Cerca

Come scrivere il tuo primo post sul Blog [Migliori suggerimenti e strategie]

l blogging ha aperto le porte a chiunque per condividere le proprie opinioni online ed essere ascoltato. È anche diventato un potente strumento di marketing progettato non solo per educare ma anche per vendere.

Tutto si riduce all’approccio alla scrittura e allo stile impiegato. 

Anche decenni dopo (la storia del blog risale agli anni ’90), scrivere un blog o un blog rimane parte integrante della cultura online. 

Da voci informali che assomigliano a un diario, il tipo di contenuto pubblicato online si è notevolmente evoluto. Il rapido cambiamento è alimentato dal cambiamento costante negli algoritmi dei motori di ricerca, in particolare quelli di Google.  

Hai intenzione di saltare sul carro? 

nuovo post sul blog

Il blogging ha molti vantaggi, ma non puoi goderteli dall’oggi al domani. Ci sono ostacoli che devi prima superare prima di avere un assaggio di successo.

Quando lo fai, tuttavia, è tutto dolce da lì. Con un po ‘di manutenzione, ovviamente. 

Una cosa che devi fare per creare una solida base è imparare a scrivere il tuo primo post sul blog utilizzando tutti gli ingredienti giusti.

Lo scopo di questo articolo è quello di dotarti di tutti gli strumenti necessari per farlo. Entro la fine di questo post, sarai in grado di creare contenuti che le persone vogliono leggere, condividere e parlare.

Analizza il PERCHÉ e COSA della tua categoria / nicchia di blog

Non c’è modo di scrivere un post sul blog completo senza un argomento in mente. Certo, puoi scrivere alcune frasi qua e là, ma la tua idea non avrà una direzione specifica se non riesci a individuare l’argomento che vuoi affrontare. 

Pertanto, la necessità di identificare un argomento in base a una categoria o nicchia che si sceglie. 

Pensa alla tua nicchia come al tema generale del tuo blog. Servirà come base per qualsiasi contenuto che produci da qui in avanti.

Quindi è molto importante che tu scelga una categoria o una nicchia di cui puoi scrivere con facilità. 

Come identifichi per quale categoria sarai conosciuto?

Fornisci le risposte alle seguenti domande di seguito.

  • Di quale materia o categoria hai una conoscenza intima?

  • Cosa ti interessa di più e cosa ti appassiona?

  • Qual è la prima cosa che la gente vorrebbe sapere sulla categoria o sull’argomento che scegli?

  • Pensi che l’argomento di cui vuoi scrivere possa aiutare, informare ed educare le persone?

  • Qual è lo scopo del tuo blog?

  • Sapevi che un blog non riguarda te ma ciò di cui ha bisogno il tuo pubblico di destinazione?

come scrivere il tuo primo post sul blog_qual è la tua storia

Quindi ecco come potrebbero essere le tue risposte.

  • Ho una conoscenza approfondita degli impianti idraulici perché ho lavorato come idraulico per più di 5 anni.

  • Sono interessato e appassionato di aiutare altre persone e insegnare loro quello che faccio. 

  • Penso che si tratterebbe di perdite e zoccoli, prevenzione e soluzioni. 

  • Sì. Sono certo che il contenuto che scrivo si rivelerà utile e vantaggioso per i lettori.

  • Lo scopo del mio blog è prima di tutto educare i lettori e poi commercializzare i miei servizi. 

  • Prima non lo sapevo, ma ora lo sono.

Sulla base delle tue risposte, puoi identificare il motivo per cui vuoi scrivere sull’idraulica e che il tema del tuo blog sarebbe l’idraulica nella sua forma più specifica e il miglioramento della casa in un ambito più ampio. 

La consapevolezza che non stai scrivendo di te stesso determinerà anche il tono e lo stile che impieghi quando scrivi il tuo blog.

Identifica il tuo pubblico di destinazione

È molto più facile scrivere un blog se sai chi sono i tuoi lettori. 

Pensa al blog come a un modo per comunicare con una certa persona in formato testo. Ciò significa che il contenuto di cui scrivi deve risuonare con le persone con cui stai parlando.

