell’intervallo da cinque a dieci frasi. I lettori sono lì per imparare ciò che hai promesso nel titolo. Rischi di perdere l’attenzione se prosegui troppo a lungo nell’introduzione.

4. Sottotitoli

I sottotitoli sono come titoli in miniatura inseriti in tutto l’articolo. Sono essenziali per la scrittura di contenuti SEO per un paio di motivi:

  • Aiutarti a organizzare le tue idee prima di scrivere
  • Suddividi visivamente il contenuto, rendendolo più facile da digerire
  • Rendi gli articoli facili da sfogliare, come le persone tendono a fare online

Ecco come appaiono i sottotitoli nella pagina, dalla prima sezione di un articolo sulla mentalità imprenditoriale :

sottovoci per un articolo

In questi giorni, ognuno è ricco di contenuti e povero di tempo. I lettori sfogliano gli articoli e leggono solo i sottotitoli prima di decidere di dedicare del tempo alla lettura.

Ecco perché i sottotitoli convincenti sono così importanti. Se sono noiosi, vaghi o inesistenti, perderai le persone prima ancora che inizino a leggere.

5. Copia principale

Tutta la scrittura che si inserisce sotto i sottotitoli è il corpo principale del tuo post sul blog.

Poiché il contenuto online viene letto più spesso quando è suddiviso in molte sezioni, mantieni breve ogni sezione. Obiettivo per 3-5 paragrafi.

Nella copia principale, fai tutto il possibile per facilitarne la lettura. In questa sezione del mio post sui modelli di business online ho usato i punti elenco e il testo in grassetto:

scrivendo un post principale sul blog post

Se è necessario andare oltre i cinque paragrafi, suddividere ulteriormente le sezioni in sottosezioni.

6. Riepilogo

Dopo il testo principale del tuo articolo, riassumi ciò di cui hai parlato.

Come le ultime miglia di un viaggio, un riassunto è un momento per parlare di tutto il terreno che hai coperto. Devono essere solo poche frasi per coprire i punti salienti.

È anche un buon momento per ricordare alle persone cosa hanno imparato, soprattutto per articoli più lunghi. La psicotattica fa un ottimo lavoro nel riassumere questo post , senza sembrare ripetitivo:

scrivendo una conclusione di post sul blog

Pensa al riassunto come congratularmi con i tuoi lettori per essere arrivato alla fine e far loro sapere che era tempo ben speso.

7. Invito all’azione

Questo è marketing dei contenuti. Vuoi che faccia qualcosa per il tuo business, giusto?

Il CTA (call to action) è un’opportunità per te per dire ai lettori cosa vuoi che facciano dopo. Che si tratti di iscriversi a qualcosa, diventare parte della tua base di clienti o unirti al tuo pubblico, chiedi ai lettori di agire.

Non si tratta sempre di effettuare un acquisto: pensalo come un continuum. Può essere un leggero incoraggiamento fino a un vero e proprio lancio di vendite.

Ecco alcune idee:

Incoraggiamento da attuare

Una semplice parola di incoraggiamento ad agire per cambiare carriera a 40 anni :

invito all'azione incoraggiamento

lascia un commento

cta per un post sul blog commenti

Iscriviti per ricevere un magnete al piombo

lead magnet call to action per un post sul blog

Leggi un altro contenuto

Come in questo esempio di Wait But Why , suggerisci qualche ulteriore lettura sull’argomento:

invito all'azione per un post sul blog leggi di più

per scaricare il modello di blog GRATUITO

L’uso di un framework può sembrare restrittivo, ma i vincoli aiutano nelle attività creative. Le restrizioni ti consentono di essere completamente libero entro parametri definiti.

Con i post del blog, stai già lavorando con un vincolo naturale: l’intervallo di attenzione dei lettori. Con una struttura da seguire, non solo è più facile scrivere buoni post sul blog, ma è più facile da consumare per i lettori.

Master Content Marketing  è una risorsa incredibile per chi è nuovo di scrittura per il business online. Non posso raccomandarlo abbastanza.