Questo è il motivo per cui è importante identificare il tuo mercato di riferimento.

analisi di mercato

Crea una persona acquirente / lettore

È facile pensare che stai scrivendo per chiunque sia interessato agli impianti idraulici. Quello che non sai è che persone diverse hanno esigenze diverse in una fase specifica del loro percorso di acquisto. 

Un potenziale cliente, ad esempio, sta verificando i tuoi servizi perché vuole sapere chi chiamare in caso di problemi.

Un altro cliente è pronto a prendere il telefono e prenotare i tuoi servizi perché ha bisogno di una perdita riparata immediatamente. 

In entrambi i casi, puoi fornire il contenuto del blog appropriato. Più scenari puoi individuare, più argomenti puoi scrivere. 

Nella creazione di una buyer persona, combina dati reali con alcune speculazioni istruite sul loro comportamento, obiettivi, dati demografici e motivazioni.

Ecco un esempio di acquirente:

Tommaso

Sfondo:

  • Padrone di casa

  • Responsabile delle risorse umane

  • Sposato con 3 figli

Dati demografici:

  • Genere maschile

  • Età: 45-80

  • Livello di reddito: $ 70K- $ 120K

Identificatore:

  • Sensibile ai costi

  • Lento nel prendere una decisione

  • Punti dolenti: possedere una casa, manutenzione della casa

  • Alla ricerca dei migliori idraulici, riparazione vasca da bagno

Quindi, identifica in quale fase del viaggio dell’acquirente si trova Thomas.

attività commerciale

Fasi del viaggio di un acquirente

Fase di consapevolezza

Questa è la parte in cui un potenziale cliente sta riscontrando i sintomi di un problema e sta facendo ricerche per dare un nome, inquadrare o comprendere chiaramente i problemi che sta affrontando. 

La tua risposta: fornire loro le informazioni necessarie che li istruiranno. Il tuo blog dovrebbe essere la risposta che stanno cercando.

Fase di considerazione

A questo punto, il potenziale cliente sa già qual è il problema o l’opportunità e sta cercando metodi e approcci da utilizzare. 

La tua risposta: fornisci loro la consulenza di esperti, completa di risorse chiare e concise. Ciò contribuirà a creare fiducia tra te e il tuo pubblico.

Fase decisionale

Ora che il potenziale cliente ha scelto un approccio, un metodo o una strategia specifici da utilizzare, sta cercando fornitori e fornitori di servizi disponibili. 

La tua risposta: presentati come l’opzione migliore in modo che quando un potenziale cliente prende una decisione finale di acquisto sceglierà TE. Fornire consulenze e preventivi gratuiti.

Mettiamo insieme tutte le informazioni. 

Thomas ha bisogno di aiuto per la riparazione della vasca da bagno ma non vuole pagare più di quanto dovrebbe. Sta esaminando diversi fornitori di servizi ma non riesce a decidere quale assumere. 

Thomas è nella fase decisionale, ma non riesce a decidere abbastanza velocemente. L’argomento che scrivi per lui dovrebbe ruotare intorno a come puoi aiutare a risolvere il suo punto dolente velocemente in modo conveniente. Elaborare che, anche quando la tua citazione è un po ‘più alta, sta ottenendo un grande valore per i suoi soldi. 

Curate diverse idee per i post del blog, ma ingranditene una

Non lesinare sulla materia prima

Se ti capita di essere un ampio lettore, allora hai sicuramente un’idea o due su cosa scrivere per il tuo primo post online. Leggere contenuti da una vasta gamma di fonti e luoghi manterrà la tua zucca piena di argomenti da considerare e di cui eventualmente scrivere. 

Inoltre, quando un’idea ti viene in mente all’improvviso, assicurati di scriverla per preservarla. Puoi elaborarlo in seguito, ma dovresti afferrare l’idea mentre è ancora fresca. 

La generazione di idee per i contenuti non deve implicare un processo complesso. Puoi farlo da solo. 

Che attiri, coinvolga o delizia o meno i tuoi lettori target è un’altra storia.

Poni una serie di domande per ottenere idee per il tuo primo post sul blog

Quali sono le domande più frequenti sul tuo settore o nicchia / categoria? 

Poiché le persone chiedono o fanno ricerche al riguardo, allora sono interessate a sapere. Fornire loro la risposta che stanno cercando ti darà un’idea di cosa scrivere nel tuo post. 