Se vuoi migliorare la tua scrittura, prendila e tienila sulla scrivania ogni volta che inizi un nuovo post sul blog.

master marketing di contenuti

Ora che hai capito cosa rende un buon post sul blog, sei pronto per iniziare a pubblicare.

Come blog in modo coerente: il sistema di creazione di contenuti di 4 giorni

Una delle maggiori sfide che le persone devono affrontare nel blog è rimanere coerenti.

All’inizio è facile quando sei pieno di entusiasmo, toccando la tastiera. Ma quando il tempo è breve e l’ispirazione è inesistente, la prima vittima è macinare un post sul blog.

Pamela ha creato un metodo “pigro” per scrivere un post sul blog. Funziona come per magia per tenere traccia dei tuoi programmi di pubblicazione.

Il suo sistema distribuisce il lavoro per diversi giorni, quindi non consuma mai l’intera settimana. Suddivide il progetto in pezzi gestibili, quindi è più facile iniziare e finire.

Soprattutto, questo sistema garantisce che i tuoi post sul blog siano notevoli perché:

  • Guarderai il tuo articolo più di una volta, con occhi nuovi.
  • Avrai tempo di modificare e perfezionare la tua scrittura.

L’ultimo libro di Pamela, Master Content Strategy , è una guida completa al marketing dei contenuti, inclusa la scelta degli argomenti, la promozione dei contenuti e la pianificazione.

Il sistema di creazione di contenuti di quattro giorni fa parte del libro e l’argomento della nostra recente intervista.
Mentre leggi le quattro fasi seguenti, tieni a mente questi presupposti:

  • Il punto di partenza : hai già scelto l’argomento e fatto la tua ricerca (Master Content Strategy è di grande aiuto in questo).
  • Distribuisci i giorni come vuoi : non devi fare quattro giorni di fila. L’importante è fare una pausa dopo ogni tappa e tornare con occhi nuovi.

Giorno 1: crea una spina dorsale per il tuo articolo di blog

Ricordi di aver imparato a scrivere una bozza nella scuola elementare?

Questo è essenzialmente quello che farai il primo giorno. Costruirai una struttura che manterrà la forma del tuo articolo, come una spina dorsale.

La differenza è che non stai scrivendo un giornale scolastico, stai imparando a scrivere un buon post sul blog. La spina dorsale del tuo post sul blog è costituita da:

1. Un titolo convincente

Fai un po ‘di brainstorming per trovare molte idee per il titolo. Ricorda, ci vuole un po ‘di scavo per superare la spazzatura – gli non originali, insipidi e noiosi.

A questo punto, devi accontentarti di un’idea convincente del titolo. Questa non sarà necessariamente la versione finale poiché hai un sacco di tempo per modificarla prima di pubblicare.

Per ora, scegli il miglior candidato per il titolo e vai avanti per costruire il resto della spina dorsale.

2. Sottotitoli

Ora è il momento di organizzare i tuoi pensieri sull’argomento:

  • Scrivi i punti principali che vuoi fare, in forma di punto.
  • Disporre i punti in una sequenza logica.

Dovresti avere almeno da tre a cinque sottotitoli e altro per articoli più lunghi.
Suddividere le informazioni il più possibile – creare sottosezioni sotto i sottotitoli dove ha senso.

A seconda del formato del tuo blog, i sottotitoli potrebbero essere:

  • Post di elenco: voci di elenco numerate
  • Delineare un processo: passaggi di azione
  • Guida approfondita: vari aspetti dell’argomento

Quando hai ridotto la struttura di base, presta attenzione alla formulazione dei sottotitoli. Ricorda che i sottotitoli funzionano come mini-titoli. Se fatto bene, creano interesse e attirano ulteriormente i lettori nel tuo articolo.

E questo è tutto! Tutto quello che devi fare il primo giorno è scrivere un titolo e sottotitoli.

Ora che vai via, penserai ai tuoi contenuti. Il quadro è lì e le idee inizieranno a spuntare, mentre prosegui per il resto della giornata – o diavolo, usa questo tempo libero per iniziare il tuo trambusto laterale .

Suggerimenti per la scrittura di blog: usa gli stessi strumenti ogni volta che scrivi

per scaricare il modello di blog GRATUITO

Alcuni strumenti, oltre a carta e penna, sono utili per costruire la spina dorsale di un articolo di blog.

Non importa quale strumento utilizzi, purché sia ​​quello che aiuta le idee a fluire più facilmente.

Ad esempio, Jonny utilizza note adesive per tutte le sottovoci e sottosezioni. Quindi è facile spostarli mentre elabora la sequenza migliore.

note per la scrittura di un articolo efficace

Pamela usa le mappe mentali per pianificare il contenuto . I sottotitoli sono rami della mappa che sono facili da spostare in qualsiasi ordine.

mappa mentale per delineare le tue idee

L’uso dello stesso set di strumenti ogni volta che si avvia un post sul blog stimola il cervello a passare alla modalità di creazione dei contenuti.

Quindi, una volta trovati gli strumenti che ti piacciono di più, continua a usarli, ogni volta che scrivi.

Giorno 2: scrivere la prima bozza

Inizia con una tazza di caffè in più – questa è una grande giornata di scrittura.

Dal momento che stai iniziando con il titolo e i sottotitoli, tutto ciò che devi fare è scorrere e compilare le sezioni:

  • Prima frase
  • introduzione
  • Copia sotto ogni sottovoce
  • Sommario
  • Chiamare all’azione

Ecco la cosa più importante da ricordare quando si scrive la prima bozza:

Scrivi in ​​avanti, non indietro.

Non tornare indietro per modificare nulla. Entro la fine del secondo giorno, tutto ciò che devi fare è fatto. Basta prendere i pensieri dalla testa, in posizione e pronti per la modifica il giorno successivo.

La prima bozza sarà disordinata. Pensalo come una palla di argilla che tornerai a modellare e finirai la prossima volta che ci lavorerai.

Scrivere la prima bozza è il giorno più difficile per la maggior parte delle persone. Quando hai finito, vai via e fai una meritata pausa.

Suggerimenti per la scrittura di blog: scrivere fuori servizio e utilizzare un timer

Cosa succede quando ti siedi con la spina dorsale dell’articolo, il caffè e … i grilli. Non hai idea di cosa scrivere per la prima frase.

Ogni secondo che ti siedi lì guardando lo spazio vuoto, aumenti le possibilità che ti arrenderai prima ancora di iniziare a scrivere.

Concediti una vittoria veloce. Passa alla sezione che desideri.

Hai il permesso di scrivere le sezioni nell’ordine che preferisci. Questa è la bellezza di un framework: puoi saltare fino a quando tutte le sezioni sono state completate.

L’altra sfida del secondo giorno è rimanere concentrati. Ci vuole molto tempo per scrivere una bozza, soprattutto se ti arrendi alle distrazioni.

Prova a impostare un timer per concederti un limite di tempo.

Un limite di tempo ti spingerà a correre verso il traguardo ed evitare le tentazioni (come smettere di modificare, fare un panino o cercare scrittori a noleggio).

Giorno 3: modifica e formattazione del tuo post

Come editore, stai guardando il lavoro dal punto di vista del lettore. Devi passare dalla modalità di scrittura alla modalità di modifica.

Ecco perché è così importante suddividere la scrittura e la modifica in sessioni separate. Se devi eseguirli entrambi nello stesso giorno, fai una pausa.

Quando torni al tuo post sul blog con occhi nuovi, è tempo di modificarlo.

Leggi l’articolo. Fallo sembrare invitante. Fai tutto il possibile per semplificare la lettura e la lettura online:

  • Semplifica : elimina parole extra e frasi lunghe.
  • Rompi i paragrafi : ogni volta che l’idea gira un angolo, premi Invio.
  • Elenchi puntati : le informazioni consecutive sono più facili da leggere in un elenco puntato. Ad esempio, “Fai questo, questo e questo”, può essere convertito in un elenco puntato.
  • Virgolette : scegli le frasi da enfatizzare con le virgolette. Questo aiuta a spezzare il testo e renderlo più scremabile.