Per cosa hanno bisogno di aiuto il tuo mercato di riferimento o i tuoi potenziali clienti? 

quali prodotti

Se stanno cercando una soluzione, scrivici e offri valore ai tuoi lettori. 

Di cosa parlano i tuoi concorrenti, influencer, altri blogger e leader del settore? 

Puoi aggiungere i tuoi due centesimi o approfondire ulteriormente un articolo esistente. Questo è un ottimo modo per stabilire la tua autorità su un particolare argomento.

Usa uno strumento per la ricerca sull’argomento

Le idee per il tuo post sul blog non devono essere interamente tue. Perché stressarti quando Internet può fornirti tonnellate di idee? 

Ci sono strumenti che puoi usare.

  • Ahrefs Content Explorer

  • BuzzSumo

  • Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google

  • Raccoglilo

  • Piattaforma di contenuti SEMrush

  • Ubersuggest

Dai un’occhiata alla mia altra guida, se sei interessato alle idee di business online più redditizie .

Ottieni idee da Google

La funzione di completamento automatico di Google ti mostrerà possibili argomenti da scrivere in base alle parole o alle parole chiave digitate nella barra di ricerca.

google autocomplete_bathtub-repair_

Anche la sezione “Le persone chiedono” è un tesoro di argomenti. Puoi spiegare ogni domanda, dopotutto.

le persone chiedono anche_bathtub-repair_

Se scorri i risultati della ricerca, scoprirai molto altro di cui scrivere. 

Scorri ulteriormente verso il basso e puoi ottenere altrettante idee dalle ricerche correlate.

ricerche correlate_parazione-vasca_

Visita forum, Quora, Rispondi al pubblico, ecc.

In alcuni casi, scrivere di argomenti a cui le persone sono già interessate renderà il tuo post sul blog attraente e coinvolgente . 

Quindi controlla i forum e scopri cosa le persone vogliono sapere sul mondo degli idraulici e degli impianti idraulici, o qualunque sia la tua nicchia.  

In Quora, invece, troverai domande a cui puoi rispondere tramite il tuo blog. C’è un argomento specifico che puoi approfondire? Scrivilo e pubblicalo. 

Con Answer the Public, hai solo bisogno di una o due parole chiave o frasi chiave per generare idee per l’argomento. In questa piattaforma, i risultati vengono presentati sia in formato visivo che in formato dati. Restituirà anche un elenco di parole chiave a coda lunga.

come scrivere un post sul blog_rispondere al pubblico

Dai un’occhiata al tuo blog preferito

C’è qualche blog in cui ti identifichi direttamente? Se sì, dovresti dare un’occhiata ai suoi post più popolari e trarne idee. 

Il tuo primo modello di post sul blog può essere una versione rivista di un post esistente che è diventato virale o è stato condiviso migliaia di volte. 

Proprio come quando scrivi contenuti ispirati dai blog della concorrenza, puoi riscrivere o scrivere qualcosa di meglio di un contenuto popolare che ha già guadagnato popolarità online.

Suggerimento : per semplificare la creazione di contenuti, utilizzo il  miglior rewriter e spinner di articoli . Dai un’occhiata a questi strumenti. Alcuni di loro sono davvero buoni. Personalmente preferisco  ChimRewriter .

Lascia che le parole chiave ti guidino nella selezione degli argomenti

Supponi di voler scrivere di scarpe da corsa per uomo. Se utilizzi la frase su uno strumento di ricerca per parole chiave, scoprirai idee per argomenti interessanti. 

scarpe da corsa per uomo_ubersuggest

Alcune parole chiave correlate sono:

  • Marche di scarpe da corsa

  • Le migliori scarpe da corsa per uomo

  • Le migliori scarpe da corsa per uomini con i piedi piatti

  • Scarpe da corsa Adidas

  • Scarpe da corsa Nike

Se fai riferimento al volume di ricerca, conoscerai il numero di persone che usano la frase durante la ricerca di qualcosa online. Il numero può tradursi in traffico che porta al tuo sito web .

Non puntare ai primi 10 risultati di Google … non ancora, comunque

Ogni blogger mira a posizionarsi in alto nei risultati di ricerca. Ma la realtà è che questo è difficile da ottenere, soprattutto con i blog esistenti della concorrenza. 