Questo è anche il momento di aggiungere immagini ovunque sia possibile nel tuo post sul blog. Per lo meno, crea un’immagine per la parte superiore del tuo post e una per ogni sezione principale.

Le immagini si aggiungono al fascino visivo del tuo blog e aiutano a trasmettere il tuo messaggio in modo più efficace. Le immagini vengono elaborate in una parte diversa del cervello rispetto alle parole, una parte meno occupata.

Ecco una fantastica risorsa sul marketing visivo per aiutarti a iniziare.

Entro la fine del terzo giorno, il tuo post sul blog è pronto per essere pubblicato:

Nel design della stampa, dove Pamela ha iniziato la sua carriera, gli errori sono costosi. Ristampare 25.000 copie a causa di errori è una spesa enorme.

Online, è facile (e gratuito) apportare modifiche dopo la pubblicazione.

Ovviamente, vuoi assicurarti di pubblicare post di blog di alto livello. Ma affrontiamo i fatti:

Stai per fare errori. Non lasciare che il perfezionismo ti impedisca di pubblicare.

Chiunque scriva online alla fine riceverà e-mail e commenti che segnalano errori. Non c’è bisogno di essere mortificato. Più spesso, i lettori stanno cercando di essere utili, non critici.

Quando succede, basta dire grazie. E correggi l’errore – di solito è abbastanza facile.

Se qualcosa ha un errore, la gente sa che non è stata scritta dall’intelligenza artificiale, è stata scritta da un essere umano.

Suggerimenti per la scrittura di blog: grammatica e strumenti di ortografia

La maggior parte dei blogger non ha un editor. Avviare un’attività di solito significa fare tutto da soli per la prima volta.

Ciò significa che spetta a te assicurarti che la tua scrittura sia chiara, concisa e corretta. Investire negli strumenti giusti rende il montaggio molto più semplice.

Grammarly è un vero toccasana , specialmente se non sei uno scrittore fiducioso.

Grammaramente non solo corregge gli errori di ortografia e grammatica, ma rafforza la tua scrittura, ma identifica parole ripetitive e frasi deboli.

Giorno 4: pubblicazione e promozione del tuo post sul blog

Il quarto giorno, è tempo di indossare il cappello di marketing. Il tuo compito è diventare un sostenitore dell’articolo che hai lavorato così duramente per mettere insieme.

Il primo giorno di pubblicazione, devi mettere il post sul blog davanti a quante più persone possibile. Questo è un momento critico per attirare l’attenzione e aiuterà le tue classifiche SEO. (Puoi anche aiutare il tuo SEO utilizzando un servizio software dedicato. Dai un’occhiata alla nostra recensione SEMrush per ulteriori informazioni su ciò che questi programmi possono fare.)

Pensa a cosa fanno le persone quando hanno un bambino. Chiamano tutti a condividere le notizie:

“C’è un nuovo bambino, il suo nome è Susie, pesa 8 libbre e siamo davvero entusiasti!”

Questo è ciò che stai facendo quando promuovi il tuo post: far sapere a tutti che hai una nuova risorsa per loro. Ne sei entusiasta e pensi che lo saranno anche loro.

1. Promuovi il tuo post sul blog sui social media

Inizia con le piattaforme di social media in cui sei attivo. Non devi essere su ogni singola piattaforma, solo una o due su cui ti concentri.

promuovere il tuo articolo su Twitter

Parla del tuo nuovo post tre o quattro volte il primo giorno.

Questo può sembrare eccessivo, ma non lo è. In qualsiasi momento, un diverso gruppo di persone sta scorrendo il loro feed.

Ogni giorno menzionalo di nuovo.

Scrivi post diversi, ma non aver paura di ripetere il tuo messaggio. Hai un contenuto fantastico che hai lavorato duramente per dare vita.

2. Notifica i tuoi abbonati e-mail

Invia un’email alla tua lista, con un link al tuo nuovo post sul blog.

Tutto quello che devi includere è una breve nota, invitandoli a venire a dare un’occhiata alla nuova risorsa che hai creato, solo per loro.

Puoi anche includere il bit di apertura del tuo articolo come teaser per renderli interessati alla lettura.

3. Raggiungi una rete più ampia

Ogni tanto hai un contenuto epico di cui sei molto orgoglioso. Contatta i colleghi con questi, chiunque pensi possa trovare utile il tuo post.

Chiedi alle persone di condividerlo con il loro pubblico. Rendi il più semplice possibile per loro, offrendo di pre-scrivere post.

Anche se non hanno un pubblico, potrebbero essere una fonte sorprendente di nuovi lettori. Ad esempio, potrebbero includerti in una newsletter aziendale o condividerli con il loro team al lavoro.

Ogni volta che includi i leader del pensiero in un articolo, faglielo sapere.

È probabile che altri scrittori condividano le tue cose quando le citi. Trova un modo per metterti in contatto e fai sapere loro che hai condiviso la loro saggezza nel tuo nuovo post sul blog:

  • Invia loro un’e-mail
  • Taggali sui social media
  • Invia un modulo di contatto sul loro sito Web

Non devi chiedere nulla, basta dare loro un avvertimento. Se a loro piace l’articolo, lo condivideranno.

Ad esempio, Pamela invia una newsletter settimanale di contenuti curati ai suoi abbonati. Ogni volta che è inclusa in un articolo, entra direttamente nella newsletter in cui la sua intera lista di email lo vedrà.

Questa è una buona ragione per citare (e includere link) le persone che ammiri.

Suggerimenti per la scrittura di blog: non abbandonare mai il tuo post dopo aver toccato la pubblicazione

L’errore più grande che puoi fare nel blogging è credere: “Ho finito quando colpisco la pubblicazione”. Imparare a scrivere un post sul blog in modo efficace è molto più che imparare a scrivere.

Se vuoi che le persone leggano i tuoi post sul blog, la promozione è assolutamente essenziale.

È difficile promuovere il tuo lavoro. Molte persone hanno difficoltà a sentirsi autocoscienti e autopromozione. Non è facile cambiare il tuo pensiero – devi farlo comunque.

Naturalmente, parlare del tuo blog ti avvantaggia. Ma lo scopo principale del content marketing è di aiutare i lettori con risorse preziose. Non puoi farlo se non vedono i tuoi post.

Inizia in piccolo e ti abituerai al processo.

Come scrivere un post sul blog: l’unico post che conta

Entro il primo anno di apertura di un blog, la cosa più importante è pubblicare molti contenuti. Più post sul blog pubblichi, più informazioni sono disponibili:

  • Per i motori di ricerca per aiutare i lettori a trovare il tuo sito.
  • Per i lettori di capire di cosa tratta il tuo sito.
  • Per farti conoscere quale tipo di contenuto piace di più al tuo pubblico.

In Master Content Strategy , Pamela ti incoraggia a pubblicare ogni settimana durante il primo anno.

E l’unico post sul blog che conta è quello effettivamente pubblicato.

Ora hai tutto ciò di cui hai bisogno per pubblicare nei tempi previsti, ogni volta: una struttura da seguire e un processo semplificato su come scrivere un post sul blog.

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il blog è ancora super redditizio.

Se sei pronto per iniziare a scrivere sul blog, ti consigliamo un solo corso, ovvero  Launch Your Blog Biz  ed è stato creato da Alex e Lauren in Create and Go.

Il blog ha portato Alex e Lauren da giovani professionisti che vivono ogni secondo nel fine settimana per guadagnare oltre $ 100.000 al mese e viaggiare per il mondo intorno ai vent’anni!

E con  Launch Your Blog Biz , ti insegnano la soluzione passo-passo per portare il tuo blog da $ 0 a $ 1,000 / mese con traffico gratuito e marketing di affiliazione.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close