Piuttosto che mirare al (quasi) impossibile, valuta quanto è difficile classificare il tuo nuovo blog. 

Usa l’estensione MozBar per capire quanto è competitiva la tua parola chiave target. 

Installa l’estensione in Chrome, attivala e assicurati di selezionare la casella di controllo etichettata Link Metrics. 

scarpe da corsa per uomo_mozbar

Quando digiti la parola chiave o la frase di destinazione, controlla i risultati della ricerca per DA (Domain Authority), PA (Page Authority) e Link.

Evita query e parole chiave con DA e PA superiori a 20. 

Per quanto riguarda i collegamenti, tuttavia, non importa molto. Una volta ottenuto un DA più elevato, tutti i tuoi articoli verranno classificati meglio in modo naturale.

Come scrivere il tuo primo post sul blog: mettere le idee sulla carta

Ora che hai scelto un argomento da scrivere, è il momento di implementare le migliori pratiche per lo sviluppo del contenuto stesso. 

In linea, il contenuto è il re. Ma regnerà supremo solo se scritto correttamente e creato utilizzando una serie di strategie che hanno dimostrato di attrarre i lettori e tenerli incollati fino all’ultima frase. 

Cosa devi fare allora?

Costruisci un framework per la creazione di contenuti

Poiché scriverai per una varietà di buyer personas in diverse fasi del loro viaggio, dovresti creare un framework per il processo di creazione dei contenuti del tuo blog. Una guida alla scrittura agile, organizzata e ripetibile. 

Pensa al framework come al tuo modello per lo sviluppo di post sul blog. È necessario avere un’idea concreta di cosa va e dove per un processo di creazione dei contenuti più fluido. 

Un framework per la creazione di contenuti:

  • Ha un perfetto equilibrio tra creatività e sostenibilità

  • Deve educare in base alle esigenze del tuo pubblico

  • Abbastanza flessibile per accogliere cambiamenti futuri

framework per la creazione di contenuti per il primo post del blog

Ancora più importante, contiene passaggi granulari che puoi seguire facilmente e realisticamente. 

Quali sono le diverse fasi coinvolte? 

Concettualizzazione del contenuto

Identifica il tipo di contenuto su cui concentrarti in base ai tuoi obiettivi, che sono influenzati dalla personalità e dal percorso di un acquirente. 

Sequenza temporale

Pianifica quando un articolo dovrebbe essere completato e poi pubblicato. 

Flusso di lavoro

Identifica chi fa cosa e il processo scorre dallo scrittore, editore, a un editore. 

Revisione e modifica dei contenuti

Definisci le aspettative, i ruoli nel processo di revisione, la guida allo stile e la tempistica. Includere l’ottimizzazione dei contenuti per i motori di ricerca.

Organizzazione e archiviazione dei contenuti

Crea un sistema che ti consenta di monitorare facilmente i contenuti per una campagna specifica. 

Potresti pensare di non aver bisogno di tanti passaggi per scrivere il tuo primo post sul blog. Ma ricorda, il primo modello che creerai servirà bene al suo scopo per molto tempo.

È meglio farlo bene la prima volta ed eseguire solo le modifiche quando necessario.

Scegli un formato per il post del blog

Ora che hai un progetto per la creazione di contenuti, devi creare una struttura per i tuoi post sul blog. 

Certo, non vuoi che il contenuto abbia sempre lo stesso aspetto, ma ti consigliamo di avere un modello per:

  • Fornirti la direzione, in modo da non deviare o scendere dai binari

  • Garantire un processo di creazione dei contenuti efficace ed efficiente e un uso corretto del tempo

  • Aiutarti a creare contenuti facili da comprendere e facili da ricordare

Idealmente, il tuo post sul blog deve attrarre, coinvolgere e quindi deliziare i lettori. 

marketing dei contenuti

Di seguito sono riportati due dei formati più popolari di post del blog.

Elenco

Come suggerisce il nome, questo tipo di contenuto fornisce un elenco di cose che vuoi che il tuo lettore sappia. Potrebbe essere i 10 migliori consigli finanziari intelligenti o 5 caratteristiche di un regime di dimagrimento salutare.

Come

Questo è un altro contenuto popolare grazie al suo aspetto didattico. Le persone possono già avere molte cose da fare, ma è proprio per questo che hanno bisogno di suggerimenti, soluzioni, istruzioni o guide.

Esistono molti altri tipi di contenuti dei post sul blog, ma poiché stai ancora lavorando al tuo primo, dovresti concentrarti su ciò che viene comunemente consumato da molti.

Crea un titolo provvisorio

Un ottimo post sul blog può nascere da un titolo, che fornisce direzione e flusso di idee. 

Poiché un titolo è la prima cosa che un lettore vede, deve attirare la sua attenzione e il suo interesse. 

Per iniziare a lavorare sul tuo blog, ti consigliamo di creare prima un titolo funzionante. Questo è qualcosa su cui lavorerai mentre scrivi e contribuisci a restringere il tuo argomento. 

Il titolo scarpe da corsa, ad esempio, è troppo ampio per poter generare più idee per un post sul blog. 

Ma se il tuo titolo provvisorio è “Le migliori scarpe da corsa per un triathlon”, allora saprai esattamente quali argomenti affrontare.

Ecco alcuni ottimi strumenti per la generazione di titoli:

Generatore di titoli Generatore di

idee per contenuti di

Portent PhraseGenerator

generatore di titoli portenti

Per aiutarti a scoprire possibili titoli funzionanti per il tuo post sul blog, crea 5-10 titoli possibili che:

  • Sottolinea chiaramente il valore del tuo post

  • Spiega ai lettori e ai motori di ricerca di cosa tratta il tuo post

  • Spiega ai lettori cosa possono aspettarsi di ottenere dai contenuti che hai pubblicato

  • Stabilisci le aspettative sul formato e sulle informazioni trattate.

Ecco le linee guida per la scrittura dei titoli:

  • Deve contenere 60 caratteri. Utilizza uno strumento di anteprima dei tag per vedere come verrà visualizzato il tuo titolo sui motori di ricerca. Questi includono lo strumento di ottimizzazione degli snippet di Google SERP e lo strumento di anteprima dei tag del titolo di Moz. 

  • Se vuoi che sia condiviso su Twitter e Facebook, i titoli devono essere compresi tra 8 e 12 parole e tra 12 e 14 parole, rispettivamente. 

  • Contenere le parentesi alla fine che forniscono chiarimenti. Tali titoli hanno prestazioni migliori fino al 38%. 

  • Contenere la parola chiave principale o il termine principale all’inizio.

Scrivi un’introduzione accattivante

L’introduzione del tuo post sul blog dovrebbe catturare il tuo pubblico e invogliarlo a continuare a leggere il resto del tuo articolo. 

Se perdi lettori nelle prime frasi o paragrafi, abbandoneranno il tuo blog. Quindi assicurati di creare un’introduzione che:

  • Attira l’attenzione

  • Empatico

  • Umoristico

  • Afferra il lettore con statistiche o fatti interessanti

Idealmente, l’intro dovrebbe essere un follow-up del titolo del tuo post sul blog.

content marketing per il tuo primo post sul blog

Segui le migliori pratiche per la formattazione dei contenuti

Per quanto riguarda il resto del tuo articolo, assicurati che siano facilmente digeribili e leggibili.

  • Suddividi i paragrafi. Scrivere blocchi di testo rende un articolo meno attraente da leggere.

  • Mantieni i paragrafi brevi. Poiché la maggior parte dei lettori in linea preferisce scansionare e scremare, dovresti scrivere un post che sia piacevole per gli occhi. A differenza di un romanzo, un post sul blog non dovrebbe richiedere tempo, concentrazione e impegno nella lettura. 

  • Usa sottotitoli e punti elenco o elenchi di numeri. In questo modo è il modo più rapido per aumentare la leggibilità dei tuoi contenuti.

  • Aggiungi altre forme visive e multimediali. Usali per suddividere sezioni o paragrafi dei tuoi contenuti. Questi media rendono anche il tuo post più interessante.

  • Aggiungi un’immagine in primo piano. Uno che non solo attrae ma riflette anche su ciò di cui tratta il tuo articolo. L’aggiunta di elementi grafici renderà il tuo articolo facile da capire e più accattivante. Inoltre interrompe una pagina e invoglia i lettori a scorrere più in basso.

best practice per il content marketing

Se noti, la rottura dei paragrafi viene menzionata ripetutamente. Questo perché così facendo lascia degli spazi bianchi intorno al tuo blog che consentono a un lettore di concentrarsi sui tuoi contenuti. 

Immagina di leggere qualcosa in cui il testo è presentato in enormi blocchi con poco spazio in mezzo. Perderai la concentrazione sulle prime frasi. I tuoi occhi vedranno solo il disordine.

Ottimizza il tuo post sul blog per la ricerca

L’ottimizzazione per i motori di ricerca mette i tuoi contenuti in prima linea nel tuo pubblico di destinazione. Fatto bene, ti posizionerai in alto nei risultati di ricerca e il tuo post sul blog sarà il primo ad essere letto. Hai bisogno dei bot per eseguire la scansione del tuo blog e classificarlo di conseguenza. 

seo

Quali pratiche di ottimizzazione devi seguire?

  • Utilizza un URL breve che includa la tua parola chiave principale. 

  • Utilizza parole chiave a coda lunga e mirate che contengono la parola chiave principale. 

  • Aggiungi il testo alternativo all’immagine in modo che i motori di ricerca possano “vedere” le immagini che i tuoi lettori vedono. 

  • Aggiungi una meta descrizione per dire ai lettori di cosa tratta il tuo primo post sul blog. 

  • Aggiungi collegamenti strategicamente nel tuo post sul blog per aumentare la credibilità e mantenere i tuoi lettori sul tuo sito. 

  • Ottimizza gli snippet in primo piano su Google per generare più traffico.

Con un post sul blog ottimizzato per i motori di ricerca, puoi essere certo che il tuo lettore di destinazione troverà il tuo articolo online. 

Ecco un bonus sulle migliori pratiche per il collegamento.

  • Collega solo esternamente a contenuti utili. 

  • Collegati internamente ad altri post del blog sul tuo sito che sono utili e preziosi. 

  • Link a contenuti che favoriscono una buona conversazione.

Aggiungi una CTA

Se vuoi scrivere un ottimo post sul blog, soprattutto per scopi SEO , devi includere un invito all’azione (CTA). Devi indirizzare il tuo lettore / visitatore al passaggio successivo che desideri che faccia.

  • Vuoi che si iscrivano alla tua newsletter? 

  • Che ne dici di iscriverti a una mailing list ? 

  • Vuoi che acquistino il tuo prodotto o servizio? 

  • Vuoi che facciano clic su un pulsante per completare una vendita?

Dopo aver reindirizzato con successo il tuo pubblico, puoi spostarlo nel passaggio successivo del processo o dell’imbuto di vendita . Puoi concludere un accordo con un convincente CTA. 

Nel caso in cui desideri scegliere un ottimo generatore di funnel, consulta la mia guida – I migliori costruttori di funnel di  vendita

invito all'azione

Alcuni dei migliori CTA che hanno dimostrato di essere convertiti sono:

  • Iniziare

  • Iscriviti gratis

  • Crea un account

  • Visualizza / prenota una demo

  • Per saperne di più

  • Iscriviti gratuitamente

Tuttavia, per aumentare il tasso di conversione, tieni presente la posizione del tuo invito all’azione. 

L’agenzia di content marketing Grow & Convert stima che i CTA abbiano inserito:

  • Nella barra laterale converte tra 0,5 e 1,5%

  • Alla fine di un post ha uno 0,5 – 1,5%. Questo si riferisce a CTA generici. 

  • Su cursori e barre converte dall’1% al 5%

  • Su una casella delle funzioni converte dal 3% al 9%

  • I popup hanno un tasso di conversione dall’1% all’8%

  • Sui cancelli di benvenuto convertire del 10% e fino al 25%

adsense è una delle idee di business più redditizie

I CTA possono anche essere inseriti nella barra di navigazione, ma il tasso di conversione varia. 

In termini di percentuali di clic, tuttavia, i CTA posizionati nella parte superiore del tuo post sul blog ottengono la quota più alta. 

Proprio come nel settore immobiliare, la posizione è importante per quanto riguarda gli inviti all’azione. Quindi sii consapevole di dove li metti sul tuo sito web.

Modifica, modifica, modifica

L’importanza del controllo degli errori di ortografia e grammatica non potrebbe essere sottolineata abbastanza. Un singolo errore di ortografia può disattivare un lettore. Se usi un uso scorretto di accordo soggetto-verbo e un pensiero incoerente, il tuo primo post sul blog non decollerà mai. 

correzione di bozze

Questo è il motivo per cui devi modificare e modificare il tuo articolo finché non rilevi tutti i possibili errori nei tuoi contenuti. 

L’obiettivo è eliminare tutto ciò che è irrilevante, non necessario o non supporta l’idea centrale del tuo post sul blog. 

Si consiglia vivamente di utilizzare una guida alla modifica che delinei il formato e lo stile dei tuoi blog dal primo a qualsiasi altro dopo. 

Di seguito è riportato un elenco della grammatica e degli stili comuni utilizzati per i contenuti online.

  • Uso delle contrazioni per rendere il tuo articolo più colloquiale. 

  • Usa un linguaggio semplice per soddisfare un pubblico più ampio o dati demografici

  • Scrivi con la voce attiva per impedire ai lettori di inciampare nelle frasi. 

  • Scrivi in ​​modo chiaro e conciso in modo che la tua scrittura sia chiara.

  • Scrivi con empatia per il lettore. 

  • Scrivi brevi frasi e paragrafi. 

  • Usa “tu” e “tuo” per un approccio colloquiale alla scrittura. 

  • Evita di riempire i tuoi contenuti con parole birichine.

  • Evita di usare il gergo, a meno che il tuo pubblico di destinazione non conosca i termini specifici che usi. 

  • Evita di usare acronimi e troppi di essi.

Per quanto riguarda l’aspetto tecnico dell’editing, dovresti fare un elenco di elementi che verranno controllati da te o da un editore. Questi includono:

  • Termini specifici del settore

  • Linee guida specifiche per il marchio

  • Errori comuni

  • Grammatica, punteggiatura, tono e voce

Ancora più importante, controlla sempre l’ortografia. Con Grammarly e strumenti simili per aiutarti a rilevare quegli errori di ortografia, ti assicuri un articolo che si legge bene e senza errori.

correttore grammaticale grammaticale

Prepara il post del tuo blog per la pubblicazione

Una volta completata la modifica, dovresti pubblicare il tuo post sul blog.

Utilizza un sistema di gestione dei contenuti (CMS)

Questo è lo strumento da utilizzare per caricare e ospitare i tuoi contenuti. Le migliori piattaforme dovrebbero consentirti di modificare, creare e pubblicare il tuo articolo in un unico posto. 

Uno dei CMS più popolari in circolazione è WordPress, che offre ai blogger come te un sito Web ospitato autonomamente tramite il produttore di hosting scelto.

WordPress CMS è user-friendly, con una dashboard che puoi personalizzare in base a ciò che ti è più conveniente durante la modifica e la pubblicazione di contenuti. 

Hai anche accesso a plugin, temi reattivi e best practice su come scrivere i tuoi contenuti su WordPress.

wordpress cms per il tuo primo post sul blog

Anche Medium.com, il piano Wix.com gratuito e altre proprietà web 2.0 sono buone opzioni. Ma avrai un controllo limitato su di loro. Non sono nemmeno così personalizzabili.

Scegli un servizio di web hosting e registra un dominio

Dopo aver scelto il tuo CMS, devi registrarti a un servizio di hosting e registrare un dominio. Non costa molto di questi tempi utilizzare un hosting condiviso.

Alcuni degli host web popolari sono Bluehost , HostGator e SiteGround .

Fai un passo indietro e goditi il ​​tuo primo post sul blog

Ora che il tuo contenuto è pubblicato e pronto per essere esplorato dal tuo pubblico di destinazione, è tempo di guardare la sua performance online. Potrebbero essere necessarie alcune modifiche per ottenere il posizionamento della tua pagina in alto nelle SERP. Potrebbe essere necessario aggiornare o riutilizzare i blog per dare una spinta al tuo sito web. 

Ma questa è una storia per un altro post sul blog. 

Facci sapere come questi suggerimenti ti hanno aiutato a trasformare il tuo primo post sul blog in qualcosa che i tuoi lettori adoreranno. 

Hai altri ottimi consigli da condividere su come scrivere un post sul blog per la prima volta? Condividi le tue idee nei commenti qui sotto.

Open

info.ibdi.it@gmail.com

Close